Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘segni’

«Festival di storie, segni e disegni»

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 maggio 2019

festival fumettoRoma 24/25/26 maggio 2019 – Orario: 10:00-20:00 MATTATOIO Piazza Orazio Giustiniani 4, (Testaccio) Biglietti: giornaliero ARF! € 10,00 – abbonamento 3 giorni ARF! € 20,00. Nell’intenso weekend di attività sarà possibile inoltre visitare le mostre esclusive di Giuseppe Palumbo (autore del manifesto di ARF!2019, conosciuto dal grande pubblico per Diabolik e Ramarro), dello scozzese Frank Quitely (uno dei disegnatori più amati del mondo grazie alle sue interpretazioni di personaggi iconici come Superman, Batman e gli X-Men), di Attilio Micheluzzi (tra i più incisivi e originali Maestri del fumetto degli anni ‘70 e ‘80) e di Kalina Muhova e Vinci Cardona, vincitori del Premio Bartoli 2018, il concorso dedicato alle giovani promesse del fumetto italiano, istituito sin dalla prima edizione di ARF!, in memoria dello sceneggiatore Lorenzo Bartoli prematuramente scomparso nel 2014.Parallelamente, in collaborazione con l’Instituto Cervantes di Roma, ARF! co-produce anche la mostra “Beyond Blacksad” di Juanjo Guarnido in programma dal 16 maggio al 29 giugno 2019 presso la Sala Dalì al civico 91 di piazza Navona. https://www.arfestival.it/mostre/Tra le sezioni del Festival, troveremo l’area dedicata alle opportunità professionali – la Job ARF! – uno spazio dove poter mostrare a editor e case editrici il proprio portfolio con idee, progetti e creatività. Anche quest’anno, la call per gli aspiranti autori ha realizzato un incredibile successo: i lavori inviati per essere sottoposti all’attenzione degli addetti al settore sono state infatti più di 4000. http://www.arfestival.it/jobarf/
Per i più piccoli non mancherà la ARF! Kids, il luogo dedicato all’immaginario dei bambini (a ingresso gratuito fino ai 12 anni) con un ricco programma di laboratori creativi curati da alcuni dei più rinomati illustratori italiani e internazionali, letture ad alta voce, disegni, giochi e tanti libri a disposizione di tutti. http://www.arfestival.it/kids. Confermate le Masterclass, vere e proprie classi “a numero chiuso” per tutti coloro che vogliono imparare a scrivere, disegnare e colorare con le superstar del fumetto italiano e internazionale come Gabriele Dell’Otto (talento pittorico tutto italiano della Marvel), Yoshiyasu Tamura (maestro giapponese del Manga), Casty (uno dei più importanti autori contemporanei della Disney), Stefano Disegni (uno dei più popolari autori-disegnatori satirici italiani), Katja Centomo (la disegnatrice di W.I.T.C.H e Monster Allegy), Davide Toffolo (fumettista, e voce e chitarra del gruppo Tre allegri ragazzi morti).Imperdibili le Lectio Magistralis tenute da tre Maestri del fumetto d’autore: tre appuntamenti in tre giorni (dalle 14.30 alle 16), tre pietre miliari della storia del fumetto si racconteranno mentre disegneranno dal vivo nella Sala Talk.José Muñoz (la leggenda del fumetto argentino, il creatore di Alack Sinner e altri indimenticabili personaggi), Angelo Stano (il disegnatore di Dylan Dog, l’autore dell’indimenticabile numero 1 ma anche degli albi più amati della serie dell’indagatore dell’Incubo), Riccardo Mannelli (fumettista, illustratore, pittore, disegnatore satirico, insegnante, un Maestro dell’arte visiva al servizio di un talento che ha pochi eguali nel mondo della nona arte), accompagnati rispettivamente da Laura Scarpa, Paulonia Zumo e Adriano Ercolani.
Self ARF! è un vero e proprio Festival nel Festival, una caccia ai tesori underground, un appuntamento imperdibile per immergersi nel mondo delle etichette indipendenti in cui sperimentazione e libera creazione artistica sono le parole d’ordine. In quest’area ad accesso gratuito saranno presenti una selezione di autrici e autori, collettivi e microeditori che scelgono di produrre autonomamente i loro lavori al di fuori delle logiche del mercato editoriale tradizionale con linguaggi e segni grafici estremamente diversi. La Self ARF! è coordinata da Francesca Protopapa & Rita Petruccioli e in questa quinta edizione presenta l’esclusiva mostra di Gloria Pizzilli e Tommy Gun Moretti http://www.arfestival.it/self/L’ARFist Alley è un luogo di incontro fra gli artisti e il pubblico, differente dalle dinamiche delle signing session agli stand delle case editrici o dei negozi. E come la Self Arf!, quest’anno anche l’Alley sarà una “piazza aperta” ad ingresso gratuito, dove incontrare i professionisti del panorama italiano e internazionale, per ammirare e acquistare tavole originali, stampe esclusive, sketchbook e richiedere commission agli autori!www.arfestival.it/arfist/ http://www.mattatoioroma.it (foto copyright)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zodiaco: Dodici artisti per dodici Segni

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 novembre 2018

Roma 4 dicembre 2018 – 2 febbraio 2019 Inaugurazione martedì 4 dicembre 2018 ore 18 Via di Monserrato 30 collettiva dal titolo “Zodiaco”. In questa prima edizione di quello che sarà un appuntamento a cadenza annuale avente per tema le costellazioni zodiacali, la curatrice Daina Maja Titonel ha invitato dodici artisti, eterogenei per nazionalità, mezzi espressivi ed esperienze artistiche, ad esprimere con un’opera il proprio Segno componendo così uno Zodiaco completo.
Tra questi: Bruno Ceccobelli, Francesco Bancheri, Pierpaolo Lista, Ria Lussi, Carlo Alberto Rastelli e Karine Rougier, sono alla loro prima collaborazione con la MAC. Completano l’elenco Margareth Dorigatti, Lino Frongia, Angelo Titonel, Rodolfo Villaplana, Gaetano Zampogna e Tadija Janicic, già esposti in galleria in precedenti occasioni.Ad Angelo Titonel la figlia Daina Maja dedica questa esposizione. In mostra il suo ultimo dipinto, “Capricorno”, terminato pochi giorni prima della sua improvvisa scomparsa avvenuta il 7 ottobre 2018.Tra le dodici opere in mostra, in prevalenza dipinti, Gaetano Zampogna (Scido 1946) e Margareth Dorigatti (Bolzano 1954) hanno realizzato per questo tema rispettivamente l’Ariete e il Toro, mentre Lino Frongia (Montecchio 1958) ha scelto per il Gemelli due opere del 1985 dal titolo “Prodigio”, dove due oggetti identici di medesima natura (due alberi e due mele) sottolineano come l’idea di identità venga meno tanto nel gesto pittorico quanto nell’atto della creazione, affermando la pur impercettibile distinzione e unicità di ogni individuo.
Di Ria Lussi, la quale ha da poco concluso a Roma una residenza artistica di un mese al MACRO Asilo con il progetto “Io sono Giordano Bruno”, si presenta una scultura in vetro di Murano per il segno del Cancro, dal titolo narrativo “Nuvoletta granchio lambisce mare onda”.
Pierpaolo Lista (Salerno 1977) contribuisce per il Leone con l’unica fotografia in mostra. Per realizzare l’immagine, intitolata “Re”, l’artista ha ricostruito nel proprio studio una realtà fittizia popolata da un unico emblematico oggetto. Un luogo artificiale dove è possibile interrogarsi sullo spazio reale lasciando che l’immagine viva la propria indipendenza e autenticità.
Bruno Ceccobelli (Montecastello di Vibio 1952) ha scelto “Teodora” (1998-2015, acrilico e collage su tela) per rappresentare il segno della Vergine, “per il suo coraggio di affrontare una seconda vita, vergine come innocente, quell’innocenza che serve sempre all’Arte”, sottolinea l’artista.
Tra le nuove collaborazioni: Francesco Bancheri (Roma 1978) propone un frammento di galassia contenente la costellazione della Bilancia (“Galassia box – Libra”, collage su tela smaltata in plexibox); Carlo Alberto Rastelli (Parma 1986) ambienta lo Scorpione in un paesaggio boschivo in cui astrazione geometrica e figurazione si compenetrano nella tela in un gioco di continue stratificazioni; l’artista maltese Karine Rougier (Malta 1982) rappresenta l’Acquario perseguendo la prospettiva onirico-simbolista che contraddistingue il suo lavoro.
Il centauro Sagittario è ritratto dal pittore venezuelano Rodolfo Villaplana (Valencia 1975).
Di Angelo Titonel (Cornuda 1938 – Imola 2018), al quale la figlia Daina Maja, fondatrice della MAC Maja Arte Contemporanea, dedica questa mostra, si espone la sua ultima tela, “Capricorno”. In un’atmosfera onirica e magica si affacciano due capricorni – segno zodiacale di padre e figlia – laddove il passaggio fra un oceano ancestrale e il primo piano visivo, reso possibile dalla presenza dei due animali, può evocare, fra i plurimi significati simbolici, il passaggio dalla nascita alla vita.Conclude il viaggio tra i segni zodiacali l’ironico squalo di Tadija Janicic (Montenegro 1980) a rappresentare l’ultimo dei segni, il Pesci.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra “Segni, colori e parole per i bambini”

Posted by fidest press agency su martedì, 28 marzo 2017

Roma Sabato 1 Aprile 2017, ore 11:00 / 30 Aprile 2017 Moby Dick – Biblioteca hub culturale Via Edgardo Ferrati 3. Quaranta studentesse dei corsi di Letteratura per l’infanzia tenuti da Lorenzo Cantatore nel Dipartimento di Scienze della Formazione di Roma Tre durante l’anno accademico 2016-2017 si sono confrontate con i libri di Antonella Abbatiello, una fra le più interessanti illustratrici e scrittrici per l’infanzia attive oggi in Italia. Il progetto, che ha un carattere prettamente didattico, si ispira al dibattito contemporaneo sull’educazione alla lettura e nasce dall’urgenza di sensibilizzare i futuri educatori e insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria a un uso consapevole del libro per bambini, indagandone le infinite possibilità di approccio critico e pedagogico. Dopo un articolato percorso laboratoriale di analisi e interpretazione dei testi e delle immagini di Abbatiello, le studentesse hanno progettato e curato un itinerario espositivo. All’interno di un corpus di opere pubblicate dall’artista lungo circa trentacinque anni di attività, sono stati approfonditi momenti, personaggi, temi, emozioni, luoghi, tecniche, luci e colori con l’intento di mettere a fuoco alcune delle caratteristiche di fondo che rendono questa autrice così amata dal pubblico bambino. Fra i pannelli didattici ritroveremo immagini e parole tratte da libri ormai celebri come Stella stellina, Storie piccine picciò, La pappa dolce, Maremé¸ Farfalla, Alfabeto delle fiabe, Facce ecc. Alla mostra le giovani curatrici hanno pensato di collegare una serie di laboratori dedicati ai piccoli visitatori. I bambini potranno assistere a letture ad alta voce degli albi illustrati di Antonella Abbatiello, ma anche essere protagonisti di attività grafico-pittoriche ispirate al mondo di quest’autrice che non finisce mai di sorprendere i suoi lettori, sia piccoli che grandi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La bronchite acuta: sintomi e segni

Posted by fidest press agency su sabato, 20 ottobre 2012

La bronchite acuta è una patologia tipica del periodo autunnale/invernale, caratterizzata da un’iperemia delle vie respiratorie che può portare ad una vera e propria ostruzione. Le cause possono essere:
– infettive: rinovirus, adenovirus, virus influenzali, paramixovirus, Coxsackie virus e micoplasmi. Ovviamente il quadro clinico e anche la prognosi sono peggiori in un paziente che soffre già di una Bpco.
-irritative: dovute all’esposizione a sostanze tossiche e irritanti come l’ammoniaca, l’anidride solforosa, polveri minerali e acidi organici.
Dal punto di vista istopatologico è caratterizzata da iperemia, infiammazione tracheo-bronchiale e un’infiltrazione leucocitaria che porta ad una produzione di muco. I sintomi principali sono infatti: dispnea, febbre, malessere, mialgia, prodromi delle sindromi influenzali e una tosse quasi convulsa e continuativa. Un escreato purulento è indice di una bronchite su base batterica. Diagnosi differenziale: Ards, Bpco, Tbc, polmonite e neoplasia polmonare. Una rx torace e valutazione dei sintomi spesso sonosufficienti per escludere altre patologie. Domande essenziali
Il paziente è un fumatore? Siamo in presenza di una Bpco cronica? È asmatico? Che lavoro fa? Vi è un escreato? È iniziato tutto da un raffreddore? (causa principale delle bronchiti). a cura di Fabio Simonetto, Farmacista

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tanti segni più nell’attività 2011 di CrediFriuli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 marzo 2012

Udine, Italy Photo' by Wikityke.

Udine, Italy Photo' by Wikityke. (Photo credit: Wikipedia)

Ci sono una serie di segni più davanti ai numeri del bilancio 2011 di CrediFriuli. L’utile di bilancio, infatti, ha raggiunto i 2,9 milioni di euro, con una variazione positiva del 32,70 per cento sull’anno precedente. La raccolta complessiva ha superato gli 841 milioni di euro, con una crescita del 2,87 per cento sul 2010. Molto bene è andata la raccolta dalla clientela che è cresciuta del 2,93 per cento (oltre 638 milioni di euro). La raccolta indiretta è cresciuta del 2,7 per cento (avvicinandosi a 203 milioni di euro) e la raccolta obbligazionaria ha avuto in incremento dell’1,32 per cento, superando la cifra di 241 milioni di euro.
«La fiducia di soci e clienti verso la banca – sottolinea il presidente di CrediFriuli, Luciano Sartoretti – è stata ben riposta anche perché, come indicano i numeri, abbiamo fatto crescere significativamente gli impieghi destinati alle famiglie e alle imprese del territorio».
Rispetto all’anno precedente è stata registrata una crescita degli impieghi pari al 5,62 per cento (praticamente più del doppio rispetto al sistema bancario regionale). Il totale degli impieghi ha raggiunto i 544,8 milioni di euro e il nuovo credito erogato nel 2011 ha superato gli 80 milioni di euro.
«Anche la compagine sociale ha avuto un incremento di 310 nuovi soci (+6,5 per cento). A marzo 2012, il numero complessivo dei soci è fissato in 4.761. La nostra costante attenzione al territorio –conclude Sartoretti – e le iniziative rivolte alla compagine sociale stanno dando indubbiamente i loro frutti».
A partire dalla primavera del 2012, saranno organizzati degli incontri zonali, con enti e associazioni, per la collaborazione nello sviluppo condiviso del territorio. Per i soci, invece, oltre alle numerose e interessanti agevolazioni bancarie, sono previste altre iniziative quali a esempio le due serate teatrali in programma per il mese di aprile e i premi al merito scolastico destinati ai soci e ai loro figli.
Al 31 dicembre del 2011, CrediFriuli operava con 161 dipendenti e 34 filiali (la Bcc con la presenza più diffusa in Fvg). L’apertura più recente risale al dicembre scorso: si tratta della moderna filiale del Parco Nord di Udine che già nei primi mesi di attività ha ottenuto ottimi risultati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Segni: Sette parole per sperare

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2011

UEMEDEF11 Jean Vanier 1334

Image by François à L'Imprévu via Flickr

Jean Vanier uno dei grandi personaggi contemporanei, ci ricorda attraverso 7 parole, 7 segni (Umiliazioni-Educazioni-Trasformazioni-Autorità-Comunità-Vulnerabilità-Misteri) che «l’assurdo attraversa l’esistenza – è impossibile negarlo – ma, a sua volta, l’amore può attraversare ciò che pare assurdo e ha il potere di trasformarlo in mistero. E il mistero è abitabile». di Jean Vanier Edizioni San Paolo 160 pagine € 15,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I segni dell’anima di Emanuela Troiani

Posted by fidest press agency su sabato, 19 febbraio 2011

Roma 1 marzo 2011 Martedì 14.00 – 24.00 Da Mercoledì a domenica 18.00 – 24.00) Caffè Letterario Viale Ostiense 95    L’Associazione Culturale Arteoltre, in collaborazione con il Caffè Letterario,presenta la mostra “I segni dell’anima”, dedicata alle opere dell’artista romana Emanuela Troiani. A cura di Alessandra Fina e Claudia Pettinari, l’esposizione mira ad evidenziare il percorso pittorico che l’artista ha compiuto tra il 2010 e il 2011.Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Roma  e dotata di un virtuoso talento espressivo , Emanuela dipinge ad olio. Emanuela Troiani ha colto che l’esperienza di ogni essere umano è arte e che tra gioia e  dolore, speranza e rassegnazione, angoscia e serenità, l’uomo è capace di trovare la propria dimensione.Dipingere direttamente su tela, senza fare il bozzetto preparatorio, significa per l’artista rompere le distanze tra la propria anima e ciò che viene rappresentato; il gesto pittorico diventa espressione e estensione dei propri sentimenti arricchito di significato dalle sfumature di caldi tratti cromatici Le opere della mostra “I Segni dell’Anima” danno voce all’espressione artistica dei personaggi dipinti e delle figure ritratte da Emanuela Troiani, avvolte nell’intimità della vita quotidiana. L’inaugurazione, prevista per le ore 17.00, sarà accompagnata da un aperitivo d’autore a cura del Caffè Letterario Roma. (Elena Madera in sintesi) http://www.caffeletterarioroma.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commestibili

Posted by fidest press agency su sabato, 25 settembre 2010

Bologna fino al 30/10/2010 Strada Maggiore, 81 Florido Esercizio prima esposizione personale dell’artista Federica Aghadian. Il progetto è costituito da due serie di fotografie diverse e complementari. Fragili antropomorfi e’ composto da venticinque immagini macro di patatine a forma di calciatori, che, grazie a un accurato studio di luci, appaiono come sculture antropomorfe fortemente plastiche, lanciate e scavate da linee d’ombra in equilibri impossibili. Una materia protagonista, che mantiene del prodotto originale la fragilità e la leggerezza, ma che viene ora caricata da un’inquietudine antica, che inventa i segni della precarietà della condizione umana in falsi non finiti scultorei.
Federica Aghadian nasce a Teheran da padre iraniano e madre italiana nel 1975. Dopo aver vissuto in Iran, in Turchia e negli Stati Uniti, a New York, torna in Italia nel 1994 dove frequenta il Corso triennale di fotografia presso l’Istituto Europeo del Design di Roma, conseguendo il diploma nel 1997. (federica)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Segni & sogni: Collettiva

Posted by fidest press agency su sabato, 3 luglio 2010

San Quirico d’Orcia (SI) fino al 29/8/2010  piazza Chigi 2 Palazzo Chigi Zondadari a cura di Vera Braci e Gianni Resti  Autori: Baco’, Fiorenzo Barindelli, Laura Besnate, Marco Boscolo, Bruno Cairati, Roberto Carullo, Patrizia Castano, Rosario Chinello, Giuliano Dallavecchia, Felix Danton, Roberto Dell’Acqua, Daniele Donde’, Takane Ezoe, Federico Fiorentini, Elisabetta Fontana, Fabio Forti, Ceylan Insel, Barbara Maletti, Elisabetta Mastro, Enea Morosini, Mario Paschetta, Maria Luisa Tadei, Mauro Vettore, Dario Zaffaroni, Emanuela Zamponi.  Ogni anno le eleganti sale di Palazzo Chigi Zondadari permettono alla comunità di San Quirico d’Orcia di salire alla ribalta con uno degli eventi artistici ed espositivi che caratterizzano l’offerta culturale estiva del territorio senese. Le edizioni precedenti sono state dedicate esclusivamente al percorso pittorico di un’artista contemporaneo quasi sempre coinvolto dal fascino e dalla bellezza della Val d’Orcia. Le opere degli artisti esposte sotto gli affreschi di Palazzo Chigi si sono rivelate sempre una piacevole opportunità di conoscenza e di approfondimento culturale. (1277999322b.jpg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Segni. Sintesi di un’anima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 giugno 2010

Spoleto (Pg) dal 19 giugno al 4 luglio 2010 (Ingresso libero Orario di visita: martedì-sabato h.17-20) Inaugurazione Sabato 19 giugno ore 19 Palazzo Leti Sansi Via Arco di Druso 37, Festival Internazionale dei Due Mondi Mostra Collettiva d’Arte Contemporanea Curatrice: Sabrina Falzone. Per il Festival dei Due Mondi, il più prestigioso evento internazionale di arte e cultura, il critico e storico dell’arte Sabrina Falzone presenterà “Segni. Sintesi di un’anima”, un monumentale progetto espositivo fondato sulla valorizzazione dell’arte contemporanea a trecentosessanta gradi, che vedrà la realizzazione nell’elegante cornice del Palazzo Leti Sansi di Spoleto, sito in prossimità di Piazza del Mercato, sede di importanti eventi culturali.  Nella terza sala si potranno ammirare gli impeccabili disegni di Sara Dorigo, abile ritrattista della provincia di Belluno, e gli straordinari dipinti sulla poetica del nudo di Valerio Tizzi, sospesi in un’atmosfera di sensuali equilibri e armoniosi contrasti cromatici. Nel languore della luce affiorano i sensibili paesaggi eseguiti da Nicla Rossini, eclettica pittrice e poetessa che, mediante un particolare impiego cromatico, riesce a trasmettere il senso di solitudine universale, sottolineando il motivo dell’incomunicabilità. Sulle medesime tonalità, sia pure in chiave mnemonica, appare l’opera di Regina Di Attanasio che si concentra su delicatissimi trapassi ritmici. Ma il ritmo del segno è rielaborato magistralmente nell’arte di Barbara Romano, ispiratasi alle bellezze del paesaggio toscano. La sensibilità verso la natura si rende manifesta nella pittura di Susanna Anna Redaelli, che indaga nuove eloquenze monocrome dalle calde e piacevoli sfumature. Con il solo uso delle dita Rosa Proface dipinge tele di encomiabile visione estetica, mostrando tutto il proprio amore per la natura. Dal suo canto Maurizio Falcocchio espone la tela simbolica dal titolo “L’equilibrio sopra la follia”, affrontando un tema oltremodo caro agli artisti. Il simbolismo, di cui è intessuta buona parte della ricerca artistica odierna, si ritrova con grande efficacia rappresentativa nella “Ninfa” di Enrico Delfini e prosegue con accenti quasi drammatici nella pittura digitale dell’autrice siciliana Rita Puliafito dedicata all’infanzia perduta.
In occasione del Festival di Spoleto, a Palazzo Leti Sansi sarà presente anche la nota pittrice milanese Marta Boccone, che è stata recensita nel 2009 da Sabrina Falzone in occasione della personale presso la Galleria Il Borgo e nel 2010 dall’illustre critico Paolo Levi nel catalogo edito da Mondadori “La materia è il colore”. Secondo la Falzone la poetica del caos materico in Marta Boccone è recuperata mediante l’apologia del colore, dissipato in deflagrazioni sensoriali senza tempo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elisabetta Conte: Fragile Works

Posted by fidest press agency su martedì, 4 maggio 2010

Roma fino al 31/5/2010 via dei Sabelli 1, Studio Abate -Con una -messa in scena- come quella che il nostro spazio accoglie e vi propone, – afferma il Maestro Claudio Abate – Elisabetta mostra soprattutto una notevole abilità nel toccare nuovi registri compositivi e nuove forme al di là della pura linearità e della semplicità formale dei grandi -lenzuoli- o degli interventi -a tema- già esibiti.  Colpisce pero’ che cio’ possa avvenire in stretta relazione e in piena continuità con i segni e con le notazioni che sin dall’inizio rendono cosi’ pittorico il suo lavoro e la sua capacità espressiva. Piace dunque, e piacerà a chi ancora non la conosce, questa continuità che senza svolte troppo critiche e senza traumi sa evolvere verso uno spazio piu’ concreto e piu’ materiale. Attrae anche questa apertura di discorso priva di retorica e in cui si sfugge alla tentazione della didascalia e del facile insegnamento. Un nuovo, secondo inizio tutto da guardare e da valutare-. (conte)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Transumanza: i segni del tempo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

Città Sant’Angelo Village dal 20 marzo al 9 maggio mostra storico-documentaria.  Il percorso espositivo proposto è una riedizione della mostra “Tratturi” realizzata nel 1989 dalla Soprintendenza e ampliata nel 2000. Arricchita dalla presenza di prodotti e manufatti rappresentativi dell’economia agro-pastorale, la mostra promuove una lettura nuova e diversa della civiltà della transumanza, questo periodico migrare di uomini e di armenti tra i pascoli della Puglia e dell’Abruzzo attraverso i tratturi, le interminabili vie d’erba che per secoli hanno visto il lento snodarsi delle greggi nei trasferimenti stagionali dalla pianura alla montagna e viceversa. Le principali novità rispetto alla mostra originaria sono la riproduzione di un arazzo cucito da Sandro Visca, “In itinere”; una riproduzione di una serigrafia di Remo Brindisi, “Pastorale”; la mostra didattica “La transumanza e la vita del pastore” realizzata dagli alunni della V A (a.s. 2005-2006) della scuola primaria “Gabriele d’Annunzio” di Francavilla, realizzata nell’ambito di un progetto curato dall’insegnante Luisa Miccoli; la partecipazione dei Parchi dì Abruzzo; e il coinvolgimento di Nino Di Fazio per la realizzazione del manifesto. Nei fine settimana, inoltre, nello spazio espositivo saranno proposti prodotti agroalimentari legati al mondo della pastorizia. Dalla ricerca archivistica e dall’analisi dei documenti nasce una rassegna fotografica e documentaria che rivista la tradizionale concezione della via di passaggio degli armenti e lo reinserisce nel territorio cui è strettamente correlato. Percorrendo un ampio itinerario, la mostra presenta infatti alcuni scorci delle principali direttrici della transumanza (L’Aquila-Foggia, Celano-Foggia, Pescasseroli-Candela) nel loro tracciato abruzzese, soffermandosi in particolare sul tratto Centurelle-Motesecco nel territorio di Caporciano. Numerose immagini fotografiche mettono a confronto la situazione attuale con quella passata, testimoniata da un’abbondante cartografia storica. In particolare, nella mostra sono esposte le piante degli Atlanti delle Reintegre, le prime ricognizioni operate fin dal XVI secolo per l’esatta misurazione delle superfici tratturali e delle aree pascolive. Gli stessi temi vengono presentati anche in un racconto filmico: un documentario didattico che ripercorre le fasi fondamentali di lavorazione della lana e del latte. (guliver transumanza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva: Colori, Materie, Segni

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

Roma dal 21 marzo al 2 aprile 2010 (inaugurazione domenica 21 marzo ore 17.00) VISTA Arte e Comunicazione, Via Ostilia 41, (zona Colosseo). All’inaugurazione interviene  Daniela Valentini   Assessore alle politiche agricole della Regione Lazio. In questo luogo Soqquadro espone la collettiva Colori Materie Segni curata da Linda Filacchione e Marina Zatta;  una mostra che esplora l’utilizzo dei principali strumenti del lavoro artistico. Nell’esposizione sono presenti artisti che lavorano su diversi stilemi artistici, dal figurativo alla pop art, dall’informale all’astratto, molte delle principali correnti  culturali dell’arte sono rappresentate in questa esposizione. Lo scopo è un’esplorazione sull’uso del colore, della materia pittorica e del segno grafico a 360 gradi. Tra gli artisti partecipanti alcuni approfondiscono maggiormente lo strumento coloristico, altri quello materico ed altri ancora il segno grafico, nell’insieme sono quindi rappresentati tutti gli aspetti legati alla modalità della creazione artistica. Nell’opera esposta da Duccio Andreini c’è l’idea del giuoco dell’ombra come segno acheiropoietico, come non creato da mano umana. Lo stile di Ieva Sara Breiksa è leggero, in continuo movimento. Alessandra De Sanctis, abituata a riempire la superficie per raccontare, con la sua serie di sedie, desolate o accompagnate dalla presenza umana, dislocate in spazi asettici, senza tempo, allude alla condizione dell’uomo moderno.  Il lavoro di Gianluca Elia si snoda su due tematiche principali: il jazz, raccontato attraverso l’utilizzo della tecnica dell’incisione che gli consente di esprimere atmosfere rarefatte dense di piccoli segni attraverso i quali emergono, quasi dal buio, le figure o gli strumenti protagonisti del racconto.  Le motivazioni artistiche di Elisabetta Fontana nascono da una grande passione per l’arte.  Andreina Guerrieri è nata a Montaione, in provincia di Firenze,  e vive tra Firenze e la campagna toscana.  L’espressione artistica di Antonio Nuvoli è evidente nelle sue opere dall’aspetto plastico e dinamico e nella  pulizia assoluta del colore e delle forme, frutto di una continua semplificazione dello stile e della ricerca del particolare effetto cromatico. Il lavoro di Miky Pedro negli anni ha spaziato in una ricerca di sensazioni intime create con segni stilistici diversi ma sempre improntati su una base figurativa. Il lavoro di Angela Scappaticci è riassumibile nella parola “materia”, solida e invadente nello spazio e contrapposta a parti più impalpabili della tela. spettatore. Gloria Tranchida realizza i suoi quadri con l’uso di carta e cartone riciclati, associati ad una tecnica materica nella quale spicca l’uso dell’oro e di altri colori metallici. (gianluca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo spazio bianco

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2009

Università Zurigo (UZH-Zentrum), Aula KOL-E-18, 8 ottobre 2009, ore 19.00 Per il ciclo Incontri con la letteratura italiana contemporanea  Presentazione del libro Lo spazio bianco,  Einaudi, 2008 (trad. ted.: Zeit des Wartens, Bertelsmann 2009) Moderazione: Luca Bernasconi, Radio Svizzera Italiana Lettura e traduzione: Michael Schwarzenbach, Università di Zurigo In collaborazione con la Casa Editrice Bertelsmann, Monaco di Baviera In italiano e in tedesco. Seguirà un rinfresco. Valeria Parrella (Torre del Greco, 1974), laureata in Lettere Moderne all’Università di Napoli e interprete diplomata della lingua italiana dei segni, vive a Napoli. È collaboratrice della redazione napoletana del quotidiano „La Repubblica“ e della rivista „Marie Claire“. Mosca più balena (2003, trad. ted.: Die Signora, die ich werden wollte, 2005), il suo libro d’esordio, ha vinto il „Premio Campiello“ Opera Prima nel 2004. La sua seconda raccolta di racconti, Per grazia ricevuta (2005, trad. ted.: Der erfundene Freund, 2006) è stata finalista al Premio Strega 2005 e ha vinto il Premio Renato Fucini per la miglior raccolta di racconti. Valeria Parrella è anche autrice di testi per la radio e per il teatro. Nel 2008, per Einaudi, è uscito il suo primo romanzo Lo spazio bianco (trad. ted.: Zeit des Wartens, 2009). Dal romanzo è stato tratto un film, presentato al Festival del Cinema di  Venezia 2009, con la regia di Francesca Comencini. Il romanzo racconta la storia di Maria: ha superato da poco i quaranta anni, vive a Napoli, lavora come insegnante in una scuola serale e un  giorno, al sesto mese appena di gravidanza, partorisce una bambina che viene subito ricoverata in  terapia intensiva neonatale. Dietro l’oblò dell’incubatrice Maria osserva le ore passare su quel  piccolo corpo come una sequenza di possibilità. Niente è più come prima: si ritrova in un mondo strano di medicine, attese insensate sui divanetti della sala d’aspetto, la speranza di portare sua  figlia fuori da lì. Nei giorni si susseguono i pasti alla mensa con gli studenti di medicina, il dialogo muto con i macchinari e soprattutto il suo lavoro: una scuola serale dove camionisti faticano su  Dante e Leopardi per conquistarsi la terza media. La circonda e la tiene in vita un mondo pericolante: quello napoletano, dove la tragedia quotidiana si intreccia con la farsa, un mondo in cui il degrado locale è solo la lente d’ingrandimento di quello nazionale

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I cicli virtuosi aziendali

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 agosto 2009

Le aziende devono imparare a valutare i costi e a considerare la necessità di “dirimere” i possibili sprechi. Pensiamo, ad esempio, agli eccessi o anticipi di produzione, ai ritardi, al trasporto non pianificato alla movimentazione interna, alla insufficiente progettazione di processo, alla poca cura prestata per le scorte, alla scarsa performance di processo e alla produzione di prodotti o di servizi difettosi. Se, infatti, la competitività aziendale si gioca sul filo di  lana della qualità e funzionalità dei propri sistemi occorre ripensare seriamente a quella parte culturale che presiede la logica di un successo misurato nel dotarsi di una sensibilità e di un pragmatismo ad alta frequenza per recepire i segni anche lontani e deboli di un mercato che è anch’esso in una fase di evoluzione e che tende sempre di più a misurarsi con le logiche temporali. Abbiamo sempre più fretta di porre mano ai cambiamenti, di realizzare, di mutare. E la nuova cultura vede in primo luogo nelle risorse umane la caratteristica fondamentale per determinare un flusso continuo e multidirezionale per informare stimolare, coinvolgere i dipendenti nei processi decisionali ed operativi dell’impresa ed in subordine nel tenere sempre viva l’attenzione sulle previsioni dei bisogni di mercato, anticipando i volumi di produzione e gli stock di prodotti finiti a magazzino. Uno di questi aspetti si basa sul modello “lean” che ha la caratteristica di sincronizzare la produzione con gli ordini dei clienti. In questo modo l’ordine entra in produzione subito, senza dover attendere la pianificazione del lotto, e il sistema consente una maggiore personalizzazione del prodotto. Ne consegue una sensibili riduzione dei costi e finisce persino con il ridurre se non addirittura eliminare le scorte.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La versione chirurgica della medicina estetica

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

La chirurgia plastica e la medicina estetica hanno stabilito un’alleanza che possiamo definire strategica. E’ una forma di collaborazione multidisciplinare che si esprime in base sia al momento antecedente sia a quello successivo in cui si offrono. Pensiamo al trattamento dell’invecchiamento cutaneo. Si può prevedere la correzione della quantità, ed in questo caso entra in campo il medico chirurgo e della qualità con il supporto del collega di medicina estetica.  Un face lift eseguito su un viso con una pelle che presenta segni clinici di fotodanneggiamento darà inevitabilmente un risultato incompleto. In questo caso vi soccorre la chirurgia. Ma non solo. La medicina estetica, per il suo aspetto educativo, permette di gestire al meglio il risultato medico-chirurgico permettendone una durata prolungata. Un classico esempio è la lipoaspirazione: il risultato chirurgico è definitivo solo se il peso viene mantenuto nel tempo ed è soggetto a miglioramento se nel periodo post-operatorio la paziente si sottopone ad una regolare attività fisica di mantenimento. Inoltre, la medicina estetica può aiutare a prevenire e migliorare tutta una serie di complicanze circolatorie venose e linfatiche che spesso si presentano dopo un intervento di lipoaspirazione agli arti inferiori soprattutto in soggetti predisposti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cordelia Von Den Steinen il sogno e i segni

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 marzo 2009

cordeliaMilano 7 aprile – 31 maggio 2009 Castello Sforzesco Museo di Arte Antica  Si inaugura il 6 aprile nel Museo di Arte Antica al Castello Sforzesco di Milano una antologica di Cordelia von den Steinen. Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, e curata da Elena Pontiggia, è la prima grande mostra dell’artista in uno spazio pubblico milanese e instaura un suggestivo dialogo tra le sue opere e le sculture antiche presenti nel museo.    Sono esposti nella rassegna i principali lavori della scultrice, dalle installazioni  monumentali come La casa etrusca del 1971 e Con grande pazienza  del 1999, a una nutrita serie di opere di minori dimensioni, come La solitudine popolata e La poltrona aspetta del 2002; Col peso dei libri e Il solito nascondiglio del 2006; La scalata, Il passaggio, La vestizione, Gli stracci della regina del 2007.   Sono opere che hanno fatto conoscere Cordelia von den Steinen per la sua capacità di invenzione poetica e la sua intensa interpretazione della terracotta, materia fondamentale della sua ricerca. Elementi della vita quotidiana, raccontati e trasfigurati da uno sguardo insieme realista e stupefatto, e figure isolate o in folla, sono il filo conduttore della mostra. Cordelia von den Steinen nasce a Basilea nel 1941, dove avviene la sua prima formazione. Nel 1963 si trasferisce a Milano per studiare all’Accademia di Brera con Marino Marini e Alik Cavaliere, e perfeziona gli studi a Roma e a Parigi. Da allora vive e lavora in Italia, esponendo anche in Svizzera, Germania, Francia. Nel 1965 conosce Pietro Cascella, con cui stringe un sodalizio d’arte e di vita che durerà fino alla morte del maestro, scomparso lo scorso anno.  In occasione della mostra sarà pubblicato da Silvana Editoriale un ricco catalogo con un saggio della curatrice e le riproduzioni a colori di tutte le opere esposte.  (foto cordelia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »