Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘scomparsa’

Presunta scomparsa dei cordoni ombelicali

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 settembre 2019

Le famiglie italiane coinvolte possono contattare la “banca”, che è attualmente depositaria dei campioni biologici, attraverso un link già attivo sul sito della società l’AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani), a fronte delle notizie apparse sulla stampa in merito alla presunta scomparsa di cordoni ombelicali che coinvolgerebbe anche quindicimila famiglie italiane, si è prontamente attivata per far luce sull’accaduto e così confermare l’impegno dei ginecologi affinché le pratiche di crioconservazione vengano gestite in maniera scrupolosa, etica e responsabile, a tutela della salute e nel rispetto delle famiglie coinvolte.Con riguardo alla vicenda che comprensibilmente sta occupando le cronache di queste ore, AOGOI ha appreso che i campioni biologici originariamente affidati alla Cryo Save, sono stati trasferiti ad altra società, la FamiCord, la quale – visto quanto rappresentato ad AOGOI – dispone di un know-how in grado di rispettare gli standard, qualitativi e di sicurezza, approvati a livello nazionale e internazionale. Le modalità di trattamento dei campioni biologici descritte ad AOGOI direttamente da FamiCord, se correttamente implementate, rispondono al Gold standard scientifico. FamiCord si è peraltro presentata ad AOGOI con credenziali elevatissime, rappresentando numeri operativi che la pongono tra le più grandi banche di cellule staminali in Europa.Al di là di questi indubitabili requisiti qualitativi e di sicurezza, la stessa FamiCord, avendo ricevuto i campioni biologici dalla Cryo Save in forza di un contratto, non può esprimere certezza sull’avvenuto trasferimento di tutti i campioni biologici originariamente detenuti dalla Cryo Save.Sul fronte della necessaria rassicurazione delle tante famiglie italiane purtroppo toccate da questa vicenda, la FamiCord non è abilitata a contattarle direttamente, in ragione delle stringenti normative sulla privacy: sono le famiglie stesse che possono già mettersi in contatto con la FamiCord, attraverso un link dedicato già attivo sul sito dell’azienda, e saranno quindi ricontattate al più presto per ricevere tutte le informazioni del caso.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

GRAEME MACRAE BURNET: La scomparsa di Adèle Bedeau

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 luglio 2019

La trama: Manfred Baumann è un solitario. Personaggio scomodo e perennemente a disagio in società, passa le serate a bere e a osservare di nascosto Adèle Bedeau, la scontrosa ma seducente cameriera di uno scialbo bistrot nell’insignificante cittadina francese di St. Louis. Ma, quando la ragazza all’improvviso scompare nel nulla, l’esistenza di Manfred, principale sospettato, viene stravolta e scandagliata da George Gorski, un detective perseguitato dalla triste fama di essere un incapace nel risolvere tutti i casi di omicidio che gli sono stati affidati. Sarà difficile, a quel punto, per Manfred, continuare a celare l’oscuro segreto che grava sul suo passato. Dall’affilata penna dell’autore di Progetto di sangue, La scomparsa di Adèle Bedeau è un romanzo poliziesco letterario e, al contempo, un avvincente thriller psicologico. Traduzione dall’inglese di Simona Fefé Euro 17,00 240 pagine
GRAEME MACRAE BURNET è nato e cresciuto a Kilmarnock e ha vissuto a Praga, Bordeaux, Porto e Londra. Attualmente vive a Glasgow, in Scozia. Con Neri Pozza ha pubblicato Progetto di sangue (2017).Neri Pozza editore.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prof. Franco Mandelli: Ad un anno dalla scomparsa

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 luglio 2019

Inconfondibile il suo sorriso, indimenticabile la sua tenacia, la sua capacità di trovare una parola per tutti i suoi pazienti. Il 15 luglio 2018, esattamente un anno fa di domenica, si spegneva a 87 anni il professor Franco Mandelli. Il volto umano della medicina, il padre dell’Ematologia italiana. Tutta l’AIL, i suoi volontari, i pazienti, gli ematologi e i ricercatori ricordano oggi con grande affetto e tanta nostalgia, la figura del professor Franco Mandelli. Una vita, la sua, passata a combattere instancabilmente contro la leucemia e gli altri tumori del sangue.“Il professor Mandelli è stato e resterà sempre per tutti noi una guida illuminata, per me e per molti altri colleghi un Maestro, per i malati una vivida speranza e per AIL un esempio di impegno sociale, vissuto ogni giorno con forza e grande coraggio – dichiara Sergio Amadori, Presidente nazionale AIL – Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma – non c’era obiettivo che lui non potesse raggiungere quando si trattava di essere al fianco dei pazienti e a sostegno della ricerca scientifica. Personalmente ho avuto il privilegio e l’enorme fortuna di vivere tanti momenti indimenticabili e grandi insegnamenti al suo fianco. Tutta l’Associazione, che ora ho l’onore di presiedere, ha iniziato a raccogliere la sua eredità e a proseguire sul cammino tracciato dal professor Mandelli”. AIL quest’anno celebra 50 anni di attività, un lungo cammino che per diversi decenni è stato tracciato dalla guida illuminata e lungimirante del Prof. Franco Mandelli. A lui si deve non solo la crescita esponenziale dell’Associazione, che ha saputo attrarre migliaia e migliaia di volontari in tutta Italia, e l’aver compreso prima di altri, la necessità di porre al centro della cura e dell’assistenza il malato. E poi innumerevoli iniziative, come le campagne nazionali di raccolta fondi per sostenere la ricerca scientifica, l’idea di creare un ponte tra ricerca e pratica clinica con la messa in rete di reparti di ematologia e laboratori; le case alloggio AIL e, non ultimo, la realizzazione di servizi per l’assistenza domiciliare ai pazienti.Al professor Franco Mandelli si deve, tra le innumerevoli iniziative che hanno segnato i 50 anni dell’Associazione, l’idea di mettere al centro delle cure il paziente. Con lui AIL è cresciuta fino a diventare un’eccellenza nell’ambito del volontariato solidale che oggi conta quasi 20.000 volontari e 81 sezioni provinciali dal Nord al Sud del nostro Paese. Grazie Professor Mandelli, da tutti noi e dai pazienti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commemorazione della figura di Joe Petrosino a 110 anni dalla scomparsa

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 marzo 2019

petrosino nissoliIeri, si è svolta, nella Sala Stampa di Montecitorio, la commemorazione della figura di Joe Petrosino a 110 anni dalla scomparsa. La manifestazione, promossa dall’on. Fitzgerald Nissoli (eletta nella Circoscrizione estera – Ripartizione Nord e Centro America) ed organizzata dall’Associazione Joe Petrosino di New York e di Padula (Salerno), con il supporto del responsabile media dell’Associazione Petrosino di New York , Stefano Santoro, è stata introdotta dall’on. Nissoli Fitzgerald e moderata dall’avv. Sabrina D’Elpidio.
L’on. Nissoli, introducendo la manifestazione ha ricordato che “Joe Petrosino fu il precursore della lotta al crimine organizzato” e proprio grazie “anche a persone come lui, oggi gli italiani possono godere di una alta stima nella società americana”.
“Petrosino con il suo impegno per la legalità ha mostrato il volto buono dell’Italia, di quell’Italia che era ed è maggioritaria e che lavora duramente per realizzare i propri obiettivi ed il bene comune – ha detto l’on. Nissoli sottolineando che – se oggi la cultura italiana in USA è apprezzata ed amata, ed è ormai lontana dall’idea di mafia e mandolino, è anche grazie alla figura di un eroe come Petrosino che ha pagato con la vita il suo impegno per la legalità”. “L’Italia – ha concluso Nissoli – deve esserne orgogliosa e celebrarlo come uno dei suoi eroi e questo è possibile anche grazie al Vostro impegno che fate conoscere, a partire anche da questa sede, la figura di Petrosino: un italiano vero!”.Per l’Associazione Petrosino è intervenuto il Vice Presidente della sede di New York, Jerry D’Amato, che ha evidenziato che “l’Associazione “Joseph Petrosino”, in America, ha come scopo e missione lo sviluppo della lingua italiana, del patrimonio e della cultura italiana, inoltre, di onorare e non dimenticare mai l’ultimo sacrificio fatto da quest’uomo coraggioso.” Poi, D’Amato, richiamando le attività dell’Associazione ha sottolineato l’impegno “per sviluppare immagini positive di italiani e italoamericani”.Presenti all’incontro anche il luogotenente americano, Pizzo, il pronipote di Petrosino, Nino Melito Petrosino, e il Presidente dell’Associazione Petrosino di Padula, Vincenzo La Manna.E’ stata una tappa della celebrazione di questo eroe che unisce l’Italia e l’America nella battaglia per la legalità e che proseguirà, nei prossimi giorni, a Padula e poi a Palermo.
“E’ bello che Petrosino sia stato ricordato anche nel Parlamento, espressione della nostra democrazia!”, ha detto l’on. Nissoli salutando gli ospiti.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cibi contaminati e scomparsa degli insetti

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 febbraio 2019

Secondo un rapporto dell’Università di Sidney il 41% delle specie di insetti è a rischio scomparsa; nel frattempo – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – circa 420 mila persone all’anno (dati Fao, Oms e Unione Africana) muoiono per colpa del cibo contaminato. Questo quadro – continua Tiso – è chiaramente preoccupante; ma lo è ancora di più per la stagnazione delle istituzioni nazionali ed internazionali che evidentemente non ne colgono la gravità. A tal proposito, infatti, vanno ricordate le tante politiche agroalimentari create a discapito dei piccoli produttori agricoli con il fine di supportare la logica del profitto ad ogni costo delle multinazionali dell’agroindustria.Oggi più che mai serve una radicale inversione di tendenza e l’adozione di misure capaci di guardare al futuro delle prossime generazioni. Come Confeuro – conclude Tiso – rimaniamo estremamente convinti della necessità di puntare su un’agricoltura contadina, fatta di filiere sane, controllate, a Km zero e agroecologiche. Infatti è nella costruzione di questo nuovo mondo, in cui l’agricoltura non viene più vista solo come un semplice settore economico ma come una narrazione di vita, che si celano le speranze di quel cambiamento tanto auspicato.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Anniversario della scomparsa di Lenin

Posted by fidest press agency su sabato, 19 gennaio 2019

Cavriago Domenica 20 gennaio il PMLI.Emilia-Romagna commemorerà Lenin nel 95° anniversario della scomparsa presso piazza Lenin a Cavriago (Reggio Emilia), dove è presente un busto del grande Maestro del proletariato internazionale, e dove dal 2005 il PMLI organizza iniziative pubbliche in tale occasione. Gli interventi inizieranno alle ore 11,00. Il discorso ufficiale sarà tenuto dal Responsabile per l’Emilia-Romagna del Partito marxista-leninista italiano Denis Branzanti che tratterà il tema “Studiamo e applichiamo gli insegnamenti di Lenin sul ruolo del proletariato nella lotta contro il capitalismo e l’imperialismo”.
Prenderanno la parola anche altri sostenitori di Lenin, tra i quali Corrado Gallo, Segretario della FGCI dell’Emilia-Romagna (Federazione giovanile del PCI).
Solo il socialismo può cambiare l’Italia e dare il potere al proletariato!
Buttiamo giù il governo nero fascista e razzista Salvini-Di Maio!
Con Lenin per sempre contro il capitalismo per il socialismo! (Pmli.Emilia-Romagna)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro “Mirella Gregori: Cronaca di una scomparsa”

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 novembre 2018

Pomezia domenica 9 dicembre 2018, alle ore 17.00, presso la libreria “Odradek” (via Roma 43), l’Associazione Culturale Tyrrhenum organizza la presentazione del libro “Mirella Gregori. Cronaca di una scomparsa”. Interverranno l’autore, il giornalista Mauro Valentini, e la signora Maria Antonietta Gregori, la sorella della giovane scomparsa, in circostanze purtroppo ancora misteriose, il 7 maggio del 1983. Il libro ha il patrocinio di Penelope Italia, Associazione nazionale delle famiglie e degli amici delle persone scomparse onlus.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

UNICEF su scomparsa dell’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan

Posted by fidest press agency su sabato, 18 agosto 2018

Dichiarazione del Direttore Generale dell’UNICEF Henrietta Fore: “Sono triste e affranta per la morte di Kofi Annan. Padre. Marito. Filantropo. Grande statista. E’ stato un servitore della pace per tutta la vita.Era particolarmente preoccupato per il futuro – il mondo che i nostri bambini e i loro bambini erediteranno. E ha guidato le Nazioni Unite in un periodo in cui milioni di persone sono uscite dalla povertà.Soprattutto Kofi Annan ha creduto nel progetto delle Nazioni Unite. Quando una volta gli chiesero perché non fosse riuscito a portare avanti le riforme, secondo quanto riportato disse: ‘il Signore ebbe il meraviglioso vantaggio di poter lavorare da solo’. Eppure, attraverso i suoi sei decenni di servizio pubblico internazionale, Annan si è impegnato a fare in modo che non fosse solo, coinvolgendo tutti noi nel lavoro di costruzione di un mondo migliore.E alla fine, la vita di Annan è stata il riflesso della comprensione di questo: che il destino di ognuno di noi determina il destino di tutti noi. A nome di tutti i membri dell’UNICEF, porgo le mie più sentite condoglianze alla sua famiglia, alla sua amata nazione, il Ghana, e alla comunità delle Nazioni Unite”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cordoglio per la scomparsa di Sergio Marchionne

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 luglio 2018

Da italiana ho contestato tante delle sue scelte in tema di delocalizzazione dell’industria automobilistica italiana ma le sue capacità manageriali sono indiscusse. La mia vicinanza e quella di FdI alla sua famiglia e ai suoi cari». È quanto ha scritto su Twitter il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Da Forza Italia: Su iniziativa del deputato di Forza Italia, Giorgio Mulè, le Commissioni Affari costituzionali e Traporti riunite congiunte hanno osservato un minuto di silenzio in apertura di seduta per ricordare Sergio Marchionne. “Un uomo – ha affermato Mulè aprendo i lavori – che è destinato a lasciare un’impronta indelebile nella storia industriale di questo Paese”. (n.r. la Fidest si associa condividendo le parole della Meloni)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La scomparsa di Paola de Paoli

Posted by fidest press agency su martedì, 9 gennaio 2018

Paola de PaoliPaola De Paoli, presidente emerita di UGIS (l’Unione dei giornalisti scientifici italiani), ci ha lasciati. Paola aveva guidato l’associazione dal 1984 al 2010, ed era stata presidente per due mandati (1987-1988 e 1998-2000) di EUSJA, la European Union of Science Journalists’ Associations. Lo scorso dicembre aveva compiuto 93 anni. Il marito Camillo Marchetti, anch’egli giornalista, le è stato accanto fino all’ultimo. Erano sposati da quasi sessant’anni. Laureata in Lingue e Letterature straniere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, Paola De Paoli ha iniziato a occuparsi di giornalismo scientifico e tecnico negli anni Sessanta, collaborando dal 1970 al “Sole 24 Ore” e occupandosi in particolare di politica della ricerca. Dal 1992 al 1998 ha fatto parte del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e dal 2002 al 2005 è stata membro del gruppo di lavoro per la comunicazione scientifica del Comitato nazionale per le biotecnologie. Tra il 1956 e il 1977 ha svolto attività editoriale per case editrici americane specializzate in ambito scientifico. Dal 1969 al 1983 è stata consulente dell’allora MURST (Ministero per la ricerca scientifica e tecnologica) e editor della rivista “MURST. Politica della ricerca scientifica e tecnologica”. È stata co-autrice di pubblicazioni di storia e divulgazione della scienza, tra le quali “Le biotecnologie in Italia”, “Le piste della ricerca”, “Luna vent’anni dopo”.
Paola De Paoli ha festeggiato i suoi 90 anni assieme a colleghi e amici dell’UGIS il 3 dicembre 2014 al Museo della scienza e della tecnologia di Milano. In tale occasione ha annunciato la volontà di devolvere 30 mila euro per tre borse di studio destinate ad altrettanti giovani giornalisti scientifici sotto i 35 anni: una assegnata nel 2015 e due nel 2016, in occasione del cinquantenario dell’UGIS. Tra i numerosi riconoscimenti, il Premio Capo d’Orlando per la divulgazione scientifica assegnatole a Vico Equense. “Paola ha dedicato con passione parte della sua vita all’Unione dei giornalisti scientifici – nota Giovanni Caprara, presidente UGIS -. Sotto la sua guida sono state realizzate importanti iniziative che hanno contribuito a rafforzare l’immagine dell’Unione e i legami tra soci. Paola è stata testimone di una fase importante delle attività di ricerca nel nostro Paese e il suo impegno e la sua attività avevano creato occasioni preziose di aggiornamento e di amicizia di cui le saremo sempre grati. Con entusiasmo ha lasciato una traccia importante nel giornalismo scientifico italiano ed europeo consolidando un’identità di cui il mondo dell’informazione nel nostro Paese ha grande bisogno”. (foto: paola de paoli)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scomparsa di George Michael

Posted by fidest press agency su martedì, 27 dicembre 2016

maurizio-mastriniE’ scomparso proprio il giorno di Natale George Michael, artista di fama internazionale e autore di una delle più note canzoni natalizie dei nostri tempi. Il pianista “al contrario” Maurizio Mastrini ha voluto omaggiare la vita e la musica di questo grande artista con una versione di “Last Christmas” con pianoforte e sonorità elettroniche. Un’esecuzione dove il maestro Mastrini ha riletto il grande successo degli Wham! in versione inedita, un po’ nello stile di Schumann.Questo il link del brano “Last Christmas”: https://www.youtube.com/watch?v=2448YcClMkI
Il brano è stato realizzato dal maestro Mastrini in occasione delle tappe natalizie del suo “Baratto Tour”, il tour solidale dove non si paga il biglietto, ma si “baratta” la musica con viveri da donare a chi ne ha bisogno. Ad oggi sono stati raccolti oltre 81 quintali di prodotti in giro per l’Italia che sono stati devoluti ad associazioni quali il Comitato per la Vita “Daniele Chianelli”, la Croce Rossa Italiana, la Comunità di Sant’Egidio, le Caritas etc..Il legame con George Michael non è nuovo per il pianista. Già nel 2015 Mastrini aveva composto il brano “Caro George”. Prendendo in prestito poche note tratte dal tema di un brano di George Michael, “Careless Whisper”, Mastrini ha creato un suo piccolo inno contro la disparità, l’omofobia. Anni fa, infatti, fu colpito tantissimo dall’amore di un papà di un ragazzo gay deriso dai compagni, la tenerezza che questa persona donava al proprio figlio, il suo affetto paterno come uno scudo protettivo invalicabile. Per il video: https://www.youtube.com/watch?v=PNhs9hPPE6M,
Pianista, compositore e direttore, Mastrini è celebre in tutto il mondo per l’esecuzione della musica al contrario, che ha permesso al pubblico di riscoprire partiture classiche in maniera affascinante e inedita: rilette al rovescio, dall’ultima nota sino alla prima, rivelando così una straordinaria versatilità della musica e quanto un brano possa farsi ancora scoprire nuovo. (foto: Maurizio Mastrini)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Medico di famiglia a rischio scomparsa: Appello su stampa internazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 12 novembre 2016

medico_famigliaIl medico di famiglia in Italia rischia di scomparire. Le regioni nelle bozze parlano di aggregazioni funzionali e unità di cure primarie, meno di medico di medicina generale. E il Patto per la Salute parla di formazione post laurea in “medicina di comunità e cure primarie”, non prevedendo più un percorso specialistico per i futuri “Mmg”. “Da un concetto di cura mirata a individui e famiglie si passa a uno di cure per una comunità; con obiettivi assurdi come ridurre l’accesso ai pronti soccorso o centrare “target distrettuali”. Lo scrive in un Editoriale sulla rivista internazionale di settore, The European Research Journal, Francesco Carelli dell’Executive del Consiglio di Euract la Società che unisce tutor e docenti in medicina generale. L’articolo spiega che nella bozza di accordo in discussione tra Sisac e sindacati è in gioco il concetto di “personal care”. “Ci si concentra sul ruolo unico e sulla copertura giornaliera che i medici devono garantire, H16 o H24, ma la semplice scomparsa della parola “medicina di famiglia” può prefigurare un cambiamento dei target”. In che modo è in pericolo l’antico “baluardo” del servizio sanitario pubblico? L’editoriale cita il ruolo unico con medici pagati a ore ed altri a scelte, l’istituzione delle aggregazioni e delle unità di cure primarie “con un coordinatore i cui poteri sui colleghi potrebbero contribuire a sanzioni in caso di inappropriatezze nell’applicare linee guida prescrittive o di errori meramente burocratici”. E cita le norme anticorruzione che impongono al medico di astenersi dal partecipare a funzioni, decisioni o attività che possono coinvolgere interessi suoi, del consorte e dei parenti fino al IV grado. «Ma all’estero il problema si combatte in modo diverso, in Gran Bretagna ed in altri paesi europei il medico può anche distribuire farmaci e non vi sono situazioni emergenti di corruzione o spreco», aggiunge Carelli a DoctorNews.
Forse però la vera breccia aperta nel cuore della medicina generale sono il corso di formazione, e i pochi corsi pre-laurea, dove sono scomparse per tutor e docenti le conoscenze – competenze e i curriculum selettivi chiesti come prerequisito dall’European Definition del Wonca e dallo Statement on Selection of Teachers and Practices. “Abbiamo 20 regioni ma solo alcune organizzano corsi specifici di medicina generale per i laureati in medicina (…) in molte i candidati discenti devono superare un test a quiz su materie cliniche senza alcun controllo vocazionale né colloqui, il sistema è in pratica aperto ad esempio a specialisti falliti”. Esempi? «In Lombardia – dice Carelli -per l’insegnamento a studenti, non si distingue tra tutor e docenti di Mg (i primi devono avere attività di studio come usa in Europa) e non si tiene conto del curriculum sostanziale didattico ma si assegnano i gradi di tutor se si è in convenzione da 5 anni e se non si hanno pendenze con l’ordine dei medici. Inoltre siccome nel pre-laurea -malgrado i criteri largheggianti – le ore di tutoraggio non sono pagate e non si è raggiunto neppure così un numero sufficiente di “precettori” per i giovani medici, le maglie si allenteranno ancora». Per Carelli si rischia di avere a breve mmg tutor che non hanno mai preso il diploma né conseguito titoli coerenti con le richieste della medicina generale europea. «Di qui il possibile svuotamento dell’assistenza primaria, il suo appiattimento verso principi dell’ex guardia medica, e non viceversa: argomenti – dice Carelli – che, evidentemente, fanno riflettere anche fuori dai confini italiani». (Mauro Miserendino by doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lucia Vasini ricorda il suo maestro: Dario Fo

Posted by fidest press agency su sabato, 15 ottobre 2016

lucia-vasini1lucia-vasini“Per me è un grande dolore, temevo questo giorno…purtroppo non siamo immortali…già ho provato un dolore immenso per la scomparsa di Franca e ora Dario. Sono state due figure fondamentali nella mia vita”. Così interviene Lucia Vasini, sulle scene in questo periodo a Rimini, al Teatro del Lago di Montecolombo, con il musical “Sicuramente Amici”, riguardo alla scomparsa del grande esponente del mondo culturale italiano.
“Sia Franca che Dario sono stati amici e maestri, che mi hanno protetto e aiutato. Il teatro italiano ha leggi molto severe e il talento da solo non basta…per un periodo mi hanno dato man forte e sostenuto anche con i loro testi. E come non ricordare l’esperienza con Mistero Buffo? Fo ha rappresentato per il teatro italiano una vera e propria rivoluzione: non solo un attore o autore ma anche promotore di un teatro con una funzione sociale e di aiuto agli altri. Quante volte si è speso, si sono spesi entrambi, per chi aveva bisogno o era in difficoltà! Lui era davvero un ricercatore dell’anima, di una profondità immensa”.
Chiediamo allora a Lucia Vasini un ricordo…
“Nel 2008, Franca mi diede un suo testo che io misi in scena in un teatro di Milano. Si trattava di ‘Grasso è bello’ era una commedia, che prevedeva scenografie e costumi. In questo caso però io l’avevo trasformata in un monologo, recitandone tutti i ruoli e senza costumi per questioni economiche. Dario e Franca vennero alla prima, io avevo una paura pazzesca….Nel camerino Dario mi consigliò di fare una premessa ad inizio spettacolo, spiegando al pubblico che per carenza di budget non si erano potuti comprare i costumi che mi avrebbero ingrassato e che pur avendo mangiato a dismisura nei giorni precedenti la messa in scena, non ero riuscita nemmeno ad ingrassare il fondo schiena! Poi Dario salì sul palco facendo il prologo e Franca al termine fece la stessa cosa dicendo che da quel momento la commedia sarebbe diventata un monologo tanto le era piaciuto il mio. Ecco bontà e fiducia, questo quello che esprimevano Dario e Franca, dei veri maestri.” (foto: lucia vasini)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scomparsa Zarfati

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 settembre 2016

auschwitz-ii-birkenau-4Roma. “Enrica Zarfati ha dedicato la sua vita a raccontare la storia e nonostante le atrocità vissute durante l’esperienza di /Birkenau, ha lasciato un’eredità piena di valori e di speranza. Nostro compito è quello di non rimanere indifferenti ai racconti di quanti hanno subito le atrocità del nazifascismo salvaguardando la memoria perché la storia non sparisca. Insieme alla città tutta, sono vicina alla famiglia di Enrica e all’intera Comunità ebraica”. E’ quanto dichiara in una nota Virginia Raggi, sindaca di Roma Capitale in occasione della scomparsa di Enrica Zarfati

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Improvvisa scomparsa del soprano Daniela Dessì

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 agosto 2016

Daniela DessìIl Sovrintendente Nicola Sani, il Direttore Musicale Michele Mariotti e tutto il Teatro Comunale di Bologna esprimono la più profonda tristezza per l’improvvisa scomparsa del soprano Daniela Dessì, una delle più grandi interpreti di tutti i tempi. Indimenticabile il suo debutto nel 2008 nel ruolo di Norma, proprio nella Sala Bibiena, che contribuì a farle assegnare il “Premio Abbiati” dalla Critica Musicale Italiana.
Con Daniela Dessì scompare un’interprete unica, capace di eccellere in un repertorio vastissimo, che spaziava dal Barocco al Novecento. Tutto il pubblico bolognese la ricorderà per sempre e con immenso affetto.
Con grande commozione il Macerata Opera Festival ha accolto questa mattina la notizia della prematura scomparsa del soprano Daniela Dessì, una delle voci italiane più importanti della lirica degli ultimi venti anni. Il rapporto del Macerata Opera Festival con l’artista è di lunga durata.
Daniela Dessì avrebbe dovuto sostenere il ruolo di Medea, nello spettacolo Medea, da Cherubini a Pasolini con la regia di Francesco Micheli andato in scena nella stagione appena conclusa l’11 agosto scorso. Dopo un lungo lavoro di preparazione durato un anno il soprano è stato costretto a rinunciare proprio per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute. L’ultima apparizione sul palcoscenico dello Sferisterio risale al 2012, prima di allora Daniela Dessì è stata Francesca da Rimini nel 2004 e Liù in Turandot, venti anni fa.Il Macerata Opera ricorda Daniela Dessì in questo triste giorno e si stringe intorno al compagno Fabio Armiliato a cui vanno le più sentite condoglianze. foto: Daniela Dessì)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corpo forestale, Lipu: lo scioglimento grave danno per l’ambiente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2015

corpo forestale dello stato“La scomparsa del Corpo Forestale dello Stato attraverso la frammentazione del suo organico rappresenta sicuramente un regalo agli inquinatori, ai bracconieri, ai costruttori abusivi e a chi froda sull’agroalimentare”. Questo il commento del presidente Lipu-BirdLife Italia Fulvio Mamone Capria a poche ore dall’approvazione del disegno di legge sulla modifica della Pubblica amministrazione.“A fronte di un’emergenza ambientale sempre più grave, e basti pensare alla sola Terra dei Fuochi, il Governo avrebbe dovuto impegnarsi per rafforzare il principale corpo di polizia ambientale presente nel nostro paese – prosegue Mamone Capria – al fine di garantire un presidio territoriale costante contro le ecomafie e verso coloro che delinquono ai danni della natura”.“Invece la riforma della Pubblica amministrazione affida a un destino assai incerto non solo il personale del Corpo forestale dello Stato, ma un patrimonio di conoscenza e di professionalità con il più che prevedibile effetto dell’assenza totale di controlli sul rispetto delle leggi in materia ambientale e sulle norme a tutela della fauna e della flora. Con la conseguenza – prosegue – di danni gravissimi alla biodiversità e all’ambiente e quindi anche a danno dei cittadini. “Con le altre associazioni ambientaliste e animaliste – conclude Mamone Capria – verificheremo le modalità d’opposizione giuridica a questa norma insensata e frutto di un’approssimazione senza precedenti”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scomparsa di Aurelia Sordi

Posted by fidest press agency su martedì, 14 ottobre 2014

alberto sordiL’Università Campus Bio-Medico di Roma e la Fondazione Alberto Sordi per gli Anziani esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Aurelia Sordi, che sempre amava essere informata sulle attività svolte a favore degli anziani del Centro Anziani Fragili sorto nel 1992 a Trigoria per iniziativa del fratello Alberto. Il Centro, ubicato presso le strutture dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, è da anni ormai punto di riferimento per numerosi anziani, segnalati dai servizi sociali del Comune di Roma, che ogni giorno hanno l’opportunità, attraverso attività guidate da volontari, di mantenere vive facoltà pratiche e intellettive, relazioni sociali e interessi culturali. In questo momento di lutto, proprio nel rispetto della memoria di Aurelia e di Alberto, l’Università Campus Bio-Medico di Roma e la Fondazione Alberto Sordi per gli Anziani, non possono esimersi dal precisare che non sono a conoscenza di alcun fatto relativo all’eredità della famiglia Sordi né la Fondazione Alberto Sordi per gli Anziani è mai stata coinvolta nei fatti di cronaca giudiziaria degli ultimi anni.
Voluta da Albertone per l’assistenza qualificata alle persone anziane, da allora la Fondazione porta avanti il proprio mandato, con autonomia economica, soprattutto grazie all’aiuto di numerosi volontari e benefattori, e ha conservato negli anni un sincero rapporto di amicizia con la sorella Aurelia, che per l’ultima volta fece visita al Centro per la Salute dell’Anziano di Trigoria nel 2008, in occasione dell’inaugurazione di una targa dedicata alla memoria del fratello.
L’Università Campus Bio-Medico di Roma e la Fondazione Alberto Sordi per gli Anziani esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Aurelia Sordi, che sempre amava essere informata sulle attività svolte a favore degli anziani del Centro Anziani Fragili sorto nel 1992 a Trigoria per iniziativa del fratello Alberto. Il Centro, ubicato presso le strutture dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, è da anni ormai punto di riferimento per numerosi anziani, segnalati dai servizi sociali del Comune di Roma, che ogni giorno hanno l’opportunità, attraverso attività guidate da volontari, di mantenere vive facoltà pratiche e intellettive, relazioni sociali e interessi culturali. In questo momento di lutto, proprio nel rispetto della memoria di Aurelia e di Alberto, l’Università Campus Bio-Medico di Roma e la Fondazione Alberto Sordi per gli Anziani, non possono esimersi dal precisare che non sono a conoscenza di alcun fatto relativo all’eredità della famiglia Sordi né la Fondazione Alberto Sordi per gli Anziani è mai stata coinvolta nei fatti di cronaca giudiziaria degli ultimi anni.Voluta da Albertone per l’assistenza qualificata alle persone anziane, da allora la Fondazione porta avanti il proprio mandato, con autonomia economica, soprattutto grazie all’aiuto di numerosi volontari e benefattori, e ha conservato negli anni un sincero rapporto di amicizia con la sorella Aurelia, che per l’ultima volta fece visita al Centro per la Salute dell’Anziano di Trigoria nel 2008, in occasione dell’inaugurazione di una targa dedicata alla memoria del fratello.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A venticinque anni dalla scomparsa di Primo Levi

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 aprile 2012

Torino Domenica 6 maggio, alle ore 16, nei locali della Comunità ebraica di Torino, piazzetta Primo Levi, si terrà l’incontro di studio “Primo Levi ebreo”, in collaborazione con la Comunità ebraica di Torino. Presiede Dario Disegni, intervengono Rav Eliahu Birnbaum, Stefano Levi della Torre, Amos Luzzatto, David Meghnagi.
Inoltre il Centro Internazionale di Studi Primo Levi invita alla presentazione di “Una telefonata con Primo Levi”, pubblicazione in volume della Terza Lezione Primo Levi. L’appuntamento si inserisce nel calendario del Salone Internazionale del Libro di Torino 2012 e avrà luogo venerdì 11 maggio, alle ore 10.30, presso la Sala Azzurra di Lingotto Fiere. L’autore Stefano Bartezzaghi, giornalista e docente di Semiotica dell’enigma presso la IULM di Milano, dialogherà con Domenico Scarpa. Il libro, pubblicato da Einaudi in edizione bilingue italiano / inglese, riprende e arricchisce il testo della terza Lezione Primo Levi, tenuta lo scorso ottobre a Torino. (primo levi)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

10 anni dalla scomparsa di Anthony Quinn

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2011

Venerdì 3 a partire dalle 21.00 su MGM (Sky – Canale 320) Fisico imponente e lineamenti ruvidi ne hanno fatto uno dei caratteristi più amati dalle Major hollywoodiane, tanto da costruirsi una lunghissima carriera da oltre 300 film e da 2 premi Oscar®. Ma a lanciare davvero Anthony Quinn nel firmamento delle star internazionali è in realtà un italiano, il maestro Federico Fellini, che lo dirige nell’indimenticabile La strada, in cui interpreta lo zingaro Zampano accanto a Giulietta Masina. Se la vita artistica di Quinn è stata particolarmente prolifica e movimentata, non da meno lo è stata quella privata, con tre matrimoni e ben tredici figli avuti dai 24 agli 81 anni. Circondato da un’immensa famiglia, in cui l’attore era visto come una sorta di patriarca, nel 2001 si è spento all’età di ottantasei anni.
MGM (Sky – Canale 320), a dieci anni esatti dalla sua scomparsa, lo omaggia dedicandogli una serata di grande cinema che lo vede protagonista. In prima serata, Orchidea Nera, pellicola prodotta da Carlo Ponti e diretta da Martin Ritt, che vede Anthony Quinn al fianco della nostra diva internazionale Sophia Loren. A seguire è il protagonista, insieme ad Anthony Franciosa, dell’action movie ambientato ad Harlem Rubare alla mafia è un suicidio, tratto da un romanzo di Wally Ferris.
ore 21.00: Orchidea nera (Black Orchid) di Martin Ritt con Sophia Loren, Anthony Quinn, Mark Richman, Ina Balin (1958) ore 22.35: Rubare alla mafia è un suicidio (Across 110th Street) di Barry Shear con Yaphet Kotto, Anthony Quinn, Anthony Franciosa, Burt Young (1972) (Anthony Quinn)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Morte Liz Taylor

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

Screenshot of Elizabeth Taylor from the traile...

Image via Wikipedia

«Con la morte di Liz Taylor il mondo perde una delle più grandi protagoniste del cinema in assoluto e forse l’ultima vera grande diva della Hollywood degli anni d’oro». E’ quanto dichiara l’assessore capitolino alle Politiche Culturali, Dino Gasperini, appresa la notizia della scomparsa della celebre attrice inglese a 79 anni. «Una interprete straordinaria – aggiunge Gasperini – legata a Roma sia per aver girato pellicole incise nella memoria comune di tutti noi, come Cleopatra e Quo Vadis, sia perché uno dei suoi stilisti preferiti era un romano, quel Fausto Sarli scomparso anch’egli qualche mese fa».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »