Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘riparto’

Riparto delle risorse agricole del FEASR

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2021

“La promessa fatta in Aula a Montecitorio dal ministro Patuanelli in risposta al nostro question time è divenuta realtà: con uno stanziamento pari a 92,7 milioni di euro si supera la querelle relativa al riparto del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) per il periodo transitorio 2021-2022. Dall’impasse del mancato accordo tra le Regioni dello scorso autunno, si giunge a una soluzione in grado di accontentare le singole richieste, garantendo a tutti le somme percepite in passato a fronte del nuovo riparto che applica per il 90% i cosiddetti criteri storici e per il 10% quelli nuovi per il 2021 e 70-30% per il 2022. Siamo pienamente soddisfatti per aver raggiunto un obiettivo per cui abbiamo sempre lavorato dietro le quinte e che riesce a sbloccare finalmente i fondi tanto attesi dalle imprese agricole”. Lo dichiara il deputato Dedalo Pignatone, esponente M5S in commissione Agricoltura.“Agli oltre 3 miliardi di euro complessivi del FEASR – prosegue -, si sommano così 40,2 milioni per la Campania, 26,5 milioni per la Sicilia, 19 milioni per l’Umbria, 5,6 milioni per la Basilicata e 1,4 per la Calabria. Si viene incontro alle richieste soprattutto delle Regioni del Sud Italia che, a fronte dei criteri stabiliti nella Conferenza delle Regioni nel 2014 e dell’accordo sul riparto del biennio 2021-2022, senza questa soluzione avrebbero visto perdere il relativo stanziamento”. “Alla soddisfazione di aver raggiunto questo risultato, dopo un lavoro di concerto con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, si aggiunge l’invito agli assessori regionali a spendere in maniera rapida ed efficace queste somme così da evitare qualsiasi disimpegno e garantire concreto sostegno alle imprese agricole, che di certo non si nutrono di polemiche ma di risorse e fatti” conclude.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toscana penalizzata dal riparto personale scolastico

Posted by fidest press agency su sabato, 15 agosto 2020

Firenze “La decisione di ripartire alle regioni le risorse destinate a garantire la regolare partenza dell’anno scolastico seguendo il criterio deciso dal ministero (50% sulla base delle richieste degli USR e 50% sulla popolazione studentesca) penalizza le regioni che sono state corrette nelle richieste, come la Toscana. Come aveva chiesto l’assessore Grieco infatti, noi credevamo che si dovesse dare più peso al criterio oggettivo del numero degli studenti. Invece al ministero si è voluto dare lo stesso peso anche alle richieste arrivate dalle scuole.” Questo quanto dichiarato da Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino di Italia Viva capogruppo in commissione cultura alla Camera. “Chi controllerà se le richieste sono state sovradimensionate rispetto alle reali necessità? – prosegue Toccafondi – Un dubbio che ci viene guardando ad alcune regioni, simili alla Toscana per numero di scuole o di alunni, che hanno chiesto risorse molto maggiori per personale docente e non docente”.“In questo momento – conclude il deputato – le risorse economiche ed umane, docenti e non docenti, sono fondamentali per la riapertura dell’anno scolastico in presenza e per tutti gli studenti. Seguendo criteri non oggettivi o molto meno oggettivi, si rischia che chi ha fatto un lavoro serio e responsabile, come le scuole toscane, resti non solo con meno personale ma con il rischio concreto che tanti ragazzi siano costretti a continuare a seguire le lezioni da casa.”

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riparto fondo sanitario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2015

istituto superiore sanità“Si riaprono i giochi sul riparto del Fondo sanitario nazionale e per la sanità meridionale si intravede la concreta speranza che i fondi destinati agli ospedali e alle Asl del Sud siano finalmente distribuiti secondo equità e non più secondo anzianità della popolazione. Il voto favorevole del Governo all’ordine del giorno sul decreto Enti Locali con il quale si chiede di prevedere la possibilità di ritornare ai criteri previsti, e mai attuati, dalla legge662/96, così come sancito nella Legge di Stabilità 190/2014, è un’iniezione di speranza”. Ad affermarlo è Raffaele Calabrò, Capogruppo di Area Popolare (Ncd-Udc) in Commissione Affari Sociali e firmatario dell’ordine del giorno sul riparto del fondo sanitario. “Il Nord – continua – non può continuare a scippare risorse ai cittadini meridionali: il criterio della distribuzione delle risorse tra Regioni basato sulla frequenza dei consumi sanitari per età e per sesso non è equo ed è uno scandalo che va avanti da troppi anni. Un paese come il nostro che si vanta di avere uno dei migliori sistemi sanitari nazionali del mondo non può perseverare in tale ingiustizia, ignorando che le Regioni in cui ci sono tassi di mortalità maggiore e particolari indici epidemiologici, legati anche a fattori socioeconomici, necessitano di maggiori fondi, come avviene in altri Paesi con una lunga tradizione di welfare”. E conclude: “il Governo ha preso un impegno con il Parlamento, spetta ora ai Governatori nelle sedi opportune stare in allerta perché la salute non sia un diritto al Nord e un privilegio per pochi al Sud”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ripartizione Fondo per diritto al lavoro dei disabili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2010

Pubblicato nella GU n. 104 del 6 maggio 2010 il decreto che definisce i criteri e le modalità per la ripartizione fra le regioni e le province autonome delle disponibilità del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili. Le risorse del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili sono destinate a finanziare: le misure di agevolazione alle assunzioni a favore del datore di lavoro;il rimborso degli eventuali oneri sostenuti dall’impresa per la rimozione di barriere architettoniche, per la trasformazione del posto di lavoro o per l’apprestamento di tecnologie di telelavoro; gli oneri derivanti dall’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro per la responsabilità civile per i disabili che effettuano tirocini di orientamento o di addestramento presso i datori di lavoro. Il riparto del Fondo è effettuato entro il 30 aprile di ciascun anno dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, proporzionalmente alle richieste di contributo presentate dai datori di lavoro privati che hanno effettuato assunzioni a tempo indeterminato. Le regioni e le province autonome comunicano entro il 28 febbraio di ogni anno, al Ministero del lavoro e delle politiche sociali il punteggio assegnato per ciascuna richiesta ritenuta ammissibile che, sulla base degli importi calcolati, determina l’importo complessivo delle risorse finanziarie del Fondo da trasferire annualmente con il provvedimento di riparto ad ogni singola regione e provincia autonoma.
Dossier “Ripartizione del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »