Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘san carlo’

Fusione San Paolo e San Carlo: al momento non c’è nulla di concreto

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 febbraio 2019

Milano. In Commissione regionale Sanità e politiche sociali è stato ascoltato l’Assessore al Welfare Giulio Gallera, venuto a illustrare le intenzioni della Giunta regionale sul progetto di costruzione del nuovo presidio ospedaliero della A.S.S.T. Santi Paolo e Carlo di Milano.
Il Consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Gregorio Mammì, ha così commentato le risultanze dell’incontro con l’Assessore: “Alla fine i nodi vengono al pettine.
Dopo mesi di sontuosi proclami da parte dell’assessorato sulle testate giornalistiche, nonché di nostre richieste di accesso agli atti volte a consultare progetti, accordi di programma e tutte le carte relative alla costruzione del nuovo polo ospedaliero Santi Paolo e Carlo, l’Assessore è dovuto uscire allo scoperto. Il risultato?
Al momento non c’è nessuna determinazione formale, né è stato siglato alcun accordo di programma; vi è, semplicemente, la volontà politica interna alla Giunta di iniziare l’opera. Il che non significa, necessariamente, che si tratti di un’idea fallimentare; magari può anche essere apprezzabile. Ma questo lo si potrebbe evincere solo a seguito di opportuni ed esaustivi studi di fattibilità, di analisi costi-benefici, di consultazioni con gli Enti e gli operatori interessati; certamente inopportuna, quindi, è stata la narrazione di questi mesi, che ha presentato il progetto come già bello e pronto, solo in attesa di realizzazione. Invece, se soltanto di idea si tratta, risulta fine a se stessa la celebrazione propagandistica sbandierata in questi mesi sui giornali.
L’impressione che si ha, come al solito, è quella di una politica interessata a ottenere un facile e immediato consenso, piuttosto che volta ad affrontare le problematiche con serietà per offrire le dovute soluzioni. Mi auguro, quantomeno, che la maggioranza di governo regionale provveda al più presto a concretizzare queste semplici dichiarazioni di intenti, passando dalle parole ai fatti, svolgendo le necessarie valutazioni preliminari per poi attuare le soluzioni più rispondenti ai bisogni sanitari della popolazione”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torna in scena al San Carlo, dopo 23 anni di assenza, Manon Lescaut

Posted by fidest press agency su domenica, 11 giugno 2017

Teatro di San Carlo. 2009

Teatro di San Carlo

Napoli giovedì 15 giugno alle 20.30. Sei recite (fino al 21 giugno) che vedranno Orchestra e Coro del Massimo napoletano diretti da Daniel Oren, maestro con cui le compagini sancarliane possono vantare un’intesa di lunga data, e un legame consolidato. La regia è di Davide Livermore che insieme a Giò Forma firma anche le scene, i vivacissimi costumi del talento di Giusi Giustino. Nel ruolo del titolo Maria José Siri – molto applaudita lo scorso anno in un altro titolo pucciniano, Suor Angelica – che si alternerà con Ainhoa Arteta (impegnata il 16, 18 e 20 giugno); Renato Des Grieux avrà la voce di Roberto Aronica e Murat Karahan (16, 18 e 20 giugno); il baritono Alessandro Luongo sarà Lescaut, fratello della sensuale protagonista, mentre Carlo Striuli interpreterà il vendicativo Geronte di Revoir che per la recita del giorno 20 avrà invece il volto e la voce di Gianvito Ribba (a margine la locandina completa).Daniel Oren torna al Massimo napoletano a pochi mesi dal successo di Adriana Lecouvreur di Cilea, in scena lo scorso ottobre. Un legame consolidato, quello tra Oren e il San Carlo, Teatro dove il maestro israeliano ha esordito nel 1980 e dove ha regalato esecuzioni memorabili, tra queste ricordiamo, nel 1982 la prima opera diretta al San Carlo, Tosca di Puccini con Raina Kabaivanska, che ha guidato in seguito ne La vedova allegra e Falstaff del 1985, in Manon di Massenet nel 1990, Adriana Lecouvreur nel 1992 e nuovamente in Tosca nel 1996. In quest’ultimo allestimento venne scritturato anche Luciano Pavarotti, con cui Oren ha portato in scena Un ballo in maschera di Verdi (1994) e Messa da Requiem nel 1996 (al Palasport di via Argine). E ancora, Don Carlos del 1984 (con Renato Bruson e Ghena Dimitrova), Nabucco del 1991, Otello e La Forza del destino del 1992, Carmen per la regia di Pappi Corsicato (2000), La Bohéme con la regia di Franco Zeffirelli (1996), Lucia di Lammermoor (1993) e Aida (1998).Davide Livermore, torinese, classe ’66, è dal gennaio 2015 General Manager e Direttore Artistico del Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia. La sua ventennale carriera lo ha portato a calcare i palcoscenici di tutta Europa, pur non dimenticando Torino. Artista poliedrico è regista scenografo, costumista, cantante, attore, autore e insegnante. È riconosciuto a livello internazionale come uno dei registi più talentuosi della sua generazione e ha firmato produzioni dei più importanti teatri e festival: Maggio Musicale Fiorentino, Regio di Torino, Carlo Felice di Genova, La Fenice di Venezia, Rossini Opera Festival di Pesaro, i teatri d’opera di Philadelphia, Montpellier, Avignone, Tokyo e Seoul. Al Teatro di San Carlo Livermore è stato applaudito per Demetrio e Polibio di Rossini, in scena nella stagione 2012/2013.Questa nuova produzione, che arriverà nel 2018 a Barcellona e nel 2019 a Valencia, pone ad incipit del I atto un Des Grieux anziano, che nel 1954 ritorna a Ellis Island, porta d’ingresso per coloro che approdavano negli Stati Uniti, e ricorda l’amore antico e le vicende narrate nel 1892 con l’escamotage del flash back i ricordi e la vicenda di Manon vengono rivelati con i costumi tradizionali e dal sapore antico di Giusi Giustino e con le scene (disegnate da Davide Livermore e Giò Forma) che, all’interno di un contenitore ben definito, fanno riemergere man mano la stazione di Amiens, il boudoir di Manon, la prigione, un porto, lo spazio di quarantena di Ellis Island e tutti i complessi ed infiniti dettagli della vicenda.
In attesa del debutto di Manon, grande successo ha riscontrato il progetto #MA_NON, iniziativa della Direzione Marketing e Affari Istituzionali del Teatro di San Carlo, tesa a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della tratta delle schiave, ovvero dello sfruttamento delle donne nigeriane che giungono nel nostro Paese in cerca di un avvenire migliore e che invece si ritrovano nel mercato italiano della prostituzione. Lo scorso lunedì 5 giugno e martedì 6 giugno migliaia di persone, lungo le strade del centro di Napoli, hanno raccolto l’appello delle giovani attrici vestite da Manon (anch’essa deportata come prostituta nelle Americhe) e hanno scritto, per oltre 35 metri, su un grande rotolo di carta bianca il proprio pensiero o augurio rivolto a queste giovani donne e ai loro sogni, utilizzando l’hashtag #MA_NON. L’iniziativa si è avvalsa della collaborazione con importanti associazioni del territorio, tra le quali ricordiamo Casa Ruth.Manon Lescaut, primo vero successo (in una cronologia che si estenderà fino al 1924) del giovane Giacomo Puccini, andò in scena per la prima volta al Teatro Regio di Torino il 1°febbraio del 1893. Suscitò consenso unanime e immediato di pubblico e critica, contrariamente a capolavori successivi, come La Bohéme, Tosca, Madama Butterfly, che ebbero invece debutti più incerti. Un esito particolarmente felice grazie anche ad una partitura che vede fondersi mirabilmente la grande scuola italiana con la lezione wagneriana. L’autore, per nulla spaventato dal confronto con l’omonima opera di Massenet, scrisse: “Lui la sentirà da francese, con la cipria e i minuetti. Io la sentirò all’italiana, con passione disperata”.
Prima eroina pucciniana che ancora oggi commuove il pubblico dei teatri di tutto il mondo, Manon ebbe una gestazione lunga e travagliata, a cominciare dal libretto, ispirato al romanzo Histoire du chevalier des Grieux et de Manon Lescaut di Antoine François Prévost, che passò di mano in mano, tanto che Ricordi stampò la prima edizione senza i nomi degli autori. A redigere i versi erano stati principalmente Domenico Oliva e Luigi Illica, con interventi di Marco Praga, Ruggero Leoncavallo, gli stessi Giacomo Puccini e Giulio Ricordi e ancora Giuseppe Adami. Fu proprio con l’aiuto di Illica che Puccini eliminò l’atto dell’idillio amoroso e trasformò i due quadri dell’atto III in atti separati (III e IV).La vicenda narrata è quella dell’avvenente Manon, indecisa tra l’amore dello studente Renato Des Grieux e quello del ricco tesoriere Geronte di Ravoir. Le attenzioni e le ricchezze di Ravoir la conquisteranno più che la spontaneità di Des Grieux con cui tuttavia sarà colta in flagrante proprio da Geronte. Manon dunque viene denunciata come prostituta e condannata all’esilio negli Stati Uniti, terra dove arriverà con il fedele Des Grieux, tra le cui braccia, stremata dalla fatica, si spegnerà.
Manon Lescaut fu rappresentata l’ultima volta al Teatro di San Carlo nel 1994 proprio con la direzione di Daniel Oren e per la regia di Beppe De Tomasi. Tra gli interpreti Miriam Gauci (Manon), Nicola Martinucci (Des Grieux), Anthony Michaels Moore (Lescaut), Alfredo Mariotti (Geronte).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Traviata al teatro San Carlo di Napoli

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

traviataNapoli domenica 23 aprile alle ore 19.00, per otto recite sino a venerdì 5 maggio, La traviata di Giuseppe Verdi (1813 – 1901) nell’applaudita produzione firmata da Ferzan Ozpetek, che già inaugurò la stagione del 2012/2013, e che in questa edizione viene ripresa da Marina Bianchi. Ferzan Ozpetek fa rivivere li dramma de La Dame aux camélias di Alexander Dumas in ambienti alto borghesi di una Belle époque parigina, imperniata della cultura e dei costumi orientali. Emerge in palcoscenico una fusione di stili e decorazioni: abiti che ripropongono ricami ottomani, narghilè nei salotti, tessuti preziosi, divani, specchi e arredi lussuosi. Molte recite sono già sold out, pochissimi i biglietti rimasti disponibili per poche date.
Sul podio, a dirigere Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo Renato Palumbo (che sarà sostituito nella recita pomeridiana di sabato 29 aprile da Maurizio Agostini) direttore di origine veneta che torna al San Carlo dopo diversi anni di assenza (l’ultima volta, nel gennaio del 2004, diresse Gustavo III di Verdi per la regia di Ruggero Cappuccio). Il rispetto assoluto della partitura, con piglio rigoroso ma non dogmatico, è alla base del suo percorso di ricerca incentrato sulla dimensione drammaturgica dell’opera e sulla sua evoluzione europea, da Rossini a Marschner, da Donizetti e Bellini a Verdi, Meyerbeer, Puccini e Giordano. Debutterà nel ruolo di Violetta traviata1.jpgtraviata2Valéry Mariangela Sicilia (23 aprile, 29 aprile – ore 20 – e 4 maggio), giovane ma già affermato soprano di origine cosentina che nell’ultima stagione ha interpretato Teresa in Benvenuto Cellini di Berlioz, produzione del Teatro dell’Opera di Roma per la regia di Terry Gilliam e la direzione di Roberto Abbado che si è aggiudicata il premio Abbiati per scene costumi e luci. Si alternerà con lei Maria Grazia Schiavo (26 aprile, 29 aprile – ore 16 – 3 e 5 maggio), ormai beneamina del pubblico sancarliano, reduce da un grande successo personale in Lucia di Lammermoor. Il 30 aprile Violetta avrà la voce di Maria Mudryak (30 aprile), giovane soprano kazako, già applaudita nel medesimo ruolo all’Opera di Firenze e al Carlo Felice di Genova.
Alfredo Germont sarà interpretato da Giorgio Berrugi (23, 26, 29 aprile ore 20, 3 e 5 maggio) e Matteo Falcier (29 aprile ore 16, 30 aprile e 4 maggio) e Giorgio Germont da Fabian Veloz (23 aprile, 29 aprile ore 16 – e 4 maggio) e Marco Caria (26 aprile, 29 aprile – ore 20, -, 3 e 5 maggio). Composta da Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dalla pièce teatrale La signora delle camelie di Alexandre Dumas figlio, La traviata andò in scena per la prima volta nel 1853 al Teatro La Fenice di Venezia facendo molto discutere. Nuovamente ripresa a Venezia l’anno dopo, raccolse invece un successo enorme. Da allora è senza dubbio il melodramma più popolare ed eseguito al mondo. (foto: traviata)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

San Valentino al San Carlo di Napoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 febbraio 2017

san-valentino1Napoli Sabato 11 febbraio il Teatro di San Carlo proporrà un tour, a cura di Riccardo Canessa, che racconterà non solo gli amori più famosi dell’opera lirica, ma anche quelli leggendari, sbocciati proprio dietro le quinte del Lirico più antico d’Europa. Infine, una volta giunti nel Foyer degli specchi, sarà possibile cantare, per dedicare una serenata alla persona amata.
Domenica 12 febbraio ci si potrà cimentare nelle serenate della tradizione popolare napoletana, grazie alla guida preziosa di Romeo Barbaro.
Gli appuntamenti di sabato 11 febbraio e domenica 12 febbraio sono in programma nel Salone degli Specchi alle ore 18, alle ore 19 e alle ore 20, il biglietto d’ingresso ha un costo di 10 euro per chi viene single, con l’auspicio di trovare nel contesto incantato e fiabesco del San Carlo l’anima gemella, mentre per le coppie l’ingresso è 20 euro, e comprende una sorpresa: le coppie che lo desiderano, avranno la possibilità di scattare un romantico selfie dal Palco Reale ed inviarlo, tramite messaggio privato, sul profilo Facebook del Teatro con una frase romantica. Gli scatti verranno pubblicati sulla Pagina Ufficiale del teatro e votati dai followers. L’autore dello scatto che raccoglierà più like, sarà premiato con due biglietti per tornare e assistere proprio dal Palco Reale a una delle recite del balletto, Cenerentola (5 – 12 marzo 2017).
In più, per il mese dell’amore, il Teatro di San Carlo ha attivato una speciale Card 2 – I LOVE San Carlo (del costo di 90 euro per 2 poltrone o 70 euro per 2 posti di palco) per assistere ad uno, a scelta, tra gli appuntamenti in programma a febbraio: il concerto di Marko Letonja e Jean Efflam Bavouzet (domenica 5 febbraio 2017 ore 18.00); il concerto Mendelssohn tra Napoli e Lipsia martedì 14 febbraio ore 20.30 con protagonisti Maria Grazia Schiavo, Enrico Pieranunzi, Gabriele Pieranunzi e Roberto Prosseda; l’opera in prima rappresentazione italiana L’incantatrice (Charodeika) di Pëtr Il’ič Čajkovskij (nelle date del 18, 19 e 24 febbraio 2017); il concerto di Pascal Rophé giovedì 23 febbraio ore 18.00. (foto: san valentino)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Massimo Ranieri al San Carlo

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 novembre 2016

massimo-ranieriNapoli Giovedì 20 novembre, alle ore 20.30 l’atteso ritorno di Massimo Ranieri al Teatro di San Carlo con Malìa, un concerto fuori abbonamento, in cui l’amatissimo e poliedrico artista si esibirà con un quintetto all star del jazz italiano: Enrico Rava alla tromba, Stefano Di Battista ai sassofoni, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria.
Malìa, ultima produzione discografica di Massimo Ranieri e Mauro Pagani, è una rilettura in chiave jazz della grande canzone napoletana degli anni ’50 e ’60.
Ammaliante ed incantevole, il progetto ha preso forma attraverso una sorprendente avventura musicale, a partire da quell’epoca così magica per la canzone napoletana più ballabile e coinvolgente, raccontata oggi da Ranieri, ed il suo favoloso gruppo di veri e propri Maestri del jazz internazionale con rinnovata ed elegante essenzialità.
Massimo Ranieri, classe ’51, napoletano del quartiere Pallonetto-Santa Lucia, una carriera lunga 40 anni, in cui sono stati riconosciuti unanimemente e consacrati il suo grande talento di cantante, ballerino, interprete, mattatore, artista completo. Ranieri torna al Lirico della sua città con cui ha da sempre un rapporto unico ed indelebile.
Il pubblico del San Carlo lo ha più volte applaudito negli anni in diversi concerti (nel 1988, nel 2005 e nel 2007), e di apprezzarne anche la doti da regista (L’elisir d’amore nel 2005 e La traviata nel 2007). (foto: massimo ranieri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In visita al Teatro del Re: un giorno al San Carlo di Napoli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2016

teatro del reNapoli. Il 18 giugno prossimo alle ore 18.30 l’ Associazione “Noi per Napoli” propone per un evento esclusivo al Teatro San Carlo riservato agli iscritti, simpatizzanti e a quanti saranno interessati a partecipare, che prevede tre momenti diversi: la visita guidata al teatro con la guida specifica, concerto presso Foyer Opera Caffè con artisti del San Carlo e degustazione. Stendhal riguardo il teatro San Carlo proclama nella sua opera “Roma, Napoli e Firenze” nel 1817: «Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita. […] Non c’è nulla, in tutta Europa, che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la più pallida idea». I visitatori, in occasione di questa giorno speciale, saranno rapiti dalla magica atmosfera del Teatro di Re Carlo di Borbone e vivranno un’ esperienza sensoriale a 3 dimensioni: soddisferanno la vista, ammirando i suoi ori, gli stucchi, la volta affrescata, i palchi , il palco reale, ripercorrendo attraverso il racconto della guida le varie epoche storiche in cui si sono succeduti grandi compositori, musicisti, cantanti e immortali opere liriche; l’ascolto con il Concerto presso il Foyer Opera Caffè del soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli in un repertorio che spazia dalla romanza da salotto,opera,operetta e canzoni classiche napoletane; il palato degustando il caffè e la sfogliatella napoletana. La finalità che si propone l’Associazione Artistico Culturale “Noi per Napoli” con questa iniziativa è quella di “far conoscere e di avvicinare il più vasto pubblico ad uno dei tesori incommensurabili della nostra città e della nostra cultura e di stimolare l’amore e la passione verso la musica e l’opera lirica”. Per partecipare, prenotare e chiedere informazioni ci si può rivolgere all’ Associazione Culturale “Noi Per Napoli”, contattando il 3394545044 o il telefax 0810382422. Pagina Facebook: http://www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli (foto: teatro del re)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

San Carlo: The Golden Stage con Vladimir Fedoseyev sul podio

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2016

FedoseyevNapoli. Sabato 4 giugno 2016 ore 20.30 e domenica 5 giugno ore 18.00, in un doppio appuntamento già sold out in entrambe le date, al Teatro di San Carlo prosegue la stagione di concerti 20XV/20XVI The Golden Stage con Vladimir Fedoseyev sul podio, alla guida dell’Orchestra stabile del Teatro di San Carlo e Barry Douglas al pianoforte, impegnati in un programma che vede susseguirsi in scaletta il Concerto n. 2 in do minore per pianoforte e orchestra, op.18 di Sergej Rachmaninov (1873 – 1943) e Shahrazād, Suite sinfonica op. 35 di Nikolaj Rimskij-Korsakov (1844-1908). Vladimir Fedoseyev, grande interprete del repertorio russo, è al suo debutto sul podio del Massimo napoletano. Direttore Artistico e Direttore Principale della Symphony Orchestra, è anche Direttore Ospite permanente della Opernhaus Zürich e della Zürich Tonhalle.Nel corso della sua importante carriera ha avuto modo di dirigere compagini orchestrali di grande prestigio, dai Wiener Symphoniker, alla Čajkovskij Orchestra, dalla NHK di Tokyo all’Orchestra del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.Torna al San Carlo dopo 16 anni di assenza Barry Douglas, pianista dalla solida carriera internazionale, medaglia d’oro nell’ambito della Čajkovskij International Piano Competition nel 1986. Douglas si esibisce regolarmente accanto a orchestre come la BBC Scottish Symphony, London Symphony, Barry DouglasRussian National, Cincinnati Symphony, Singapore Symphony, Berlin Radio Symphony, Staatkapelle Halle, Orchestre National de France, Seattle Symphony, Melbourne Symphony, Royal Liverpool Philarmonic, Hong Kong Philarmonic Orchestra. È Direttore Artistico della Camerata Ireland e del Clandeboye Festival.Il Concerto n. 2 in do minore per pianoforte e orchestra, op.18 di Sergej Rachmaninov (1873 – 1943), è il più celebre tra i cinque composti dall’autore. Dedicato, in segno di gratitudine al terapeuta Nicolai Dahl, che aiutò il Nostro ad uscire da una profonda depressione dovuta all’insuccesso della sua prima sinfonia, il Concerto n. 2 in do minore per pianoforte e orchestra ebbe da subito grandi consensi, e la sua fama è legata anche al film Breve incontro di David Lean, per cui fu scelto come colonna sonora. Presentato a Mosca il 9 novembre 1901 con l’autore al pianoforte e Alexander Ziloti alla direzione, rappresenta la prima opera matura di Rachmaninov, ricca di pathos post romantico e capace di coniugare, nel segno della migliore tradizione ciakovskiana, virtuosismo ed espressività.Shahrazād, Suite sinfonica op. 35 di Nikolaj Rimskij-Korsakov (1844-1908) è tra le pagine più significative e brillanti del compositore russo. Composta nell’estate del 1888 ed eseguita per la prima volta il 28 ottobre dello stesso anno al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, è strutturata in quattro movimenti: Il mare e la nave di Sinbad; Il racconto del principe Kalender; Il principe e la principessa; Festa a Baghdad. Gli episodi, tutti tratti da Le mille e una notte, appaiono senza alcun legame tra loro. Più che raccontare infatti le vicende narrate nella sterminata raccolta di fiabe arabe, Korsakov mira ad evocare nella mente dell’ascoltatore le atmosfere fantastiche e multicolori del raffinato mondo orientale. Violino solista Gabriele Pieranunzi, una delle due spalle dell’Orchestra del San Carlo. (foto: Fedoseyev, Barry Douglas)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un giorno dedicato al liutaio Pistucci

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2016

san carloNapoli. Teatro di San Carlo domenica 24 aprile 2016, ore 11.30. Per la prima volta il Teatro di San Carlo decide di accogliere una prassi tipicamente anglosassone e consacrare una giornata a tutti i benefattori: chi, a vario titolo, è vicino all’istituzione, o aderendo a uno dei tanti programmi di fundraising, disegnati ad hoc (ad esempio dona un tasto al San Carlo; membri carta platino, carta oro, programma art bonus, programmi di partnership per privati, istituzioni o aziende, ogni volta tailor made), o ancora donando beni che possono valorizzare il patrimonio dell’istituzione (strumenti musicali o fondi documentari, che vanno ad arricchire il patrimonio dell’Archivio Storico e aiutano a ricostruire la memoria del Teatro): domenica 24 aprile, alle ore 11.30, avrà luogo il Donors’ day, una manifestazione voluta e curata dalla Direzione Marketing e Affari Istituzionali, e concepita per essere un momento di incontro e condivisione, un’occasione per rendere pubblici progetti e iniziative, realizzati con il sostegno di partners e benefattori, ed illustrare le tante possibilità di adesione e memebership, organizzate dalla Fondazione. “I grandi atti di generosità -afferma Rosanna Purchia, Sovrintendente del Teatro di San Carlo- passano sovente sotto silenzio; sembra che solo i fatti di cronaca, più o meno cruenti ed eclatanti, siano degni di attenzione e curiosità. Per questo il Teatro ha deciso di dedicare una giornata a coloro che in silenzio, senza clamori, lontano dai riflettori, ma con un cuore intriso di generosità, sono vicini al nostro Teatro: non solo aziende e istituzioni, che hanno tessuto una fitta rete, una trama di amicizia e solidarietà, che lega un’istituzione all’altra, ma soprattutto, l’intento è di rivelare alcune donazioni, che provengono da persone normali, da coloro che, in un quotidiano molto misurato, fatto talvolta anche di una sola pensione, trovano il modo di fare un regalo a Napoli, al Teatro, alla collettività.”
Domenica 24 aprile ore 11.30, oltre a ringraziare tutti coloro che attraverso un ampio ventaglio di programmi, sono benefattori del Teatro, verrà raccontata la storia della Professoressa Carmela Piano, che ha donato al San Carlo un importante violino, realizzato dal celebre liutaio napoletano Giovanni Pistucci. Per l’occasione Paolo Traversi, professore d’Orchestra del Massimo napoletano, illustrerà al pubblico la tecnica di restauro applicata per ridare vita allo strumento, ed è in programma anche a un momento musicale con Cecilia Laca al violino e Massimiliano Ferrati al pianoforte, ad eseguire la Sonata n.21 in mi minore per violino e pianoforte, K 304 di Wolfgang Amadeus Mozart, Ballata n.1 in sol minore per pianoforte, Op. 23 di Fryderyk Chopin, Sérénade mélancolique per violino e pianoforte, Op. 26 di Pëtr Il’ič Čajkovskij e Danze popolari rumene per violino e pianoforte di Béla Bartók.Oltre al violino Pistucci verrà altresì presentato il pianoforte a coda Steinway & Sons B-211, comprato grazie al programma “Un tasto per il San Carlo”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donne … all’Opera!

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2016

maria malibran

XIR155323 Portrait of ‘La Malibran’ in the Role of Desdemona (oil on canvas) by Bouchot, Francois (1800-42) oil on canvas 69.5×58 Louvre, Paris, France Giraudon French, out of copyright

isabella colbranmatilde seraoNapoli Teatro di San Carlo Foyer Martedì 8 marzo 2016, ore 20.30 In occasione della Festa della Donna, martedì 8 marzo, a partire dalle ore 20.30, il Teatro di San Carlo promuove Donne…all’Opera!, una conversazione teatrale dedicata ad alcune delle grandi figure femminili, che legarono il loro nome al Teatro più antico d’Europa. Antonella Rizzo, guida del Teatro, ha tessuto, per l’occasione, una narrazione ad hoc, ricca di aneddoti, storie, curiosità su alcune grandi donne, cui è legato il nome del Teatro, e che a questo si dimostrarono particolarmente legate: Maria Malibran, Isabella Colbran, Giuseppina Strepponi, Matilde Serao, Ingrid Bergman, Maria Callas, Renata Tebaldi, per citarne solo alcune.Si tratta di un nuovo appuntamento del ciclo di happening del Teatro di San Carlo, Donne …all’Opera!, in calendario per festeggiare la ricorrenza dell’8 marzo e ricordare i diritti conquistati dalle donne; è previsto anche un momento – aperitivo, con un calice di bollicine all’Opera Café Scaturchio. Il costo del biglietto è di 12 euro (posto unico). (foto: Maria Malibran, Isabella Colbran, Matilde Serao)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

San Carlo Napoli: Don Pasquale

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Don Pasquale di Donizetti, regia di Roberto De Simone, scene di Nicola Rubertelli, costumi di Zaira De Vincentiis

Don Pasquale di Donizetti, regia di Roberto De Simone, scene di Nicola Rubertelli, costumi di Zaira De Vincentiis

Sabato 26 settembre ore 20.00 (con tre repliche fino al 3 ottobre), torna al Teatro di San Carlo Don Pasquale, dramma buffo in tre atti di Gaetano Donizetti (1797 – 1848), su libretto scritto a quattro mani con Giovanni Ruffini, titolo di chiusura della seconda edizione del San Carlo Opera Festival (11 luglio – 3 ottobre 2015).Rappresentato per la prima volta nel 1843, al Théâtre italien de Paris (Salle Ventadour), ‘opera dicesi composta in otto giorni’, Don Pasquale è definito dallo stesso Donizetti ‘dramma buffo’, un ossimoro che ben descrive il mélange di situazioni tragicomiche, ora amare, ora melanconiche, ora spaccati di vita quotidiana esilaranti, in un’opera tutta giocata su un equilibrio sottile di allegria, mestizia, furbizia, e candido cinismo. L’opera, molto amata ed entrata nel repertorio più rappresentato, è un incalzare continuo di arie note, da Bella siccome un angelo (atto I) a So anch’io la virtù magica (atto I), Ah, son tradito, beffegiato (atto II), È finita, Don Pasquale (atto III), Com’è gentil la notte a mezzo april! (atto III), per citare solo alcuni dei passaggi più noti e suggestivi.Al Teatro di San Carlo andò in scena per la prima volta il 10 agosto del 1850, come rivelano i documenti conservati presso l’Archivio Storico della Fondazione (alleghiamo immagine della pagina manoscritta della cronologia sancarliana curata da Roberto Ciappa, 1800 – 1931).L’allestimento del Lirico di Napoli è quello storico, firmato da Roberto De Simone, applaudito al San Carlo lo scorso 16 settembre per la prima assoluta di Stabat Mater– in questa programmazione ripreso da Ivo Guerra, una regia che fa slittare in avanti la vicenda del “celibatario” in piena belle époque.Le scene sono di Nicola Rubertelli e i costumi di Zaira De Vincentiis.Sul podio, a dirigere Orchestra e Coro stabili, Chrisopher Franklin, direttore d’orchestra americano che torna al San Carlo dopo un’applauditissima Vedova allegra (stagione 2010).La vicenda, come avviene in gran parte delle pièce dell’epoca, accentua e caratterizza le differenze di generi e classi: il ricco e vecchio don Pasquale (in questa edizione interpretato da Paolo Bordogna) e la giovane, avvenente e spregiudicata Norina (che avrà la voce di Barbara Bargnesi), non benestante, ma amata dal nipote del protagonista, Ernesto (impersonato Antonio Siragusa).Il rifiuto di questi di prendere per moglie un partito gradito allo zio, ne provoca l’ira e la decisione di diseredarlo. Sarà il comune amico, dottor Malatesta (un beffardo Mario Cassi), a ideare lo stratagemma risolutore: presentare la donna a don Pasquale, sotto le false spoglie di una presunta sorella e fargli firmare un contratto di matrimonio fittizio, che il vecchio si pentirà poi di aver sottoscritto, a causa dei capricci di Norina, abile nel far passare al gabbato don Pasquale la voglia di accasarsi. Beffato e deriso sarà poi costretto benedire le nozze tra Ernesto e Norina. (foto: don pasquale)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Al San Carlo Giselle

Posted by fidest press agency su sabato, 1 agosto 2015

gisellegiselle1Napoli torna al San Carlo sabato 1 agosto ore 20 (in replica domenica 2 agosto ore 17) Giselle, balletto romantico per eccellenza che tanto successo ha riscosso sia “in casa”, ad aprile, che in tournée all’Astana Opera in Kazakistan lo scorso 5 luglio. Ad interpretare la storia dell’amore di Giselle e Albrecht due stelle assolute della danza mondiale, Svetlana Zakharova e Sergei Polunin, nella coreografia ripresa da Lyudmila Semeniaka, mentre sul podio a dirigere l’orchestra stabile ci sarà Alexei Baklan.giselle2giselle3 Svetlana Zakharova etoile del Bol’šoj di Mosca e della Scala di Milano è una delle più straordinarie interpreti del nostro tempo e Sergei Polunin, considerato, per tecnica e carisma, l’erede di Rudolf Nureyev, si è imposto all’attenzione del pubblico anche per essere stato scelto come protagonista di un video firmato David LaChapelle che ha fatto registrare circa 12.136.000 visualizzazioni. Polunin e Zakharova hanno già danzato insieme in passato sia in Giselle che in altri titoli del repertorio classico. Il balletto su musiche di Adolphe Adam, qui con le scene di Raffaele Del Savio e i costumi di Mario Giorsi e Giusi Giustino, esalta l’eleganza del Corpo di Ballo sancarliano guidato dal maître Lienz Chang, e valorizza le doti dei ballerini ospiti come dei solisti in una solennità e purezza di linee che si ritrova in tutta la coreografia Biglietti da 18 a 42 euro (foto giselle)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Wolfgang Amadeus Mozart

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2011

Napoli 15 aprile (Teatro di San Carlo, ore 20.30, replica sabato 16 alle 18.00) al Lirico napoletano concerto nel segno di Wolfgang Amadeus Mozart e del suo repertorio sinfonico. In programma, le Sinfonie K.338, K.385 “Haffner” e K.425 “Linz”, opere dal tono fastoso e brillante in cui si apprezzano alcuni dei momenti più eccelsi della musica del genio di Salisburgo. Dirige l’Orchestra stabile l’austriaco Ralf Weikert, al suo debutto sul podio del San Carlo.
Il concerto di venerdì 15 si concentra su tre sinfonie, composte tra il 1780 ed il 1783 in un particolare momento della vita di Mozart. Tornato a Salisburgo dopo un soggiorno di lavoro a Parigi, Mannheim e Monaco, iniziò a maturare una certa insoddisfazione verso la “piccola” realtà della sua città natale e soprattutto verso la “sgarbata” autorità dell’arcivescovo Colloredo. Per lui compose nel 1780 la Sinfonia n.34 in do maggiore K.338: un successo così grande ed inaspettato che fu decisivo nella decisione di trasferirsi a Vienna per coltivare altre ambizioni. La Sinfonia n.35 in re maggiore K.385 fu scritta nei primi anni del soggiorno viennese su commissione di Sigmund Haffner, membro di una altolocata famiglia di Salisburgo, per festeggiare il conferimento di un titolo nobiliare. La Sinfonia n.36 in do maggiore K.425 ha una genesi improvvisa. Il 30 ottobre 1783, Mozart e la moglie giunsero a Linz, ospiti del conte Thun. Il compositore, che non aveva portato con sé nulla, scrisse di getto una partitura per una occasione di festa Costo del biglietto: da 30 a 90 euro (orchestra, ralf)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tosca di Giacomo Puccini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 dicembre 2010

Napoli 5 dicembre  2010, ore 17.00 martedì 7 dicembre, ore 20.30, lunedì 13 dicembre, ore 20.30 mercoledì 15 dicembre, ore 19.00, venerdì 17 dicembre, ore 19.00 (libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa)  La Tosca targata Luca De Fusco arriva al San Carlo, dopo il fortunato debutto della scorsa estate al Teatro Grande di Pompei, reinterpretando il dramma pucciniano di sangue e cospirazione carbonara ambientato in una Roma papalina e assetata di potere. Debutto il 5  dicembre (ore 17, repliche fino al 17) per  il capolavoro “romano” di Puccini (la vicenda si snoda tra la Chiesa di Sant’Andrea della Valle, Palazzo Farnese e  Castel Sant’Angelo), “denso di un’armonia dissonante  che diventa il segno di un’umanità violata, di un amore imprigionato, di una società colpita da un male dilagante in cui il bene è una sublime e incorruttibile diversità”. Protagonisti Orchestra, Coro e Coro di Voci Bianche del Massimo, diretti dalla guida musicale stabile Maurizio Benini. Le scene sono firmate da Nicola Rubertelli, i costumi da Maurizio Millenotti. Il Maestro del Coro è Salvatore Caputo, mentre il Coro di Voci Bianche è preparato come di consueto da Stefania Rinaldi. La ripresa dell’ allestimento sfoggia tra gli interpreti principali il soprano armeno Hasmik Papian, lunga esperienza nel ruolo del titolo, il venezuelano Aquiles Machado nei panni di Mario Cavaradossi e  una baritono di lusso come Renato Bruson ad interpretare Scarpia. Completano il cast Alessandro Spina (Cesare Angelotti), Filippo Morace (Il sagrestano) e Stefano Pisani (Spoletta). “L’orchestrazione: è geniale, moderna, accattivante. Nulla si perde della scrittura”, spiega Benini, appena tornato da una  tournée di successo  in Cile con il San Carlo. “Il gusto che Puccini profonde nella scelta e nell’utilizzo degli strumenti fa pensare ai grandi autori francesi, a Debussy o a Ravel, non a caso considerato un fuoriclasse in fatto di orchestrazione. In questo senso, possiamo ben dire di trovarci al cospetto di un compositore autenticamente europeo, capace di accogliere le istanze del proprio tempo con intelligenza consapevole”. Rappresentata per la prima volta il 14 gennaio 1900 al Costanzi di Roma, Tosca -libretto di Illica e Giacosa, tratto dall’omonimo dramma  di Sardou- è forse l’opera in cui Puccini aderisce maggiormente allo spirito del verismo, facendolo rientrare nella sua personalissima poetica: è così che Tosca  risulta anche la più rappresentativa e la più “pucciniana” delle sue opere, sviluppando techiche e stile già utilizzati in opere precedenti. Notevoli il rigore estremo della costruzione musicale e l’uso costante e  per la prima volta regolare della tecnica wagneriana del leirmotiv.Che  De Fusco sintetizza in uno spazio scenico inclinato e sconnesso,  tra zone d’ombra ed elementi di fortissimo impatto ed immediata riconoscibilità.
Venerdì 3 dicembre, ore 18, alla Libreria Feltrinelli di Piazza dei Martiri  il Teatro San Carlo presenta al pubblico “TOSCA”. Intervengono Luca De Fusco (regista), Alessandra Panzavolta (aiuto regista). Introduce Laura Valente, musicologa e responsabile Comunicazione del lirico.  Biglietti da 40 a 160 euro. le foto sono di Francesco Squeglia (tosca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli ottoni del San Carlo a Pompei

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 marzo 2010

Pompei 12 marzo, ore 11,00  per la scuola: musica e danza Continua con successo il ciclo di balletti e concerti organizzati in collaborazione con il Teatro di San Carlo, riservati  gratuitamente agli studenti, per raccontare la musica e la danza nella Pompei antica.  Il terzo appuntamento è con “Che terribile fracasso” spettacolo del Quintetto Brass del Teatro di San Carlo di Napoli. Le musiche scelte sono quelle della scuola veneziana di Andrea e Giovanni Gabrieli (fine del ‘500) di Antonio Vivaldi e di Claude Debussy, fino ai capolavori di Duke Ellington e di Leonard Bernstein, passando per le musiche da film e l’opera lirica.  Il Quintetto è composto da due trombe (Giuseppe Cascone e Claudio Gironacci), corno (Pasquale Pierri), trombone (Gianluca Camilli) e basso tuba (Federico Bruschi). Parteciperanno all’evento di domani 65 studenti provenienti dall’Istituto commerciale Nitti di Portici e dall’Istituto tecnico Tassinari di Pozzuoli. Da quest’ultima scuola anche alcuni ragazzi provenienti dall’Ungheria, dalla “Berzsenyi D.Gymnasium” di Budapest, in visita in Italia per uno scambio culturale.     La partecipazione agli spettacoli del Teatro San Carlo e alle visite guidate agli scavi è gratuita, con prenotazione obbligatoria e fino ad esaurimento disponibilità. Visitare sito http://www.pierreci.it. Prossimi appuntamenti: il 20 e 23 aprile “Nel mondo delle Fiabe” con la partecipazione della Scuola di ballo del Teatro di San Carlo; il 13 e 14 maggio “Le lingue d’Europa” con il Coro del Teatro San Carlo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »