Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘sace’

SACE: “Che export tira?”

Posted by fidest press agency su domenica, 21 aprile 2019

“A febbraio l’export italiano di beni è aumentato del 3,4% rispetto allo stesso mese del 2018: questo risultato porta la media del primo bimestre al 3,2%. Si tratta di un segnale positivo per il Made in Italy, in considerazione della congiuntura europea e internazionale, in rallentamento rispetto all’anno precedente, ma, in ogni caso, la natura parziale del dato impone cautela. I prossimi mesi saranno il vero banco di prova. L’area Ue avanza a ritmi moderati con Francia e Germania tra le migliori destinazioni. Al contrario, diminuisce l’export in Polonia e Rep. Ceca, due dei mercati “best performer” nel 2018. Calano le vendite in Spagna, ma con significative eccezioni tra i settori. Avanzano le vendite nell’area extra-Ue, specie in Svizzera (+14,7%), India (+12,2%) e Giappone (+10,5%). Meglio della attese la Cina (+2,8%); in calo Africa Subsahariana e Mercosur”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Progetti allo studio per SACE SIMEST negli Emirati Arabi Uniti

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Nel corso della missione, è stato firmato un importante accordo di riassicurazione con la export credit company emiratina (ECI), che consentirà a SACE BT, società operativa del Polo specializzata nell’assicurazione del credito a breve termine, di mettere a disposizione delle aziende italiane e delle loro controllate operanti negli Emirati Arabi Uniti, le proprie soluzioni assicurative a tutela del fatturato e di un’efficace gestione dei flussi di cassa.“Con Etihad Credit Insurance abbiamo costruito da tempo una partnership strategica, lavorando insieme per rafforzare il sostegno agli investimenti e all’interscambio tra i nostri Paesi, aumentando le opportunità e mitigando i rischi a cui si espongono le aziende italiane che operano (e opereranno sempre più) su questo importante mercato – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore delegato di SACE – Con questo accordo, riusciremo a raggiungere in modo ancora più efficace le aziende Italiane e le loro controllate e partecipate attive negli Emirati con soluzioni utili a proteggere il loro business e migliorare concretamente la gestione dei flussi finanziari”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Approvato il progetto di bilancio di esercizio di SACE al 31 dicembre 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 aprile 2019

Il Consiglio di Amministrazione di SACE (Gruppo CDP), presieduto da Beniamino Quintieri, ha approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018.
SACE SIMEST, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP ha chiuso il 2018 registrando un livello di risorse mobilitate a sostegno delle imprese italiane pari a 28,6 miliardi di euro, in crescita del 13% rispetto al 2017, il dato più alto raggiunto nel supporto all’export.Un traguardo rilevante alla luce del quadro economico sottostante, in cui l’export italiano, nonostante il quadro globale in peggioramento, si è confermato un motore per il Paese, contribuendo per oltre il 30% del Pil e mettendo a segno una performance di crescita (+3,5%).Il risultato 2018, aggiungendosi alle performance degli ultimi anni, porta a 72 miliardi di euro il valore complessivo delle risorse mobilitate da SACE SIMEST a sostegno delle aziende italiane nell’arco dell’ultimo triennio, 11 punti percentuali sopra l’obiettivo stabilito dal Piano Industriale approvato nel 2016 e in crescita del 60% dal 2016. Le risorse mobilitate a supporto di Mid Cap e PMI sono state pari a 20 miliardi, con un incremento del 20%, dal 2016.Questo risultato è stato raggiunto rispettando e superando i target di sostenibilità economica previsti dal Piano Industriale, come confermato da tutti gli indicatori di reddittività 2018 (ROE al 3,9%), solidità (Solvency Ratio al 174%) ed efficienza (Cost/Income al 12%) con un utile cumulato superiore del 19% al target di Piano.“Chiudiamo un 2018 da record e un triennio di soddisfazioni, avendo superato tutti gli obiettivi di un piano di crescita molto ambizioso – ha dichiarato l’amministratore delegato di SACE, Alessandro Decio -. In questi anni SACE, da sempre considerata un’eccellenza nel panorama delle agenzie di credito all’esportazione, insieme a SIMEST ha costituito, in linea con le indicazioni strategiche della Capogruppo, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione diventando uno dei motori di sviluppo dell’export italiano, nonché un driver di crescita del Gruppo CDP a cui apparteniamo. Risultati raggiunti in piena coerenza con gli obiettivi di sostenibilità economica. Siamo peraltro già esclusivamente concentrati nella realizzazione del nuovo Piano 2019-21 approvato a febbraio”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sace: Mappa dei Rischi 2019 export italiano

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 febbraio 2019

Per il 2019 si delinea uno scenario internazionale più complesso ma non privo di opportunità per le imprese che si affacciano sui mercati esteri. Una conoscenza approfondita dei rischi corredata da un adeguato disvelamento delle opportunità è imprescindibile per indirizzare le imprese verso la crescita. Questo il vademecum che emerge dalla nuova edizione del Focus On “Mappa dei Rischi. I 6 ‘pericoli’ del 2019: conoscerli per gestirli”, in cui SACE SIMEST (Gruppo CDP) presenta lo scenario atteso in cui si muoveranno le imprese italiane nell’anno appena iniziato.
“L’export è il driver principale della nostra economia e una scelta strategica per le imprese italiane. Per chi opera sui mercati internazionali la conoscenza dei rischi è imprescindibile, ma è un esercizio solo parziale se non la si affianca a un’adeguata analisi delle opportunità – ha dichiarato Beniamino Quintieri, Presidente di SACE–. Se generalmente i mercati emergenti esibiscono maggiore vulnerabilità a possibili shock esogeni, nondimeno alcuni si configurano destinazioni strategiche delle nostre esportazioni, come la Cina e gli Emirati Arabi Uniti, mercati più noti, ma anche il Brasile, l’India e il Vietnam. SACE SIMEST è un partner chiave in grado di fornire alle nostre imprese la conoscenza e gli strumenti per continuare a crescere anche in questa nuova fase dell’economia globale.”
Il nuovo studio delinea un quadro dei rischi ancora più ampio per il 2019, con tensioni vecchie e nuove che, dall’economia alla politica, costituiranno nuove sfide per le imprese che operano sui mercati internazionali. I 6 principali pericoli per l’anno in corso derivano innanzitutto dall’incertezza su economia e mercato azionario degli Stati Uniti, guerra dei dazi e Brexit, nonché da leitmotiv quali la fragilità di alcuni paesi emergenti e il crescente indebitamento mondiale. È fondamentale però non lasciare che i rischi che si profilano sul mercato internazionale oscurino un quadro ancora ricco di opportunità per l’export italiano.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE SIMEST (Gruppo CDP) e ANIMP a sostegno dell’impiantistica industriale italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 gennaio 2019

SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, e ANIMP, l’Associazione nazionale di impiantistica industriale, hanno sottoscritto un accordo con l’obiettivo di sostenere la crescita internazionale delle molte aziende attive nel settore.
Grazie all’accordo le aziende potranno accedere alle soluzioni messe a disposizione dal Polo SACE SIMEST per i progetti di internazionalizzazione e le commesse sui mercati internazionali. Inoltre, nell’ambito della partnership, le parti si impegnano a organizzare incontri formativi periodici con le imprese interessate, ad approfondire le tematiche relative agli strumenti a supporto di export e internazionalizzazione, e a promuovere eventi focalizzati sulle opportunità di business con l’obiettivo di facilitare le Associate nell’ottenimento di nuove commesse sui mercati internazionali.
“Questo accordo formalizza una collaborazione già avviata con ANIMP per sostenere lo sviluppo internazionale delle tante aziende che si occupano di impiantistica industriale – ha dichiarato Simonetta Acri, Chief Sales Officer di SACE -. In un momento in cui i settori dell’oil&gas e dell’energia stanno affrontando nuove sfide globali, è importante per le aziende che vi operano poter cogliere le migliori opportunità di business dotandosi delle soluzioni adatte a gestire i rischi connessi all’attività sui mercati esteri. Grazie alla nostra esperienza maturata in oltre 40 anni di attività in circa 200 paesi, le imprese potranno inserirsi in nuove geografie e far crescere sempre di più uno dei settori d’eccellenza del Made in Italy”.“Siamo molto soddisfatti di aver firmato l’accordo con SACE, frutto del comune impegno a sostenere l’internazionalizzazione delle nostre imprese, con particolare riferimento alle PMI – ha dichiarato Antonio Careddu, Presidente ANIMP -. Grazie a una maggiore formazione, tramite training mirati, e alla condivisione degli strumenti messi a disposizione da SACE SIMEST per ottenere finanziamenti a tasso agevolato e promuovere piani di sviluppo, questa partnership si rivela di particolare importanza per le imprese associate, in quanto attiva meccanismi virtuosi per favorirne l’accesso ai mercati esteri. È inoltre un canale importante per consolidare la presenza dell’impiantistica italiana sul mercato globale, a beneficio degli EPC Contractor e della relativa filiera”.SACE SIMEST conferma, con questa partnership, il pluriennale supporto all’impiantistica industriale, settore di eccellenza italiana le cui imprese risultano competitive su tutti i mercati internazionali. Nell’ambito della Push Strategy, questo accordo ha la finalità di avvicinare le PMI della filiera ai grandi contractors internazionali, adottando, insieme con ANIMP, un approccio di sistema imprescindibile per superare i vincoli posti dal limite dimensionale nell’accaparramento di grandi commesse internazionali.In questa direzione va il prossimo appuntamento previsto per il 6 febbraio a San Paolo (Brasile): il Polo SACE SIMEST ha organizzato un incontro di business matching fra alcune PMI italiane e tre grandi imprese brasiliane – Braskem, Petrobras e Nexa – attive rispettivamente nel settore petrolchimico, oil&gas, e minerario.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva Education to Export

Posted by fidest press agency su domenica, 9 dicembre 2018

SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, lancia Education to Export (E2E), il nuovo programma sviluppato con l’obiettivo di avvicinare le PMI ai mercati esteri e rafforzare la preparazione di quante già vi operano attraverso percorsi formativi digitali e in aula.Cuore di questo programma formativo, unico nel suo genere, è il portale e2e.sacesimest.it, piattaforma digitale dove le imprese possono accedere gratuitamente ad analisi, articoli, tutorial e testimonianze utili per muoversi nel mondo dell’export, attingendo a ben quattro percorsi online, pensati in funzione delle diverse esigenze e dei diversi gradi di proiezione internazionale delle aziende utenti – da chi deve muovere i primi passi a chi, già internazionalizzato, è pronto ad espandersi.“L’export è il grande motore di crescita dell’economia italiana e possiamo crescere ancora anche nell’export se riusciamo ad aiutare un numero sempre più importante soprattutto di PMI ad esportare in modo continuativo in un numero diversificato di mercati – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore Delegato di SACE –. Education to Export è dedicato soprattutto a loro, con l’obiettivo di mettere a disposizione in modo semplice e accessibile l’esperienza maturata da SACE SIMEST in quarant’anni di attività per orientarsi tra rischi, opportunità e soluzioni e fare dell’export una strategia aziendale vincente e di lungo periodo”.Education to Export non è solo digitale. Il programma offre anche diverse iniziative di formazione in aula, organizzate in partnership con altre importanti realtà del Sistema Paese. Ne sono un esempio i recenti incontri “Generation to Generation”, realizzati con Ortygia Business School e ICE-Agenzia dedicati alle aziende familiari del Mezzogiorno, e gli incontri “Export 360°”, realizzati a Salerno e Bologna in partnership con ICE-Agenzia e le sedi territoriali di Confindustria. Gli incontri in aula hanno già visto la partecipazione di oltre 150 imprese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’alta tecnologia parla italiano con Mandelli Sistemi

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

SACE SIMEST, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, sostiene la crescita sui mercati esteri di Mandelli Sistemi, azienda del Gruppo veronese Riello Sistemi, specializzata nella progettazione e realizzazione di macchinari utensili che trovano applicazione in diversi comparti quali aerospace, energy e meccanico.Nel dettaglio dell’operazione, SACE ha garantito quattro Advance Payment Bond, emessi da Banco BPM, in relazione ad altrettanti contratti di fornitura di macchinari utensili, per un valore complessivo di 5,6 milioni di euro, da destinare al mercato tedesco.“Mandelli è una realtà riconosciuta a livello globale come eccellente per la sua capacità di costruire macchinari altamente personalizzati,” ha dichiarato Marco Colombi, Direttore Commerciale di Mandelli –. “Siamo particolarmente attenti all’adozione di soluzioni ad hoc, attraverso la produzione di macchinari tarati sulle specifiche esigenze dei clienti. In questo caso, il nostro cliente finale era alla ricerca di una soluzione che permettesse di coniugare caratteristiche di potenza e precisione, per eseguire sullo stesso mezzo produttivo operazioni differenti.”L’operazione conferma l’impegno di SACE SIMEST al fianco delle tante Piccole e Medie Imprese italiane, aiutandole a posizionarsi con successo nel mercato globale. È il caso di Mandelli Sistemi, la cui sede operativa si trova a Piacenza, che rappresenta un modello di PMI ad alta capacità esportativa, con una grossa quota delle vendite totali dei suoi prodotti destinata ai mercati europei ed extraeuropei.Eccellenza del Made in Italy, l’azienda testimonia la capacità delle imprese italiane di posizionarsi con successo nella catena globale del valore, in un settore strategico per il Made in Italy come quello della meccanica strumentale, dove l’Italia gioca un ruolo da protagonista al fianco dei big player mondiali.Mandelli Sistemi è stata originariamente fondata nel 1932 e dal 2001 fa parte del Gruppo Riello Sistemi. Specializzata nella produzione di centri di lavoro orizzontali ad alto contenuto tecnologico, è oggi riconosciuta a livello internazionale come leader nella progettazione di macchinari altamente performanti, apprezzati per la loro potenza, velocità e precisione di utilizzo. A testimonianza del suo impegno nello sviluppo tecnologico e dell’attenzione all’innovazione, l’azienda è entrata nel mondo dell’Industria 4.0 con lo sviluppo del pacchetto di ultima generazione iPum@Suite 4.0, un insieme di software e servizi che garantisce un costante monitoraggio e una efficiente gestione negli anni del Centro di Lavoro.Il rapporto della Fondazione Caracciolo stimolerà il dibattito della tavola rotonda in programma alle ore 11:30 con interventi di Ennio Cascetta, Presidente Comitato Scientifico Fondazione Filippo Caracciolo, Maurizio Crispino, Professore Ordinario di Strade, Ferrovie ed Aeroporti, Politecnico di Milano, Enrico Musso, Professore Ordinario di Economia dei Trasporti Università di Genova, Achille Variati, Presidente UPI – Unione Province d’Italia. Le conclusioni saranno affidate al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordo tra SACE SIMEST (Gruppo CDP) e Crédit Agricole Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Il Gruppo Crédit Agricole e SACE Fct, società prodotto del Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP specializzata nei servizi di factoring, hanno finalizzato un accordo di collaborazione per consentire alle imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione (PA) un accesso più semplice all’ampia gamma di servizi dedicati allo smobilizzo dei crediti. Grazie all’accordo le imprese clienti delle banche del Gruppo Crédit Agricole potranno rivolgersi alle oltre 1100 filiali presenti in tutta Italia per conoscere i servizi offerti da SACE Fct.“Questo accordo conferma il nostro impegno a raggiungere un numero sempre maggiore di imprese sul territorio con l’obiettivo di offrire agli imprenditori tutti gli strumenti necessari per gestire al meglio i flussi di cassa della propria azienda – ha dichiarato Paolo Alfieri, Direttore Generale di SACE Fct –. Collaborare con Crédit Agricole, un grande Gruppo Bancario dal respiro internazionale, ci permette di fare un ulteriore passo avanti in questa strategia”.“La collaborazione con SACE Fct – ha dichiarato Alessio Foletti, Responsabile della Direzione Banca d’Impresa di Crédit Agricole – conferma l’importanza per il Gruppo Crédit Agricole di supportare le Imprese Italiane nel loro percorso di sviluppo e crescita sostenibile. L’accordo consente infatti di rispondere al bisogno di liquidità, esigenza fortemente sentita nel mondo imprenditoriale italiano, contribuendo a mantenere o ripristinare l’equilibrio finanziario dell’impresa”.Le soluzioni offerte da SACE Fct – che nel 2017 ha smobilizzato 4,6 miliardi di euro di crediti – permettono alle imprese di generare liquidità attraverso la cessione pro solvendo o pro soluto dei crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione e di controparti corporate. L’offerta di prodotti del Gruppo Crédit Agricole si arricchisce di un nuovo importante tassello che si aggiunge ad un panel di strumenti di finanziamento già ricco ed apprezzato dalla clientela. Nel 2018 abbiamo risposto al fabbisogno finanziario delle Imprese (+2,7% lo sviluppo dei crediti rispetto a fine anno, di cui +5,2% alle Aziende servite dalla Direzione Banca d’Impresa) con crescite più sostenute della media di sistema (+1,9% verso fine anno, fonte Campione ABI).L’intesa è stata firmata da Alessio Foletti, Responsabile della Direzione Banca d’Impresa di Crédit Agricole Italia e Paolo Alfieri, Direttore Generale di SACE Fct.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuova operazione del programma “Push Strategy” di SACE

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 ottobre 2018

SACE (Gruppo CDP) ha garantito una linea di credito da 500 milioni di dollari in favore di Reliance Industries Limited, holding di Reliance, il più grande gruppo privato indiano che, con un giro d’affari di oltre 55 miliardi di euro, opera in una gamma di settori vasta e diversificata: dall’energetico ai beni di consumo. Quotato alla borsa indiana, da anni rientra nella classifica Fortune’s Global 500 dei maggiori gruppi industriali, figurando alla posizione 148 per ricavi e 99 per utile netto. Obiettivo dell’operazione – in cui è coinvolto un pool di banche internazionali guidato da HSBC (global coordinator e facility agent) e composto in qualità di mandated lead arranger da BNP Paribas, DZ Bank AG, First Abu Dhabi Bank e MUFG Bank– è facilitare l’assegnazione di contratti di fornitura italiani, aprendo alle imprese interessate, soprattutto alle PMI, una via di accesso unica alle opportunità offerte dal piano di investimenti di Reliance.
L’operazione rientra nell’ambito della “Push Strategy”, programma introdotto da SACE per creare nuove opportunità di crescita all’estero per le imprese italiane, garantendo finanziamenti a condizioni competitive in favore di primari gruppi industriali interessati ad avviare o incrementare gli acquisti di beni e servizi italiani di settori strategici.Proprio al fine di facilitare l’assegnazione di commesse a esportatori italiani, Reliance e SACE organizzeranno incontri ed eventi di business matching tra la stessa Reliance e le aziende italiane, in particolare PMI, interessate a operare con la controparte indiana.
L’operazione garantirà opportunità di business a una vasta gamma di settori, dalla meccanica strumentale al retail, offrendo notevoli possibilità anche a settori di punta del Made in Italy come arredamento, moda e luxury. “È tempo per le nostre imprese di farsi strada con più forza nel mercato indiano – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore Delegato di SACE -. A dimostrazione del rilancio e del crescente dinamismo che stanno vivendo i rapporti commerciali tra i nostri due Paesi, l’export italiano in India ha chiuso un ottimo 2017 (+9,3%), ha realizzato un nuovo balzo in avanti anche nei primi sette mesi del 2018 (+16%) e conserva ottime prospettive anche per gli anni a venire. Siamo dunque particolarmente orgogliosi di quest’accordo con Reliance che permetterà a tante imprese italiane, soprattutto PMI,di fare ingresso in un mercato chiave per il Made in Italy e acquisire una posizione competitiva tra i fornitori di uno dei più grandi gruppi industriali mondiali.”Secondo le previsioni dell’ultimo Rapporto Export di SACE, l’India fa parte delle quindici geografie “irrinunciabili” per il Made in Italy che nel 2017 hanno contribuito per 95 miliardi all’export totale italiano. Le esportazioni italiane nel Paese ammontano a 3,6 miliardi di euro e sono destinate ad aumentare anche nel triennio 2019-2021 con un tasso di crescita in media del 6,7%, cogliendo le opportunità offerte sia dagli ingenti piani di investimento di grandi corporate come Reliance sia dal piano di sviluppo governativo “Make in India”, che punta a far diventare il Paese il nuovo snodo manifatturiero asiatico. Quest’ultimo aprirà interessanti opportunità per le imprese italiane soprattutto nei settori dei beni di investimento, in particolare per la meccanica strumentale, settore coinvolto in varie industrie, dall’automotive alla trasformazione alimentare, dall’energia alle telecomunicazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordo SACE – Etihad Credit Insurance

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 ottobre 2018

In occasione del secondo Business Forum Italo-Arabo, SACE, l’agenzia di credito all’esportazione del Gruppo CDP, ed Ethiad Credit Insurance (ECI) hanno firmato un accordo di collaborazione finalizzato a rafforzare le opportunità di business tra i due Paesi.
La seconda edizione del Forum, che vede gli Emirati Arabi Uniti arrivare a Roma come Paese ospite, ha riunito rappresentati del Governo e Dirigenti di alto livello di entrambi i Paesi per trattare temi di interesse comune, incoraggiare potenziali partnership e facilitare lo scambio di informazioni e le opportunità di business tra Italia ed Emirati Arabi Uniti.
La firma dell’accordo è avvenuta presso la sede del Ministero dello sviluppo economico, alla presenza del Ministro Luigi Di Maio, il Sultano bin Saeed Al Mansoori, Ministro dell’Economia degli EAU e Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione di ECI, e di Saed Al Awadhi, Amministratore Delegato del Dubai Export and Development Corporation e Presidente del Comitato Esecutivo di ECI. Grazie a questo accordo, firmato da Alessandro Decio e Massimo Falcioni, Amministratori Delegati rispettivamente di SACE ed ECI, le due agenzie di credito all’esportazione si impegnano a rafforzare il rapporto di collaborazione tra l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti, attraverso la condivisione reciproca di competenze e il sostegno alle opportunità di business tra i due Paesi.Uno degli scopi principali dell’intesa è quello di intensificare gli scambi commerciali tra l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti, focalizzandosi sull’Industria Halal attraverso soluzioni assicurativo-finanziarie coerenti con i principi della finanza islamica (Shariah-compliant).Inoltre, SACE ed ECI creeranno una Task Force dedicata, collaborando su sette diversi filoni di attività: assicurazioni, riassicurazioni e recupero crediti; condivisione di competenze; programmi di formazione tecnica; soluzioni assicurativo-finanziarie coerenti con la finanza islamica; promozione degli scambi (attraverso eventi, workshop, B2B); programmi di investimenti e di internazionalizzazione; sostegno alle PMI.
Il volume degli scambi tra i due Paesi ha superato i 6 miliardi di euro nel 2017. È cresciuto l’import di prodotti dall’EAU verso l’Italia, e gli Emirati Arabi Uniti sono stati i primi nell’area MENA per l’export italiano dei settori agricolo e alimentari e bevande. Altri settori ad alto potenziale per attività di business includono alluminio e acciaio, ceramica, energie rinnovabili, meccanica, trattamento dei rifiuti, tecnologie industriali, infrastrutture e costruzioni, industria alberghiera, moda e gioielli, agroalimentare e bevande.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE SIMEST (Gruppo CDP) per il settore minerario

Posted by fidest press agency su sabato, 6 ottobre 2018

SACE (Gruppo CDP) ha garantito un finanziamento da 62,5 milioni di dollari, erogato da Banco Bilbao Vizcaya Argentaria SA – Milan branch, in favore di Nexa Resources (“Nexa”), società del gruppo brasiliano Votorantim specializzata nell’estrazione e lavorazione dello zinco e del rame. Con questo intervento SACE SIMEST, il Polo italiano dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, avvia una partnership con la società brasiliana volta a facilitare l’assegnazione di contratti ad esportatori italiani attivi nelle forniture di macchinari per l’estrazione e lavorazione mineraria. Un settore in cui l’Italia vanta tante imprese eccellenti, che nel 2017 ha esportato beni per 3,7 miliardi di euro (+5,5), e sta proseguendo con un’ulteriore accelerazione nel 2018 (+13%).L’operazione si inserisce nell’ambito del piano strategico di Nexa che punta ad ampliare e diversificare il proprio bacino di fornitori esteri e prevede investimenti per 280 milioni di dollari nel 2018, finalizzati all’espansione delle attività minerarie in essere e all’esplorazione di nuovi giacimenti in America Latina.Si tratta della nuova operazione conclusa nell’ambito della Push Strategy, l’approccio proattivo di SACE introdotto con il nuovo Piano Industriale per agevolare e rafforzare la competitività dell’export italiano nei confronti di selezionati acquirenti esteri, attivi in settori chiave del Made in Italy. A tale scopo, SACE SIMEST e Nexa si impegnano ad organizzare nei prossimi mesi incontri di business matching con i potenziali esportatori italiani interessati alle opportunità offerte nell’ambito del piano di investimenti del gruppo brasiliano in America Latina.Nexa è la società del gruppo brasiliano Votorantim, quotata alla borsa di New York, che gestisce in autonomia tutte le attività di estrazione e lavorazione mineraria in America Latina. Con oltre 5mila dipendenti e circa 2 miliardi di dollari di utili, Nexa è oggi tra i primi 5 produttori di zinco al mondo.Secondo le previsioni di SACE SIMEST, l’economia latinoamericana accelererà nei prossimi tre anni con impatti positivi sul nostro export, cresciuto già del 10,4% nel 2017. Brasile, Messico, Perù e Colombia offriranno le migliori opportunità per beni e servizi italiani, in particolare nei settori delle infrastrutture, minerario, energetico, automobilistico e dei beni di consumo. Questi Paesi rientrano tra i 20 mercati prioritari per il Made in Italy, che contribuiranno per un terzo del maggiore export italiano al 2021, quando raggiungerà quota 540 miliardi di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I vini siciliani con Tasca D’Almerita alla conquista del mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

SACE SIMEST, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha perfezionato due operazioni di finanziamento per un importo complessivo di 1,1 milioni di euro per sostenere l’espansione all’estero di Tasca D’Almerita, storica azienda siciliana attiva nel settore della produzione e commercializzazione di vino.Le linee di credito da 0,6 e da 0,5 milioni di euro, erogate rispettivamente da BNL Gruppo BNP Paribas e da Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno, sono entrambe garantite da SACE. Le risorse saranno utilizzate per rafforzare la presenza di Tasca D’Almerita e dei suoi brand in mercati strategici come Stati Uniti e Germania e a valutare nuove geografie di opportunità.
“Siamo molto soddisfatti della collaborazione con SACE SIMEST – ha dichiarato Alberto Tasca, Amministratore Delegato di Conte Tasca D’Almerita –. Riteniamo fondamentale poter contare su una partnership del genere per poter consolidare la nostra presenza all’estero e far conoscere sempre di più nel mondo la qualità del nostro vino. Puntiamo a dare seguito a questa collaborazione per sostenere i nostri progetti di crescita verso nuove destinazioni.”
SACE SIMEST – presente nella regione con l’ufficio di Palermo – conferma il proprio impegno a favore delle PMI siciliane che esprimono al meglio l’eccellenza del Made in Italy nel mondo. Nel 2017 SACE SIMEST ha mobilitato circa 100 milioni di euro a favore di oltre 460 aziende siciliane.Tasca D’Almerita, con i suoi 200 anni di storia, è una delle realtà più apprezzate nel panorama italiano vitivinicolo. Alla storica tenuta di Regaleali, situata nel cuore della Sicilia – al confine tra le province di Palermo e Caltanissetta – si sono aggiunte nel tempo altre 4 tenute rappresentative di altrettanti territori vocati, in cui vengono coltivate varietà distintive e prodotte quasi 4 milioni di bottiglie all’anno, destinate ai circa 4.000 clienti in Italia e nel mondo. Nel 2010 l’azienda ha aderito al progetto SOStain, un innovativo programma di viticoltura ecosostenibile che mira alla progressiva riduzione degli impatti sull’ambiente della produzione industriale. Grazie a questo progetto, sostenuto dal basso e scientificamente avanzato, nel 2017 Tasca d’Almerita ha ottenuto una certificazione da parte di Certiquality, che attesta l’osservanza dei requisiti di sostenibilità ambientale e l’impegno a perseguire uno sviluppo rispettoso del territorio, socialmente equo ed economicamente efficace.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo CDP) porta in Italia l’indiana SREI

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 luglio 2018

SACE (Gruppo CDP) ha garantito un finanziamento da 30 milioni di euro, erogato da ING Bank, a Branch of ING-DiBa AG, in favore di Srei Equipment Finance Ltd – SEFL, società del gruppo indiano SREI specializzata in servizi di equipment financing per il settore infrastrutture.
Con questo intervento, SACE SIMEST, il Polo italiano dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, consolida la relazione con il gruppo finanziario indiano. L’obiettivo è facilitare l’assegnazione di contratti del valore di 90 milioni di euro ad esportatori italiani attivi nelle forniture di macchinari e attrezzature per i settori costruzioni, minerario, sanità e agri-food.L’iniziativa conclusa con SREI, un gruppo da 75.000 clienti e 90 filiali in tutta l’India, rappresenta per le PMI italiane una via di accesso unica alle opportunità offerte dal piano di investimenti da 200 miliardi di dollari del governo indiano che, nei prossimi 5 anni, realizzerà progetti infrastrutturali portuali, ferroviari, stradali e minerari, con un impatto stimato per i comparti dei macchinari e apparecchiature pari a circa 30 miliardi di dollari.Per SACE questa è una nuova operazione conclusa nell’ambito della Push Strategy, l’approccio proattivo introdotto con il nuovo Piano Industriale che punta ad agevolare e rafforzare la competitività dell’export italiano nei confronti di selezionati acquirenti esteri, in settori chiave del Made in Italy.A tale scopo, dal 17 al 19 luglio a Vicenza, Bologna e Milano, SACE SIMEST ha organizzato tre giorni di incontri e business matching tra i vertici del gruppo indiano e i potenziali esportatori italiani interessati alle opportunità offerte nell’ambito dei progetti in corso nel Paese.Fondata nel 1989 con l’obiettivo di offrire soluzioni finanziarie per la realizzazione di progetti infrastrutturali, oggi SREI è il maggiore gruppo indiano attivo nel settore. Con oltre 5,5 miliardi di asset gestiti, SREI è in grado di offrire un’ampia gamma di servizi lungo l’intera catena del valore nel comparto infrastrutturale: finanziamento dei progetti, servizi di leasing, consulenza e soluzioni finanziarie innovative per i propri clienti.Secondo le previsioni dell’ultimo Rapporto Export di SACE, l’India rientra tra i quindici Paesi “irrinunciabili” per il Made in Italy che nel 2017 hanno contribuito per 95 miliardi all’export totale italiano. Solo nell’ultimo anno la crescita delle esportazioni italiane in India ha registrato un +9,3%, con previsioni positive anche nel periodo 2018-2021 (+7,7% in media). Il programma Make in India, infatti, aprirà interessanti opportunità per le imprese italiane soprattutto nei settori dei beni di investimento, in particolare per la meccanica strumentale, settore coinvolto in varie industrie, dall’automotive alla trasformazione alimentare, dall’energia alle telecomunicazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE SIMEST (Gruppo CDP) apre a Shanghai

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 giugno 2018

SACE SIMEST, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, apre un ufficio a Shanghai con l’obiettivo di offrire alle imprese italiane un punto di riferimento su cui contare per sviluppare i propri piani di crescita nella Cina continentale e nei mercati limitrofi di Corea, Taiwan, Giappone e Mongolia. Lo ha annunciato di fronte a una platea di esponenti della business community cinese e internazionale riuniti a Shanghai per la cerimonia di inaugurazione, organizzata presso la sede dell’antica Camera di Commercio di Shanghai in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia.Ad accogliere gli ospiti, insieme a Beniamino Quintieri e Alessandro Decio, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di SACE, anche Salvatore Rebecchini, Presidente di SIMEST e Antonella Baldino, Chief Business Officer di CDP.“L’apertura di un Ufficio di rappresentanza di SACE- SIMEST a Shanghai ha un’importanza cruciale per la promozione della nostra presenza sul mercato cinese e costituisce un’ulteriore dimostrazione dell’ottimo stato delle relazioni tra i nostri due Paesi. In questa fase storica in cui la Cina annuncia nuove e promettenti aperture del mercato e vuole puntare sempre di più sulla qualità della crescita e sull’aumento dei consumi, l’Italia ha infatti molto da offrire, in particolare in termini di tecnologie e soluzioni avanzate nel campo dell’innovazione. Sono certo che la presenza di SACE SIMEST a Shanghai offrirà nuovi strumenti alle imprese italiane per affacciarsi o consolidare la loro presenza su questo mercato e sui mercati terzi” – ha commentato Ettore Francesco Sequi, Ambasciatore italiano presso la Repubblica popolare cinese.
L’export italiano in Cina, dopo aver raggiunto quota 13,5 miliardi di euro nel 2017 (+22%), proseguirà infatti il suo cammino di crescita, mettendo a segno un +12,3% nel 2018 e un +8,8% medio annuo anche nei successivi tre anni, secondo le stime di SACE.
In questo contesto, l’ufficio SACE SIMEST di Shanghai farà da punto di riferimento e di intermediazione con i principali stakeholder economico-finanziari cinesi – banche, autorità e agenzie specializzate – per sostenere le imprese italiane, assicurando le transazioni dai rischi politici e di mancato pagamento, rendendo più conveniente l’acquisto di prodotti italiani da parte di buyer internazionali, facilitando la realizzazione di grandi progetti di interesse comune con il coinvolgimento di aziende italiane, sia in Cina che in Paesi terzi, nell’ambito della Belt and Road Initiative e non solo. Il Polo sosterrà inoltre gli investimenti italiani, sia finanziariamente che con apporti di capitale, contando già sulla partecipazione al capitale di 50 filiali cinesi di imprese italiane da parte di SIMEST. Aiuterà infine i piani di crescita delle tante imprese italiane che, con centri di produzione e management italiane, hanno visto l’ingresso di capitali cinesi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo CDP) con IMM per nuovi progetti a Istanbul

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2018

Si è tenuto presso la sede di Milano di SACE, il primo incontro di business matching tra la Istanbul Metropolitan Municipality, la maggiore delle trenta municipalità metropolitane e principale centro economico e finanziario della Turchia, e circa 50 imprese italiane attive nel settore delle infrastrutture, interessate alle opportunità offerte dall’ampio piano strategico di IMM che prevede 2,75 miliardi di euro di investimenti.All’evento hanno partecipato rappresentanti di IMM che hanno presentato nel dettaglio il piano strategico della società, e rappresentanti di SACE SIMEST che hanno presentato gli strumenti assicurativo-finanziari del Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, utili a sviluppare in sicurezza il business in Turchia e offerto una panoramica dei rischi e delle opportunità per chi vuole operare nel Bosforo. All’evento è intervenuto anche il responsabile dell’ufficio ICE in Turchia, Aniello Musella, offrendo linee guida pratiche per muoversi su questo mercato.L’incontro di oggi è frutto di un impegno più ampio e incisivo di SACE nei confronti di IMM: un impegno riconducibile a Push Strategy, il programma avviato con il nuovo Piano Industriale attraverso cui SACE fa da apripista all’export italiano in mercati ad alto potenziale.Nell’ambito di questo programma, SACE ha garantito alla società turca una linea di credito da 100 milioni di euro destinata al finanziamento del suo piano investimenti da 2,75 miliardi di euro, che prevede la realizzazione di opere infrastrutturali nella città di Istanbul (inclusa la costruzione della linea ferroviaria metropolitana Eminönü-Alibeyköy) e di altri progetti nel settore dello smaltimento rifiuti / waste to energy e del trattamento acque, con l’obiettivo di “spingere” l’assegnazione di commesse – in questo e altri progetti – a PMI italiane che, da sole, difficilmente riuscirebbero a entrare in contatto con una realtà come IMM.Attraverso questo programma, per favorire l’acquisto di beni e servizi italiani o rafforzare rapporti commerciali esistenti, SACE mette a disposizione di importanti controparti estere linee di credito a medio-lungo termine (fino a 10 anni) a un tasso competitivo e crea occasioni di business matching tra le aziende beneficiarie del finanziamento e le potenziali fornitrici italiane (spesso PMI che, da sole, non riuscirebbero a intercettare la domanda di grandi gruppi esteri). Le risorse allocate a questa operatività dal Piano Industriale ammontano a 4,5 miliardi di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Toscotec esporta macchinari per la carta tissue in Argentina

Posted by fidest press agency su domenica, 8 aprile 2018

SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha perfezionato un’operazione del valore di 3 milioni di euro a supporto dell’export di Toscotec in Argentina.
In particolare, grazie al sostegno di SACE, l’azienda lucchese ha assicurato dal rischio di mancato pagamento per eventi di natura politica e commerciale la fornitura di un macchinario per la lavorazione della carta tissue a un cliente argentino.Toscotec, nata nel 1948 all’interno del distretto cartario lucchese, è un’azienda leader nella produzione di macchinari per la elaborazione di carta tissue e carte per usi industriali. Innovazione, know-how tecnologico e rispetto dell’ambiente sono da sempre i valori guida dell’azienda. Oltre alla sede sul territorio nazionale, Toscotec opera a livello internazionale attraverso le sue filiali presenti in Cina e negli Stati Uniti.L’azienda lucchese è cliente di lungo corso di SACE SIMEST. Dal 2005 Toscotec si è, infatti, avvalsa del supporto all’export e all’internazionalizzazione di SACE e SIMEST.Questa operazione conferma il supporto di SACE alle imprese italiane che desiderano approcciarsi al mercato argentino. Il Paese, pur offrendo buone prospettive e opportunità per l’export e l’internazionalizzazione, presenta ancora delle complessità congiunturali. Le stime di SACE indicano una crescita del 3,6% dell’export italiano in Argentina fino al 2020, in particolare nei settori della meccanica strumentale, energie rinnovabili, costruzioni, automotive e componentistica, infrastrutture e oil & gas.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Camozzi: doppia operazione con il polo SACE SIMEST (Gruppo CDP) per crescere in Italia e all’estero

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

Il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, costituito da SACE e SIMEST, sostiene lo sviluppo internazionale di Camozzi, azienda bresciana attiva nei settori dell’automazione industriale, delle macchine utensili, dei macchinari tessili, delle fusioni e lavorazioni nonché in campo digitale e soluzioni IoT. E lo fa sia attraverso la sottoscrizione di un bond, sia attraverso l’investimento in equity.Il Fondo Sviluppo Export, fondo nato su iniziativa di SACE e gestito da Amundi SGR, ha sottoscritto un’obbligazione per 12,5 milioni di euro emesse da Camozzi. L’obbligazione, della durata di sei anni, è interamente garantita da SACE e sottoscritta dal Fondo Sviluppo Export ricorrendo alle risorse messe a disposizione dalla stessa SACE e dalla Banca Europea per gli Investimenti. I proventi dell’emissione verranno utilizzati da Camozzi per sostenere il proprio programma di sviluppo sui mercati internazionali, principalmente Ucraina, Stati Uniti, Cina e Russia.SIMEST, inoltre, intende investire 4,7 milioni di euro in due aziende localizzate in Cina, non lontano da Shanghai, specializzate nella componentistica per i sistemi di automazione e interamente controllate dal Gruppo Camozzi. L’investimento avrà importanti ricadute positive anche in Italia, generando un aumento della domanda dei componenti prodotti negli stabilimenti Camozzi del Nord Italia.“La crescita sui mercati internazionali è un obiettivo perseguito costantemente dal Gruppo dai suoi primi anni di attività – ha dichiarato Lodovico Camozzi, Presidente del Gruppo Camozzi-. Il supporto di SACE e l’ingresso di SIMEST nel capitale azionario delle società cinesi ci rafforzano sotto il profilo istituzionale e finanziario e ci permetteranno di essere ancora più competitivi sui mercati internazionali. Oggi siamo presenti con le nostre sedi in 26 paesi ed esportiamo complessivamente più dell’80% del fatturato in 75 paesi”.Camozzi è uno dei primari clienti di SACE e SIMEST in Lombardia, regione in cui – attraverso gli uffici di Milano e Brescia – vengono servite quasi 6mila imprese: nel 2017 sono state mobilitate risorse a sostegno dello sviluppo internazionale delle imprese della regione per oltre 3,5 miliardi di euro.Per questa operazione SACE e Amundi sono stati assistiti dallo studio Legance Avvocati Associati, mentre Camozzi dallo studio Craca Di Carlo Guffanti Pisapia Tatozzi & Associati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo per supportare 60 PMI della filiera produttiva del settore automotive

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 marzo 2018

SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, e Prima Sole Components, azienda leader nel settore della componentistica per automotive, firmano un accordo a sostegno di 60 PMI fornitrici del gruppo industriale laziale. Nell’ambito dell’accordo, le aziende fornitrici di Prima Sole Components potranno rafforzare la propria liquidità attraverso il pagamento anticipato delle forniture eseguite, ottenere le garanzie necessarie per l’esecuzione di nuovi contratti di fornitura in Italia e all’estero, proteggere il proprio fatturato dal rischio di mancato pagamento e recuperare i crediti insoluti in tutto il mondo. Inoltre, tramite SACE SIMEST, avranno a disposizione un’importante gamma di soluzioni per crescere e consolidarsi sui mercati internazionali: dai finanziamenti a tasso agevolato di SIMEST alle garanzie che SACE offre a supporto dell’internazionalizzazione.
«Con entusiasmo abbiamo aderito all’iniziativa proposta da SACE SIMEST – ha dichiarato Maurizio Stirpe, Presidente del Gruppo Prima – in quanto da sempre la nostra politica si fonda sul sostegno e la stretta collaborazione con i nostri fornitori. L’accordo di filiera in parola ritengo possa essere l’espressione massima del modus operandi del nostro Gruppo verso i nostri fornitori-partner; aprendo le porte ad una nuova visione delle interrelazioni nel mondo della subfornitura ».«Questo accordo conferma il nostro impegno nel supportare un settore, come quello dell’automotive, che si è rivelato capace di fare molto bene sui mercati internazionali – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore Delegato di SACE. Nel 2017, infatti, il comparto ha toccato il 24 miliardi di export e, secondo le nostre previsioni, è destinato a crescere nei prossimi tre anni. Dietro a questi successi ci sono anche le tante aziende che compongono la filiera produttiva e che rappresentano un’imprenditoria di qualità che deve essere sostenuta. SACE e SIMEST sono pronte per affiancare queste aziende nell’operatività di tutti i giorni ma anche nella grande sfida dei mercati internazionali».L’intesa firmata oggi rafforza una partnership di lungo periodo, con il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione che ha sostenuto la decisa strategia d’internazionalizzazione del Gruppo Prima Sole in diverse occasioni. SACE – oltre ad aver deliberato lo scorso dicembre una linea di reverse factoring da 10 milioni di euro – ha garantito diverse linee di credito dedicate alla penetrazione e al presidio di mercati esteri. Inoltre SIMEST ha recentemente acquisito una quota di minoranza nella società Sole Components, promuovendo lo sviluppo del Gruppo in Brasile (al seguito di FCA) e in Germania (al seguito di Daimler nel segmento Truck).Il Gruppo Prima Sole, controllato dalla famiglia Stirpe, è attivo da circa 40 anni nella progettazione, produzione e commercializzazione di componentistica in plastica, principalmente destinata al settore automotive. Grazie agli stabilimenti produttivi in Italia e all’estero, il Gruppo riveste oggi il ruolo di player globale per il segmento di riferimento, collaborando con le principali case automobilistiche mondiali ed esportando la metà del proprio fatturato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il mondo nel 2018 – Opportunità e rischi per le imprese italiane”

Posted by fidest press agency su sabato, 20 gennaio 2018

Beniamino QuintieriIl convegno è stato organizzato da ISPI e si è tenuto in Assolombarda.“Il 2017 è stato un anno record per l’export italiano con una crescita intorno all’8%, fino a raggiungere quota 450 miliardi di euro – ha dichiarato Beniamino Quintieri, Presidente di SACE, all’evento ISPI tenutosi oggi in Assolombarda –. La spinta arriva soprattutto dai mercati emergenti e da settori “non convenzionali” per il Made in Italy, come la chimica e la farmaceutica. Prevediamo un 2018 ancora positivo per le nostre esportazioni, grazie alla ripresa degli investimenti a livello globale e a una maggiore domanda proveniente dalle principali economie emergenti. Ma lo scenario in cui si muoveranno le imprese italiane rimane complesso e caratterizzato da elementi di potenziale instabilità: tensioni geopolitiche diffuse con gli Stati Uniti a giocare un ruolo chiave, fenomeni di violenza politica estesi anche oltre l’area mediorientale, elevati livelli di indebitamento e incertezze sulla ripresa del ciclo delle commodity che aumenteranno il divario tra Paesi emergenti e avanzati. Diventa, quindi, sempre più cruciale un salto di qualità nella conoscenza e gestione dei rischi da parte delle imprese italiane e affidarsi a un partner come SACE SIMEST, oggi insieme nel Polo italiano dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, spesso può fare la differenza”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE (Gruppo CDP): 625 milioni di dollari per l’export italiano in Kuwait

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 dicembre 2017

KuwaitCon questa operazione, SACE intende facilitare l’assegnazione di forniture a imprese italiane nell’ambito dei lavori di ammodernamento ed espansione delle raffinerie Mina Abdullah e Mina Al-Ahmadi della Kuwait National Petroleum CompanySACE ha garantito un finanziamento da 625 milioni di dollari, erogato da un pool di banche internazionali, guidate da BBVA SA Milan Branch in qualità di Facility Agent di SACE, in favore di Kuwait National Petroleum Company (“KNPC”), principale società del gruppo petrolifero kuwaitiano KPC.
La linea di credito contribuirà al finanziamento del progetto strategico Clean Fuels di KNPC, del valore complessivo di 14,5 miliardi di dollari, che prevede l’ammodernamento e l’espansione delle raffinerie Mina Abdullah e Mina Al-Ahmadi con l’obiettivo di realizzare un complesso integrato altamente efficiente, in grado di soddisfare la domanda locale ed internazionale di prodotti petroliferi ad alto valore aggiunto e con ridotto impatto ambientale.
Si tratta della nuova operazione conclusa da SACE nell’ambito della Push Strategy, il nuovo approccio proattivo introdotto con il Piano Industriale 2016-2020 che punta ad agevolare e rafforzare la competitività dell’export Italiano nei confronti di selezionati acquirenti esteri. A tale scopo, nelle scorse settimane si sono tenuti incontri mirati tra i vertici del gruppo petrolifero kuwaitiano e le aziende italiane interessate ed eventi di business match making ad Abu Dhabi in occasione della fiera internazionale ADIPEC, dedicata al settore dell’oil & gas. Nei prossimi mesi, è prevista l’organizzazione di nuovi incontri per facilitare l’assegnazione di commesse a potenziali esportatori italiani interessati alle opportunità offerte dall’ampio piano strategico di KPC, che prevede 300 miliardi di dollari di investimenti entro il 2030.
Fondata nel 1980, KPC oggi incorpora tutte le realtà petrolifere statali del Kuwait e gestisce tutte le attività del settore, contribuendo in maniera sostanziale al Pil del Paese. KNPC è la principale società del gruppo, responsabile per le attività di raffinazione del petrolio e trattamento del gas, ed opera nel Paese attraverso due raffinerie con una capacità di lavorazione complessiva di 736.000 barili al giorno che aumenterà a 800.000 una volta completato il progetto Clean Fuels.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »