Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Posts Tagged ‘romani’

Nuovo incontro biblico sulla Lettera ai Romani

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 ottobre 2019

Roma Lunedì 21 ottobre 2019 – ore 18.30 Libreria Paoline Multimedia International Via del Mascherino, 94 Prosegue, presso la Libreria Paoline Multimedia International il nuovo ciclo di incontri di riflessione biblica guidati dal noto biblista don Romano PENNA. Questo il programma dei prossimi incontri:
Lunedì 21 ottobre 2019 L’evangelo di una imprevedibile giustizia di Dio (Rm 1,1-17)
Lunedì 25 novembre 2019 Dio e l’uomo fuori dell’evangelo (Rm 1,18-3,20)
Lunedì 20 gennaio 2020 Il giro di boa: Gesù Cristo e la fede in lui (Rm 3,21-31)
Lunedì 10 febbraio 2020 Abramo e Adamo diversamente orientati a Cristo (Rm 4,1-5,21)
Lunedì 16 marzo 2020 Il battesimo apre ad una vita immersa in Cristo (Rm 6-8)
Lunedì 20 aprile 2020 Funzione e destino del popolo di Israele (Rm 9-11)
Lunedì 18 maggio 2020 La componente etica dell’identità cristiana (Rm 12,1-15,13)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Romani e futuro: realisti ma ottimisti

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 marzo 2019

Aumento delle tasse, costo della vita, pensioni basse, precarietà del lavoro: tutto questo fa ancora paura ai romani, ma nonostante tutto affrontano il futuro con moderato ottimismo. Secondo l’ultima ricerca dell’Osservatorio Sara Assicurazioni1, la compagnia assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia, più della metà degli intervistati (54%) affronta il proprio futuro dal punto di vista economico in modo positivo.Se il 36% prevede di mantenere l’attuale tenore di vita nel prossimo futuro, una buona parte dei romani si riconosce tra quel 20% di intervistati che ammette di vedere nel proprio futuro minori disponibilità economiche, ma che con un po’ di accortezze, si saprà adattare. Il 18% pensa che avrà disponibilità economiche superiori rispetto a quelle attuali, l’11% ha risposto di vivere nell’incertezza mentre un altro 19% si dichiara pessimista e teme che le proprie disponibilità economiche saranno inferiori a quelle attuali.In che modo, secondo gli intervistati, ci si può garantire un futuro migliore? Una buona fetta di romani vede di buon occhio l’utilizzo delle forme di pagamento rateali, sia perché consentono di acquistare con calma (21%), sia perché permettono di gestire meglio il bilancio familiare (36%). C’è chi invece è più propenso alla sottoscrizione di diverse forme di risparmio o previdenza, tra cui spicca il fondo pensione, preferito dal 41% degli intervistati, seguito dall’acquisto di immobili (31%) e dai prodotti assicurativi di investimento, specie quelli collegati a gestioni separate e quindi sicuri, e i piani individuali di risparmio per il 23%.D’altra parte, ricorrere a una forma di risparmio può aiutare ad affrontare il futuro con più serenità e a porsi degli obiettivi anche a medio/lungo termine, come dimostrano i dati: il 56% dei romani infatti ammette di voler mettere da parte una somma sufficiente per affrontare eventuali imprevisti, il 40% vuole invece mantenere l’attuale tenore di vita. Grande attenzione verso i figli: il 41% vuole essere certo di poter aiutare i propri figli in un futuro, mentre il 18% non vuole gravare su di loro in caso di perdita di lavoro o di pensione bassa.E a proposito di pensione, quest’ultima risulta essere uno dei fattori che preoccupano di più i romani in questo momento: al primo posto nei loro pensieri si trova la paura di spese impreviste (53%), seguita, appunto, dalla prospettiva di una pensione bassa (42%) e dai fattori fiscali ed economici (35%).A chi rivolgersi, dunque? Quasi la metà dei romani (44%) si affiderebbe alla propria banca o a un consulente mentre il 26% chiederebbe consiglio ad una compagnia di assicurazioni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I romani alla prese con il loro sindaco

Posted by fidest press agency su martedì, 18 dicembre 2018

Da quando la prima donna è stata eletta sindaco della città eterna i miei amici sparsi nel mondo hanno avuto un motivo in più per contattarmi e chiedermi cosa ne pensassi, ma soprattutto se fosse in grado d’affrontare la pesante eredità lasciata dai suoi colleghi maschi. In tempi più ravvicinati mi hanno stuzzicato su quelli che hanno ritenuto dei plateali insuccessi nel non aver risolto problemi quali la nettezza urbana, le buche stradali, i mezzi pubblici di trasporto urbano, la cura dei parchi e dei giardini e i vari “scoop giornalistici” sui topi che scorrazzano su cumuli d’immondizie abbandonati accanto ai cassonetti, le pecore che brucano l’erba dei siti archeologici e amenità del genere. Cosa avrei dovuto rispondere? Che fosse tutto falso? Mi son limitato ad una timida difesa sul fatto che la sindaca avesse ereditato una città in stato comatoso e che i rimedi, complice la burocrazia, richiedessero più tempo per essere realizzati. Al tempo stesso mi son chiesto dove i miei amici hanno attinto tante “lucubri” messaggi dello sfacelo romano e se non ci fosse lo zampino disfattista di una certa classe politica che marcia impettita e anacronistica sul “tanto peggio tanto meglio”. Dopo tutto molte altre grandi città del mondo non stanno meglio di Roma ma in molti casi si lavano i panni sporchi in casa. Non è che io condivida del tutto questa logica del nascondere la polvere sotto il tappeto, ma avrei preferito che dai palazzi della politica romana ci fosse la consapevolezza che il discredito profuso a piene mani rischia di lasciare una traccia indelebile sulla storia della città eterna e finisce con il pregiudicare anche il buono che potrebbe essere prodotto. Ma di là delle critiche che si possono fare, giusto o ingiuste che siano, a mio avviso la colpa più grave che imputo alla sindaca è la sua incapacità d’entrare in sintonia con i suoi amministrati. Molti la considerano un oggetto estraneo che sa amministrare e vivere i sentimenti dei romani entro le quattro mura del palazzo e non tra gente andando dove pulsa il cuore dei romani e a capire che è opportuno far sentire i problemi esistenti cercando un coinvolgimento popolare. Intendo dire che molti sono gli occhi che osservano ma molti pochi sono quelli che riescono a dialogare con gli uffici competenti per segnalare, ad esempio, i cassonetti dimenticati nella raccolta rifiuti e che traboccano, le buche stradali ecc. Questo perché manca un’interfaccia sensibile e pronta a recepire i messaggi e ad intervenire per farsi carico del disservizio e a porvi riparo. Probabilmente non è del tutto la soluzione del problema ma di certo aiuta i romani a rendersi conto che gli affanni della capitale non si risolvono con la critica asettica e talvolta ingenerosa ma con il coinvolgimento consapevole e diretto di chi vi abita. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raggi, i romani e i media

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 luglio 2018

I difficili rapporti tra i romani e gli amministratori locali sanno di antico e sono stati quasi sempre conflittuali. Cosa avrebbe potuto assicurarci un cambiamento con l’attuale gestione del Campidoglio con la prima donna sindaco? Alle sue spalle, tra l’altro, ha un Movimento che si è conquistata la fama d’essere costituito da persone oneste e di buona volontà e soprattutto fortemente critico con gli inciuci partitici del passato.
Se vado a ritroso, diciamo, fino a trenta-trentacinque anni fa e poi risalgo la china sino a tutt’oggi con la lettura della cronaca locale e rispolverando il mio archivio personale mi sembra di fare copia-incolla con i malanni odierni. E allora perché tanta intolleranza per certi problemi tuttora irrisolti come se la Raggi possedesse la bacchetta magica della fatina e che con un colpetto qua e là potesse offrirci in un baleno uno spaccato della capitale nuovo di zecca? Ma a questo punto mi chiedo: sta proprio qui l’origine di tanta insofferenza che si percepisce tra la gente? O è qualcosa che si accumulata nel tempo e che ora l’attesa, sia pure giustificabile, non è più tollerata?
Di certo posso dire che il feeling con i romani ha perso consistenza e le voci di dissenso crescono anche tra gli stessi iscritti al Movimento 5 Stelle sebbene la posizione ufficiale è di pieno sostegno alla Raggi.
A questo punto non mi interessa tanto elencare le cose che continuano ad andare male, ma di capire l’irrequietezza dei romani per una sindaca che non sentono più rappresentativa, di fiducia e, a dispetto delle avversità, da sostenere. E’ forse colpa dei media che non perdono occasione per attaccarla ferocemente? Forse, sebbene nutra in proposito qualche dubbio. La mia convinzione è di tutt’altra natura. La Raggi, a mio avviso, ha perso il contatto con i romani, non parla con loro, ma lo fa solo a mezzo stampa e in forma del tutto asettica, non espone loro con franchezza i suoi crucci di amministratrice. Mesi fa suggerii in proposito alla sindaca di coinvolgere i romani nella gestione pubblica, di renderli in qualche modo compartecipi coinvolgendo il volontariato, la disponibilità di chi, come i pensionati, hanno la possibilità d’osservare e di riferire e di permettere loro di comunicare e di trovare dall’altra parte della cornetta chi prende nota dell’informativa e agisca di conseguenza in tempo reale. Roma è o non è dei romani, da chi da anni vi risiede e aggiungerei dei turisti, di quelli che l’amano e non la sporcano? (Riccardo Alfonso direttore agenzia stampa Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Romani: tutti in piazza per la “zuppa della Bontà”

Posted by fidest press agency su martedì, 12 settembre 2017

Roberto ValbuzziRoma, il 30 settembre e l’1 ottobre, Giornata mondiale di lotta alla povertà (che si celebra ogni 17 ottobre). A Roma si chiama zuppa della Bontà, ed è giunta alla sua terza edizione, e nasce con l’obiettivo di raccogliere fondi per offrire assistenza e pasti caldi a migliaia di persone senza dimora durante il periodo invernale.I volontari scenderanno in piazza nei principali luoghi di passaggio della città (l’elenco di tutte le piazze si trova sul sito lazuppadellabonta.it) per offrire una confezione di zuppa della Bontà, a fronte di una piccola donazione, a chi vorrà portare in tavola un piatto speciale da consumare insieme ai propri cari e, insieme, dare un aiuto alle persone senza dimora. Presso i banchetti di Progetto Arca si potranno scegliere tre gustosi tipi di zuppe (minestrone alla veneta, zuppa d’orzo e minestrone alla montanara) prodotte dall’azienda Pedon. Solo nell’ultimo Zuppa della Bontàanno Progetto Arca ha assistito 80.000 persone nei centri di accoglienza, negli appartamenti per l’integrazione e durante le unità di strada, distribuendo circa 2 milioni di pasti.
Quest’anno, inoltre, per festeggiare la terza edizione dell’iniziativa, la onlus lancia il Contest della Bontà, concorso di cucina che permette ad aspiranti cuochi dal cuore solidale di cimentarsi in cucina per una buona causa. Per partecipare basta inventare una ricetta di una zuppa a base di legumi e cereali, preparala e iscriversi su http://www.lazuppadellabonta.it/contest-della-bonta/. C’è tempo fino al 17 settembre.
Gli autori delle ricette più originali si sfideranno in piazza a Milano sabato 30 settembre 2017 affiancati da Roberto Valbuzzi, Chef de La Prova del Cuoco e testimonial de la zuppa della Bontà. La squadra vincitrice si aggiudicherà una cena degustazione per 3 persone presso il Ristorante di Roberto Valbuzzi Crotto Valtellina (Via Fiume 11, Malnate – Varese). In palio per i secondi classificati invece un incontro degustazione e due LAB Experience presso Eataly Smeraldo (Piazza XXV Aprile 10, Milano). (foto: Roberto Valbuzzi, Zuppa della Bontà)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Raggi i romani e i media

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 agosto 2017

roma10I difficili rapporti tra i romani e gli amministratori locali sanno di antico e sono stati quasi sempre conflittuali. Cosa avrebbe potuto assicurarci un cambiamento con l’attuale gestione del Campidoglio con la prima donna sindaco? Alle sue spalle, tra l’altro, ha un Movimento che si è conquistata la fama d’essere costituito da persone oneste e di buona volontà e soprattutto fortemente critico con gli inciuci partitici del passato. Se vado a ritroso, diciamo, fino a trenta-trentacinque anni fa e poi risalgo la china sino a tutt’oggi con la lettura della cronaca locale e rispolverando il mio archivio personale mi sembra di fare copia-incolla con i malanni odierni. E allora perché tanta intolleranza per certi problemi tuttora irrisolti come se la Raggi possedesse la bacchetta magica della fatina e che con un colpetto qua e là potesse offrirci in un baleno uno spaccato della capitale nuovo di zecca? Ma a questo punto mi chiedo: sta proprio qui l’origine di tanta insofferenza che si percepisce tra la gente? O è qualcosa che si accumulata nel tempo e che ora l’attesa, sia pure giustificabile, non è più tollerata? Di certo posso dire che il feeling con i romani ha perso consistenza e le voci di dissenso crescono anche tra gli stessi iscritti al Movimento 5 Stelle sebbene la posizione ufficiale è di pieno sostegno alla Raggi. A questo punto non mi interessa tanto elencare le cose che continuano ad andare male, ma di capire l’irrequietezza dei romani per una sindaca che non sentono più rappresentativa, di fiducia e, a dispetto delle avversità, da sostenere. E’ forse colpa dei media che non perdono occasione per attaccarla ferocemente? Forse, sebbene nutra in proposito qualche dubbio. La mia convinzione è di tutt’altra natura. La Raggi, a mio avviso, ha perso il contatto con i romani, non parla con loro, ma lo fa solo a mezzo stampa, non espone loro con franchezza i suoi crucci di amministratrice. Mesi fa suggerii in proposito alla sindaca di coinvolgere i romani nella gestione pubblica, di renderli in qualche modo compartecipi impegnando il volontariato, la disponibilità di chi, come i pensionati, hanno la possibilità d’osservare e di riferire e di permettere loro di comunicare e di trovare dall’altra parte della cornetta chi prende nota dell’informativa e agisca di conseguenza in tempo reale. Roma è o non è dei romani, da chi da anni vi risiede e aggiungerei dei turisti, di quelli che l’amano e non la sporcano? (Riccardo Alfonso direttore agenzia stampa Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio: A proposito degli incarichi esterni e il loro costo per i romani

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 luglio 2017

campidoglioRoma. Gli incarichi esterni a tempo determinato attualmente conferiti da Roma Capitale, ex art. 90 ed ex art. 110 del Tuel (rispettivamente collaboratori di staff degli organi politici e dirigenti a tempo determinato o figure di alta specializzazione), sono diminuiti rispetto a quelli registrati nel corso delle precedenti amministrazioni.
È quanto rende noto il Campidoglio in merito alle notizie oggi riportate da organi di stampa.Mettendo a confronto i numeri, forniti dal Dipartimento Risorse umane, risultano ad oggi in essere 50 contratti ex art. 90 per collaboratori di staff di sindaca e assessori mentre non è stato ancora sottoscritto alcun contratto ex. art. 110 per dirigenti a tempo determinato o figure di alta specializzazione. Durante il mandato del sindaco Ignazio Marino furono attivati 153 contratti (95 ex art. 90 e 58 ex art. 110). Nell’ultimo anno e mezzo di mandato del sindaco Gianni Alemanno risultavano stipulati 158 contratti (92 per staff e 66 per dirigenti e alte specializzazioni). Quanto alla spesa annua per gli incarichi esterni, comprensiva di compensi lordi e oneri di legge, si passa dai circa 12 milioni di euro del 2012 ai 7 milioni del 2013, per finire con i 5,6 milioni del 2014 e gli oltre 5 milioni del 2015. I contratti attualmente stipulati dall’attuale amministrazione capitolina prevedono una spesa annua di poco più di 3,5 milioni di euro.
In particolare dirigenti esterni e alte specializzazioni, al momento non presenti in Campidoglio, venivano assegnati non solo agli organi politici ma anche alle strutture dipartimentali del Comune come l’Ufficio stampa.Con le ordinanze con cui è stato disposto l’ampliamento degli staff di sindaca e assessori si potrà eventualmente arrivare a un massimo di 99 collaboratori: un dato quindi inferiore rispetto al numero complessivo degli incarichi esterni conferiti nelle precedenti amministrazioni.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Degrado cimiteri romani

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 luglio 2017

cimitero-veranoValeria Campana la portavoce del Comitato Cimiteri Capitolini ci segnala che oggi pomeriggio presso l’Assessorato Ambiente a Porta Metronia un gruppo di cittadini romani presenterà l’ennesima protesta formale sia sul degrado in cui versano i cimiteri romani sia per il mancato riscontro alle continue segnalazioni che il comitato ha inoltrato all’amministrazione capitolina, all’assessorato competente e all’Ama. E’ una iniziativa che avremmo voluto non ci fosse e di certo non vi sarebbe stata se la sensibilità da sempre dichiarata a partire dalla sindaca Virginia Raggi e dal responsabile dell’assessorato competente e dalla stessa Ama si fosse tradotta in fatti concreti.
Perché non si ascoltano le giuste rimostranze dei cittadini come se si provasse gusto ad esacerbare gli animi? In questo modo si rende un cattivo servizio all’idea che i romani si erano fatta del vento del cambiamento che il Movimento cinque stelle ha più volte sostenuto con fermezza e ponendo al primo posto proprio la volontà di ascoltare i propri amministrati. Come dire? Si predica bene e si razzola male.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I Palazzinari romani non fanno più paura

Posted by fidest press agency su martedì, 16 Mag 2017

palazzina romanaRoma 19 maggio alle ore 9,30 presso l’Aula Adalberto Libera del Dipartimento di Architettura di Roma Tre e il il 23 maggio alle ore 9,30 presso la Fondazione Almagià in Via di Villa Patrizi, 11 in collaborazione con ACER e ANCE due convegni per mettere a confronto idee, progetti, stili e futuro della “Palazzina”, per conoscere meglio la sua storia, il suo abuso ma anche le sue inaspettate qualità d’Autore.Partecipano tra gli altri Paolo Portoghesi e Franco Purini.“La Palazzina romana, irridente e sbadata”, per la “dei Merangoli Editrice”, annovera contributi, tra gli altri, di Paolo Portoghesi e Franco Purini. “La palazzina non può essere considerata l’unica causa della bassa e/o inesistente qualità edilizia di molte costruzioni contemporanee. È ingiusto che tale negativa connotazione sia attribuita alle palazzine, sia da un punto di vista economico, sia da un punto di vista tecnico. Perché in effetti, se ben fatta, la palazzina romana rappresenta ancora oggi un’occasione straordinaria di architettura. A condizione che ad essa mettano mano architetti (o, più in generale, “tecnici”) capaci e autorevoli; gli stessi che in un passato, più o meno recente, hanno dato prova di abilità assoluta.” – ha dichiarato Alfredo Passeri. Una delle categorie più mal viste, sopratutto a Roma, è quella dei “palazzinari, ossia dei costruttori di palazzine. Spesso associati a brutture e corresponsabili quindi del degrado estetico ed urbanistico che attanaglia innegabilmente diverse parti della città. Ma le colpe della Palazzina (e dei palazzinari di conseguenza) sono tutte da dimostrare.
La questione ruota soprattutto attorno alla conoscenza e alla valorizzazione di tale tipo edilizio, per troppo tempo dimenticato e a lungo considerato con toni dispregiativi. Se un errore è stato commesso finora nei giudizi sulle palazzine del Novecento (soprattutto quelle d’autore), esso riguarda proprio la scarsa propensione a far appartenere tali beni alla categoria delle buone pratiche. (foto. palazzina romana)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Meleo: I romani e turisti potranno utilizzare più di 200 scooter elettrici eCooltra

Posted by fidest press agency su sabato, 29 aprile 2017

meleoIl nostro sogno è trasformare la Capitale d’Italia in una città in movimento. E sempre più green”. Così in una nota l’Assessora alla Città in Movimento Linda Meleo che oggi ha partecipato alla conferenza stampa di eCooltra per il lancio dello scooter sharing elettrico nella Capitale. “Dopo il successo avuto a Barcellona – spiega -, eCooltra lancia in contemporanea con Lisbona e Madrid il suo servizio di scooter sharing nella nostra città. E oggi abbiamo presentato la flotta colorata delle due ruote a zero emissioni a disposizione di romani e non. Usarli è semplice, comodo e sostenibile. È sufficiente scaricare l’app ‘eCooltra’ sul proprio smartphone e registrarsi per individuare lo scooter disponibile in quel momento più vicino, prenotarlo e guidarlo”.“Lo scooter, dotato di due caschi – aggiunge -, si accende senza chiave, attraverso il sistema chiamato Keyless Start/Stop con il pulsante collocato sotto il manubrio. Una volta completato il tragitto, posto lo scooter sul cavalletto, l’utente utilizzerà l’app sul proprio smartphone per mettere in pausa o terminare il noleggio”. “Nelle prossime settimane la flotta di scooter elettrici arriverà a toccare quota 240 e già il prossimo anno il Ceo di Cooltra MotosTimo Buetefisch ha annunciato l’intenzione di ampliarla ancora. Per una mobilità più sostenibile, smart e rispettosa dell’ambiente e della nostra città”, conclude Meleo.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

House sharing: il 34% dei romani è favorevole

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

RomaSecondo quanto emerge dall’ultima ricerca dell’Osservatorio di Sara Assicurazioni, la compagnia Assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia, infatti, un terzo dei romani (il 34%) si dice pronto a condividere la propria casa con nuovi ospiti, mettendo in comune spazi e ambienti, mentre un ulteriore 16% non esclude di farlo nel prossimo futuro.
Il dato è ancor più di rilievo se si considera che la casa resta ancora oggi il luogo per eccellenza della loro intimità, quello in cui ci si sente sereni e rilassati (78%), ma anche un bene affettivo (43%) da lasciare ai figli (19%).Se da un lato, dunque, una fetta importante di romani guarda con interesse all’house sharing, sono ancora numerosi quelli restii ad aprire la propria porta agli estranei (50%). Le ragioni? Il 32% non si fida di chi può entrare in casa, mentre il 18% afferma categoricamente di non essere intenzionato a condividere la propria abitazione con nessuno al di fuori della famiglia. Favorevoli o meno che siano, i romani ammettono che non sia facile condividere la propria casa con ospiti che non si conoscono: il 57%, infatti, teme di ospitare persone maleducate e poco rispettose, mentre il 38% ha paura di perdere la propria privacy.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto defibrillatori sui taxi romani

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 dicembre 2016

defibrillatoreRoma lunedì 12 dicembre alle ore 14.30 presso la Sala del Carroccio in Campidoglio, conferenza stampa di presentazione del progetto “Corsa contro il tempo” promosso dall’associazione Taxi Roma Capitale. Obbiettivo è la dotazione del maggior numero di taxi romani di defibrillatori, fornendo al contempo adeguata formazione ai tassisti che potrebbero trovarsi ad usare questa apparecchiatura salva-vita durante il servizio. All’appuntamento saranno presenti Giuseppe Basili, presidente di Taxi Roma Capitale, il consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia, Fabrizio Santori, il consigliere capitolino di Fdi Francesco Figliomeni, la dott.ssa Sabrina Ferri dell’Ares 118. Moderatore della conferenza sarà Luca Casciani.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Quando i Romani andavano in America”

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2015

scoprire roma1Roma mercoledì 16 settembre, alle ore 18.30, a Roma, al Circolo del Ministero degli Affari Esteri (Lungotevere Acqua Acetosa, 42) sarà presentato il volume “Quando i Romani andavano in America” di Elio Cadelo, pubblicato da Palombi Editori. Introdurrà l’ambasciatore Umberto Vattani. Interverranno:Giovanni Bignami, presidente Istituto Nazionale di Astrofisica, Franco Salvatori, presidente emerito Società Geografica Italiana, Maria Longhena, archeologa americanista e saggista, Fabrizio Pesando, docente di Archeologia della Magna Grecia e Antichità pompeiane ed ercolanesi, presso l’Università degli Studi “L’Orientale” di Napoli.La provenienza di molte delle nostre raffinatezze agro-alimentari che orgogliosamente esibiremo all’Expo di Milano, e che sono alla base della moderna cucina italiana, viene da molto lontano: tante nostre tradizionali coltivazioni furono importate dagli antichi Romani, che trasformarono l’Italia da una terra povera e boscosa nel giardino d’Europa.Lo si scopre nell’ultima edizione del libro di Elio Cadelo, “Quando i Romani andavano in America – Conoscenze scientifiche e scoperte geografiche degli antichi navigatori” (Palombi editori), in libreria da giugno. La Prefazione è di Giovanni Bignami, Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.Frutti quali i limoni, le pesche e le arance furono trapiantati dalla Cina, l’albicocca dall’Asia centrale, le ciliegie dal Mar Nero, le mandorle dalla Mongolia, la noce, la nocciola e la castagna dall’Asia Minore. E si potrebbe continuare a lungo. Ed è documentata anche la presenza del girasole come di altre piante di provenienza centro e sud-americana.I Romani importarono queste produzioni agricole in Italia da territori lontani, conquistati o anche solo esplorati, e allestirono così il più rigoglioso giardino dell’Occidente. Quando Roma diventò la superpotenza del Mediterraneo, le sue navi raggiunsero ogni angolo del mondo, anche l’America, da dove portarono indietro gli ananas e la mela di zucchero che troneggiano ben visibili sulle tavole imbandite affrescate a Pompei e in mosaici, statue e bassorilievi romani. Furono così i contadini dell’antica Roma a inventare l’agricoltura moderna e a differenziare ed acclimatare un incredibile numero di piante alimentari e ornamentali, come i cipressi, originari dell’estremo oriente. Sul piano militare e commerciale, i Romani furono soprattutto una grande potenza navale, tanto che costruirono navi commerciali e militari foderate di piombo, attrezzate proprio per la navigazione trans-oceanica. Le loro flotte giunsero fino all’Oceano Pacifico ed attraversarono l’Atlantico per attraccare in America.
Elio Cadelo, per la prima volta, grazie a ricerche di paleo-botanica e paleo-astronomia, alle nuove scoperte archeologiche e ad una attenta rilettura dei testi di Plinio, Plutarco, Virgilio, Sallustio, Diodoro Siculo e molti altri autori greci e latini, dimostra che tra le due sponde dell’Atlantico ci furono contatti e scambi, con numerose prove archeologiche e letterarie portate dalla nuova edizione del libro.
Elio Cadelo,Giornalista, divulgatore scientifico, per anni è stato la voce della scienza di RadioRai. Ha lavorato al Corriere della sera, al Mattino, è stato collaboratore di Panorama, Scienza Duemila, Epoca. Autore e coautore di numerose pubblicazioni quali: Un rito, un diavolo, due culture (Storia e Medicina Popolare); ha curato per Marsilio Idea di Natura, 13 scienziati a confronto, ha pubblicato Perché gli OGM (Palombi), con Luciano Pellicani Contro la Modernità – Le radici della cultura antiscientifica in Italia (Rubbettino). Premio ENEA 1999 per la divulgazione scientifica, è stato membro del Gruppo di lavoro sulla Informazione e Comunicazione in Biotecnologia del Comitato Nazionale per la Biosicurezza e le Biotecnologie della Presidenza del Consiglio.
Giovanni F. Bignami Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, scopritore delle prime sorgenti gamma del cielo, ha proposto il metodo, ora seguito in tutto il mondo, per la loro interpretazione è stato direttore scientifico della Agenzia Spaziale Italiana, direttore del Centre d’Etude Spatiale des Rayonnements del CNRS/Université de Toulouse (2003-2006), presidente del comitato scientifico dell’ESA. È membro della International Astronautics Academy, dell’Accademia Europea e dell’ Accademia dei Lincei.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinnovo ordine avvocati romani

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2012

Per gli avvocati di Roma Cambia tutto. Confermata la “rivoluzione” alle elezioni per il rinnovo dell’Ordine degli Avvocati di Roma Le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma si sono concluse con l’elezione di 13 Consiglieri della Lista Mauro Vaglio e 2 della Lista Insieme del Presidente uscente Antonio Conte.Dopo l’elezione al primo turno dell’Avv. Mauro Vaglio, che ha costituito un evento storico in quanto non si verificava da 32 anni, un altro segnale importante è venuto dall’Avvocatura romana: la volontà di cambiamento totale. Infatti, degli 11 Consiglieri uscenti della maggioranza che ha governato per il precedente biennio il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma solo 2 sono stati confermati, mentre la Lista Mauro Vaglio è passata da 4 Consiglieri a ben 13.”In questo momento di soddisfazione per un’affermazione di tale entità – dichiara l’Avvocato Mauro Vaglio – ritengo mio dovere ringraziare prima di tutto gli unici due candidati della Lista Mauro Vaglio che, per pochi voti, non sono riusciti a diventare Consiglieri dell’Ordine. Il merito di questo risultato è stato di tutti e 15 i candidati che negli ultimi due anni si sono messi al servizio dell’Avvocatura romana ed hanno dimostrato con i fatti che si può operare in modo concreto ed incisivo in favore della nostra categoria. Quello che si è verificato in queste elezioni può considerarsi una vera e propria “rivoluzione sociale”, legata evidentemente anche alla pesante crisi che si è abbattuta sulla società e sulla nostra professione. L’Avvocatura romana ha dimostrato che cambiare si può e che il peso della “base” torna ad essere determinante nello scegliere chi deve governare e tracciare la rotta per uscire dalla crisi. Non era mai successo, almeno a mia che l’elettorato forense decidesse di sostituire ben 9 Consiglieri dell’Ordine Uscenti . Questo è però un messaggio preciso per noi e che ci affida un compito enorme: traghettare la Categoria fuori dalla crisi e non deludere le aspettative che sono state riposte in noi. Naturalmente non ci tireremo indietro e con l’impegno di sempre affronteremo uno ad uno tutti i problemi che assillano gli Avvocati con l’aiuto di tutti coloro, tra i 23.000 iscritti all’albo di Roma, che vorranno dare il proprio contributo concreto e fattivo. Sarà un Consiglio dell’Ordine di tutti gli Avvocati ed opererà in coesione con l’Organismo Unitario dell’Avvocatura, con il Consiglio Nazionale Forense, con la Cassa Forense, con l’Unione Distrettuale del Lazio, con gli altri Consigli dell’Ordine territoriali, con tutte le altre Istituzioni Forensi e, soprattutto, con il mondo associativo di base. La ricchezza dell’Avvocatura è la sua molteplicità di componenti, ma se il numero di 250.000 Avvocati italiani fino ad oggi è stato un limite per la mancanza di una forte rappresentatività unica, lavoreremo in modo da conseguire quell’unità di indirizzo politico, indispensabile per contare nella società italiana. Non dimentichiamo che i numeri sono dalla nostra parte e che anche la “politica” dovrà rendersi conto che noi Avvocati italiani possiamo rappresentare un bacino di almeno 1.000.000 di voti. Non creda il mondo politico di poter continuare a tenerci fuori dalle decisioni che riguardano la nostra vita professionale e la sacrosanta tutela dei diritti dei cittadini. Con questo spirito di unità parteciperemo alle manifestazioni del 23 e 24 febbraio a Roma ed al Congresso Straordinario Forense di Milano del prossimo mese di marzo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Polverini e i tassisti romani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 gennaio 2012

Nyc taxi

Image via Wikipedia

Taxi. Polverini (Regione Lazio) alla Zanzara su Radio 24: “Aumentare le licenze, anche i tassisti devono capirlo. Fecero campagna elettorale per Alemanno, io invece non liscio il pelo a nessuno” “Quando i tassisti occuparono piazza Venezia con Veltroni feci in modo di garantire le licenze: mi metto dalla parte dei taxisti ma devono capire che con più licenze si lavora di più. Il taxi può diventare un mezzo pubblico come succede in tanti paesi. L’aumento delle licenze può essere un vantaggio anche per loro” Lo ha detto alla Zanzara su Radio 24, il Governatore della Lazio Renata Polverini. “I taxisti hanno fatto campagna elettorale per Alemanno, io invece non liscio il pelo a nessuno. – continua il presidente della regione Lazio a Radio 24 – Quando si parla in generale di liberalizzazioni si alzano tutti gli scudi. Certamente i tassisti vivono il territorio e come categoria sono appetibili per chi fa politica. Bisogna raggiungere un compromesso, fare una trattativa e cedere qualcosa da entrambe le parti” (Maria Luisa Chioda)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Redditi pensionati romani

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

Rome

Image by ryarwood via Flickr

Il 37% dei pensionati romani percepisce una pensione tra 500 e 1.000 euro Il Centro Studi Organizzati del Prenestino ha svolto un’indagine conoscitiva in materia di “Pensioni e Redditi” riguardante lavoro dipendente ed autonomo. Lo studio è stato condotto su un campione di 1.000 unità mediante interviste face-to-face nel periodo di riferimento ottobre/dicembre 2011. I dati raccolti evidenziano che il 37% dei pensionati contattati percepisce un importo mensile compreso tra 500 e 1.000 euro, il 22% meno di 500 euro, il 25% un importo compreso tra 1.000 e 1.500 euro, il restante 16% supera i 1.500 euro. Si è rilevato inoltre che a Roma per il 19% degli intervistati la pensione risulta essere l’unica fonte di reddito famigliare. Dall’indagine emerge che i redditi lordi da lavoro dipendente si concentrano, per il 50%, nella fascia 15.001 – 30.000 euro all’anno. I redditi lordi da lavoro autonomo risultano nel 30% dei casi inferiori a 10.000 euro (contro il 20% dei redditi da lavoro dipendente). Nel 21.5% dei casi sono superiori a 30.000 euro (contro il 14.4% dei redditi da lavoro dipendente).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Green Power” for the Romani in Transylvania

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2011

Memmingen, 05.09.2011 Solar energy distributors Phaesun GmbH from Memmingen/Germany have accomplished the “Green Power” project in August 2011 together with the initiative “Students in Free Enterprise” (short: SIFE) launched by the University of Regensburg. The project supports the Romani population in Romania providing 30 households in the villages Rosia, Nou and Daia in Transylvania with PicoPV systems for off-grid power supply. Phaesun donated the PicoPV systems. They provide a reliable electrical illumination and the possibility to load mobile phones and operate other small electrical applications. The SIFE students have been trained in the installation and reparation of the systems by Phaesun and immediately passed their knowledge on to the local project management inRomania where they could also practise their skills on the spot.
The project partners in Romania include the local administration, the author Eginald Schlattner, as well as two students from Rosia majoring in electrical engineering who are now able to finance their studies by a scholarship and the operation of a charging station. They are responsible for the proper functioning of the systems in the villages and operate central charging stations in grocery stores where households without electricity can reload their mobile phones and lamps with integrated batteries at a small charge.
Phaesun GmbH based in Memmingen/Germany has been specialising in the sale, service and installation of Off-Grid photovoltaic and wind power systems since it was founded in 2001. As one of the world’s leading system integrators of Off-Grid energy systems, Phaesun offers products of all reputable manufacturers in this trade. International project management, purposeful training courses for customers and technical support complete the range of services offered. Phaesun holds a subsidiary in France and can fall back on a worldwide partner and distribution network.
SIFE stands for Students In Free Enterprise and means an international organisation of students which tries to link social commitment with entrepreneurial activity. Since 2009, the SIFE group of the University of Regensburg has been mainly active in Eastern Europe.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Agnes: il dolore dei romani

Posted by fidest press agency su martedì, 31 Mag 2011

«Desidero esprimere il più profondo cordoglio, mio personale e della giunta capitolina, per la scomparsa del giornalista Biagio Agnes, uno dei grandi protagonisti nella storia del servizio pubblico radio televisivo italiano. Un uomo che ha impiegato le proprie energie con sensibile slancio verso il futuro, pur mantenendo un solido legame con la tradizione. L’informazione promossa dal grande entusiasmo di Agnes per un lavoro di qualità è stata e rimarrà un punto di riferimento inequivocabile per l’informazione del nostro paese». È quanto dichiara il sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agenda assessore comune Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

Roma 28/2/2011 Presidente Commissione Politiche Sociali e Famiglia TREDICINE Ore 15: Palazzetto Venezia – Sala delle Conferenze, piazza San Marco 51 Il presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia, Giordano TREDICINE, partecipa alla cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso “Ambasciatori dei Diritti Umani”, promosso dalla S.I.O.I. (Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale) e rivolto agli studenti delle scuole medie superiori

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Agenda assessori romani

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2010

Roma 8/11/2010 Assessore CROPPI  Ore 9.30: Sala del Caminetto – Fondazione Nuova Italia, via in Lucina 17 L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, porta i saluti alla conferenza “Esiliato, rifugiato, migrante. Temi dell’esilio e itinerari dall’Est”, promossa e organizzata dalla Fondazione Nuova Italia.
Ore 11.30: Palazzo delle Esposizioni-Sala Cinema, via Milano 9° L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, partecipa alla conferenza stampa di presentazione delle mostre MEXICO. “Teotihuacan. La città degli Dei” e “Carlos Amorales. Remix”.
Ore 12.00: Sala dell’Arazzo – Campidoglio,L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, partecipa alla conferenza stampa di presentazione della trentaquattresima edizione del Roma Jazz Festival in programma dall’11 al 30 novembre 2010. Intervengono il presidente e l’amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, Gianni BORGNA e Carlo FUORTES, e il direttore artistico del festival, Mario CIAMPÀ.
Ore 18.30: Palazzo delle Esposizioni-Sala Cinema, via Milano 9° L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, partecipa alla inaugurazione delle mostre MEXICO.“Teotihuacan. La città degli Dei” e “Carlos Amorales. Remix”.
Annotazione: l’ufficio stampa del Campidoglio ci informa: per errore tutti gli appuntamenti dell’Assessore Croppi, segnalati in agenda per oggi, sabato 6 novembre, si terranno lunedì 8 novenmbre 2010. Rinviamo quindi l’agenda dell’assessore con gli incontri previsti per Lunedì 8 novembre

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »