Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘serracchiani’

Marina Militare: Serracchiani, bellissima notizia varo nave “Trieste”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 maggio 2019

“La notizia del varo della nave ‘Trieste’ è davvero bellissima: onora giustamente la città che attendeva di vedere nuovamente portato il suo nome attraverso tutti i mari. E se ho potuto contribuire anche in minima parte a questo successo, ne sono ancora più felice”. Lo afferma la deputata Debora Serracchiani (Pd), accogliendo la notizia del varo della nave “Trieste” della Marina militare, che avverrà sabato 25 maggio a Castellammare di Stabia (Napoli), alla presenza del Capo dello Stato, Repubblica Sergio Mattarella.Esattamente un anno fa, Serracchiani aveva scritto all’allora ministro della Difesa Roberta Pinotti per perorare la causa del nome “Trieste” da attribuire alla nuova nave anfibia multi-ruolo in costruzione, mentre notizie di stampa indicavano che la preferenza per l’intitolazione andasse in favore di quella all’ammiraglio Paolo Thaon di Revel.“Dopo il varo ci vorrà ancora del tempo per completare l’allestimento ma – aggiunge Serracchiani – fin da ora siamo in attesa di sapere quando la nave ‘Trieste’ sarà nella sua città a ricevere la bandiera di combattimento, e diventare l’ammiraglia della nostra flotta”.Per la parlamentare “tutto questo sia di buon auspicio anche per l’altra richiesta indirizzata alla Marina, e cioè che torni a navigare anche una nave ‘Audace’, dopo la demolizione del cacciatorpediniere lanciamissili che aveva portato quel nome glorioso”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A4: Serracchiani, vigilare su concessione in house a FVG

Posted by fidest press agency su martedì, 21 agosto 2018

“E’ legittimo chiedersi se siano poi così granitiche le certezze del presidente Fedriga sul fatto che Autovie non rischi nulla. E’ ovviamente auspicabile che non si interrompa il percorso che abbiamo tracciato assieme al Governo Gentiloni, che ha permesso la costituzione di una newco interamente pubblica controllata dalle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, cioè il mantenimento sul territorio di un solido asset finanziario”. Lo ha affermato la deputata del Pd Debora Serracchiani, commentando le dichiarazioni del presidente della Regione Massimiliano Fedriga su una possibile nazionalizzazione della società concessionaria dell’autostrada Venezia-Trieste, alla luce della proposta del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, di un fronte comune del Nord-Est per preservare le concessioni della A22 e dalla A4.
Per Serracchiani “la proposta che è venuta da Zaia di un summit tra i presidenti delle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, e quelli delle Province autonome di Trento e Bolzano, va considerata assai seriamente, perché intende mettere in sicurezza una situazione che al momento è di transizione e che, nel rimescolamento cui sembra andremo incontro con la revoca delle concessioni ad ASPI, potrebbe causare inattesi danni collaterali. Infatti, non dimentichiamo che questo Governo ha un disperato bisogno di liquidità per far fronte ai suoi impegni elettorali, e i forzieri della A4 e della A22 potrebbero far gola”.“E’ necessario vigilare con molta cura – ha ribadito Serracchiani – soprattutto dopo che il Governo Salvini-Di Maio ha ritenuto di avviare la rinazionalizzazione del sistema autostradale, cogliendo l’occasione del tragico crollo del ponte a Genova ma essendo sostanzialmente in linea con un approccio neostatalista in economia”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Corte dei Conti certifica il fallimento della Serracchiani

Posted by fidest press agency su domenica, 4 febbraio 2018

regione friuli venezia giuliaLa Corte dei Conti, attraverso il Rapporto sul coordinamento della Finanza Pubblica Regionale del Friuli Venezia Giulia presentato in aula questa mattina 2 febbraio 2018, conferma gli allarmi sulle criticità più e più volte denunciate dal capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Riccardo Riccardi. «La Corte dei Conti si è pronunciata sul Sistema Sanitario Regionale, sulla riforma delle UTI e sul sistema della Autonomie locali – ha dichiarato a fine audizione Riccardi – in un crescendo di rilievi di criticità che sono riusciti a piegare la tradizionale boria di Debora Serracchiani che ha commentato esprimendosi “sommessamente”». Sui meccanismi di compartecipazione al gettito IVA, il dr. Caruso della Corte dei Conti ha sottolineato che “l’allargamento delle fonti di entrata dovrebbero produrre un effetto stabilizzante dei flussi totali di entrata”. «Significa – ribadisce Riccardi – che gli allarmi sulla tenuta dei conti della Regione che abbiamo lanciato ormai da tempo sono fondati e condivisi anche da organi istituzionali neutri come la Corte dei Conti».
Il secondo punto critico sul quale il Rapporto si è soffermato è quello della riforma delle UTI per il quale si rileva che “In Friuli Venezia Giulia si è costituito un variegato fronte di opposizione al processo di riforma espresso anche attraverso numerosi ricorsi al Giudice Amministrativo. Allo stato attuale 51 Comuni non aderiscono ad alcune UTI”. «Ma ci rendiamo conto – sottolinea Riccardi – che decine di amministrazioni locali non ha aderito alla riforma di “grande successo” della Serracchiani? Ci stanno consegnando una regione spaccata, frammentata, imbufalita, dove le istituzioni per parlarsi vanno in tribunale. Il rapporto sottolinea un’evidenza che stiamo denunciando da quando hanno varato la scellerata riforma delle UTI: oggi viviamo una realtà estremamente variegata che non si concilia con le finalità di razionalizzazione necessarie al buon funzionamento del sistema».Infine il punto chiave della vita dei cittadini e della Regione visto che la metà del suo bilancio è impegnato qui: la sanità. «Su questo punto il Rapporto della Corte dei Conti evidenza la disfatta totale della riforma Telesca, la mancanza di visione e di connessione con la realtà. E’ stato creato un mostro, un disastro che stanno pagando i cittadini sulla loro pelle». Il Rapporto della Corte dei Conti, infatti, “rileva che il quadro complessivo del Sistema Sanitario regionale presenta aspetti di non univocità nelle sue linee di tendenza”. E più avanti che si è “indebolita fortemente la catena operativo-logica del ciclo di programmazione-gestione-controllo, impoverendo grandemente la responsabilizzazione delle Direzioni generali delle Aziende sanitarie regionali”. Per poi chiosare che “corre l’obbligo annotare un peggioramento verificatosi in importanti ambiti di attività già in passato contraddistinti da rilevanti criticità”.Il capogruppo di Forza Italia Riccardo Riccardi sottolinea che: «stiamo parlando dell’area della prevenzione e dell’area ospedaliera che, lo riporta la Corte, vede il nostro Sistema sanitario regionale perdere posizioni, scendendo ancora nella graduatoria delle Regioni nelle classifiche nazionali. E a questo si aggiunga che la Corte rileva un ulteriore peggioramento nell’area del percorso emergenza-urgenza. Queste parole certificano la dissoluzione, volontaria e programmata, di una certezza fondamentale dei cittadini: quello del diritto alla salute».

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grasso, Serracchiani e le parole che fanno male

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 dicembre 2017

pietro grasso“Non condivido nulla di quello che ha detto quando ha giustificato la sua uscita dal PD, credo che debba molto al Partito Democratico e credo anche che avrebbe dovuto rispettare di più, non tanto me o altri dirigenti, facciamo politica e a volte facciamo confronti anche aspri, ma i tanti militanti del Partito Democratico”. Lo afferma Debora Serracchiani, Presidente Friuli Venezia Giulia, da Luca Telese e Oscar Giannino ai microfoni di 24Mattino su Radio 24. Sono in particolare le parole con cui il Presidente Grasso avrebbe giustificato la sua uscita dal PD ad aver infastidito la Serracchiani che su Radio 24 spiega: “ Dire ‘Non c’è più il partito democratico. Il partito democratico è un’altra cosa’, io avrei utilizzato parole diverse, ma siamo diversi” (n.r. Comprendiamo che alla Serracchiani certe verità le fanno male (veritas odium parit) ma deve farsene una ragione. Renzi ha impresso una svolta al partito che ha di fatto escluso gran parte di quella componente che si rifà alla sinistra italiana e che in precedenza, sia pure con una dialettica interna serrata, conviveva con l’altra anima centrista. D’altra parte se puntualizziamo il fatto che Grasso non ha “giustificato” come afferma la Serracchiani, la sua uscita dal PD ma lo ha “spiegato” e ciò vuol dire che si tratta di un lessema non da poco.)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fincantieri: Serracchiani, ultimatum francese su Stx non ha logica industriale

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 luglio 2017

fincantieri“L’ultimatum lanciato dalla Francia per un nuovo assetto alla pari nei cantieri di Stx è privo di logica industriale, anzi ha un sapore di tempi andati che stona con l’esigenza di una forte sinergia europea nella cantieristica”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, commentando le parole del ministro francese dell’economia, Bruno le Maire, il quale ha dichiarato che “lo Stato francese eserciterà il suo diritto di prelazione” se l’Italia non accetterà l’offerta di un controllo paritario dell’azionariato.Per Serracchiani “costringere Fincantieri ad abbandonare Saint Nazaire non sarebbe un gran risultato nemmeno per la Francia, che minaccia di ricorrere all’antiquato strumento della nazionalizzazione per difendere il controllo di cantieri su cui aveva già ricevuto le più larghe garanzie”.“C’è da augurarsi che qui non siamo al preludio di un’Europa “à la carde”, nelle politiche industriali come in quelle estere. Anche perché l’epoca in cui Khol e Mitterrand si davano la mano e davano la linea a tutti – ha concluso Serracchiani – sono finiti per sempre”. (n.r. La Serracchiani fa la sua parte, ovviamente, ma non ci impedisce di ricordarle che da anni il mondo economico francese sta facendo shopping dei gioielli imprenditoriali e finanziari italiani e non va nemmeno dimenticato l’arrembaggio dei francesi a danno di Mediaset. Sorprendersi oggi su ciò che fa Macron è senza dubbio da ingenui. Se l’Europa è unita lo dobbiamo solo alla convenienza che ne traggono alcuni paesi quali la Francia e la Germania. A farne le spese ieri è stata la Grecia e oggi lo è ancora di più con l’Italia. La colpa è di una classe politica che ha la vista debole e il Pd ha le sue colpe con la regia Renziana, che si accontenta delle briciole raccattate dalla mensa dei soliti potentati internazionali, per non perdere la poltroncina di Palazzo Chigi.)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pd: Serracchiani, vittoria Renzi segna nuovo inizio per partito‎

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 maggio 2017

debora  serracchiani“La vittoria di Renzi segna un nuovo inizio per il partito, non certo ‎un rammendo con il passato. Attraverso questo congresso passa la discontinuità che tanti cittadini ci hanno chiesto”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, commentando l’affermazione di Matteo Renzi alle primarie del Partito democratico. “Pur nella flessione dell’affluenza, su cui assieme ad altri fattori ha probabilmente inciso anche il giorno‎ a cavallo di un ponte festivo, questi due milioni di elettori danno al Pd una legittimazione politica‎ che nessun’altra forza politica può vantare. Ma da cui altri potrebbero trarre ispirazione”.Per Serracchiani ” questa competizione e’ stata contraddistinta da una concretezza, da una lealtà e correttezza di fondo‎ che, dopo i giorni bui della scissione, ha dato nuovo orgoglio al partito. Da qui in avanti nessuno potrà parlare del partito di un uomo solo, ma di una grande comunità unita, con una leadership che sa dialogare‎ a largo raggio per il bene del Paese”.‎

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francia: Serracchiani, fermata onda Le Pen, ora convergere su Macron

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 aprile 2017

marine le pen“L’onda della destra antieuropeista guidata da Marine Le Pen si è fermata davanti al realismo e a un radicato senso democratico dei francesi. Questo è ancora solo il primo turno, ma fa ben sperare per il 7 maggio”. Lo ha affermato la vicesegretaria del Pd Debora Serracchiani, commentando i risultati delle elezioni francesi, che vedono al primo turno in testa il centrista Emanuel Macron, seguita dalla leader del Fronte National Marine Le Pen. Per Serracchiani “ora l’auspicio e’ che la frammentazione dei partiti si ricomponga e, convergendo su Macron, assicuri stabilità alla Francia e nuova fiducia nell’Europa‎. E’ nell’interesse – ha concluso – di tutte le forze responsabili”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Porti: Serracchiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 gennaio 2014

Porto“Il sistema portuale italiano ha bisogno di una radicale riforma, che deve essere fatta velocemente e che noi vorremmo entrasse nell’accordo per il programma di Governo”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia, responsabile per le infrastrutture nella segretaria nazionale del Pd. Secondo Serracchiani “non si può disperdere il lavoro di revisione della legge 84/94 sui porti, svolto dai parlamentari del Pd al Senato e poi alla Camera: è un lavoro che risolve delle criticità anche se non scioglie tutti i nodi”.“Siamo però chiamati a lavorare anche sull’impianto di alcuni principi fondamentali, tra cui vi è la riduzione del numero delle Autorità portuali, la definizione delle loro competenze e della loro autonomia finanziaria, il recepimento delle indicazioni che ci vengono dalla normativa comunitaria”.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »