Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘separata’

Pensionati e gestione separata Inps

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 ottobre 2010

“Vi sono non poche esagerazioni sul futuro pensionistico degli iscritti alla Gestione separata dell’Inps. Innanzi tutto e’ una “caso di scuola” immaginare che una persona rimanga precario tutta la vita. In secondo luogo, la pensione dei collaboratori e delle altre figure iscritte alla Gestione separata sarà sempre ragguagliata al reddito percepito durante la vita lavorativa. Anche nel sistema retributivo i lavoratori che avevano una vita lavorativa caratterizzata da discontinuità, stagionalita’ , rapporti intermittenti (esiste una casistica molto ricca in tanti settori, dall’agricoltura, alle costruzioni, al turismo) finivano per maturare trattamenti pensionistici modesti. Solo che nel sistema retributivo interveniva l’istituto della integrazione al minimo, con l’aggiunta delle maggiorazioni sociali, ad integrare la pensione a calcolo fino ad un livello appena dignitoso. Non e’ una novita’ che siano tante le pensioni integrate al minimo, a prova del fatto che i rapporti precari non sono una diavoleria moderna. Qui sta il grande limite della riforma Dini e del sistema contributivo: quello di non prevedere nessun intervento di solidarietà a carico – come l’integrazione al minimo – della fiscalità generale. E’ questo il problema da porre per rendere più equo il sistema pensionistico del futuro: introdurre un istituto integrativo e assistenziale delle pensioni derivanti da vite lavorative accidentate. Ed e’ questo il significato innovatore del progetto di legge presentato dal sottoscritto e dal sen. Treu”. (Giuliano Cazzola del PdL, vice presidente della Commissione Lavoro della Camera)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il manuale della neoseparata

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 luglio 2010

Secondo gli ultimi dati ISTAT, diffusi il 21 luglio 2010, nel 2008 le separazioni sono state 84.165 e i divorzi 54.351, con un incremento rispettivamente del 3,4 e del 7,3 per cento sull’anno precedente. I due fenomeni sono in continua crescita: nel 1995 si verificavano 158 separazioni e 80 divorzi ogni 1.000 matrimoni, nel 2008 si arriva a 286 separazioni e 179 divorzi. I dati relativi al 2007 (e diffusi nel giugno 2009) ci dicono che in Italia risultano 81.359 separazioni (+1,2% rispetto all’anno precedente) e 50.669 divorzi (+2,3%). La durata dei matrimoni nel nostro Paese? In media 14 anni per quelli conclusi in separazione e 17 anni per le unioni coniugali terminate con la sentenza di divorzio; tuttavia un quarto delle separazioni proviene da matrimoni di durata inferiore ai 6 anni mentre il 24,7% dei divorzi pronunciati nel 2005 ha riguardato matrimoni celebrati da meno di 10 anni. Ma è osservando il decennio 1995-2005 che si riesce ad avere una panoramica ‘esaustiva’ del fenomeno: nel 2005 infatti le separazioni sono state 82.291 e i divorzi 47.036, cresciute rispetto a dieci anni prima rispettivamente del 57,3% e del 74%. Considerando poi le separazioni giudiziali, un altro dato interessante salta all’occhio: nella maggioranza dei casi (ovvero il 71,7%) è la moglie a prendere la ‘fatidica decisione’, ovvero chiedere la separazione, mentre risulta l’ex marito a chiedere maggiormente il divorzio (56,3% dei casi).Proprio a queste donne si rivolge Betta Andrioli che si mette nei panni, dopo esserci passata lei stessa, di coloro che si sono ritrovate, volenti o nolenti, single di ritorno, condizione molto diffusa che corrisponde al ‘periodo-di-tempo-tra-un-ex-marito-e-un-nuovo-fidanzato’. Corredato da test, vignette e una ‘mission’ che propone una prova pratica per ogni capitolo, Il manuale della neoseparata – come tornare splendida in sei mesi (e trovare un nuovo fidanzato) è dedicato alle ragazze di ogni età, amiche con cui l’autrice chiacchiera di ex mariti e compagni da dimenticare, strategie beauty & fashion per tornare a essere splendide, life-style e rapporti sociali per rimettersi in gioco, vita professionale per tornare a scommettere su se stesse. Il tutto condito da un pizzico di (auto)ironia, che non guasta mai…

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »