Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘Santa Maria della Scala’

Il magazine online del Santa Maria della Scala di Siena

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 luglio 2018

Nasce smsmag.it, il magazine online del Santa Maria della Scala di Siena, che completa gli strumenti di web communication del complesso museale, aggiungendosi al sito ufficiale (www.santamariadellascala.com), alle pagine social (facebook, twitter, youtube, instagram, tripadvisor) e al Google Arts&Culture (artsandculture.google.com/partner/santa-maria-della-scala). SMS MAG è uno strumento agile, con aggiornamenti settimanali, un generatore di notizie e interviste sull’arte, sull’innovazione culturale e sugli scenari futuri, una piattaforma dove far convergere idee e favorire dibattiti che, riprendendo in forma contemporanea e digitale Il Giornale di Santa Maria della Scala Siena (periodico cartaceo edito dal 2000 al 2011), dalla fine di agosto si arricchirà anche di una newsletter a cui chiunque potrà iscriversi.
SMS MAG producendo, attraverso una redazione stabile, materiali originali e riprendendo articoli da siti e magazine cartacei e on line, è suddiviso in 4 sezioni:
Diario, che raccoglie e documenta tutta l’attività espositiva e culturale del Santa Maria della Scala – con recensioni delle mostre, interviste agli artisti e ai protagonisti degli eventi, commenti del pubblico dei visitatori – e che racconta un questo tanto singolare, il suo rapporto con la città di Siena, con la via Francigena, con la Toscana e più in generale con il mondo della cultura e dell’arte;
Interviste, dove alcuni protagonisti del panorama culturale nazionale e internazionale intervengono su argomenti attinenti le principali dinamiche artistiche contemporanee;
Innovazione, che propone una scelta di argomenti e di tematiche il cui file rouge è costituito dai processi e dai progetti che determinano innovazione culturale e artistica in campo nazionale e internazionale;
Scenari futuri, dove si analizzano le principali tendenze culturali emergenti che prospettano o che potrebbero prospettare interessanti strade nuove di ricerca e di sperimentazione.
“SMS MAG – dichiara Daniele Pittèri, direttore del Santa Maria della Scala – nasce con un duplice scopo: raccontare e documentare sia la storia che le attività culturali ed espositive di questo luogo singolare e proprosi, col tempo, come punto di riferimento su una serie di argomenti e di tematiche sulle quali costanatemente si articola la nostra attività: dalla rigenerazione urbana all’innovazione culturale, dai linguaggi artistici del presente alle tematiche che riguardano il senso e il valore dei musei contemporanei, dal welfare culturale al rapporto fra istituzioni culturali, territorio e comunità. Per questa prima versione del magazine abbiamo attivato una proficua collaborazione con il Master in comunicazione d’impresa dell’università di Siena, coordinato dal professor Maurizio Masini, e abbiamo coinvolto una professionista del settore, Lorenza Fruci, che ha una vasta esperienza nella comunicazione della cultura e dell’arte e che con entusiasmo e professionalità ha coordinato il progetto.La nostra intenzione è quella di aprirci sempre di più a collaborazioni, sia con altre istituzioni che con operatori culturali, curatori, esperti di settore, più in generale con chiunque voglia proporre approfondimenti o riflessioni sui temi che ci interessano.” http://www.smsmag.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo allestimento del Tesoro del Santa Maria della Scala

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2018

Siena. Ieri è stato inaugurato il nuovo allestimento del Tesoro del Santa Maria della Scala all’interno della Sagrestia Vecchia, che ricontestualizza, all’interno dell’ambiente che più a lungo li ha ospitati, il reliquiari, le reliquie e l’Arliquiera, dipinta dal Vecchietta, fino ad ora conservata alla Pinacoteca Nazionale di Siena delle cui collezioni fa parte.
Nato dalla collaborazione fra il Comune di Siena, il Polo Museale della Toscana e Opera-Civita, il progetto è volto a recuperare il rapporto storico, politico e religioso che lega l’intervento del Vecchietta al trasferimento in questa sede, attorno alla metà del Quattrocento, dei cimeli, valorizzando, attraverso il nuovo sistema di illuminazione, anche gli affreschi, restituendoli alla loro pienezza cromatica. Come afferma il Direttore del Polo Museale della Toscana, Stefano Casciu, “il trasferimento dell’Arliquiera del Vecchietta dalla Pinacoteca Nazionale al Santa Maria della Scala si inserisce in un programma di collaborazione, impostato con l’Accordo di valorizzazione sul sistema dei musei senesi siglato nel giugno 2017 tra Ministero BACT e Comune di Siena, volto a rafforzare e a promuovere i rapporti tra le nostre istituzioni, per coinvolgere ed informare sempre più il pubblico e i visitatori di Siena sulla ricchezza e la stretta interconnessione dei musei della città”. “Il ritorno del Tesoro nella Sagrestia Vecchia rappresenta un passaggio di estrema rilevanza per le politiche culturali di Siena – spiega il Sindaco Bruno Valentini – poiché traduce in realtà l’auspicio dei tanti, uno fra tutti Omar Calabrese, che negli scorsi decenni sollevavano l’opportunità filologica di collocare il capolavoro del Vecchietta nel suo ambiente naturale. Questo è uno dei frutti dell’accordo che abbiamo siglato l’anno scorso con il MIBACT, nonché un’ulteriore conferma della capacità del Santa Maria della Scala di valorizzare il proprio patrimonio storico-artistico e di stabilire finalmente una forte connessione con la Pinacoteca Nazionale”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La crisi economica raccontata dal cinema

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 febbraio 2012

Palazzo Salimbeni the headquarters, in piazza ...

Image via Wikipedia

Siena – dal 22 al 24 marzo – presso il Complesso museale Santa Maria della Scala. Proiezioni, dibattiti e tavole rotonde. La crisi economica raccontata dal cinema. E’ il tema al centro della rassegna “O la borsa o la vita – 1929/2011: la crisi nell’occhio del cinema”. Tre giorni di proiezioni, dibattiti e tavole rotonde – promossi dall’associazione Amici del Cinema in Terra di Siena presieduta da Antonio Sclavi imprenditore ed ex docente di Economia dell’Università di Siena e inserita nel Campo e Controcampo Siena Film Festival – con la presenza di grandi personalità del mondo dell’economia e del cinema che si confronteranno su come il linguaggio cinematografico ha raccontato e racconta le crisi economiche passate e presenti. La direzione artistica è di Giovanni Maria Rossi, presiede il comitato scientifico Claudio Carabba.
Ognuna delle giornate previste analizzerà attraverso dibattiti e proiezioni specifiche una crisi storica. Si comincia, giovedì 22 marzo con “Ma cos’è questa crisi: 1929, ’30, ’31…” si prosegue, venerdì 23 marzo, attraverso la riflessione sulle crisi attuali con “I peggiori anni della nostra vita: Novanta-Duemila” per poi chiudere la rassegna con la terza e ultima giornata, sabato 24 marzo, dedicata al tema “2011-2012 – Una storia non ancora finita” con una tavola rotonda alla quale parteciperanno alcuni illustri esponenti del mondo dell’economia, dell’imprenditoria e del cinema.
“O la borsa o la vita” è una produzione di Campo e Controcampo. L’evento, che si svolgerà nella Sala Calvino del Santa Maria della Scala di Siena, è patrocinato con un contributo di Comune di Siena, Provincia di Siena, Banca Monte dei Paschi di Siena, Camera di Commercio di Siena e Bassilichi Spa. Le antologie dei film sono state realizzate in collaborazione con la Mediateca Regionale Toscana.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »