Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘rinascimento’

Bruxelles celebra il Rinascimento con Bruegel e il Festival di Carlo V

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 maggio 2019

Se Firenze è conosciuta in tutto il mondo per essere la culla del Rinascimento, molti storiografi e critici d’arte concordano nel riservare al Belgio – e a Bruxelles in particolare – un ruolo decisamente rilevante nella storia del movimento a livello europeo. Il riferimento è alla scuola dei Primitivi Fiamminghi, una delle correnti più importanti nel panorama delle arti figurative del XV secolo, che viene spesso considerata parallela al Rinascimento italiano.“Il volto storico e rinascimentale di Bruxelles è una scoperta inattesa – dichiara Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles – e testimonia un’epoca ricca e gloriosa che influenzò anche la produzione artistica della città, definendo uno stile del tutto particolare, che ebbe in Bruegel uno dei suoi esponenti più importanti”.
Dal 1515 al 1555, infatti, Bruxelles fu la residenza ufficiale di Carlo V, che si stabilì nel Palazzo del Coudenberg (i cui resti sono ancora visitabili), trasformando la città nell’epicentro politico-economico del Vecchio Continente. Nominato re di Spagna nel 1516 e, solo 3 anni più tardi, imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo V governava un regno nel quale “non tramontava mai il sole”, che si estendeva fino alle terre del Nuovo Mondo, scoperte pochi anni prima da Colombo.Per ripercorrere le tappe essenziali del rinascimento belga Bruxelles ospita fino a settembre il Festival di Carlo V. Tra esposizioni a tema, concerti, dibattiti, spettacoli teatrali, rievocazioni storiche e attività dedicate alle famiglie, il programma del Festival di Carlo V comprende anche una serie di percorsi tematici, sviluppati da Visit Brussels per permettere a tutti i visitatori della città di entrare in contatto con la sua anima storica.“Carlo V e l’Età dell’Oro di Bruxelles”, ad esempio, è un itinerario che parte dalla Piazza Reale nel quartiere di Sablon e prosegue alla volta della Grand Place, per ammirare chiese, palazzi, statue e fontane che ricordano le gesta di Carlo V. In alternativa, si può optare per “Bruxelles ai tempi di Erasmo”, tour focalizzato sugli usi e i costumi della popolazione raccontati dall’umanista rinascimentale, che ha soggiornato in città nel 1521. La visita guidata parte dalla piazza Petit Sablon e arriva fino al giardino della casa di Erasmo che conserva ancora oggi alcuni resti archeologici del castello di Anderlecht, abbinati poeticamente a diverse installazioni di artisti contemporanei.
Nel corso del Festival di Carlo V trovano ampio spazio anche gli eventi dedicati a Pieter Bruegel il Vecchio, il più grande pittore che la storia fiamminga abbia mai conosciuto: un’opportunità straordinaria per scoprire i capolavori dell’Artista che ha legato in maniera indissolubile la propria vita a Bruxelles, trascorrendo in città gli ultimi anni della sua breve esistenza, dal matrimonio con Mayeken Coecke (figlia del suo maestro Pieter Coecke) nel 1563, fino alla morte nel 1569.In occasione del 450° anniversario dalla morte, che sarà celebrato il 5 settembre, Visit Brussels, in collaborazione con la collettiva Farm Prod, ha inaugurato una serie murales che compongono un vero e proprio “street art trail” a tema. Si parte con rue Haute, vicino a Porte de Halle, con un’opera dell’artista francese Lazoo, ispirata alla celebre “Danza Nuziale” del 1566, olio su tela attualmente conservato al Detroit Institute of Arts. Da metà giugno in poi, inoltre, vedranno la luce altri undici affreschi, dipinti da artisti che fanno parte della collettiva, che prendono spunto dai lavori svolti dal pittore fiammingo: un’opportunità per scoprire Bruegel sotto un’altra luce.Murales a parte, Bruxelles è ricchissima di testimonianze dell’Artista: dalla tomba, custodita nella chiesa di Notre-Dame de la Chapelle, al Museo Reale delle Belle Arti, che custodisce la seconda collezione al mondo delle sue rare e preziosissime opere, tra cui la Caduta degli Angeli Ribelli del 1562, il Paesaggio Invernale con Pattinatori e Trappola per Uccelli del 1565, il Censimento di Betlemme del 1566 e l’Adorazione dei Magi, datato 1564. Bruegel fu uno dei primi artisti del periodo rinascimentale belga ad abbandonare le icone religiose e i soggetti storici per rappresentare la quotidianità, cogliendo perfettamente quella “joie de vivre” tipica di Bruxelles e dei suoi cittadini. Buona parte dei suoi lavori, infatti, rappresentano le attività quotidiane dei contadini, danze popolari, feste e attività all’aperto nei mesi invernali.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinascimento Chirurgico a Firenze in rete mondiale

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

by Daniela Ponticelli. Firenze Nel programma del quattordicesimo congresso internazionale dei ginecologi è prevista anche una lezione magistrale di anatomia su cadavere live surgery che si svolgerà nelle stesse sale dell’ospedale Santa Maria Nuova, che nel 500 furono utilizzate da Leonardo da Vinci. E’ l’evento conclusivo, senza precedenti, di un intenso programma che dall’8 all’11 maggio del 2019 richiamerà su Firenze l’attenzione e la presenza del mondo scientifico, dei più importanti e rinomati ginecologi, chirurghi e ricercatori per seguire la tre giorni del “Rinascimento Chirurgico”. Il Minimally Invasive Gynecologic Surgery International Congress ha scelto infatti il capoluogo toscano per organizzare insieme a SEGI (Società Italiana di Endoscopia Ginecologica) la speciale edizione che prevede la presentazione delle eccellenze mondiali in campo chirurgico ed endoscopico. Le più moderne tecniche diagnostiche ed operatorie, laparoscopiche e minivasive, l’utilizzo del laser e anche della robotica per intervenire sulle patologie ginecologiche saranno alcuni degliargomenti che verranno trattati nelle numerose sezioni con l’obiettivo di condividere tra professionisti il miglioramento dei protocolli diagnostici e terapeutici. Previsti anche corsi pre-congresso che si terranno a Pisa e Siena.
Saranno organizzati collegamenti satellitari per gli interventi chirurgici che si svolgeranno dal San Raffaele di Milano, dal Gemelli di Roma e dalle nuove sale operatorie del Santa Maria Nuova, ad altissima tecnologia, che saranno inaugurate prima del congresso.
Anche per l’intervento su cadavere dal teatro anatomico del Santa Maria Nuova il collegamento sarà in tempo reale con i maggiori ospedali del mondo. I proventi dell’iniziativa verranno devoluti alla Fondazione Santa Maria Nuova, di cui è presidente il dottor Giancarlo Landini.
La direttrice esecutiva del congresso Linda Michels, presidente AAGL- L’American Association of Gynecologic Laparoscopists, sarà in questi giorni a Firenze per mettere meglio a punto il programma e la logistica del congresso insieme al dottor Alberto Mattei, direttore della struttura aziendale di chirurgia ginecologica minivasiva della AUSL Tc e ai dottori Marcello Ceccaroni, responsabile del reparto di Ginecologia dell’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar in provincia di Verona e membro del board AAGL e Mario Malzoni presidente della SEGi , quest’ultimi curatori della parte scientifica le programma.Questa settimana è previsto anche il sopralluogo al Santa Maria Nuova a cui seguirà l’incontro con il Console Generale degli Stati Uniti, le autorità locali, il direttore generale dell’Azienda Paolo Morello Marchese e il presidente della Fondazione dottor Landini.Per Mattei accogliere il congresso internazionale e poter ospitare i più grandi esperti nel campo ginecologico, sarà un vanto anche per l’intera città fiorentina: saranno tre giorni di intenso e proficuo lavoro finalizzato a trovare le cure migliori alle nostre pazienti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XXV Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni

Posted by fidest press agency su sabato, 4 agosto 2018

Anagni dal 24 agosto al 2 settembre 2018. Ingresso gratuito, spettacoli ore 21.00. A venticinque anni dalla prima edizione, il Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni (FR) si fa strada tra le rassegne teatrali più longeve del nostro Paese per proporre al pubblico un’esperienza artistica ed emotiva nei luoghi più suggestivi della città, attraverso un percorso tra prosa, danza, commedia dell’arte, lirica, spettacoli di luce e teatro d’immagine con Compagnia dei Folli, Giancarlo Giannini, Barbara De Rossi, Marco Baliani, Ruggero Cappuccio, Compagnia Pantakin e tanti altri.
Ogni opera proposta sarà un percorso originale nel piacere, dunque, a partire dalla serata inaugurale del 24 agosto, che vede in piazza lo spettacolo di teatro d’immagine più ambizioso realizzato dalla Compagnia dei Folli: “Luce”, un viaggio visionario attraverso la luce e il fuoco, con sfere volanti, straordinari effetti luminosi e proiezioni. Sabato 25 agosto la piazza ospiterà un gigante del cinema italiano, Giancarlo Giannini, in uno spettacolo originale, Le Parole Note, che fonde in un’alchimia sapiente la musica jazz ad una squisita antologia di brani tratti da capolavori letterari dal duecento ai giorni nostri, con uno speciale omaggio a Shakespeare, e che risponde a pieno alla linea tematica individuata mettendo al centro il tema dell’amore; a seguire, uno spettacolo di Ruggero Cappuccio che è già entrato a pieno diritto nella storia del teatro italiano, “Shakespea Re di Napoli” in scena domenica 26 agosto.Non mancheranno nomi prestigiosi della scena teatrale e cinematografica nazionale, come Barbara De Rossi e Marco Baliani, ed esperienze che tutelano il prezioso patrimonio teatrale italiano di tradizione, ovvero la Commedia dell’Arte, portata in scena dalla compagnia Pantakin di Venezia con lo spettacolo Tempeste d’Amor Perdute (31 agosto).
Ma la novità che rende davvero onore al venticinquesimo anniversario è la realizzazione, per la prima volta nella maestosa piazza Innocenzo III, di un’opera lirica tra le più famose al mondo, individuata tra i grandi capolavori del melodramma italiano che meglio si potessero sposare con l’identità del Festival e con il filo conduttore di questa edizione: Il Trovatore, di Giuseppe Verdi, una produzione Europa Musica, con l’Orchestra Sinfonica Europa Musica e il Coro Lirico Italiano.La sezione teorico-critica del Festival sarà curata dal Prof. Gaetano D’Onofrio, che si occuperà anche delle presentazioni di tutti eventi, Da segnalare, nella Sala della Ragione del Palazzo Comunale, il 28 agosto alle ore 21.00 “I Canzonieri” a cura di Luca Simonelli: un percorso didattico formativo fondato sull’analisi di testi provenienti dal medioevo europeo, dalla prosa popolare alla lirica di corte, con sconfinamenti nel mondo medioevale orientale. l’Amministrazione Comunale di Anagni, inoltre, assegnerà come onorificenza alla carriera la targa “Anagni Città Teatro” a tre grandi personalità del mondo del teatro e del cinema: Maurizio Micheli, Debora Caprioglio e Corrado Tedeschi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commentare e tradurre la ‘Poetica’ di Aristotele nel Rinascimento

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 dicembre 2017

Roma Mercoledì 20 Dicembre 2017, ore 15:00 Scuola di Lettere – Aula 4 Via Ostiense 234. All’interno del corso di Teoria e storia dei generi letterari, il 20 dicembre (h. 15-17, aula 4), il dott. Alessio Cotugno (Warwick, UK – Ca’ Foscari) terrà una lezione dal titolo: Commentare e tradurre la ‘Poetica’ di Aristotele nel Rinascimento. Due casi esemplari: Lodovico Castelvetro e Alessandro Piccolomini.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vittoria Colonna:“La prima donna del Rinascimento?”

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 aprile 2017

Vittoria_ColonnaFirenze 20-21 aprile 2017 – ore 11.00 New York University Firenze, Villa La Pietra (Via Bolognese 120) importante convegno internazionale alla New York University di Firenze che si centrerà sulla poetessa Vittoria Colonna, una delle figure culturali più suggestive ed originali del Rinascimento italiano, e obiettivo di un sempre crescente interesse critico.
L’incontro a La Pietra unisce studiosi affermati ed emergenti provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti per presentare nuove ricerche sulla Colonna come scrittrice, come mecenate, come pensatrice religiosa, e come una figura che ha insieme incarnato e contribuito a plasmare la cultura del Rinascimento italiano. Particolare attenzione cadrà sull’influenza della Colonna sulla tradizione letteraria del tardo Rinascimento italiano, un aspetto del suo impatto che è stato relativamente trascurato fino ad oggi.Il convegno è stato organizzato da Virginia Cox, direttrice accademica di NYU Florence e una delle voci più autorevoli sulla scrittura femminile italiana. Interverranno due curatori del recente Brill Companion to Vittoria Colonna, Abigail Brundin e Maria Serena Sapegno, e Ramie Targoff che sta attualmente lavorando su una nuova biografia della Colonna, la prima in lingua inglese da oltre un secolo. In aggiunta ai suoi scopi accademici, il convegno mira anche a suscitare un dibattito sul ruolo delle donne scrittrici all’interno del canone letterario italiano e all’interno dell’insegnamento universitario e nella ricerca in Italia e altrove. Il convegno si chiuderà con una tavola rotonda su questi temi, condotta da Lina Bolzoni, e sarà preceduto da un workshop per studenti ispirato da Art+Activism, guidato da Anna Wainwright e incentrato sulle politiche culturali di Wikipedia. (foto: Vittoria Colonna)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il rinascimento giapponese: la natura nei dipinti su paravento dal XV al XVII secolo

Posted by fidest press agency su sabato, 4 marzo 2017

Firenze 26 settembre 2017 – 7 gennaio 2018 Uffizi, Aula Magliabechiana a cura di Rossella Menegazzo In occasione del 150° anniversario dell’Amicizia tra Italia e Giappone.
Attraverso una selezione di circa quaranta grandi pitture di paesaggio e natura nel classico formato del paravento scorrevole, la mostra intende evidenziare il periodo d’oro della produzione artistica giapponese concentrata tra l’epoca Muromachi e l’inizio dell’epoca Edo (XV – XVII secolo). In particolare emergono le due grandi tendenze che hanno segnato l’intera produzione pittorica nipponica affermando quegli ideali estetici che ancora oggi riconosciamo al Giappone: da una parte la pittura monocroma ed evocativa, fatta di vuoti e linee essenziali e veloci, vicina alla tradizione cinese e legata alla filosofia zen che la classe guerriera sposa a partire già dall’epoca Kamakura e che decorava templi e residenze samuraiche; dall’altra la pittura autoctona, con fondi oro e campiture di colore piatte, più esplicita e di facile intendimento, adatta a decorare grandi spazi abitativi come residenze aristocratiche e borghesi e castelli. Da una parte opere di paesaggio legate a nomi come quello di Hasegawa Tōhaku, Kaihō Yūshō, Unkoku Tōgan con le loro atmosfere rarefatte e simboliche, dall’altra nomi della tradizione Kanō e Tosa con soggetti di fiori e uccelli, delle quattro stagioni, di luoghi divenuti celebri grazie alla letteratura e alla poesia, rappresentati con colori brillanti secondo le modalità dello yamatoe. La bellezza e la mutevolezza della natura espresse nelle dimensioni importanti di uno o più spesso due paraventi, a due o sei ante, comunicano il profondo legame che lega il popolo giapponese al mondo vegetale e animale, facendone parte integrante secondo il sentimento religioso panteistico shintoista alla base di tutta la cultura letteraria e visiva del Giappone. Prima grande esposizione di paraventi in Europa, provenienti da musei, templi e dall’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, la mostra chiude le attività legate alla commemorazione del 150° anniversario dell’amicizia tra Italia e Giappone ed è organizzata in collaborazione con l’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone e con il supporto dell’Ambasciata del Giappone in Italia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Public Lecture del Console Generale degli Stati Uniti a Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 maggio 2014

università paviaPavia Lunedì 12 maggio alle ore 11 nell’Aula Foscolo del palazzo Centrale dell’Università (Corso Strada Nuova 65) Kyle R. Scott, Console Generale degli Stati Uniti a Milano parlerà sul tema U.S. Foreign Policy Today – A Transatlantic Renaissance Un rinnovato legame tra le due sponde dell’Atlantico, un fertile rapporto tra Stati Uniti e Europa, e tra Stati Uniti e Italia, sono al centro di quello che nel suggestivo titolo scelto per la lezione viene definito un Rinascimento transatlantico: stagione di speranza e di creatività. Il Console Kyle R. Scott incontrerà il Magnifico Rettore dell’Università di Pavia, Prof Fabio Rugge, prima della conferenza e si tratterrà a Pavia nel pomeriggio.
Kyle R. Scott, diplomatico di carriera con il rango di Ministro Consigliere, ha preso servizio come Console Generale a Milano dall’agosto del 2011. La sua carriera presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti dura da più di 30 anni durante i quali ha prestato servizio presso sette diverse sedi, concentrandosi principalmente su questioni europee e accordi multilaterali. Si é unito alla Missione Diplomatica degli Stati Uniti in Italia dopo essere stato il Direttore dell’Ufficio per gli Affari Russi dal 2009 al 2011. Precedentemente, Scott è stato Vice Direttore della Missione Diplomatica degli Stati Uniti presso l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (USOSCE) a Vienna. Il Console Generale Scott ha inoltre lavorato alla Missione Diplomatica degli Stati Uniti presso l’Unione Europea e alle Missioni Diplomatiche degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite a New York e Ginevra e alle ambasciate americane in Croazia, Ungheria, Israele e Russia ed è stato National Security Fellow per il Dipartimento di Stato alla Hoover Institution a Stanford, in California. Parla diverse lingue europee, tra cui il russo, l’italiano, il croato, l’ungherese, il tedesco e il francese. Ha studiato tedesco e russo presso l’Arizona State University e dopo la laurea ha studiato finanza internazionale presso l’American Graduate School for International Management sempre nel suo stato nativo, l’Arizona.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italy 2011: Il Rinascimento

Posted by fidest press agency su sabato, 16 luglio 2011

Perugia 19 luglio – ore 18:00 – nell’Aula Magna di Palazzo Gallenga, dove Michele Ciliberto, Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento e docente della Scuola Normale Superiore di Pisa terrà una lectio magistralis su “Cultura Italiana e Europa modena”. A presiedere l’incontro il rettore dell’Ateneo, Stefania Giannini, che insieme ad Emidio Diodato, introdurrà la lectio del prof. Ciliberto. L’evento verrà trasmesso in diretta streaming con accesso dal sito web d’ateneo. Nei giorni successivi all’evento il video della conferenza verrà pubblicato in esso con sottotitoli in lingua italiana. Il Programma Italy 2011 non avrà termine in quest’anno celebrativo della storia nazionale ma proseguirà nei successivi con tematicità di volta in volta differenti. Sino al dicembre prossimo i periodi storici oggetto di indagine saranno il Rinascimento, il Risorgimento e la Roma antica. L’obiettivo del Programma Italy 2011 è quello di rendere accessibile via web una raccolta di materiali didattici qualificati per approfondire la conoscenza della cultura italiana e il suo linguaggio specialistico in ambito storico, politico e filosofico.
A raccogliere questa originale sfida è stato Emidio Diodato, docente di Relazioni Internazionali dell’Ateneo di Palazzo Gallenga, il quale, con il supporto del Centro Attività Culturali e Ricreative dell’Ateneo, ha organizzato un ciclo di incontri, aperti alla città di Perugia oltre che agli studenti, ‘progettati’ per ripercorrere i tratti più identificativi dell’italianità e del territorio in cui essa si è sviluppata, ancor prima che quest’utimo divenisse ‘nazione’. Il primo evento sarà dedicato al Rinascimento quale periodo politico, artistico e di particolarissima temperie culturale, che con la sua dirompente carica di ‘pensiero originale’ ha posto le fondamenta stesse dell’Europa moderna. Il progetto è stato realizzato con il contributo di Guerra Edizioni.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Rinascimento verde è un bluff

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 dicembre 2010

“Il ‘Rinascimento verde’ che prevedeva l’assegnazione di terre demaniali a vocazione agricola a giovani imprenditori annunciato è al momento l’ennesimo bluff di un governo che si proclama del fare, ma si arena sugli annunci”. Con queste parole Susanna Cenni, deputata del Pd, commenta la risposta del Ministro dell’agricoltura, Giancarlo Galan,  all’interrogazione presentata nel mese di settembre, con la quale la deputata senese, chiedeva conto degli impegni presi dal precedente responsabile del dicastero, Luca Zaia, riguardo al progetto “Rinascimento verde”, annunciato nell’estate del 2009, che avrebbe dovuto assegnare terreni demaniali a vocazione agricola ai giovani agricoltori, tramite bando, e secondo quanto annunciato dall’ex Ministro Zaia, “avrebbe dovuto generare in tre anni 1000 nuove imprese e 6000 nuovi posti di lavoro in agricoltura.”
Non c’era Galan, e la risposta è stata fornita dal sottosegretario alla giustizia “La risposta del Governo   riguardo all’assegnazioni di terreni demaniali a giovani imprenditori agricoli – afferma Cenni – ha confermato quanto temevamo, ovvero che le ottimistiche previsioni annunciate negli anni scorsi dall’allora ministro Zaia con il titolo enfatico di “Rinascimento italiano” non si realizzeranno, almeno per il momento. Le stesse basi sulle quali il progetto avrebbe dovuto basarsi non esistono, come conferma l’indagine svolta, attraverso le Province, per incarico del governo dall’Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (ISMEA) secondo la quale buona parte delle terre che avrebbero dovuto essere assegnate ai giovani ‘o non sono più agricole, o sono gia coltivate, o sono destinate a bosco e a prato’. Di fronte alla risposta del governo, mi sento di consigliare più serietà e prudenza nel preannunciare numeri e promesse di questa portata, soprattutto quando si tratta di una delle priorità  dell’agricoltura, e il ricambio generazionale rappresenta forse la prima ed assoluta priorita.” Ricordiamo infatti che in Italia la percentuale di giovani (fino a 40 anni) in agricoltura rappresenta appena il 7%, nel 2005 solo il 3% dei conduttori aveva meno di 35 anni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ Rinascimento: Leonardo Donatello e Raffaello

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 novembre 2010

Vaglio Basilicata 27 novembre ore 11:00 presso l’Auditorium del Museo delle Antiche Genti di Lucania di Vaglio Basilicata, sarà presentato al grande pubblico il prestigioso volume “E’ Rinascimento – Leonardo  Donatello Raffaello”. Alla cerimonia prenderanno parte autorevoli studiosi e personalità di spicco del mondo della cultura internazionale; in collegamento diretto da Dunedin (Nuova Zelanda) il noto studioso leonardista Murray Menzies, interverrà per fare il punto sull’acquisizione critica della “Tavola Lucana” alla mano  di Leonardo da Vinci. Il volume, di grandissimo interesse per il mondo della ricerca, è stato prodotto in collaborazione con l’Ambasciata Italiana a Tallinn ed è frutto di una significativa ricerca scientifica alla quale hanno affluito i laboratori di studio di cinque Università. Interverranno: Avv. Giuseppe Pio Musacchio Sindaco di Vaglio Basilicata Sen. Emilio Colombo Senatore a vita, già Presidente del Consiglio dei Ministri Dott. Vito De Filippo Presidente della Regione Basilicata On. Salvatore Margiotta Parlamentare della Repubblica Ing. Vito Santarsiero Sindaco di Potenza Dott.ssa Rosa Mastrosimone Assessore alla Cultura della Regione Basilicata Dott. Attilio Martorano Assessore della Regione Basilicata Dott.ssa Patrizia Minardi Autorità di Gestione POR, Regione Basilicata Ing. Lorenzo Affinito Dirigente uff. Turismo della Regione Basilicata Presenteranno il Volume Dott. Nicola Barbatelli Direttore Museo delle Antiche Genti di Lucania Prof. Peter Hohenstatt Storico dell’Arte, Leonardista, Consulente del Museo del Louvre Dott. Federica Zalabra Soprintendenza B.S.A.E. dell’Umbria – Galleria Nazionale dell’Umbria Dott.ssa Loredana Rosina Storica dell’Arte Prof. Giancarlo Napoli Docente c/o Università Suor Orsola Benincasa – Napoli  In collegamento diretto dalla Nuova Zelanda interverrà: Prof. Murray Menzies Storico dell’Arte, Leonardista. Il testo si apre con la presentazione di un prestigioso comitato d’onore.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ghirlandaio

Posted by fidest press agency su domenica, 21 novembre 2010

Firenze fino al 1/5/2011 in diverse sedi tra Firenze e provincia. I luoghi: il Castello dell’Acciaiolo a Scandicci, con 15 opere  Orario: dal giovedi’ alla domenica, 10-13 e 15-19 e ancora a a Badia di S. Salvatore e S. Lorenzo a Settimo  Chiesa di San Colombano  Chiesa di San Bartolo in Tuto  Chiesa di San Martino alla Palma  a Campi Bisenzio  Museo di Arte Sacra di San Donnino  a Lastra a Signa  Museo di Arte Sacra di San Martino a Gangalandi  a Firenze  Palazzo Medici Riccardi  Museo degli Innocenti  Palazzo Vecchio, Sala dei Gigli  Chiesa di S. Trinita, Cappella Sassetti  Basilica di S. Maria Novella, Cappella Tornabuoni. Una famiglia di pittori del Rinascimento tra Firenze e Scandicci Quello dei Ghirlandaio fu soprattutto un clan di straordinari professionisti, molto produttivo, modernamente strutturato per capacità e ruoli: Domenico e Ridolfo i veri creativi maestri del colore, altri di piu’ che ottimo pennello, altri ancora versati nella gestione dell’azienda. Questo clan cosi’ quadrato, prolifico e longevo e’ ora al centro di una mostra di non comune importanza, la prima dedicata alla famiglia nel suo complesso, che per di piu’ abbraccia l’intero territorio da Firenze a Scandicci e a varie località dell’hinterland. E’ la terra dove i Ghirlandaio vissero e operarono, staccandosene raramente, marchiandola di capolavori, tanto da farne un museo diffuso.
Come noto, il vero cognome di Domenico Ghirlandaio era Bigordi e insieme ai fratelli fini’ per esser identificato con il nomignolo del padre, un ottimo orafo noto per la particolare abilità nel realizzare ghirlande. Da Scandicci, terra d’origine, la famiglia si trasferi’ a Firenze nella prima metà del Quattrocento e nell’allora capitale mondiale dell’arte la bottega si affermo’ nella successiva metà del secolo.  Il percorso inizia da Scandicci. Curata dalla storica dell’arte Annamaria Bernacchioni, la mostra al Castello dell’Acciaiolo presenta un celebre dipinto di Domenico (I Santi Jacopo Stefano e Pietro), la bella Madonna di Ridolfo (dal Cenacolo di Fuligno) e altre 14 opere prestate dai musei fiorentini.  Da qui si sviluppano due diversi itinerari Ghirlandaio. Quello di Firenze comprende gli affreschi nella Sala dei Gigli in Palazzo Vecchio, la Cappella Sassetti e la Cappella Tornabuoni (rispettivamente nelle chiese di S. Trinita e S. Maria Novella), l’Adorazione dei Magi al Museo degli Innocenti. Molti altri capolavori si trovano agli Uffizi, Accademia, Galleria Palatina e nei cenacoli di Ognissanti e S. Marco: sono visite da non perdere anche se non previste in questo specifico programma. L’altro itinerario procede invece alla scoperta delle tante testimonianze artistiche lasciate dai Ghirlandaio nel nord-ovest di Firenze, a cavallo dell’Arno: nelle case di loro proprietà a San Martino e Colleramole, nella millenaria Badia di Settimo, nella Chiesa di S. Andrea a Campi Bisenzio, nel Museo d’arte sacra di S. Donnino e S. Martino a Gangalandi. E poi Mosciano, Giogoli, S. Martino alla Palma, S. Colombano.  Immagine: Domenico Ghirlandaio, I santi Jacopo, Stefano e Pietro – Firenze, Galleria dell’Accademia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lucas Cranach: L’altro Rinascimento

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 ottobre 2010

Roma fino al 13/2/2010 Piazzale Scipione Borghese, 5 Galleria Borghese a cura di Bernard Aikema e Anna Coliva  La mostra e’ promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Roma diretta da Rossella Vodret, organizzata da MondoMostre e resa possibile grazie al sostegno di ENEL e Kinder Ferrero. Cranach.
L’altro Rinascimento e’ curata dal Prof. Bernard Aikema, storico dell’arte tra i massimi studiosi dell’arte rinascimentale tedesca ed europea, e da Anna Coliva, Direttrice della Galleria Borghese. Nella storia dell’arte, Lucas Cranach (1472-1553) e’ forse maggiormente noto come amico e partigiano di Lutero, di cui fu testimone di nozze, e con il quale ha gettato le basi di un’ iconologia protestante. Ma Cranach, per ben cinquant’anni pittore di corte di Federico il Saggio di Sassonia, e a capo di un grande ed attivissimo atelier nella città di Wittenberg, introduceva nella pittura tedesca anche altri soggetti, soprattutto una nuova imagerie del nudo, dell’erotico, nonche’ dei temi umanistici ed una ritrattistica particolarmente incisiva ed innovativa. Soggetti classici in una veste nuova, “non-classico”, affascinante, sensuale, brillantemente dipinto.
La struttura dell’esposizione e del catalogo non seguono un percorso cronologico ma tipologico e tematico, che si articola in sette sezioni: L’artista di corte; Il volto delle persone; Il potere delle donne; La fede; La sensualità femminile; Le stampe. http://www.mostracranach.it/ (Immagine: Lucas Cranach, Giuditta con la testa di Oloferne, 1526  olio su tavola, 87,3 x 57,4 cm  Gemäldegalerie Alte Meister – Museumslandschaft Hessen Kassel, Kassel)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinascimento “Leonardo, Donatello e Raffaello”

Posted by fidest press agency su sabato, 14 agosto 2010

Basilicata (PZ), presso il Museo di Vaglio capolavori a confronto”  L’evento non poteva che suscitare le attenzioni della critica internazionale. È infatti singolare il confronto tra le diverse metodiche artistiche reso possibile grazie all’esibizione di opere rappresentanti la genesi di un linguaggio artistico decisamente attuale. La mostra di Vaglio è annoverata in questo momento tra gli appuntamenti posti in evidenza dal Ministero dei Beni e Attività Culturali, collocandosi nel prestigioso corollario a cui appartengono eventi come: “La forma del Rinascimento” in svolgimento nei locali di Palazzo Venezia a Roma; “ I Maestri da Scoprire” in programma a Portogruaro.
Vista la singolarità dell’evento lucano, la cui ripetibilità per ora sembrerebbe del tutto esclusa, la direzione del Museo delle Antiche Genti di Lucania offre sino al 15 Settembre uno sconto di circa il 30% sul biglietto intero d’ingresso, offrendo così la possibilità soprattutto ad un pubblico meno attento, di poter visionare da vicino capolavori del nostro patrimonio culturale. Ricordiamo che il percorso espositivo è caratterizzato dalla scultura del Donatello; da una tavola del Raffaello; da un disegno del Bandinelli; dalla riproduzione delle macchine e dei Codici Leonardeschi e da un superbo gruppo bronzeo raffigurante il “Laocoonte” – opera tardo-neoclassica desunta direttamente dal gruppo marmoreo conservato presso la Galleria degli Uffizi. (1208)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Leonardo e il Rinascimento

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2010

Napoli 23 giugno 2010 alle ore 11.00 Palazzo Reale Sala Accoglienza Conferenza Stampa  Sul lancio della mostra internazionale “Leonardo ed il  Rinascimento Fantastico – una mostra tra Napoli e le rotte del Mediterraneo” che inaugurerà il 26 giugno 2010 nei saloni di Villa Fiorentino, nel cuore di Sorrento. La mostra, aperta al pubblico fino al 24 ottobre 2010, offre ai visitatori la possibilità di  ammirare importanti dipinti di età rinascimentale, provenienti da collezioni private e  pubbliche, ed esclusive sculture, sempre di età rinascimentale, il cui confronto riuscirà a  regalare uno sguardo ampio sulle tematiche di quel periodo, passando da quelle religiose  a quelle fantastiche, espresse tramite ritratti e scene allegoriche composte. In particolare i saloni della mostra ospiteranno opere del Tintoretto, Verrocchio,  Anselmi, Bandinelli e Gianpietrino sino ad arrivare al celebre “Autoritratto Lucano” di  Leonardo Da Vinci che sarà inoltre oggetto di una serie di convegni scientifici che si  svolgeranno in corso di mostra e durante i quali verranno mostrati gli studi effettuati sul dipinto. Tra le sculture si potranno, invece, ammirare quelle della celebre Bottega Robbiana ed  una delle più importanti opere del Donatello. Interverranno alla conferenza di apertura il prof. Alessandro Tomei, storico dell’Arte e  Ordinario di Storia dell’Arte Medievale all’Università di Chieti; la prof.ssa Maria Cristina  Paoluzzi, storica dell’arte e Direttrice dell’ufficio romano della storica casa d’aste  Dorotheum di Vienna; il Dott. Nicola Barbatelli, studioso medievalista e Direttore della  mostra; il Sindaco di Sorrento, Avv. Giuseppe Cuomo; il Portavoce del Sindaco di Sorrento, Fabrizio Guastafierro; il Rag. Francesco Simioli, Direttore della Fondazione  Sorrento e il Dott. Costanzo Iaccarino, Consigliere della Fondazione Sorrento; la  conferenza verrà moderata dalla giornalista Lorenza Licenziati.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giuseppe negli arazzi di Pontormo e Bronzino

Posted by fidest press agency su domenica, 2 maggio 2010

Roma Piazza del Quirinale fino al 30/6/2010 Sala della Galleria di Papa Alessandro VII del Palazzo del Quirinale Viaggio tra i tesori del Quirinale a cura di Louis Godart  La Presidenza della Repubblica Italiana intende cosi’ offrire al pubblico i risultati di anni di studio che hanno consentito di restituire a questo capolavoro del Rinascimento italiano tutta la complessità del clima culturale, filosofico e artistico della corte medicea nel cui ambito e’ stato concepito il maestoso allestimento tessile; l’esposizione ripercorre inoltre l’evoluzione letteraria e figurativa della storia mitica di Giuseppe attraverso una trentina di opere concesse in prestito da prestigiose istituzioni italiane ed estere.  Promossa dal Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica Italiana, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Lazio e la Provincia di Roma, la mostra e’ a cura di Louis Godart con la collaborazione di Loretta Dolcini.  I venti panni che costituiscono questo straordinario insieme, ora equamente diviso fra il Polo museale fiorentino e la Presidenza della Repubblica a Roma, hanno una dimensione monumentale, una altezza di circa sei metri ciascuno per una superficie totale di piu’ di quattrocento metri quadri. Il loro speciale valore artistico sta nel fatto di essere una delle piu’ alte espressioni di tre dei piu’ grandi artisti fiorentini del tempo, Agnolo Bronzino, Pontormo e Francesco Salviati, in collaborazione con i migliori aiuti delle loro botteghe, i quali fornirono i disegni e i cartoni preparatori a Jan Rost e Nicolas Karcher, due dei maggiori maestri fiamminghi, chiamati da Cosimo nel 1545, quando lavoravano già nelle arazzerie ducali di Mantova e Ferrara, per creare la nuova manifattura fiorentina.  (arazzi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Jacopo della Quercia a Donatello

Posted by fidest press agency su sabato, 27 marzo 2010

Siena fino all’11/7/2010 piazza Duomo, 2 Santa Maria alla Scala a cura di Max Seidel  Circa 300 opere in mostra, una ventina di polittici ricostruiti per l’occasione, 25 restauri effettuati, prestiti dalle piu’ prestigiose istituzioni museali del mondo e da collezionisti privati, nuovi spazi che aprono al pubblico per la prima volta, 10 saggi scritti dai massimi studiosi internazionali della materia, uno straordinario percorso espositivo che porterà il visitatore in 3 diversi ambienti tra i piu’ suggestivi e inediti della città: Siena prepara così la più imponente mostra finora dedicata alle arti del primo rinascimento. Dopo l’esperienza del percorso cronologico, la mostra offre la conoscenza dell’universo artistico del primo Rinascimento senese attraverso alcuni altaroli e dipinti per devozione privata, cofani, cassoni e un significativo nucleo di codici miniati, oltre che una serie di preziosi e rari manufatti tessili quattrocenteschi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenze “Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa”

Posted by fidest press agency su martedì, 23 marzo 2010

Bologna 24 marzo 2010, ore 17.30  Palazzo Saraceni, Via Farini 15  La letteratura tra Bologna e le corti padane  Gian Mario Anselmi (Università di Bologna), Paolo Trovato (Università di Ferrara). E’ concepito per divulgare alla città, attraverso l’apporto di studiosi nazionali e internazionali, il fervido clima intellettuale presente a Bologna sin dall’antichità, dal punto di vista letterario, artistico, giuridico e scientifico.   Nel corso della prima sezione, ci si soffermerà sull’“invenzione” del libro che avvenne proprio in periodo rinascimentale (M.G. Tavoni, P. Tinti). La Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale farà da perfetta cornice all’argomento, con l’ampio patrimonio librario e artistico costituito da volumi d’arte e sul territorio di Bologna, antichi e moderni, manoscritti, incunaboli e cinquecentine.  Bologna assume un ruolo di primo piano in quanto capitale della migrazione artistica e crocevia di scambi internazionali, “cantiere” nevralgico di artisti e intellettuali bolognesi molto attivi in ambito europeo, principalmente in Francia (S. Frommel, M. Faietti).   A sottolineare l’importanza delle grandi scuole di diritto nella Bologna del tempo è stato invitato l’importante giurista scozzese, operante in Germania, Douglas J. Osler, il quale si soffermerà sulle principali edizioni di testi giuridici del XVII secolo.   Gian Mario Anselmi e Paolo Trovato si concentreranno sul ricchissimo percorso culturale del Rinascimento letterario e artistico padano, le matrici da cui esso ha preso vita e i poli verso i quali si è irradiato.   Un’apposita sezione  sarà dedicata agli aspetti storici e filologici della tradizione umanistica e ai rapporti col Nuovo Umanesimo (P. Viti, L. Chines).   Un argomento di straordinario interesse è quello del rapporto tra il milieu bolognese e la nascita della scienza moderna (C. Vecce, P. Galluzzi). Le scienze sono, assieme al diritto, il vero asse portante dell’Umanesimo bolognese: sin dal Medioevo si sono imposti importanti matematici, i gesuiti, gli allievi di Copernico, fisici come Luigi Galvani, fino ad arrivare ad Augusto Righi e Enrico Fermi.
Il Centro Studi sul Rinascimento ha già promosso pubblicazioni come “Il Claricio” di Ezio Raimondi (BUP, 2009), “Mito e metamorfosi nella letteratura italiana. Da Dante al rinascimento” di Bodo Guthmüller, lo studio collettaneo “Lorenzo Valla e l’Umanesimo bolognese” (BUP, 2009) e “Guicciardini – Ricordi” (BUP, 2010).  (la sacra famiglia)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli arazzi dei Gonzaga nel Rinascimento

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 marzo 2010

Mantova fino al 27/6/2010 Piazza Sordello 40, Museo di Palazzo Ducale Da Mantegna a Raffaello e Giulio Romano a cura di Guy Delmarcel  in collaborazione con Nello Forti Grazzini, Stefano L’Occaso e Lucia Meoni. Fin dall’antichità i tessuti preziosi sono stati la componente ornamentale mobile prediletta di re e nobili di tutta Europa e dalla metà del Trecento gli arazzi ne hanno rappresentato la parte primaria. La raccolta di arazzi giunta fino a noi non è che una piccola parte dei tesori dei tre figli di Isabella d’Este: un arazzo che fu del duca Federico II, ventuno di Ercole e trenta di Ferrante, per un totale di cinquantadue opere. Una buona parte e’ oggi esposta in mostra a Palazzo Te, insieme ad alcuni lavori dell’inizio e della fine del Cinquecento. Lo studio sistematico dell’arazzeria gonzaghesca e’ cominciato nel 1977. Il percorso espositivo allestito a Palazzo Te si completa con la sezione al Museo Diocesano Francesco Gonzaga, dove e’ collocato permanentemente un corpus di sei arazzi di soggetto religioso commissionati dal vescovo Francesco Gonzaga. Catalogo Skira http://www.centropalazzote.it (arazzi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 febbraio 2010

Bologna  18 febbraio alle ore 11.30  (Via Farini, 15)   presso la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna  Sala ex Consiglio  si terrà  la  conferenza stampa  di presentazione del  Ciclo di conferenze Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa promosso dal Centro Studi sul Rinascimento   Interverrà  il Prof. Gian Mario Anselmi Il progetto del Centro Studi sul Rinascimento è  nato nel 2009, voluto dalla Fondazione Carisbo in Bologna e diretto dal Prof. Gian Mario Anselmi per tessere un intreccio tra Umanesimo bolognese e realtà rinascimentali italiane ed europee.  Il ciclo di conferenze “Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa” è nato per far conoscere alla città, attraverso l’apporto di studiosi nazionali e internazionali, il fervido clima intellettuale presente a Bologna sin dall’antichità, dal punto di vista letterario, artistico, giuridico e scientifico.  Il ciclo di conferenze, che si terranno nella Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22), si svolgeranno secondo il seguente calendario:  Mercoledì  24 febbraio 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Il libro e le sue form Maria Gioia Tavoni (Università di Bologna),  Paolo Tinti (Università di Bologna), Nel Cinquecento il libro si abbiglia Mercoledì  3 marzo 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Il Rinascimento tra Bologna e l’Europa Sabine Frommel (École Pratique des Hautes Études, Parigi), Marzia Faietti (Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, Firenze), Un cantiere per l’Europa: grafica a Bologna tra il 1490 e il 1530 Venerdì  19 marzo 2010, ore 15.00-19.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Pubblicare cataloghi di edizioni antiche/Censimenti di edizioni antiche nel XXI secolo Giornata di studi in occasione della presentazione di Jurisprudence of the Baroque: A Census of Seventeenth Century Italian Legal Imprints, compiled by D. J. Osler, Frankfurt am Main, Klostermann, 2009 Mercoledì 24 marzo 2010, ore 17.30 Palazzo Saraceni, Via Farini 15 La letteratura tra Bologna e le corti padane Gian Mario Anselmi (Università di Bologna),  Paolo Trovato (Università  di Ferrara) Martedì  20 aprile 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Umanesimo e Nuovo Umanesimo Paolo Viti (Università  di Lecce), Loredana Chines (Università di Bologna) Mercoledì  5 maggio 2010, ore 17.00 Biblioteca di Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale (Via Nazario Sauro, 22) Leonardo e la nascita della scienza moderna  Carlo Vecce (Università di Napoli “L’Orientale”), Parola e immagine tra scienza e letteratura  Paolo Galluzzi (Istituto e Museo di Storia delle Scienze, Firenze), Il microcosmo al lume di candela (lorenzo costa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I capolavori miniati del Rinascimento

Posted by fidest press agency su martedì, 19 gennaio 2010

Principato di Monaco 20 gennaio 2010, ore 18.15 Théâtre des Variétés con Antonio Pinelli e Bernard Aikema Italia-Francia: un rapporto fatto di scambi, reciproche influenze e costanti rivalità, soprattutto in ambito artistico. E che dall’età delle Corti in avanti – con “l’invenzione” del Rinascimento in Italia e la diffusione dell’arte fiamminga Oltralpe – si è sempre più intensificato. Per fare luce sui fertili e talvolta contrastati rapporti fra arte italiana e arte fiamminga, Franco Cosimo Panini Editore ha promosso una conferenza che si svolgerà  in territorio “neutrale”, a metà strada tra i due paesi: il Principato di Monaco.  Il dibattito vedrà fronteggiarsi due illustri studiosi: Bernard Aikema, professore ordinario di Storia dell’arte medievale e moderna presso l’Università di Verona, e Antonio Pinelli, professore ordinario di Storia dell’arte medievale e moderna presso l’Università di Firenze. Il docente olandese illustrerà le meraviglie dell’arte franco-fiamminga, specialmente nell’ambito della miniatura, mentre lo storico dell’arte italiano perorerà la causa del nostro Rinascimento. La conferenza, presieduta da Gianfranco Malafarina, direttore della rivista Alumina. Pagine miniate, è organizzata in collaborazione con la prestigiosa Associazione Dante Alighieri di Monaco, che ha appena celebrato trent’anni di attività.  Oltre all’appassionato “agone” storico-artistico che vedrà protagonisti i due studiosi, l’evento permetterà di ammirare le più alte realizzazioni della miniatura italiana e franco-fiamminga: saranno infatti esposte tutte le edizioni in facsimile de “La Biblioteca Impossibile”, la collana creata da Franco Cosimo Panini Editore che comprende i manoscritti miniati più illustri della storia. Saranno così messi a confronto i capolavori del Rinascimento italiano come la Bibbia di Borso d’Este, il Libro d’Ore Durazzo e la Divina Commedia di Alfonso d’Aragona, e i massimi tesori della miniatura transalpina, come il Breviario Grimani e le Très Riches Heures del Duca di Berry, ultima creazione di casa Panini.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »