Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘rinnovabile’

Collaborazione e cooperazione con il Kazakhstan

Posted by fidest press agency su martedì, 6 dicembre 2011

Camera di Commercio di Bari. Nel 2010 l’export di Bari e della sua provincia verso il Kazakhstan è stato di 3 milioni e 500mila euro circa, prevalentemente macchine ed apparecchiature meccaniche. L’import è stato nello stesso periodo di 1 milione e 555 mila euro. Si tratta solo di prodotti agricoli. La Puglia e Bari hanno tanto altro da offrire a questo Paese, in termini non solo di export ma di collaborazione e di cooperazione. E’ quanto è emerso stamani durante l’evento con la Repubblica del Kazakhstan promosso ed ospitato dalla Camera di Commercio di Bari, in collaborazione con Ia Confapi Bari Bat, ISIAMED Istituto Italiano per l’Asia e il Mediterraneo e Confindustria Bari e Bat, dedicato alla celebrazione congiunta dei 20 anni di Indipendenza del Kazakhstan e dei 150 anni di Unità d’Italia.La giornata si è articolata in due momenti: quello istituzionale, con una visita presso la sede del Consiglio Regionale e quello di natura economica alla Camera di Commercio di Bari, dove S.E. Khamzayev ha incontrato gli imprenditori, sottolineando l’importanza dell’iniziativa e le sue grandi potenzialità per approfondire i rapporti e le relazioni economiche e culturali a vantaggio delle piccole e medie imprese. “Abbiamo intenzione di aprire a Bari un ufficio consolare – ha poi dichiarato S.E. Khamzayev – che si occuperà dello sviluppo e della cooperazione tra Italia e Kazakhstan”.Bari e la Puglia (con le Marche e l’Emilia Romagna) rappresentano la terza tappa di un tour attraverso le realtà regionali che il governo di Astana, con S.E. Almaz Khamzayev Ambasciatore in Italia, ha giudicato più interessanti per stringere rapporti a livello istituzionale, economico e culturale.”I processi di internazionalizzazione, in qualsiasi modo si manifestino, possono essere meglio attuati facendo massa critica. A tutti i livelli.”, ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi. “Di qui l’importanza dei sistemi territoriali e dei loro attori, prima fra tutti la Regione, che insieme alle Camere di Commercio, alle associazioni di categoria, agli altri enti locali ed alle università, stanno scrivendo una pagina nuova per uno sviluppo più competitivo ma anche più cooperativo del nostro territorio”.“Assieme ai nostri partner faremo il possibile per promuovere e incentivare la presenza e le attività delle aziende italiane in Kazakhstan, già ad un ottimo livello, affinché sia capace di connotarsi in uno scambio alla pari, che produca cooperazione e benessere grazie al partenariato tra i due Paesi”, ha dichiarato Erasmo Antro presidente di Confapi Bari e Bat, nonché vice presidente della Camera di Commercio di Bari. E’ poi intervenuta Silvia Godelli, assessore al Mediterraneo della Regione Puglia: “Siamo convinti che le straordinarie ricchezze del Kazakhstan potranno avvicinare questo grande Paese, che fa da cerniera tra due macroaree, quella europea e asiatica, al nostro”.
Importante è stato inoltre il contributo del responsabile Finanza Sovranazionale di SIMEST, Castronovo, del dirigente di Bonatti SpA e della Camera di Commercio Italo-Kazaka Santelli, che hanno illustrato i progetti italiani in corso nel grande paese centroasiatico, nel settore agroalimentare, della logistica e trasporti, dell’Oil&Gas e poi ancora di Pasquale Casillo presidente del gruppo agroalimentare omonimo, grande acquirente di grano sui mercati internazionali ed importante operatore nel settore delle energie rinnovabili. Si è trattato in sostanza di una prima manifestazione, alla quale la nuova sezione regionale pugliese ISIAMED darà seguito, con la collaborazione dei partners locali, per eventi settoriali specialistici di approfondimento. A margine della giornata ISIAMED ha sottoscritto due protocolli d’intesa, rispettivamente con Confapi Bari e Bat ed il Corpo Consolare di Puglia Basilicata e Molise, per lo svolgimento di attività comuni sul nostro territorio e relative ai paesi Asia e Mediterraneo. (Kazac)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Continua a salire la bolletta energetica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2011

La bolletta elettrica aumenta del 3,9% e dalle dichiarazioni dell’AEEG, questa volta l’aumento non è dovuto all’aumento del barile ma al capitolo di spesa necessario a sostenere gli incentivi alle fonti rinnovabili, che incidono per il 3% dell’aumento previsto dal 1 aprile. ”Questo è solo l’inizio di ciò che i cittadini dovranno pagare se non si interviene su una rimodulazione degli incentivi” afferma Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum. Secondo Adiconsum infatti, è necessario modificare gli articoli 27 e 28 del DL, nei quali si prevede di gravare sulle tariffe del gas per incentivare l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili termiche. Si abolisce così il meccanismo del 55%, che ha funzionato molto bene producendo importanti benefici per le famiglie (che risparmiano sulle bollette), per l’ambiente (quasi tutti interventi in ambito urbano), per le Imprese e per l’occupazione (sono migliaia le piccole imprese e gli artigiani coinvolti). “E’ quindi inaccettabile sostituire un meccanismo facile e che ha dimostrato di funzionare, grazie anche all’attività dell’ENEA – continua il Segretario Adiconsum – con un altro basato su contratti di diritto privato” Si vuole scaricare sulle bollette, uno dei pochi oneri rimasti nel bilancio dello Stato, a favore dell’efficienza energetica, e si rischia di distruggere uno dei pochi settori che produce davvero benefici risultati. Gli aumenti della nostra bolletta sono ulteriormente aggravati da un aumento del 2% anche della bolletta del GAS.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parco dell’Energia Rinnovabile

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 gennaio 2011

Guardea (TR) Località Inano – Frazione FrattucciaIl PeR (Parco dell’Energia Rinnovabile) si  trova in Umbria, tra Todi e Amelia, nel comune di Guardea, a un’altitudine di 575 m., in un’area rurale integra, lontano da industrie, territori ad  agricoltura industriale e altri insediamenti produttivi. Consta di un vasto appezzamento di terra coltivata al cui centro si erge un casale con una vasta tipologia di alloggi e due sale convegni, rispettivamente da 24 e 50 posti. L’intero sistema è ad alta eco-compatibilità: si avvale infatti di materiali costruttivi ad alto isolamento termico, riscaldamento solare e a biomassa, elettrodomestici a ridotto consumo di energia e acqua, vari tipi di pannelli fotovoltaici e di generatori eolici, pompe fotovoltaiche per l’irrigazione delle colture e forni solari.  Il parco offre ospitalità in moderne camere e junior suite, nonché un ristorante che serve prodotti biologici. Sono disponibili camere doppie o multiple, con una gamma di servizi per rispondere alle esigenze degli ospiti, per soggiorni esclusivi e personalizzati.
Il Parco dell’Energia Rinnovabile, nel quale si erge il casale, è un progetto ecologico avviato nel 1999 per evitare gli sprechi d’energia e distribuirla in modo integrato. La produzione energetica è affidata a collettori solari sul tetto e a terra per la produzione di acqua calda sanitaria e l’integrazione al riscaldamento, e a moduli fotovoltaici a film sottile per la produzione di energia elettrica integrati con la struttura dell’antico casale. Nella torretta è inserito direttamente nel muro di pietra il modulo per la produzione di aria calda diretta.
Presidente di PeR è Alessandro Ronca, noto al pubblico televisivo per le sue partecipazioni al programma di Rai3 Geo. Ha aperto il parco dopo anni di esperienza acquisita in paesi dalle difficili situazioni ambientali, soprattutto in Africa. http://www.per.umbria.it!
La location offre un soggiorno di alta qualità a contatto con la natura in un’area di interesse comunitario, quindi con alto pregio faunistico e botanico, a fianco di un bosco di 6mila ettari. È inoltre strategica per chi viene da lontano e vuole vedere l’Umbria. La circondano infatti castelli, borghi, rocche, palazzi, ville, siti archeologici, città d’arte, con le tipiche iniziative teatrali, jazzistiche e culturali che richiamano gente da ogni Paese e delle quali la regione va famosa.

Posted in Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rischio futuro rinnovabili

Posted by fidest press agency su sabato, 5 giugno 2010

L’Italia rischia un blocco dello sviluppo delle fonti rinnovabili, oggi già ampiamente sotto la media europea e sempre più lontane dall’obiettivo “17% di energia prodotta” previsto per il 2020. È questa la conseguenza – denunciano Federambiente e FISE Assoambiente, le Associazioni che rappresentano le imprese pubbliche e private di gestione rifiuti – di quanto previsto all’articolo 45 della manovra finanziaria (DL 78/2010 recante misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica) che stabilisce come il Gestore dei servizi energetici (GSE) non sarà più obbligato a riacquistare i certificati verdi in eccesso rispetto agli obblighi dei produttori. Sino a oggi il GSE era tenuto a ritirare ogni anno i certificati verdi invenduti che eccedevano gli obblighi d’acquisto in capo alle imprese interessate dell’anno precedente a un prezzo certo. Questa misura aveva l’obiettivo di mantenere l’equilibrio nel mercato dei certificati verdi in caso d’eccesso d’offerta, come ora.  Il nuovo provvedimento varato, con il venir meno della certezza d’un importo comunque legato al valore storico di mercato, aggrava ulteriormente l’esposizione finanziaria delle imprese che gestiscono impianti di recupero energetico dei rifiuti. Tra gli effetti negativi previsti, oltre a quelli già presenti e connessi ai ritardati pagamenti, è facile immaginare la conseguente richiesta dei gestori d’innalzare con effetto retroattivo le tariffe di smaltimento e non ultimo il ritiro delle banche da ogni impegno attuale e futuro sulle iniziative interessate dal provvedimento che solitamente richiedono consistenti impegni finanziari. Tutto ciò produrrà ulteriori pesanti e negative ricadute su un comparto con diffuse crisi latenti d’emergenza rifiuti proprio per la carenza d’impianti di trattamento finale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Porfidia contro il nucleare

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

“Il meridione d’Italia non può più tollerare l’arroganza del Governo in materia nucleare, smantelliamo la centrale del Garigliano e fuori le scorie dalla nostro regione” è quanto afferma il deputato campano Americo Porfidia “Il territorio campano, e in particolare quello della provincia casertana è uno dei più colpiti dalle aggressioni delle ecomafie e dallo smaltimento illecito di rifiuti provenienti anche dal nord. Negli anni la presenza della centrale non ha fatto che aggravare una situazione già esplosiva e parzialmente fuori controllo. E’ ora di dire basta e porsi seriamente a difesa della nostra salute e dell’ambiente. In merito alla discussa costruzione del deposito scorie presso la centrale di Sessa Aurunca – continua l’on. Porfidia – ho presentato un’interrogazione al Ministro Scajola per invitare il governo a riconsiderare l’allocazione del deposito in zona diversa dal Garigliano. I cittadini hanno il diritto di sapere se sul proprio territorio è in progetto di costruire il deposito nazionale delle scorie, eventualità che scongiuriamo apertamente. A nostro avviso dovrebbe essere avviata una seria ed efficace azione di bonifica dell’intera area comprendente i territori posti tra il Volturno e il Garigliano e che si estendono tra le province di Latina, quella di Caserta e l’Abruzzo; i cittadini hanno il diritto di sapere quale sarà l’utilizzo dell’area attualmente occupata dalla centrale una volta completati i lavori di dismissione. La nostra proposta – conclude il deputato campano e sindaco di Recale – è la creazione di un POLO tecnologico per la ricerca sulle energie rinnovabili, l’attività di bonifica e monitoraggio ambientale, con particolare riguardo al fiume Garigliano e al litorale Domizio. Un grande centro di ricerca, che dia lavoro ai nostri giovani ricercatori e un nuovo futuro turistico alla zona per un’autentica rinascita verde dell’area. Il suo nome: “La cittadella verde del Garigliano”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stoccaggio energia rinnovabile

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

Londra conferenza web, 10 Febbraio alle 15 ora italiana, organizzato dall’Energy Group di Frost & Sullivan che avrà come ospiti Michael Lippert, Marketing Manager, Gruppo Batterie Industriali, Saft Batteries e Fabrizio Bizzarri, Capo della Divisione Energie Rinnovabili dell’ENEL. Nuove soluzioni tese a risolvere l’annoso problema dello stoccaggio dell’energia rinnovabile sono oggi sempre più efficaci e facilmente accessibili. Cresce la domanda e il mercato diventa sempre più dinamico e appetibile. E’ anche questa la ragione per cui gli operatori scommettono con maggiore convinzione sul successo e puntano allo sviluppo e all’introduzione di nuove tecnologie. Insieme alla Energy & Power Research Manager di Frost & Sullivan, Malavika Tohani, gli ospiti della conferenza analizzeranno le maggiori tendenze di mercato, inclusi i punti di forza, le sfide, tutti i fattori limitanti e i pro e i contro di diverse soluzioni e tecnologie per lo stoccaggio dell’energia rinnovabile. Michael Lippert offrira’ un panorama delle attivita’ di ricerca e sviluppo in questo mercato, ma anche una visione delle tecnologie piu’ attraenti, i problemi legati ai costi, i punti chiave di tipo geografico e le esigenze di tipo legislativo. Fabrizio Bizzarri offrira’, invece, una visione di mercato dal punto di vista dell’operatore, i progetti gia’ in cantiere e quelli pianificati, i bisogni di mercato per le soluzioni per lo stoccaggio dell’energia rinnovabile, le tecnologie applicabili, le sfide nelle adozioni di questi sistemi e negli incentivi economici. “La natura intermittente dell’energia rinnovabile, lo sviluppo di reti elettriche intelligenti, le questioni relative all’energia disponibile nelle ore di punta e la domanda di elettricita’ che supera l’offerta stanno spingendo il mercato verso la ricerca di soluzioni avanzate – spiega la ricercatrice Malavika Tohani -. Le case di produzione, le universita’, le aziende pubbliche, le associazioni di ricerca e quant’altri stanno investendo molto nella ricerca e sviluppo di soluzioni idonee nel tentativo di identificare una tecnologia che sia affidabile e sicura, che offra alti livelli di densita’ ed efficienza e al tempo stesso economica e facilmente accessibile”. Tutti gli operatori di mercato che operano nell’ambito dell’energia rinnovabile, quali manifatturieri, integratori di sistema, le aziende pubbliche, i produttori di energia indipendente, le istituzioni finanziarie, le societa’ di venture capital, le associazioni di settore, e le organizzazioni di ricerca troveranno gran beneficio a partecipare in questo mercato potenzialmente molto lucrativo. http://www.energy.frost.com.
Frost & Sullivan, la Growth Partnership Company, lavora in stretta collaborazione con i propri clienti per aiutarli ad accelerare la loro crescita e a raggiungere risultati di rilievo in termini di  crescita, innovazione e leadership di mercato. Il Growth Partnership Service di Frost & Sullivan offre ai manager e ai loro team una serie di strumenti quali ricerche e modelli di best practice che permettono l’identificazione, la valutazione e l’implementazione di significative strategie di crescita. Frost & Sullivan ha oltre 45 anni di esperienza maturata lavorando per conto e in collaborazione con importanti societa’ a livello globale fra cui le prime 1000, aziende emergenti e investitori e vanta una rete di  piu’ di 40 uffici in cinque continenti. Per far parte della nostra Growth Partnership, si prega di visitare il sito http://www.frost.com

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicilia: “No” al nucleare, “si'” al sole

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2009

Non c’è bisogno di citare statistiche e dati scientifici per ammettere che in Sicilia siamo venuti meno ad un appuntamento con la Storia del Progresso e della qualità della vita. Siamo, infatti, quasi all’anno zero per quanto riguarda la impostazione di una vera Strategia siciliana per le energie naturali rinnovabili. In alternativa al Petrol-chimico, al nucleare, al carbone. A differenza di tanti altri Paesi moderni, Europei e non, siamo nelle ultime posizioni nella produzione e nella utilizzazione dell’immenso potenziale energetico rinnovabile, non inquinante, conveniente economicamente. Energia solare compresa. Particolare, quest’ultimo, che è la scandalosa conseguenza di carenze politiche e culturali gravissime, in  quanto la Sicilia è considerata, non a torto, l’Isola del sole.  Attenzione, però. A parere dell’FNS, il fatto che siamo pressochè all’Anno zero in materia di utilizzazione delle nostre risorse “naturali”, non significa affatto che dobbiamo precipitare nel baratro della rinuncia e del fallimento. Significa, al contrario, che dobbiamo recuperare il tempo perduto. Significa che dobbiamo compiere, anche nel settore energetico, quella rivoluzione culturale in senso siciliano e sicilianista che auspichiamo per altri settori della vita economica e politica della Sicilia.  A tal proposito, dobbiamo dire che, sull’utilizzazione del territorio siciliano per ubicarvi una delle dieci centrali nucleari italiane, la presa di posizione del Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, è apprezzabile per più di una ragione. Soprattutto quando il Presidente chiede garanzie certe per la savaguardia della sicurezza della salute dell’Uomo e per la tutela dell’ambiente. Andava detto, altresì, che la Sicila, oggi, non ha, comunque, “debiti energetici”. Ed, infine, perchè il Presidente della Regione non ha ventilato (e forse non ha potuto neppure farne cenno) che la Sicilia ha intenzione di varare, al più presto, un’offensiva energetica, alternativa al nucleare ed elio-centrata?  L’FNS ritiene doveroso, tuttavia, manifestare la preoccupazione che, a prescindere dalle buone intenzioni del Presidente Raffaele Lombardo, questa coraggiosa presa di posizione venga, comunque, considerata “Possibilista”. Perchè? Perchè è mancato, – seppure per ragioni comprensibilissime, – un bel “No” chiaro e tondo, che sarebbe stato supportato anche dall’alto livello di Sismicità del territorio siciliano.. Un dato negativo, questo, sul quale nessuno – (neppure Berlusconi) – può, infatti, offrire garanzie o rimedi di sorta. (Giuseppe Scianò Segretario Politico Fns in sintesi)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »