Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘risorse energetiche’

Libia: noi non ci arruoliamo

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2011

“L’attacco delle forze europee e statunitensi alla Libia non avviene per mettere in campo un intervento umanitario ma è in tutta evidenza legato alle enormi risorse energetiche di cui quel paese dispone.” dichiara Pierpaolo Leonardi dell’Esecutivo nazionale USB. “Il mancato analogo intervento in altre situazioni simili – il massacro dei Palestinesi a Gaza da parte degli Israeliani che ha prodotto migliaia di morti mentre le potenze occidentali stavano a guardare e i media internazionali si occupavano d’altro, il silenzio totale su quanto sta accadendo in Bahrein e Yemen – non consente di equivocare sulle reali intenzioni degli attaccanti.” “Mentre la tragedia giapponese rende impervia e comunque improbabile la prosecuzione dell’avventura nucleare per i Paesi occidentali avanzati, la necessità di assicurarsi le provviste di gas e di petrolio diventa importantissima e spinge le nazioni più industrializzate, e quindi maggiormente bisognose di fonti di energia, a farsi sceriffi interessati nella guerra civile libica. E’ evidente che l’intervento militare ha buon gioco ad accreditarsi come umanitario, viste le caratteristiche del rais libico Gheddafi che, dopo aver avuto una qualche funzione antimperialista nell’area, non ha però saputo minimamente procedere sul terreno della democrazia e della equa distribuzione delle immense ricchezze del suo Paese.” Continua Leonardi. “L’intervento in corso non solo consentirà ai paesi occidentali di garantirsi probabilmente gli approvvigionamenti di risorse energetiche per i prossimi anni instaurando in Libia un vero e proprio protettorato occidentale, ma potrà anche essere di pesante monito alle popolazioni dei Paesi limitrofi in lotta per liberarsi dai tiranni locali come l’Egitto e la Tunisia.” “I lavoratori italiani non hanno nulla da guadagnare dalla guerra, che sicuramente consentirà al Governo, dentro una crisi economica che i lavoratori stanno pagando duramente, di dirottare ulteriori risorse sul fronte degli armamenti giustificando così ulteriori tagli al welfare.” Conclude il dirigente nazionale USB. “L’USB esprime quindi una grande preoccupazione per quanto sta avvenendo in queste ore in Libia ed invita tutte le proprie strutture a farsi promotrici di iniziative a sostegno della pace e dell’immediato cessate il fuoco.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’energia in provincia di Torino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2009

Torino 19 marzo 2009 presso l’Auditorium del palazzo della Provincia di Torino in corso Inghilterra a partire dalle ore 9.00 si svolgerà il convegno con la presentazione del sesto rapporto sull’energia, pubblicazione annuale dell’assessorato alle risorse energetiche della Provincia di Torino con cui si traccia un bilancio delle risorse energetiche, del loro uso e consumo sul territorio. Ad aprire i lavori sarà il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta, al cui intervento seguiranno quelli dell’assessore regionale Andrea Bairati, che parlerà delle politiche della Regione Piemonte in materia di energia, e dell’assessore provinciale alle risorse energetiche Dorino Piras che affronterà il tema delle energie rinnovabili sul territorio. Un bilancio tutt’altro che negativo: positiva è sicuramente la diffusione attuale del sistema di teleriscaldamento in ambito urbano e metropolitano,che, oltre alla Città di Torino, ormai la più teleriscaldata d’Italia, coinvolge quasi tutti i comuni della prima e seconda cintura di Torino con notevoli potenzialità di sviluppo per il futuro.  Positivo è anche il fatto che le emissioni procapite di anidride carbonica derivante dall’uso di energia in provincia di Torino è decisamente più basso della media nazionale: questo vuol dire che ci si è mossi in anticipo rispetto al resto del Paese per affrontare la sfida lanciata dal Protocollo di Kyoto e, al pari delle aree più sviluppate dell’Europa. Accanto agli aspetti positivi emergono anche criticità. La principale risiede nella crisi economica che sta investendo il paese, con il calo di produzione dell’industria che si riflette anche nei consumi energetici provinciali. La riduzione dei consumi di energia dell’industria è uno degli elementi principali che emerge dal Rapporto, lasciando intravedere in modo sempre più evidente il fatto che questa tendenza non è il frutto di un aumento della produttività energetica del comparto industriale, bensì una perdita di produzione locale di beni e manufatti e purtroppo anche di occupazione.  Durante il convegno si presenta anche la proposta di Piano di Sviluppo del teleriscaldamento nell’area Metropolitana, in cui sono stati delineati gli scenari di sviluppo possibili e auspicabili nell’arco dei prossimi 15-20 anni in base ai progetti di espansione delle reti attuali, alle volumetrie riscaldate esistenti e previste nei piani urbanistici e alla presenza di centrali con capacità cogenerative esistenti o in corso di realizzazione o di autorizzazione.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »