Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘sconcerto’

Dolore e sconcerto per la morte dell’ambasciatore e del carabiniere

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 febbraio 2021

“La terribile notizia dell’attentato in Congo nel quale hanno perso la vita l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e il militare dell’Arma dei Carabinieri ci addolora e ci getta nel totale sgomento. In attesa che si faccia luce sulla dinamica e che la magistratura apra l’inchiesta, ci stringiamo alle famiglie delle due vittime, al prestigioso mondo della diplomazia italiana e all’Arma dei Carabinieri, punte di diamante della nostra presenza in tutto il pianeta”. È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.
E da parte dell’onle Ciriello questore della Camera dei deputati: ““Profondo dolore per quanto accaduto, questa mattina, in Congo, dove il nostro Ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci sono rimasti uccisi a seguito di un vile attentato terroristico al convoglio Onu su cui stavano viaggiando”. “Mi auguro – soggiunge – che il Governo italiano, tramite il ministro Luigi Di Maio, ricostruisca in tempi rapidi la dinamica dell’accaduto e che la Procura di Roma apra un’inchiesta per risalire all’identità di mandanti ed esecutori dell’attentato, che non devono rimanere impuniti. Sarebbe opportuno, da parte del Governo, anche un rafforzamento delle misure antiterrorismo per il nostro personale diplomatico e militare impegnato nelle Nazioni più a rischio. Esprimo la mia vicinanza e il più sentito cordoglio alle famiglie delle vittime che meritano giustizia”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nizza Sconcerto per atroce attentato

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2016

meloniGruppo FI Camera vicino al popolo francese. Ue e occidente Ministro brunettareagiscano a inaccettabile strategia terrore”. Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
Dichiarazione di Giorgia Meloni presidente Fratelli d’Italia: «Guardo le immagini dei corpi senza vita dei bambini sull’asfalto del lungomare di Nizza e aspetto di sentire le banalità dei soliti buonisti, che mi verranno a spiegare che il fondamentalismo islamico non c’entra nulla e che contro il terrorismo serve più cultura, più accoglienza e più manifestazioni coi gessetti colorati al suono di “Imagine” di John Lennon. Al dolore per questa ennesima strage si aggiunge la rabbia per l’incapacità dei governi europei di difenderci e di assicurare la nostra sicurezza. Questi signori non vogliono vedere la verità. Il fondamentalismo islamico ci ha dichiarato guerra e dobbiamo reagire di conseguenza: spazzare via l’Isis dalla faccia della terra senza perdere altro tempo; controllare le moschee e gli imam; combattere la diffusione dell’integralismo islamico e smetterla con la politica dell’accoglienza incontrollata». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Federfarma serpeggia lo sconcerto

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2012

English: LED pharmacy cross in full color Fran...

Image via Wikipedia

Cinquemila farmacie in arrivo, anche settemila se si calcolano quelle in aeroporti e centri commerciali. Dalle prime stime ufficiose che circolano in Federfarma e in Fofi, dovrebbe essere questo l’impatto del quorum a tremila ventilato dal Governo nella bozza di decreto diffusa ieri. «Una cifra insostenibile» secondo una nota di Federfarma. Sono calcoli ancora da verificare e dettagliare, ma servono già a dare un’idea di quello che potrebbe accadere tra qualche mese. E dove: secondo le stime del sindacato, infatti, più di due terzi delle nuove aperture dovrebbe concentrarsi nei comuni con più di 9mila abitanti, un migliaio al massimo negli altri. Anzi, c’è chi prevede già che a soffrire maggiormente saranno le farmacie del centro sud, quelle che già oggi patiscono ritardi nei pagamenti e inefficienze varie. «Incomprensibile poi» secondo Federfarma «la previsione di far rientrare dalla finestra la vendita nelle parafarmacie e nei supermercati dei farmaci di fascia C con obbligo di ricetta. Tale possibilità, superata dal Parlamento in occasione della recentissima approvazione del decreto Salva-Italia, verrebbe introdotta a macchia di leopardo, nelle Regioni nelle quali non si dovesse riuscire ad espletare i concorsi e ad assegnare nei ristretti tempi previsti almeno l’80 per cento delle nuove sedi farmaceutiche. In questo modo si creerebbero anche assurde differenziazioni tra Regione e Regione . «Altrettanto assurda è la riduzione da due anni a soli sei mesi del tempo massimo concesso agli eredi per vendere la farmacia in caso di decesso del titolare, con il rischio di chiusura dell’esercizio» conclude il presidente di Federfarma Annarosa Racca. «Apprezziamo comunque che il Governo sembra orientato ad affrontare in modo organico l’ammodernamento del servizio farmaceutico, nel rispetto dei principi generali che sono alla base della normativa attuale e che hanno anche ottenuto l’apprezzamento della Corte di Giustizia Europea».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il governo non voti l’egiziano Hosni

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2009

L’On. Gianni Vernetti, Deputato del Partito Democratico e già Sottosegretario agli Affari Esteri, ha presentato  un’Interpellanza urgente, sottoscritta da oltre 40 deputati di tutti i gruppi parlamentari, per chiedere al Governo italiano di rivedere la propria posizione e di non votare la candidatura di Farouk Hosni a Direttore Generale dell’Unesco, un’ipotesi che ha sollevato un’ondata di sconcerto ed indignazione in molti Paesi europei e nella comunità intellettuale. “L’ex Ministro della Cultura egiziana – spiega l’On. Gianni Vernetti – non solo per oltre un ventennio è stato tra i più ascoltati consiglieri del presidente Mubarak, quindi responsabile delle scelte censorie che hanno contraddistinto le politiche del Governo egiziano in ambito culturale, ma ha assunto posizioni antisemite e fortemente illiberali dichiarando di voler ‘bruciare i libri israeliani’ conservati nelle biblioteche egiziane, la messa al bando in Egitto dei film Shindler’s list e dell’israeliano  The band’s visit (premiato a Cannes), il boicottaggio della costruzione di un Museo di storia ebraica egiziana, la distruzione delle opere del poeta arabo Abu Nuwas e la messa all’indice di una novantina di libri dall’Università americana al Cairo”.  Aggiunge l’On. Gianni Vernetti: “La scelta di nominare Farouk Hosni a Direttore generale dell’Unesco appare inopportuna e grave in quanto promuoverebbe al vertice di un’Organizzazione internazionale devota alla diffusione della cultura, alla tutela del patrimonio artistico e alla valorizzazione dell’arte quale forma di dialogo e di pace, un personaggio conosciuto per le sue posizioni del tutto contrarie a questo spirito, contraddistintesi per scarsa tolleranza verso il dibattito intellettuale, e per azioni censorie tese più a ridurre la circolazione delle idee che a favorirla. Per questo auspichiamo che l’Italia cambi il proprio orientamento e non insista in una scelta controproducente e dannosa”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »