Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Posts Tagged ‘semplificazione’

Decreto semplificazione e condono edilizio

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2020

«In Italia conviene essere onesti? Se il Governo pensa di introdurre il silenzio assenso sugli abusi edilizi, i furbi l’avranno scampata ancora una volta. Quindi la risposta è no».E’ quanto dichiara il prof. Sandro Simoncini, urbanista e docente a contratto di economia delle imprese all’Università Uninettuno. «Immaginate – spiega Simoncini – come si debba sentire un cittadino in attesa da oltre trent’anni di una risposta da parte del Comune per sanare anche un piccolo abuso formale, che ora si vede surclassare da chi non si è mai preoccupato di aver compiuto un illecito e domani potrebbe essere premiato con il silenzio assenso». «Se il Decreto Semplificazioni – conclude Simoncini – nella bozza che riguarda le sanzioni per gli abusi edilizi, verrà confermata avremo una situazione molto vicina al “cornuti e mazziati”: nessun vantaggio per il cittadino onesto e nessun incasso da parte dello Stato. Attraverso lo strumento del condono, infatti, il cittadino paga una sanzione per depenalizzare il reato. Con il silenzio assenso non solo viene cancellato l’illecito ma viene concesso di fatto al cittadino trasgressore l’autodeterminazione della sanzione e degli eventuali oneri concessori».

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Castelli, “Nel Decreto aprile semplificazioni e misure per crescita”

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 aprile 2020

Roma “Chiuderemo il Decreto entro i primi dieci giorni di aprile, in modo di poterlo varare tra il 12 e 13, prima però dobbiamo tornare in Parlamento per chiedere nuovamente di scostarci dai saldi di finanza pubblica.Sicuramente rifinanzieremo le misure del Cura Italia, e avendo la platea di chi li chiederà, potremo anche aumentare gli aiuti.
Nel Decreto di aprile entrerà, sicuramente, una parte di indennizzi sulla base della riduzione del fatturato. Lo Stato ti deve ridare quello che hai perso nei mesi in cui ti ha fatto chiudere. In questo momento le cose vanno fatte bene, ma in maniera graduale per capire bene gli effetti delle misure.Spingeremo ancora di più sul Fondo di Garanzia per le PMI, e le aziende non devono avere paura di chiederlo. Ci sono sia quelli del Ministero dello Sviluppo Economico, ma anche quelli presso Cassa Depositi e Prestiti.
Stiamo semplificando il più possibile le procedure, c’è l’impegno di tutti per chiudere i Decreti attuativi in modo veloce. E noi siamo convinti che ci debba andare dentro anche una parte legata alla semplificazione ed alla crescita. Misure che possano permettere di far ripartire i cantieri che sono fermi, c’è la proposta fatta da Cancelleri sul Modello Genova, per sbloccare 110 miliardi già finanziati che sono fermi. Serve un lavoro di sblocco che produce cantieri e posti di lavoro”.Lo ha detto il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, durante una diretta Facebook con il Deputato Questore Francesco D’Uva.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Preoccupano le ipotesi sulla semplificazione del codice degli appalti

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 marzo 2020

“Le misure urgenti che i Governi stanno giustamente adottando in questo difficilissimo momento di emergenza non devono preludere a passi indietro sul fronte ambientale. Al contrario, serve proseguire con decisione verso il Green Deal europeo e italiano, rafforzando la tutela di ecosistemi e biodiversità, anche a garanzia della nostra salute”.
Lo afferma la Lipu-BirdLife Italia dopo aver appreso che sarebbe allo studio la sospensione del Codice Appalti al fine di velocizzare l’assegnazione di tutti gli appalti pubblici, superando le rigidità strutturali nel settore dell’edilizia e nelle opere pubbliche. Preoccupano inoltre, allo stesso modo, le dichiarazioni di Hernest Dorfmann, europarlamentare altoatesino dell’Epp, che chiede di rimandare all’autunno il Green deal e la strategia Farm2Fork, in campo agricolo, prevista per fine aprile.“E’ ormai chiaro che la nostra impronta sul Pianeta ha avuto un ruolo determinante nell’origine della pandemia che stiamo vivendo – afferma Claudio Celada, direttore Area conservazione natura della Lipu – La distruzione degli habitat primigeni e il commercio di specie selvatiche favoriscono il passaggio di patogeni dalle specie selvatiche all’uomo, il cosiddetto Spillover, mettendo nel contempo a nudo, come nel caso del Covid-19, il modello economico dominante, che ha mostrato tutta la sua fragilità e inadeguatezza di fronte a questa emergenza”.“Stiamo pagando un durissimo prezzo in vite umane e sofferenza – prosegue Celada – ma abbiamo finalmente capito cosa può accadere se non ci si prende cura del nostro ambiente. Sarebbe dunque un grave errore se, per il rilancio di un’economia che non può più reggere, si aprisse a un nuovo attacco al territorio mediante la semplificazione della concessione degli appalti, o non si proseguisse speditamente con i percorsi del Green deal europeo e italiano, del Farm2Fork e della Convenzione per la Diversità Biologica, anche per dare forza ai segnali positivi che stanno emergendo, come il divieto da parte della Cina di vendita degli animali selvatici ai mercati.“Oggi il primo obiettivo è salvare vite umane e superare l’emergenza. Dopo questa gravissima fase occorrerà davvero partire con una rivoluzione ambientale, salvaguardando la filiera di produzione e approvvigionamento di cibo, dicendo addio ad un’agricoltura che dissipa le risorse naturali come acqua, suolo e biodiversità, e che avvelena l’ambiente. E ciò ad iniziare dalla futura Pac, incanalando gli investimenti verso modelli di economia sostenibile e dando una speciale attenzione agli ecosistemi, che sono la più grande e preziosa infrastruttura che abbiamo.“Il ritorno alla normalità – conclude Celada – con l’enorme impegno economico e politico che verrà messo in atto, sia all’insegna non del ‘tutto come prima’, ma del ‘tutto molto meglio di prima’.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Castelli, “Agli annunci preferiamo i fatti. Semplifichiamo vita a cittadini e imprese”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 novembre 2019

Roma – “In questi giorni abbiamo subito attacchi gratuiti da un’opposizione in perenne campagna elettorale, che con la complicità di qualche giornale, ha descritto questa manovra come distruttiva e piena di tasse. Lo ha fatto con la consapevolezza di raccontare falsità ai cittadini.La verità è un’altra. Ed è quella che sta emergendo in queste ore. La manovra che abbiamo scritto va incontro alle esigenze reali del Paese. È facile portare avanti, magari da una piazza, la politica del terrore. Per governare, però, ci vuole coraggio, tanto coraggio. E il MoVimento 5 Stelle, a differenza di altri, sta dimostrato di avercelo. Questa manovra partiva da una certezza: lo stop all’aumento dell’IVA. Avevamo promesso agli italiani che con noi al governo non ci sarebbe stato nessun aumento dell’IVA. E così abbiamo fatto! Sarebbe stata una mazzata pazzesca per le nostre famiglie e non potevamo permetterlo. Ma questa manovra va oltre, perché si rivolge ai cittadini salvaguardandoli. Quota 100 rimane, così come abbiamo confermato anche la flat tax per le partite iva. Nessun aumento della cedolare secca che rimarrà al 10%. E poi tanti investimenti agli enti territoriali che daranno lavoro alle imprese del territorio. In più semplificazioni per i cittadini e per le imprese.Nei prossimi giorni vi racconterò la manovra in maniera più approfondita, giusto il tempo di chiudere gli ultimi dettagli. Stiamo dando il massimo, lavorando con impegno e serietà. Agli annunci preferiamo i fatti, quelli concreti. Questo perché abbiamo il dovere di dare risposte agli italiani”.Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, in un post su Facebook.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Castelli: “Semplificazioni e innovazione porteranno risorse agli enti locali”

Posted by fidest press agency su sabato, 26 ottobre 2019

“Voglio ringraziare IFEL e ANCI, perché in questo anno e mezzo che sono al Ministero dell’Economia abbiamo fatto un lavoro prezioso e approfondito che ha aiutato tutta l’attività di Governo. Tutto questo ci ha consentito di arrivare alla nuova manovra con una serie di lavori frutto di un’intenso lavoro condiviso. Il tema della riscossione, delle notifiche digitali rappresentano cambiamenti epocali. Chiedo al mondo delle Autonomie di aiutarci, perché queste innovazioni ci permetteranno di risparmiare parecchie risorse e di reinvestirle sul territorio. Per la condivisione che c’è stata, ritengo che le norme che abbiamo inserito nel Decreto Fiscale e quelle che inseriremo in Manovra, troveranno l’apprezzamento degli enti locali. Prevediamo sostegno in termini di innovazione, di investimenti, i dati relativi alla “norma Spagna”, ad esempio sono molti positivi, e quindi la riprogrammiamo. Su Imu-Tasi abbiamo lavorato per concludere il processo di unificazione che chiedevate da molto tempo. Nella Legge di Bilancio ci sarà una parte dedicata agli enti locali, portando avanti la riforma del Testo Unico degli Enti Locali. Sul tema delle fusioni, nel Decreto Fiscale c’è il rifinanziamento del fondo fino ad arrivare al numero di fusioni richieste, era una questione tecnica. C’è un dibattito parlamentare in corso per valutare se è il caso di migliorare ulteriormente le regole. Riguardo alle assunzioni dobbiamo completare il lavoro in Conferenza Stato-Città, in collaborazione con Funzione Pubblica. L’idea di superare il turnover e andare su un parametro che fosse vincolato alle entrate ha avuto un apprezzamento positivo. Vorrei sia chiaro che non tagliamo risorse agli enti locali, nel DL Fiscale troverete le semplificazioni che vogliono valorizzare realmente l’autonomia dei Comuni, in quella di Bilancio ci sarà un capitolo dedicato agli enti locali dove ci saranno, tra l’altro, le norme per la riforma della riscossione locale, volte a potenziare le capacità finanziarie degli Enti, oltre alla nuova IMU-TASI e all’accorpamento di tributi minori. L’obiettivo è quello di trovarci con meno problemi e con più soluzioni, anche per questo il vostro sostegno è indispensabile”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli, a margine dell’8° Conferenza finanza-economia locale di ANCI e IFEL.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obiettivi di semplificazione e codificazione normativa

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 luglio 2019

Sono sempre condivisibili e rappresentano un percorso virtuoso verso la maggiore competitività della macchina amministrativa, delle imprese e del sistema Paese. Sono essenziali per tutti i cittadini e per i lavoratori, tanto più in un periodo storico in cui emerge sempre più spesso l’esigenza di accompagnare le persone da un lavoro a una nuova occupazione, con percorsi transizionali mirati e una burocrazia “amica”.Così Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro che rappresenta oltre l’85% del settore nell’audizione di stamattina presso la Commissione Lavoro del Senato, in merito alla Delega su semplificazione e codificazione in materia di lavoro.Solo attraverso lo strumento della delegificazione si può non solo ridurre il numero delle norme che gravano sulle imprese e sui lavoratori ma anche incidere sulla loro qualità, vista la natura “torrentizia” della nostra legislazione, sovente caratterizzata dalla disordinata sommatoria di interventi stratificatisi nel tempo.Semplificare è condivisibile e necessario per le Agenzie per il Lavoro, purché gli interventi normativi intervengano in un quadro normativo stabile, superando l’eccessiva variabilità ed instabilità della legislazione lavoristica.In merito all’apprendistato, in particolare, Assolavoro evidenzia come gran parte delle problematiche connesse allo sviluppo di questo istituto è legata ai vigenti assetti costituzionali e alla natura concorrente della legislazione in materia di formazione, con conseguente proliferazione di distinte, e non sempre omogenee, discipline regionali. Infine, centrali sono in tema di lavoro le politiche attive, in merito alle quali Assolavoro rilancia la necessità di puntare su una formazione mirata e misurata in base ai risultati che produce concretamente, a un sistema di rating degli operatori che evidenzi le differenti “performance” in relazione agli obiettivi dati e a premialità modulate in relazione al differente grado di occupabilità dei candidati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Semplificare l’accesso ai servizi bancari

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 settembre 2018

Berlino, N26 presenta il nuovo N26 Business Black, un conto business premium per liberi professionisti e lavoratori autonomi che desiderano una banca progettata per viaggiare ovunque li portino i loro viaggi di lavoro. Il nuovo conto offre ai viaggiatori d’affari la massima sicurezza e facilità, grazie ad un’assicurazione viaggio competitiva che include protezione per il furto del cellulare, per il prelievo dagli sportelli ATM e gli acquisti, oltre all’assicurazione noleggio auto. Inoltre, il nuovo conto consente di prelevare gratuitamente in valuta estera in tutto il mondo, tutto questo grazie alla carta dal design esclusivo.Secondo gli ultimi dati Confprofessioni, l’Italia è il paese con il maggior numero di liberi professionisti in Europa: solo quelli iscritti a un albo professionale superano la quota di 1,4 milioni e costituiscono il 5% delle forze lavoro. Parallelamente, nel 2017 il mercato del business travel tricolore è cresciuto di un milione di trasferte, arrivando a toccare quota 30,8 milioni, ovvero il +3,5% (fonte Nova 2018).In questo contesto, dopo aver lanciato con successo nel 2017 N26 Business, la prima soluzione della banca mobile per freelance e lavoratori autonomi, N26 ha analizzato i riscontri dei clienti al fine di sviluppare i migliori servizi di mobile banking per i clienti business. Il risultato della valutazione: la maggior parte dei clienti business di N26 sono nomadi digitali, che preferiscono lavorare da qualsiasi parte del mondo e quindi apprezzano molto l’assicurazione sui viaggi d’affari. Inoltre, la Mobile Bank ha ricevuto numerose richieste da parte degli utenti N26 Business ​​per una versione business di questa tipologia di conto premium.
N26 ha quindi soddisfatto questa esigenza espressa dai clienti lanciando Business Black e includendo il pacchetto di assicurazioni offerto dal conto N26 Black.La versione Business Black, fornisce un’assicurazione dedicata ai viaggi di lavoro che include: protezione viaggio, garanzia estesa, protezione sui prelievi ATM, assicurazione furto cellulare, assicurazione protezione acquisto, assicurazione noleggio auto, prelievi in valuta estera senza commissioni (nessuna commissione di markup FX) e cashback dello 0,1% per ogni transazione con Business Mastercard.Inoltre, i clienti che si registrano nel primo mese dopo il lancio possono usufruire delle partnership disponibili tramite N26 Business Black, come i servizi di fatturazione di Debitoor. Questi servizi aiutano a semplificare i processi di fatturazione e contabilità per i lavoratori autonomi, facendo così risparmiare tempo e denaro ai clienti.
I clienti di N26 Business Black potranno utilizzare anche Spaces, una nuova funzionalità che fornisce un modo semplice e veloce per mettere da parte denaro in base alle preferenze e alle esigenze personali degli utenti. Consentendo ai clienti di spostare in modo immediato i risparmi dai loro spazi personalizzati e al conto principale e viceversa, N26 offre massima flessibilità e controllo per organizzare le proprie finanze e tenere traccia dei molteplici obiettivi finanziari. I clienti di N26 Business Black potranno creare fino a 10 spazi per gestire i propri obiettivi di spesa e di risparmio.N26 Business Black sarà lanciato nei prossimi giorni in Germania, Austria, Francia, Italia e Spagna. Il servizio è rivolto alle persone fisiche che esercitano un’attività autonoma. I clienti possono utilizzare un unico account per gestire sia le finanze aziendali che quelle personali. N26 Business Black offre tutti i vantaggi offerti da N26 Black, comprese tutte le funzionalità dell’app e la Business Mastercard. Come passo successivo, N26 sta lavorando ad un’offerta finanziaria innovativa per le piccole e medie imprese, sfruttando la flessibilità e l’intuitività che caratterizzano l’offerta bancaria della Mobile Bank.
Il Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi lancia la nuova campagna “A Series of Extraordinary Stories” Tra le più avvincenti “storie non raccontate” dell’Emirato, una donna beduina allevatrice di cammelli e un adolescente in cerca di esperienze da brivido

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maggiore attenzione alla semplificazione delle operazioni aziendali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 luglio 2018

Secondo J.P. Morgan Private Bank, in Europa si sta diffondendo un fenomeno particolare: una maggiore attenzione alla semplificazione delle operazioni aziendali.Nel corso degli ultimi 18 mesi l’attività di M&A strategica ha preso slancio in un contesto di solida crescita degli utili societari, consolidamento della fiducia delle imprese, valutazioni ottimistiche, volatilità storicamente contenuta e condizioni di finanziamento vantaggiose. Grazie alla presenza di numerosi acquirenti con abbondante liquidità, le imprese di diversi settori stanno approfittando delle operazioni di M&A per ristrutturare e semplificare il proprio business. Il disinvestimento o lo spin-off delle attività non strategiche e sottoperformanti con i multipli da fine ciclo e la rinnovata enfasi sulle operazioni strategiche possono generare valore significativo per gli azionisti. Al contempo, la combinazione di ripresa della crescita degli utili e/o aumento dei multipli contribuisce a dare vigore ai prezzi della società controllante.”Nel primo trimestre del 2018, gli spin-off e i disinvestimenti in Europa hanno registrato un’accelerazione. Noi di J.P. Morgan Private Bank riteniamo che questo trend sia destinato a continuare in futuro, favorito da catalizzatori quali l’impatto dirompente delle nuove tecnologie e l’attivismo degli azionisti”, spiega Sarah Catania Head of Investments presso J.P. Morgan Private Bank in Italia. “Utilizzando l’analisi di tipo bottom-up, abbiamo identificato opportunità d’investimento interessanti nelle imprese europee in grado di creare valore aggiuntivo rispetto alla ‘somma delle parti’ e di riattivare la crescita degli utili tramite la semplificazione delle operazioni aziendali.”
Le analisi di J.P. Morgan Private Bank mostrano che l’acquisto nel giorno dell’annuncio di un importante disinvestimento o scorporo, con la detenzione di tali titoli per i sei mesi successivi, genera una sovraperformance media del 2,4% rispetto allo Stoxx 600.L’acquisto anticipato rispetto all’evento catalizzatore si è dimostrato storicamente ancora più redditizio. Gli investitori che avessero detenuto gli stessi titoli per 12 mesi prima dell’annuncio, continuando a detenerli per i sei mesi successivi, avrebbero beneficiato di un alfa medio del 14,6% rispetto al benchmark europeo nell’intero periodo dell’investimento. L’analisi delle imprese soggette a importanti semplificazioni delle operazioni aziendali ha parimenti rilevato che i relativi titoli hanno regolarmente generato extra rendimento rispetto al proprio settore di appartenenza.”Due fattori primari, a nostro avviso, potrebbero consentire alla semplificazione delle operazioni aziendali di continuare a generare extra rendimento per un periodo prolungato. Primo, se l’attività scorporata aveva un impatto negativo sulla crescita, il gruppo così snellito può beneficiare di una ripresa dei ricavi e/o degli utili organici, uno sviluppo che raramente passa inosservato dal mercato azionario. Le imprese caratterizzate da una crescita attesa o effettiva più sostenuta di solito scambiano a multipli più elevati”, sostiene Catania. “Secondo, le organizzazioni complesse costituite da molteplici divisioni, come una holding o una conglomerata con segmenti aziendali indipendenti fra loro, potrebbero colmare il divario rispetto alla valutazione implicita nella “somma delle parti” scorporando una o più attività di modo che il portafoglio restante possa essere apprezzato e valutato meglio dal mercato azionario.”(L’analisi qui ripresa a grandi linee è a firma di Sarah Catania, Responsabile per gli investimenti per JP Morgan Private Bank in Italia).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Semplificazione e velocizzazione delle procedure per il riconoscimento del diritto di asilo dei migranti

Posted by fidest press agency su sabato, 15 aprile 2017

migranti1E maggiore rigore sulle espulsioni per chi non ne ha diritto. Sono questi due dei punti cardine del decreto per il contrasto all’immigrazione illegale, in continuità con il lavoro fatto in questi anni dal ministro Alfano, che trova il pieno sostegno di Alternativa popolare. Un provvedimento che dà una prima risposta a una problematica rispetto alla quale andiamo avanti a testa alta, certi di aver fatto sempre fino in fondo il nostro dovere sul piano dell’accoglienza e nel salvare vite umane e, inoltre, nei rapporti di reciproca lealtà con gli altri paesi dell’Ue”. Lo ha detto in Aula alla Camera il capogruppo di Alternativa popolare in commissione Giustizia Nino Marotta, esprimendo il voto favorevole di Ap al dl migranti.
“Con questo decreto abbiamo, quindi, voluto rendere più efficaci le azioni di tutela di chi desidera avere la protezione internazionale e dare una risposta alla domanda di maggiore sicurezza che i cittadini ci chiedono da tempo. Allo stesso tempo sappiamo che serve una maggiore coesione a livello europeo per fronteggiare il flusso crescente dei migranti, sul quale si gioca il futuro stesso dell’Ue anche quale argine al fenomeno dei populismi”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: le bocciature sono inutili?

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 dicembre 2013

Representing Sri Lanka

Representing Sri Lanka (Photo credit: englishpen)

“Non è che è inutile bocciare, certamente la bocciatura è un po’ un fallimento della scuola, perché il compito della scuola è quello di accompagnare il ragazzo nel trovare la sua strada”. Così il Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza a “Mix 24” intervistata da Giovanni Minoli su Radio 24. Minoli chiede al Ministro dell’Istruzione se è d’accordo con l’impostazione dell’Ocse che dice che è inutile, è un costo e non serve al ragazzo e il Ministro risponde: “Oggettivamente è un costo, in Italia ci sono fin troppe bocciature, specialmente di persone, di ragazzi che provengono da situazioni sociali o da territori più in difficoltà. Questo significa che noi non sappiamo accompagnarli meglio nel loro percorso” “Quindi è meglio non bocciare?” incalza Minoli. “Questa diciamo è una semplificazione… Eccessiva” risponde la Carrozza. “Anche se lo dice il rapporto Ocse?” Chiede ancora Minoli. “Sì, è una semplificazione, è una schematizzazione. Certamente bocciare è un costo. E’ un costo soprattutto per il ragazzo e la sua famiglia” chiarisce il Ministro dell’Istruzione. Minoli ricorda al Ministro Carrozza che il 17% degli studenti quindicenni dichiara di avere già ripetuto almeno un anno di scuola e chiede se “questa bocciatura è un costo per le famiglie come lei ha detto bene, è un costo anche per la società, non fa bene ai ragazzi, forse è inutile..” “Sì certo. Bisogna studiare questo meccanismo” conlude il Ministro dell’Istruzione.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ministeri e schizofrenia politica

Posted by fidest press agency su sabato, 18 giugno 2011

“La sindrome della Lega di lotta e di governo si è aggravata: ora siamo alla schizofrenia politica”. Lo ha affermato l’europarlamentare del Pd Debora Serracchiani, dopo la dichiarazione del ministro per la Semplificazione Normativa Roberto Calderoli, che ha annunciato una raccolta di firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare per la territorializzazione dei Ministeri e delle Amministrazioni centrali dello Stato. Secondo Serracchiani “è difficile che sceneggiate di questo tipo possano ancora avere presa e placare il malessere profondo che cova all’interno della Lega, tra i militanti e tra molti dirigenti, perché il problema vero è l’evidenza del fallimento di un progetto politico dopo venti anni dalla sua nascita. E in occasione delle grandi crisi – ha concluso – non è raro che qualcuno colga l’occasione per regolare i conti”. (Giancarlo Lancellotti)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giustizia civile: Semplificazione delle procedure

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

E’ stato approvato dal Consiglio dei ministri un provvedimento per la semplificazione dei procedimenti civili che da trentatre vengono ridotti a soli 3 modelli previsti dal codice di procedura civile, individuati, rispettivamente, nel rito che disciplina le controversie in materia di rapporti di lavoro, nel rito sommario di cognizione e nel rito ordinario di cognizione. Il Testo Unico risponde all’esigenza di accelerare il sistema giudiziario civile anche al fine di evitare ulteriori condanne della Corte di Giustizia Europea per la violazione del termine di ragionevole durata del processo. L’evoluzione normativa degli ultimi decenni si caratterizza per la estrema proliferazione dei modelli processuali, avvenuta spesso in assenza di un disegno organico ed all’insegna della ricerca di formule procedimentali capaci di assicurare una maggiore celerità dei giudizi. Questo fenomeno si è rivelato nel tempo fattore di disorganizzazione del lavoro giudiziario, unanimemente individuato come una delle cause delle lungaggini dei giudizi civili e di rilevanti difficoltà interpretative per tutti gli operatori del diritto. Nell’esercizio della delega il Governo attua una chiara inversione di tendenza rispetto al passato, razionalizza e semplifica la normativa processuale presente nella legislazione speciale, raccoglie in un unico testo normativo tutte le disposizioni che disciplinano i procedimenti giudiziari previsti dalle leggi speciali, dando così luogo ad un testo complementare al codice di procedura civile, in sostanziale prosecuzione del libro IV.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso on-line per dipendenti

Posted by fidest press agency su martedì, 9 novembre 2010

«Roma Capitale ha dato il via al primo corso-concorso interno in versione on-line per la progressione dei dipendenti dalla categoria C a D. Si tratta di una novità assoluta nella storia dell’amministrazione capitolina: finalmente il personale coinvolto nel corso di formazione non deve più assentarsi in orario di servizio per partecipare alle lezioni obbligatorie in altre sedi, come è accaduto in passato, ma può optare per la preparazione on-line senza spostarsi dal posto di lavoro oppure usufruendo delle ore disponibili e partecipare al corso da casa. Roma dimostra così di essere sempre più la Capitale della semplificazione e dell’innovazione tecnologica vicina e facilmente fruibile dalle persone, che siano impiegati o cittadini». Lo dichiara l’assessore alle Risorse umane, Enrico Cavallari.«Nel XV Municipio – aggiunge Cavallari – su un totale di 612 dipendenti ci sono 98 unità impiegate nel corso-concorso interno per la progressione verticale: praticamente il 16,2% dell’organico. Si tratta della percentuale più bassa di tutta Roma Capitale tra municipi, dipartimenti, strutture di staff e di supporto. È bizzarro che sia proprio Gianni Paris a lamentare mancanza di personale: il presidente impari piuttosto a gestire le proprie risorse umane invece di fare dichiarazioni strumentali e di ergersi a paladino di un Pd ormai inesistente a Roma».
«A chi lo avesse dimenticato – conclude Cavallari – ricordo che l’ultimo corso-concorso del Comune di Roma è durato ben tre anni. Oggi noi possiamo finalmente garantire al nostro personale un percorso innovativo e agevole che si concluderà in tempi da record senza snervanti lungaggini e attese».

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato il collegato lavoro nella P.A.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2010

La Camera dei deputati ha approvato ieri in via definitiva il disegno di legge n. 1441 quater-f  in materia di lavoro pubblico e privato (collegato alla manovra di finanza pubblica per gli anni 2009-2013) che – nel modificare alcune disposizioni già approvate in sede parlamentare e oggetto, successivamente, del messaggio del Presidente della Repubblica del 31 marzo 2010 – contiene nuove e numerose norme di riforma della Pubblica Amministrazione. Ecco in sintesi le principali novità:
Rafforzamento della trasparenza nella P.A. (Art. 5) L’articolo contiene una serie di disposizioni di semplificazione degli adempimenti inerenti gli obblighi formali di informazione cui sono tenute le Pubbliche amministrazioni, ovvero la trasmissione per via telematica al Dipartimento della Funzione pubblica di tutti i dati relativi a retribuzioni annuali, curricula vitae, indirizzi di posta elettronica e numeri telefonici d’uso professionale dei dirigenti nonché i tassi di assenza e di maggiore presenza di tale personale. Tutti questi dati saranno pubblicati sul sito istituzionale del Dipartimento.
Mobilità e aspettativa del personale (Artt. 13 e 18) Viene ampliata la sfera di applicazione sia della “mobilità collettiva” che della “mobilità volontaria”. Nel primo caso saranno attivate tutte le procedure necessarie per ricollocare il personale in esubero; nel secondo, invece, si prevede la possibilità di utilizzare in assegnazione temporanea il personale proveniente da altre pubbliche amministrazioni per un periodo non superiore al triennio. I dipendenti pubblici, inoltre, potranno essere collocati in aspettativa non retribuita, per un massimo di dodici mesi, anche per avviare un’attività professionale o imprenditoriale autonoma. Durante  tale periodo non saranno quindi applicate le disposizioni che prevedono l’incompatibilità e il cumulo degli impieghi nei confronti del dipendente della Pubblica amministrazione.
Trattamento dei dati personali (Art. 14) L’articolo reca norme in materia di comunicazioni effettuate da soggetti pubblici. Sul punto viene modificato il “Codice della Privacy”  al fine di bilanciare le esigenze di trasparenza nello svolgimento delle funzioni pubbliche nella P.A. e la necessità di tutelare la riservatezza dei dati personali. Saranno oggetto di protezione soltanto le notizie concernenti la riservatezza dei dati strettamente personali, come ad esempio lo stato di salute o comunque atti a rivelare informazioni sensibili.
Pari opportunità e assenza di discriminazioni (Art. 21) E’ istituito il “Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavoro e contro le discriminazioni”, formato da rappresentanti dell’amministrazione e dalle rappresentanze sindacali, che dovrà garantire e vigilare sull’effettiva pari opportunità tra uomini e donne, nonché a contrastare fenomeni di ‘mobbing’.
Permessi, congedi e assistenza a familiari con handicap (Artt. 23-24) Le norme degli articoli 23 e 24 riguardano, in particolare, il riordino delle norme in materia di congedi, malattia e permessi (anche quelli volti a favorire l’assistenza dei portatori di handicap). Al riguardo, è prevista una delega al Governo (da attuare entro 6 mesi dall’entrata in vigore del provvedimento e senza oneri aggiuntivi a carico dello Stato) per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi spettanti ai lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato secondo i principi e i criteri espressamente richiamati.
Quanto ai permessi per l’assistenza ai portatori di handicap, con l’art. 24 viene modificata la Legge n.104 del 1992, limitandone il diritto in relazione al grado di parentela e riconoscendone la fruibilità in forma alternata a un solo lavoratore dipendente per volta per la stessa persona con handicap in situazione di gravità. La ratio della norma non è quella di colpire la valenza sociale della disciplina di tutela delle persone con handicap bensì -al contrario – quella di razionalizzarne i presupposti e l’utilizzo, contrastando con decisione ogni forma di abuso.
Trasmissione online all’Inps dei certificati di malattia (Art. 25) Il testo appena approvato prevede, all’articolo 25, che a decorrere dal gennaio 2010 siano estese anche al settore privato le norme in materia di rilascio e di trasmissione dell’attestazione di malattia, già previste per i dipendenti pubblici. Anche i medici privati saranno pertanto sottoposti alle norme in materia di rilascio e di trasmissione telematica dell’attestazione di malattia, così come già avviene per i medici di base. La certificazione dovrà essere trasmessa per via telematica direttamente all’Inps, che a sua volta la inoltrerà all’amministrazione di competenza, ai sensi dell’articolo 55-septies del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dal decreto legislativo n. 150 del 2009 (“Riforma Brunetta della PA”).

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Consorzi nella battaglia per non scomparire

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2010

Roma. Un intervento diretto, quello di Sergio Marini all’Assemblea Nazionale A.N.B.I.  «Stamattina abbiamo fatto un bel gioco dell’oca. Non ho capito se la mancata attenzione all’agricoltura sia colpa degli agricoltori. Tutti hanno trovato il modo di scaricare le responsabilità su qualcuno. A un certo punto è stata detta anche una frase: “ma lo Stato può o deve fidarsi dei cittadini?”. Io voglio girare la domanda: ma i cittadini si possono fidare dello Stato? Perché succedono cose strane, coi cittadini e le associazioni costrette a scendere in piazza per il rispetto della legge. Questo è il paradosso, noi per esempio dopodomani saremo in Friuli contro le coltivazioni ogm». Sul processo di semplificazione: «I Consorzi – ha detto Marini – sono finiti dentro alla questione della semplificazione, con l’abolizione degli enti inutili. Sulla semplificazione il principio è quello darwiniano, cioè togliamo il più debole, quello che è meno in grado di sapersi difendere, ossia chi lavora, perché non si è mai preoccupato di avere meccanismi lobbistici per restare in piedi. Quindi rischiamo di togliere i soggetti più utili perché nel tempo non sono stati in grado di difendersi. O la partita la facciamo tutti insieme per uscire dalle difficoltà, oppure rischiamo grosso perché i segnali vanno nella direzione opposta. Non è un problema di destra o sinistra, è un problema culturale. Il fatto che la semplificazione vada a toccare i più deboli è un fatto culturale».
I Consorzi di bonifica: «Per Coldiretti – dice ancora Marini – il ruolo dei Consorzi di bonifica è uno fondamentale, fino a prova contraria. Cioè, quando si pensa di abolire un soggetto, occorre capire se chi lo va a sostituire sarà più efficiente e meno costoso. Noi crediamo che questo sistema vada lasciato com’è. Senza Consorzi di bonifica non si fa mantenimento del paesaggio e tutela ambientale. Su questo stiamo lavorando per costruire la qualità intrinseca del made in Italy». E sulla questione del Sud: «Prendiamoci a schiaffi altri quattro mesi – ha concluso Marini – poi facciamola finita e ricominciamo a ragionare su come si esce dalle problematiche. Oggi il rischio di spezzare il Paese c’è».(tavolo presidenza)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calderoli e i risparmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 maggio 2010

Quanto costano 11 ministeri inutili su un totale di 23, con relativi sottosegretari, personale di segreteria, consulenti, auto blu, uffici, ecc.? Siamo gia’ intervenuti nella analisi dell’attuale compagine governativa rilevando che una semplice razionalizzazione porterebbe alla eliminazione di ben 11 dicasteri: Semplificazione Normativa (quello del ministro Roberto Calderoli), Riforme per il Federalismo (Umberto Bossi),  Attuazione del Programma (Gianfranco Rotondi),  Rapporti con le Regioni (Raffaele Fitto), Rapporti con il Parlamento (Elio Vito), Politiche Europee (Andrea Ronchi), Pari Opportunita’ (Mara Carfagna), Gioventu’ (Giorgia Meloni), Turismo (Maria Vittoria Brambilla), Ambiente (Stefania Prestigiacomo) e Salute (Ferruccio Fazio). Il ministro alla Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, fiutata l’aria che tira propone il solito specchietto delle allodole: diminuire lo stipendio di ministri e parlamentari del 5%. Ricordiamo che le indennita’ parlamentari sono gia’ state decurtate del 10% nel 2006 e sono bloccate dal 2007 (non adeguate a quello del primo presidente di Corte di Cassazione). Il ministro Calderoli sul sito del suo ministero (2), dichiara che “La stima complessiva del risparmio annuo potenziale connesso all’attuazione delle misure di semplificazione e’ pari a oltre 21 miliardi di euro”. La notizia ci ha piacevolmente sorpreso; abbiamo pensato che in questo modo non avremmo dovuto sottoporci all’ennesimo salasso per coprire i buchi delle pubbliche finanze del governo di cui fa parte, ma ci siamo subito ripresi leggendo attentamente: si tratta di “stima”. Pensavano di aver risolto i nostri problemi finanziari con la riduzione del 5% e i risparmi della semplificazione. Non ci sembra che sia proprio cosi’. Al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, chiediamo atti di rigore e serieta’ per affrontare la difficile situazione economica, ad iniziare dalla composizione del suo governo: tagliare i rami secchi, inutili e dispendiosi, ci pare cosa buona e giusta. (fonte aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le famiglie italiane e la pubblica amministrazione

Posted by fidest press agency su martedì, 2 febbraio 2010

Roma 4 Febbraio 2010, ore 11.00 Via della Dogana Vecchia 29, Senato della Repubblica Palazzo Giustiniani Sala Zuccari Presentazione risultati quarto rapporto “sussidiarietà e pubblica amministrazione locale” Intervengono: Introduzione: Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà; Renato Schifani, Presidente del Senato; Roberto Calderoli, Ministro per la Semplificazione Normativa; Renato Brunetta, Ministro per la Pubblica Amministrazione e Innovazione; Sergio Chiamparino, Presidente Anci e Sindaco di Torino; Gianni Alemanno, Sindaco di Roma; Ferruccio Dardanello, Presidente Unioncamere.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il nuovo Codice agricolo

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 dicembre 2009

“Riordino delle normative sull’attività agricola”: si chiama così il nuovo Codice Agricolo approvato dal Consiglio dei Ministri l’11 dicembre 2009. Obiettivo del Codice, che dovrà passare ad un nuovo esame del CdM e successivamente a quello delle Camere, è semplificare e accorpare il quadro legislativo dell’agricoltura italiana, rendendo fruibile a tutti. Il codice agricolo, che si prevede possa essere operativo entro il prossimo febbraio, è frutto della collaborazione del Ministero delle Politiche agricole alimentari con il Ministero della semplificazione ed è stato coordinato con la Presidenza del Consiglio. Questo strumento normativo punta a facilitare l’accesso e la consultabilità di norme al servizio dello sviluppo della risorsa agricoltura. “Scopo della semplificazione normativa è di rendere prevedibile ai destinatari le conseguenze delle loro condotte, come accade già nella vicina Francia con risultati evidenti e tangibili in termini di efficienza amministrativa e, quindi, di facilità del fare impresa”, ha sottolineato il Ministro Zaia. Sono state eliminate le leggi “fotocopia” ed è stata fatta chiarezza di tutti i contrasti giurisprudenziali finora emersi, anche alla luce delle sentenze abrogative della Corte costituzionale. Il Codice non comprende né norme di regolamenti comunitari né norme statali di competenza regionale. In qualche caso, per rendere il complesso di leggi omogeneo e chiaro, è stato necessario introdurre nuove norme, tanto nel Decreto che nel DPR di attuazione.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Ddl sicurezza e semplificazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 luglio 2009

Il Senato sta per approvare con voto di fiducia il disegno di legge sulla sicurezza, universalmente conosciuto per essere quello che introduce il reato di clandestinita’ per chi entra illegalmente nel territorio del nostro Paese. Ma nel malloppo di tre articoli su cui sfidiamo chiunque a capirci qualcosa, si parla un po’ di tutto: e’ la logica dei decreti cosiddetti omnibus che, per la fretta e la necessita’ di dover approvare norme nuove in diversi ambiti, non si vuole sottoporre il Parlamento alla propria missione istituzionale (luogo in cui si parla…) in modo intellegibile per chi -i cittadini- dovrebbero comprendere e controllare il suo operato. Se pensiamo che l’attuale Governo ha un ministero per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, ci viene da pensare che come minimo questo ministro dovrebbe votare contro questo provvedimento. Ma sappiamo che cosi’ non e’. Anzi. Quindi c’e’ qualcosa che non torna oppure noi non abbiamo capito nulla. Per chi volesse destreggiarsi riportiamo il link al provvedimento che dovrebbe essere licenziato dal Senato e, vista la missione impossibile per chi fosse curioso, se si vuole cercare il passaggio dove si introduce il reato di clandestinita’, e’ il comma 16 dell’art. 1 e, siccome sara’ comunque difficile capire che si tratta di questo, possiamo solo dire “fidatevi di noi”. Immaginiamo il lavoro di giudici e avvocati (lasciamo stare i cittadini che in contesti del genere sono solo sudditi), soprattutto perche’ una norma va applicata anche interpretando il contesto in cui e’ inserita e se in questo contesto si dice tutto e il contrario dello stesso tutto, non ci sara’ da stupirsi che assisteremo ad applicazioni difformi una dall’altra. Qui il testo, buona lettura: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00418179.pdf (fonte aduc)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Energia: ottima la bolletta semplificata

Posted by fidest press agency su sabato, 20 giugno 2009

“La bolletta semplificata ed il modello unico per elettricità e gas predisposti dall’Autorità per l’energia sono importanti novità per rendere finalmente i documenti di fatturazione più chiari, comprensibili e trasparenti”. È quanto sostiene Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, esprimendo soddisfazione per le proposte elaborate dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. “Per il consumatore -conclude Dona- è sempre arduo leggere una fattura relativa ai propri consumi energetici: con il nuovo modello per i documenti di fatturazione dovrebbe essere più facile la lettura dei consumi e più agevole il confronto tra le offerte dei diversi concorrenti”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »