Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘samurai’

Giappone terra di geisha e samurai

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 dicembre 2019

Monza, in Villa Reale (dal 30 gennaio al 2 giugno) Il meglio di due grandi collezioni private, unito per offrire un viaggio iniziatico in Giappone, paese la cui cultura e le cui arti affascinano da sempre, per grandissima varietà e raffinatezza.Il percorso espositivo, messo a punto da Francesco Morena, propone uno spaccato delle arti tradizionali dell’arcipelago estremo-orientale attraverso una precisa selezione di opere databili tra il XIV e il XX secolo, tutte provenienti dalla raccolta di Valter Guarnieri, collezionista trevigiano con una grande passione per l’Asia orientale, alle quali si uniscono, in questa speciale occasione, alcuni kimono della raccolta di Lydia Manavello, collezionista trevigiana esperta conoscitrice di tessuti asiatici.
La mostra è prodotta da ARTIKA, con il Patrocinio del Comune di Monza. Il percorso si sviluppa per isole tematiche, approfondendo numerosi aspetti relativi ai costumi e alle attività tradizionali del popolo giapponese.
La parte centrale dell’esposizione non poteva che essere dedicata al binomio Geisha e Samurai. Il Giappone tradizionale è infatti un paese popolato di bellissime donne, le geisha, e audaci guerrieri, i samurai. La classe militare ha dominato il paese del Sol Levante per lunghissimo tempo, dal XII alla metà del XIX secolo, imponendo il proprio volere politico ed elaborando una cultura molto raffinata la cui eco si avverte ancora oggi in molti ambiti. La geisha, o più in generale la beltà femminile così come la intendiamo noi (volto ovale cosparso di cipria bianca, abiti elegantissimi e modi cadenzati), ha rappresentato per il Giappone un topos culturale altrettanto radicato, dalle coltissime dame di corte del periodo Heian (794-1185) alle cortigiane vissute tra XVII e XIX secolo, così ben immortalate da Kitagawa Utamaro (1753-1806), il pittore che meglio di ogni altro ha restituito la vivacità dei quartieri dei piaceri di Edo (attuale Tokyo).
Dal mondo degli uomini a quello, affollatissimo, degli dei, sintesi di credenze autoctone e influenze provenienti dal continente asiatico. Il Buddhismo, in particolare, di origini indiane, è giunto nell’arcipelago per tramite di Cina e Corea. Esso ha permeato profondamente il pensiero giapponese, soprattutto nella sua variante dello Zen, che in questa sezione è testimoniata da un gruppo di dipinti nel formato del rotolo verticale raffiguranti Daruma, il mitico fondatore di questa setta.
Questo affascinante avvicinamento all’arte e alla cultura nipponica continua introducendo alla quotidianità del suo popolo: dalle attività di intrattenimento come il teatro Kabuki, dall’utilizzo del kimono alla predilezione degli artisti giapponesi per la micro-scultura. Di quest’ultima troviamo esempio nel nucleo di accessori legati al consumo del fumo di tabacco.
Di grande fascino è la presenza lungo il percorso espositivo di un certo numero di kimono dalla Collezione Manavello, alcuni disseminati tra le sale, altri esposti in un unico salone in un allestimento piuttosto spettacolare che vuole dare giusto rilievo a questi notevoli manufatti artistici.
Una sezione della mostra è riservata al rapporto tra i giapponesi e la natura, che nello Shintoismo, la dottrina filosofica e religiosa autoctona dell’arcipelago, è espressione della divinità. Questa relazione privilegiata con la Natura viene qui indagata attraverso una serie di dipinti su rotolo verticale, parte dei quali realizzati tra Otto e Novecento, agli albori del Giappone moderno.
A metà dell’Ottocento, dopo oltre due secoli di consapevole isolamento, il paese decise di aprirsi al mondo. Così, nel volgere di pochi decenni, il Giappone avanzò con convinzione verso la modernità. Intanto europei e statunitensi cominciarono ad apprezzare le arti sopraffini di quel popolo e molti giunsero a scoprire il mitico arcipelago. Il mutato scenario portò così molti artisti ad adottare tecniche e stili stranieri, e molti artigiani a produrre opere esplicitamente destinate agli acquirenti forestieri.
Tra le forme d’arte inedite per il Giappone di quei tempi, la fotografia d’autore occupava senz’altro un posto d’elezione. Gli stranieri che visitavano l’arcipelago molto spesso acquistavano fotografie per serbare e condividere un ricordo di quel paese misterioso e bellissimo. È il caso dello sconosciuto che ha acquisito il nucleo esposto in mostra, il quale ha annotato in lingua spagnola, a margine delle fotografie, le descrizioni dei luoghi e delle attività raffigurate nei suoi scatti.
L’ultima sala è riservata ad una delle forme d’arte più complesse e insieme più affascinanti del Giappone, la scrittura. Grandi paraventi ornati di potenti calligrafie concludono l’esaltante percorso espositivo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Giappone di Yukio Mishima

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 novembre 2010

Cagliari, 20 novembre, a partire dalle 15.30, giornata dedicata al grande regista giapponese Akira Kurosawa, con la riproduzione del film “I sette samurai” e la conferenza “Modernità paradossale del Giappone post-bellico: Akira Kurosawa” tenuta dal critico e storico del cinema Gianni Olla. Si parlerà  dell’influenza che il regista nipponico ha avuto nella cinematografia e nella cultura del Giappone del dopoguerra, in un contesto in cui si inserisce anche la rivolta di Yukio Mishima. Il 25 novembre di quest’anno sarà, infatti, il quarantesimo anniversario dalla morte di Hiraoka Kimitake (Tokyo, 14 gennaio 1925 – Tokyo, 25 novembre 1970), più noto come Yukio Mishima. All’apice della propria carriera, il grande scrittore e drammaturgo giapponese – più volte vicino al Nobel – trapassò la sua esistenza attraverso il tradizionale seppuku. Un uomo che ha saputo unire l’azione alla penna, trasformando il proprio corpo attraverso il “Sole e Acciaio”. Mishima non si è limitato alla sola attività contemplativa e letteraria, ma ha incarnato pienamente i valori della Tradizione. Si tratta di un omaggio a questo straordinario autore che, attraverso un progetto che prevede l’alternarsi di proiezioni a conferenze e degustazioni di cibo tradizionale, invita all’approfondimento della cultura giapponese. L’obiettivo, ambizioso, della manifestazione è quello ridare l’idea pulita e completa del personaggio Mishima, scevra da sfaccettature insignificanti. Si vuole, con la massima umiltà, riportare l’uomo nella sua doppia dimensione di scrittore finissimo e di personaggio d’azione: il Mishima autore di “Confessioni di una maschera”, de “Il padiglione d’oro” e della tetralogia de “Il mare della fertilità” a quello di “Sole e Acciaio”, de “La via del samurai” e di “Lezioni spirituali per giovani samurai”. Una visione a 360°, che attraverso la riproduzione di alcuni film intende sottolineare non solo la vita e le opere dello scrittore nipponico ma anche il contesto sociale e culturale nel quale si inserisce, toccando temi che vanno dalla corrente romantica del Nihon Roman-ha alle sue mature opere letterarie, dall’apertura all’Occidente del XIX secolo sino alla “modernità paradossale” del Giappone post-bellico, dal Bushido e dall’Hagakure alle tecniche di arti marziali tradizionali giapponesi. Il frutto del cineforum e del seminario andrà a confluire in una pubblicazione degli atti.  La manifestazione è aperta a tutti, in particolar modo agli studenti universitari, e l’ingresso è libero. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale Caravella con il contributo dell’assessorato alla Cultura della Provincia e del Comune di Cagliari, dell’Università degli Studi di Cagliari e con collaborazione del dojo Tomodachi no kai e del Sushi bar “TAMI”. Ingresso libero (mishima)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: geisha e samurai

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 maggio 2010

Torino 11 maggio 2010 alle ore 12, presso la Sala Marmi di Palazzo Cisterna (via Maria Vittoria 12,) il sindaco di Carmagnola Gian Luigi Surra e l’assessore alla cultura e al turismo della Provincia di Torino Ugo Perone presenteranno in una conferenza stampa la mostra “Geisha & Samurai. Lo specchio di una civiltà” che inaugura il 22 maggio 2010 la riapertura del Palazzo Lomellini di Carmagnola dopo i recenti restauri.  La mostra, realizzata in collaborazione con l’Associazione Galileo Ferraris di Chivasso, è composta da una prestigiosa selezione di opere (xilografie, calligrafie, armature, spade, Kimono e fotografie d’epoca) e condurrà i visitatori attraverso un affascinante percorso tra simboli, arte, usi e costumi della nobile civiltà giapponese. Il respiro internazionale di questa mostra di carattere etnografico ben si accosta con l’obiettivo di rendere Palazzo Lomellini- Arte contemporanea, (che dopo impegnativi ed accurati lavori di restauro, riapre al pubblico e riprende la sua attività nell’ambito del circuito CarmagnolaMusei), un centro d’eccellenza per l’accoglienza di mostre a carattere nazionale e sopranazionale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Art of the Samurai

Posted by fidest press agency su martedì, 20 ottobre 2009

samuraiNew York until 10/1/20101000 Fifth Avenue at 82nd Street Metropolitan Museum of Art Japanese Arms and Armor, 1156-1868. This will be the first comprehensive exhibition devoted to the arts of the samurai. Arms and armor will be the principal focus, bringing together the finest examples of armor, swords and sword mountings, archery equipment and firearms, equestrian equipment, banners, surcoats, and related accessories of rank such as fans and batons. Drawn entirely from public and private collections in Japan, the majority of objects date from the rise of the samurai in the late Heian period, ca. 1156, through the early modern Edo period, ending in 1868, when samurai culture was abolished.  The martial skills and daily life of the samurai, their governing lords, the daimyo, and the ruling shoguns will also be evoked through the presence of painted scrolls and screens depicting battles and martial sports, castles, and portraits of individual warriors. The exhibition will conclude with a related exhibition documenting the recent restoration in Japan of a selection of arms and armor from the Metropolitan Museum’s permanent collection. This will be the first exhibition ever devoted to the subject of Japanese arms and armor conservation.  Accompanied by a catalogue. The exhibition is made possible by The Yomiuri Shimbun. (samurai)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

Mostra Hiroshige

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2009

hiroshigeMuseo Fondazione Roma – via del Corso 320 La mostra sarà prorogata fino al 13 settembre 2009, offrendo al pubblico  la possibilità di immergersi nell’arte e nella cultura nipponica durante tutta l’estate.  Oltre 1000 visitatori al giorno hanno ammirato le 200 affascinanti opere di Hiroshige sulla natura. Grande richiesta inoltre per il catalogo Skira, con bellissime riproduzioni a colori, di cui sono già state vendute più di 5000 copie solo al bookshop della mostra.  Durante la lunga estate romana proseguirà inoltre la Visita animata > in viaggio con Hiroshige per tutti i giovani visitatori e per le famiglie > un vero e proprio viaggio nel mondo dell’artista, samurai che diventò uno dei pittori più importanti del XIX secolo in Giappone. L’itinerario ludico e sensoriale alla scoperta di animali, piante e paesaggi del Sol Levante, rappresentati da Hiroshige, coinvolgerà tutti i quattro sensi: vista, olfatto, tatto e udito, in un percorso divertente e accattivante all’interno di una cultura assai diversa dalla nostra. (hiroshige)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »