Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 301

Posts Tagged ‘roma’

Rifiuti a Roma: possibili rimedi

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2016

cassonettiAumentare la differenziata con l’estensione della raccolta porta a porta a tutta la città; costruire gli impianti di trattamento e riciclo dell’organico con la tecnologia della digestione anaerobica per produrre compost e biometano (ne servono 15 da 30mila tonnellate all’anno); realizzare centri di raccolta e di riuso per ognuno dei 15 municipi; pianificare l’attivazione della tariffa puntuale come già fatto a Parma da un anno. Sono questi per Legambiente i quattro punti fondamentali sui quali il Comune di Roma deve scommettere e puntare se vuole veramente uscire dall’ennesima situazione critica sui rifiuti, riducendo ai minimi termini lo smaltimento negli inceneritori e nelle discariche e l’esportazione fuori regione. Per farlo è fondamentale che il Comune e la Regione concretizzino le scelte in tale direzione che fino ad oggi sono mancate, e in particolare dopo la chiusura di Malagrotta ottenuta grazie alle forti pressioni dell’Europa. “La situazione che vive oggi Roma – dichiara Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente – è il risultato di una “non politica” dei rifiuti che ha contraddistinto le amministrazioni comunali e regionali degli ultimi 20 anni. Una situazione critica che deve essere affrontata una volta per tutte. Dopo la tanto agognata chiusura di Malagrotta, non è stato fatto un granché per diffondere la raccolta differenziata domiciliare a Roma e per costruire nuovi impianti di trattamento e riciclo dell’organico nella Capitale e nel resto della regione Lazio. I rifiuti romani continuano a viaggiare su gomma in tutta Italia. Ogni giorno escono da Roma 160 Tir pieni di organico differenziato che vanno negli impianti di compostaggio e digestione anaerobica in provincia di Padova e Pordenone, mentre almeno due terzi dei rifiuti romani vanno fuori regione in discarica, in primis in Emilia Romagna, e negli inceneritori, soprattutto a Colleferro (Rm) e San Vittore (Fr). A causa dell’assenza degli impianti di riciclo a Roma si raddoppiano i costi e alimentiamo una follia economica ed ambientale, che produce immensi consumi di gasolio e un pesante inquinamento, facendo spendere inutilmente agli abitanti di Roma, che pagano la tariffa sui rifiuti, tanti soldi che arricchiscono la categoria degli autotrasportatori e che potrebbero essere utilizzati più utilmente per realizzare gli impianti di riciclo”. “A Roma non esiste un sano ciclo integrato dei rifiuti, per avviarlo subito porta a porta dovunque e tariffa puntuale – aggiunge Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – Grazie alla sacrosanta chiusura di Malagrotta che chiedevamo da anni, siamo faticosamente usciti dalla dittatura delle discariche e del sistema Cerroni che aveva condizionato negativamente il ciclo dei rifiuti in tutta la regione, ma siamo passati a quella degli autotrasportatori che si è aggiunta a quella già consolidata dei produttori di cassonetti stradali. Ora la sindaca Virginia Raggi indichi, con la partecipazione della cittadinanza, i luoghi dove realizzare entro due anni tutti gli impianti necessari adottando una politica sana del riciclo, per affrontare nel breve e lungo periodo la complessa vicenda e fermare la girandola nazionale dei rifiuti romani. Intanto c’è un processo in corso per il disastro di Malagrotta e sono passate appena due settimane dal rinvio a giudizio della proprietà per disastro ambientale secondo la nuova legge sugli ecoreati: chi ha inquinato deve pagare e l’amministrazione comunale non deve avere mai più niente a che fare con le società che ha portato al grave inquinamento della Valle Galeria. Al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, oltre a sottolineare la positività e il nostro forte sostegno per l’inserimento della tariffa puntuale obbligatoria nel collegato, attualmente in discussione in Consiglio regionale, chiediamo di definire una volta per tutte il nuovo piano regionale dei rifiuti per avviare le politiche di riduzione, riuso e riciclo virtuoso di ogni frazione, velocizzando anche l’analisi dei progetti dei nuovi impianti, in primis di quelli necessari a trattare l’organico, ai fini di autorizzare o meno gli impianti nel più breve tempo possibile, evitando che i progetti giacciano in Regione per troppo tempo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rifiuti a Roma: Dov’è l’accordo tra 5 stelle e la Colari di Cerroni?

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 luglio 2016

malagrottaFesteggiavano per gli arresti del 2013 e ora pronti all’accordo. Interrogazione in Regione e in Campidoglio per chiedere trasparenza su riapertura Malagrotta “Tra cinghiali, topi, maiali e scarafaggi nella gestione dei rifiuti di Roma spuntano anche i politici affetti da metamorfosi post elezioni. Portavoce a 5 stelle prima del voto e pronti all’accordo con il monopolista dei rifiuti Cerroni subito dopo la tornata elettorale” lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia che insieme al consigliere capitolino Francesco Figliomeni stanno depositando un’interrogazione urgente sul tema dei rifiuti e dell’incontro tra l’imprenditore Cerroni e alcuni esponenti del 5 stelle.
“Malagrotta, la più grande discarica d’Europa, tornerà pericolosamente a vivere proprio grazie a chi sul territorio della Valle Galeria e su questa materia ha scritto e detto fiumi di parole come il Movimento 5 Stelle: ha fatto barricate, insultato i governanti precedenti, ha eletto un deputato, consiglieri municipali e comunali che al tempo festeggiavano l’arresto di Cerroni e altri per associazione a delinquere finalizzata al traffico dei rifiuti. Perché se è vero che tutto deve essere fatto in trasparenza, come ha scritto un deputato 5 stelle su facebook, allora siamo ancora in attesa di vedere l’accordo sottoscritto tra l’amministrazione comunale e la Colari per smaltire 200 tonnellate di rifiuti in più al giorno. Dove è finito il mitico Rifiuti Zero al posto delle buche? Ma soprattutto perché il sindaco Virginia Raggi continua a mantenere in piedi quel Cda dell’Ama composto da Fortini e Cirillo, pedine chiave ai tempi di Ignazio Marino e del Pd romano? Insomma tutto è molto strano tranne i camion della mondezza che passeranno su via Portuense e su via Aurelia per riempire la buca di Cerroni” concludono.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incendio pontina: Roma-Latina

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 luglio 2016

INCENDIO-PONTINARoma. «Gli incendi in serie che da giorni stanno paralizzando il traffico sulla via Pontina ripropongono drammaticamente il problema di un’arteria ormai al collasso. Decine di migliaia di pendolari sono di fatto ostaggi di una infrastruttura inadeguata e fatiscente, per lunghi tratti priva dei servizi più essenziali, costellata di insediamenti improvvisati. Il tutto, ovviamente, aggravato da una cronica carenza di manutenzione della vegetazione circostante e dal ritardo con cui puntualmente si varano i piani antincendio per l’estate. Quella che è storicamente una delle strade più pericolose d’Italia va necessariamente alleggerita e, visti i tempi biblici per la realizzazione dell’autostrada Roma-Latina, la migliore risposta può arrivare dal potenziamento della rete ferroviaria».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA.«Una seria ed efficace cura del ferro potrebbe cambiare davvero il volto dell’intera zona meridionale della regione Lazio – spiega Simoncini –. Da questo punto di vista, la costruzione della linea ad alta velocità in direzione Napoli ha liberato degli spazi che vanno necessariamente sfruttati. La vecchia linea tirrenica, ad esempio, andrebbe valorizzata e riconvertita in una metropolitana regionale fino a Gaeta: un’operazione che comporterebbe costi decisamente contenuti e che potrebbe essere portata termine con una tempistica assai veloce. Ci sono progetti pronti da tempo che non richiedono altro se non un po’ di risolutezza e di buon senso. Garantendo delle alte frequenze di passaggio, non solo molti pendolari rinuncerebbero volentieri all’uso dell’auto privata, ma anche tanti spostamenti nei periodi estivi e vacanzieri potrebbero avvenire con il mezzo pubblico. I benefici, anche economici, su tutto il territorio pontino non sono da trascurare». (incendio pontina fonte “Corriere città”)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un primo semestre fortemente positivo per la casa d’aste romana Minerva Auctions

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 luglio 2016

mostra libri antichiRoma Palazzo Odescalchi piazza SS. Apostoli 80 Con le sue sei aste ha registrato un considerevole incremento rispetto allo stesso semestre del 2015: con un totale di 4.330.487 euro di aggiudicazioni (diritti inclusi) aumenta del 34% gli incassi.Le percentuali di vendita sono cresciute rispetto al 2015, sia per quanto riguarda il numero di lotti venduti (65% nel 2016 contro il 55% nel 2015), sia per il valore (75% nel 2016, 70% nel 2015, percentuali rispetto all’ammontare del valore dei lotti).I settori che hanno contribuito maggiormente a questa crescita sono stati quello di Libri, Autografi e Stampe – che ha raddoppiato il risultato del primo semestre 2015, passando da € 510.000 a € 1.206.000 confermando la leadership di Minerva Auctions sul mercato italiano nel settore – insieme al reparto Gioielli, Orologi e Argenti, che registra un incremento del 22%. Seguono i Dipinti antichi e del XIX secolo che crescono del 20%, l’Arte Moderna e Contemporanea che aumenta del 16% e Fotografia del 7%.Tra i record della stagione, per l’Arte Moderna e Contemporanea si segnala la forte ripresa degli autori italiani di spicco negli anni Sessanta, con le aggiudicazioni della tela Visibile questa sera di Gastone Novelli per € 47.500, dell’opera Falso Nord di Toti Scialoja per € 36.250 e dello smalto su tela Via Condotti – Il Tranviere di Cesare Tacchi per € 25.000.Per la Fotografia sono ancora gli italiani ad affermarsi, tra cui Mario Giacomelli con il suo famosissimo rondò dei Pretini “Io non ho mani che mi accarezzano il volto” che raggiunge € 5.000, Luca Campigotto, Rio de la Canonica, Venezia, € 6.000 e Mimmo Jodice con Pozzuoli € 6.250.Top lot dell’asta di Gioielli è stato lo splendido anello in platino con zaffiro Ceylon venduto per € 143.750, cifra che raggiunge la massima aggiudicazione per una pietra con queste caratteristiche, seguito dalla coppia di orecchini a fiore di Bulgari venduta a € 56.250 e da un anello in oro giallo venduto a € 72.500.L’asta di Dipinti Antichi e Arte del XIX secolo ha fatto registrare un grande interesse per Antonio Mancini che, con la sua Ragazza con cappello di paglia, ha raggiunto € 136.800. Bene anche il Ritratto di gentiluomo con colletto bianco proveniente dall’atelier di Jacob Jordaens, battuto per € 36.250, così come Il Ritratto di gentil donna con la sua bambina di scuola francese del Settecento, venduto per € 20.000.Per i Libri, Autografi e Stampe, infine, i migliori lotti sono stati l’Opticae di Alhazen, primo libro moderno di Ottica, battuto a € 37.500, il De intensione et remissione formarum di Jacopo da Forlì aggiudicato a € 13.750 e una rara edizione della Commedia, venduto a € 16.250.Per quanto riguarda i clienti delle aste, si riscontra che la partecipazione straniera è in continuo incremento, una crescita calcolabile intorno al 20% rispetto allo scorso anno: circa il 15-20% del totale degli acquirenti sono stranieri, esperti e qualificati, che investono grosse somme, giocando un ruolo fondamentale per il rialzo dei prezzi. Le nazioni più rappresentate sono la Francia, la Svizzera, il Belgio e l’Austria, mentre Stati Uniti, Cina e Giappone si affacciano sempre più spesso alle compravendite.Capitolo altrettanto interessante è quello che riguarda le aggiudicazioni online, che ricoprono circa il 5% dei clienti di Minerva: nella maggior parte dei casi i lotti venduti tramite la rete hanno un valore inferiore a € 1.000, ma se la soglia viene superata si hanno aggiudicazioni superiori ai 5.000 €.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Policlinico Umberto I: Confermato il blocco dei servizi e lo sciopero del 28 luglio 2016

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 luglio 2016

Policlinico La Sapienza RomaRoma. La Direzione Generale tagli gli stipendi al personale e raggiunge gli obiettivi compreso quello di aprire un nuovo reparto all’ Ospedale G. Eastman completamente a pagamento dei cittadini.Appena concluso, con un nulla di fatto, l’ennesimo incontro con la Direzione strategica del Policlinico Umberto I.La Direzione è irremovibile sulla decisione di sospendere l’erogazione del salario accessorio a tutto il personale. Si parla di circa 300 euro al mese per ogni lavoratore.E’ netta la volontà di non trovare valide soluzioni per definire un nuovo accordo per l’erogazione del salario accessorio. La soluzione più facile è quella di tagliare lo stipendio ai lavoratori.Ancora non ci spieghiamo come possa dichiarare, il direttore generale, che il personale non ha raggiunto gli obiettivi e lo stesso si è deliberato il raggiungimento di tutti i suoi obiettivi compreso quello di aprire un Reparto di degenza dedicato completamente all’intramoenia nell’Ospedale G. Eastman, accorpato al Policlinico Umberto I dal 1 gennaio 2016, che sarà completamente a pagamento per i cittadini, con servizi da hotel a 5 stelle. Resta inaccettabile la decisione dell’amministrazione. Non possiamo permettere che i lavoratori, oltre a garantire l’assistenza sanitaria “pubblica” in carenza cronica di personale, attraverso continui doppi turni, siano penalizzati anche con gravi tagli sullo stipendio.
Per questo mercoledì 20 luglio si è indetta l’ennesima assemblea del personale nella quale verranno informati i lavoratori sulle modalità con le quali si procederà all’interruzione dei servizi assistenziali per lo sciopero del 28 luglio, che si svolgerà per l’intera giornata, per ogni turno lavorativo.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Capitale: Romani e rifiuti

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2016

rifiutiIl rapporto dei romani con i rifiuti non è dei migliori. Alcuni episodi accaduti nei giorni scorsi danno un’idea di come il senso civico degli abitanti della Città Eterna non sia particolarmente sviluppato.L’esperienza e’ personale. Vediamo per episodi.
1. Signora che deposita il suo sacchetto dei rifiuti a terra davanti al cassonetto vuoto. Segnalo che il cassonetto e’ vuoto e puo’ utilizzarlo. La risposta e’: me fanno male le spalle. Faccio notare che il pedale per aprire lo sportello del cassonetto e’ funzionante, basta pigiare. Risposta: me fanno male le spalle ad alza’ er sacchetto.
2. Signora che deposita il proprio sacchetto davanti al cassonetto vuoto. Stesso invito precedente. Risposta: do’ ‘na mano a lascia’ Roma zozza.
3. Commerciante che lascia le scatole integre, senza schiacciarle, accanto ai cassonetti. Consiglio di piegare le scatole e inserirle nell’apposito contenitore. Risposta: fanno tutti cosi’.
4. Muratori stranieri che effettuano lavori di manutenzione in un appartamento. Chiedo che i prodotti di risulta non siano abbandonati per strada. Il mattino dopo trovo lavandini e vasi sanitari accanto ai cassonetti.
5. Ristoratore. In un angolo trovo dei rifiuti con sottobicchieri della birra Paulaner. Segnalo il fatto al ristoratore della Paulaner, li’ a due passi. Si giustifica dicendo che non e’ colpa sua ma di un bar vicino. Faccio notare che i sottobicchieri sono della birra che lui vende. Si convince e promette che raccogliera’ i rifiuti. Me ne vado ma non so se ha fatto quello che aveva promesso. Prima o poi qualcuno me dara’ ‘n sacco de’ botte. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurato il Refuge LGBT di Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2016

refugeRoma. E’ stato inaugurato il Refuge LGBT di Roma, progetto della Croce Rossa di Roma e Gay Center, con il sostegno della Regione Lazio, della Città metropolitana di Roma e della Chiesa Valdese. “Siamo molto orgogliosi di aver partecipato a questo evento. Si tratta di un progetto molto importante, un ulteriore passo in avanti nel contrasto ai crimini contro le persone, contro ogni tipo di discriminazione, contro gli odiosi atti di omofobia che purtroppo, ancora oggi, la cronaca ci racconta.” Lo hanno dichiarato i Consiglieri regionali Piero Petrassi e Marta Bonafoni a margine dell’inaugurazione della casa di accoglienza temporanea a cui hanno partecipato il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Presidente della Croce Rossa di Roma Flavio Ronzi e il portavoce di Gay Center Fabrizio Marrazzo.
Il Refuge LGBT è un progetto nato da un’idea di Gay Center durante il meeting antiomofobia di Parigi del 2007, che poi ha preso il via grazie alla partenership della Croce Rossa nel 2015. Da qui è stata creata la prima casa di accoglienza temporanea contro l’isolamento dei giovani LGBT, che offre un servizio di prima ospitalità per le vittime di omofobia. “Sono progetti di un valore straordinario – hanno concluso Petrassi e Bonafoni – perché svolgono quel fondamentale ruolo di aiuto e sostegno per le vittime di violenza e sono quindi indispensabili per il loro percorso di reinserimento sociale. Solo grazie a strutture e iniziative del genere, infatti, persone fragili e ferite possono recuperare fiducia, serenità e sicurezza nei propri affetti e con la propria famiglia, e quindi riconquistare la propria vita.”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentato a Roma il manifesto: “La salute nelle città: bene comune”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2016

Foro romanoCento anni fa solo il 20% della popolazione mondiale viveva in città. Per la metà del secolo arriveremo al 70% di residenti nelle aree urbane. L’aumento è straordinario, al ritmo di 60 milioni di persone che ogni anno si spostano da ambienti rurali verso le città, soprattutto nei Paesi a medio reddito. Non solo, le proiezioni mostrano che nei prossimi 30 anni la crescita globale avverrà virtualmente soltanto nelle aree urbane. Ma se oggi circa il 10% della popolazione urbana vive in megalopoli, con oltre 10 milioni di abitanti, ormai presenti in ogni angolo del pianeta, saranno soprattutto le città più piccole a sostenere la quota maggiore di incremento. Nell’Unione europea, fatta eccezione per la Francia, le aree urbane tendono a registrare incrementi demografici più elevati a causa del saldo migratorio. In Italia, quasi 4 cittadini su 10 risiedono nelle 14 città metropolitane.“Lo spostamento verso le aree urbane è caratterizzato da cambiamenti sostanziali dello stile di vita rispetto al passato: cambiano le abitudini, i lavori sono sempre più sedentari, l’attività fisica diminuisce. Fattori sociali, questi, che rappresentano un potente volano per le cosiddette malattie della società del benessere: obesità e diabete. Ciò è sostanziato dai fatti, che vedono crescere in maniera esponenziale nel mondo il numero di persone obese o con diabete, vicino alla soglia del mezzo miliardo, con – già oggi – 250 milioni di persone con diabete, due terzi del totale, vivere nelle città, secondo Idf-International diabetes federation”, ammonisce Andrea Lenzi, Professore ordinario di endocrinologia, Presidente del Consiglio universitario nazionale (Cun) e coordinatore di HealthCity Think Tank, gruppo di esperti indicati, tra gli altri, da Ministero della salute, Istituto superiore di sanità, Anci-Associazione nazionale comuni italiani, Università di Roma “Tor Vergata”, Istat, Censis, che si pone l’obiettivo di analizzare il contesto economico-sanitario, sociologico, clinico-epidemiologico e politico-sanitario, per studiare i determinanti della salute nelle città.Il think tank ha messo a punto il manifesto “La Salute nelle città: bene comune”, che si propone di offrire alle istituzioni e alle amministrazioni locali spunti di riflessione per guidarle nello studio di questi determinanti nei propri contesti urbani e fare leva su di essi per mettere a punto strategie per migliorare gli stili di vita e la salute del cittadino. Il manifesto sarà presentato nel pomeriggio, in occasione del Primo Health City Forum organizzato a Roma da Italian barometer diabetes observatory (Ibdo) Foundation, Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, Health City Think Tank, Istituto per la Competitività (I-Com), con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, che ha anche conferito all’Ibdo Forum la medaglia del Presidente della Repubblica per il suo alto valore culturale e scientifico, e il patrocinio di Presidenza del Consiglio dei ministri, Ministero della salute e Associazione nazionale comuni italiani (Anci).“Dal 1948 l’Oms-Organizzazione mondiale della sanità invita i governi ad adoperarsi responsabilmente, attraverso programmi di educazione alla salute, a promuovere uno stile di vita sano e a garantire ai cittadini un alto livello di benessere. Oggi pare emergere chiaramente un nuovo attore protagonista: la Città, quale promotrice di salute. Infatti, la stessa Oms ha coniato il termine healthy city, che descrive una città conscia dell’importanza della salute come bene collettivo e che, di conseguenza, mette in atto politiche sociali, culturali ed economiche chiare per tutelarla e migliorarla”, spiega Giuseppe Novelli, Rettore dell’Università di Roma “Tor Vergata”.“Lo sviluppo urbano, cui il mondo ha assistito e assiste ha modificato profondamente lo stile di vita della popolazione e trasforma il contesto ambientale e sociale in cui viviamo, creando problemi di equità, generando tensioni sociali e introducendo minacce per la salute della popolazione. La configurazione attuale delle città e, più in generale l’urbanizzazione, presentano per la salute pubblica e individuale tanti rischi, ma anche molte opportunità. Se infatti le città sono pianificate, ben organizzate e amministrate coscientemente, si può dare vita ad una sinergia tra Istituzioni, cittadini e professionisti in grado di migliorare le condizioni di vita e la salute della popolazione”, dichiara Enzo Bianco, Sindaco di Catania e Presidente del Consiglio nazionale dell’Anci.
Un invito, quello del sindaco di Catania, a nome degli amministratori locali, raccolto dal Ministro della salute, Beatrice Lorenzin, Presidente del Comitato promotore del “Manifesto Salute nelle città: bene comune”, che sottolinea sempre come sussista la necessità di fare ancora molto per diffondere una cultura della prevenzione nelle persone, a fronte di un’evidente crescita delle malattie croniche non trasmissibili, come obesità e diabete, che trae origini da fattori di rischio legati a stili di vita non salutari. L’ipotesi di attuare nelle Città e nelle aree urbane strategie integrate di promozione della salute con iniziative culturali, sociali e sanitarie, attraverso un’azione coordinata su più fronti, è da apprezzare e condividere.
In perfetta linea con questa azione, il programma Cities Changing Diabetes, una partnership tra lo University College London (UCL) e il danese Steno Diabetes Center, che coinvolge Istituzioni nazionali, amministrazioni locali, mondo accademico e terzo settore. Illustrato a Roma, nasce con l’obiettivo di creare un movimento di collaborazione internazionale che proponga e trovi soluzioni e best practice per affrontare il crescente numero di persone con diabete e obesità nel mondo, e il conseguente onere economico e sociale, partendo dal tessuto e dal vissuto urbano che tanta parte sembra avere in questo fenomeno. Al programma hanno già aderito Città del Messico, Copenaghen, Houston, Shanghai, Tianjin, Vancouver e Johannesburg. Durante l’incontro si è prospettato un prossimo coinvolgimento anche della capitale italiana.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma la Raggi …e qui comando io…!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2016

raggiEra intuibile che a Roma, con l’elezione della Raggi, si sarebbero scatenati i poteri forti, abituati a confrontarsi con i poteri politici in condizione di superiorità delinquenziale. Una giovane di belle speranze, ma di pochissima esperienza, si ritrova, adesso a dover scalare un sesto grado a mani nude, con “competitor” che dall’alto le scagliano sassi e nascondono la mano. Non può godere neanche dell’appoggio del suo schieramento, perché quei pochi che hanno potere decisionale, non riescono a mettersi d’accordo tra di loro, convinti, ognuno per conto proprio, di possedere le chiavi della buona amministrazione.
Gli esempi di MALA-AMMINISTRAZIONE, invece, sono tanti quelli che coinvolgono i 5 stelle, da Parma a Gela, con sindaci colpevoli di pensare con la propria testa, espulsi, perchè tra i cinque stelle di testa pensante deve essercene una sola, e non è certo la migliore disponibile.
Il sindaco di Gela, Messinese, ha suggerito alla Raggi di pensare con la sua testa, anche se lui stesso che lo ha fatto, ha pagato con l’espulsione, il tentativo ritenuto colpevole di “lesa maestà”.
Non è credibile che in una città cosmopolita come Roma, ricchissima di storia, non esistano persone oneste, in grado di gestire l’amministrazione comunale alla luce del Bene Comune; non è credibile e, di conseguenza, non è accettabile, che i nomi che circolano sono sempre gli stessi, transitati da un governo colluso ad un altro corrotto. Personaggi indicati, anche se ancora non scelti, per soddisfare le esigenze di ben identificati gruppi di potere, che agiscono nella penombra del malaffare. In mezzo ad un tale baillame non riesce ad emergere, né con la volontà né con l’esercizio del potere che le ha dato il popolo elettore, questa fanciulla che, finora ha esposta se stessa in foto che la ritraggono con tanto di fascia tricolore, sorridente e, (quasi) soddisfatta di se stessa. Il decisionismo della Appendino a Torino non deve illudere nessuno, perché sta correndo il rischio di venire espulsa dal M5S, sempre con la medesima accusa di lesa maestà, con l’aggravante della penalità di 250 mila euro da versare nelle casse del Movimento.
Quanti si sono riversati a votare M5S, speranzosi di assistere ad una inversione di rotta, si mettano l’animo in pace (direbbe Renzi “…. di stare sereni”), perché l’itinerario che si sta presentando ha solo una variabile, “di male in peggio !”, con Di Maio che aspira alla poltrona di Renzi. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le 4 mostre fotografiche da non perdere a Roma questa estate

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2016

mostra a romaRoma. È un’estate ricca di grandi mostre per gli appassionati della fotografia che visiteranno Roma nelle prossime settimane. Sono molteplici infatti gli eventi che vedranno protagoniste le opere dei grandi maestri della fotografia internazionale. Per non perdere nessun appuntamento importante, abbiamo chiesto aiuto al fotografo Andrea di Cienzo (www.andreadicienzo.it, studio in via dei Giovi, 3 – Roma), recente vincitore del Wedding Awards 2016 per la sezione fotografia di Roma, che per noi ha ci racconta le 4 migliori mostre fotografiche della capitale. Extraordinary Visions. L’Italia ci guarda Al Museo Maxxi si raccontano i 70 anni della Repubblica italiana in 150 fotografie. Sono 40 i maestri della fotografia scelti dai curatori del Maxxi che hanno deciso di raccontare in questi anni l’Italia con i loro scatti fotografici. Tra gli artisti coinvolti Letizia Battaglia, Gianni Berengo Gardin, Mimmo Jodice, Mustafa Sabbagh, Ferdinando Scianna, Ugo Mulas, Mario Cresci e molti altri maestri internazionali della fotografia. Il percorso di mostra si articola in quattro sezioni, arricchite da video, photoscreening e da un focus alle ricerche che contaminano i linguaggi del video e della fotografia. Le sezioni in cui è suddivisa della mostra sono Arte Architettura Cultura, Res Publica, Paesaggi contemporanei e Città Comunità Lavoro. Dal 2 giugno al 23 ottobre 2016 Fondazione Maxxi Via Guido Reni 4a, Roma 06 3201954 Domon Ken La fotografia realista giapponese di Domon Ken viene celebrata in una mostra presso il museo dell’Ara Pacis. In mostra ci sono circa 150 fotografie del maestro, realizzate tra gli anni Venti e gli anni Settanta del ‘900, che raccontano il percorso di ricerca verso il realismo sociale. Dai primi scatti, prima e durante la seconda guerra mondiale, che mostrano la visione legata al fotogiornalismo e alla fotografia di propaganda, passando dalla fotografia di ambito sociale, la mostra ripercorre la produzione di Domon Ken fino all’opera chiave che documenta la tragedia di Hiroshima, alla quale il fotografo si dedicò come rispondendo ad una chiamata e ad un dovere umanitario.
Dal 27 maggio al 18 settembre 2016 Tutti i giorni 9.30-19.30 Museo dell’Ara Pacis Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli) Tel. 06 0608 Il mondo così come appare Fino al 30 luglio presso la galleria 1/9 Unosunove sono in mostra le opere di 5 fotografi, tutti risalenti in un modo o nell’altro alla figura di Luigi Ghirri, uno dei più grandi fotografi italiani del ‘900, capace di raccontare i nostri paesaggi e le nostre città in un modo così poetico come mai nessuno era riuscito a fare prima di lui. È la prima collettiva interamente dedicata alla fotografia italiana degli ultimi decenni che si rifa alla corrente artistica del Viaggio in Italia ed a Luigi Ghirri. In mostra le fotografie di Guido Guidi, Vittorio Fossati, Cesare Ballardini, Paola de Pietri e Marcello Galvani. I 5 autori mostrano una comune visione della fotografia ed un percorso comune fatto di affinità e frequenti collaborazioni. Fino al 30 luglio 2016 Il mondo così come appare 1/9 UNOSUNOVE Via degli Specchi 20, Roma 06 97613696 Gianni Berengo Gardin. “Vera fotografia”. Reportage, immagini, incontri È una mostra antologica di Gianni Berengo Gardin che si tiene al Palazzo delle Esposizioni. La mostra ripercorre la lunga carriera di Gianni Berengo Gardin (Santa Margherita Ligure, 1930), il fotografo che forse più di ogni altro ha raccontato il nostro tempo e il nostro Paese in questi ultimi cinquant’anni. La sua vita e il suo lavoro costituiscono una scelta di campo, chiara e definita: fotografo di documentazione sempre, a tutto tondo e completamente. Essere fotografi per Berengo Gardin significa assumere il ruolo di osservatore e scegliere un atteggiamento di ascolto partecipe di fronte alla realtà, come hanno fatto i grandi autori di documentazione del Novecento. In mostra sono esposti i suoi principali reportage. Accanto alle celebri immagini, altre poco viste o inedite propongono nuove chiavi di lettura per comprendere il suo lavoro e il ruolo di visione consapevole della realtà che una “vera fotografia” può offrire. Dal 19 maggio al 28 agosto 2016 Palazzo delle Esposizioni Via nazionale 194, Roma (foto: mostra a roma)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale. Giubileo, via Marsala e i lavori che dovevano essere terminati a dicembre scorso

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2016

?????????????

?????????????

Dovevano essere completati il 7 dicembre scorso, il giorno prima dell’inizio del Giubileo, ma i lavori non sono completati (foto). Si tratta di appena 300 metri di via Marsala, una strada che costeggia la Stazione Termini. “Lavori di riordino, ripristino e riqualificazione della sede stradale”, come si legge sul cartello ma, come si vede nelle foto, e’ tutto all’aria a ben sette mesi dal termine indicato dal cartello stesso. Eppure, in quel periodo a governare Roma c’e’ stato un commissario, cioe’ un dictator, con i poteri del Sindaco, della Giunta e del Consiglio comunale, il che doveva consentire il termine dei lavori entro la data stabilita. Nulla da fare.Ci chiediamo con quale responsabilita’ si propongono le Olimpiadi del 2024; se non si riesce a sistemare una strada, come si puo’ pensare di organizzare un evento e realizzare infrastrutture? In quale mondo vivono i proponenti? Su Marte? (foto: via marsala)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La medicina di precisione

Posted by fidest press agency su martedì, 5 luglio 2016

tor vergata universitàRoma Università Tor Vergata. Saranno le scienze omiche (come la Genomica, la mappatura del patrimonio genetico, la Proteomica, lo studio dell’insieme di proteine espresse nelle nostre cellule, e la Metabolomica, lo studio dei prodotti finali del metabolismo) a costituire gli strumenti per la medicina di precisione. Lo afferma il Prof. Marcello Ciaccio, presidente della SIBioC (Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica), che domani terrà un intervento nell’ambito del Corso “Medicina di laboratorio 2020” di cui è Presidente e Responsabile Scientifico il Prof. Sergio Bernardini. Il corso si terrà a Roma, presso l’università Tor Vergata, alla presenza di oltre 200 partecipanti, tra i maggiori esperti nazionali del settore. Sotto i riflettori, argomenti come l’impatto della Medicina di Laboratorio sulla diagnosi e la cura personalizzata per ogni singolo paziente e la necessità di riorganizzazione del sistema dei laboratori. “Le scienze ‘omiche’ – spiega il prof. Ciaccio – permetteranno di conoscere una serie di dettagli molecolari degli eventi fisiologici e patologici che porteranno ad applicazioni cliniche di grande importanza. Per esempio, in futuro sarà possibile in alcuni casi comprendere e prevedere perché la stessa malattia si presenta in individui differenti con diversa sintomatologia clinica e severità, perché risponde diversamente al trattamento terapeutico. Il futuro è nella ‘medicina di precisione’ o ‘medicina personalizzata’, che permetterà di personalizzare le terapie, i protocolli diagnostici e la prognosi del malato”.
Altro punto di estremo interesse è quello della riorganizzazione dei laboratori dal punto di vista logistico e strumentale in relazione a diversi parametri. “L’accentramento e l’accorpamento dei laboratori clinici dipendono da considerazioni geografiche, sociali, organizzative che possono variare in base al contesto regionale in cui si realizzano – spiega ancora il prof. Ciaccio. L’accentramento dei servizi sanitari, infatti, deve fare i conti in Sicilia, come anche in altre regioni italiane, con una viabilità difficoltosa in alcune parti del territorio per ragioni geografiche e non solo. Va anche considerato che l’alta specializzazione, per definizione, può realizzarsi solo in quei laboratori in possesso di adeguate risorse umane e dotazioni strumentali, in grado, dunque, di essere considerati centri di riferimento per determinate prestazioni. Si tratta, ad esempio, della metabolomica, delle nuove tecnologie di sequenziamento come la Next Generation Sequencing (NGS), delle nuove opportunità in campo di Medicina Rigenerativa fornite dall’uso delle cellule staminali. Nella definizione della dotazione delle apparecchiature all’avanguardia si deve tener conto del rapporto costo/beneficio ottimale che si basa sul vantaggio che il paziente riceverà dall’utilizzo delle suddette strumentazioni. Valutazione che viene fatta tramite la nuova scienza Health Tecnology Assessment (HTA) che permette di analizzare le implicazioni cliniche, sociali, organizzative, economiche, etiche e medico-legali di una tecnologia. Durante il Corso che si terrà a Roma discuteremo della possibilità di realizzare una configurazione dei laboratori diversa da quella attuale. Parleremo di ciò che di buono, o di eccellente, già esiste nella nostra realtà, e della possibilità che questo costituisca un punto di partenza per lo sviluppo futuro. A questo proposito, è utile ricordare che in Italia esistono già alcuni centri di eccellenza come il San Raffaele a Milano, il CEINGE di Napoli, la Cattolica di Roma, lo IEO, alcuni centri Telethon, per citarne solo alcuni. La presenza di queste eccellenze deve essere motore di nuove sinergie, tenendo sempre conto della qualità dei servizi sanitari offerti al paziente” conclude il prof. Ciaccio.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva di acquarellisti

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2016

acquerelliacquerelli1Roma Galleria della Tartaruga – via Sistina, 85/a martedì 5 luglio 2016 ore 18.00 Durata della mostra: dal 5 al 14 luglio 2016 Orario d’apertura: 10-13 e 16.30-19.30 – Chiuso i festivi ed il lunedì mattina. La Galleria della Tartaruga ospita una mostra collettiva di pittori acquarellisti ormai giunta alla XXX edizione, un appuntamento quindi consueto e che ogni volta propone nuovi autori e nuovi metodi interpretativi di questa tecnica tanto fascinosa e difficile quanto più desueta, purtroppo, al giorno d’oggi.
Partecipano alla mostra i seguenti artisti: Corrado Angelo, Paola Benelli, Etty Bruni, Edda Carminucci, Claudio Castiglioni, Anna Coppi, Fausta D’Ubaldo, Claudio Falasca, Cristina Giammaria, Luisa Grifoni, Anna Maria Guidantoni, Paolo Lattanzi, Gabriella Morbin, Roberta Petrangeli, Francesco Puglia, Eleonora Vetromile. (foto: acquerelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma è ancora senza giunta comunale

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2016

campidoglio“Bloccata dai veti e dalle guerre intestine tra i vari staff e Direttori del M5S. Questa sarebbe la famosa diversità grillina? A me sembra siano cose da vecchia, vecchissima politica. Siamo addirittura, e i quotidiani oggi sono lì a testimoniarlo, a veri e propri dossieraggi. Che impediscono la nascita della giunta capitolina. Siamo al ridicolo che, purtroppo, diventa tragico per questa città. Che ha bisogno di ripartire. Auguri Roma!”. Così il senatore del Pd, Stefano Esposito commenta alcuni articoli apparsi sui quotidiani questa mattina, in merito alla mancata definizione della giunta Raggi a Roma. (n.r. Se proprio la Raggi vuole evitare che sui nomi candidabili in giunta si possano incrociare i veti da parte dei soliti “anonimi” competitors, perché non cerca i rappresentanti tra le tante persone oneste che, nonostante tutto, continuano a popolare la capitale anche se non hanno la “patacca” di fedelissimi o quanto altro?)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni comunali a Roma: Vittoria penta stellata, ora “damose da fa”

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2016

buche stradali romaRoma. Più chiara di così la vittoria penta stellata alle elezioni comunali a Roma non poteva essere: conquistato il Comune e 12 dei quattordici Municipi. Vittoria di una sola lista, senza apparentamenti e inciuci successivi.
Ora “damose da fa”, come diceva Giovanni Paolo II. Dopo un prima fase di consegna degli appalti sospetti alla Procura della Repubblica e relativo clamore mediatico, i romani attendono risposte concrete. A giustificazione delle difficoltà ad affrontare e risolvere i problemi e’ inutile sostenere “ci hanno lasciato una città ridotta in condizioni pietose”. Di questo i romani sono consapevoli e per questo hanno votato penta stellato. Ora vogliono soluzioni. Ne suggeriamo una: la pulizia dei tombini e caditoie, prima che arrivi la stagione delle piogge. Perchè questa operazione e’ importante? Oltre agli allagamenti di vie e piazze e agli incidenti automobilistici, determinati dal mancato deflusso dell’acqua piovana, si verifica un danno al manto stradale, determinato dalla insinuazione dell’acqua tra gli interstizi stradali, che provoca le famigerate buche che hanno fatto la dannazione dei cittadini.Vediamo se la Sindaca, Virginia Raggi, sapra’ dare risposte concrete. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 50 follower