Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘scommessa’

Chi ha vinto la scommessa GameStop

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2021

A cura di Giovanni Daprà. Le scorse settimane il caso GameStop è stato al centro del dibattito degli investitori e degli addetti finanziari, per via della battaglia tra piccoli scommettitori (retail) e alcuni Hedge Fund, innescata dall’iniziativa di un gruppo di trader che si scambiano informazioni su Reddit/WallstreetBets. GameStop era una delle aziende più shortate su Wall Street e un gruppo di astuti WallStreetBetters ha messo in piedi una manovra di short squeeze pubblicizzandola sul forum e smuovendo così una mole importante di capitali per acquistare in massa il titolo, lanciando le valutazioni alle stelle. La crescita del prezzo dell’azione, unita a una retorica da lotta di classe (X vs Boomers), ha attivato un numero sempre maggiore di followers, rincuorati da uno storytelling “value” basato sulla possibilità di un improbabile rilancio digitale di questa azienda che vende videogiochi e altri prodotti attraverso una rete di negozi fisici. Si è creata una vera e propria bolla che ha portato il valore della società a passare da $300M a $27 miliardi, per poi tornare a $6 miliardi, in un paio di settimane. Gli Hedge Fund, e non solo, hanno perso decine di miliardi di dollari. La complessità nella gestione di questi volumi ha costretto inoltre Robinhood, broker che ha popolarizzato il trading senza commissioni, a raccogliere 3.2 miliardi di dollari di capitale per non rischiare di “saltare”, bloccando d’urgenza il trading del titolo con svariate migliaia di clienti ancora impegnati nel trade.
In sostanza, l’investimento speculativo non può essere la soluzione per pagare le rate del mutuo e neanche per mantenere e crescere il valore reale del proprio patrimonio nel tempo, ma forse solo un modo per divertirsi quando le circostanze sono favorevoli. Il consiglio è sicuramente quello di non scommettere mai una parte sostanziale dei propri risparmi e fare attenzione agli interessi che stanno alla base delle informazioni a cui si è quotidianamente esposti online.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La scommessa per battere il cancro

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 aprile 2018

In oncologia la medicina di precisione e i farmaci innovativi stanno rivoluzionando il campo della cura ma prevedono un ripensamento in termini di costi e di sostenibilità per il sistema sanitario nazionale. L’impatto dell’oncologia sulla spesa pubblicaprevidenziale è importante: come prestazioni erogate (pensioni di inabilità e assegni di invalidità) i tumori rappresentano la prima voce, con circa 540mila prestazioni erogate tra il 2001 e 2015.
La situazione in Toscana rispetto ai farmaci innovativi e oncologici è comparabile con le regioni con le migliori best practice, come Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Come per il resto d’Italia, tuttavia, la Regione Toscana fa i conti con la sostenibilità e l’appropriata fruibilità delle cure e con l’ ‘etica del diniego’.
Al convegno organizzato da Motore Sanità – “La cura del cancro: implicazioni etiche, sociali ed economiche” si sono discussi i grandi progressi della ricerca scientifica e un nuovo modo di pensare alla malattia.
«La crescente attenzione per l’oncologia oscilla tra tematiche prettamente scientifiche e aspetti organizzativi, con significative ricadute economiche – ha introdotto i lavori Gianni Amunni,direttore generale dell’Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica (Ispro) -. Abbiamo scelto di mettere insieme questi approcci diversi perché l’oncologia è oggi un banco di prova dalla reale capacità di tenere insieme scienziati, economisti, bioeticisti, management e industria. E’ una scommessa che porta il tema cancro in una dimensione più ampia e ne evidenzia gli aspetti “culturali e valoriali”».
La rete oncologica regionale toscana è considerata antesignana rispetto all’evoluzione delle risposte rivolte a pazienti oncologici. «Lo step ulteriore di potenziamento della rete oncologica al quale stiamo lavorando è rivolto alla costituzione di reti oncologiche per patologia, all’interno della rete oncologica regionale» ha dichiarato Monica Calamai, direttore generale dei Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale della Regione Toscana-. «Sul fronte della terapia, abbiamo farmaci innovativi che vanno ad impattare in modo determinante con la prospettiva di vita e il decorso di malattia dei pazienti, tuttavia ogni innovazione tecnologica o farmacologica, prima di essere introdotta, non può prescindere da una riorganizzazione del sistema perché è da qui che vengono recuperate le risorse per orientarle sul farmaco, altrimenti la gestione del sistema diventa complessa.La delibera dello scorso febbraio va in questa direzione prevedendo l’utilizzo dei farmaci innovativi oncologici con i percorsi diagnostici terapeutici assistenziali e con i modelli organizzativi».
L’oncologo si trova di fronte al grande progresso delle terapie oncologiche ma si scontra con i limiti attuali della genetica oncologica. «Le svariate alterazioni genomiche realizzano nella cellula neoplastica un network di alterazioni fenotipiche, che supera il blocco di singoli passaggi e può vanificare, soprattutto nel lungo periodo, l’applicazione di farmaci a bersaglio singolo – ha spiegato il professor Paolo Pronzato, direttore di oncologia medica 2 dell’ospedale San Martino Genova -. Approcci estremamente innovativi hanno guardato alla possibilità di ottenere la caratterizzazione genomica di ogni singolo tumore per applicare in ogni singolo caso la molecola corrispondente alla alterazione riscontrata: questo approccio è oggi fattibile grazie alla applicazione di metodiche di indagine genomiche più largamente disponibili: Next Generation Sequencing e NextNextGenerationsSequencing (Single Cell, Single Molecule)».
L’immunoterapia ha ottenuto risultati estremamente importanti in termini di aumento di sopravvivenza dei pazienti «il futuro richiede di aumentare il numero dei pazienti che possono beneficiare dei trattamenti immunoterapici, capendo quindi quali meccanismi rendono alcuni tumori resistenti all’immunoterapia per contrastarlo – ha spiegato il dottor Michele Maio, direttore del Centro di Immuno-Oncologia e Uoc di immunoterapia Oncologica Aou Senese -. In questo ambito le linee di ricerca sono: utilizzare nuovi farmaci immunoterapici, agire sul microambiente tumorale e sul tumore rendendolo maggiormente visibile al sistema immunitario. Questi studi ci potranno permettere di identificare le caratteristiche molecolari e immunologiche del tumore di ciascun singolo paziente arrivando, sperabilmente, a personalizzare la terapia per ciascuno. In questi ambiti di studio si sta muovendo la ricerca clinica e preclinica anche in Italia, ad esempio attraverso il “Progetto Reti” lanciato nel 2017 dal Ministero della Salute proprio con l’obiettivo di mettere insieme centri importanti a livello nazionale e con grande esperienza nell’ambito dell’immunoterapia del cancro».
L’appropriatezza prescrittiva è fondamentale per limitare i costi derivati dall’utilizzo improprio di analisi molecolari e del loro risultato in ambito terapeutico. «L’introduzione di tecnologie all’avanguardia permette di allargare il portfolio di offerta di test molecolari con analisi mutazionali sempre più ampie, che identificano i cosiddetti outlyer, ossia tumori che escono dai normali percorsi di crescita e possono beneficiare di specifiche terapie – ha spiegato Anna Sapino, direttore scientifico dell’Istituto per la ricerca e la cura del cancro – Fondazione del Piemonte per l’Oncologia Irccs di Candiolo -. Questo processo di identificazione di pazienti portatori di tumori “rari dal punto di vista molecolare”, deve essere favorito per offrire un trattamento il più personalizzato possibile, ma anche monitorato in considerazione del costo/beneficio economico e sociale».
Per garantire la sostenibilità delle cure nel tempo cioè nel futuro«la soluzione è la ClinicalGovernance, cioè un diverso modo di pensare e di agire, un cambiamento nelle regole e nelle relazioni, un nuovo patto tra medicina e società – ha avanzato Roberto Banfi,responsabile del settore Politiche del Farmaco e appropriatezza della Regione Toscana -. Il monitoraggio dei dati sanitari rappresenta una risorsa e una chiave di lettura delle patologie e di programmazione delle terapie. In questi anni abbiamo capito che i registri sono elementi importantissimi in sanità e in questo settore, il matching tra i registri Aifa dei farmaci e i registri per patologia di Ispro ci consentirà di verificare e confrontare le patologie e i trattamenti farmacologi in Regione Toscana con l’obbiettivo di mappare tutti i centri, l’applicazione dei protocolli terapeutici al fine di garantire all’utenza una omogeneità di risposta al bisogno oncologico sul territorio regionale».
L’impatto dell’oncologia sulla spesa pubblicaprevidenziale è importante. «La spesa totale calcolata tra il 2001 e 2015 per le malattie neoplastiche a carico dell’Inps, ammonta a 14 miliardi (pari al 20% del totale delle spese per disabilità fornita dall’Inps, di cui il 49% relativa alle pensioni, il 32,5% all’invalidità e il restante 19% all’inabilità – ha spiegato Francesco Saverio Mennini, professore di Economia sanitaria all’Università di Roma “Tor Vergata” -. Questo ci fa comprendere come le nuove terapie antitumorali (immunoncologia, terapie geniche eccetera), caratterizzate da una notevole efficacia, possono permettere una forte riduzione dei costi purché resi disponibili in un tempo appropriato (accesso precoce alla terapia). E’ necessario quindi utilizzare un nuovo paradigma che non consideri l’intervento sanitario solo come in costo ma come una opportunità per migliorare l’efficacia e ridurre i costi nel medio-lungo periodo, ovviamente sarà necessario studiare dei nuovi modelli di finanziamento affinché si possa garantire il trade off tra efficienza e innovazione».
«Di fronte al problema cancro – ha dichiarato Angelo Del Favero, direttore dell’Istituto Superiore di Sanità–non è di poco conto il problema della sostenibilità soprattutto per un sistema sanitario come quello italiano che mira a conservare il suo principio universalistico. La sfida attuale di fronte a questo tema complesso è quella di individuare strategie di valutazione sulle tecnologie per garantire equità nell’accesso ed efficacia nelle cure».
Sull’etica del diniego, infine, così ha spiegato il dottor Antonio Panti,componente della Commissione nazionale deontologica FnomCeO.«La necessità di dire di no è sempre stata presente alla medicina, tanto più oggi, in oncologia, quando si possono ancor più alimentare false speranze e nello stesso tempo, incidere sulla sostenibilità del servizio sanitario».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bankitalia: toto successore

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2011

È corsa a tre per la nomina del successore di Mario Draghi alla guida della Banca d’Italia: Via Nazionale premerebbe per una soluzione interna appoggiando il direttore generale dell’istituto, Fabrizio Saccomanni, ma i bookmaker inglesi sembrano preferire le altre soluzioni. Secondo la sigla Stanjames, Saccomanni come prossimo Governatore è un’ipotesi da 5 volte la scommessa, ma, riferisce Agipronews, prima del suo nome il tabellone offre le candidature di Lorenzo Bini Smaghi (già membro del Board Bce) come favorito a 2,10 e quella del direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli, bancato a 3,00. Chiude la lista dei papabili Ignazio Visco, che però sembra una candidatura da escludere a 10 contro 1.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum e ricadute sul governo

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Il Governo incassa un altro colpo dopo il ko delle amministrative: i referendum popolari hanno raggiunto il quorum e Roberto Maroni mette in guardia Berlusconi: “Serve una svolta, altrimenti si torna al voto”. Anche nelle quote dei bookmaker esteri la tenuta del Governo è appesa a un filo. Già subito dopo le amministrative, ricorda Agipronews, si giocava a 1,70 la caduta dell’esecutivo entro la fine del 2011, salendo a 1,95 per quella nel 2012. In ballo anche l’eventuale successore di Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi: il nome caldo secondo i quotisti sarebbe quello di Giulio Tremonti, a 1,75, seguito a 2,20 proprio da Roberto Maroni e a 4,50 da Luca Cordero di Montezemolo. Per l’opzione Draghi si sale a 5,50, Casini è a 7,00, mentre per Alfano e Fini l’offerta si piazza a 8 volte la scommessa. Decisamente più staccati Bersani e Vendola: i primi protagonisti della Sinistra, conclude Agipronews, vengono bancati a 15,00 e 25,00.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un italiano per Dior: Riccardo Tisci

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Christian Dior Dress at the Indianapolis Museu...

Image via Wikipedia

I rumours dal web lo danno come favorito per raccogliere l’eredità di John Galliano da Christian Dior in qualità di direttore creativo. Le quote dei bookmaker, come riporta Agipronews, si adeguano e Riccardo Tisci (che ora ricopre lo stesso ruolo in Givenchy) è la scommessa più probabile da giocare sulle lavagne d’oltremanica. Era partito a 4 contro 1 come terza opzione del tabellone, ora è il numero uno a 2,25. Va su la quota di Stefano Pilati, direttore creativo di Yves Saint Laurent, ex favorito a 2,37 e ora passato a 5,00, stabile l’offerta per Giambattista Valli che pagherebbe 13,00. Altri italiani in lavagna: Frida Giannini e Alessandra Facchinetti si giocano a 26,00. Forti anche le candidature di Alber Elbaz (4,00) e Roland Mouret (4,50), mentre fra le proposte folli è da segnalare il 500 offerto per Lily Allen.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

”Derby: scommessa in Campidoglio”

Posted by fidest press agency su domenica, 18 aprile 2010

Roma.  “Appuntamento lunedì 19 aprile alle ore 12 nell’aiuola antistante l’ingresso del Palazzo Senatorio dove i consiglieri comunali del Circolo Lazio in Campidoglio e del Roma Club in Campidoglio saranno impegnati in un’ora di lavoro socialmente utile nel Decoro Urbano, nello specifico nella cura del verde. Il Club che perderà la stracittadina curerà la manutenzione dell’aiuola dove – con il supporto del servizio Giardini e la ‘sarcastica’ supervisione dei colleghi del Club antagonista  –  saranno piantati dei fiori con i colori della squadra vincente”. E’ quanto dichiarano Federico Rocca (Pdl) e Giulio Pelonzi (Pd) rispettivamente Presidente del Roma Club e del Circolo Lazio in Campidoglio. “Non è solo una buona occasione per vedere fisicamente a lavoro per la città e con strumenti alla mano degli Onorevoli, ma – dichiarano i consiglieri comunali – questa scommessa nasce con l’intenzione di riportare in città quel clima di goliardia e di ilarità che caratterizzavano la stracittadina romana. Da tutta Italia considerata la più divertente proprio per la messa in scena – da parte di personaggio più o meno famosi – di atti folcloristici che, all’indomani del derby, animavano i quartieri storici di Roma. Un tempo in cui allo stadio le opposte tifoserie potevano assistere alla partita fianco a fianco senza tensioni e pericoli”. “La nostra iniziativa – affermano Rocca e Pelonzi – vuole contribuire a riportare la giusta serenità nella città che vogliamo torni presto ad essere la Capitale del tifo sano e del folclore sportivo. Un obiettivo condiviso anche dagli altri membri dei due Circoli impegnati in questa scommessa. In casa Lazio ci saranno tra gli altri Dario Rossin, capogruppo del Pdl, Dino Gasperini, delegato del sindaco per il centro storico, Alessandro Cochi, delegato allo sport e Gianluca Quadrana, capogruppo della Lista Civica, Antonio Stampete, Marco Visconti. In casa Roma scenderanno in campo tra gli altri Marco Pomarici, presidente del Consiglio Comunale e Fabio De Lillo, assessore all’Ambiente del Comune di Roma, Marco Di Cosimo, Antonio Gazzellone, Luca Gramazio, Federico Guidi, Paolo Masini”.  “Invitiamo – concludono  i Presidenti Rocca e Pelonzi – tutti gli amministratori pubblici ad ogni livello, ma anche personaggi dello spettacolo e della cultura ad aderire alla nostra iniziativa e  a mettere in campo simili eventi in tutta la città. Auspichiamo infine la presenza di molti tifosi e dei mezzi di comunicazione impegnati nello sport affinché il nostro messaggio arrivi al cuore del maggior numero di tifosi”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premiato a Maremetraggio Mattia De Gasperis

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2009

Trieste. Il giovane attore Mattia De Gasperis riceve il Premio Officine Artistiche per “Il primo giorno d’inverno” di Mirko Locatelli, in concorso nella sezione Ippocampo, riservata alle opere prime del Festival Maremetraggio di Trieste, Con questo premio Officine Artistiche offrirà a Mattia De Gasperis l’accesso diretto alla rosa dei dieci rappresentanti del Lab per l’anno 2010. Per entrare a fare parte di Officine Lab è solitamente necessario affrontare una dura selezione, rivolta unicamente ai giovani attori neo-diplomati delle più prestigiose scuole di recitazione italiane, come lo Stabile di Genova, il Piccolo Teatro di Milano, la Galante Garrone di Bologna, l’Accademia Silvio d’Amico di Roma, il Centro Sperimentale. Consegnano il premio Daniele Orazi (Officine Artistiche), Marina Rocco e Alba Rohrwacher. Alla giovane “scommessa” Mattia De Gasperis, viene data la possibilità di crearsi, attraverso Officine Lab, un buon curriculum artistico; le “scommesse” delle scorse edizioni di Maremetraggio infatti, Federico Costantini, Chiara Nicola, Flavio Parenti e Beatrice Orlandini, proseguono con successo la propria carriera cinematografica. Anche Giuseppe Cederna si assicura un Premio: Premio Fondazione Antonveneta al miglior attore a Giuseppe Cederna. La giuria, composta da Valentina Lodovini, Fausto Brizzi e Giannandrea Pecorelli, assegna il premio con la seguente motivazione: per la capacità di caratterizzare in “Aspettando il sole” un personaggio in tutte le sue sfumature nella tradizione del miglior cinema italiano e per la sua disponibilità a partecipare da sempre a film originali, rischiosi ed indipendenti come testimoniato dalla partecipazione in “Il primo giorno d’inverno”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Rigoletto e Parma trionfano a Pechino

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 giugno 2009

Trionfo a Pechino per il Rigoletto del Teatro Regio di Parma, recente successo del Festival Verdi. Oltre 2500 spettatori hanno applaudito con tifo da stadio – una scommessa vinta con il pubblico degli appassionati cinesi – l’interpretazione più italiana del capolavoro di Verdi. Mattatore della serata Leo Nucci che ha risposto alle acclamazioni già durante l’opera bissando “vendetta tremenda vendetta”. Dopo oltre 15 minuti di applausi scroscianti dedicati a tutto il cast e alle compagini del Teatro Regio, il Presidente del NCPA di Beijing Chen Ping ha invitato il sovrintendente Maestro Mauro Meli a lavorare da subito per raddoppiare la scommessa e portare a Pechino il prossimo giugno 2010 due opere verdiane. Alla prima era presente, con le massime autorità governative cinesi, l’Ambasciatore italiano a Pechino Riccardo Sessa: “questa produzione, nata da una stretta collaborazione tra due teatri tra i più importanti del mondo, ci rende orgogliosi, un simile, meritato trionfo è un vanto per l’Italia e per gli italiani presenti in Cina”.Il Sovrintendente del Teatro Regio di Parma Mauro Meli: Sono davvero felice per il calore con il quale questo straordinario pubblico ha accolto il nostro lavoro. La scelta del Teatro Nazionale di Pechino di portare qui  un capolavoro presentato nel recente Festival Verdi è stata coronata da un grande successo.Ci onora l’invito immediato del Presidente Chen a portare già nel prossimo anno addirittura due produzioni del prossimo Festival Verdi a testimonianza della qualità della collaborazione e della forza del Festival Verdi ad imporsi come punto di riferimento dell’ interpretazione del grande maestro.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »