Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘rinviati’

Ortopedici: 35mila interventi rinviati a causa Covid-19

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2020

Ridefinire le liste di attesa con riduzione dei tempi e regolamentazione dei flussi all’interno degli ospedali; riorganizzare il rapporto di partnership tra pubblico e privato con il coinvolgimento di tutte le strutture disponibili del territorio nazionale; aumentare gli investimenti con adozione di nuove tecnologie per alzare gli standard di assistenza.Questi alcuni dei temi al centro del Virtual SIOT 2020, il Congresso della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT) in programma il 6 e il 7 novembre, che riunisce oltre 2000 partecipanti in tutta Italia tra specialisti, specializzandi e operatori del settore, con 110 faculty, 12 sessioni, 52 relazioni e 50 espositori. Il mondo dell’ortopedia italiana a confronto per fare il punto alla luce della situazione sanitaria nazionale che ha avuto e sta avendo conseguenze sulla gestione dell’assistenza medica ai pazienti ortopedici, alle prestazioni ambulatoriali e agli interventi chirurgici.Nel corso del 2020, infatti, nella fase 1 della Pandemia da COVID-19 sono stati rinviati e riprogrammati in tutta Italia circa 35 mila interventi ortopedici, mentre le liste di attesa per assistenza ambulatoriale e chirurgica si sono allungate fino a sei mesi, con garanzia di intervento per i soli casi urgenti. Alla drastica riduzione dei posti letto nei reparti di ortopedia degli ospedali italiani a beneficio dei pazienti COVID, si aggiunge a tutt’oggi il rischio di disattendere la soglia delle 48 ore per trattamento dei pazienti fragili come previsto dai protocolli di intervento. Questo è dovuto alle possibili difficoltà dovute sia alla carenza di posti nelle terapie intensive, sia ad una più complicata gestione della fase post-operatoria. Altro argomento rilevante che sarà trattato durante il Virtual SIOT quello delle infezioni post operatorie: ogni anno in Italia si eseguono 200 mila interventi di protesi articolari, al 2% dei quali consegue un’infezione in caso di primo impianto, che sale all’8-10% nei casi di revisione.“Quello delle infezioni post operatorie è un dato in crescita – spiega il dott. Alberto Momoli – sia per il sempre più elevato numero di interventi che siamo in grado di realizzare, sia a causa del fenomeno della farmaco resistenza legato alla somministrazione di antibiotici. La SIOT ha emanato le proprie linee guida pubblicate sulla rivista della società, sposando quelle internazionali redatte in occasione della Consensus di Philadelphia del 2019. Nell’ambito di questo incontro virtuale, inoltre, promuoveremo un confronto tra le tutte le esperienze per una verifica dello stato di applicazione di questi protocolli”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seconda proroga mandato rappresentanze militari

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 dicembre 2010

Dichiarazione del deputato radicale Maurizio Turco, cofondatore del partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm) e Luca Marco Comellini , Segretario del Pdm. “Nel silenzio generale è stato inserito nel decreto “milleproroghe” la (seconda) proroga del mandato dei Consigli della rappresentanza militare fino al 30 luglio 2012.  Il mandato cioè di quelli che sono stati capaci di firmare un contratto in bianco; di quelli stanno ricevendo una giusta attenzione da parte delle procure militari e ordinarie fino a quelli che sono stati rinviati a giudizio per aver picchiato selvaggiamente chi aveva denunciato delle evidenti irregolarità.  Questi Consigli erano già stati prorogati lo scorso 4 novembre 2009 con una norma impropriamente inserita nel decreto per il rinnovo delle missioni all’estero che di fatto ha sottratto a tutti i cittadini militari il diritto di eleggere liberamente i propri rappresentanti. Ora ci risiamo e lo avevamo capito dal silenzio dei Cocer dell’Esercito, della Marina,  dell’Aeronautica e della Guardia di Finanza, nonché dalle spericolate difese d’ufficio che il Cocer dei carabinieri ha voluto fare per sostenere che le “coltellate alle spalle” inferte dal Governo alle forze di polizia, contro le quali si sono levate le proteste di tutti i sindacati di polizia, fossero giuste ed eque. Adesso è ora di dire basta! Il decreto milleproroghe serve evidentemente a prorogare le norme di legge la cui scadenza creerebbe dei vuoti normativi. utilizzarlo per pagare prebende e favori senza alcun motivo, per continuare a far gravare sull’intera collettività gli oltre 40 milioni di euro che costa annualmente il “carrozzone” della rappresentanza militare è un atto di grave irresponsabilità che solo un ministro come La Russa può ritenere di poter fare impunemente. Il Ministro La Russa aveva giustificato la precedente proroga con la necessità di avvalersi dei Cocer in carica per portare a termine la riforma della rappresentanza e il riordino delle carriere. Questi provvedimenti normativi sono stati cancellati e quindi quale è la ragione di questa nuova proroga se non quella di continuare a garantirsi complicità? E se invece dovesse essere un atto con il quale si corrisponde ad un ricatto sarebbe anche peggio. Ci appelliamo nuovamente al Presidente Napolitano perché induca il Governo a cancellare questa norma. La nostra incondizionata solidarietà e fiduciosa speranza è nella forza e nella determinazione della “truppa” che nonostante il trattamento economico, umano e politico che ricevono tengono duro continuando ad avere, con noi, fiducia nelle istituzioni e nello Stato”. (On.Maurizio Turco)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »