Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘semestre’

Semestre europeo: pacchetto d’autunno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 novembre 2020

La Commissione europea ha presentato oggi il pacchetto d’autunno di politica economica, che comprende i pareri della Commissione sui documenti programmatici di bilancio (DPB) dei paesi della zona euro per il 2021 e le raccomandazioni sulla politica per la zona euro. È questa la seconda tappa del ciclo del semestre europeo 2021, iniziato in settembre con la pubblicazione della strategia annuale per la crescita sostenibile incentrata sul concetto di sostenibilità competitiva. La strategia annuale per la crescita sostenibile ha anche fornito agli Stati membri orientamenti strategici per l’elaborazione del piano per la ripresa e la resilienza, tracciando il collegamento tra il dispositivo per la ripresa e la resilienza e il semestre. Il pacchetto odierno si basa sulle previsioni economiche d’autunno 2020, elaborate in un contesto di forte incertezza, secondo le quali, a causa dello shock economico provocato dalla pandemia di coronavirus, nel 2022 la produzione nella zona euro e nell’UE resterà al di sotto del livello pre-pandemia. I pareri sui documenti programmatici di bilancio 2021 tengono conto dell’attuale crisi sanitaria, dell’elevato livello di incertezza e della grave recessione economica dovuta alla pandemia di COVID-19. La Commissione ha valutato che i DPB sono nel complesso in linea con le raccomandazioni del Consiglio del 20 luglio 2020. La maggior parte delle misure sostiene l’attività economica in un contesto di notevole incertezza. Per il Belgio, la Francia, la Grecia, l’Italia, il Portogallo e la Spagna, alla luce del livello del debito pubblico e delle grandi sfide in materia di sostenibilità a medio termine esistenti già prima dello scoppio della pandemia di COVID-19, è importante assicurare che, nel varare misure di bilancio a sostegno dell’economia, sia preservata la sostenibilità di bilancio a medio termine. Da aprile 2020 la Romania è sottoposta alla procedura per i disavanzi eccessivi a causa del superamento nel 2019 della soglia di disavanzo prevista dal trattato. La raccomandazione sulla politica economica della zona euro presenta agli Stati membri della zona euro una consulenza specifica sugli aspetti che incidono sul funzionamento della zona euro nel suo complesso. Dalla relazione sul meccanismo di allerta, che funge da strumento di vaglio per individuare potenziali squilibri macroeconomici, emerge che, nonostante gli squilibri macroeconomici si stessero riducendo prima dello scoppio della crisi sanitaria, i rischi di squilibrio sembrano essere in aumento negli Stati membri che presentavano squilibri già prima della pandemia di COVID-19. La Commissione è impegnata a perseguire una strategia per la crescita sostenibile che aiuterà l’UE e i suoi Stati membri a conseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) delle Nazioni Unite. Il documento di lavoro dei servizi della Commissione sull’attuazione degli OSS spiega in che modo la Commissione sta portando avanti il suo impegno a favore dello sviluppo sostenibile, dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e degli OSS nel suo processo decisionale. Dalle relazioni di sorveglianza post-programma relative a Cipro, Irlanda, Portogallo e Spagna emerge che le capacità di rimborso di ciascun paese rimangono solide. La Commissione invita l’Eurogruppo e il Consiglio a esaminare e ad approvare gli orientamenti proposti oggi e attende con interesse un dialogo costruttivo con il Parlamento europeo sui contenuti di questo pacchetto e su ogni tappa successiva del ciclo del semestre europeo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Labomar, nel primo semestre 2020 fatturato a 33 mln di euro

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2020

Istrana (TV), 1 settembre 2020 – Labomar ha chiuso il 1° semestre del 2020 con un fatturato consolidato di 33 milioni di euro. La quota attribuibile alla capogruppo Labomar è pari a 27,6 milioni di euro nel semestre, con un incremento del 18,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre gli altri 5,4 milioni di euro di ricavi sono stati realizzati da Enterprise Importfab Inc.. (Enterprises ImportFab Inc., è la società canadese con sede a Montréal che opera nel mercato farmaceutico, cosmetico e nutraceutico nord-americano, entrata nel perimetro del Gruppo Labomar nell’ottobre del 2019).Labomar non solo non ha subito contraccolpi dall’emergenza economica legata alla pandemia di Covid-19, ma ha migliorato i propri risultati grazie a una continua attenzione alle esigenze della clientela e al costante efficientamento produttivo che ha consentito di rispondere prontamente alle richieste fatte dal mercato in questo difficile periodo, e ai forti investimenti che da sempre vengono effettuati in Ricerca.In termini di risorse umane, circa il 10% del personale italiano si dedica esclusivamente alle attività di ricerca, un team multidisciplinare formato da circa 20 figure professionali, perlopiù under 35, che sta implementando molti progetti legati al rafforzamento del sistema immunitario.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fatturato di Boehringer Ingelheim in lieve crescita nel primo semestre 2018

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 agosto 2018

Nel primo semestre del 2018, Boehringer Ingelheim ha registrato importanti progressi nel settore della Ricerca e Sviluppo, rafforzando le basi per raggiungere e superare nuovi traguardi terapeutici a beneficio dei pazienti. Su un’ottantina di progetti di sviluppo, il 65% ha la potenzialità di generare una vera e propria rivoluzione terapeutica o di mettere sul mercato sostanze che rappresenterebbero i primi principi attivi di nuove classi di farmaci. I buoni risultati derivanti dagli studi clinici su empagliflozin, per il trattamento del diabete di tipo 1 in aggiunta alla terapia insulinica, nonché il riconoscimento della “Fast Track Designation” (ovvero un procedimento di autorizzazione più rapido rispetto al normale) da parte dell’Agenzia regolatoria statunitense FDA a nintedanib nel trattamento della sclerosi sistemica, rappresentano tappe fondamentali di questo processo di sviluppo.“Ci focalizziamo su malattie sia umane sia veterinarie che, fino ad ora, non hanno potuto essere trattate o prevenute in maniera soddisfacente. La nostra strategia e il nostro centro di interesse trovano conferma in approcci nuovi e innovativi” – ha spiegato Hubertus von Baumbach, Chairman del Board of Managing Directors di Boehringer Ingelheim -. “Anche in futuro potremo continuare ad offrire ai pazienti innovazioni che rappresentano un considerevole miglioramento delle opzioni terapeutiche, se non addirittura l’unica opzione di trattamento per alcune patologie”. Nell’ambito dei farmaci per uso umano sono al centro dell’interesse soprattutto le malattie cardiometaboliche, l’oncologia, le malattie respiratorie, le malattie del sistema nervoso centrale e l’immunologia.
Nel primo semestre del 2018, Boehringer Ingelheim ha conseguito un fatturato pari a circa 8,6 miliardi di euro. I due principali comparti aziendali, ossia la farmaceutica umana e la medicina veterinaria, hanno fatto registrare una crescita del fatturato, al netto degli effetti di cambio, nell’intervallo percentuale medio a una cifra. Si è ormai ampiamente conclusa la contabilizzazione delle operazioni avvenute lo scorso anno nell’ambito dello scambio di attività con Sanofi, che ha avuto un influsso negativo sul fatturato del Gruppo. Per l’anno di esercizio in corso, Boehringer Ingelheim continua a contare su una leggera crescita dei ricavi su base comparabile.“Nel primo semestre siamo cresciuti in tutte le nostre attività, anche se in misura un po’ inferiore rispetto alle aspettative, a fronte degli straordinari risultati registrati nel 2017”, ha dichiarato von Baumbach. “Uno dei motivi, di cui abbiamo tenuto conto, anche in fase di pianificazione, è l’aumentata concorrenza generica nei confronti dei farmaci per l’ipertensione MICARDIS® e TWYNSTA® nell’importante mercato giapponese”.
Con la farmaceutica umana, il maggiore settore di attività di Boehringer Ingelheim, l’azienda farmaceutica ha conseguito nel primo semestre un fatturato pari a 6,1 miliardi di euro, corrispondente ad una crescita nell’intervallo percentuale medio a una cifra. Questo comparto ha contribuito per circa il 71% al fatturato totale. Le forze trainanti della crescita sono rimaste soprattutto i farmaci per il diabete. Ad esempio, JARDIANCE®, per il trattamento del diabete di tipo 2, ha contribuito per un valore percentuale al netto degli effetti di cambio del 68%, attestandosi a 664 milioni di euro. Boehringer Ingelheim commercializza i farmaci per il diabete con Eli Lilly and Company. Una netta crescita è stata registrata anche da OFEV®, per il trattamento della Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF): il fatturato è aumentato del 35% (al netto degli effetti di cambio), raggiungendo i 531 milioni di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pacchetto d’inverno del semestre europeo

Posted by fidest press agency su domenica, 11 marzo 2018

L’economia europea è in forte espansione e la prospettiva economica favorevole si accompagna a un miglioramento del mercato del lavoro e della situazione sociale. Ciò riflette le riforme intraprese dagli Stati membri negli ultimi anni e fornisce un’opportunità per rafforzare ulteriormente la resilienza delle economie e delle società dell’UE. Tuttavia il recupero non avvantaggia allo stesso modo tutti i membri della società e le debolezze strutturali frenano la crescita e la convergenza in alcuni Stati membri. È per questo motivo che i paesi dell’UE dovrebbero sfruttare tale tendenza per rafforzare ulteriormente le basi delle loro economie.
Le 27 relazioni per paese pubblicate oggi (per tutti gli Stati membri tranne la Grecia, attualmente oggetto di un programma specifico di sostegno alla stabilità) contengono l’analisi annuale effettuata dai servizi della Commissione sulla situazione economica e sociale degli Stati membri, compresi i progressi compiuti nel corso degli anni nell’attuazione delle raccomandazioni specifiche per paese. Tale analisi si fonda su un intenso dialogo a livello politico e tecnico con gli Stati membri e con le parti interessate a tutti i livelli, nel quadro del semestre europeo di coordinamento delle politiche.Per i 12 Stati membri selezionati nel novembre scorso per un esame approfondito, le relazioni per paese comprendono una valutazione degli eventuali squilibri macroeconomici e il pacchetto fornisce un aggiornamento della classificazione in categorie dei paesi nell’ambito della cosiddetta procedura per gli squilibri macroeconomici.Per la prima volta la relazioni per paese si concentreranno in particolare sull’integrazione delle priorità del pilastro europeo dei diritti sociali, proclamato nel novembre 2017. Quest’anno viene prestata un’attenzione particolare all’analisi delle sfide in materia di competenze e alle modalità di funzionamento delle reti di sicurezza sociale a livello nazionale. I dati del quadro di valutazione della situazione sociale sono usati anche per monitorare i risultati conseguiti in ambito sociale e occupazionale.Questo pacchetto d’inverno del semestre europeo 2018 segue la pubblicazione, a novembre, dell’analisi annuale della crescita 2018 e la raccomandazione sulla politica economica della zona euro, che definiscono le priorità per l’anno successivo a livello europeo. L’attenzione si sposta ora verso la dimensione nazionale del semestre e fornisce la base affinché gli Stati membri elaborino i loro programmi nazionali annuali entro la metà di aprile. Insieme alle relazioni per paese, i programmi nazionali costituiranno la base per le proposte della Commissione per la prossima serie di raccomandazioni specifiche per paese nel mese di maggio.Valdis Dombrovskis, Vicepresidente responsabile per l’Euro e il dialogo sociale e competente per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: “Le economie solide sono quelle che continuano ad affrontare le proprie debolezze anche quando la congiuntura è favorevole. Ora che l’economia europea sta crescendo al ritmo più rapido dell’ultimo decennio, dovrebbe essere proprio questa la nostra strategia, sia a livello nazionale che dell’UE.”Pierre Moscovici, Commissario responsabile per gli Affari economici e finanziari, la fiscalità e le dogane, ha dichiarato: “In undici paesi dell’UE sono ancora presenti squilibri macroeconomici, che li rendono vulnerabili in caso di shock. Oggi la Commissione europea rileva che tali squilibri sono in fase di correzione grazie alle riforme in corso e alla ripresa economica, il che rende l’Europa più forte. È una buona notizia! Il numero di paesi coinvolti nella procedura è in calo dall’inizio della crisi e oggi premiamo i progressi compiuti in Bulgaria, Francia, Portogallo e Slovenia con un cambiamento di categoria positivo. Sono necessari maggiori sforzi in tutti i paesi. La vita di milioni di cittadini europei, continua a essere una lotta quotidiana ed è per questo che tutti i governi devono fare di più per affrontare le disuguaglianze, la disoccupazione e la precarietà del lavoro.”Marianne Thyssen, Commissaria responsabile per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, ha dichiarato: “Con la proclamazione del pilastro europeo dei diritti sociali, abbiamo reso prioritari gli investimenti nelle competenze, nella riduzione delle disuguaglianze, nell’equità sociale e nella crescita inclusiva. Dobbiamo ora monitorare i risultati degli Stati membri in merito ai principi e ai diritti compresi nel pilastro, per farli diventare una realtà concreta.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Showroomprive annuncia i dati del primo semestre 2016

Posted by fidest press agency su domenica, 31 luglio 2016

Nel corso del primo semestre 2016, Showroomprive ha perseguito una forte crescita del ricavi e della redditività, guidata dall’attuazione di una strategia basata su quattro priorità: l’ampliamento dell’offerta, l’innovazione, la qualità di servizi e dell’esperienza del cliente e la creazione di un’organizzazione multi-locale a livello internazionale.
I ricavi del Gruppo sono aumentati del 20,5% passando da 199,4 milioni di euro del primo semestre 2015 a 240,3 milioni di euro.
Questo primo semestre ha visto una crescita equilibrata di tutti gli indicatori di business, con forti miglioramenti nel numero dei membri, acquirenti, ordini e della spesa media per acquirente.
La crescita del 5% nel volume del carrello medio riflette il continuo miglioramento nell’offerta di Showroomprive.
Il Gruppo ha registrato un forte dinamismo in Francia, che appresenta un motore di crescita importante, con un notevole potenziale ancora da sfruttare.
L’EBITDA è cresciuto circa del 28%, a un ritmo più rapido dei ricavi. Ha raggiunto i 15,7 milioni di euro, con un margine EBITDA che rappresenta il 6,6% dei ricavi, un incremento significativo rispetto al primo semestre del 2015.
Il primo semestre ha portato anche un significativo miglioramento della redditività di Showroomprive sui mercati internazionali, con un EBITDA in pareggio.
Il Gruppo ha lanciato a marzo 2016, in Francia, un innovativo motore di ricerca: consente ai membri di identificare rapidamente sul sito le vendite che propongono i prodotti che soddisfano le loro aspettative.
Showroomprive prevede l’introduzione futura di una funzionalità di suggerimenti per proporre ai membri i prodotti che rispecchiano maggiormente i loro interessi.
L’introduzione di Infinity (servizio di consegna gratuita illimitata con un abbonamento di 20 € all’anno) continua a incidere positivamente sulla frequenza degli ordini e la dimensione del carrello medio dei suoi clienti.
A metà luglio Showroomprive ha lanciato Apple Pay in Francia ed è stata la prima e unica piattaforma francese di e-commerce a implementare il servizio Android Pay nel Regno Unito nella prima aperte del semestre.Il Gruppo ha rafforzato la propria offerta per il tempo libero lanciando un servizio di ticketing, in collaborazione con France Billet, principale rete di vendita di biglietti per spettacoli, eventi sportivi e svago in Francia.
La funzionalità SHOP IT! indica offerte esclusive nei negozi di marchi partner grazie a un sistema di coupon e pagamento differito.
Le vendite di servizi dematerializzati (abbonamenti, offerte ai partner, ecc.) ha contribuito a rafforzare l’offerta e rappresenta una leva di crescita.
Showroomprive, prevede di investire sul successo registrato dal suo marchio proprietario #CollectionIRL, e sta costituendo un team dedicato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »