Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘san pietroburgo’

North-Western Branch of the National Centre for Contemporary Arts

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 novembre 2017

davSan Pietroburgo opening 7 Novembre 2017 6:00pm Conference / 7:00pm Exhibition General Staff building of The Hermitage State Museum Dvortsovaya square 6-8, Youth Education Center of The State Hermitage Museum sarà presentato al pubblico con una mostra e una conferenza negli spazi avanguardistici dello Youth Education Center of The State Hermitage Museum di San Pietroburgo, sezione del Museo dedicata all’interazione tra arte e scienza e ai nuovi linguaggi artistici e museali. Lo Youth Center è una finestra che apre l’Hermitage State Museum alle sperimentazioni contemporanee, uno spazio di dialogo con il mondo accademico, attraverso la creazione di programmi educativi e culturali sperimentali.Da qui partirà il progetto “Thinking the unthinkable”, che è già inserito all’interno di un vasto programma di promozione internazionale in concerto con importanti realtà artistiche come il Cyfest a San Pietroburgo (RU) e New York (USA), il Media Art Festival a Roma (IT) e il NEON Festival a Dundee (UK).
Donato Piccolo, a cavallo tra l’arte contemporanea, la scienza e le nuove tecnologie, si muove sul filo di un inconscio fantastico e scientifico che usa la scrittura, la pittura, la scultura per indagare il rapporto tra artificio e natura, tra meccanica e rappresentazione della realtà. Fenomeni naturali, fisici, biologici, cognitivi e meccanici, vengono tradotti in installazioni cinetiche, stati emozionali, forme e processi. L’artista gioca con le tecnologie con uno spiccato senso dell’ironia che diventa un metodo per interrogare l’evidenza, demistificare il mito della tecnologia, testare i confini del pensabile e produrre quell’incertezza utile a rivelare contraddizioni e paradossi.
“Thinking the unthinkable” è una metafora, un esperimento sui limiti e le possibilità dell’uomo, è un’indagine sugli aspetti cognitivi che modificano la realtà e non ci permettono di distinguere tra ciò che vediamo e ciò che realmente è. “Thinking the unthinkable” è un’installazione in movimento che gioca con i principi fisici, elettronici, dinamici ed elettromagnetici e li applica ad un sistema di pensiero dove la macchina ha senso solo come pura astrazione dello spirito umano, riportando l’uomo al centro della riflessione sull’intelligenza artificiale. Protesi, oggetti celibi e forme varie faranno parte di un unico “corpus” dinamico, smembrato e vagante tra i confini di arte e scienza, che potrebbe modificare l’idea che abbiamo del rapporto tra soggetto ed oggetto. Quest’opera ci osserverà e ci parlerà, raccontandoci un mondo a testa in giù: “Tutto quello che non riusciamo a capire è dentro il nostro cervello / Tutto quello che non riusciamo a vedere è dentro i nostri occhi / Tutto quello che non riusciamo ad immaginare è il nostro futuro” Per l’occasione verrà stampato un catalogo edito da Maretti Editore. (foto: drawing on paper, spray, watercolor)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurato a San Pietroburgo il primo flagship store del marchio di gioielleria e oggettistica Amber&Art

Posted by fidest press agency su domenica, 18 dicembre 2016

store-amberartstore-amberart3La boutique di 420 mq – progettata da Piuarch – si trova nel centro storico, all’interno della celebre Casa del mercante Antonov costruita nel 1824 dall’architetto Domenico Adamini.Affacciato sul lungo fiume, a pochi passi dalla Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, Amber&Art è destinato ad essere il punto di riferimento per la gioielleria e l’oggettistica artistica in ambra lavorata.Piuarch ha definito uno spazio fluido nel quale si perde il confine tra la galleria d’arte e la gioielleria. I diversi ambienti presentano oggetti e gioielli d’ambra in differenti tipologie e tecniche di lavorazione, restituendo nell’insieme la somma di storie che passano dalle lavorazioni più semplici fino alle più preziose. La coerenza linguistica tra i diversi ambienti è stata ottenuta grazie alla scelta di un numero limitato di materiali nobili come l’ottone, tessuti in seta e velluto e due tipi di marmo: il London Grey e lo Striato Olimpico nero. (foto: store Amber&Art)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

San Pietroburgo: Gruppo Cdp, Socar, Exiar e Gazprombank accordo per impianto petrolchimico in Azerbaijan

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2016

putinmatteo renziÈ stato firmato oggi, durante il St. Petersburg International Economic Forum (SPIEF), alla presenza del Premier italiano Mattero Renzi e del Presidente della Federazione russa Vladimir Putin, un Memorandum of Understanding tra il Gruppo Cassa depositi e prestiti (attraverso la controllata SACE), Socar, la compagnia petrolifera di stato della Repubblica dell’Azerbaijan, Exiar, l’agenzia russa di credito all’esportazione, e il Gruppo Gazprombank.
L’accordo è stato firmato da Fabio Gallia, amministratore delegato del Gruppo Cassa depositi e prestiti (Cdp), Rovnag Abdullayev, presidente di SOCAR, Alexey Tyupanov, presidente e amministratore delegato di Exiar e Andrey Akimov, presidente di Gazprombank.
Con questo accordo le società esprimono il mutuo interesse a finanziare il Progetto GPC, che prevede la costruzione di un impianto petrolchimico a Garadagh, nei pressi di Baku, in Azerbaijan, destinato a rifornire l’Europa, la Turchia e la Cina.
L’intervento del Gruppo Cdp attraverso la controllata SACE va a sostegno delle commesse che potrebbero essere assegnate a Maire Tecnimont, che ha agito in qualità di promotore dell’iniziativa ed è ben posizionata per la fase EPC (Engineering, Procurement and Construction) del progetto.
Il progetto comprende la realizzazione di un impianto di trattamento del gas con una capacità di circa 10 BCM (miliardi di metri cubi) di gas naturale all’anno, di un impianto di polietilene, con una capacità di circa 570.000 tonnellate all’anno, di una unità di propilene con una capacità di circa 120.000 tonnellate all’anno, oltre alle relative infrastrutture.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »