Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘rsu’

Scuola – Operazione verità: Anief invita le Rsu a informarsi sul potenziamento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 marzo 2019

Sono passati 4 anni dalla riforma della cosiddetta “Buona Scuola” che ai sensi del comma 68 della l. 107/2015 istituiva l’organico dell’autonomia in cui far confluire i posti comuni, i posti per il sostegno e i posti per il potenziamento dell’offerta formativa, di cui all’art. 1, comma 63, L. 107/2015. #OperazioneVerità6 lanciata da Anief è volta a indagare sul numero delle unità del personale docente utilizzato sui posti di potenziamento, i criteri di assegnazione alle attività di potenziamento dell’offerta formativa prevista nel PTOF e soprattutto a verificare per quanti giorni il personale di potenziamento è stato impiegato finora in attività di supplenza. Marcello Pacifico (Anief): “Invitiamo le Rsu a richiedere all’indirizzo rsu@anief.net la lettera con la quale rivolgersi al dirigente scolastico, così da avere informazioni dettagliate” Con l’introduzione della Buona Scuola viene superata la logica binaria tra organico di diritto e organico di sostegno e viene creata la figura del potenziatore. Sono tanti gli epiteti con cui il docente potenziatore viene denominato: tappabuchi, docente depotenziato, docente di serie B e purtroppo la faccenda nasconde un fondo di verità. Il dirigente scolastico non può arbitrariamente assegnare un docente dell’organico di diritto spostandolo su quello di potenziamento, ma deve necessariamente seguire dei precisi criteri che vengono stabiliti dal Consiglio d’Istituto e successivamente deliberati dal Collegio dei Docenti. Se gli organi deliberanti approvano progetti legati all’ampliamento dell’offerta formativa che rientrano nel PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa), allora il DS può decidere quali docenti assegnare alle classi e quali affidare al cosiddetto organico di potenziamento. In realtà, benché la situazione descritta dovrebbe essere la regola, non sempre ciò avviene; infatti le stesse mansioni dei docenti possono essere messe in discussione dai dirigenti scolastici che talvolta possono snaturare l’essenza delle indicazioni normative contenute a partire dal comma 63 della Legge 107/2015. Infatti i potenziatori non fanno parte del consiglio di classe e, conseguentemente delle commissioni d’esame, non svolgono un insegnamento curricolare, ma attività rivolte a gruppi di alunni o anche a un’intera classe, al fine di ampliare l’offerta formativa (obiettivi indicati nei commi 7-85 della L. 107), per cui in sede di scrutinio non possono esprimere un’autonoma valutazione attinente a una disciplina curricolare. Numerosissime le segnalazioni arrivate al nostro sindacato, poiché le attività di potenziamento previste dal PTOF sono state messe da parte a vantaggio delle supplenze e di attività non previste dalla legge, come la partecipazione ai consigli di classe/interclasse e gli scrutini ai quali, su indicazione del dirigente scolastico, i docenti potenziatori hanno partecipato nel primo quadrimestre, ma non nel secondo. A parere del nostro sindacato è sempre più evidente il fallimento della riforma della scuola. Il potenziamento degli istituti, uno dei punti più importanti della Buona Scuola, che doveva servire a rendere gli istituti autonomi non più solo sulla carta e a produrre progetti e attività deliberate dai collegi dei docenti attraverso il PTOF, si sta rivelando nella sua vera veste, cioè un contenitore da riempire a piacimento. Per questo motivo #OperazioneVerità6 si propone di lanciare un’accurata indagine per visionare, attraverso la lente del diritto, il numero delle unità di personale docente utilizzato sui posti di potenziamento, i criteri di assegnazione alle attività di potenziamento dell’offerta formativa prevista nel PTOF e soprattutto per capire quanti giorni il personale di potenziamento è stato impiegato in attività di supplenza negli anni scorsi. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, esorta tutte le Rsu a richiedere all’indirizzo rsu@anief.net la lettera con la quale rivolgersi al dirigente scolastico così da avere informazioni dettagliate. Lo scopo di questa azione sindacale è perfezionare i servizi scolastici per una piena valorizzazione professionale del personale docente, mettendo sempre al centro la formazione e la sicurezza dei nostri giovani. Si tratta di una battaglia fondamentale che vuole migliorare il livello dell’attività didattica dopo i maldestri progetti riformatori che hanno accelerato l’immiserimento della scuola e l’abbandono ad un destino di spesa improduttiva da tagliare in continuazione”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anief invita le RSU a indagare nelle loro scuole su organico di fatto e organico di diritto

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 febbraio 2019

Con operazioneverita richiesti al dirigente i criteri di assegnazione del personale docente, educativo e Ata a tempo indeterminato, determinato (supplente breve, annuale o al termine delle attività) agli organici e l’eventuale assegnazione della retribuzione professionale docente e del compenso individuale accessorio. Sono sempre attivi i ricorsi al giudice del lavoro per i risarcimenti sul precariato e per la RPD/CIA.Continua l’azione del giovane sindacato, a seguito della raggiunta rappresentatività per il triennio 2019/21. Lo scopo di quest’anno è all’interno dell’Operazione verità, nel mappare il personale utilizzato in ruolo e in regime di precariato rispetto ai posti vacanti e disponibili, e intende svelare quali di essi siano senza titolare ovvero senza ragioni sostitutive e quindi oggetto di risarcimento pecuniario per abuso dei contratti a termine e di immediata conversione in ruolo, senza dimenticare la verifica della corretta corresponsione del salario accessorio ai supplenti brevi come ribadito dalla Cassazione.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Anief vince le elezioni Rsu 2018

Posted by fidest press agency su domenica, 20 gennaio 2019

La Cisl supera la Cgil nella prima posizione grazie ad un maggior numero di iscritti e voti, ma il giovane sindacato supera tutti rispetto agli incrementi registrati con un +25mila deleghe e +28mila voti rispetto alle precedenti elezioni, raddoppiando il livello di rappresentatività registrato precedentemente e preparandosi ad una nuova stagione di informazione e consultazione dei lavoratori della scuola, con assemblee sindacali che saranno indette in ogni comune, per pianificare l’operazione verità su organici, contratti e posti di sostegno su tutto il territorio nazionale. Da Palermo Marcello Pacifico, nel ringraziare gli iscritti, gli elettori e i propri rappresentati nella segreteria Nazionale e nel territorio, promette maggiore determinazione nella crociata #perunabuonascuola.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pubblico impiego, elezioni Rsu: la Cisl Fp primo sindacato nel Lazio

Posted by fidest press agency su domenica, 22 aprile 2018

“Un grande risultato: siamo il primo sindacato nel Lazio”, esulta Roberto Chierchia, segretario generale della Cisl Fp Lazio, commentando i risultati provvisori delle elezioni per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali unitarie nel pubblico impiego. “Ci confermiamo l’organizzazione sindacale di riferimento per i dipendenti pubblici di funzioni centrali, funzioni locali e sanità pubblica della nostra regione”, spiega Chierchia. “A partire da Roma Capitale, la prima amministrazione per numero di dipendenti, dove rafforziamo il primato. Così come in tanti enti locali dei territori di Roma, Rieti, Latina, Viterbo e Frosinone e alla Regione Lazio. Importante affermazione anche nei ministeri, all’Interno la distanza dalla seconda sigla è di 10 punti, nelle agenzie fiscali e negli enti pubblici non economici. Siamo primi nelle direzioni generali di Inps e Inail, e abbiamo la maggioranza assoluta alla direzione centrale Aci e alla Croce Rossa. Straordinaria conferma nella sanità laziale, dove per numero di consensi siamo la sigla più forte: abbiamo preso la leadership alla Asl Roma 5, siamo primi primi nella Asl Roma 1, primi alla Asl di Latina. Abbiamo la maggioranza assoluta al Policlinico Tor Vergata e nella Asl Roma 6, con il 54% dei voti. E in crescita in tante strutture come il Policlinico Umberto I e la Asl di Viterbo”.”La grande partecipazione e il consenso ottenuto dai sindacati confederali nel Lazio è un segno estremamente positivo”, prosegue il segretario di categoria Cisl, “perché cancella ogni critica strumentale sulla firma dei contratti e manda un segnale forte a chi ha cercato di speculare agitando demagogia e populismo. E’ stato premiato invece chi si è presentato al voto con proposte serie, concrete, vicine ai bisogni delle persone”.
“Ringrazio tutte le lavoratrici e i lavoratori pubblici del Lazio”, prosegue il segretario di categoria Cisl. “E ringrazio tutti i candidati della Cisl Fp, una squadra formidabile di persone competenti, preparate e motivate che “ci ha messo la faccia”. Ora inizia il lavoro vero, quello per cui abbiamo chiesto e ottenuto il consenso dei dipendenti pubblici. Dobbiamo cambiare il lavoro e i servizi pubblici. E aprire nei posti di lavoro una stagione vera di contrattazione aziendale, di innovazione organizzativa, di valorizzazione delle professionalità dei lavoratori pubblici”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pa: Fp Cgil, grande vittoria a Rsu, primo sindacato nel lavoro pubblico

Posted by fidest press agency su domenica, 22 aprile 2018

“Una grande vittoria per la Fp Cgil alle elezioni Rsu nel pubblico impiego. Tre giorni di voto, con una partecipazione altissima delle lavoratrici e dei lavoratori, che ci consegnano un’enormità di voti e una forte rappresentatività e che, di fatto, scrivono una grande prova di democrazia del lavoro”. Ad affermarlo è la Fp Cgil Nazionale in merito all’esito del voto per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali nel pubblico impiego.“Dai dati in nostro possesso – prosegue -, e che superano il 50% dei seggi, siamo stabilmente e di gran lunga il primo sindacato nel mondo del lavoro pubblico che rappresentiamo, quello degli enti locali, delle funzioni centrali e della sanità. Il sindacato confederale si conferma essere ancora una volta centrale: un baluardo di unità del mondo del lavoro contro le spinte corporative che le lavoratrici e i lavoratori hanno, con questo voto, rigettato. Una vittoria importante, quella della Funzione Pubblica Cgil e della Cgil tutta, frutto dell’impegno delle delegate e dei delegati e di tante iniziative nei luoghi di lavoro. Ora con le migliaia di eletti occorre dare impulso alla contrattazione decentrata finalmente riconquistata e lavorare alle piattaforme dei prossimi rinnovi contrattuali”, conclude la Fp Cgil.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Usb accoglie Bellavita e molti ex dirigenti Cgil

Posted by fidest press agency su domenica, 12 giugno 2016

“Scusate il ritardo”: così Sergio Bellavita, ex componente del direttivo confederale Cgil, ha salutato l’assemblea nazionale che questa mattina a Roma ha sancito l’ingresso nell’USB di numerosi dirigenti, quadri, eletti RSU provenienti da diverse organizzazioni della Cgil. Molti gli ex rappresentanti Fiom, fra cui i delegati alla FCA (ex Fiat) degli stabilimenti di Melfi, Termoli, Mirafiori e della Sevel.“Un nuovo inizio”, il significativo titolo dell’assemblea, in cui sono state approfondite le ragioni della non facile scelta, riassunte in un documento conclusivo: “La Cgil ci ha dichiarati incompatibili Ebbene sì! Siamo incompatibili con chi colpisce i suoi delegati e le sue delegate che lottano nei luoghi di lavoro! Siamo incompatibili con una Fiom che espelle i suoi delegati più combattivi in Fca esponendoli alla rappresaglia di Marchionne! Siamo incompatibili con un sindacato che non è in grado di schierarsi contro il progetto renziano di attacco e riscrittura della Costituzione! Siamo incompatibili con una Cgil che consente passiva e complice la liquidazione del modello sociale!”. Dunque, incompatibili ma non vinti, e pronti a contribuire al percorso per il rafforzamento del sindacato generale “di classe, democratico e conflittuale”, di cui oggi “c’è sempre più bisogno”.Con queste nuove adesioni, l’USB diverrà il primo sindacato di base nel Gruppo FCA. Ma sono anche numerosi gli esponenti di altre organizzazioni della CGIL (FP, FILCTEM, FLC, SPI) che entrano, o si accingono ad entrare, nell’USB.“Pensiamo che l’USB possa esser quella casa comune per tutti e tutte coloro che non si rassegnano al sindacalismo complice ed alle sue pratiche di peggioramento della condizione dei lavoratori. Si avvia un processo – ha detto Bellavita in assemblea – e noi vogliamo essere un esempio per tanti altri”.“Questo progetto deve divenire maggioranza nel Paese – ha dichiarato Pierpaolo Leonardi, dell’Esecutivo confederale USB – con la nascita dell’USB abbiamo scelto di uscire dalla nostra singolarità e con l’ultimo congresso abbiamo deciso di superare l’esperienza del sindacato di base, per dare vita ad un sindacato generale e confederale, un sindacato di massa e di classe, che comprenda anche quella confederalità sociale che intercetti nei territori anche i soggetti della precarietà, del non lavoro e di chi lotta per il diritto all’abitare”.“Sulla nostra nuova piattaforma, che rivendica lavoro e stato sociale, e per cacciare il Governo Renzi, che sta distruggendo la nostra Costituzione, proclameremo lo sciopero generale il prossimo autunno a ridosso del referendum costituzionale”, ha concluso Leonardi.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinvio rinnovo Rsu

Posted by fidest press agency su sabato, 29 gennaio 2011

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha risposto nell’aula di Palazzo Madama a un’interpellanza del senatore Paolo Nerozzi (PD), che lamentava l’illegittimità della sospensione e del rinvio delle elezioni per il rinnovo della Rappresentanze Sindacali Unitarie.
Dopo aver ricordato che la Legge n. 15 del 4 marzo 2009 ha attribuito una delega al Governo prevedendo la riduzione del numero dei comparti e delle aree di contrattazione collettiva, il Ministro Brunetta ha spiegato che “nel dare attuazione a tale previsione, l’articolo 54 del decreto legislativo n. 150 del 2009 ha disposto che siano definiti sino a un massimo di quattro comparti di contrattazione collettiva nazionale, cui corrispondono non più di quattro separate aree della dirigenza. E’ evidente la novità che tale previsione comporta rispetto al previgente sistema contrattuale, anche sotto il profilo dei soggetti legittimati a partecipare alla contrattazione nazionale. In relazione a quest’ultimo aspetto, tuttavia, sottolineo che le specifiche regole vigenti per il pubblico impiego in materia di rappresentatività sindacale non sono state ricomprese tra quelle oggetto di riordino della suindicata delega, di cui alla legge n. 15 del 2009. In proposito, com’è noto, la rappresentatività sindacale del pubblico impiego (disciplinata dall’articolo 43 del Decreto legislativo n. 165 del 2001) prevede come soglia per la partecipazione alla contrattazione collettiva nazionale la percentuale non inferiore al 5% nel comparto o nell’area, considerata come media tra il dato associativo e quello elettorale. Il dato associativo è espresso dalla percentuale delle deleghe per il versamento dei contributi sindacali rispetto al totale delle deleghe rilasciate nell’ambito considerato; quello elettorale, invece, è espresso dalla percentuale dei voti ottenuti nelle elezioni delle RSU, rispetto al totale dei voti espresso nell’ambito considerato.
Il Ministro Brunetta ha quindi osservato che, proprio in ragione di tale specificità, l’articolo 65, comma 3, del decreto legislativo n. 150 del 2009 ha dettato norme transitorie sulle procedure per l’individuazione della partecipazione delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative prevedendo in particolare che: “In via transitoria, con riferimento al periodo contrattuale immediatamente successivo a quello in corso, definiti i comparti e le aree di contrattazione (…), l’ARAN avvia le trattative contrattuali con le organizzazioni sindacali e le confederazioni rappresentative. (…) Sono prorogati gli organismi di rappresentanza del personale anche se le relative elezioni siano state già indette. Le elezioni relative al rinnovo dei predetti organismi di rappresentanza si svolgeranno, con riferimento ai nuovi comparti di contrattazione, entro il 30 novembre 2010”.
Relativamente all’interpretazione da dare al termine del 30 novembre 2010, il Ministro Brunetta ha quindi rilevato che la proroga contenuta nel citato articolo 65 del decreto n. 150 del 2009, “è finalizzata a consentire alle parti – in via transitoria ed in attesa della definizione dei nuovi comparti – di mantenere una stretta correlazione tra composizione dei comparti e RSU.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni delle RSU: rinvio sine die?

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

Il Coordinamento nazionale Cub – Scuola Università Ricerca prende atto che, nell’incontro del 30 agosto scorso tra ARAN e OOSS concernente il rinnovo delle RSU non è stato preso alcun impegno circa la data delle elezioni e che in tale sede ci si è limitati a fissare per il prossimo 7 settembre un tavolo contrattuale per la definizione dell’accordo quadro sui nuovi comparti di contrattazione. E’ bene ricordare che già nell’autunno scorso, adottando argomentazioni pretestuose, il Governo e le organizzazioni sindacali concertative (unica eccezione, in questo caso, la FLC-CGIL) fecero slittare di un anno il rinnovo delle RSU nella scuola.
Noi non ci stiamo! In quanto sindacato di base, riteniamo che solo i lavoratori siano i depositari del diritto sindacale di organizzazione e che solo essi possano delegare i propri rappresentanti liberamente eletti. Il mancato rinnovo delle RSU è quindi l’ennesima espropriazione di diritti condotta da Governo e sindacati “complici” (CISL-UIL-CONFSAL-UNAMS) ai danni dei lavoratori.
Il Coordinamento Nazionale CUB Scuola, Università, Ricerca, depreca l’assoluta mancanza di rispetto delle regole che caratterizza l’azione del Governo in carica;  denuncia la sostanziale connivenza dello schieramento sindacale seduto al tavolo delle trattative: impegna l’organizzazione ad opporsi in ogni sede contro questa manovra per garantire che i lavoratori possano esprimere i propri rappresentanti; esorta tutti i lavoratori a difendere con forza i principi cardine della democrazia rappresentativa e gli spazi di agibilità sindacale sul posto di lavoro che la nostra Costituzione garantisce e che ci vengono continuamente negati.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pretestuose le polemiche su rinvio elezioni RSU

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2009

Il Dipartimento della funzione pubblica dichiara: Nessuno scippo delle RSU da parte del Ministro Brunetta, ma semplicemente una presa d’atto di quello che hanno deciso a maggioranza le organizzazioni sindacali e l’ARAN. Le polemiche in merito al rinvio del voto per le RSU sono veramente pretestuose. A questo proposito si ricorda nuovamente che lo scorso 18 maggio il Ministro Brunetta ha chiesto all’ARAN di aprire un tavolo con le organizzazioni sindacali per individuare le modalità applicative del decreto delegato della Legge 15/2009 sui nuovi assetti contrattuali e sulle elezioni delle RSU. Alla lettera (consultabile sul nostro sito http://www.innovazionepa.it e su http://www.aranagenzia.it) il Presidente dell’ARAN ha risposto che il tavolo non ha raggiunto un accordo totale ma che – con la sola eccezione della CGIL – tutte le organizzazioni sindacali concordano in un rinvio delle RSU. Solo in base a tale considerazioni e al parere espresso pochi giorni or sono dal Senato, è stata adottata una specifica norma nel decreto delegato. Pertanto le scelte contenute nel testo approvato oggi rappresentano non la volontà del Ministro Brunetta ma della maggioranza assoluta delle confederazioni sindacali.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »