Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘Sassari’

Siglato accordo di collaborazione scientifica tra Università di Sassari e CRS4

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2021

Cagliari.Il CRS4 – centro di ricerca del Parco scientifico e tecnologico della Sardegna coordinato da Sardegna Ricerche – e l’Università degli Studi di Sassari nei giorni scorsi hanno siglato un accordo quadro triennale per lo svolgimento di attività congiunte di ricerca scientifica, formazione e consulenza tecnico-scientifica nei settori della sanità animale e umana, delle scienze delle filiere agroalimentari e delle scienze umane. Ulteriori tematiche di interesse generale potranno essere di volta in volta individuate.I ricercatori del CRS4 e dell’ateneo di Sassari, nelle rispettive strutture, potranno contare su spazi di laboratorio, uffici e aree idonee alle attività da portare avanti in modo congiunto.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Arte di Delitala in Scena a Sassari

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 Maggio 2018

Sassari Sabato 26 Maggio 2018, alle ore 11:00 a.m., all’interno della sala conferenze della Pinacoteca Nazionale di Sassari (Via Santa Caterina 4), proprio dove tante delle sue maggiori opere sono conservate, finanziato dal Comune di Sassari con il patrocinio gratuito dell’Università degli Studi di Sassari, andrà in scena Un Uomo – Un Secolo, lo spettacolo realizzato dalla Casa di Suoni e Racconti in collaborazione con l’Associazione Culturale Mario Delitala. Sul palco l’attore Daniele Monachella, l’ensemble Death Electronics (formata dal chitarrista e compositore Andrea Congia e dal sound designer Walter Demuru) e dal sassofonista Juri Deidda. Guidati e suggestionati dalle opere del Maestro, gli Artisti in scena tracceranno un ritratto sonoro per evocare i momenti più rappresentativi della vita di Mario Delitala, attraversando la sua Arte e l’intero secolo del Novecento. La Casa di Suoni e Racconti, dopo essersi dedicata a numerosi e importanti Autori della Letteratura Sarda e non, in questa produzione artistica, invece, presterà attenzione ad un Artista Visivo, alle sue Opere e alla sua Vita, attraverso una performance di Narrazione, Poesia, Musica e Immagine. Peculiarità dello Spettacolo sono, infatti, le videoscenografie, composte da materiale d’archivio, fotografie, riprese video, riprese aeree (realizzate dal videoperatore SAPR, Davide Manca), montate da Edoardo Matacena, che si faranno racconto visivo in scena per evidenziare lo stretto rapporto tra Opera Artistica e Territorio. Lo Spettacolo, infine, è scritto e diretto da Andrea Congia (direttore dei progetti artistici della Casa di Suoni e Racconti) con la consulenza scientifica dell’architetto Francesco Delitala (nipote di Mario e Presidente dell’Associazione che prende il nome dell’Artista).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lotta alla desertificazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2016

desertificazionedesertificazione2A Sassari studiosi ed esperti di fama mondiale lanciano le loro raccomandazioni ai decisori politici, agli agricoltori e al sistema dell’istruzione. Migliorare il coinvolgimento dei soggetti interessati, a partire dagli agricoltori. Dare valore alle ricerche interdisciplinari svolte da partnership miste, composte cioè da esperti di diverse materie e di diversa provenienza geografica. Riconoscere che la ricerca scientifica è un importante supporto agli investimenti volti a ottimizzare la qualità e la disponibilità delle acque. Queste sono solo alcune delle raccomandazioni rivolte a decisori politici, agli agricoltori e all’intero sistema dell’istruzione (scuole e università) emerse nei giorni scorsi nel convegno internazionale di chiusura del progetto Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), organizzato dal Nucleo di ricerca sulla desertificazione (NRD) dell’Università di Sassari. L’occasione ha richiamato nella città del nord Sardegna eminenti personalità del mondo scientifico e delle istituzioni internazionali da anni impegnate su temi come la crescente desertificazione e la scarsità d’acqua. Tra questi Andrew H. Manning dell’US Geological Survey, Rudy Rossetto della Scuola Sant’Anna di Pisa, Daniel Tsegai della UNCCD (Organizzazione delle Nazioni Unite per la lotta alla desertificazione), Wail Benjelloun, presidente di UNIMED (Unione delle Università del Mediterraneo), Wafa Essahli, presidente del network “Desertnet international”, Grammenos Mastrojeni, consigliere d’ambasciata e focal point italiano all’UNCCD.Il progetto nasce da un’intuizione di Giuseppe Enne, presidente del comitato scientifico dell’NRD: sottrarre al deserto e all’evaporazione milioni di metri cubi di acqua che in modo tumultuoso, violento e repentino alimentano nel giro di due o tre settimane i Wadi, dei corsi d’acqua periodici ed effimeri, tipici delle zone aride. Una soluzione è suggerita da Giorgio Ghiglieri, professore di Idrogeologia dell’Università di Cagliari e coordinatore del progetto, che propone la ricarica artificiale degli acquiferi.
desertificazione1Wadis-Mar è partito quattro anni e mezzo fa desertificazione3coinvolgendo, oltre all’NRD, capofila, la Universitat de Barcelona (UB), l’Observatoire du Sahara et du Sahel (OSS) di Tunisi, l’Institut des Régions Arides (IRA) di Médenine, in Tunisia, e l’Agence Nationale des Ressources Hydrauliques (ANRH) di Algeri. Obiettivo era arrivare a un modello integrato, sostenibile e partecipato di raccolta dell’acqua e della sua gestione in agricoltura nelle due regioni magrebine di Oued Biskra, in Algeria, e di Oum Zessar, in Tunisia, caratterizzate da scarsità della risorsa idrica, sovrasfruttamento delle acque sotterranee e un’elevata vulnerabilità ai rischi legati ai cambiamenti climatici.L’appuntamento organizzato per fare il punto sui risultati raggiunti, non solo ha visto personalità rappresentative delle organizzazioni mondiali lavorare fianco a fianco con studiosi ed esperti all’elaborazione di raccomandazioni, rivolte alle istituzioni e al mondo dell’istruzione, ma ha anche dato modo di passare in rassegna dati, nuovi sistemi di gestione del suolo, nuovi strumenti per un’agricoltura più produttiva e sostenibile.A rischio di desertificazione più di un quarto del Pianeta. Lo scenario di partenza è quello attuale, illustrato da Daniel Tsegai: “Le terre aride ricoprono il 39,7 % della superficie terrestre, in cui vive più del 34% della popolazione del Pianeta” dice. Un problema a cui si somma quello della degradazione del suolo, aggiunge Tsegai, e su cui cambiamenti climatici e azione dell’uomo incidono parecchio. Un esempio di quel che accade arriva dal bacino del Mediterraneo dove, spiega Giovanni Barrocu, docente di Geologia applicata all’Università di Cagliari, “Dati recenti mostrano l’esistenza di un fenomeno di sovrastruttamento degli acquiferi costieri, con conseguente salinizzazione delle acque sotterranee dell’area del Mediterraneo, che contribuisce ad accelerare i fenomeni di desertificazione”. Come fare a garantire un futuro alle generazioni che verranno? Tra le soluzioni proposte c’è anche quella illustrata da Dirk Raes, professore nell’Università di Lueven, in Belgio, che per la FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, ha contribuito a sviluppare un sistema sperimentato con successo in Etiopia e Bolivia: inserendo in un modello matematico dati sul terreno, sulle colture, sul clima, è possibile valutare in anticipo la produttività per unità di superficie di suolo consumato. Nella pratica questo, insieme ad alcuni accorgimenti come anticipare l’epoca di semina o irrigare solo in alcuni momenti del ciclo colturale, si traduce nella possibilità di raddoppiare il raccolto (e quindi avere più cibo) utilizzando meno acqua.
L’azione di Wadis-Mar. Nel critico quadro internazionale, e tra le diverse strategie possibili, Wadis- Mar si inserisce come un modello di buona prassi. “La prima cosa da capire è che nelle zone aride, anche se poca, l’acqua c’è, ma bisogna imparare a gestirla nel modo appropriato”, spiega Giorgio Ghiglieri. Maggiori informazioni: http://www.wadismar.eu oppure https://en.uniss.it/nrd (foto: desertificazione)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sardinia film festival

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2011

Church of St. Nicholas in Sassari, Sardinia, Italy

Image via Wikipedia

Il Consiglio Direttivo del Cineclub Sassari Fedic, su proposta del presidente Carlo Dessì, ha votato all’unanimità di affidare l’incarico di Presidente della VII° edizione del SardiniaFilmFestival Sassari 25/30 giugno 2012 ad Angelo Tantaro Presidente dello storico Cineclub Roma Fedic e già Presidente di filmVideo Montecatini Cinema. “Sono contento di prendere parte come Presidente di un festival che ha il coraggio di osare nelle scelte culturali. Ringrazio il Cineclub Sassari per l’unanimità nella decisione di affidarmi l’incarico. Nelle prossime settimane definiremo con Dessì e Maciocco le decisioni artistiche del festival. Invito sin da adesso tutti gli Autori di cortometraggi a seguirci, anche sul sito, al fine di garantirci, con le loro opere, la partecipazione alla prossima Edizione”. Carlo Dessì, cofondatore del Sardiniafilmfestival lascia la presidenza del Premio dopo VI Edizioni “in ottima salute” per dedicarsi a tempo pieno alla presidenza del Cineclub Sassari Fedic. Continuerà a seguire l’evento come patron in modo da avere più tempo per coordinare tutti gli altri progetti nati a seguito del successo dell’attività culturale del Cineclub come per esempio l’iniziativa per la nascita della cittadella del cinema nell’ex mattatoio di Sassari recentemente ristrutturato; per organizzare presso le scuole i corsi di alfabetizzazione all’immagine. Anche quest’anno Il festival verrà realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Provincia e del Comune di Sassari, della Fondazione Banco di Sardegna e di altri partner privati. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Università di Sassari, il Coordinamento Servizi Bibliotecari, il Nuovo Circolo del Cinema, la Cooperativa 9 Muse, il Cineclub Sorso. Il festival, sin dalla prima edizione del 2006 ha ricevuto molti riconoscimenti di interesse da parte del pubblico non solo proveniente dalla Sardegna ma da parte di tante Nazioni presenti con cortometraggi di valore che hanno saputo raccontare e condividere con il pubblico, il loro punto di vista sul mondo. http://www.sardiniafilmfestival.it (VII sardinia film festival)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »