Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘sars-cov-2’

Nuovo test rapido in grado di individuare la positività all’infezione da Sars-CoV-2.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 settembre 2020

Il “Daily Tampon”, o tampone giornaliero, è stato realizzato dall’azienda Allum di Merate (Lecco), in collaborazione con l’Università degli Studi del Sannio.Il commento di Floriano Panza – candidato alle prossime elezioni regionali, in programma il 20 e 21 settembre, con la lista Fare Democratico-Popolari – dopo l’incontro con il Magnifico Rettore sannita, Gerardo Canfora.”Congratulazioni al Magnifico Rettore, Gerardo Canfora, al professore di genetica Pasquale Vito, presidente spin-off universitario Genus Biotech, e a Stefania Magni dell’azienda Allum, che hanno sviluppato un nuovo test salivare per individuare la positività all’infezione Covid. Un risultato prestigioso che ci rende una volta di più orgogliosi del nostro Ateneo.
I talenti sanniti sono una preziosa risorsa da valorizzare e dobbiamo creare le condizioni per consentirgli di restare nel Sannio. Queste sono le sinergie che dobbiamo promuovere ed incentivare ad ogni livello, e che dimostrano quali obiettivi possiamo raggiungere quando università, territorio ed imprese riescono a fare rete”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il SARS-CoV-2 si riproduce in maniera differenziata nelle alte e nelle basse vie respiratorie

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2020

Il SARS-CoV-2 si riproduce in maniera differenziata nelle alte e nelle basse vie respiratorie. È quanto emerge da una ricerca condotta dal laboratorio di Virologia dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive ”Lazzaro Spallanzani”, diretto da Maria Rosaria Capobianchi, in collaborazione con il laboratorio di virologia del Policlinico San Matteo di Pavia, diretto da Fausto Baldanti, e con l’Università degli Studi di Pavia. La ricerca, appena pubblicata sulla rivista Microorganisms, apre nuove prospettive di ricerca per la comprensione della patogenesi di COVID-19. La ricerca è stata condotta su sei pazienti ricoverati in terapia intensiva, per i quali sono stati analizzati tredici campioni delle basse e delle alte vie respiratorie, effettuando il sequenziamento genomico dei virus in essi contenuti alla ricerca delle quasispecie, ovvero di varianti minoritarie (inferiori al 50%) del virus all’interno dello stesso campione. I risultati hanno evidenziato che per ciascuno dei pazienti osservati il SARS-CoV-2 mostrava eterogeneità genetica nelle secrezioni respiratorie del tratto respiratorio superiore rispetto a quello inferiore, nonché nei modelli di replicazione delle quasispecie, come era stato già riscontrato in precedenza per i virus SARS-CoV e MERS-CoV. L’ambiente nel quale il virus si replica potrebbe quindi influenzare lo sviluppo di eventuali mutazioni.Si tratta di un primo risultato di estremo interesse scientifico anche se, a causa del limitato numero di pazienti inclusi nell’analisi, saranno necessari ulteriori approfondimenti; i risultati di questo studio costituiscono quindi un importante punto di partenza per l’analisi dei modelli che questo virus utilizza per replicarsi all’interno dell’ospite umano, e indicano la necessità di proseguire il monitoraggio del virus attraverso i sequenziamenti genomici, attraverso i quali si può ottenere una migliore comprensione delle interazioni tra ospite e patogeno e modulare in questo modo la progettazione di farmaci e vaccini.
Martina Rueca et al. Compartmentalized Replication of SARS-Cov-2 in Upper vs. Lower Respiratory Tract Assessed by Whole Genome Quasispecies Analysis. Microorganisms, 2020;8(9):E1302. https://www.doi.org/10.3390/microorganisms8091302 Salvatore Curiale Science communicator Spallanzani

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agente terapeutico RNAi sperimentale che mira al genoma SARS-CoV-2

Posted by fidest press agency su sabato, 16 maggio 2020

SAN FRANCISCO, Ca. & CAMBRIDGE Vir Biotechnology, Inc. (Nasdaq: VIR) e Alnylam Pharmaceuticals, Inc. (Nasdaq: ALNY) hanno annunciato pochi giorni fa di aver selezionato per lo sviluppo il candidato farmaco VIR-2703 (chiamato anche ALN-COV), un agente terapeutico RNAi sperimentale che mira al genoma SARS-CoV-2. Le Aziende prevedono di fissare presto un incontro con la Food and Drug Administration (FDA) americana e altre autorità regolatorie per discutere un potenziale percorso accelerato per la presentazione della domanda di sperimentazione del nuovo farmaco (Investigational New Drug, IND) o una domanda equivalente per la fine del 2020, a meno di un anno dall’avvio del programma. Le Aziende prevedono di portare avanti VIR-2703 in formulazione inalatoria per il potenziale trattamento e/o prevenzione di COVID-19.Nei suoi sforzi di ricerca, Alnylam ha sintetizzato oltre 350 small-interfering RNA (siRNA) – le molecole che mediano l’RNAi – con target a regioni altamente conservate del genoma SARS-CoV-2, che sono state quindi analizzate bioinformaticamente e valutate in test di potenza in vitro della SARS-CoV-2. Sono stati identificati molteplici siRNA altamente potenti che hanno dimostrato una riduzione di 3-log di replicazione virale in un modello virale vivo in vitro SARS-CoV-2, condotto da Vir. Nei dosaggi dose-risposta, VIR-2703 ha dimostrato di avere una concentrazione efficace per il 50% di inibizione (EC50) inferiore a 100 picomoli e un EC95 inferiore a 1 nanomore nel modello di virus vivo SARS-CoV-2 che misura l’inibizione della produzione di virioni infettivi. Inoltre, VIR-2703 ha previsto la reattività contro oltre il 99,9 percento degli oltre 4300 genomi SARS-CoV-2 attualmente disponibili nei database pubblici che soddisfano i requisiti di analisi, e si prevede che abbia reattività anche verso il genoma SARS-CoV dell’epidemia di SARS del 2003. Con questo candidato allo sviluppo, Vir e Alnylam lavoreranno a stretto contatto per generare i dati necessari a consentire un rapido avvio degli studi clinici.
Oltre al farmaco candidato allo sviluppo mirato al genoma SARS-CoV-2, le aziende utilizzeranno i recenti progressi di Alnylam nel targeting polmonare dei siRNA, con un silenziamento diffuso di diversi target genici in più tipi di cellule nel tratto respiratorio, comprese le cellule target dell’infezione da SARS-CoV-2. Inoltre, le aziende sfrutteranno l’esperienza di Vir nelle malattie infettive e le sue consolidate competenze per portare avanti fino a tre candidati di sviluppo aggiuntivi mirati al fattore host per il trattamento di COVID-19 e potenzialmente altre malattie da coronavirus.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »