Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘salvezza’

Giornata della Memoria: il sentiero della salvezza

Posted by fidest press agency su sabato, 26 gennaio 2019

Viggiù (Varese) Domenica 27 Gennaio – Ore 9 e 30 Franceschin: “Molte famiglie di ebrei percorrevano un sentiero che rappresentò per loro il cammino verso la salvezza. Noi Domenica, 27 Gennaio, lo ripercorreremo tutto. Gli Ebrei arrivavano a Viggiù, provincia di Varese per poi raggiungere la Svizzera attraverso cunicoli di bunker e trincee della Prima Guerra Mondiale. Gli ebrei furono salvati grazie all’operazione segreta OSCAR, ad opera del Cardinale di Milano Schuster. Saremo nei luoghi della missione segreta, accompagnati dai loro scritti. Tutto il cammino narrato”.
Dal 1943 al 1945 molti ebrei riuscirono a scappare in Svizzera percorrendo alcuni sentieri. Si tratta di una vera “strada della memoria”, e la faremo praticamente tutta per non dimenticare. Entreremo in un labirinto di cunicoli e bunker, trincee della Prima Guerra Mondiale costruite a difesa della frontiera italo-svizzera che poi vennero ampiamente utilizzate anche dai profughi italiani. E proprio sul confine tra Italia e Svizzera cammineremo, in un ambiente ricco di vegetazione e storia. Saremo nell’antico presidio della Milizia Nazi – fascista di confino. Il viaggio dei profughi in fuga dalla furia nazifascista iniziava a Milano, quando gli organizzatori riuscivano a dar loro documenti falsi per passare il confine svizzero nella zona della Valceresio. Noi ripercorreremo tutto”. Lo ha annunciato Antea Franceschin, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE che coordinerà l’escursione in programma in occasione della Giornata della Memoria.
Una missione segreta denominata Oscar e messa in campo in silenzio dal Cardinale di Milano, Shuster e dagli Scout, salvò tante vite umane. Saremo in quei luoghi, ascolteremo quei personaggi, leggeremo i loro scritti.
“La giornata è dedicata al cammino e alla scoperta di questa missione segreta denominata in acronimo Oscar un’operazione soccorso che salvò tanti ebrei. Lungo il cammino che si snoderà all’interno delle Trincee della linea Cadorna racconterò delle figure protagoniste di questo periodo tra cui scout e il cardinale Schuster – ha proseguito Antea Franceschin – e altri personaggi di Milano. Di base è comunque un cammino ma narrato. L’ operazione O. S. C. A. R. era un’ operazione segreta che permise a migliaia di persone di salvarsi in Svizzera durante il periodo di occupazione nazista in Italia dal 43 al 45.Nata dall’entusiasmo e dalla voglia di rivalsa di alcuni ragazzi di Milano, tutti Scout, venne supportata segretamente dal Cardinal Shuster di Milano e anche Andrea Ghetti, importante figura della resistenza Italiana, svolse un ruolo attivo. Racconteremo delle Aquile Randagie, di Giussani, della Resistenza operata su queste montagne dal 1943 al 1945.Il viaggio dei profughi in fuga dalla furia nazifascista iniziava a Milano, quando gli organizzatori riuscivano a dar loro documenti falsi per passare il confine svizzero nella zona della Valceresio.Venivano quindi portati nei paesi di Besano, Clivio e Viggiu, dove partigiani e Scout li aiutavano a percorrere i boschi della zona per passare infine in Svizzera.Per questo sentiero non passarono solo ebrei ma anche famiglie e fuggiaschi di vario tipo, tra cui militari e renitenti alla leva.Trincee linea Cadorna, rifugio che un tempo era presidio militare nazifascista ora rifugio di montagna. Saremo ad un certo punto tra le Alpi italiane e le Alpi Svizzere con la vista che spazierà sul Lago di Lugano”. http://www.aigae.org

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Storie ferragostane: la salvezza è nell’amore

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Io cerco, nonostante tutto, e avvalendomi del contributo di ricercatori e studiosi, di stimolare i miei simili verso un nuovo ordine d’idee nel quale vi sia posto alla vita come alla morte, in uguale misura. Nel loro complesso non vale la logica consumistica così come non vale il sacrificio corale e condiviso di una perdita.
Non sono l’intensità o meno di un clamore a darci o a sottrarci una vita. E’ l’amore che noi vi riversiamo nel privato, più che nel pubblico, verso il genere umano e nelle cose e negli altri corpi viventi a conferirci la certezza che esiste un disegno comune che ci affratella dal giorno del concepimento a quello di un corpo sul quale sopraggiunge il rigor mortis. In questa parentesi tutto o nulla può accaderci se non v’intingiamo per scrivere una “storia” che ci apparterrà in misura indivisibile.
E’ l’amore la macchina che ci fa esaltare il bello e sopportare il dolore e ci aiuta ad obliare senza dimenticare. E’ l’amore il vero collante della vita, per non spegnerla invano, per non chiuderla nell’indifferenza, per esaltarla sconfiggendo in questo modo la morte, poiché essa è solo un passaggio attraverso il quale ritroveremo la nostra continuità amando e riamati in un universo senza tempo né storia. In lui unico e immortale è l’amore. Ed è proprio sull’immortalità che è concentrato uno dei maggiori bisogni spirituali dell’uomo. Non a caso le Chiese si sono costituite custodi ufficiali di tali bisogni. In alcuni di essi vi è persino la pretesa di accordarne o negarne la soddisfazione agli individui mediante i loro sacramenti. Sappiamo, altresì bene, che due sono i punti adatti a rispondere alle obiezioni o alle difficoltà che la nostra cultura moderna trova nella vecchia nozione di un’altra vita. Sono le obiezioni e le difficoltà che tolgono, all’idea di una vita futura, molto della sua antica potenza d’attirare la fede nei circoli culturalmente evoluti. La prima di queste difficoltà concerne l’assoluta dipendenza della nostra vita spirituale, come noi la conosciamo, dal cervello.
Come possiamo credere nell’altra vita, quando la scienza ha, una volta per sempre, attestato, senza possibilità di contraddizione, che la nostra vita intima è una funzione di quella famosa “materia grigia” delle nostre circonvoluzioni cerebrali?
Come può la sua funzione persistere dopo che l’organo è disfatto? Così noi supponiamo che la psicologia fisiologica precluda a noi l’antica fede.
L’unica forza che sembra andare in contro tendenza alle leggi della scienza resta pur sempre l’amore. Esso diventa una vocazione spirituale capace di travalicare i mondi del vissuto per lasciarci intravedere l’uomo, per ciò che egli è in confronto a ciò che è. Che egli si ritenga come smarrito in questo cantuccio della natura. (Riccardo Alfonso) (I precedenti sono reperibili sulla pagina “confronti” nona parte)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il comitato di salvezza nazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 4 marzo 2018

Proprio per non menare il “can per l’aia” vorrei rispondere al “Nuovo partito comunista italiano” che di tanto in tanto mi partecipa le sue idee sulla situazione politica italiana e la possibile ricetta per porvi riparo. Il mio parere è che non esiste in concreto la possibilità di alternative all’attuale regime politico-istituzionale vigente in Italia e che per cambiare le carte in tavola la strada percorribile è una sola e vi si può pervenire, diciamo, per due vie: una legale e una politica.
La prima traccia l’ha offerta la denuncia sporta anni fa presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Cagliari, l’avvocato cagliaritano Paola Muso nei confronti del Presidente della Repubblica, del consiglio, Mario Monti, i ministri del suo governo e tutti i membri del Parlamento e riguardano reati molto gravi quali (e finita a brodo di giuggiole come dicono i toscani):
– attentato contro l’integrità, l’indipendenza e l’unità dello Stato;
– associazioni sovversive;
– attentato contro la Costituzione dello Stato;
– usurpazione di potere politico;
– attentato contro gli organi costituzionali;
– attentato contro i diritti politici del cittadino;
– cospirazione politica mediante accordo;
– cospirazione politica mediante associazione.
Il suo punto debole è che si tratta di un caso isolato, per non dire altro. Sarebbe stato più efficace, per lo meno, ma è solo una timida speranza, se uno o più cittadini presentasse in ogni procura della Repubblica analoga denuncia, rendendola in tal modo corale.
La seconda traccia è politica. Concerne gli elettori, in specie chi è intenzionato a disertare le urne, invitandoli a votare ma a fare una scelta che escluda i partiti che oggi si sono compromessi con l’attuale andazzo politico quali il Pd, e il Fi e la Lega, per ovvie ragioni.
Oggi, purtroppo, si preme il pedale dell’acceleratore sull’antipartito e sull’antipolitica per calcolo più che per convinzione di ridurre, elettoralmente, lo spazio del dissenso attraverso il non voto e per far prevalere quella del consenso.
Se gli italiani, una volta tanto, fossero compatti e meno masochisti e meno sedotti dalle logiche consumistiche e soprattutto dalle promesse da marinaio dei nostri governanti, noi avremmo la possibilità di operare una rivoluzione democratica senza precedenti e affermare che se sono cadute le ideologie restano i valori nel rispetto di due diritti uno legato all’altro in modo indissolubile: il diritto alla vita e il diritto a viverla in dignità e in libertà. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decreto per la salvezza delle banche italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2016

monte dei paschi di siena“E’ stato incardinato alla Camera il decreto per la salvezza delle banche italiane e in particolare per Monte dei Paschi di Siena. Ho voluto essere presente a questa seduta, che di solito è di tipo burocratico-formale, per dare il senso della drammaticità del momento e dell’importanza di questo decreto”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogrupo di Forza Italia alla Camera dei deputati, conversando con i cronisti a Montecitorio.”Una settimana fa – ha continuato – abbiamo approvato una risoluzione, votata anche da Forza Italia, per consentire al governo di utilizzare venti miliardi, a valere sul debito pubblico, per salvare le banche italiane. Salvarle nella trasparenza, nell’equità, nella tutela dei risparmiatori, colpendo gli amministratori infedeli, facendo chiarezza su chi ha distrutto MPS, Etruria e le altre banche in crisi. Vogliamo chiarezza, vogliamo una commissione parlamentare d’inchiesta, vogliamo che Morelli, quello della soluzione di mercato per Mps, se ne vada a casa, vogliamo chiarezza su chi abbia fatto fallire Monte dei Paschi negli ultimi anni, vogliamo chiarezza sulle altre banche, vogliamo chiarezza su chi doveva vigilare e non ha vigilato, Banca d’Italia e Consob. Vogliamo tutto questo – ha sottolineato Brunetta – proprio perché abbiamo votato la risoluzione della maggioranza. Abbiamo il diritto di pretendere il coinvolgimento di tutto il Parlamento. Questa materia è troppo importante, questo momento è talmente grave che le spalle del governo Gentiloni non ce la fanno da sole a reggerlo, ci vuole il coinvolgimento di tutti i gruppi parlamentari”. “Se così sarà – ha aggiunto Brunetta -, proseguiremo con il nostro senso di responsabilità, in caso contrario, se cioè Padoan continuerà a fare lo stesso gioco che ha fatto nei mille giorni di Renzi, ci sarà la nostra più totale e dura opposizione. Speriamo ancora che ci possa essere una più ampia condivisione, finora però non l’abbiamo vista. Il decreto è pessimo, scritto male, in conflitto con la Bce, parziale, iniquo, tratta in maniera diversa stesse tipologie di investitori e risparmiatori. Questo è inaccettabile, che Padoan e Gentiloni ci pensiono e ci ripensino. Noi siamo qui per assumerci le nostre responsabilità e modificare questo pessimo decreto e farne uno di diverso – ha concluso – che risponda alle esigenze del sistema bancario italiano”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il comitato di salvezza nazionale

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 aprile 2012

Proprio per non menare il “can per l’aia” vorrei rispondere al “Nuovo partito comunista italiano” che di tanto in tanto mi partecipa le sue idee sulla situazione politica italiana e la possibile ricetta per porvi riparo. E il mio parere è che non esiste in concreto la possibilità di alternative all’attuale regime politico-istituzionale vigente in Italia e che per cambiare le carte in tavola la strada percorribile è una sola e vi si può pervenire, diciamo, per due vie: una legale e una politica.
La prima traccia ce l’ha offerta la denuncia sporta il 2 aprile scorso presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Cagliari, dall’avvocato cagliaritano Paola Muso nei confronti del Presidente della Repubblica, Mario Monti, i ministri del suo governo e tutti i membri del Parlamento e riguardano reati molto gravi quali:
attentato contro l’integrità, l’indipendenza e l’unità dello Stato;
– associazioni sovversive;
– attentato contro la Costituzione dello Stato;
– usurpazione di potere politico;
– attentato contro gli organi costituzionali;
– attentato contro i diritti politici del cittadino;
– cospirazione politica mediante accordo;
– cospirazione politica mediante associazione.
Il testo integrale è visibile su: http://www.scribd.com/doc/87677876/Denuncia-in-Procura-Del-2-Aprile-2012#fullscreen
Il suo punto debole è che si tratta di un caso isolato. Sarebbe stato più efficace se in ogni procura della Repubblica uno o più cittadini presentassero analoga denuncia, rendendola in tal modo corale.
La seconda traccia è politica. Concerne gli elettori, in specie coloro che sono intenzionati a disertare le urna, invitandoli a votare ma a fare una scelta che escluda i partiti che oggi si sono compromessi con l’attuale andazzo politico quali il Pd, il Pdl e il Fli e la Lega, per ovvie ragioni. Sarebbe una vera e propria rivoluzione immaginando l’area di sinistra che raggiunga il 20-25% di consensi, l’Idv altrettanto, ecc. Il risultato sarebbe quello di togliere di mezzo l’attuale classe politica o, per lo meno, di renderla “impotente”.
Oggi, invece, si preme il pedale dell’acceleratore sull’anti-partito e sull’anti-politica per calcolo più che per convinzione per ridurre, elettoralmente parlando, l’area del dissenso attraverso il non voto e per far prevalere quella del consenso.
Se gli italiani, una volta tanto, fossero compatti e meno masochisti e meno sedotti dalle logiche consumistiche e soprattutto dalle promesse da marinaio dei nostri governanti, noi avremmo la possibilità di operare una rivoluzione democratica senza precedenti ed affermare che se sono cadute le ideologie restano i valori nel rispetto di due diritti uno legato all’altro in modo indissolubile: il diritto alla vita e il diritto a viverla in dignità e in libertà. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voce dal sen fuggita

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2011

Questa frase (…voce dal sen fuggita…!) riassume 17 anni di politica liberista, imposta dal cavaliere e sostenuta dallo stesso Tremonti. E’ quel “nemmeno” che chiarisce lo spirito stesso del liberismo berlusconiano, padano, bossista, razzista, classista, egoista con sottolineature autoritarie. Una volta, in caso di calamità, si soleva dire “prima le donne e i bambini”; con l’affermazione tremontiana il pericolo di un nuovo Titanic verrebbe affrontato con “Prima la prima classe, poi, se rimane posto gli altri!”. La prima classe risulterebbe portatrice di diritti di salvezza che non appartengono alle altre classi, che vanno dalla seconda in giù; il timore di questo governo, nell’attuale momento di crisi (peraltro sempre negata, fino a quando non ci è franata addosso), si materializza nell’ipotesi che “nemmeno” la prima classe potrebbe salvarsi se le classi subalterne e sacrificabili, non dovessero accettare le misure che, innanzitutto, dovranno salvare le “prime classi”, costrette a intervenire anche loro, trascurando l’abitudine all’evasione fiscale, ai privilegi, alle protezioni, ai consoni, alle sanatorie, agli scudi fiscali. La nave Italia è stata pilotata da un nocchiero della domenica, spavaldo della sua appartenenza alla prima classe, ma solo per censo, non certo per una qualunque altra dote che coinvolge l’uomo nella sua globalità; questo nocchiero, possedendo molto più di quanto ha prodotto, ha preteso garanzie superiori, diritti esclusivi, doveri discutibili, esigenze impellenti, nonchè la felice esclusiva di indicare e selezionare il giusto dal non-giusto, sempre secondo il personale metro esclusivo della “prima classe”. Quindi, animo, classisti dal secondo livello in giù, accettiamo i sacrifici che ci verranno imposti, altrimenti la prima classe non si salverà. Tremonti lo conferma ! (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La donna e il dolore

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 marzo 2011

Gioiosa Ionica (Reggio Calabria)  8 marzo 2011 – ore 17.30 presso l’Oratorio della Confraternita dell’Addolorata  presentano La donna e il dolore tra realtà e rappresentazione artistica ad iniziativa della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, diretta da Fabio De Chirico e il Circolo di Studi Storici. L’incontro affronta il dolore secondo un’ottica multidisciplinare: nella riflessione teologica (il dolore della Madonna come esperienza di salvezza), in ambito psichiatrico (l’approccio alla sofferenza nella prospettiva rigenerante della crescita e del superamento) e nella storia dell’arte (in particolar modo nelle rappresentazioni dell’Addolorata e della Pietà). Elemento comune delle riflessioni e fattore germinativo delle stesse è l’esperienza del dolore corredentivo della Vergine Maria.Porteranno i saluti di rito Mario Mazza, sindaco di Gioiosa Ionica; Elio Napoli, assessore comunale alla cultura; Vincenzo Argirò, priore della Confraternita di Maria SS. Addolorata; Fabio De Chirico, soprintendente BSAE della Calabria. Interverranno: Rosa Anna Filice, storico d’arte direttore coordinatore della Soprintendenza BSAE della Calabria  (Note sul patrimonio storico-artisticodell’Oratorio della Confraternita dell’Addolorata di Gioiosa Ionica); Mons. Cornelio Femia, Vicario Generale della Diocesi di Locri – Gerace (Beata la Vergine Maria perché ai piedi della Croce, pur non morendo, meritò la palma del martirio); Giuseppina Vellone, psichiatra , esperta in Diritto di Famiglia (Trauma, riparazione, rinascita); Maria Carmela Monteleone, storico dell’arte, Deputazione di Storia Patria per la Calabria (Il dolore di Maria nella pittura occidentale dal sec. XIV al sec. XVIII); Gianfrancesco Solferino, storico dell’arte, conservatore del Complesso monumentale di San Francesco a Ripa in Roma (Stabat Mater. Il pianto della Vergine nella scultura lignea dal XVII al XIX secolo). Modererà  Marilisa Morrone Naymo, archeologa, presidente del Circolo di Studi Storici Le Calabrie. L’iniziativa è indetta dal MiBAC – Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria e dal Circolo di Studi Storici Le Calabrie di Gioiosa Ionica e si avvale del patrocinio del Comune di Gioiosa Ionica, della Diocesi di Locri-Gerace e della Confraternita di Maria SS. Addolorata.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: Ipotesi di un intervento militare occidentale?

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 febbraio 2011

Lettera al direttore. Mosca ha definito “inammissibile” ogni interferenza esterna nella situazione libica e l’uso della forza. Lo ha riferito l’agenzia Interfax citando il ministero degli esteri russo. Ed invece credo che questo sia uno dei rari eccezionali casi in cui un intervento militare a sostegno degli insorti, ed ovviamente dietro loro richiesta, sarebbe moralmente giusto. Il ricorso, infatti, ad un mezzo cattivo (la violenza) per raggiungere un fine buono (la salvezza di vite umane) è lecito qualora non esistano altri mezzi per il raggiungimento del fine stesso. L’intervento armato sarebbe giustificato dalla necessità. Oppure c’è altra strada per fermare il folle dittatore che sta massacrando la popolazione? Non possiamo fare come le stelle, che stanno a guardare. E neppure come il buon Dio, senza il cui volere non cade neppure un passero… (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Dodicesima giornata del campionato di serie A

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 novembre 2010

Ecco le quote Better. Si affrontano a incrocio le prime 6 della classifica. Si parte con il posticipo serale di sabato tra la Juventus (a 2,20) e la Roma (a 3,30), quinta contro sesta. Domenica nell’anticipo delle 12:30, la Lazio (a 2,25) riceve il Napoli (a 3,25), seconda contro terza. Nel posticipo serale il derby milanese, Inter (a 2,65) – Milan (a 2,70), quarta contro prima. Nell’anticipo di sabato alle 18 la Fiorentina (a 1,45) affronta il Cesena (a 8,00). Domenica alle 15:00 altre sfide. Partite importanti in zona salvezza, il Bari (a 2,20), ultimo in classifica, affronta il Parma (a 3,40), con una vittoria i pugliesi li scavalcherebbero in classifica; il Bologna (a 2,10) riceve il Brescia (a 3,65), a pari punti. Il Cagliari (a 2,25), dopo la sconfitta interna di domenica scorsa al fotofinish contro il Napoli, riceve, ancora al Sant’Elia, il Genoa (a 3,30) del neo allenatore Ballardini. Partita delicata al Friuli tra l’Udinese (a 1,60) e il Lecce (a 6,00). Poi due partite nel centro classica: il derby siciliano tra il Palermo (a 1,75) e il Catania (a 4,85) e lo scontro al Ferraris tra la Sampdoria (a 1,90) e il Chievo (a 4,15).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Basket: a Biella scontro salvezza

Posted by fidest press agency su sabato, 15 Mag 2010

Ultima giornata di Regular Season di Serie A di basket. Gara da cuori forti è quella tra Biella e Ferrara, scontro diretto per la salvezza: chi perde, retrocede (a meno di una sconfitta, con parecchi punti di scarto, di Cremona in casa con Avellino).  Matchpoint propone Biella a 1.62 e Ferrara a 2.1 nel testa a testa. Cremona dovrà comunque guardarsi da Avellino, poiché i campani sono costretti a vincere per tenersi stretto l’ultimo posto per i playoff: per Matchpoint la sfida è alla pari (1.82 ciascuna). Se l’Air dovesse perdere, potrebbe approfittarne Treviso (1.55), impegnata in casa con Milano (2.2): in caso di aggancio all’ottavo posto, i biancoverdi hanno dalla loro lo scontro diretto con Avellino.  A Caserta, la Pepsi lotta solo per una posizione migliore nella griglia playoff, al pari della sua avversaria, Roma (2.7). Passerella finale invece per Pesaro (1.3) e Varese (3).
TESTA A TESTA RISULTATO    1    2
6144    2    BENETTON TREVISO – ARMANI MILANO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,55    2,20
6144    3    PEPSI CASERTA – LOTTOMATICA ROMA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,36    2,70
6144    4    SIGMA MG – BANCA TERCAS TE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,25    3,30
6144    5    ANGELICO BIELLA – CARIFE FERRARA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,62    2,10
6144    6    VANOLI BASKET CREMONA – AIR AVELLINO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,82    1,82
6144    7    SCAVOLINI SPAR PS – CIMBERIO VARESE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,30    3,00
1X2 BASKET    1    X    2
6144    2    BENETTON TREVISO – ARMANI MILANO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    2,20    2,65    3,75
6144    3    PEPSI CASERTA – LOTTOMATICA ROMA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,80    2,80    5,30
6144    4    SIGMA MG – BANCA TERCAS TE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,55    3,10    7,50
6144    5    ANGELICO BIELLA – CARIFE FERRARA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    2,40    2,60    3,40
6144    6    VANOLI BASKET CREMONA – AIR AVELLINO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    2,85    2,55    2,85
6144    7    SCAVOLINI SPAR PS – CIMBERIO VARESE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,65    2,95    6,30
Sisal Match POINT

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Popoli e cambiamenti climatici

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 aprile 2010

Prende il via oggi, lunedì 19 aprile a Cochabamba, in Bolivia, la Conferenza Mondiale dei Popoli sui Cambiamenti Climatici e Diritti della Madre Terra , convocata dal governo di Evo Morales all’indomani del nulla di fatto del vertice dei governi sul Clima svoltosi a dicembre a Copenaghen. Circa 15.000 i delegati che si aspettano nei locali dell’Università di Tiquipaya, che ospiterà l’evento. Tra essi il Nobel Adolfo Perez Esquivel, Naomi Kline, Josè Bove, Miguel D’Escoto, Francois Houtard, Alberto Acosta.  Saranno presenti a Cochabamba anche novanta delegazioni governative provenienti dai cinque continenti. Per l’atto pubblico dell’ultimo giorno arriveranno, oltre al presidente Morales, anche i presidenti Chavez, Correa, Lugo. La Conferenza mondiale costituisce un importante momento di confronto, articolazione ed alaborazione di proposte che vede per la prima volta assieme la partecipazione di realtà sociali, accademiche ed istituzionali: movimenti sociali, scienziati, intellettuali, sindacati, forze politiche, governi. L’obiettivo è quello di arrivare alla prossima Conferenza delle Parti sul clima – COP16, che si terrà tra novembre e dicembre a Cancun, in Messico, con una posizione concertata che sia frutto di un percorso largamente condiviso, rappresentativo delle realtà sociali ed istituzionali degli oltre 170 paesi che saranno presenti a Cochabamba. Tra i principali punti che verranno discussi a Cochabamba, la proposta di creare un Tribunale di Giustizia Climatica; l’approvazione di una Dichiarazione Universale dei Diritti della Madre Terra da sottoporre all’Assemblea delle Nazioni Unite, la proposizione di un Referendum Mondiale sul Cambiamento Climatico e la richiesta di riconoscimento di un debito ecologico e climatico del Nord nei confronti del Sud del mondo. L’evento internazionale arriva in una data importante per la memoria boliviana: i dieci anni dalla Guerra dell’Acqua dell’aprile 2000, quando proprio a Cochabamba la popolazione si mobilitò in massa contro la privatizzazione delle risorse idriche riuscendo ad ottenerne la ripubblicizzazione. Proprio il 22 aprile infine, giorno della chiusura della Conferenza, ricorre la Giornata Mondiale della Terra. Una ragione in più per far cadere in questa ricorrenza un appuntamento che ha come obiettivo ultimo proprio quello di contribuire – attraverso analisi, proposte, costruzione di alternative – alla salvezza del pianeta.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I seminari torinesi con Emanuele Severino

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Torino 4 marzo 2010 ore 18 – Galleria d’Arte Moderna,  nell’ambito del VI ciclo di seminari della Scuola di Alta Formazione Filosofica di Torino, lezione magistrale di Emanuele Severino dedicata al problema della libertà. Severino dedicherà il suo ciclo di incontri seminariali presso la Scuola di Alta Formazione Filosofica ai temi dell’essere, dell’eterno e della verità senza dimenticare l’angoscia del divenire e l’orrore del nulla e della morte che nella sua teorizzazione stanno alla base del nichilismo, della volontà di potenza e del dominio della tecnica – ossia dei tratti caratteristici della società occidentale – nonché ai temi della salvezza e del destino.
La Scuola di Alta Formazione Filosofica – fondata e diretta da Ugo Perone, ordinario di Filosofia Morale e direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università del Piemonte Orientale, organizzata dal Centro Studi Filosofico-religiosi “Luigi Pareyson” con il sostegno della Compagnia di San Paolo, la collaborazione della Società Filosofica Italiana, il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino – si pone come luogo d’incontro tra le grandi figure della filosofia mondiale invitate di volta in volta e un gruppo di giovani studiosi italiani e stranieri selezionati mediante bando e chiamati a mettersi in gioco, con il sostegno di alcuni tutor, all’interno dei seminari settimanali intensivi di 5 ore giornaliere a loro riservati. Nell’ottica di un confronto più allargato sul tempo presente e sull’interpretazione della modernità, a ogni ciclo di seminari a numero chiuso la Scuola di Alta Formazione Filosofica affianca una conferenza pubblica intesa quale momento di dialogo con la società e la cultura. L’intento di rappresentare l’ampiezza e la complessità degli studi filosofici contemporanei si manifesta anche nella scelta dei filosofi ospiti dei seminari semestrali e della conferenza collegata. Ai cinque precedenti cicli seminariali sono stati invitati il fenomenologo francese Jean-Luc Marion, il filosofo tedesco Dieter Henrich, gli americani Charles Larmore e John R. Searle e l’ungherese Ágnes Heller.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità Privata del Lazio

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2010

Antonio Cuozzo Segretario Provinciale Ugl di Roma ha rilasciato la seguente dichiarazione:  “Il Gruppo San Raffaele ha consegnato alle OO.SS. la procedura di mobilità per 127 lavoratori, si tratta della seconda procedura che il Gruppo sanitario avvia, dopo aver mandato a casa già l’estate scorsa un notevole numero di lavoratrici e lavoratori, e questa si va aggiungere a quella della Fondazione Santa Lucia, 241 dipendenti, ai circa 400 del Consorzio Ri.Rei ai 24 del Centro di Riabilitazione “Vojta” e forse ad un’apertura prossima di procedura di mobilità anche del Gruppo INI. Che dire? Se i mesi scorsi gli amministratori della Regione Lazio hanno esaltato il tanto sospirato Piano Sanitario Regionale come “Ancora” di salvezza dei vari problemi della sanità regionale, mi sembra che specialmente la sanità privata si un fiume in piena, per non parlare anche di tante  strutture ospedaliere sempre private, come il “Cristo Re”, che versano in condizioni finanziarie disastrose.  “A tutto ciò da aggiungere una Regione Lazio assente, che per mezzo del suo Presidente aveva promesso tempo fa, specialmente ai  lavoratori della Sanità Privata in modo particolare  che ”la riorganizzazione (Piano di rientro Sanitario Regionale) non deve lasciare sul campo morti e feriti, dobbiamo difendere i lavoratori e tutelare ipazienti”, mi sembra, che da oggi, il campo si è riempito abbastanza dilavoratori che hanno perso già il lavoro e altri che stanno in attesa di avere lo status di disoccupato, e questo è il segno di una pessima gestione della sanità pubblica e privata che alle pregresse difficoltà hanno aggiunto una conclamata incapacità a governare il sistema sanitario regionale.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il gioco serio dell’Arte – Credere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Roma 30 novembre ’09, ore 18.30 Teatro Eliseo, Il gioco serio dell’Arte – Credere Cosa significa credere? Come recentemente è stato scritto, l’atto del credere è un totale abbandono  a un Altro dal quale ci si aspetta di ricevere la salvezza; in modo analogo, un amante  si abbandona alla persona amata confidando nella sua comprensione e cura.  In entrambi i casi l’aspettativa sembra irragionevole. Credere rimane allora una questione complessa,  ciò che Kierkegaard chiamava “uno scacco per la ragione” che non si esaurisce neppure nei progressi della ricerca scientifica. Da questi stimoli prenderà avvio l’incontro de “Il gioco serio dell’Arte”, rassegna culturale  promossa dal Gioco del Lotto – Lottomatica. che si terrà il prossimo lunedì 30 novembre alle ore 18.30 presso il Teatro Eliseo.  Angela Negro, co-direttrice della Gallaria Nazionale di Arte Antica in Palazzo Barberini, che tornerà ad ospitare la rassegna per l’evento di chiusura il 10 maggio 2010. Grazie al trasferimento al Teatro Eliseo, via Nazionale 183, sarà più ampio il numero delle persone che potranno seguire gli incontri della rassegna, che ha sempre registrato un numero di richieste di partecipazione largamente superiore ai posti disponibili a Palazzo Barberini. L’ingresso è gratuito. http://www.finazzerflory.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Passaggio al digitale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 giugno 2009

Centomila persone, tra sabato e domenica, hanno visitato il villaggio digitale allestito a Piazza del Popolo per i “Mediaset days”. Due giorni che nelle intenzioni avrebbero dovuto fare da cornice al passaggio del Lazio al digitale terrestre, ma che in realtà si sono tramutati nell’ennesima, sterile, spettacolarizzazione politica, con tanto di passerella di sedicenti vip. Ciò che è certo è che da domani RaiDue e Rete4 saranno visibili solo attraverso l’apposito decoder, mentre il fatidico switch-off con cui il segnale analogico andrà definitivamente in pensione è previsto per novembre. “Qualsiasi iniziativa che faccia vedere meno la tv è chiaramente benvenuta”, ha commentato ironicamente Vittorio Marinelli, responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti. “Esiste una perfetta equiparazione – spiega il rappresentante del movimento presieduto da Antonello De Pierro – tra le droghe pesanti, soprattutto l’eroina, e la televisione. I meccanismi mentali sono uguali, tant’è che anche l’utente televisivo, inizia il consumo deteriore dicendo “vedrò soltanto i telegiornali e i programmi di approfondimento culturale”, onde poi trovarsi ad assumere senza controllo il Grande Fratello e i programmi demenziali della De Filippi fino a chiedere dosi sempre più massicce di idiozia televisiva. Fatta questa premessa generale, l’episodio del decoder diventa l’ulteriore deprecabile opportunità per fare “cassa” L’unica salvezza che ha il genere umano in generale, e l’italiano nel particolare, per fuoriuscire dal processo di “idiotizzazione” televisiva. Quindi – conclude con sarcasmo Marinelli – che la casalinga di Voghera non riesca più a vedere RaiDue e Rete4, tutto sommato, è una fortuna. Una volta tanto un’iniziativa utile”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venticinquennali della Festa del Crocifisso

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 marzo 2009

Castano primo. ll Cardinale Dionigi Tettamanzi, Arcivescovo di Milano, sarà a Castano Primo il 27 marzo per la solenne via Crucis, che darà ufficialmente il via alle celebrazioni venticinquennali della Festa del Crocifisso di Castano Primo, un evento che richiama migliaia di fedeli da tutta la Regione. Le celebrazioni inizieranno alle ore 20,45. Accanto al famoso crocifisso cinquecentesco della città il Cardinale continuerà le meditazioni quaresimali, che quest’anno sono incentrate sul Battesimo come sacramento della fede e come dono della vita nuova in Cristo. “Non c’è altra via per essere salvi se non quella che Gesù stesso ha percorso” – ha detto il Cardinale Dionigi Tettamanzi in occasione della Messa di inizio Quaresima – . Di qui l’originalità, la novità del cammino quaresimale: non è per noi questione di virtù o di buoni propositi, ma è via di salvezza, è quella strada di esodo da noi stessi, di deserto, di donazione pasquale che sola può dischiuderci alla vita nuova in Cristo, alla vita dei figli di Dio, alla grazia. Il tempo di Quaresima, col suo ritorno annuale, è uno straordinario momento di grazia per tornare alle origini della nostra fede, e così immergerci più vivamente nella realtà del rinnovamento battesimale e corroborare col digiuno il desiderio di ‘rivestirci’ di quella ‘abitazione celeste, non costruita da mani d’uomo. La dimora eterna ci attende e il sacramento dell’Eucaristia le dà vigore di eterna sostanza”. Alla via Crucis di Castano Primo, in occasione delle celebrazioni venticinquennali della Festa del Crocifisso, sono attese migliaia di persone. Dalle parrocchie della zona si stanno organizzando pullman per partecipare all’evento sacro. Ai molti fedeli cha hanno deciso di investire tempo e risorse per le celebfrazioni venticinquennali della Festa del Crocifisso si è unita la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, presente a Castano Primo con uno sportello da fine 2006, che ha deciso di sostenere sul piano economico i festeggiamenti, ed ha messo a disposizione 13 mila euro per la realizzazione di 10 totem alti 2 metri, recanti le immagini e la storia del Santo Crocifisso di Castano Primo.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »