Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘selvaggio’

Jonathan Lethem: Il detective selvaggio

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 giugno 2019

Lethem torna al noir per la prima volta dopo il bestseller Brooklyn senza madre, vincitore del National Book Critics Circle Award. L’autore sarà in Italia per la promozione del libro. Uscita prevista: 27 giugno
Phoebe Siegler incontra il Detective Selvaggio, ovvero Charles Heist, per la prima volta in una roulotte trasandata all’estrema periferia est di Los Angeles. Lei sta cercando Arabella, la figlia di una sua amica, che è scomparsa e ingaggia Heist per aiutarla. Heist, un solitario di poche parole che tiene il suo animale da compagnia – un opossum – nel cassetto della scrivania, conquista subito la esuberante, sarcastica e logorroica Phoebe. Controvoglia, Heist decide di aiutarla. Questa strana coppia inizia così un viaggio tra i vagabondi che abitano nel deserto per scoprire che Arabella si trova in guai seri intrappolata in una situazione di stallo e potenzialmente violenta cui solo Heist, incredibilmente, può mettere fine. Il viaggio di Phoebe nel deserto si prospettava bizzarro sin dall’inizio, ma nessuno poteva immaginare che fosse anche pericoloso…“Il Detective Selvaggio indaga la nostra America infestata in tutte le sue forme contemporanee – al confine della città, nelle profondità del deserto, quella della porta accanto. È una esibizione agile e incredibile questa, che trabocca di verve e acume, marchio di fabbrica di Lethem.”– Colson Whitehead, Premio Pulitzer 2017 “Il Detective Selvaggio è un libro irriverente e incredibilmente spiritoso, su cosa significa vivere nel bel mezzo di un trauma postelettorale. Come al solito, Lethem scrive di un’America grottesca, anticonformista e spietata con sapienza e acume straordinari.” – Dana Spiotta (by La Nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Brasile selvaggio: Terra di fuoco e acqua

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 settembre 2014

Brasile selvaggioPrima serie (3 puntate) – Da Giovedì 30 ottobre, ore 22:00 Il Brasile rappresenta il cuore selvaggio del Sud America e ospita una varietà di specie animali come nessun altro Stato al mondo. Ma è anche una terra difficile, dove gli animali devono imparare ad adattarsi per sopravvivere.Questa serie segue le avventure di un gruppo di animali, alle prese prima con una vasta alluvione nel pieno della stagione delle piogge e poi con i devastanti incendi della stagione secca. Seguiremo i primi giorni di vita di un cucciolo di Cebo dai cornetti, un esemplare di scimmia molto intelligente, e una famiglia di lontra gigante costretta a scontrarsi con alcuni giaguari.
Questo documentario porta sullo schermo, in modo nuovo e emozionante, alcune delle specie più tipiche del Paese e regala uno sguardo indimenticabile su una terra ricca e interessante come il Brasile.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tir selvaggio: costi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 gennaio 2012

English: TIR Polski: TIR

Image via Wikipedia

«Tre milioni di euro al giorno: tanto ci costa in merci non consegnate lo sciopero selvaggio dei tir che sta colpendo il Paese. Un conto che, se l’agitazione continuasse sino a venerdì, arriverebbe a 15 milioni per le nostre aziende associate. Si tratta di un costo enorme, se pensiamo che il settore della vendita diretta, nel suo complesso, muove nove milioni di euro in merci al giorno. Naturalmente è buona norma fare i conti alla fine, ma posso già affermare con certezza, sulla base della nostra esperienza, che questa situazione non solo comporta disagi per i ritardi, ma si ripercuote sul lavoro di consegna delle prossime settimane, con tutti i rischi che questo comporta per la soddisfazione del consumatore». Luca Pozzoli, 46 anni, è il presidente di Univendita, l’associazione di categoria che riunisce le più importanti aziende italiane operanti nel campo della vendita diretta a domicilio. Le imprese associate a Univendita contano oltre 55mila collaboratori in tutta Italia e superano il miliardo di euro di fatturato annuo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telemarketing selvaggio

Posted by fidest press agency su domenica, 6 febbraio 2011

Dopo una gestazione lunga e sgangherata, arriva lo sbandierato “Registro delle opposizioni”, quello a cui gli utenti telefonici risultanti dai vari elenchi -aziende e persone fisiche- possono iscriversi per evitare di ricevere telefonate pubblicitarie da venditori di ogni tipo di prodotto/servizio. Abbiamo predisposto una scheda pratica con le istruzione per l’uso, ma i dubbi sulla sua efficacia permangono. Non si può non ricordare il modo selvaggio con cui gli operatori hanno operato finora, anche con l’avallo e le sanatorie del Parlamento italiano che ha più volte graziato chi, infischiandosene delle norme, ha impunemente commesso reati. Per capire il livello di abusi, basti citare un documento degli stessi operatori che, poche settimane fa, si sono dati un codice di autoregolamentazione in cui solennemente promettono di non tediare con fastidiose telefonate gli italiani dopo le 21.30 (2), il che significa che telefonare dopo le nove e mezza è stata e forse è prassi consolidata.
In ogni caso il Registro delle opposizioni dal 1 febbraio 2011 è attivo. Ma quali sono i principali limiti giuridici e pratici? Per esempio, se dopo l’iscrizione continuano a chiamare? Di fatto la legge non prevede un meccanismo tecnico di interdizione delle chiamate. Si prescrive l’applicabilità di sanzioni, ma non si prescrive la possibilità di attivare delle tecniche di filtraggio nei confronti del telemarketer che chiami anche utenti iscritti al Registro. Potrebbe darsi infatti che in assenza di provvedimenti di filtraggio, l’operatore commerciale continui comunque a contattare tutti indiscriminatamente. Ovviamente qui si apre lo scenario di un contenzioso infinito tra gli abbonati che devono dimostrare di essere stati importunati da quel determinato operatore commerciale e i telemarketer che faranno di tutto per glissare.
Il ruolo monco del Garante della Privacy. Il controllo sul funzionamento e sul rispetto della normativa viene affidato al Garante Privacy. La funzione dell’Authority tuttavia si dimostra monca: può comminare sanzioni, ma non ha il potere di ordinare alle compagnie telefoniche l’interdizione di una certa linea telefonica (quella del telemarketer fuori legge) dall’interoperabilità con l’intera utenza nazionale. Conseguentemente in barba alla previsione di contatti con numero telefonico in chiaro e dovere di informativa, l’operatore commerciale può benissimo agire in modo abusivo senza accedere al Registro e da territori non sottoposti alla normativa in oggetto, gabbando lo Stato italiano e le aziende del settore che lavorano in modo serio e trasparente. Insomma un Registro delle opposizioni senza poteri di opposizione serve veramente a poco. Nonostante tutto questo, però, iscriversi in massa può essere utile, come utile è evitare di rispondere alle chiamate con numero anonimo o riservato o comunque non identificabile. (Deborah Bianchi, avvocato specializzato in diritto applicato alle nuove tecnologie, esercita nel Foro di Pistoia e Firenze in materia civile e amministrativa)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mino Maccari: Un selvaggio indiscreto

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2010

Fucecchio (FI) fino al 7/12/2010 largo Trieste 25 Galleria Greco Arte L’esposizione una decina di dipinti ad olio ed una serie di disegni e tecniche miste del noto artista, nato a Siena nel 1898 e deceduto a Roma nel 1989. Figura complessa della cultura italiana del Novecento, fine intellettuale, scrittore e giornalista, disegnatore satirico e caricaturale, osservatore attento del proprio tempo, Maccari e’ presentato in mostra soprattutto come raffinato artista visivo. Gli olii esposti, come ‘Il piazzale’ del 1968 e ‘Sera di gala’ del 1973, sono solo alcuni degli esempi piu’ rappresentativi della grande qualità espressiva dell’artista senese. Non sono da meno le numerose tecniche miste e i disegni ad inchiostro presentati in mostra, in alcuni casi già pubblicati, tra gli anni Quaranta e Cinquanta, su «Il Mondo» o su «L’Espresso», che offrono l’inconfondibile stile pungente, veloce, preciso, imprevedibile ed ironico di Maccari. (maccari)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: tavolino selvaggio

Posted by fidest press agency su sabato, 7 agosto 2010

Gli accertatori di Roma Entrate affiancano gli agenti della Polizia Municipale nel controllo e nella repressione di “tavolino selvaggio”.  Il sindaco, Gianni Alemanno, ha, infatti, firmato un’ordinanza, la 199, con la quale l’accertamento delle violazioni dell’ordinanza anti “tavolino selvaggio” (la 128 del 25 maggio scorso) verrà svolto in stretta collaborazione tra gli agenti di Roma Entrate e la Municipale. L’ordinanza 128, adottata in via sperimentale nel territorio del Municipio I, ha l’obiettivo di reprimere il fenomeno del “tavolino selvaggio”, cioè di esercizi commerciali che aumentano in maniera arbitraria l’area occupata dai tavolini all’aperto rispetto a quella loro concessa o che sono addirittura privi di autorizzazione. Severe le sanzioni previste: da 200 a 500 euro di multa, sospensione dell’autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico graduata in base all’entità dell’abuso e, in caso di recidiva, la chiusura temporanea dell’esercizio. Nei primi 2 mesi di applicazione, sono già state elevate 238 violazioni – il 45% a gestori risultati totalmente abusivi e il 20% a gestori che erano riusciti a “più che raddoppiare” la superficie loro concessa – e già 4 esercizi sono stati oggetto di provvedimento di chiusura temporanea. L’estensione dei compiti di controllo agli agenti accertatori di Roma Entrate consentirà di rafforzare l’attività di presidio in vista dell’eventuale estensione delle stesse misure di prevenzione ad altre zone della città.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intercettazioni telefoniche e telemarketing selvaggio

Posted by fidest press agency su domenica, 23 Mag 2010

C’è un attivismo asimmetrico nell’azione del Governo in fatto di privacy. Sta portando avanti un provvedimento sulle intercettazioni telefoniche (e non solo) che e’ il contrario di quanto ha fatto sui call center del telemarketing, dove ha legalizzato i reati che da anni questi operatori hanno compiuto ai danni degli italiani, utilizzando numeri di telefono acquisiti illegalmente. Il ddl intercettazioni “restituisce pari dignità al diritto alla riservatezza, al diritto di cronaca ed al diritto-dovere di indagine”, spiega il ministro della Giustizia, Angelino Alfano. E’ bravo il nostro ministro! Capace di mediare (a parole) tra diritto alla privacy, libertà di stampa e diritto all’informazione, oltre all’obbligo per le autorita’ di perseguire i reati. Ma Alfano, delle violazioni della privacy, se ne accorge solo quando eventuali abusi coinvolgono i potenti. Non ricordiamo, infatti, interventi a difesa della privacy di milioni di italiani non-potenti, molestati dai call center a tutte le ore della giornata. Anzi, i parlamentari della maggioranza governativa hanno ostacolato l’azione del Garante della privacy, approvando leggi e leggine che hanno consentito ad autori di reato (come ipotizzato dal Garante) di continuare “tecnicamente” a delinquere. Dopo una serie di avvertimenti, nel settembre 2008 il Garante scrive: “le aziende e le compagnie telefoniche che hanno acquistato i dati e li hanno utilizzati a fini di marketing telefonico, non si sono preoccupate di accertare, come prevede la disciplina sulla protezione dei dati, che gli abbonati avessero acconsentito alla comunicazione dei propri dati e al loro uso a fini commerciali. La mancata inosservanza del divieto dell’Autorità espone anche a sanzioni penali”.  Un avvertimento tardivo, ma perentorio. Così, in soccorso di chi non ha rispettato le norme, interviene la maggioranza governativa che fa approvare varie proroghe, consentendo a chi non ha rispettato la privacy degli italiani di continuare a molestarli. La doppiezza dei governanti italiani non è una novità, ma della doppia privacy se ne deve fare a meno. Visto quanto affermato dal vice sottosegretario Usa alla Giustizia, Lanny Breuer, sull’essenzialità delle intercettazioni per la lotta alla mafia, potremmo chiedere agli americani di liberarci da chi fa il contrario, come fecero nel 1943. Ma per il momento, siccome ci interessa la certezza del diritto più che la “politica politicante”, chiediamo al Governo, nell’ambito delle sue interpretazioni delle norme, solo chiarezza: – rispetto della privacy di chi parla al telefono? Bene! Sia cosi’ per tutti i cittadini, sia quelli potenzialmente delinquenti sia quelli che non vogliono ricevere a casa ogni ora un paio di telefonate per vendergli qualcosa; – rispetto condizionato di chi parla al telefono? Bene! Intercettazioni facili per i potenziali delinquenti e telefonate a go-go dei venditori a casa della gente. Certezza del diritto per sapere con chi si ha a che fare: per combatterli o elogiarli. La doppiezza, invece, è foriera di instabilità, incertezza e, da parte di chi prende atto che si puo’ fare tutto e il proprio contrario, delinquenza. (Domenico Murrone, responsabile Aduc telecomunicazioni) http://tlc.aduc.it

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Buche e manifesto selvaggio

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 gennaio 2010

L’Aduc comunica: “Buche e “manifesto selvaggio” nella capitale. Sei mesi fa scrivevamo al sindaco, Gianni Alemanno, una lettera richiamando l’attenzione sul degrado della citta’, con particolare riferimento alle buche e a “manifesto serlvaggio”. Ecco la lettera. “Signor Sindaco, dopo la tornata elettorale europea, che agli annali della storia passera’ come quella delle “elezioni al buco della serratura”, occorre tornare ad occuparsi della capitale d’Italia che, ancora una volta, e’ stata sfregiata da “manifesto elettorale selvaggio”, senza che ci sia stato un intervento risolutore dell’amministrazione comunale. Speriamo di non dover assistere alla calata dei barbari del manifesto alle elezioni regionali del prossimo anno. Rimangono comunque, i problemi “tera, tera” (con una erre sola), come direbbero i romani: le buche nelle strade, la pulizia e il decoro della Citta’ Eterna… Occorre rimboccarsi le maniche e amministrare con decisione una città che scivola verso il basso nelle graduatorie europee e si ferma in alto in quelle africane…” Come non detto”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »