Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘roberto prosseda’

Dal 17 maggio in Cina il più grande evento che celebra il pianoforte italiano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2018

Pechino Dal 17 maggio al 3 giugno “Italian Piano Experience” ripercorrerà l’evoluzione degli strumenti a tastiera con un’esposizione di esemplari storici e un festival che coinvolgerà alcuni dei migliori musicisti italiani, da Brizi a Prosseda. Gli eventi saranno replicati a Cremona dal 28 al 30 settembre, nell’ambito di Cremona Musica 2018, che ha collaborato all’organizzazione dell’iniziativa.
“Italian Piano Experience” è il Festival che avrà luogo al Millennium Monument Museum di Pechino dal 17 maggio prossimo, nell’ambito del Festival “Meet in Beijing”, in cui l’Italia è “Guest Country of Honor”. Il progetto, ideato da Roberto Prosseda, è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, con la collaborazione di Cremona Musica e Bizzi Clavicembali, per celebrare le origini italiane del pianoforte: uno degli strumenti protagonisti della storia della musica, nato proprio in Italia nel 1699, da un’idea di Bartolomeo Cristofori.
In Cina un evento del genere non c’era mai stato. Saranno esposti gli antenati del moderno pianoforte, alcuni dei quali risalenti alla prima metà del diciottesimo secolo, fino ai più moderni Fazioli, marchio fra i più noti a livello mondiale e da sempre protagonista di “Piano Experience” a Cremona Musica. Un’occasione unica per ripercorrere tre secoli di evoluzione di questo strumento, grazie anche alle spiegazioni di Guido Bizzi e le esibizioni dal vivo del cembalista e organista Claudio Brizi, curatori della mostra, che permetteranno di assaggiare il suono dei diversi pianoforti e dei loro cugini (organo, cembalo, clavicordo, harmonino). Altre occasioni di approfondimento saranno garantite da Nicola Sani, che parlerà del repertorio pianistico italiano contemporaneo, e da Roberto Prosseda, direttore artistico dell’evento, che presenterà l’evoluzione dal Fortepiano del tempo di Mozart al moderno pianoforte a coda.
Non mancherà ovviamente l’occasione di ascoltare all’opera alcuni dei maggiori interpreti italiani della tastiera. Ad inaugurare il palco sarà Claudio Brizi, che accompagnerà gli ascoltatori alla scoperta delle sonorità antiche del cembalo, dell’organo e dell’harmonino, anche sovrapposte grazie alla combinazione di strumenti diversi, suonati contemporaneamente dal celebre cembalista. Nel concerto finale Roberto Prosseda, ideatore e direttore artistico del festival, presenterà, per la prima volta pubblicamente in Cina il Pedalpiano: uno strumento antico e moderno insieme, di cui è stato negli ultimi anni promotore e riscopritore.Il programma sarà arricchito da quattro recital con pianoforti moderni tenuti da quattro dei più promettenti giovani pianisti italiani: Leonora Armellini, Mariangela Vacatello, Axel Trolese, Vanessa Benelli Mosell, che includeranno molti brani di autori italiani, da Scarlatti a Stroppa.
La prima tappa di questo grande evento, organizzato con la collaborazione di Cremona Musica, Bizzi Clavicembali e Fazioli Pianoforti, non poteva che essere proprio a Pechino. Non solo infatti la Cina è il primo mercato mondiale per i pianoforti, ma fra il gigante asiatico e l’Italia esiste un ponte culturale che gira proprio attorno al pianoforte e ai suoi antenati: nel ‘500 il prete gesuita Matteo Ricci fece arrivare alla corte di Wan Li, della dinastia dei Ming, il primo clavicembalo italiano; sulle sue orme ad inizio ‘900 Matteo Paci svolse un’importante opera di educazione e produzione musicale in Cina che portò alla nascita della prima orchestra sinfonica moderna cinese.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

III edizione del progetto “Suono Italiano”

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 febbraio 2016

instanbulIstanbul. Domani, martedì 2 febbraio 2016 la III edizione del progetto “Suono Italiano”, la grande kermesse musicale che vede come protagonisti alcuni dei più significativi interpreti italiani, sbarcherà in Turchia con il concerto del pianista Roberto Prosseda, alle ore 19.00 presso il Teatro della casa d’Italia dell’IIC d’Istanbul, Meşrutiyet Caddesi no.75, Istanbul.Il concerto, organizzato in collaborazione con l’IIC di Istanbul, fa parte del progetto “Suono Italiano”, promosso dal CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica), con il contributo del MiBACT – Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo.Il programma della serata vedrà l’esecuzione di 6 Romanze senza parole e 3 Fantaisies ou Caprices op. 16 di Felix Mendelssohn, “Wiegenlied” di Carlo Boccadoro, Rondò Capriccioso op. 14 di Felix Mendelssohn, Corale & Remix su frammento di Mendelssohn di Nicola Campogrande, Variations Sérieuses op. 54 e Fantasia op. 28 di Felix Mendelssohn.Roberto Prosseda ha guadagnato una notorietà internazionale in seguito alle sue incisioni dedicate a musiche inedite di Felix Mendelssohn, tra cui quella con il Concerto in mi minore con Riccardo Chailly e la Gewandhaus Orchester. È anche attivo come saggista e autore televisivo. Ospite regolare di Radiotre, ha curato alcune delle “Lezioni di Musica”, dedicate a Mozart, Mendelssohn, Schumann, Chopin. È autore e coproduttore di tre documentari per RAI Educational, dedicati rispettivamente a Mendelssohn, Chopin e Liszt. È coordinatore artistico della rete di musicisti “Donatori di Musica”, presidente dell’Associazione Mendelssohn Italia e consulente artistico di Cremona Pianoforte e Cremona Mondomusica.”Il progetto “Suono Italiano” – dichiara LUCIO FUMO, presidente del CIDIM – ha come obiettivo quello di proporre in tutto il mondo le eccellenze della musica italiana. Questa sarà la volta della Turchia che apprezzerà la bravura di Prosseda, uno dei più grandi pianisti del panorama nostrano”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Schumann e Chopin secondo Roberto Prosseda

Posted by fidest press agency su domenica, 18 luglio 2010

Abbazia di Fossanova 18 luglio alle ore 19.30 nell’ambito del 46° Festival Pontino di Musica, Dopo gli omaggi di Charles Rosen e Elissò Virsaladze alla musica pianistica di Schumann e Chopin, tocca a Roberto Prosseda, pianista di Latina, classe 1975, guadagnatosi di recente notorietà internazionale, ricordare l’importante produzione pianistica di questi due grandi compositori romantici di cui il 2010 festeggia il bicentenario della nascita.
Roberto Prosseda ha recentemente guadagnato una notorietà internazionale in seguito alle quattro incisioni Decca dedicate a musiche inedite di Felix Mendelssohn, unanimemente elogiate dalle più autorevoli riviste specializzate (American Record Guide, Fanfare, Diapason, Fono Forum, Amadeus). Recentemente si è esibito in recital al Teatro alla Scala, all’Accademia di Santa Cecilia, al Rossini Opera Festival e in concerti come solista con la London Philharmonic, la Calgary Philharmonic e la Gewandhaus Orchester di Lipsia. Con quest’ultima, diretta da Riccardo Chailly, ha inciso il Concerto inedito in mi minore di Mendelssohn per la Decca.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »