Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘rotary’

Il Rotary celebra il congresso distrettuale

Posted by fidest press agency su domenica, 18 giugno 2017

duomo-milanoMilano Sabato 24 giugno, dalle 9,30, presso l’auditorium Testori di Palazzo Lombardia (Piazza Città di Lombardia 1) si terrà il congresso distrettuale del Rotary 2041, che riunisce i 52 club milanesi. «Parleremo, tra l’altro, dei risultati del Forum Milano, Identità e Futuro, dei due più importanti progetti, nella nostra comunità e in Africa, dei Protocolli di Intesa stipulati con L’Assolombarda, la Protezione Civile e la Regione Lombardia» anticipa il governatore PierMarco Romagnoli. Il dibattito del mattino (h.11.30) ripercorrerà il ciclo di incontri “Milano, Identità e Futuro” che il Rotary ha offerto alla città e che ha permesso di far emergere nuove idee su internazionalità, cultura e musei, formazione universitaria, salute e ricerca scientifica. Tra gli altri, hanno partecipato i rappresentanti dei consolati presenti a Milano, i direttori dei musei milanesi, i rettori delle maggiori Università presenti a Milano e i protagonisti della Sanità pubblica e privata. Il congresso sarà l’occasione per presentare alla stampa anche altre iniziative solidali del Rotary ambrosiano, come “Rotary per Milano” e “Aquaplus”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Rotary incontra i milanesi: concerto di Natale il 15 dicembre in San Simpliciano

Posted by fidest press agency su domenica, 11 dicembre 2016

concerto-nataleMilano. Ogni anno il Rotary offre alla cittadinanza un concerto di alto livello in una delle splendide chiese di Milano. Il 15 dicembre, alle 20.30, nella basilica di San Simpliciano in via San Simpliciano 7, si terrà il concerto di Natale della Corale polifonica Musica InCanto, diretta da Michele Brescia, che eseguirà melodie tradizionali natalizie e musiche di J. S. Bach e G. Fauré. L’ingresso dalle ore 20.00 è libero fino a esaurimento dei posti. L’evento è organizzato dal Distretto 2041. Il concerto si aprirà con Bach (Jesus bleibet meine Freude, Corale dalla Cantata BWV 147) e Gabriel Fauré (Cantique de Jean Racine, op. 11) e proseguirà con “Il lungo canto di Natale”, una composizione che riunisce alcuni tra i più famosi e conosciuti brani natalizi del repertorio sacro e del repertorio popolare, italiano e straniero. Si tratta di un’unica “cantata”, eseguita in continuo senza interruzioni, arrangiata e armonizzata per coro a quattro voci miste e ensemble strumentale dal M° Michele Brescia. Nella versione che sarà eseguita comprende i seguenti brani: Adeste fideles, canto tradizionale natalizio; Joy to the world, di G. F. Haendel; In notte placida, melodia tradizionale; Angels we have heard on high (Gloria di Natale), canto tradizionale francese; The first nowell, melodia tradizionale inglese; Que Régalo?, canto natalizio spagnolo; Luci nella notte, parole di Leo Bianchi, musica di Michele Brescia; Minuit chrétien, melodia natalizia per coro a quattro voci miste, di Adolphe Adam, elaborazione di Ennio Cominetti; Stille nacht, musica di Franz Gruber; Pastores a Belèn, canto natalizio spagnolo; Santa Claus is coming to town, parole di Haven Gillespie, musica di Fred Coot, arrangiamento di Peter Gritton; White Christmas, parole e musica di Irving Berlin; Jingle bells, canto popolare anglosassone. (concerto natale)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un nuovo restauro per il Rotary di Tolentino

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2011

Dopo gli arredi della Sala Rossa a Palazzo Bezzi Parisani di Tolentino. A Treia, prima del passaggio delle consegne tra il presidente Gianluca Pesarini e Leonardo Compagnucci, il Rotary di Tolentino ha riconsegnato alla città un fortepiano, stile impero di origine viennese, nonché un dipinto ad olio raffigurante Sant’Antonio Abate con cornice a cassettone meccata e leccata del XVIII secolo. Entrambi sono stati collocati nella pinacoteca comunale di Treia, ospitata in Municipio, nei locali adiacenti alla sala consiliare. I due arredi sono stati restaurati completamente dal Rotary di Tolentino. Alla cerimonia di consegna erano presenti l’assessore alla cultura Tullio Patassini, la restauratrice Laura Mariotti che ha curato i lavori. Grande soddisfazione è stata espressa da Patassini per l’importante restauro effettuato grazie al club tolentinate. Per la riconsegna si è tenuta una cerimonia nella sala consiliare del comune di Treia, condotta a Carla Passacantando, alla quale ha partecipato anche l’assistente al governatore Mauro Tiriduzzi. Al termine c’è stata una visita alla Pinacoteca comunale per ammirare le due opere restaurate. E’ seguita, poi, la cena nel loggiato del Municipio in piazza della Repubblica di Treia al termine della quale c’è stato il passaggio delle consegne tra i presidenti Pesarini e Compagnucci. (rotary)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il rotary e la costituzione italiana

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2011

Relatori d’eccezione per il 63° anniversario della promulgazione della Costituzione promosso dai Rotary club di Camerino, Fabriano e Tolentino, presieduti rispettivamente da Raimondo Turchi, Edgardo Verna, Gianluca Pesarini. All’appuntamento, che si è svolto l’altra sera all’Hotel Villa Fornari di Camerino, ha partecipato Antonio Baldassarre, già presidente della Corte Costituzionale. Ad aprile i lavori, dopo gli interventi dei tre presidenti rotariani, è stato Mario Massi Benedetti, Past District Governator 2090, che ha spiegato come è nata la Costituzione partendo dalle diverse proposte formulate all’epoca. Per Antonio Baldassarre, che è intervenuto successivamente, la Costituzione ha introdotto per la prima volta la democrazia. “La Costituzione – ha detto Baldassarre – è il momento più alto della nostra storia unitaria. All’epoca il miracolo si realizzò perché c’erano mediatori. C’era la volontà di raggiungere l’unità. Purtroppo è quello che oggi manca. C’è oggi la difficoltà ad apprezzare la Costituzione”. Al termine a relatori e partecipanti è stata distribuita una pubblicazione con la Costituzione della Repubblica Italiana stampata dal club di Camerino per i 150 anni dell’Unità d’Italia e i 63 della promulgazione della Costituzione. (rotary)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le malattie della tiroide

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 maggio 2011

Tolentino 25 maggio, alle 15.30, alla Facoltà di medicina e chirurgia Polo Eustachio, aula C. In occasione del convegno, dal tema “Le malattie delle tiroide: è possibile fare prevenzione?”, sarà protagonista alla Giornata mondiale della tiroide, prevista in Ancona il prossimo verrà illustrato il progetto “Tirotary” ideato ed attuato dal Rotary Club di Tolentino con madrina l’attrice Maria Grazia Cucinotta che nel dicembre del 2009 giunse a Tolentino per la presentazione dell’iniziativa. Il progetto “Tirotary”, volto ad uno screening sulla funzionalità della tiroide sugli studenti, è stato proposto, dietro la direzione del medico tolentinate Stefano Gobbi, lo scorso anno dal Rotary di Tolentino presieduto da Andrea Passacantando coinvolgendo tutti i ragazzi delle scuole medie superiori tolentinati. Il progetto è stato attuato anche quest’anno con il presidente Gianluca Pesarini agli studenti di Treia e San Severino Marche. Il club tolentinate ha messo a disposizione della comunità locale le proprie professionalità proponendo un progetto di “service” nei confronti degli altri. Scopo dell’iniziativa è monitorare la funzionalità della tiroide tra i ragazzi delle scuole medie superiori, in una fascia di età dove avvengono i maggiori cambiamenti ormonali e fisici e valutarli preventivamente. La tiroide è una ghiandola importantissima che regola molte funzioni dell’organismo umano. E’ evidente che il buon funzionamento della tiroide è alla base di una buona salute fisica e mentale. Purtroppo però il numero di individui che soffre di disturbi della tiroide è molto elevato – circa una persona su dieci soffre di alterazione della tiroide – e tale stima è sicuramente errata per difetto poiché non sempre i sintomi della malattia sono riconoscibili. Il progetto “Tirotary” mira ad effettuare una anamnesi, una visita e una ecografia della tiroide avvalendoci di una equipe di medici rotariani di alto livello senza nessun costo per i ragazzi che vivono in città iodio carente. I dati ottenuti vengono utilizzati esclusivamente per fini statistici ed sono oggetto di convegni e dibattiti pubblici con relatori di elevato spessore. (rotary)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rotary e massoneria

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

Di don Curzio Nitoglia.  Il Rotary è nato il 23 febbraio del 1905 a Chicago (Illinois, Usa). I fondatori erano 4: Gustav Loehr, ingegnere minerario, S. Schiele, negoziante di carbone, H. Shorey, sarto e Paul Percival Harrys, avvocato e massone. Il nome Rotary fu proposto da Harrys poiché i 4 fondatori si riunivano “a rotazione” nei loro studi ed officine professionali. Durante la Convention di Duluth nel 1912, i rotaryani decisero di assume come loro simbolo una ‘ruota blu’ con ‘24 denti’ e ‘6 raggi’. Essa simboleggia la ruota dei carri dei pionieri dell’avventura americana, iniziatasi nel Seicento, coi ‘Padri Pellegrini’, che dall’Inghilterra ed Olanda si diressero nel nord America per vivere più liberalmente il loro protestantesimo puritano e calvinista. I ‘denti’ rappresentano un ingranaggio meccanico, che significa la rivoluzione industriale e una concezione del mondo o “filosofia” marcatamente tecnologica e tecnocratica, con un richiamo alla inter-attività e inter-dipendenza tra i membri del Rotary, simili alle rotelle di un grande ingranaggio. Tuttavia, vi è anche una simbologia più nascosta, segreta o esoterica di tale emblema. La ‘ruota’ è «un simbolo antichissimo, presente in tutte le culture. Assumerla come allegoria del progresso è ad un tempo corretto e riduttivo. La ruota partecipa alla perfezione suggerita dal cerchio, […]. Essa si riferisce, inoltre, al movimento e al divenire […], tensione verso elevati standard (professionali, etici, personali), […] calati nella […] realtà di una concretezza operativa. […]. Ma la ruota è anche la rota mundi, simbolo del mondo […], che contiene l’universo entro la sua circonferenza». La vocazione rotaryana implica universalità e mondialismo planetario. Il Rotary aspira ad «abbracciare entro la propria circonferenza l’universalità delle nazioni, delle razze, delle culture». Il numero ‘24’ è il doppio di 12 (come i mesi dell’anno, le costellazioni dello zodiaco), che di per sé significa pienezza e totalità, volutamente raddoppiata e accentuata dai rotaryani, i quali vorrebbero spaziare oltre il mondo intero. I ‘24 denti’ significano l’ingranaggio che vorrebbe realizzare l’addentellamento di tutte le nazioni della terra. Onde il Widmann definisce il Rotary come «movimento sovrannazionale, sovraculturale e sovrarazziale». Il ‘colore blu’ rappresenta la tensione cosmica, come l’acqua del mare, la volta del cielo (e della loggia massonica) e sta a significare la volontà di riunificate tutte le nazioni in un ‘Nuovo Ordine Mondiale’ più ampio (v. bandiera dell’Onu e delle Nazioni unite) mediante un sentimento di amicizia filantropica. I ‘6 raggi’ della ruota blu, sono il simbolo di un’emanazione, la quale si propaga dal centro della ruota dentata verso tutti gli altri enti, i quali non sono creati ex nihilo da Dio, ma emanano dall’Indeterminato o dall’Architetto dell’Universo. Il colore blu è circondato dal ‘giallo oro’, per significare l’eccellenza, che è il quarto concetto della filosofia rotaryana (tecnocrazia, mondialismo, filantropia ed eccellenza), vale a dire il rotaryano è un iniziato, non uno qualsiasi, fa parte di una elite tradizionale e non della gente comune, che tende ad una perfezione sempre maggiore, all’infinito.
La vitalità dei vari club rotaryani sparsi nel mondo (27. 000, con 1. 200. 000 soci, in 150 Nazioni) trae origine dallo spirito “americanista”, essendo nato a Chicago 115 anni fa
La filosofia dei 4 fondatori del Rotary «è impregnata di realismo razionalistico, influenzato dal pragmatismo americano di William James. […]. Gli Stati Uniti nascono come un Paese “riformato” [luterano], ovvero popolato di persone che provenivano dalla cultura successiva alla riforma protestante.
Il 20 novembre 1923, presso l’esclusivo Ristorante “Cova” di Milano, viene ufficialmente inaugurato il primo club Rotary d’Italia. Milano fu scelta come sede poiché si preparava a divenire la capitale economica della Penisola. L’ispiratore di tale fondazione non fu un milanese, né un lombardo, né tanto meno un padano-italiano ma un inglese, sir James Henderson, affiancato dal suo amico Leo Giulio Culletton.
L’ideologia del Rotary presenta gravi carenze filosofico-dogmatiche ed una inconciliabilità di fondo con la dottrina cattolica. Infatti, essa è il frutto del neoprotestantesimo liberale americano, ancora più latitudinarista di quello classico luterano.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Rotary in festa, Rotary in fiera”

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

Abbadia di Fiastra, 11 e 12 settembre La manifestazione, organizzata dal Distretto 2090° del Rotary, si terrà l’11 e il 12 settembre prossimi. L’appuntamento, mai proposto in precedenza, coinvolge i 67 club del Distretto 2090: 28 nella Marche, 14 in Umbria, 16 in Abruzzo, 5 in Molise, 4 in Albania. L’evento vuole favorire lo scambio di esperienze fra i club del Distretto con una sorta di fiera come momento di incontro per lo scambio di “merci”, che nel caso del Rotary sono idee, progetti realizzati e da realizzare. La fiera sarà aperta anche al pubblico non rotariano per far conoscere sempre più il Rotary. Allo stesso tempo, con l’evento si rinforza l’impegno verso la ricostruzione post terremoto all’Aquila. Infatti, nel capoluogo abruzzese il Rotary sta restaurando l’edificio “A” della facoltà di Ingegneria, per un importo previsto di circa 1,7 milioni di euro. Per la festa ogni club avrà un’apposita “bancarella” all’interno del chiostro, allestita per illustrare la propria attività con manifesti, poster, gadget, materiale fotografico. Ognuna avrà anche un salvadanaio, dove potranno essere lasciate offerte per realizzare progetti del Distretto.
L’evento prenderà il via alle 10.30 dell’11 settembre con la sfilata degli stendardi dei club e l’apertura degli spazi espositivi. Nel pomeriggio alle 15 nell’Abbazia di Chiaravalle si terrà un workshop sulla leadership secondo il Rotary con Carlo Michelotti, past governatore del Distretto 1980. Moderatori saranno Mario Struzzi e Massimo Massi Benedetti. Seguirà alle 16, sempre nell’Abbazia di Chiaravalle, il concerto sinfonico a ingresso libero e aperto al pubblico “Mozart il genio bambino”, con l’orchestra del ‘700 diretta da Alfredo Sorichetti. In serata alle 21 il governatore, insieme ai rotariani, sarà ospite a Tolentino, in piazza della Libertà e Ponte del Diavolo, alla rievocazione storica ‘Sul Ponte del Diavolo … tra storia e leggenda’. Il giorno successivo, dopo l’apertura degli stand espositivi e l’avvio della prima gara estemporanea di pittura ‘RotaryinArte’, all’Abbazia di Chiaravalle, con inizio alle 11, si terrà un incontro che punterà l’attenzione sulla solidarietà rotariana ricordando il caso di Dritan Memoshi, poliziotto gravemente ferito a Gerdec (Albania) nell’esplosione della polveriera e del suo completo recupero grazie al Rotary. Seguirà alle 11.30 il concerto del Coro Verba manent, anche questo aperto al pubblico e con ingresso libero, diretto dal maestro Franco Radicchia. Nel pomeriggio alle 16.30 ci sarà la premiazione del vincitore dell’estemporanea di pittura. (governatore)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Sala rossa” restaurata dal rotary di Tolentino

Posted by fidest press agency su martedì, 27 luglio 2010

Tolentino 27/7/2010. Il nuovo governatore del Distretto del Rotary International 2090°, Mario Struzzi, è soddisfatto dell’operato del club di Tolentino. Mario Struzzi è giunto qualche giorno fa in città con l’assistente Mauro Tiriduzzi ed è stato ospite del club per una giornata. Il primo cittadino si è complimentato con il past president Passacantando per l’ottimo lavoro svolto facendo particolare riferimento ai restauri della “Sala rossa” di palazzo Bezzi  Parisani, al progetto Tirotary con testimonial Maria Grazia Cucinotta, alla Partita del sorriso con gli attori il cui ricavato pari a 10mila euro verrà utilizzato per la sistemazione del campetto dell’oratorio Don Bosco e ad altre iniziative proposte nell’anno. Il governatore ha espresso apprezzamento per l’attività svolta dal club tolentinate perché è riuscito a far conoscere il Rotary nella società. Struzzi ha anche illustrato il programma di alcune iniziative più significative del Rotary in campo mondiale e nel territorio tra le quali la Festa del Rotary ad Abbadia di Fiastra l’11 e il 12 settembre 2010 con la partecipazione di tutti i Rotary club del Distretto 2090° per manifestare quanto di meglio stanno realizzando in Italia e nel mondo. Ci saranno momenti culturali, ma anche musica, divertimento, spazi per i bambini e tanto altro ancora. Ed ora, infine, sono in corso i preparativi per la festa dell’estate, “RotaryDisco”, in programma per il prossimo 30 luglio, con inizio alle 20.30, all’agriturismo Terre del Chienti di Tolentino, in contrada Pianarucci 19. Sarà un viaggio nei mitici anni ’70 e ’80 con il dj Guazz, Claudio Guazzaroni.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Passaggio di consegne al Rotary Napoli

Posted by fidest press agency su sabato, 10 luglio 2010

Passaggio di Consegne per il Rotary Club Napoli. al Bertolini’s Hall del Corso Vittorio Emanuele – sede in cui nel 1924 fu fondato il Club partenopeo – il presidente dell’anno rotariano 2009 – 2010, professor Massimo Franco, ha ceduto il collare al nuovo presidente, il dottor Sergio Pepe, che resterà in carica fino al prossimo luglio. “Il Rotary è un grande Club internazionale, pertanto – ha annunciato il presidente Pepe – dobbiamo lavorare per un coordinamento di tutti i club partenopei per non disperdere energie. Il lavoro che ho davanti è difficile e breve. Spero, alla fine del mandato, di lasciare il testimone con la coscienza di aver operato bene”.
Fitto il calendario delle attività già da settembre. Tra gli appuntamenti, incontro per dare inizio ad un filo diretto tra Rotary e Municipalità di Chiaia – Posillipo – San Ferdinando. Ad ottobre visita del Governatore del Distretto 2100 Michelangelo Ambrosio e tavola rotariana su “Migrazioni internazionali: un fenomeno tra verità e pregiudizi”. Altro tema su cui il Rotary napoletano presterà attenzione sarà il sistema dei trasporti regionali. Il neo presidente Pepe ha poi attribuito la medaglia “Paul Harris Fellow” al past president Massimo Franco. “Nel Rotary si avvicendano i dirigenti – ha dichiarato Franco – ma non cambiano i valori e gli ideali”. Un filmato sull’anno rotariano 2009 – 2010 ha illustrato alcune delle attività svolte: dalla raccolta fondi per il progetto internazionale Polio Plus alle mappe della rete dei trasporti cittadina, al premio Giovani Giornalisti “Per Napoli”. Massimo Franco ha curato la pubblicazione del libro dell’85° anniversario della fondazione del Club distribuito ai soci e agli amici del Club.
Il Rotary è un associazione mondiale di imprenditori e professionisti, di entrambi i sessi, che prestano servizio umanitario, che incoraggiano il rispetto di elevati principi etici nell’esercizio di ogni professione e che si impegnano a costruire un mondo di amicizia e di pace.
Il Rotary nacque nel 1905 a Chicago. Attualmente il Rotary ha oltre un milione di iscritti in tutto il mondo. (ambrosio pepe)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nobel per la pace 2007 al forum del rotary di Tolentino

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 aprile 2010

Nuovo appuntamento per il Rotary Club Tolentino. Il presidente Andrea Passacantando ha organizzato per il 10 aprile, in collaborazione con il Cosmari, un interessante forum sull’ambiente e precisamente sul tema: “Energia, ambiente e clima: una sfida possibile?” con relatori d’eccezione tra cui Sergio Castellari, responsabile Focal point nazionale dell’IPCC, Intergovernmental panel of climate change, Premio Nobel per la pace 2007. “Siamo veramente onorati – dice il presidente del Rotary di Tolentino, Andrea Passacantando – poter parlare di argomenti così importanti che devono oramai far parte della nostra quotidianità e se poi a parlarne è il portavoce di un’organizzazione che ha ricevuto nel 2007 il Premio Nobel per la Pace per gli studi sul surriscaldamento della terra da ancora più importanza al convegno. Ricordiamo che il Rotary, alla fine degli anni ’90, ha partecipato al Programma delle nazioni unite per l’ambiente che si occupa di promuovere l’uso responsabile delle risorse naturali e lo sviluppo sostenibile. Il Rotary ha fatto propri questi obiettivi con i programmi per la conservazione e la gestione dell’acqua. Ad oggi più di 4.000 interventi a favore dell’acqua sono in corso nel mondo con pozzi, acquedotti, pompe, drenaggi, segno di un connubio sempre più forte tra Rotary e ambiente.” Al forum, oltre al Premio Nobel, ci saranno Roberto Ballini, direttore School of science and techonology dell’Università di Camerino e il presidente di Legambiente Marche, Luigino Quarchioni. L’incontro si terrà all’auditorium del Cosmari grazie al presidente Fabio Eusebi che ha voluto ospitare l’evento. Il forum aperto a tutti inizierà alle 9,30 e terminerà con una visita guidata all’impianto consortile, nonché con una degustazione di prodotti tipici. All’appuntamento parteciperanno gli studenti dell’Istituto tecnico commerciale “Luigi Einaudi” e quelli dell’Istituto professionale di stato “Rosa” di Tolentino.
Sergio Castellari si è laureato in Fisica all’Università di Bologna e ha un Dottorato di ricerca (Ph.D.) in Oceanografia fisica dell’Università di Miami (USA). Ha lavorato all’Università di Miami, al CNR (Consiglio nazionale delle ricerche) e dal 2000 all’INGV (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) svolgendo ricerca nel campo della modellistica marina del mar Mediterraneo, della fisica dell’interazione aria-mare e della dinamica marina lagrangiana. Dal 2007 è  distaccato come “senior scientist” al Centro euro-Mediterraneo per i cambiamenti climatici (CMCC) a Bologna, dove è responsabile del gruppo “Relazioni internazionali e negoziazioni”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »