Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘sbaraglio’

Banche: dilettanti allo sbaraglio

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 dicembre 2017

monte dei paschi di siena“C’è una consapevolezza molto amara: che il nostro Paese ha affrontato tardi e male la crisi bancaria. Crisi bancaria che è arrivata, dopo il 2013, con particolare virulenza, in Italia e che ha toccato alcune banche patologicamente già provate, cioè banche mal gestite, soprattutto popolari ma non solo, pensiamo a Monte dei Paschi”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, ai microfoni di “Radio Anch’io”, su Radio Uno. “L’altra consapevolezza amara è che il governo Renzi ha fatto tanta confusione, ha prodotto norme contradittorie, scritte male, in un mare di conflitti d’interessi del presidente del Consiglio e dei suoi principali ministri.Perché non è un caso che il grande interessamento del governo, di Renzi e di Boschi, era non tanto sul sistema bancario, sul mezzo milione di famiglie buttate sul lastrico dalla loro improntitudine, ma era soprattutto su una sola banca: Banca Etruria, la banca di cui era vice presidente il padre della ministra Boschi.Ecco, questo lascia un grande amaro in bocca. Potevamo fare prima, potevamo fare meglio, potevamo tutelare meglio famiglie e imprese: il governo ha fatto un caos della malora.
Il governo Renzi ha prodotto solo confusione perché fatto, questo è un mio giudizio politico, di buoni a nulla ma capaci di tutto”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Renzi e Padoan dilettanti allo sbaraglio

Posted by fidest press agency su domenica, 18 settembre 2016

padoanDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Il Centro Studi Confindustria ha svelato i lati oscuri della politica economica del governo, i record che il presidente del Consiglio nasconde: aumento di deficit e debito.
Il deficit nel 2016 avrebbe dovuto chiudere a 0,9%, mentre finirà per chiudere, se va bene, al 2,4%, con un delta negativo di 1,5 punti di Pil. E il debito pubblico a luglio ha segnato il record di 2.252 miliardi, con un aumento rispetto a febbraio 2014, quando Renzi si è insediato a Palazzo Chigi, di 145 miliardi. Ne deriva che Renzi e Padoan, che da trenta mesi vanno dicendo che con loro il debito diminuisce, hanno mentito e mentono sapendo di mentire. Questi numeri non si possono ignorare.Confindustria, poi, ha confermato un altro misfatto del governo Renzi, che noi denunciamo da mesi: i dati del governo sulla crescita sono gonfiati. Il Pil italiano nel 2016 sarà pari a mezzo punto percentuale in meno rispetto alle previsioni che il Governo aveva stimato nel Documento di economia e finanza di aprile (+1,2%). Se a questo si aggiunge un tasso d’inflazione pressoché pari a zero, di gran lunga inferiore al +1% stimato dall’esecutivo ad aprile, ne deriverà una crescita nominale (crescita reale più inflazione) del +0,7%: meno di un terzo delle ottimistiche previsioni primaverili di Renzi e Padoan (2,2%).Questa revisione al ribasso del tasso di crescita implicherà una ulteriore revisione al rialzo del rapporto deficit/Pil e debito/Pil per il 2016. Di conseguenza, per poter rispettare gli impegni presi con Bruxelles, a ottobre servirà una manovra correttiva di circa 30 miliardi di euro”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dilettanti allo sbaraglio: 300mila traumi sportivi in estate

Posted by fidest press agency su martedì, 4 agosto 2015

Sport a Miss Italia nel Mondo (1)Giornate lunghe e soleggiate, tempo libero, voglia di riparare i danni dell’inattività invernale, la ricetta perfetta per decidere di indossare le scarpette e cimentarsi negli sport più disparati. Di solito con grande entusiasmo e in maniera spesso troppo intensa, senza che il fisico sia stato preparato. Per non parlare dell’offerta irresistibile di hotel, villaggi vacanze e campi estivi che portano una ampia fascia della popolazione a cimentarsi in attività sportive di ogni genere. Con l’idea che l’attività fisica possa fare solo bene e che è caldeggiata anche dai medici. Ecco quindi un esercito di persone che, completamente impreparate dal punto di vista atletico accettano la sfida: arrivare alla fine della bella stagione sani e salvi. “Certo non ne sono consapevoli” spiega il Dottor Andrea Grasso, Specialista in Ortopedia e Responsabile del Trauma Sport Center della Casa di Cura Villa Valeria “ma è quello che succede nella realtà: l’Istituto Superiore di Sanità ha stimato in 300mila l’anno gli infortuni sportivi nei mesi estivi che necessitano di cure mediche. A parte le fratture, parliamo di traumi alle articolazioni e muscolari, stiramenti, contratture sino alla rottura dei tendini I distretti più frequentemente coinvolti sono la spalla per il 40% dei casi, il ginocchio nel 25%, poi schiena, gomiti e mani nel 20% e il 15% altre parti.
Incidenti in agguato che hanno molteplici cause: “gli sport estivi sono numerosissimi e le persone si cimentano senza una adeguata preparazione” prosegue il dottor Grasso “oppure si sottopongono a pratiche pericolose come i tuffi, le cadute da biciclette, mountan bike e motociclette che sono i killer delle ginocchia. Nel beach volley invece sono frequenti le rotture tendinee a causa delle cadute sulla sabbia. Menzione speciale agli sport acquatici: “surf, moto d’acqua e sci nautico, spesso proposti nei villaggi vacanze sono sport a rischio trauma, a farne le spese la spalla che spesso necessita di un approccio chirurgico mentre il tennis deve essere praticato con cautela negli over 60 che rischiano di ‘vincere’ dolorose borsiti ed epicondiliti’.
Il ciclismo è probabilmente lo sport più diffuso al mondo, e talora si tende a sottovalutare la propria preparazione o i rischi: le biciclette che hanno il pedale che blocca il piede sono quelle che spesso determinano la rottura della clavicola e traumi degli arti superiori e la rottura dei tendini perché il ciclista ‘atterrano’ con tutto il corpo, non riuscendo ad attutire l’impatto col terreno. Poi ci sono traumi gravissimi: i tuffi mantengono il primato dei traumi spinali con esiti cronici e disabilità ma anche quelli dal trampolino possono determinare seri traumi della spalla. Anche attività apparentemente innocue possono essere insidiose: per lo jogging non basta acquistare un paio di scarpe da corsa (ma la gente corre spesso con scarpe di ogni tipo, spesso inadatte) ma andrebbe considerato il terreno dove si svolgerà l’attività: una cosa è la pista di atletica o la ciclabile, un’altra la campagna o la sabbia. Il risultato di una scarpa inappropriata sono microtraumi che spesso danno problemi nel medio termine, ad esempio quando in autunno il soggetto inizia a soffrire di fasciti e lombalgie, dovute ad una attività intensa. Per limitare questi rischi, oltre all’acquisto di scarpe adatte, c’è la prassi di scaldare i muscoli prima l’attività con almeno 15 minuti di stretching e di eseguire un defaticamento alla fine, lo fanno veramente in pochi. Questo per evitare che il muscolo rimanga contratto e possa andare incontro a strappi. Le cicatrici che si creano nei muscoli infatti non provocano solo dolore ma predispongono a lesioni successive. Particolare attenzione va posta alle fratture articolari delle ossa corte come la testa dell’omero: sappiamo infatti che questo tipo di traumi porta ad una forma di artrosi, quindi spieghiamo agli atleti che si rivolgono alle nostre strutture ad esempio per conseguire l’idoneità sportiva che non sempre l’organismo torna alla situazione iniziale, ma che alcuni esiti sono a lungo termine e necessitano di una fase di riabilitazione per evitare complicanze future”.
I bambini paradossalmente sono quelli che rischiano meno: le loro ossa e le articolazioni sono ancora estremamente elastiche e assorbono meglio i traumi, ma va fatta grande attenzione agli sport da contatto come il rugby e ai tuffi in zone di acqua bassa. Sport come la pallavolo e il basket invece hanno come target le mani. Cionondimeno su 38 milioni di bambini e ragazzi americani che fanno sport, si contano 2,6 milioni di accessi al pronto soccorso ogni anno.
Coloro che fanno sport tutto l’anno sono al sicuro da questi rischi? “Di certo un soggetto allenato assorbe meglio eventuali urti e cadute e quindi l’esito può essere meno grave ma nessuno è al riparo, specialmente se si scelgono attività ad alto impatto muscolare e articolare” spiega il dottor Grasso “Anche gli agonisti e i professionisti sono soggetti ad infortuni ed è per questo che abbiamo sviluppato un vero e proprio Trauma Center nella nostra struttura”.
L’attività motoria è un pilastro fondamentale della salute e della longevità e dovrebbe essere parte dello stile di vita di ciascuno ma con alcune cautele: calzature adatte, adattamento progressivo all’esercizio con una preparazione che preveda un allenamento di circa 30 minuti per 3 volte alla settimana e l’immancabile stretching di riscaldamento prima dello sport. (D.ssa Johann Rossi Mason)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un capo del governo “dimezzato”

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 maggio 2011

“Non solo Berlusconi non ha ottenuto di avere un incontro bilaterale con il Presidente Americano Obama – a differenza di altri leader europei del G8, a conferma, se ce ne fosse bisogno, della poca considerazione di cui gode oltre-atlantico, ma per di più, secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, avrebbe utilizzato i pochi minuti “strappati” a Obama, per parlare delle sue vicende giudiziarie e non, ad esempio, della grave crisi economica che colpisce il nostro paese. Tutto questo conferma ancora una volta che, l’Italia, sotto la guida di Berlusconi, viene mandata allo sbaraglio sullo scenario internazionale: dai baciamano a Gheddafi, alle lodi all’ultimo dittatore d’Europa Lukashenko, fino allo sguardo nell’animo del democratico Putin, si giunge poi alla denuncia dei giudici comunisti davanti a Obama. Qualcuno lo fermi (fonte comunicato radicali)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi ci ricorda “chiamate Roma 3 1 31

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2011

”Homo homini lupus, il partito dell’amore è ormai ritornato allo stato di natura hobbesiano. Mentre il premier riapre il calciomercato, gli esponenti del suo governo si dividono sulle dimissioni del sottosegretario Mantovano. C’è chi come la Bertolini chiede al premier di respingerle, chi come Saltamartini si adopera per ricucire e chi come Baccini lancia Galati come rimpiazzo. Notiamo intanto che proseguono le sempre più stanche elucubrazioni telefoniche di Berlusconi il quale, data l’accoglienza riservata a sé e ai suoi ministri per strada, preferisce intervenire solo tramite cornetta o videomessaggio web. Annuncia quota 330 ma ci ricorda “Chiamate Roma 3 1 3 1”. Lo dichiara Giorgio Conte, vicepresidente del Gruppo FLI Camera dei Deputati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

ll governo accende le micce delle guerriglie urbane

Posted by fidest press agency su martedì, 14 dicembre 2010

Sono ancora le Forze di Polizia a dover combattere quelle guerre che il Governo italiano innesca e poi non sa fronteggiare. Molte piazze italiane infatti in queste ore stanno diventando focolai di scontri tra studenti e polizia. «Condanniamo senza se e senza ma quanto sta avvenendo – dice Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp sindacato indipendente di polizia – soprattutto ancora una volta dobbiamo constatare che la Polizia, in queste situazioni, non viene garantita e tutelata in nessun modo ma mandata allo sbaraglio ad arginare la furia di gente che non ha nulla da perdere e che con l’arroganza e violenza tenta di imporre il proprio punto di vista creando delle vere e proprie situazioni di guerriglia».  «La nostra condanna per questi episodi – dice Maccari – è senza nessuna remora, però una cosa vogliamo dirla. Laddove esiste una tensione sociale così alta, come nel caso di queste manifestazioni, si evidenzia la totale incapacità del Governo di interloquire con la società civile alla quale le scelte che incidono nella sfera di ognuno vengono imposte con arroganza».  «La stessa arroganza – conclude il Segretario Generale del Coisp – con la quale l’esecutivo Berlusconi, che come un funambolo si è salvato dalla caduta nel precipizio grazie a pochi pavidi attaccati alla loro poltrona di parlamentari, tratta le Forze dell’Ordine che manda a combattere le guerriglie che esso stesso crea salvo poi dimenticarsi di chi è stato sempre in prima line»

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo ed elezioni: Dilettanti allo sbaraglio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Dilettanti allo sbaraglio. Cosi’ potremmo definire le persone coinvolte nella presentazione delle liste elettorali per le regionali, agli onori della cronaca di questi giorni. Cinque anni fa si sapeva che nel 2010 si sarebbero svolte le elezioni regionali; le liste si potevano presentare anche nei giorni precedenti a quello finale; la raccolta delle firme non dovrebbe presentare problemi per un partito “di massa” con migliaia di consiglieri comunali e provinciali a disposizione come autenticatori. Insomma c’erano tutte le condizioni per fare le cose per bene. Invece e’ successo il putiferio. Nel Lazio sembra che la questione della presentazione della lista del PdL sia dovuta ad una divergenza sulla presenza di alcuni candidati. Gia’, ma le liste sottoscritte dagli elettori non dovrebbero essere definite nel momento della sottoscrizione? O si hanno fogli separati per l’elenco dei candidati e quello dell’autenticatore, successivamente uniti da un timbro e da una graffetta? Che dire di un governo che interviene con un atto legislativo di emergenza per sanare tali situazioni? Rileviamo, tra l’altro, che, per il momento, tale atto e’ stato del tutto inutile in Lombardia e per la lista Polverini nel Lazio, riammesse dopo i ricorsi. C’è da chiedersi come agisce questo governo e i partiti che lo sostengono. Se non riescono a presentare liste elettorali per un appuntamento noto da tempo, come possono ben governare?

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »