Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘scontro’

Scontro tra treni nel Salento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 giugno 2017

scontro ferroviarioBari. La tragedia sfiorata nel Salento, riporta ai tristi giorni dello scontro ferroviario di Corato. Sembra una tragica replica di una questione d’affrontare in modo ampio, serio e approfondito. Per questo non posso condividere la caccia alle streghe che i soliti populisti della mobilità ferroviaria hanno scatenato dopo l’incidente tra i due treni delle Ferrovie Sud Est sulla tratta Lecce-Otranto. Siamo alle solite. Da qualche parte della Puglia si piange o si soffre e qualcuno specula per ritagliarsi un consenso adulterato dall’emergenza. L’assessore Giannini non è il colpevole, ma è il ritardo accumulato negli anni, nell’ammodernamento della rete ferroviaria, il vero imputato.
I processi, tuttavia, non si fanno sui giornali o con i lanci di agenzia, ma programmando una seria politica della mobilità ferroviaria regionale, non più da considerarsi figlia di un dio minore, ma parte integrante del sistema viario pugliese. Il lavoro avviato dalla giunta regionale e dall’assessore Giannini sul rilancio della rete ferroviaria pugliese non può finire sotto esame di qualche processo mediatico, frettolosamente istruito dalle opposizioni, ma dev’essere valutata nell’obiettivo di creare un sistema integrato gomma-ferro che, come è ovvio, non avviene in tempi rapidi, ma ha bisogno di concertazione, collaborazione, progettazione, per questo non servono indici puntati, ma lavoro puntuale e pianificazione degli interventi per rendere la rete ferroviaria sicura ed evitare tragedie come quella registrata in Salento. (n.r. Ciò che ci sorprende in questo comunicato è che si continua a parlare di “rilancio della rete ferroviaria pugliese” come se si trattasse di un problema dei giorni nostri dimenticando, e speriamo in buona fede, che queste stesse parole sono state usate in più riprese negli anni passati. Per chi ha buona memoria si tratta di una colossale beffa sulla pelle dei morti di ieri e dei feriti di oggi. Su tutto ciò i media fanno bene a parlarne).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scontro treni: Investimenti sbilanciati

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2016

ferrovie“Troppi sono i treni che viaggiano su tratte monobinario la cui sicurezza è affidata a collegamenti telefonici. Il governo avrebbe dovuto assegnare le competenze sulla sicurezza dei viaggiatori nelle linee regionali all’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria, compresa la tratta pugliese interessata alla tragedia, la Conferenza Stato Regioni si era espressa positivamente chiedendo ovviamente la copertura dei costi previsti. Ma il governo ha fatto spallucce e non ha dato corso all’iter prendendosi una gigantesca responsabilità. Da troppi anni sono troppi gli investimenti sulla linea business: due ore per raggiungere Milano da Roma, due giorni per raggiungere la Puglia, la Basilicata, la Calabria, la Sicilia. Questo divario Nord-Sud dev’essere eliminato, così come deve essere cancellato il divario sociale tra viaggiatori facoltosi e pendolari. Che ci sia anche più confort per gli utenti business, ma l’efficienza e la sicurezza devono essere identiche per i ricchi come per i poveri, per i settentrionali come per i meridionali. Lo Stato deve finanziare l’ammodernamento delle infrastrutture del trasporto locale su ferro perché le Regioni non sono in grado di provvedervi e deve immediatamente trasferire i doveri di sicurezza all’agenzia nazionale. E questo è l’unico antidoto possibile alle tragedie”. È quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli intervenendo in aula sull’informativa del ministro dei Trasporti Graziano Delrio.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sport ed etica: al via il quadrangolare del calcio “pulito”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2015

Vigna di Valle (Bracciano) Sfida al Sport a Miss Italia nel Mondo alle 14 di sabato 10 ottobre il fischio di inizio della VI edizione di “Un altro calcio è possibile”, il torneo quadrangolare tra le Forze Armate e una rappresentativa di seminaristi e sacerdoti dei Collegi e delle Università pontifici. Sul campo del Centro sportivo dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle (Bracciano – Via Circumlacuale, 41) l’Aeronautica Militare, l’Esercito Italiano, la Guardia di Finanza e la Top C.U.P. si fronteggeranno in una sfida calcistica all’insegna del fair play: rispetto per i compagni di squadra, per l’avversario e per le regole del gioco saranno la base per uno scontro all’ultimo gol, ma tra amici. Per l’occasione, le squadre saranno guidate da celebri allenatori: Franco Colomba per l’Aeronautica Militare, Federico Balzaretti per l’Esercito Italiano, Nando Orsi per la Guardia di Finanza e Felice Pulici per la Top C.U.P.
La conferenza stampa di presentazione, nel corso della quale interverranno i rappresentanti e gli allenatori delle squadre, avrà inizio alle 11. Dopo un lunch leggero per non appesantire i giocatori, alle 14 avrà inizio il torneo, che prevede quattro partite da 30 minuti. In caso di parità, al termine dei minuti regolamentari si procederà ai calci di rigore. Le prime squadre a scendere in campo, alle 14, saranno l’Aeronautica Militare e la Top C.U.P; poi sarà il momento, per la Guardia di Finanza, di sfidare l’Esercito Italiano. Alle 15.20 avrà luogo la semifinale e infine, alle 16, si disputerà la finale. La premiazione è prevista per le 17.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scontro politico sui farmaci di fascia C

Posted by fidest press agency su martedì, 12 febbraio 2013

«Basta a provvedimenti sui farmaci di fascia C» a dichiararlo ieri nel corso dell’incontro con la politica organizzato a Roma da Federfarma il segretario del Pdl Angelino Alfano. Una frase che non è andata a giù al presidente della Federazione nazionale farmacia non convenzionata Giuseppe Scioscia. «Scorretto, disinformato e profondamente irrispettoso» ha detto riferendosi ad Alfano, aggiungendo come frasi a effetto e ad alto sapore elettorale non fanno che «generare confusion e: una cosa, infatti, è la pianta organica, altro è bloccare definitivamente il processo di liberalizzazione dei farmaci di fascia C. Forse Alfano dimentica» conclude Scioscia «che le parafarmacie sono oggi in Italia 4500, danno lavoro a 9mila persone e consentono ai cittadini un reale risparmio sui farmaci che pagano di tasca propria». La fascia C è stata al centro degli interventi di due altri esponenti politici, nel corso dell’evento romano, Antonio Ingroia di Rivoluzione Civile e Oscar Giannino di Fare per Fermare il Declino. Per il primo «non è giusto che un pensionato paghi un farmaco quanto lo paga un miliardario. Alcuni medicinali di fascia C sono già gratuiti per alcune categorie e noi riteniamo che vada estesa la gratuità anche a pensionati, disoccupati e chi ha un salario minimo come lavoratore». Giannino, invece, più genericamente parla di «un dibattito da fare ser iamente anche con le farmacie sui farmaci di fascia C e su come costruire un’offerta che non disconosca le loro caratteristiche di presidio sanitario territoriale». Lo stesso Giannino, peraltro, in una lettera inviata ai titolari di parafarmacia e pubblicata sul loro sito specifica di credere «che si debba arrivare alla logica conclusione, liberalizzando integralmente i farmaci di fascia C e consentendone la vendita in tutti gli esercizi che siano presidiati da un farmacista laureato. La concorrenza» continua Giannino «che ha funzionato coi farmaci da banco, funzionerà anche con le specialità soggette a prescrizione».

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marathon di Andrea Frediani

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2011

Grottaferrata 15 luglio – ore 19,00 terrazza dell’ex biblioteca (Adiacente l’Abbazia millenaria di S. Nilo) Andrea Frediani presenta il suo ultimo libro “Marathon”. 480 a.C.. La flotta greca, ancorata di fronte al Capo Artemisio, a pochi chilometri in linea d’aria dalle Termopili, spia con attenzione i movimenti delle navi persiane. La tensione è alta tra l’equipaggio: si attende con ansia l’esito dello scontro tra gli uomini del gran re Serse e quelli del sovrano spartano Leonida. Il poeta Eschilo, in servizio su una nave come oplita, riceve la visita di una donna bella e misteriosa: un’esule ateniese che gli ricorderà la storia della battaglia di Maratona, svoltasi un decennio prima. Una battaglia che il poeta conosce bene perché vi ha partecipato e perché su quel campo ha visto morire suo fratello. Così le memorie dei due interlocutori s’intrecciano, ricostruendo nei particolari il primo combattimento campale tra greci e persiani, ma soprattutto quel che accadde subito dopo, quando gli araldi dovettero correre fino ad Atene per comunicare la vittoria greca, prima che i sostenitori dei persiani aprissero le porte della città agli invasori. Andrea Frediani, con una prosa serrata e coinvolgente, ricostruisce una delle battaglie più importanti della storia, riportandone in vita i protagonisti. Un romanzo narrato in presa diretta, come la cronaca di una gara nella quale ipartecipanti si contendono il premio più ambito: l’amore di una donna.(marathon)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Roma costruire l’alternativa

Posted by fidest press agency su martedì, 24 maggio 2011

Roma. “Sì alla proposta lanciata ieri dalle colonne del Corriere della Sera dall’On. Gasbarra. Pertanto fine del correntismo, primarie subito e costruzione di un’alternativa in grado di rimediare al malgoverno delle destre e al degrado morale e politico in cui versa la capitale e la regione Lazio. Urge un autentico cambio di passo e un confronto serio con chi ha rinunciato a partecipare perché deluso da questo modo di intendere la gestione del potere. Il duo Alemanno-Polverini ha saccheggiato il grande patrimonio culturale della nostra terra, riducendo il confronto politico ad una disputa nord-centro o, peggio, ad uno scontro interno tra le diverse anime del Pdl e dintorni. La nostra risposta, di fronte al deserto, è quella di imporre una linea vincente che dia nuova linfa ai nostri territori e che consenta una ripresa di tutte quelle risorse che oggi appaiono soffocate. Ma questo sarà possibile solo se riusciremo come PD a mostrare compattezza e ad essere capaci di parlare lo stesso linguaggio ad un tempo solo”. Lo dichiara in un comunicato il responsabile del Pd di Roma.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quote Better serie A calcio

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 maggio 2011

Duecentosettanta minuti alla fine del campionato di serie A. Ecco le quote Better. Iniziamo dai due anticipi del sabato: nel pomeriggio il Palermo (a 1,30) ospiterà il Bari (a 9,00) e alla sera la Roma (a 2,35), ad un punto dal quarto posto, riceverà il Milan (a 3,00) a cui è sufficiente un pareggio per laurearsi Campione d’Italia. Domenica scontro diretto al “Friuli” per la Champions League tra l’Udinese (a 2,25) e la Lazio (a 3,00). Dopo la vittoria sulla Lazio è rientrata in corsa per il quarto posto anche la Juventus (a 1,30) che nel posticipo di lunedì ospiterà il Chievo (a 9,00), praticamente salvo. Al “Meazza” l’Inter (a 1,60) affronterà la Fiorentina (a 5,25) che è in un ottimo momento di forma. Nelle zone basse della classifica diversi match importanti: Lecce (a 2,50) e Brescia (a 1,70), in casa, affronteranno rispettivamente il Napoli (a 2,60) e il Catania (a 4,25). Domenica sera il posticipo tra la Sampdoria (a 2,60) e i cugini del Genoa (a 2,65), partita equilibrata in lavagna Better.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarietà a La Russa da Azione universitaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2011

“A nome di tutti gli universitari del centro – destra esprimo vicinanza e solidarietà al Ministro della Difesa Ignazio La Russa per il vile linciaggio mediatico a cui è stato sottoposto dopo lo scontro in aula con Fini.” E’ quanto dichiara Andrea Volpi Coordinatore Nazionale di Azione Universitaria. “La vicinanza di Azione Universitaria va ad un riferimento importante che al Governo non ha fatto mai mancare la voce ed i valori della destra.Gli attacchi trasversali che il ministro La Russa sta subendo sono volti a cercare di indebolire quella parte della destra che vuole ancora essere protagonista della politica italiana.” Fa nomi e cognomi il giovane dirigente nell’esprimere le sue ragioni: “Bossi lo attacca perché La Russa ha lottato e ottenuto la festa del  17 marzo, altri, il fuoco amico, cercano di delegittimare chi nel Pdl ha dimostrato di valere in termini di organizzazione del partito.  Il doppio gioco di Fini non è più tollerabile. Ieri durante la bagarre da più parti hanno insultato l’On. La Russa, che ricordo al presidente della camera, essere un ministro e quindi un’istituzione eppure nessuno si è indignato o ha ritenuto opportuno intervenire. Quando gli insulti vengono da Di Pietro e sono diretti al Presidente del Consiglio o ad altri possono passare, quando invece sembrano diretti al Presidente della camera meno imparziale della storia della Repubblica Italiana allora rappresentano un danno alle istituzioni. Oramai – conclude Volpi – la regola dei due pesi e due misure la fa da padrone”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Unità d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 20 febbraio 2011

Il Consiglio dei Ministri ha finalmente deciso che il 17 marzo, anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia, sarà festa nazionale. Ma nel Governo è scontro, due ministri leghisti (Bossi e Calderoli) votano contro e Maroni lascia l’aula del Consiglio prima della votazione. «Caro Calderoli, folle è il comportamento leghista e no la decisione a favore della festa per il 17 marzo» dichiara in una nota Vincenzo Galizia Presidente nazionale del Fronte Verde Ecologisti Indipendenti che continua il suo intervento «rattrista vedere che anche su argomenti così fondamentali, che dovrebbero unire la Nazione, perché coinvolgono la vita di ogni italiano, questo Governo invece si divide. Se pensiamo che fare da alfiere all’amore patrio ci deve pensare un comico, anche se bravissimo, come Benigni, ci da la percezione come la politica e specialmente la maggioranza di governo, viva al di fuori della realtà, più concentrata ad essere berlusconiana o antiberlusconiana, che ad avere come priorità il bene degli italiani» conclude la nota Vincenzo Galizia leader del movimento ecologista. (garibaldi)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo scontro culturale tra destra e sinistra

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

L’incontro fra partiti di governo e partiti all’opposizione,  è diventato, ancora una volta, scontro fra culture; non è sempre stato così, ma  si è accentuato oggi quando a scontrarsi sono due forze  così diverse, come sta accadendo in questi  lunghissimi 16 anni. Parlare di  “scontro culturale”, è solo l’occasione per affrontare una analisi, ma, di fatto, non c’è nulla di culturale, perché nulla c’è di interiore, ma solamente l’esaltazione dell’esteriorità e dell’apparenza. Periodicamente l’uomo di potere  cede alla tentazione di annullare quella  fetta dell’umanità che non condivide un certo metodo di uso del potere. Appare superfluo ricordare tutte le volte che è accaduto, tutta la storia successiva  che ci viene tramandata è un continuo ripetersi di quella tentazione.  E’ la negazione dell’umanità, lo scontro come rito selettivo, come normativa assurda, che rivela quell’intimo e ferino desiderio di annientare  una parte della stessa società  alla quale apparteniamo. “Se questo è un uomo” di Primo Levi documenta, con straziante realismo, il cedimento a quella tentazione, che si concluse con lo sterminio degli ebrei europei, motivato dalla presunta difesa di una razza che si riteneva superiore, uno sterminio programmato da un popolo occidentale, proprio quello che ritiene la propria cultura superiore alle altre, e oggi, particolarmente, alla cultura orientale o arabo-musulmana.  Questa tentazione si fa sostenere dalla propaganda, che fagocita ogni episodio e lo reinterpreta a proprio uso e consumo.  Con la propaganda si cerca di reclutare il maggior numero di persone alla causa che si sostiene; lo scopo è quello di suscitare sentimenti estremi, come quello di identificarsi con il Bene che lotta contro il Male,  la vita contro la  morte, la cultura contro la barbarie, la libertà contro la minacciata oppressione. In questo tipo di propaganda di se stessi si perde anche il senso della misura e si acquisisce anche un tono epico, oltreché apocalittico, al punto di suggerire l’impressione che chi dichiara di assimilarsi al Bene per lottare contro il Male, sia, in realtà, patologicamente compromesso a livello di equilibrio mentale.  Il senso del collettivismo planetario annega nella logica di supremazia che un microgruppo, partorito dalla mente malata di un solo uomo  (nessuna meraviglia è già accaduto con Hitler, Mussolini, Stalin, Pinochet, e tutti i dittatori o ditta torelli esistiti o in pectore !) vuole affermare su un altro, per dilatarsi, poi, in uno scontro fra macrogruppi. Lo sviluppo dell’antropologia culturale ha compiuto uno sforzo controcorrente, perché ha cercato di dimostrare che tutti coloro che non fanno parte del nostro microgruppo sono pur sempre portatori di una civiltà, sono in grado di costituire una società vera e propria. Anche l’incontro degli antropologi con tribù primitive è stato interpretato come un incontro con altri uomini, con altre culture, non peggiori e non migliori di noi, semplicemente “altro”. Si tratta di relativismo antropologico, che non è metodologia di studio, ma serve a ribadire che nessuno può affermare la superiorità di una cultura su un’altra, di un pensiero sull’altro, ma a condizione che ci sia un pensiero e non semplicemente un’apparenza mendace. Con la cultura non si mangia…. Vado a farmi un panino con la Divina Commedia, sono queste le affermazioni ritenute spiritose da 3monti, che evidenziano il livello di abbrutimento mentale nel quiale affogano e vorrebbero far affogare la nazione. Confondere la cultura con la tecnologia, l’evoluzione culturale con lo sviluppo della tecnica, vuol dire, semplicemente, negare la supremazia dell’uomo rispetto alla  tecnica. Una cultura, un gruppo, un partito, non sono l’umanità; le nazioni, le alleanze, le sudditanze politico-economiche formano un megagruppo con un’analoga cultura, ma anche i microgruppi hanno la loro cultura, ricordiamo Pasolini con la “cultura di quartiere”, ricordiamo Olivetti e Ottieri con la “cultura d’azienda”.  La differenza tra un gruppo culturalmente sostenuto e un gruppo privo e ostile ad ogni forma di cultura che non sia quella pragmatica “del massimo utile … e subito, poi si vedrà…”, sta nel fatto che il secondo è condizionato da due spinte:
• la volontà di egemonizzare la società, senza essere contaminato da nessun altro gruppo
• l’angoscia,  che arriva alla paranoia, di essere sconfitto dall’ altro gruppo.
Ogni gruppo ha bisogno della sua cultura, come elemento di coesione e di rafforzamento, perché, nel momento delle scelte, la comunità culturale viene esaltata fino alla sacralizzazione, quando ciò manca accade…. quello che sta accadendo nel partito nato nel predellino e agonizzante davanti all’uscita di servizio dalla quale avrebbe voluto sgattaiolare per entrare nelle pagine della Storia. Per entrare in tali pagine bisogna attraversare l’arco di trionfo, non serve sdraiarsi in un lettone, pure se dono del possente Putin.(Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Aria irrespirabile, alto rischio tumori

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 ottobre 2010

“Tantissima rabbia emerge dai dialoghi con i cittadini quando si parla di rifiuti e discariche. La gente vuole essere ascoltata, perché si sente presa in giro. E i sindaci di tanti Comuni d’Italia dicono alla gente di tenersi i rifiuti in casa. Ma dovrebbero avere più immaginazione e spirito d’iniziativa perché i rifiuti, utilizzati in modo corretto, sono risorse”. Questo il commento amaro dell’On. Scilipoti (IDV), in riferimento al mai risolto problema delle discariche. “E’ fresco lo scontro tra il Ministro dell’Ambiente e il Presidente della Regione Sicilia inerente la costruzione di una megadiscarica in provincia di Enna. La Sicilia è ancora territorio vergine. E la megadiscarica è il deposito di una montagna di rifiuti che non diventano risorse. L’ambiente va tutelato e non avvelenato, così come la salute dei cittadini. No, dunque, alla megadiscarica, si alla tutela della salute e della natura. Dagli incontri fatti sul territorio con molti giovani, meno giovani ed esperti del settore – continua il deputato di Italia dei Valori –  abbiamo formato un gruppo di lavoro, in forza del quale lanciamo una sfida ai Comuni, alle Regioni e al Governo nazionale. Siamo pronti per contribuire a diminuire lo spreco di denaro pubblico: ritiriamo noi  la spazzatura dal territorio a costi zero. Dateci gli strumenti  che vi chiediamo: niente soldi, ma solo agevolazioni burocratiche e fiscali. Conclude l’On. Scilipoti (IDV): “Sindaci, Governatori, Presidente del Consiglio, rispondeteci: dalla protesta alla proposta. Sei mesi per iniziare il lavoro”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Carlo Simoncini: Carne arrabbiata

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 settembre 2010

Milano 14 Settembre 2010 alle ore 18:30 Multicenter – P.zza Duomo, 1 Carlo Simoncini presenta “Carne arrabbiata” (Editore Garzanti). Lorenzo è un avvocato di successo a Bergamo. Una quarantina d’anni, moglie e due figli, ha ereditato il florido studio del padre. Una vita tranquilla e felice, se non fosse per quell’insoddisfazione che lo accompagna fin dall’epoca dello scontro con il padre, troppo tradizionalista e legato all’establishment per un ragazzo assetato di giustizia e di libertà. E poi, il lavoro dell’avvocato è un compromesso: in fondo si tratta di assecondare gli umori dei clienti, quella «carne arrabbiata» che non riesce più a ragionare… Un giorno arriva una telefonata: «il Bugatti», un suo cliente, è morto in un incidente stradale. La causa aveva contrapposto Bugatti, inventore geniale ma un po’ ingenuo, e i suoi datori di lavoro. La Soliman aveva sfruttato i brevetti di Bugatti senza riconoscere la sua paternità, e trattenendo la sua quota di guadagni. Cercando di ristabilire i diritti del suo cliente, Lorenzo ci fa capire come funziona davvero il meccanismo della giustizia, tra intoppi burocratici e intrighi tra colleghi, brillanti intuizioni e faticoso buon senso. Senza dimenticare l’intreccio di connivenze tra i ricchi e potenti della città (politici, industriali, banchieri, magistrati, giornali…) ai danni di un povero diavolo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scontro in aula: errata interpretazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 agosto 2010

Lettera al direttore. “Ho avuto modo di leggere sulla versione digitale del quotidiano “La Stampa” e riportata dal sito “Dagospia” in merito all’episodio verificatosi nella giornata di ieri nell’aula di Montecitorio, di un mio presunto commento in merito al sottosegretario Daniela Santanché, che avrebbe fatto scaturire lo “scontro” tra me ed il collega Martinelli. Il riferimento a questi miei presunti commenti mi amareggia profondamente poiché non sono mai stati proferiti dal sottoscritto commenti, illazioni o quant’altro nei confronti di un referente politico che rispetto, malgrado i recenti posizionamenti politici. Quello che si è verificato nella giornata di ieri, ampiamente amplificato dai media, si è limitato ad essere un confronto, sebbene animato, tra due colleghi, dove il livello di tensione sollecitato dai turbamenti politici di questi giorni, ha sollecitato una piccola ma controllata deriva. In ragione di tali aspetti, provvedo a chiedere una repentina rettifica di quanto espresso negli articoli citati, al fine di evitare che si inquadrino in una cornice di frivolezza, questioni di pregnante natura politica.  (On. Aldo Di Biagio)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scontri a fuoco al confine Libano-israeliano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

Adaisse. Per un momento si è pensato ad una ripresa delle ostilità tra i due paesi anche perché è stato registrato subito dopo un intenso movimento di truppe. La “scaramuccia” ha provocato quattro morti tra i soldati libanesi e alcuni feriti tra gli israeliani. E’ seguito a livello propagandistico, diplomatico e politico un rimbalzare di responsabilità sul primo che abbia lanciato un razzo in casa degli altri. Per il generale Giuseppenicola Tota, comandante del settore ovest del contingente italiano a Tibnin è dovuto all’iniziativa deg.i israeliani di tagliare degli alberi sulla linea di confine per piazzarvi delle telecamere. I razzi, invece, sono stati lanciati da un elicottero libanese. Sta di fatto che tra i due governi sono volate parole grosse e minacce di gravi ritorsioni. Stando a quanto ricostruito dal generale Giuseppenicola Tota, comandante del settore ovest e del contingente italiano a Tibnin, in Libano, tutto sarebbe nato dal tentativo dei militari israeliani di tagliare alcuni alberi presso la ‘blue line’ per installare delle telecamere. Questo tentativo ha provocato l’intervento dei militari libanesi e un successivo scontro a fuoco prima con armi leggere e poi con il coinvolgimento di carri armati israeliani. Quanto al lancio di razzi, secondo il generale Tota sarebbe avvenuto da parte di un elicottero libanese. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu si è riunito a porte chiuse al Palazzo di Vetro e ha chiesto ad entrambe le parti di riprendere il dialogo. A livello internazionale registriamo la solidarietà espressa da tutto il fronte arabo alla Libia e il presidente isiriano Bashar al-Assad, non ha mancato di esprimere una dura condanna nei confronti di Israele. Il ministro italiano della difesa Ignazio La Russa si è mantenuto neutrale e limitandosi a dire che la scintilla è stata occasionale. La sua preoccupazione, come naturale che lo fosse, è stata per il contingente italiano  schierato al confine tra i due paesi e, quindi, sotto la linea del fuoco incrociato tra i due eserciti. Notizie dell’ultima ora paiono tranquillizzanti.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Showdown tra Berlusconi e Fini

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2010

Mi arrivano delle voci (attendibili ed autorevoli) secondo cui il premier è pronto allo scontro finale con presidente della Camera. E la resa dei conti definitiva sarà sulla mozione di sfiducia a Caliendo presentata da noi e dal Pd, che sarà calendarizzata e discussa in Aula mercoledì. La situazione sembra essersi capovolta rispetto a qualche ora fa, quando i rumors dicevano esattamente il contrario. Se fino a qualche ora fa Berlusconi ed i suoi collaboratori erano convinti di dover aspettare l’autunno per cercare di rimettere insieme i cocci della maggioranza, ora pare che abbia prevalso la linea dei ‘falchi’. Magari nel tentativo di andare ad elezioni anticipate. Adesso il pallino è nelle mani della compagine finiana di Futuro e Libertà. Saranno loro a staccare la spina ad un governo che non c’è più o a tenerlo in vita ancora per un po’. Spetta a Fini decidere se cedere all’aut aut di Berlusconi e votare la fiducia a Caliendo o, al contrario, proseguire nelle battaglie di legalità e chiedere le dimissioni del sottosegretario. Se i finiani dovessero scrivere le parole ‘the end’ e mandare a casa un governo delle cricche travolto dagli scandali  guadagnerebbero, da avversari politici, la nostra stima per il coraggio, la coerenza e la determinazione con cui son riusciti a portare nel centrodestra la questione morale. Ma non solo: se votassero con noi la sfiducia a Caliendo, lo scenario politico muterebbe radicalmente. A quel punto potremo guardare con attenzione alle mosse future di una forza politica capace di porre concretamente il tema della legalità in Parlamento. L’era berlusconiana sta per finire  e noi dovremo lavorare con chi ci sta per mettere mano a quella legge elettorale che di Berlusconi e del suo sistema di potere è fatta a immagine e somiglianza. (Massimo Donadi parlamentare Idv)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: nuovo scontro a fuoco

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

“Quello di oggi è solo l’ultimo degli scontri a fuoco che hanno coinvolto i militari del nostro contingente in Afghanistan, mentre alla Camera è in corso la discussione per la conversione dell’ennesimo decreto-legge per il finanziamento di queste missioni, che sempre meno sembrano di pace.  Le dinamiche dell’attacco e il ferimento dei tre militari italiani dovrebbero far riflettere il Parlamento sulla immediata necessità di una completa revisione delle modalità e dell’impegno italiano in quelle zone dove ormai il conflitto armato sembra essere l’unica priorità. Ai tre militari feriti non posso fare a meno di augurare una pronta guarigione, oggi però si deve riflettere attentamente su quanto sta accadendo in casa nostra, dove il recente accordo bipartisan (esclusi i radicali) di sostenere con forza le spese militari a discapito degli stipendi e del funzionamento dello strumento militare, è stato ufficializzato dal voto della Camera lo scorso 7 luglio sugli emendamenti presentati dal deputato radicale Maurizio Turco, cofondatore del Pdm, alla mozione Cicu. A questo va aggiunto che i costi di queste missioni non sono quelli dichiarati dal ministro La Russa ma sono aumentati di oltre 60 milioni di euro rispetto al 2009, e che ogni volta i decreti-legge di rifinanziamento si trasformano in una occasione per emanare provvedimenti, come quello sulla proroga del Commissario straordinario della Croce Rossa o quello delle elargizioni di denaro pubblico per società della Rai o per consulenze e fondazioni di diritto privato, che nulla hanno a che fare con la cooperazione e la pace”.  Sulle ferite e sulla morte dei nostri soldati in Afghanistan non possono essere portate avanti le velleità politiche e gli interessi di bottega di un Governo e della sua maggioranza che, però, sono sempre pronti a massacrare i militari e poliziotti sotto ogni profilo del loro status, come è in effetti avvenuto con il voto di fiducia espresso ieri dal Senato della Repubblica.  Oltre ai Talebani sui nostri militari adesso spara anche il Governo con i suoi partiti di maggioranza.” (Luca Marco Comellini – Segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (PDM)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Basket: a Biella scontro salvezza

Posted by fidest press agency su sabato, 15 maggio 2010

Ultima giornata di Regular Season di Serie A di basket. Gara da cuori forti è quella tra Biella e Ferrara, scontro diretto per la salvezza: chi perde, retrocede (a meno di una sconfitta, con parecchi punti di scarto, di Cremona in casa con Avellino).  Matchpoint propone Biella a 1.62 e Ferrara a 2.1 nel testa a testa. Cremona dovrà comunque guardarsi da Avellino, poiché i campani sono costretti a vincere per tenersi stretto l’ultimo posto per i playoff: per Matchpoint la sfida è alla pari (1.82 ciascuna). Se l’Air dovesse perdere, potrebbe approfittarne Treviso (1.55), impegnata in casa con Milano (2.2): in caso di aggancio all’ottavo posto, i biancoverdi hanno dalla loro lo scontro diretto con Avellino.  A Caserta, la Pepsi lotta solo per una posizione migliore nella griglia playoff, al pari della sua avversaria, Roma (2.7). Passerella finale invece per Pesaro (1.3) e Varese (3).
TESTA A TESTA RISULTATO    1    2
6144    2    BENETTON TREVISO – ARMANI MILANO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,55    2,20
6144    3    PEPSI CASERTA – LOTTOMATICA ROMA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,36    2,70
6144    4    SIGMA MG – BANCA TERCAS TE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,25    3,30
6144    5    ANGELICO BIELLA – CARIFE FERRARA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,62    2,10
6144    6    VANOLI BASKET CREMONA – AIR AVELLINO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,82    1,82
6144    7    SCAVOLINI SPAR PS – CIMBERIO VARESE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,30    3,00
1X2 BASKET    1    X    2
6144    2    BENETTON TREVISO – ARMANI MILANO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    2,20    2,65    3,75
6144    3    PEPSI CASERTA – LOTTOMATICA ROMA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,80    2,80    5,30
6144    4    SIGMA MG – BANCA TERCAS TE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,55    3,10    7,50
6144    5    ANGELICO BIELLA – CARIFE FERRARA
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    2,40    2,60    3,40
6144    6    VANOLI BASKET CREMONA – AIR AVELLINO
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    2,85    2,55    2,85
6144    7    SCAVOLINI SPAR PS – CIMBERIO VARESE
16/05/2010  ore  18.15    Min-Max:  1- 20    1,65    2,95    6,30
Sisal Match POINT

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premier League, Ancelotti si gioca il titolo ad Anfield

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 aprile 2010

Sotto di 2 punti, ma con una partita da recuperare, il Chelsea non può permettersi di perdere ulteriore terreno dal Manchester United capolista. Per il Blues impegno difficilissimo a Liverpool, mentre i Red Devils scenderanno sul campo del Sunderland. Sisal Matchpoint propone la squadra di Ancelotti a 1.8, mentre i Reds, delusi dall’eliminazione di Europa League ma a caccia di punti per un posto in Champions, sono a 4. Ben diverso il discorso per l’undici di Ferguson, in lavagna a 1.36 contro l’8 proposto per il Sunderland, che nulla ha da chiedere al torneo. Nella lotta salvezza, decisivo lo scontro diretto tra Wigan e Hull: i padroni di casa (1.8 con Matchpoint) hanno 6 punti di vantaggio sugli ospiti e potrebbero anche accontentarsi di un pari (offerto a 3.55).
ESITO FINALE 1X2     1     X     2
6043     1     BIRMINGHAM – BURNLEY
01/05/2010  ore  13.45    Min-Max:  1- 20     1,45     4,00     6,75
6043     2     MANCHESTER CITY – ASTON VILLA
01/05/2010  ore  16.00    Min-Max:  1- 20     1,80     3,55     4,25
6043     3     PORTSMOUTH – WOLVES
01/05/2010  ore  16.00    Min-Max:  1- 20     2,45     3,20     2,75
6043     4     STOKE CITY – EVERTON
01/05/2010  ore  16.00    Min-Max:  1- 20     3,50     3,25     2,05
6043     5     TOTTENHAM – BOLTON
01/05/2010  ore  16.00    Min-Max:  1- 20     1,22     5,50     12,00
6043     6     LIVERPOOL – CHELSEA
02/05/2010  ore  14.30    Min-Max:  1- 20     4,00     3,60     1,80
6043     7     FULHAM – WEST HAM
02/05/2010  ore  16.00    Min-Max:  1- 20     2,25     3,20     3,10
6043     8     SUNDERLAND – MANCHESTER UTD
02/05/2010  ore  17.00    Min-Max:  1- 20     8,00     4,55     1,36
6043     9     WIGAN – HULL CITY
03/05/2010  ore  14.30    Min-Max:  1- 20     1,75     3,55     4,30
6043     10     BLACKBURN – ARSENAL
03/05/2010  ore  18.00    Min-Max:  1- 20     3,50     3,30     2,05
(fonte Sisal Match Point S.p.A.)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coisp: scontro Fini-Berlusconi

Posted by fidest press agency su sabato, 24 aprile 2010

“Lo scontro, tutto interno alla coalizione di maggioranza tra il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il Presidente della Camera Gianfranco Fini, ha squarciato un velo sui tanti problemi che questo Paese sta vivendo”. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia – dice: “Non diamo giudizi politici su quanto sta accadendo, né ci interessa assumere una posizione schierata, ma non possiamo esimerci dall’osservare ed esprimere una nostra fondata opinione sul fatto che il Presidente della Camera, l’Onorevole Gianfranco Fini, abbia ragione quando afferma che questo Governo è trainato dalle decisioni e dalle prese di posizione della Lega”. “Per ciò che attiene al Comparto Sicurezza – continua il Segretario Generale del Sindacato Indipendente di Polizia – vorremmo ricordare le decisioni assunte, suggerite dalla Lega, in materia di controllo del territorio con la tentata istituzionalizzazione delle ronde o l’ulteriore bluff del Governo che voleva far credere agli italiani che l’Esercito nelle città avrebbe definitivamente risolto i problemi di quelle zone a rischio sicurezza”. “Ribadiamo che non assumiamo posizioni politiche – conclude Franco Maccari – ma ci preme sottolineare la forte preoccupazione del momento, in quanto ci rendiamo conto che tutti i nodi, creati da una diversità di concepire il Governo del Paese, come avevamo previsto stanno venendo al pettine. Nodi che evidenziano la volontà di spaccare il Paese in senso orizzontale creando due Italie, e in senso verticale, contrapponendo le parti, in ogni campo, come nemici e gettando così le basi di un forte scontro sociale”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lisistrata di Aristofane

Posted by fidest press agency su martedì, 2 marzo 2010

Barberino di Mugello 7 marzo alle 17 Teatro Instabile dei Dintorni presenta Lisistrata di Aristofane con  Katarina Zälle Lisistrata Loretta Pizzetti, Susanna Bartali, Gioia Biondi, Simonetta Maffei, Maddalena Siotto, Paolo Banfi, Giovanni La Porta, Andreina Guerra, Maddalena Siotto, Ezio Vecchioni, Lapo Dini scenografia Patrizia Lottini e Severine Faure regia Riccardo Rombi  Siamo nella lontana Atene del V secolo e nel pieno divampare della Guerra del Peloponneso, la protagonista Lisistrata (Katarina Zalle), si interroga sulla possibilità che esista un modo per porre fine a questo interminabile scontro, così da non dover più costringere gli occhi a vedere morire i propri figli e i propri uomini.  Per Lisistrata la soluzione è…. Negare agli uomini i piaceri e le delizie dell’amore sensuale. E’ il 411 Avanti Cristo e già si intravede l’alba della prima rivoluzione sessuale. Così un gruppo di donne agguerrite lancia l’offensiva amorosa all’ignaro mondo maschile militarizzato, guerrafondaio e miseramente prostrato ai richiami della carne. Un turbine di scene esilaranti si avvicendano sul palco, cogliendo gli aspetti più intimi e gustosi di questa commedia. Una vera e propria missione politica che col sorriso sulle labbra ci porta a riflettere e a pensare, con malcelata preoccupazione, sul perché questo testo non figuri tra i basilari di una sana e reale prassi pacifista. Si tratta di una delle più antiche commedie satiriche giunte fino ai giorni nostri, ed i cui temi più espliciti sono il sesso (lo sciopero sessuale delle donne) e la politica (l’emarginazione femminile la guerra). L’efficacia satirica dell’opera è provata dalle reazioni negative della critica antica, che la biasimò per la sua libertà di linguaggio e irriverenza. Sul palco la compagnia di Roccastrada Teatro Instabile dei Dintorni, diretta da Riccardo Rombi. Un’occasione da non perdere per festegggiare col sorriso e non solo con le mimose tutte le Donne. (lisistrata)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »