Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘scena’

Il teatro Il Parioli torna in scena

Posted by fidest press agency su domenica, 17 ottobre 2021

Roma. Dopo un lungo periodo di chiusura, nel marzo dello scorso anno, Michele ed Enzo Gentile insieme a Giovanni Vernassa, con il sostegno di Banca del Fucino, hanno rilevato il Teatro Il Parioli. La direzione artistica è affidata a Piero Maccarinelli. Nella stagione 2021-2022, la prima, Il Parioli produrrà 3 spettacoli: Manola, con Nancy Brilli e Chiara Noschese di Margaret Mazzantini per la regia di Leo Muscato, Comincium con Ale e Franz di Francesco Villa, Alessandro Besentini, Alberto Ferrari e Antonio De Santis e la regia di Alberto Ferrari, e Eduardo mio con Lina Sastri, scritto e diretto dalla stessa Lina Sastri. Il cartellone si arricchisce inoltre dei seguenti spettacoli: MISTERO BUFFO di Dario Fo e Franca Rame con Matthias Martelli (26 dicembre – 9 gennaio), THE SPANK con Filippo Dini e Valerio Binasco (2 – 13 febbraio), VARIAZIONI ENIGMATICHE con Glauco Mauri e Roberto Sturno, regia Matteo Tarasco (2 – 13 marzo), NON È VERO MA CI CREDO di Peppino De Filippo, con Enzo De Caro, regia Leo Muscato (30 marzo – 10 aprile), Stefano Fresi, Toni Fornari, Emanuela Fresi in CETRA… UNA VOLTA regia di Augusto Fornari (4 – 15 maggio) Per la stagione 2022-2023 sono in progettazione. La casa dell’amore scritto e diretto da Cristina Comencini e Il figlio di Zeller per la regia di Piero Maccarinelli. Sempre con l’intento di affermarsi come teatro di produzione, Il Parioli propone un corso biennale all’interno della scuola teatrale “Arte e Mestiere” (inizio previsto ottobre 2022) per ragazzi che vogliano conoscere da vicino, studiare e praticare l’arte e il mestiere dell’attore. I docenti sono drammaturghi, attori, autori, registi di grande esperienza. Il secondo anno il corso prevede che gli allievi prendano parte agli spettacoli che Il Parioli produrrà principalmente per le scuole, ma non solo. Già dal primo anno, oltre ai corsi quotidiani, sono previsti quattro stages a tempo pieno con professionisti di grande esperienza e verifica finale aperta al pubblico. Dalla seconda metà di novembre 2021, Il Parioli organizzerà delle selezioni per identificare i partecipanti a due stage intensivi gratuiti di cinque giorni ciascuno, allo scopo di individuare e far esercitare i possibili partecipanti al corso biennale. A ottobre 2022 sarà avviato un corso di teatro per bambini ed uno per appassionati. Saranno avviate importanti collaborazioni con prestigiose accademie e scuole di formazione, fra le quali l’Accademia Nazionale Silvio D’Amico e il Centro Sperimentale di Cinematografia – entrambi propongono 2 saggi di fine corso- l’Accademia Molly Bloom che propone un corso per insegnare agli autori a far proprie le tecniche per leggere e comunicare con efficacia i propri testi letterari, l’Associazione OMNIARTE, sotto la direzione artistica del M. Maurizio Trippitelli “I Concerti del Lunedì in Teatro” a partire dal 3 Gennaio 2022. La rassegna aprirà con “We all love Morricone”, concerto/evento dedicato al grande Maestro con i musicisti storici, che lo hanno affiancato per oltre 30 anni nei tour in giro per il mondo e negli studi di registrazione delle sue indimenticabili colonne sonore. A seguire una serie di concerti che spazieranno nei vari generi musicali tra classico, popolare, etnico crossover e musica d’autore. Solo per citarne qualcuno come: ENZO AVITABILE in concerto, CAROSONAMENTE omaggio a Renato Carosone con Peppe Servillo e i Solis String Quartet, CARMINA BURANA di Carl Orff (versione originale) MARCO MORANDI e CLAUDIA CAMPAGNOLA in “CHIAMATEMI MIMí” – testi di Paolo Logli. Ampio spazio verrà riservato alle collaborazioni con i principali centri culturali del quartiere; Il Parioli metterà a disposizione gli spazi del teatro per promuovere degli incontri di letteratura fra i cittadini e autori, librerie e case editrici: l’obiettivo è quello di creare un centro culturale per far crescere la sinergia fra scrittura, letteratura e lettura. Infine, Il Parioli accoglierà attività accessorie e connesse al mondo dello spettacolo quali saggi di danza, incontri con registi e autori, presentazioni. Nei prossimi mesi verrà aperto il Bistrot con un orario prolungato durante tutta la giornata allo scopo di offrire al quartiere un luogo di incontro per amanti del buon cibo e della cultura. ORARIO SPETTACOLI martedì ore 19.00 mercoledì, venerdì, sabato ore 21.00 giovedì, sabato e domenica ore 17.00 lunedì riposo http://www.ilparioli.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In scena Le opere complete di Shakespeare

Posted by fidest press agency su domenica, 1 agosto 2021

Roma dal 5 al 7 agosto Teatro Tor Bella Monaca Via Bruno Cirino,5 Arena Estiva va in scena di Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield traduzione di Andrea Buzzi con e regia Lorenzo Degl’Innocenti, Fabrizio Checcacci e Roberto Andrioli Produzione Khora Teatro e Teatro Menotti. Una commedia originalissima che, dopo il debutto al Fringe Festival di Edimburgo nel 1987, è stata replicata per nove anni con crescente successo al Criterion Theatre di Londra, fino a diventare uno degli spettacoli più conosciuti al mondo.Lo spettacolo, veloce, spiritoso, fisico, è una parodia di tutte le opere di Shakespeare eseguita in forma comicamente abbreviata da tre attori che usano le più svariate tecniche interpretative.Un’immersione leggera e stravagante nel mondo shakespeariano, un omaggio divertito e divertente al grande drammaturgo. 37 opere, in 90 minuti.Una sfida teatrale, in cui la potenza e la poesia dei versi del Bardo divertono il pubblico, lo incuriosiscono e svelano il lato comico che si cela anche nelle tragedie più cupe. BIGLIETTI intero 12,00 Euro ridotto 10,00 Euro giovani 8,00 Euro GIFT CARD 78,00 Euro (10 ingressi) info e prenotazioni 06/2010579

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Va in scena l’arte moderna e contemporanea da Fidesarte Casa d’Aste

Posted by fidest press agency su martedì, 20 aprile 2021

Venezia Giovedì 22 e venerdì 23 aprile 2021 Esposizione fino a mercoledì 21 aprile Fidesarte Casa d’Aste via Padre Reginaldo Giuliani, 7. La Casa d’Aste Fidesarte inaugura il 2020 con la vendita dedicata all’arte moderna e contemporanea. Oltre 300 lotti divisi in due sessioni. Guidano il catalogo della prima sessione i graffi di Hans Hartung. L’opera P 1973 – A68 è datata 1973 e misura 104,5×75 cm. Stima € 60.000-70.000. A seguire il fiorentino Alberto Magnelli (1888-1971) con l’olio su tela Douce assurance del 1956 (stima € 45.000-50.000). Dalla tela al bronzo argentato, acciaio e legno di Arnaldo Pomodoro. L’opera Immagine con risvolto (fusione a cera persa, esemplare 12/12) è stata realizzata dall’artista nel 1974 e misura ben 100x70x9,5 cm (€ 40.000-45.000). Tra gli highlight spicca Emilio Vedova con Oltre datato 1987. Questa bellissima pittura su carta intelata è accompagnata dall’autentica dell’autore e dell’Archivio ed è offerta a € 40.000-45.000 (lotto 150, base d’asta: € 28.000). Stessa valutazione per il collage su carta in sei elementi Cahiers d’art di Giulio Paolini datato 1973. Stima poco meno (€ 35.000-40.000) il libro Da tanto tempo realizzato da Maria Lai nel 1984. La seconda tornata di venerdì 23 aprile è guidata da un Cavallo bianco con drappo rosso in riva al mare di Giorgio de Chirico offerto a € 20.000-22.000. Segue Arturo Tosi con l’opera Mattino. Questo olio su tela misura 70×90 cm ed è presentato con una stima di € 12.000-15.000 (lotto 178, base d’asta € 7.000). Tra le chicche l’olio su tela Strada con case di Ottone Rosai. L’opera, firmata in basso a destra e realizzata nel 1955 è valutata € 12.000-14.000. E ancora in catalogo, due opere di Mario Schifano, Giosetta Fioroni (Blue liberty, € 6.500-7.000), Renato Mambor (Senza titolo, € 6.000-7.000), quattro opere di Tano Festa, Franco Angeli e molte altre proposte. http://www.fidesarte.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Italia dei valori” ritorna sulla scena politica nazionale?

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2021

«Da ex dirigente ed avvocato del partito “Italia dei Valori” in un momento così particolarmente critico per il nostro Paese auspico il ritorno di Italia dei Valori sulla scena politica» dichiara l’avvocato Sergio Scicchitano.«Insieme a quanti dei Cinque Stelle non condividano la linea del partito di Grillo —prosegue il professore— possiamo costituire un gruppo di rilievo e dare un contributo importante nei ranghi dell’opposizione facendoci portatori ed interpreti di interessi ed idee non omologati e non omologabili nell’attuale maggioranza».«Se poi come mi auguro Antonio Di Pietro dovesse e potesse condividere questa iniziativa con i dissidenti dei Cinque Stelle sono certo che il nostro contributo potrà diventare davvero importante» conclude Sergio Scicchitano, già presidente della Commissione Antiusura della Federazione Internazionale dei Diritti dell’Uomo nel 2001 e dal 2002 Delegato per la Tutela dei Diritti dei Consumatori e degli Utenti su nomina dell’allora sindaco di Roma Walter Veltroni.Dal 2003 al 2011 Scicchitano è stato inoltre liquidatore giudiziale di Federconsorzi, il più grande crack finanziario dal dopoguerra ad oggi. Nel 2011 venne nominato difensore degli eredi esclusi dalla successione Faac di Bologna, il cui valore viene certificato in oltre un miliardo di euro: il caso ereditario più importante d’Italia.Già candidato al Senato per la lista di Italia dei Valori, Sergio Scicchitano ha ricevuto numerosi incarichi di partito ed è stato presidente del Collegio Nazionale dei Probiviri di IDV. Quando Antonio Di Pietro è poi divenuto ministro, Sergio Scicchitano ha assunto svariati incarichi di nomina pubblica, includendo quello di presidente di Lazio Service, la società “in house” della Regione Lazio che sotto la sua presidenza stabilizzò oltre mille dipendenti fino ad allora precari. (fonte: AJ-Com.Net)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Va in scena l’antiquariato

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Roma. La Casa d’Aste Babuino apre le porte a una tre giorni da non perdere in calendario per il 17, 18 e 19 febbraio alle ore 15:00. L’esposizione aprirà sabato 13 e proseguirà fino a martedì 16 presso la sede romana di via dei Greci 2/a a.Tra le ricche e variegate proposte di dipinti antichi -tutti provenienti da illustri famiglie romane- spicca al lotto 65 l’eccezionale Veduta fantastica del Colosseo di Dirck Verhaert (Haarlem 1610 – Leida 1675). La documentazione storica dietro a questo dipinto ne rivela il suo concepimento. A “guidare” il pittore olandese fino a questo sorprendente risultato datato XVII secolo, furono probabilmente due antecedenti incisioni: quella di Giovanni Battista Pittoni Vicentino del 1561, e ancora prima quella che l’incisore olandese Hieronymus Cock realizzò nel 1551. L’opera, appartenuta fino al 1975 a una collezione privata spagnola, è arrivata a Roma nel 2004 dopo due passaggi dalla Casa d’Aste Sotheby’s. Non ci resta che attendere per scoprire in che mani passerà mercoledì 17 (stima: 30.000-40.000 €).Altra chicca di massima importanza è il lavoro attribuito a Jacopo Palma il Giovane, che i critici e gli esperti hanno dato come opera della mano del pittore, che raffigura Loth e le Figlie al lotto 28 (4-6 mila). Si segnala inoltre l’opera di Noel-Nicolas Coypel (lotto 123, stima 8.000-12.000), accompagnata da perizia di Didier Bodart e conferma di Maurizio Marini. Nel ricco catalogo opere di scuola veneta, scuola napoletana e scuola romana. Al lotto 135 un Ritratto Di Nobildonna di seguace di Peter Lely.
Lotto 28 – Jacopo Palma il Giovane, Loth e le figlie, Olio su tela, cm. 88 x 151 In cornice. Stima 4.000-6.000 euro
Lotto 28 – Jacopo Palma il Giovane, Loth e le figlie, Olio su tela, cm. 88 x 151 In cornice. Stima 4.000-6.000 euro
All’incanto anche una grande collezione di mobili antichi. Spiccano due splendide console al lotto 64, una console in legno dorato e laccato Italia centrale XVIII secolo e al lotto 120 e ancora, un’altra in legno dorato Roma periodo Luigi XVI di grande levatura soprattutto per i piani marmorei. Tra gli arredi, una splendida ribalta a cilindro in ciliegio Olanda XVIII secolo, interamente intarsiata in legni di frutto.
Dagli arredi alla collezione di ceramiche dell’ottocento e maioliche antiche. Si evidenzia il lotto 70, uno splendido grande piatto in ceramica, Deruta fine XIX secolo a sezione ovale, a smalti policromi, con decoro a nascita di Venere. Tra i bronzi si segnala una coppia di sculture in bronzo brunito, fine XVIII, INIZI XIX secolo raffiguranti Capitani di ventura e ancora, in seconda tornata, il lotto 280: uno splendido cavallo in bronzo di Paul Gayrard.Sempre in seconda tornata dipinti e arredi del XIX secolo. Al lotto 310 emerge un notevole dipinto di Pietro Leidi, Pittori di rovine classiche in paesaggio, un olio su tavoletta, cm. 32 x 42. Firmato in basso a destra. Al lotto 326 un Giuseppe Raggio con il ritratto di Mona Tofani.La terza tornata sarà dedicata all’argenteria e i gioielli. Tra le ricche proposte, un importante servizio di bicchieri in argento, punzone Bulgari, Roma 1977. Dalla selezione di gioielli spicca invece il lotto 462, una splendida parure Buccellati Milano in oro giallo e oro bianco 18 kt., composta da bracciale collana e orecchini. http://www.astebabuino.it

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Parlamento va in scena la propaganda

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 Maggio 2020

Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5S Lombardia: “Giorgia Meloni ha dimostrato, per l’ennesima volta, come sia capace di far politica solo prendendo i bisogni imminenti della popolazione, trasformandoli poi in mera propaganda fine a se stessa”.Una dichiarazione di guerra nei confronti del Governo, quella della Meloni, la quale ha citato a più riprese la Costituzione, gridando allo scandalo e alla privazione di un diritto fondamentale, la libertà. “Una propaganda pericolosa perché fa breccia su chi è più stanco e non ne può più, anziché analizzare ed eventualmente criticare in modo costruttivo. Questa linea politica contribuisce solo a creare confusione dimostrando un maggior interesse verso i voti che non verso il bene del Paese”. Così il consigliere pentastellato attacca aspramente la battigia populista: “Forse è bene ricordare alla Meloni gli articoli 13 e 16 della Costituzione della repubblica italiana, soprattutto quest’ultimo, che cito testualmente: Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Basta cercare voti a tutti i costi, basta creare disinformazione”.Al netto della bandiera politica c’è da augurarsi un’unica cosa: che se l’opposizione fosse stata al Governo avrebbe adottato le stesse precauzioni, lo stesso rigore e le stesse regole. “Qui non si tratta di creare consensi, ma di salvaguardare l’interesse di una nazione di cui il Governo sta cercando di occuparsi, tramite continui sostegni sia alle imprese sia ai cittadini”. Un interesse che è stato esternato anche da quei tanti sindaci, che dalle idee più liberal – populiste dei governatori che disattendono le misure del Dpcm, prendendo le distanze. Non c’è nessun complotto in atto né nessuna voglia di far fallire un Paese. “C’è solo il bisogno – sottolinea Degli Angeli – di non vanificare gli sforzi fatti da tutti noi in questi 50 e passa giorni trascorsi. C’è il bisogno di guardare quei Paese che dopo aver allentato le misure restrittive, son tornati a stringere perché i contagi sono risaliti. C’è bisogno – conclude – di ascoltare i virologi e gli esperti, quelli veri”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In scena “Aspettando er sor Enea”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 marzo 2020

Pomezia Venerdì 13 marzo 2020, alle ore 18.00, presso il nuovissimo Centro Congressi del Simon Hotel di Pomezia (via Calvi, 9), andrà in scena “Aspettando er sor Enea”, commedia scritta da Gianni Di Spirito e diretta da Ondina Cera. Lo spettacolo dell’Associazione Tyrrhenum di quest’anno si ricollega direttamente con la prima della sua Compagnia “Talia”, “E’ arivato er sor Enea”. Vedremo il Lazio prima dell’arrivo di Enea, le varie vicissitudini di Re Latino, Lavinia, Turno, Fauno, etc. Lo spunto è il desiderio di far conoscere la storia locale attraverso un testo divertente e surreale che senza discostarsi dalla leggenda ufficiale ironizza e scherza per far ricordare meglio quanto sia grande il nostro passato e quanto gli siamo debitori. Debitori anche per il futuro: infatti, possiamo poggiare le basi sul nostro passato per fondare un futuro sicuro e valido. Quindi, parleremo del nostro territorio, della nostra storia e di noi, per ridere, conoscere e interessare. L’ingresso è libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roberto Azzurro porta in scena “Musica, Maestro!”

Posted by fidest press agency su martedì, 14 gennaio 2020

Napoli Giovedì 16 gennaio 2020, (Inizio spettacoli ore 21.00 (da giovedì a sabato), ore 18.00 (domenica) Teatro Elicantropo Roberto Azzurro porta in scena “Musica, Maestro!” di Manlio Santanelli, testo inedito del drammaturgo partenopeo scritto per Roberto Azzurro, che si fa interprete e regista dell’allestimento.Dopo anni di “frequentazione” del teatro e la narrativa di Manlio Santanelli, Roberto Azzurro affronta un nuovo testo del drammaturgo, che scava, come sempre, nei meccanismi che da sempre caratterizzano la sua drammaturgia.Questa volta il “fattore temporale” è determinante più di tutte le altre volte. Il linguaggio sembra davvero una giostra verbale spericolata, e, allo stesso tempo, rassicurante, pur servendosi di una forma e un vocabolario non proprio consueti, riproducendo tutte queste iperboli verbali in maniera surreale, ma sempre reale. Il grottesco diviene, così, cifra stilistica, contestualmente letteraria e drammaturgica, del racconto.
Con la nascita, ovvero con la caduta nel tempo, l’uomo è costretto a vivere secondo un ritmo immutabile. Il tempo, che per definizione è un concetto assoluto, sul piano personale può dilatarsi o contrarsi a seconda delle circostanze in cui ci si trova. Per questa ragione il tempo trascorso sotto i ferri del dentista sembra molto più lungo di una bella gita al mare.In questo monologo il tempo va dal momento in cui il direttore d’orchestra batte la bacchetta sul leggio, onde ottenere la concentrazione degli orchestrali, a quello in cui darà l’attacco. Trattasi di pochi secondi, eppure sono sufficienti a contenere un’intera vita.“Lungi da me – così Roberto Azzurro in una nota – pensare a qualsivoglia tipo di autobiografismo. Qui non riesco però a fare a meno di pensare che l’esperienza di quanto possa dilatarsi la percezione, addirittura reale del tempo, in certi frangenti l’ho proprio vissuta, quando ho subito il noto incidente, al punto che, se decidessi di raccontarla, potrei riempire tomi poderosi. Tanti furono i pensieri e le riflessioni che galopparono a ritmo inverosimile nella mia testa in quei terribili momenti”.In Musica, Maestro!, presentato da Ortensia T, Roberto Azzurro non tenta in alcun modo di fare rifermento alla sua esperienza personale. Non ha mai fatto biografia nel suo teatro, se non nel porre ogni volta l’attore in scena, che, proprio davanti agli occhi dello spettatore, si trasforma nel personaggio. “E anche qui – conclude l’attore e regista – sarò io a entrare in scena come attore, e poi a diventare il personaggio”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In scena: “Doc – Donne di origine controllata”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 dicembre 2019

Roma Sabato 7 dicembre ore 21 – domenica 8 dicembre ore 18 Teatro Palladium Piazza Bartolomeo Romano, 8 Biglietto: intero 20 euro; ridotto 15 Di Valter Lupo, Gianluca Giugliarelli, Francesca Reggiani e Linda Brunetta. Un nuovo show, anzi uno dei pochi ‘oneman show al femminile’: Francesca Reggiani è la protagonista di “Doc – Donne di origine controllata”, in scena sabato 7 e domenica 8 dicembre al Teatro Palladium di Roma nell’ambito del Festival Flautissimo, giunto quest’anno alla sua ventunesima edizione. Più che uno spettacolo, un vero manuale di sopravvivenza al caos. Non esiste più la strada sicura, il posto fisso, la via retta. Oggi si procede per sbandamenti. Rimbalziamo tra vero e falso, tra realtà e reality, tra innovazione e tradizione. Con la sensazione di essere le palline di una partita a flipper giocata da altri. Non doveva andare cosi! E dunque non ci restano che due opzioni. Piangersi addosso. Farci sopra della satira. La Reggiani, naturalmente, sceglie la seconda. Affila le armi che le sono proprie per costruire uno spettacolo che procede per frammenti. Monologhi sull’attualità (le pari opportunità, il corpo della donna, la politica, gli influencer), parodie di personaggi famosi (Giorgia Meloni, Chiara Ferragni), contributi video che fanno il verso a programmi televisivi (Chi l’ha visto con Federica Sciarelli) e jingle pubblicitari. Un procedere sincopato, a strappi, per comporre un puzzle dove tutto si tiene, dove mondi apparentemente inconciliabili finiscono per parlare tra loro.http://teatropalladium.uniroma3.it/

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Walter Malosti porta in scena Primo Levi

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2019

Roma 5 – 17 novembre 2019 Teatro Argentina Largo di Torre Argentina Valter Malosti porta in scena, per la prima volta senza mediazione, l’inconfondibile voce salda e mite del Primo Levi di Se questo è un uomo. Un monologo ininterrotto che rende la parola protagonista e restituisce a questa irripetibile opera prima la sua dimensione di opera acustica: una voce nuda che riproduce la babele del campo di concentramento – i suoni, le minacce, gli ordini, il rumore della fabbrica di morte. dall’opera di Primo Levi (pubblicata da Giulio Einaudi editore) condensazione scenica a cura di Domenico Scarpa e Valter Malosti
scene Margherita Palli – luci Cesare Accetta – costumi Gianluca Sbicca – progetto sonoro Gup Alcaro Tre madrigali (dall’opera poetica di Primo Levi) Carlo Boccadoro video Luca Brinchi, Daniele Spanò – cura del movimento Alessio Maria Romano assistente alla regia Elena Serra con la collaborazione di Leda Kreider e Noemi Grasso – assistente alle scene Eleonora Peronetti scelte musicali Valter Malosti – musiche di Oren Ambarchi, Johann Sebastian Bach, Ludwig van Beethoven, Cracow Kletzmer Band, Morton Feldman, Alexander Knaifel, Witold Lutoslawski, Oy Division, Arvo Pärt, Franz Schubert, John Zorn madrigali eseguiti e registrati dai solisti dell’Erato Choir: soprani Karin Selva e Caterina Iora contralto Giulia Beatini, tenori Massimo Lombardi e Stefano Gambarino, bassi Cristian Chiggiato e Renato Cadel direzione musicale Massimo Lombardi e Dario Ribechi Produzione TPE – Teatro Piemonte Europa, Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Teatro di Roma – Teatro Nazionale Progetto realizzato in collaborazione con Centro Internazionale di Studi Primo Levi, Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Primo Levi, Polo del ‘900 e Giulio Einaudi editore in occasione del 100° anniversario dalla nascita di Primo Levi (1919 – 1987).
Biglietti: intero 40 euro – ridotto 12 euro Orari spettacoli: martedì e venerdì ore 21 _ mercoledì e sabato ore 19 _ giovedì e domenica ore 17 _ lunedì riposo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In scena “La pianista perfetta”

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 aprile 2019

Roma Sabato 6 (ore 20) e domenica 7 aprile (ore 17) al Teatro Torlonia Via Nomentana 70 in scena LA PIANISTA PERFETTA, pièce teatrale di Giuseppe Manfridi per la regia di Maurizio Scaparro con protagonista Guenda Goria che racconta la vita di Clara Schumann e la sua vocazione più profonda, quella per la musica. Forgiata nella tecnica dal padre Friedrich Wieck, Clara diventa sin da giovanissima pianista e concertista di fama mondiale, ma anche donna coraggiosa, vitale e intellettuale, che vive di luce propria sottratta alla rischiosa rappresentazione di essere schiacciata all’ombra del più celebre consorte, nonché madre affettuosa e attenta di otto figli. Infatti è proprio l’amore che permea nella sua musica, l’amore per la vita e l’amore per un uomo, Robert Schumann, compositore e figura di spicco del romanticismo tedesco. Un amore tormentato, ma profondissimo vissuto tra le note che saneranno le ferite del suo cuore. E saranno le cinque linee del pentagramma il rifugio di Clara, le note saneranno le ferite del suo cuore e quell’armonica successione di tasti bianchi e neri darà conforto a questa grande donna che donerà alla musica tutta se stessa, che continuerà a lavorare dopo la morte del marito per diffondere la sua musica – troppo avanti per il gusto dell’epoca ma che troverà postuma fortuna. Il Pianoforte, al centro della scena, sarà il protagonista assoluto suonato dal vivo da Guenda Goria che, in una progressiva rarefazione di tempo e spazio, racconterà sin nel profondo la forza vitale di Clara, donna che ha tradotto in arte la sua intera esistenza in un momento preciso, il pomeriggio prima di un importante concerto che potrebbe cambiare le sorti della sua carriera; un pomeriggio sbagliato in tutto sembra far presagire il primo insuccesso della vita di Clara. L’accordatore che non arriva, il baule smarrito, le lettere che sopraggiungono ad annunciare l’internamento del marito Robert Schumann in ospedale psichiatrico offrono l’affresco di una donna che a trent’anni è già madre di otto figli e leggenda della musica mondiale. Una storia di musica, sentimenti e legami, vissuti tra note, lettere, dolori per raccontare la vita di questa donna che governa il suo mondo, la sua famiglia, la sua arte con armonia e fermezza. Capace di attraversare con determinazione la malattia del marito, la precarietà di impresari molto spesso inadeguati e di affrontare i disagi di recite con strumenti malandati attraverso la fermezza, la determinazione ma anche la dolcezza che vive i molti piani della vita di una donna di valore, ricca interiormente, ma anche umile, essenziale, efficace.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Scena! Italian Theater Festival NY

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 marzo 2019

New York. 29 aprile – 13 maggio 2019 – In Scena! Italian Theater Festival NY. il festival di teatro italiano mirato a far conoscere nella grande Mela alcuni fra i più interessanti, innovativi e coinvolgenti testi teatrali del nostro Paese per divulgarli attraverso la traduzione in Inglese, è lieto di annunciare i nomi delle opere italiane che saranno presentate, in forma di reading, nell’ambito della settima edizione del Festival, in corso dal 29 aprile al 13 maggio p.v. In partnership per il terzo anno consecutivo con l’Italian Playwright Project (IPP), curato da Valeria Orani (Umanism NYC), ed in collaborazione con il Martin E. Segal Theatre Center at CUNY, In Scena! presenterà in prima americana la lettura de Mio eroe di Giuliana Musso, tradotto da Patricia Gaborick, presso l’Istituto Italiano di Cultura (686 Park Ave, New York, NY 10021), mercoledì 1 maggio ore 18:00.
Inoltre, in onore del nuovo OnStage! Festival & Award, che ha debuttato a Roma, lo scorso gennaio, avrà luogo una lettura speciale del testo vincitore del primo OnStage Award per opere teatrali americane mai messe in scena: The Girlfriend di Leland Frenkel. L’evento si terrà giovedì 2 maggio ore 18:00 presso la Casa Italiana Zerilli-Marimo’ at NYU (24 West 12th Street, New York, NY 10011). In Scena! è anche felice di annunciare la nuova partnership con la prestigiosa Civica Scuola interpreti e Traduttori Altiero Spinelli di Milano, i cui studenti produrranno l’editing di alcune delle traduzioni inglesi per i sopratitoli degli spettacoli della prossima edizione del festival, come parte di un progetto didattico assistito.
Mio Eroe di Giuliana Musso – Traduzione di Patricia Gaborick Mercoledì, 1 maggio ore 18:00 @ Istituto Italiano di Cultura Mio Eroe è costituito da tre monologhi distinti. Protagoniste sono tre madri di soldati italiani che presero parte alla missione International Security Assistance Force (ISAF) in Afghanistan nel periodo 2008-2010. Due di queste madri persero il figlio in battaglia. Le tre donne sono molto diverse una dall’altra per estrazione sociale, origini geografiche, livello culturale e personalità, ma hanno in comune l’esperienza di madri di soldato. La conversazione delle madri interseca memorie dell’infanzia, storie di eventi tragici e considerazioni sulle scelte dei figli. I personaggi sono inspirati da persone reali ed eventi di vita vissuta.
The Girlfriend Written by Leland Frankel Giovedì 2 maggio ore 18:00 @ Casa Italiana Zerilli-Marimo’ at NYU Olivia “Liv” Hughes era la ragazza più popolare di Grace Hills High. Sylvia Merwin era una delle emarginate più denigrate. Poi Eddie Cleary portò la pistola a scuole e tutto cambiò. Dieci anni dopo le strade di queste due donne si sono drasticamente allontanate: Sylvia vive una vita apparentemente perfetta in città, con un lavoro fantastico e un ragazzo amorevole, mentre Liv è una tossicodipendente in fase di recupero. Prendono accordi per incontrarsi in circostanze misteriose, e Liv rivela un fatto del loro passato comune dimenticato e scioccante. Ne consegue una brutale e sconvolgente resa dei conti, mentre Sylvia e Liv tentano di riconciliare la storia sanguinaria con le loro vite presenti. Innocenza, colpevolezza, onestà, inganno… quando un’azione malvagia viene compiuta, chi è veramente responsabile?
In Scena! nasce nel 2013 come evento ufficiale dell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, del Ministero degli Affari Esteri e dell’Ambasciata italiana a Washington, D.C.. Presentato in collaborazione con le principali Istituzioni italiane in USA, il festival ogni anno presenta a New York una rassegna di teatro italiano indipendente: produzioni che hanno già circuitato e letture di opere teatrali in traduzione inglese, conferenze, seminari e scambi fra artisti italiani ed internazionali. Scopo ultimo è la promozione del teatro e degli artisti italiani a New York e la costruzione di un ponte fra la scena artistica italiana e newyorkese. Tutti gli spettacoli vengono presentati in italiano con sopratitoli in inglese, salvo dove diversamente indicato. L’ingresso a tutti gli spettacoli e agli eventi speciali è GRATUITO.
Calendario dettagliato e aggiornamenti su http://www.inscenany.comhttp://www.kitheater.comhttp://www.kititalia.it

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settima edizione annuale di In Scena!

Posted by fidest press agency su domenica, 9 dicembre 2018

New York dal 29 aprile al 13 maggio 2019 si svolge nei cinque distretti newyorkesi la settima edizione annuale di In Scena! Italian Theater Festival NY, il festival di teatro italiano.
Fra i luoghi che lo ospitano figurano Cherry Lane Theatre, Casa Italiana Zerilli-Marimo’ at NYU, Bernie Wohl Center, Italian Cultural Institute, The Brick, BAAD!, College of Staten Island. In Scena! Presenta anche la sesta edizione del Mario Fratti Award, assegnato ogni anno ad un testo di autoreteatrale italiano mai messo in scena. Il programma completo e il calendario degli eventi (tutti ad ingresso libero) saranno annunciati nel 2019. Maggiori informazioni su http://www.inscenany.com
Ogni anno In Scena! presenta a New York una rassegna di teatro italiano appositamente proveniente dall’Italia, includendo spettacoli che hanno già circolato in Italia e letture di testi in traduzione, conferenze, incontri e scambi fra artisti italiani e internazionali. Scopo è promuovere la conoscenza del teatro e degli artisti italiani presso il pubblico newyorkese, e costruire un ponte fra la scena artistica in Italia e a New York. Con questo stesso scopo Kairos Italy Theater e KIT Italia in collaborazione con The International Theatre presenteranno a Roma (21-27 gennaio 2019) la prima edizione di OnStage!festival, interamente dedicato al teatro e alla cultura americana.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Falafel Express di Roberto Scarpetti: un fumetto che nasce sulla scena

Posted by fidest press agency su domenica, 24 giugno 2018

Roma Lunedì 25 giugno (ore 21.30), nell’ambito della rassegna ROMA CITTA’ MONDO. Festa teatrale dell’Intercultura, va in scena al Teatro India, FALAFEL EXPRESS, spettacolo scritto da Roberto Scarpetti, in equilibrio tra teatro e fumetto per affrontare le tematiche di identità, nazionalità e appartenenza. Un fumetto che nasce sulla scena, con la scena e per la scena. Gli attori si muovono in un mondo disegnato che si modifica attorno a loro per raccontare la storia di Mahdi, un ragazzo nato e cresciuto in Italia, in una cittadina del Sud, ma che italiano non è: non lo è per lo Stato, non lo è per le carte che lo identificano e per le persone che lo “accolgono” nella città dove a 18 anni si sposta per studiare all’università. Mahdi è figlio di una madre siriana e di un padre egiziano, ha amici italiani e una passione per le lingue straniere. Qui, lontano da casa, si confronta per la prima volta col fatto di non essere riconosciuto italiano in tutto e per tutto. Percorre allora un viaggio metaforico e reale alla ricerca della propria identità, trovandosi, al suo ritorno davanti a una grande scelta che compie con una nuova coscienza: quella della ricchezza che sta racchiusa in ogni individuo e nelle sue esperienze e che nessun documento potrà mai riassumere. La particolarità di questo spettacolo diretto da Elisabetta Carosio è quella dell’ibridazione del linguaggio teatrale con quello delle graphic novel, in cui gli attori si muovono sulla scena interagendo con le proiezioni animate dei disegni della fumettista Chiara Abastanotti, autrice già per la casa editrice Becco Giallo. Un testo originale, scritto appositamente da Roberto Scarpetti, che si rivolge a un pubblico di ragazzi coetanei del protagonista, con l’intento di raccontare la condizione dei giovani di seconda generazione, che riguarda tante persone che vivono oggi nel nostro Paese e ne sperimentano le contraddizioni nella propria quotidianità. Il teatro si fa così portavoce di identità, nazionalità, estraneità, appartenenza, aspettative, desideri, giudizio, pregiudizio, grazie anche a diverse associazioni che si sono interessate al progetto. Tra queste Refugees Welcome Milano, A.N.O.L.F, Sunugal, Mascherenere, Teatro Utile il viaggio, Ismu, Cisp (Roma), La staffetta (Genova).

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bestie di scena (Uno sguardo al mondo), Emma Dante

Posted by fidest press agency su martedì, 12 giugno 2018

Madrid 13-17 giugno 2018 – Teatro Valle-Inclán – Plazuela de Ana Diosdado s/n (Plaza de Lavapiés).Orario: martedì-sabato alle ore 20:30h; domenica alle ore 19.30 Durata: 1 ora e 15 minuti. La stessa Emma Dante ci racconta: “Bestie di scena ha assunto il suo vero significato nel momento in cui ho rinunciato al tema che avrei voluto trattare. Volevo raccontare il lavoro dell’attore, la sua fatica, la sua necessità, il suo abbandono totale fino alla perdita della vergogna e alla fine mi sono ritrovata di fronte a una piccola comunità di esseri primitivi, spaesati, fragili, un gruppo di imbecilli che come gesto estremo consegnano agli spettatori i loro vestiti sudati, rinunciando a tutto. Da questa rinuncia è cominciato tutto, si è creata una strana atmosfera che non ci ha più lasciati e lo spettacolo si è generato da solo. In Bestie di scena c’è una comunità in fuga. Come Adamo ed Eva cacciati dal paradiso, le bestie finiscono su un palcoscenico pieno d’insidie e di tentazioni, il luogo del peccato, il mondo terreno. Lì c’è tutto ciò che serve: La casa, la stanza dei giochi, l’odio, l’amore, il sentiero, il rifugio dove trovar riparo, la paura, il mare, il naufragio, la trincea, la tomba dove piangere i morti, i resti di una catastrofe… Le nostre bestie non fanno altro che immaginare la scena ed è lo spettatore chi sceglie dall’inizio se accettarle o rifiutarle”.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alfonso Santagata porta in scena I Malvagi

Posted by fidest press agency su sabato, 31 marzo 2018

Roma Dal 5 all’8 aprile al Teatro India Lungotevere Vittorio Gassman (Già lungotevere dei Papareschi), in scena I MALVAGI, spettacolo diretto e ideato da Alfonso Santagata, un lavoro sulle ombre dei personaggi di Dostoevskij proiettate sul mondo che ci circonda. Una pièce che prende spunto proprio dalla giovanile infatuazione di Dostoevskij per il socialismo francese, infatuazione che lo condusse a scontare la pena in una galera di un piccolo villaggio della Siberia meridionale, luogo abitato da “delinquenti recisi dalla società e del tutto privati di ogni diritto civile”. L’obiettivo si muove puntando la lente sul mondo di sopravvissuti, di esiliati, di dannati della terra rinchiusi in un inferno bianco, condannati alle sofferenze di una galera spietata. Un universo che l’autore racconta ne I demoni e in Delitto e castigo, che si possono leggere come due romanzi “politici”, assieme a Memoria di una casa morta, che narra invece la sua esperienza di quattro anni di carcere e lavori forzati in Siberia: fonti che rappresentano diversi livelli narrativi dello spettacolo. Infatti, la pièce trae ispirazione dalla dolorosa esperienza personale di Dostoevskij, che ne conobbe crudeltà e miseria quando nel 1849 fu arrestato dalla polizia zarista perché parte di un circolo di giovani intellettuali di tendenze socialiste. In questo luogo, dove gli uomini sono costretti a sopravvivere con la loro umanità fatta a brandelli, il grande romanziere prende spunto per dare vita alle sue idee migliori che ritroveremo incarnate nei protagonisti dei suoi romanzi. In particolare, in quest’opera che è la cronaca di quel periodo di deportazione, dei luoghi conosciuti e dei personaggi incontrati, Dostoevskij si scaglia contro tutta la società del suo tempo: per un verso i rivoluzionari invasati e folli, ammalati di nichilismo, che sfidano o negano Dio e quindi i valori della società russa; per l’altro si incontra e si scontra con pazzi, instabili, organizzazioni segrete, cospiratori, traditori, rivoluzionari, fanatici. http://www.teatrodiroma.net Biglietti: intero 20€ _ ridotto 14€ Orari spettacolo: tutte le sere ore 21.00 _ domenica ore 18.00 _ Durata 1 ora e 15 minuti.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

E’ di scena la poesia al Teatro di Villa Torlonia

Posted by fidest press agency su sabato, 13 gennaio 2018

villa torloniaRoma da giovedì 18 gennaio (ore 18.30) in scena al Teatro di Villa Torlonia un ciclo di letture di poeti a cura di Elio Pecora. Un itinerario poetico fino al mese di giugno con LE RAGIONI DELLA POESIA, 8 incontri con 39 poeti alla riscoperta dei confini della parola, il meglio della poesia italiana dei nostri anni declamata dalla voce stessa degli autori. Protagonisti del primo appuntamento, i poeti Luca Archibugi, Silvia Bre, Luca Baldoni e Giancarlo Pontiggia. «Tra la fine degli anni Settanta e la metà degli anni Novanta ho curato in teatri, gallerie, caffè, un esteso numero di letture pubbliche di poesia a cui ho chiamato poeti di diversa età e fama, da Arbasino a Caproni, da Amelia Rosselini a Iolanda Insana, da Bellezza a Raboni – dichiara Elio Pecora – Guardavo a quelle letture come a vere antologie orali. Torno a quelle imprese con lo stesso intento. La scelta degli autori non è esaustiva, ma rappresenta una parte considerevole di quanto la poesia, in Italia, continui a manifestarsi e a consegnarsi come un sicuro nutrimento».

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emma Dante porta in scena “Odissea a/r”

Posted by fidest press agency su martedì, 24 gennaio 2017

odisseaodissea1Roma Dal 31 gennaio al 5 febbraio al Teatro Argentina Largo Argentina 1 approda ODISSEA A/R liberamente tratto dal poema di Omero testo e regia Emma Dante con gli allievi attori della “Scuola dei mestieri dello spettacolo” del Teatro Biondo di Palermo Manuela Boncaldo, Sara Calvario, Toty Cannova, Silvia Casamassima, Domenico Ciaramitaro, Mariagiulia Colace, Francesco Cusumano, Federica D’Amore, Clara De Rose, Bruno Di Chiara, Silvia Di Giovanna, Giuseppe Di Raffaele, Marta Franceschelli, Salvatore Galati, Alessandro Ienzi, Francesca Laviosa, Nunzia Lo Presti, Alessandra Pace, Vittorio Pissacroia, Lorenzo Randazzo, Simona Sciarabba, Giuditta Vasile, Claudio Zappalà
Produzione Teatro Biondo Palermo. E’ una fiaba ironica e movimentata che offre una lettura inedita, divertente, dissacrante, e allo stesso tempo fedele, del poema di Omero, che la regista ha scritto e diretto per i 23 allievi della Scuola dei mestieri dello spettacolo del Teatro Biondo di Palermo, a conclusione del biennio formativo. In scena eroi umanizzati, spogliati delle loro vesti mitologiche, cambiati nel profondo dallo scorrere inesorabile degli anni e immersi in un contesto di quotidianità spicciole dell’oggi che mutano l’epopea di Ulisse, Penelope e Telemaco in una saga familiare a cavallo tra ironia, magia e tragedia. In questo “viaggio che ogni essere umano fa nella vita” domina, inconfondibile e distintiva, la cifra stilistica della Dante, con l’uso del dialetto siculo, intuizioni visionarie, incontri con figure umane e sovrumane, ninfe e mostri, e quei fremiti di corpi perennemente in movimento che svelano una tenera e universale fragilità. (foto: odissea)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In scena “Otis Redding Tribute show”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 gennaio 2017

otis-reddingPalermo Il 15 febbraio alle 21 al teatro Savio in via Giovanni Evangelista Di Blasi 102/d a Palermo andrà in scena “Otis Redding Tribute show”. Gli Jack & the starlighters (Gioacchino Cottone alla voce, Fabrizio Pacera alla batteria, Dario Lo Giudice al basso, Danilo Mercadante al pianoforte) con Dario Pacera alla chitarra e la sessione di fiati composta da Samuele Davì alla tromba, Fabio Piro al trombone, Michele Mazzola al sassofono, daranno vita a un concerto che punta a essere multisensoriale, ma anche a schiacciare l’occhio allo stile del programma televisivo “Studio Uno” di Antonello Falqui.Alle più famose canzoni di Otis Redding si alterneranno i visual set e i documentari selezionati dalla vj Mapi Rizzo. A tutto questo si somma il corpo di ballo curato da Josh Rizzuto e Marika Riggio, che accompagnerà le canzoni. In più, non mancherà a sorpresa la possibilità di gustare e respirare una delle più famose canzoni di Otis Redding: “Cigarettes and coffee”, abbattendo così la quarta parete tra gli artisti sul palco e il pubblico.Arriva così per la prima volta in città uno spettacolo davvero multimediale, che non si limita alla musica, ma unisce vecchie e nuove forme di cmunicazione, per fare conoscere anche il lato estetico di Otis Redding.«Il progetto – dice il cantante Gioacchino Cottone, che è anche regista della serata – è una mia idea, figlia dell’amore che mio padre mi ha trasmesso, facendomi ascoltare Otis Redding sin da piccolo e influenzando i miei primi ricordi musicali. Redding è “il disco” che mi accompagna da quando sono nato. Sotto l’aspetto commerciale, ritengo che sia assurdo che fino a oggi in tutta Italia non ci sia mai stato un tributo dedicato a un artista di questo rilievo socioculturale, che ha cambiato la storia della musica internazionale, aprendo una pagina indiscussa dell’R&B, del soul e del rap».
La tribute band italiana a Otis Redding è stata benedetta anche dal figlio del cantante Otis III, che presto sarà in Italia per fare parte dello show.Il concerto è una nuova tappa del progetto Jack & the Starlighters, band attiva da 15 anni nei locali di intrattenimento e nelle piazza di tutta la Sicilia. Il biglietto di ingresso costa 12 euro (foto: Otis Redding)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Che Disastro Di Commedia

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 dicembre 2016

che-disastroRoma Teatro Greco Via Ruggero Leoncavallo, 10 prima nazionale 6 dicembre 2016 ore 21 repliche fino al 15 gennaio 2017 con Gianluca Ramazzotti, Gabriele Pignotta, Luca Basile, Marco Zordan, Yaser Mohamed, Viviana Colais e Stefania Autuori. Regia di Mark BellPrendete una compagnia di giovani attori allo sbaraglio, una scenografia che non sta in piedi, un regista senza talento né esperienze, una prima attrice vittima di svenimenti, un modello che vuol far l’attore a tutti i costi, una direttrice di scena che si improvvisa attrice e fategli recitare un giallo di serie B, con una trama sconnessa, battute indicibili e un finale senza senso. Aggiungete porte che non si aprono, scene che crollano, oggetti di scena che scompaiono e ricompaiono come e dove non dovrebbero e gli attori che, come se nulla fosse, continuano a dire eroicamente le loro battute. I disastri si accumulano in un crescendo senza controllo, e così il divertimento del pubblico.Disaster Comedy (The play that goes wrong), racconta la storia di una compagnia teatrale, la Cornley Polytechnic Drama Society che, dopo aver ereditato improvvisamente un’ingente somma di denaro, tenta di produrre un ambizioso spettacolo che ruota intorno a un misterioso omicidio nel West End. La commedia è un susseguirsi di errori, strafalcioni, momenti imbarazzanti e disastri provocati dagli attori. La produzione della Cornley Polytechnic Drama Society si rivela un disastro e gli attori cominciano ad accusare la pressione andando nel panico. Riusciranno a riscattarsi e a salvare lo spettacolo prima che cali il sipario? “The Play that goes wrong”, è un musical che evidenzia tutte le paure e gli errori che un attore sul palco non vorrebbe e dovrebbe mai commettere.Tutto questo è “Disaster Comedy” grande successo londinese delle scorse stagioni, in scena quest’anno contemporaneamente in 5 capitali europee, Londra, Parigi, Budapest, Atene, Roma compresa. Poltrona € 30,00 € 3,00 prev = € 33,00 Poltronissima € 35,00 € 3,00 prev = € 38,00 BIGLIETTO RIDOTTO Poltrona € 24,00 € 2,00 prev = € 26,00 Poltronissima € 28,00 € 2,00 prev = € 30,00 (foto: che disastro)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »