Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘rifiuto’

L’Autorità palestinese ha rifiutato il trasferimento di vaccini anti Covid-19 da Israele, accettato in precedenza

Posted by fidest press agency su martedì, 29 giugno 2021

La motivazione la scadenza troppa ravvicinata, la realtà però è ben diversa.Come spesso accade nelle questioni tra le leadership palestinesi e Stato ebraico, bisogna fare almeno un passo indietro. In questo caso, due.Secondo gli accordi di Oslo, conclusi nell’agosto 1993, l’Autorità palestinese deve provvedere all’assistenza sanitaria del proprio popolo. L’Anp, quindi, ha la responsabilità degli abitanti delle Aree A e B della West Bank (e non di quelli della C, gestita da Israele).Questa è la base da cui partire. La prima cosa che va sottolineata è che l’Autorità palestinese non è riuscita ad avere in tempo i vaccini per combattere il Covid-19, che sarebbe arrivati in autunno; forse per inadempienza, forse per mancata capacità di approvvigionamento.Per questo motivo, Israele, seguendo accordi che da sempre ha con le leadership palestinesi, ha offerto in prestito i vaccini Pfizer all’Autorità palestinese, che avrebbero dovuti restituirli proprio in autunno. L’Anp, in un primo momento, ha accettato l’offerta di Israele, tanto che il ministro della salute palestinese, Mai Al-Khaila, ha rivendicato con forza la capacità di riuscire a somministrare sessantamila vaccini al giorno.All’improvviso, però, un netto cambio di rotta da parte dell’Autorità palestinese, autodichiaratosi incapace di somministrare i vaccini nei tempi dovuti. Vaccini che al quel punto sarebbe stati prossimi alla scadenza.Il ministro della salute palestinese dice una cosa, l’Anp un’altra.La realtà è diversa. Il mondo palestinese è insorto per non accettare l’aiuto di Israele, che sarebbe stato visto in maniera benevola agli occhi della comunità internazionale e delle opinioni pubbliche. Perché questo avrebbe fatto crollare la demonizzazione dello Stato ebraico da parte palestinese.La scadenza dei vaccini, quindi, non è nient’altro che una scusa.Come ha subito precisato il Ministero della salute israeliano i vaccini, in scadenza tra fine giugno e fine luglio, erano:“Perfettamente validi e identici in tutto e per tutto ai vaccini attualmente somministrati ai cittadini israeliani”.Questo episodio conferma ancora un’altra che per l’Anp è più importante attaccare Israele che provvedere al proprio popolo.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo: “Rifiuto e vado avanti”

Posted by fidest press agency su sabato, 25 febbraio 2017

marco-todisco1Roma Da mercoledì 1 Marzo alle ore 21,00 a domenica 5 marzo 2017 ore 17.00 TEATRO TIRSO DE MOLINA via Tirso 89, MARCO TODISCO debutterà in prima nazionale con lo spettacolo “Rifiuto e vado avanti” scritto e diretto da Mario Scaletta.
Marco è un attore diciottenne che sogna di divertirsi con il pubblico facendo uno spettacolo allegro e divertente. La sera della prima si accorgerà che realizzare un sogno è molto più difficile del previsto. Durante lo spettacolo scopre sempre con maggior ansia che il suo sogno a causa di uno strano analista e un personaggio non previsto dal copione, interpretato dallo stesso Mario Scaletta, che vede solo lui si sta trasformando in un incubo. Cercando di trovare una soluzione darà libero sfogo al suo inconscio. La sua paura darà luogo ad una esilarante confessione che lo porterà a scontrarsi con tutto e tutti. Marco è un giovanissimo attore che sogna di divertirsi insieme al pubblico facendo uno spettacolo allegro divertente. Ma in questo spettacolo si divertirà solo il pubblico…
Marco Todisco pupillo di ENRICO BRIGNANO, accanto allo stesso sia teatralmente che televisivamente, ormai raggiunta la maggiore età, sveste i panni del “bambino” per vestire quelli da adulto in una commedia che metterà alla prova le sue qualità artistiche. Un testo e una regia di eccezione quella di Mario Scaletta (autore dei testi di Enrico Brignano) che si “presta” come spalla per completare il quadro dello spettacolo.Vicino a Marco Todisco una bambina Sofia Satta dal talento naturale completerà il cast dello spettacolo. Al cinema ultimamente fra i protagonisti del film “ Al Posto Tuo” accanto a Luca Argentero.. (foto: marco todisco)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Appello contro lapidazione donna

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 agosto 2010

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, aderisce all’appello per la sospensione della pena di morte a Sakineh, la donna condannata alla lapidazione in Iran. «Roma si vuole riconfermare Capitale della vita e dei diritti inviolabili della persona. La nostra città – dichiara il sindaco – è da sempre impegnata in prima linea contro la pena di morte nel mondo, purtroppo ancora oggi in vigore in molti Paesi. Le luci spente del Colosseo sono ormai riconosciute come un simbolo universale del rifiuto popolare verso questo crimine, reso ancora più terribile quando praticato dalle Istituzioni. Roma non farà mai mancare il suo appoggio e il suo impegno alle campagne di sensibilizzazione contro questa pratica inumana – conclude Alemanno – e confidiamo che la moratoria universale contro la pena di morte promossa dall’Italia venga finalmente accolta da tutte le Nazioni».

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Smaltimento e valorizzazione vinacce

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2010

Fa caldo, ma i produttori di vino pensano già alla vendemmia che inizierà tra poco più di un mese. A preoccupare i vignaioli, anche quelli friulani, sono la situazione depressa dei mercati, i prezzi di uva e vino, ma anche la gestione delle vinacce. «Lo scorso anno – spiega Pierluigi Comelli, presidente del Consorzio dei Colli Orientali del Friuli-Ramandolo – dopo varie insistenze e forse anche un po’ in ritardo, la nostra Regione ha autorizzato, oltre alla distillazione, pure lo smaltimento come ammendante delle vinacce ottenute dalle uve di proprietà aziendale. Quest’anno, vorremmo che la questione fosse risolta con maggiore celerità e che il legislatore nazionale mantenesse l’indirizzo manifestato fin ora. Le vinacce, infatti, non devono essere più un “rifiuto” agricolo da smaltire, ma una materia prima da valorizzare nei modi che ogni azienda riterrà più opportuno». In questi giorni, presso il Ministero delle politiche agricole agroalimentari, è stato discusso un emendamento al decreto 5396 che consente, correttamente, tutta una serie articolata di usi alternativi di questo prodotto organico. Oltre alla classica distillazione e all’uso agronomico diretto, viene infatti consentito l’uso agronomico indiretto (la vinaccia può entrare a far parte dei formulati dei concimi organici); l’uso energetico (biogas); l’uso farmaceutico e l’uso cosmetico. Recenti ricerche hanno proprio confermato la convenienza economica all’utilizzo delle vinacce come biomassa per la produzione del biogas, a esempio. Ora, però, i tempi stringono: «Dopo l’approvazione ministeriale, servirà l’emanazione di un decreto applicativo da parte della nostra Regione – puntualizza Comelli – e vorremmo che la normativa fosse approvata in tempo utile per le vendemmie che non rispettano alcun tempo di ferie».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Test alcolemico

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2010

Scatta la confisca dell’auto nel caso in cui il cittadino rifiuta di sottoporsi al test alcolemico. Si tratta, infatti, di una sanzione penale accessoria. Lo hanno stabilito le Sezioni Unite Penali della suprema Corte, che con la sentenza 23428 hanno risposto al quesito formulato dal Tribunale di Pordenone in merito alla confisca di un veicolo Secondo il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, Giovanni D’AGATA,  l’importante decisione della Suprema Corte è un giro di vite in caso di rifiuto dell’automobilista di sottoporsi al test previsto per accertare la guida in stato di ebbrezza. Infatti, la confisca del veicolo ha natura di sanzione penale accessoria e non solo di sanzione amministrativa.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I romeni in Italia tra rifiuto e accoglienza”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

Roma, giovedì 25 marzo 2010 Ore 10,00-12,15  Accademia di Romania Valle Giulia, Piazza José de San Martin 1, Roma  Introduzione Direttore dell’Accademia di Romania:  Prof. Mihai Barbulescu Ambasciatore di Romania in Italia:  S.E. Razvan Rusu Direttore Generale Immigrazione del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali:  Dott. Giuseppe Maurizio Silveri Direttore Generale Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale: Dott. Massimiliano Monnanni  Presentazione della ricerca Dott. Antonio Ricci, Dossier Caritas/Migrantes e Prof.ssa Laura Timsa, Univ. “L. Blaga” di Sibiu  Commenti Dott.ssa Miruna Cajvaneanu, Hotnews Romania/Gazeta Romaneasca: Il punto di vista dei romeni Dott. Roberto Nicastro, UniCredit: Il Credito ai Nuovi Cittadini Don Livio Corazza, Caritas Italiana: Immigrazione in Europa e dimensione religiosa Don Egidiu Condac, Confederatia Caritas Romania: Emigrazione impatto sulle famiglie  Conclusioni Pref. Mario Ciclosi, Vice Capo Dipartimento Vicario Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell’Interno Prof. Giorgio Alessandrini, Responsabile Organismo Nazionale di Coordinamento CNEL  Coordinamento dei lavori Dott. Franco Pittau (Dossier Caritas/Migrantes)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La libertà questa sconosciuta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2010

Collaborando a una tesi di laurea in sociologia, lo studente mi ha chiesto: cos’è la libertà?  Sarebbe facile intendere la libertà nell’esser sempre me stesso ( a parole è facilissimo, assai meno nei comportamenti quotidiani), nel rifiuto degli interessi che soffocano gli altri, nel non tradire gli altri, e soprattutto me stesso. Tanti anni sono trascorsi per comprendere che essere una persona libera, significa vivere una parte di vita nuova, nuovamente mia, affinché  il gioco delle maschere indossate e esibite solamente per celarsi abbia a cessare, prerequisito per ogni futura scelta di qualunque possibile libertà. Lo studente non molla la presa, mi chiede ancora: cos’è la libertà, come definirla, e come agguantarla?  Essere una persona con in mano il senso della libertà, presuppone un lavoro e un impegno che non è quantificabile negli anni che uno si porta appresso, nelle spalle ricurve, nelle cicatrici che segnano la carne, piuttosto la risposta sta in quell’albero della gomma nelle foreste pluviali: tagliando la corteccia a spirale, raccoglierne in un secchio la resina.  Così  occorre raccogliere  nelle pagine che si scrivono con cuore leale, i propri tagli, affinché non diventi una pratica consumistica la scorciatoia, l’ammenda più repentina e facile da ripararsi. Cos’è la libertà? Persino dentro una cella, un uomo detenuto, una persona costretta dalla costrizione, apprende questo valore, al prezzo di un lungo e doveroso viaggio di ritorno, lento e sottocarico (per usare le parole di un carissimo amico scrittore, che mi ha spiegato quanto l’ebreo ne sappia in tema di  libertà e perdono), perché davvero il rischio di perderla è sempre incombente, c’è sempre qualcuno che affonda il limite a suo favore per ottenere di più. Forse non è più sufficiente affidare il mantenimento della libertà individuale e collettiva, alle sole istituzioni statuali, alla giustizia, forse occorre investire di più, dare di più, confidare maggiormente nel compito della scuola, fin dai primi passi che incrociano la ragione e i sentimenti, per recuperare un senso ancora più umano al rispetto degli altri. Quando c’è di mezzo la libertà  per chi l’ha sempre avuta, per chi l’ha perduta, per chi l’ha riconquistata, c’è la necessità di mantenerla e quindi imparare a rispettarla, nella consapevolezza di difenderla senza umiliare la libertà altrui. In questo senso Martin Luther King ci soccorre in ogni nostra azione ed eventuale dubbio: la mia libertà finisce dove comincia la tua. Quante volte ho sentito parlare di libertà in famiglia, nella scuola, per la strada, anche lo studente che mi sta intervistando, ne parla come si fa con un’abitudine, con una proprietà acquisita, una linea banale e sonnolenta, invece non mi pare così scontata, non lo è per chi sta in carcere privato della libertà personale ma tenta di riguadagnarne la frontiera con dignità, non è così per chi non vede riconosciuti i diritti fondamentali, non lo è certamente per chi è capace di donare la propria vita per essere parte di una società libera. Forse basterebbe accogliere la speranza di queste parole troppo spesso dimenticate “la mia libertà corrisponde ai miei diritti, la libertà degli altri corrisponde ai miei doveri.” (Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio: il rifiuto dei radicali al Pd

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2009

Dichiarazione di Massimiliano Iervolino membro della giunta di Radicali Italiani. “Ringrazio il segretario del Pd Lazio Alessandro Mazzoli per l’invito alla riunione di coalizione convocata per oggi alle 15.30, ma noi radicali non ci saremo. Anche venerdì ho voluto sottolineare come da parte dei “democratici”, almeno per ora, non si noti nessuna volontà di un grande accordo politico con la Lista Bonino Pannella. Da quanto si legge è facile evincere che la strategia attuale del Pd Lazio è fondata sulle algebriche alchimie da sondaggi, mentre a noi interessa la politica e le soluzioni da contrapporre allo sfascio sociale del nostro Paese e della nostra Regione. In queste ore stiamo lavorando per costruire una alleanza con i Verdi e con le forze laiche e riformatrici. Continueremo su questa strada per tentare un’alternativa fondata sul rispetto dello Stato di diritto. Ci apprestiamo ad iniziare una battaglia dura e nonviolenta per conquistare spazi di democrazia che favoriscano il vivere civico delle persone. Per noi le elezioni sono una delle tante occasione di lotta contro la partitocrazia, il dibattito incentrato sulla loro “realpolitik” non ci interessa.”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rifiuti: distribuiti 50.000 moduli di rimborso Iva

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2009

Roma. Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani annuncia che sono stati distribuiti, nel corso di Fisco Tour 2009, i primi 50.000 moduli per l’istanza di rimborso dell’IVA pari al 10% pagata sulla tassa igiene ambientale TIA, meglio nota come tassa sui rifiuti, in soli 7 giorni. Al centro dell’iniziativa legale è l’annosa questione legata alle recente sentenza n. 238/09 della Corte Costituzionale che ha sancito il diritto al rimborso dell’IVA pagata sulla tassa rifiuti in quanto la T.I.A. è una tassa e pertanto sulla stessa non può essere applicata l’I.V.A.. Ad oggi, basando la stima sulle medie tariffarie registrate nell’ultimo rapporto governativo sui rifiuti è possibile dedurre che tra famiglie e imprese la partita sui rimborsi viaggi intorno ai 200 milioni l’anno. Per le famiglie il rimborso è medio è di circa 360 euro, mentre per le imprese ammonta a circa 3.750 euro. Per il presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani, Vittorio Carlomagno, il rimborso come sancito dalla Corte Costituzionale va erogato, entro 30 giorni dal ricevimento della istanza di rimborso, in un’unica soluzione. Il modulo per l’istanza di rimborso (mod. IRT), disponibile sul sito http://www.contribuenti.it , deve essere presentato entro le ore 10 del 30 settembre 2009 a “Lo Sportello del Contribuente” della propria città, per non pregiudicare i diritti acquisiti.

Ringraziamo la nostra lettrice Stefania per la segnalazione; per avere il modulo e poterlo direttamente stampare senza alcuna iscrizione/spesa, cliccate qui: Modello rimborso altroconsumo
Di recente abbiamo avuto anche un’altra comunicazione: IVA su TARSU La cassazione ha stabilito che la tassa dei rifiuti è di fatto una tassa e non una tariffa; di conseguenza hanno applicato l’iva su un importo dove non doveva essere applicata in quanto appunto “tassa”. Pertanto tutti gli utenti hanno diritto al rimborso del 10% dei 10 anni retroattivi, inoltre controllando sul sito “federconsumatori” si evince che chi richiede il rimborso (che come al solito arriverà, lentamente ma arriverà) bloccherà di fatto l’iva sulle prossime fatture. Chi non lo fa si troverà a continuare a pagare tutto come prima perché, come capita solo in Italia, gente come anziani o fasce inferiori che non sanno i loro diritti non ne usufruiscono “in automatico”, ma solo se se ne accorgono e fanno richiesta. Pertanto vi allego il modulo che contiene le spiegazioni per la compilazione, anche in formato word se volete compilarlo direttamente a video. Visitate anche questo sito http://www.consulenza-ricorsi.com/tarsu-tassa-rifiuti-ricorso-rimborso-iva/ Abbiamo ora un altro seguito: qui

Ora ci pensa anche il Parlamento a vanificare un diritto: La sentenza della Corte Costituzionale ha stabilito in modo inequivocabile che la Tia, tariffa di igiene ambientale, è una tassa e come tale non vi va applicata alcuna maggiorazione del 10% di Iva. La questione riguarda in prevalenza le regioni del Centro Nord dove in questi ultimi anni si è passati dalla “tassa” rifiuti alla “tariffa”, con un aggravio dell’Iva a carico delle famiglie. Considerato mediamente un costo di 150-200 euro l’anno di tassa rifiuti – dichiara Paolo Landi, Segretario Generale Adiconsum – il credito accumulato dalle famiglie nei confronti dell’erario oscilla fra i 70 e i 150 euro. Complessivamente è stato stimato che l’Iva da restituire alle famiglie è di circa 1 miliardo. Tutte le pressioni esercitate per ottenere la restituzione di quanto pagato e non dovuto dalle famiglie sono state vane. Ancora una volta assistiamo ad un film già visto: quando c’è in ballo la restituzione di crediti a favore delle famiglie (v. telefonia e assicurazioni), il legislatore corre subito ai ripari per annullarli. Un film che rischia di ripetersi ancora oggi, poiché alla Commissione Finanze e alla Commissione Attività Produttive sono stai presentati da parte del deputato PDL e assessore al bilancio del comune di Roma, Maurizio Di Leo, emendamenti per azzerare questo credito nei confronti delle famiglie. Adiconsum – prosegue Paolo Landi – esprime la propria contrarietà a questo emendamento e invita il Parlamento a trovare formule alternative che prevedano comunque la restituzione alle famiglie, anche, ad es., attraverso la compensazione nella Dichiarazione dei redditi.Abbiamo un altro seguito: qui

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 17 Comments »

Diritti umani per il 2008

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2009

La III Commissione Affari esteri e comunitari, esaminata, ai sensi dell’articolo 127, comma 1, del regolamento, la relazione annuale dell’Unione europea sui diritti umani per il 2008; rilevato come la tutela dei diritti umani costituisca un aspetto essenziale della politica estera dell’Unione europea sia in sede internazionale sia nelle relazioni bilaterali;  sottolineato il fatto che in molti accordi bilaterali stipulati dall’Unione con Paesi terzi sono previsti dei meccanismi per intervenire in caso di violazione grave dei diritti umani, fino alla sospensione dei trattati stessi; condivisa la soddisfazione espressa nella relazione per la riduzione, sebbene lieve, dell’applicazione della pena di morte, pur con il permanere di alcune situazioni di estrema criticità, quali la Cina e l’Iran; esaminata la situazione dei diritti umani in Russia, dove l’Unione europea ha incontrato un netto rifiuto rispetto al dialogo cui partecipassero anche le ONG che si occupano della loro tutela,  nonché quella di altri paesi dell’ex Unione Sovietica, quali Bielorussia, Turkmenistan e Uzbekistan; rilevato che lo svolgimento delle Olimpiadi in Cina non ho portato alle aperture auspicate, in particolar modo in relazione alla condizione del Tibet, che in queste settimane si è ulteriormente aggravata, assieme al rifiuto delle autorità cinesi di avviare un serio, concreto e veritiero dialogo politico con il Dalai Lama, al controllo su Internet e gli altri mezzi di informazione e alla limitazioni delle libertà personali; espressa grande preoccupazione per le violenze e scontri fra le forze di
sicurezza iraniane e manifestanti, a seguito della contestazione dei risultati ufficiali delle elezioni presidenziali del giugno 2009, e per le restrizioni alla libertà di espressione considerato che nell’area del sud-est asiatico gli sforzi compiuti dalla comunità internazionale non hanno prodotto alcuna significativa riduzione delle gravi violazioni dei diritti umani in Birmania e che, pur con alcuni progressi, in Vietnam si verificano numerosi casi di limitazione della libertà di espressione e di culto; espressa una valutazione positiva sulla relazione che offre un’ampia panoramica della situazione dei diritti umani nel mondo ed individua alcuni strumenti innovativi, quali ad esempio l’inclusione fra i soggetti destinatari delle risorse della cooperazione allo sviluppo dei gruppi che operano a sostegno della tutela dei diritti umani; impegna il Governo a promuovere il rispetto della clausola relativa ai diritti umani e alla democrazia nell’attuazione degli accordi sottoscritti dall’Unione europea con i Paesi terzi e a svolgere un’efficace azione di coordinamento con i Governi degli altri Stati membri dell’Unione europea e di sensibilizzazione nei confronti dei Governi dei Paesi terzi, al fine di incrementare le probabilità di successo delle iniziative europee, quali la dichiarazione contro le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, svolte in sede di Nazioni Unite ed in particolare nel Consiglio per i diritti umani, in un quadro di alleanze transnazionali, come avvenuto nel caso della moratoria ONU delle esecuzioni capitali.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »