Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘rome celebration’

Giornata mondiale delle Epatiti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 novembre 2011

English: Human Liver Bahasa Indonesia: Hati Ma...

Image via Wikipedia

La giornata è stata scandita da due eventi: in mattinata la “Conferenza sulle Epatiti” organizzata dal Ministero della Salute, e nel pomeriggio la “Rome Celebration” in collaborazione tra il Comune di Roma e Alleanza contro l’Epatite, presso la Sala Protomoteca del Campidoglio. Ivan Gardini, Presidente EpaC Onlus, Associazione di pazienti epatopatici, che, alla Conferenza sulle Epatiti, ha presentato una sintesi del progetto “prevenzione epatite” finanziato dal Centro Nazionale per la prevenzione e il Controllo delle Malattia (CCM), afferma: ‘’Con la risoluzione 63.18 sulle epatiti, l’OMS chiede agli stati membri di ufficializzare e celebrare la giornata mondiale sull’epatite. E’ stata riconosciuta e premiata l’insistenza di centinaia di associazioni sparse in tutto il mondo che hanno chiesto a gran voce impegni chiari e precisi per ridurre il peso economico e sociale di questa temibile patologia. L’associazione EpaC onlus, che tutela i malati di epatite virale italiani, plaude a questa prima giornata organizzata dal Ministero della Salute in collaborazione con Società scientifiche, Istituzioni e Associazioni di pazienti. Nel nostro paese, l’epatite coinvolge 4-5 milioni di persone, contando pazienti e familiari. Stiamo vivendo un momento importante e delicato per la cura del malati di epatite virale: anno prossimo saranno commercializzati nuovi farmaci innovativi per curare gran parte dei pazienti. L’impatto economico sarà particolarmente elevato, e potrebbe condizionare l’accesso alle cure per molti ammalati. Per molti pazienti – quelli più a rischio – provare i nuovi farmaci è fondamentale: può fare la differenza tra vivere o morire. Parliamo di pazienti con cirrosi avanzate, in lista per il trapianto, trapiantati di fegato, coinfetti con HIV. Decine di migliaia di persone, un vero esercito. I nuovi farmaci devono essere approvati dall’Agenzia del Farmaco con urgenza. Non è tollerabile che in altri paesi come America, Canada, Germania,Inghilterra, e anche Spagna i pazienti si possano già curare con questi farmaci e in Italia no. L’epatite può evolvere in cirrosi e cancro del fegato. Nonostante la crisi mondiale, dobbiamo fare subito qualcosa per mettere nelle migliori condizioni i medici di prescrivere le cure più appropriate e i pazienti di poter disporre delle terapie migliori come diritto riconosciuto. E’ quindi arrivato il momento di agire e dare spazio ad una patologia da sempre trascurata. Serve con urgenza un piano sulle epatiti virali, coordinato dalle Istituzioni, che includa attività sull’informazione, prevenzione, cura e ricerca.’’ Alla “Conferenza sulle Epatiti” sono intervenuti il prof. Raffaele Bruno, il prof. Antonio Craxì ed il prof. Stefano Fagiuoli per illustrare rispettivamente i dati epidemiologici, la storia naturale ed i costi associati delle malattie epatiche in Italia. Il prof. Raffaele Bruno Segretario dell’AISF (Associazione Italiana Studio Fegato) commenta che le motivazione che hanno indotto l’AISF alla produzione del Libro Bianco ed enfatizza i dati epidemiologici riguardanti l’epatite B e C: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità il 19 Maggio 2010 ha riconosciuto per la prima volta l’epatite virale come un problema sanitario di impatto globale e ha approvato la prima risoluzione sull’epatite, al fine di creare un forte sistema di collaborazione tra gli Stati nella lotta a questa priorità sanitaria e che il TECHNICAL REPORT Hepatitis B and C in the EU neighbourhood: prevalence, burden of disease and screening policies September 2010 riporta che l’Italia è il paese europeo con il maggior numero di soggetti HCV positivi e detiene il triste primato di mortalità in Europa per tumore primitivo del fegato (HCC). Globalmente le malattie di fegato incidono per il 5% dei rimborsi spettanti alle regioni per l’attività ospedaliera per una remunerazione teorica superiore al miliardo di euro. Questo è quanto emerge dal LIBRO BIANCO AISF 2011. Questi numeri fanno capire quanto siano onerosi per il nostro SSN i ricoveri per malattie di fegato. La gestione dei pazienti epatologici è caratterizzata da un’ampia variabilità territoriale. Come dimostrato dalla “Analisi di variabilità delle prestazioni ospedaliere. Dati SDO 2008” il tasso di ospedalizzazione per 100.000 abitanti varia da meno dello 0,5 del Piemonte al 3,2 della Campania con un’ulteriore disomogeneità nelle diverse aggregazioni territoriali. Queste differenze riflettono, oltre alla ovvia variabilità degli approcci clinici, l’esistenza di contesti organizzativi molto diversi.’’ Il Dr. Stefano Fagiuoli, che ha condotto lo studio COME, afferma: ‘’Per chi come noi spende le sue giornate nel cercare di contribuire alla gestione delle problematiche cliniche di pazienti epatopatici ed in particolare di quelli affetti da epatopatie croniche HBV e HCV, è cruciale poter contare sul riconoscimento istituzionale che le malattie del fegato rientrano nelle priorità di allocazione delle risorse in sanità. Il presupposto affinché ciò avvenga non può non basarsi sull’inclusione di tali patologie nel PSN. Detto ciò, è certamente una piena responsabilità di noi clinici dedicare in massimo sforzo per ottimizzare la gestione di tali patologie complesse. I dati dello studio COME (COsti delle Malattie Epatiche), che stiamo attualmente elaborando, indicano chiaramente che i costi di gestione delle malattie epatiche (in particolare quelle virali) si incrementano in
modo esponenziale con l’aggravarsi della patologia. Diventa pertanto prioritaria un strategia volta all’identificazione precoce della malattia, per un precoce e diffuso trattamento mirato a prevenirne l’evoluzione. Si tratta di modificare l’ottica fin qui dominante, che identifica l’assistenza sanitaria come una spesa: ritengo sia già giunto da tempo il momento di considerarla invece un investimento in salute. Infine, il nostro studio è volto anche a dimostrare che in tutte le analisi relative ai costi non deve essere considerato il solo costo diretto delle cure, bensì va incluso tutto il complesso dei cosiddetti costi indiretti (perdita di produttività, di reddito, di tempoe qualità della vita del paziente e dei congiunti che lo assistono): solo con una ottica di lungo periodo ed un’attenta analisi globale dei costi e dell’outcome si potrà immaginare una soluzione adeguata al problema delle malattie di fegato virus correlate.’’ Nel pomeriggio, la Rome Celebration ha invece voluto essere un incontro tra medici, pazienti ed Istituzioni, organizzata da ACE ed il Comune di Roma, alla presenza dell’onorevole Marco Siclari, Vice Presidente della Speciale per le Politiche Sanitarie del Comune di Roma, in rappresentanza del Sindaco Gianni Alemanno e della Governatrice Polverini. L’onorevole Siclari ha asserito: “Oggi più che mai per noi amministratori è fondamentale tenere un filo diretto con i protagonisti del mondo della salute, poiché l’obiettivo del medico è lo stesso dell’amministratore: migliorare la qualità di vita e lo stato di salute dei cittadini. E’ evidente come le ricerche dell’Associazione permettano di indagare approfonditamente lo stato di salute dei cittadini e di evidenziare dove la politica debba intervenire per migliorare il servizio e ottimizzare la prevenzione. Inoltre, un dialogo costante tra l’amministratore e il medico permette alla politica di lavorare sui dati aggiornati e concreti di chi è a contatto con i cittadini ogni giorno. Ben venga pertanto questa iniziativa in cui si fa prevenzione e che facilita il dialogo continuo tra le parti. Lodevole è l’impegno di chi ha svolto questo progetto, completato anche dalla scelta di approfondire il rapporto di collaborazione con chi amministra.”Ad aprire l’incontro, dopo i saluti delle Istituzioni, il prof. Antonio Gasbarrini, Presidente FIRE Onlus, e Ivan Gardini hanno spiegato il Significato della Giornata mondiale dell’Epatite e hanno presentato ai presenti l’Alleanza contro l’Epatite.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »