Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘satira’

Festival italiano sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 settembre 2019

Livorno, dal 27 al 29 settembre 2019 si terrà a Livorno la quarta edizione del festival IL SENSO DEL RIDICOLO, dedicato all’umorismo, alla comicità e alla satira. Il festival, diretto da Stefano Bartezzaghi e promosso da Fondazione Livorno, è gestito e organizzato da Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana. È partner della manifestazione Aedes Siiq, con il supporto di Pictet e il contributo di SIAE.In tre giorni di eventi, attori, autori, filosofi, scrittori, giornalisti, radio-star, letterati e, naturalmente, comici si interrogheranno sul significato del riso e sulla straordinaria funzione illuminante dell’umorismo, della comicità e della satira.Dal guardaroba alla tavola, dagli oggetti da acquistare alle persone da conquistare, dall’etica all’etichetta ogni evenienza (quotidiana o no, materiale o spirituale che sia) ci ammonisce: il ridicolo è in agguato. Il festival livornese intitolato proprio al Senso del Ridicolo torna così per un’edizione, la quarta in cinque anni, curiosa degli angoli in cui si può annidare il ridicolo, nelle peripezie del costume, del potere, dell’animo umano.
Ascanio Celestini sta dedicando alle storielle che animano da sempre la nostra convivialità un progetto multimediale, convinto come è che esse possano rivelare a noi stessi il fondo oscuro della nostra mentalità collettiva (domenica 29 settembre, ore 11.30, Piazza del Luogo Pio).La critica più recente ha reso giustizia alla figura di Levi come scrittore e non solo testimone della Shoah: il principale esponente e animatore di questa nuova corrente di critica leviana è Marco Belpoliti, che ha scelto per noi pagine ironiche e umoristiche dell’autore di Se questo è un uomo, pagine che verranno lette da una delle voci teatrali più forti e affermate dei nostri anni, quella dell’attrice Federica Fracassi (domenica 29 settembre, ore 15, Bottini dell’Olio). Un caso forse inverso è quello di Woody Allen. Il senso del ridicolo gli dedica una rassegna di film curata come ogni anno da Gabriele Gimmelli: tre capolavori che testimoniano di altrettante stagioni della durevole creatività di Allen, nel tempo in cui un’ingiustificabile censura sociale è riuscita a mettere in ombra (speriamo solo momentaneamente) una stella di tale magnitudo (venerdì 27 – sabato 28 – domenica 29 settembre, ore 21, Teatro Vertigo). A parlare del caso-Allen sarà la scrittrice Nadia Terranova, sensibile ai temi della discriminazione sessista, come a quelli della libertà dal più cieco stigma sociale (sabato 28 settembre, ore 11.15, Bottini dell’Olio).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival italiano sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira

Posted by fidest press agency su martedì, 25 settembre 2018

Livorno Venerdì 28 settembre 2018 a Livorno inaugura la terza edizione de IL SENSO DEL RIDICOLO, festival italiano sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira diretto da Stefano Bartezzaghi, promosso dalla Fondazione Livorno, gestito e organizzato dalla Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana.
Alle ore 17,00, in Piazza del Luogo Pio, dopo i saluti istituzionali, la grande scrittrice Bianca Pitzorno e il traduttore e autore tv Davide Tortorella, parleranno della storica trasmissione della Tv dei Ragazzi “Dirodorlando”.
Nel 1973, un programma televisivo del sabato pomeriggio fece impazzire mezza Italia. Difficile definirlo. Era un gioco a squadre un po’ delirante, ambientato in un Medioevo fantastico, dove tra le altre stranezze si parlava una lingua inventata, il dirodorlandico. Tra gli inventori del programma la allora giovane funzionaria Rai Bianca Pitzorno e il dodicenne Davide Tortorella, figlio dell’autore e regista Cino. Prima degli spettatori, erano gli ideatori a divertirsi come matti nel progettare ogni singola puntata. Oggi Bianca e Davide ancora complici dopo quarantacinque anni, ricorderanno come si rideva dietro le quinte del Dirodorlando e come ridevano davanti allo schermo i suoi 15 milioni di spettatori.La serata di apertura del Senso del ridicolo, alle ore 21,30 al Teatro Goldoni, sarà dedicata a una stella dell’umorismo e della commedia italiana, Paola Cortellesi, che ha cominciato tredicenne cantando la sigla del Cacao Meravigliao per Renzo Arbore a Indietro tutta e quest’anno ha conquistato premi e incassi con Come un gatto in tangenziale, il film di cui è protagonista (assieme a Antonio Albanese) e coautrice. Rubando una serata alla lavorazione del suo nuovo film, viene a Livorno per ripensare, con Stefano Bartezzaghi, alle tante risate e ai tanti pensieri che il pubblico in questi anni ha dovuto a lei, alla sua musica, alla tv, alla radio, al teatro, al cinema.
Alle 21 al Teatro Vertigo verrà proiettato il film “Romanzo Popolare” di Mario Monicelli, con Ugo Tognazzi e Ornella Muti (1974).
Nel pomeriggio alle ore 16, alla Sala degli Archi della Fortezza Nuova ci sarà l’inaugurazione di «ABAB – La stanza dei giochi di Alighiero e Agata Boetti».
La stanza dei giochi era quella che l’artista Alighiero Boetti aveva allestito nel suo studio di Trastevere per giocare con i suoi figli. La figlia Agata ha trasportato quella stanza alla Fortezza Nuova e invita tutti, piccoli e grandi, ad ammirare lo zoo e a partecipare ai giochi che allora aveva inventato assieme a suo padre. ABAB sono le iniziali di Alighiero Boetti e Agata Boetti, sono le rime alterne di una quartina e sono il titolo di un piccolo libro, edito da Corraini.Come negli anni passati, il festival sarà incorniciato e sostenuto dall’attività di molti giovanissimi volontari, che a loro volta ascolteranno e guarderanno. Lo hanno fatto anche nelle precedenti edizioni e alla Bottega del Caffè si potranno ammirare le fotografie, bellissime, che hanno scattato ai protagonisti e al pubblico del festival, pubblicate anche nel libro Gli occhi del ridicolo. Dal giorno dell’inaugurazione del festival sarà scaricabile gratuitamente, in formato pdf dal sito http://www.ilsensodelridicolo, l’e-book “La comicità dei copioni”, che raccoglie gli interventi della tavola rotonda organizzata lo scorso aprile da Il Senso del ridicolo presso la IULM di Milano, in collaborazione con la SIAE. Con il doppio senso che contiene, il titolo “La comicità dei copioni”, vuole sottolineare quell’intreccio fra comicità e lavoro creativo che è tornato prepotentemente al centro della discussione con l’avvento del web. L’e-book, curato da Gabriele Gimmelli, contiene interventi di Stefano Andreoli, Stefano Bartezzaghi, Walter Fontana, Pietro Galeotti, Roberta Maggio, Biagio Proietti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival italiano sull’umorismo, sulla comicità e sulla satira

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 settembre 2018

Livorno, 28-30 settembre 2018 si terrà il festival IL SENSO DEL RIDICOLO, tre giorni di incontri, letture ed eventi sul tema dell’umorismo. Il festival, alla sua terza edizione, è diretto da Stefano Bartezzaghi ed è promosso dalla Fondazione Livorno, gestito e organizzato dalla Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana.
Per richiedere un accredito stampa può inviare una mail a info@ilsensodelridicolo.it, specificando nome, cognome, testata, recapito telefonico e indirizzo e-mail.
Potrà poi ritirare il pass stampa presso la sala stampa del festival, Scali Finocchietti 4 – Livorno:
– venerdì 28 settembre: dalle 15 alle 19
– sabato 29 e domenica 30 settembre: dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 19

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giorgio Forattini e “Abbecedario della politica”

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 dicembre 2017

AbbecedarioRoma Domenica 10 dicembre 2017 ore 11.30 Nuvola di Fuksas, Sala Elettra Via Asia 40 Giorgio Dell’Arti parlerà del nuovo libro di Giorgio Forattini “Abbecedario della politica”, edito da Clichy, insieme all’autore che ha scelto di pubblicare questo ≪album≫, così diverso dai libri precedenti, con una Casa Editrice giovane e particolarmente raffinata.Un’occasione veramente unica: quella di conoscere da vicino – e per la prima volta – l’officina creativa del maestro indiscusso della satira politica italiana.
Come nasce una vignetta? In che modo la scintilla di un’idea prende corpo, vita e colore, fino a trasformarsi in un’immagine? L’Abbecedario di Forattini oltre a presentarci i celebri personaggi tratteggiati in cinquant’anni di carriera – dalla A di Andreotti alla Z di Zaccagnini, passando per la O di Obama e di Occhetto e la P di Pertini e di Putin – ci mostra il «dietro le quinte» del suo lavoro: una serie di materiali originali e mai pubblicati – schizzi preparatori, disegni abbozzati, prove con pennarello – che hanno consentito alla matita più graffiante e irriverente d’Italia di inventare un mondo, di popolare il nostro immaginario.È solo grazie allo scrupolo affettuoso delle persone che da tantissimi anni lavorano al suo fianco, che alcuni di questi preziosi schizzi e materiali di lavoro, assolutamente inediti, sono stati recuperati dal cestino e conservati a sua insaputa. Al lettore non rimane che intraprendere un viaggio, pieno di stupore e meraviglia, dentro le pagine di questo cahier d’études, un ≪quaderno di studi≫ vibrante e caleidoscopico, che ci rivela l’immenso talento di un disegnatore innamorato della libertà e del proprio mestiere.Giorgio Forattini nasce a Roma nel 1931. Dalla fine degli anni Sessanta inizia a lavorare per la pubblicità. Nel 1971 entra a Paese Sera, poi a Panorama e in breve diventa il più noto vignettista satirico italiano. A Repubblica fin dal primo numero, nel 1976, ne è uno dei fondatori; lavora anche per L’Espresso, La Stampa, Il Giornale, Il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino. Ha pubblicato con Mondadori 56 libri che hanno venduto più di tre milioni di copie. (foto: Abbecedario)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Satiriasi L’Officina della satira

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 gennaio 2011

Roma 24 gennaio 2010 ore 21 Mad’s Via dei Sabelli 2 (San Lorenzo) Satiriasi L’Officina della satira In un’unica serata si alterneranno in scena tutti i Comedians dell’ Officina Mauro Fratini, Francesco De Carlo, Daniele Fabbri, Tania Mattei, Velia Lalli, Pietro Sparacino,Saverio Raimondo,  Francesco Lancia, Claudio Fois, Giorgio Montanini, Filippo Giardina, Stefano Augeri, Saverio Raimondo. Sociale, politica, di genere. E’ satira. Lontani dal cabaret sul palco c’è sempre e solo un comico, una luce ed un microfono. Stand-up comedy è un’espressione in lingua inglese che indica uno spettacolo di umorismo attuato da un solo comico. L’umorista si presenta di solito in piedi (da qui il termine ‘stand up’), e in assenza della quarta parete. La commedia stand-up privilegia l’artista armato solo di microfono, senza caratterizzazioni, fantasia o accessori. L’umorista stand up non dice barzellette conosciute dal pubblico. Normalmente si esibisce con testi originali e sempre nuovi, costruiti a partire da osservazioni sul quotidiano. (giorgio, francesco, saverio, giardina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Asini, muli, corvi e maiali

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 Mag 2010

Torino fino al 31/7/2010 Via Giolitti 36, Sala convegni del museo di scienze naturali. La satira in Italia tra stato e religioni dal 1848 ai giorni nostri La satira politica illustrata ha svolto una funzione importante all’interno dell’evoluzione socio-politica della storia italiana. Non si tratta di un semplice contrappunto, in quanto spesso e volentieri ai giornali satirici e ai loro animatori veniva delegata, sin dalla loro nascita, collocata intorno ai moti del 1848, la funzione di veicolazione e divulgazione dei messaggi politici e delle riflessioni attorno agli accadimenti nazionali ed internazionali. Ogni linea politica trovava nella pubblicazione di un giornale satirico, caratterizzato prima dalla forza e dal limite della diffusione locale e poi della diffusione nazionale, la cassa di risonanza per comunicare con le diverse classi sociali, attraverso la sintesi sferzante della vignetta satirica, colpendo personalmente innanzi tutto gli avversari, irridendone le mosse e mettendoli alla berlina. La satira sui rapporti fra Stato e Chiesa e’ stata molto dura, a partire da quella strettamente romana, in stile Belli, del Don Pirlone a quella socialista di Galantara e Scalarini, a quella di segno politico opposto di Sironi, a quella del Don Basilio post-Liberazione, per finire con Dario Fo, Pino Zac, il Male e il Vauro del Manifesto, Altan. Ma sempre si e’ trattato di colpire l’anima politica ed il potere temporale della Chiesa: insomma cio’ che si puo’ definire -clericalismo- con tutti i suoi privilegi e i suoi arroccamenti a difesa di un potere temporale che mutava nel tempo e nei modi, ma che resisteva solidissimo. I credenti in realtà sono sempre stati risparmiati, tranne che in rarissimi casi. Laici, socialisti, liberali di destra e di sinistra, massoni, comunisti, extraparlamentari di sinistra, anarchici, qualunquisti hanno scagliato le loro armi satiriche contro la Chiesa e il suo Potere terreno. Uno sguardo particolare sarà dedicato al Piemonte e ai suoi giornali satirici storici (quali Il Pasquino, Il Fischietto, Numero). (il covo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ uscito il nuovo numero di Mamma!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 marzo 2010

In questo numero i redattori hanno confezionato un paginone di Verdana Manuzio con la mappa grafica di tutte le grandi opere (per sapere dove sono, quanto costano e quanto durano), un magnifico fotoreportage dal Congo di Livio Senigalliesi, una intervista a fumetti di Flaviano e Gubi con l’italiano più ribelle del Belgio, narrazioni dall’Afghanistan, eccezionali corsivi di Riccardo Orioles, una coraggiosa inchiesta sulla protezione civile firmata da Alberto Puliafito, fumetti di giovani autori come Boscarol, Zurum, Costantini, Kanjano e tavole di grandi vecchi della satira come Marco Scalia, il ponte di Messina fumettato da Rizzo e Bonaccorso, e poi una abbuffata di vignette con Biani, Cascioli, Caviglia, Cemak, Maramotti, Makkox, Staino, Vincino. E tante altre penne e matite che scoprirete sfogliando la rivista. A questo indirizzo potrete trovare un antipasto di Mamma! Numero quattro, sette pagine elettroniche da sfogliare pregustando quaranta pagine di carta: http://www.mamma.am/mamma/articoli/art_5398.html

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forattini: no alla satira come arma politica

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2009

Giorgio Forattini, una dei più grandi vignettisti italiani, preferisce non commentare la sospensione di Vauro Senesi dalla trasmissione di Raidue ‘Anno Zero’ dopo una vignetta che la Rai ritenuta “gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti”.  E’ disponibile però per una riflessione: “Si ripete sempre la stessa storia. Invece di far fuori la trasmissione, si colpisce la satira”, ha dichiarato a Moderatamente.com il vignettista che fu, a suo tempo, cacciato dal quotidiano ‘La Repubblica’ per una vignetta contro l’allora presidente del Consiglio Massimo D’Alema. “Io non ho trovato così grave la vignetta di Vauro, l’avrei fatta anch’io. Il problema è che non bisogna fare della satira un’arma politica”.Forattini, infatti, si è sempre sentito libero. “Ho lavorato per quasi tutti i giornali italiani ed è come se mi chiedessero delle specifiche vignette. Io lavoro in piena libertà, propongo le mie idee, poi il direttore è libero di pubblicarle oppure no. E’ sbagliato quando la satira viene fatta in funzione della battaglia politica”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »