Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Posts Tagged ‘settimana’

Settimana della Neuroetica

Posted by fidest press agency su domenica, 12 maggio 2019

Milano Lunedì 13 maggio dalle 9:00 alle 13:00 si terrà un evento scientifico divulgativo organizzato dall’Università Cattolica su Neuroscienze e professioni future: questioni etiche presso il Palazzo Lombardia (Piazza Città di Lombardia 1, Milano – Ingresso N4, Sala Marco Biagi, 1° piano).Lavorare con le neuroscienze: neuromanagement e neuromarketing (con M. Balconi, C. Manzi, S. Malanga, E. Salati, M. Santoro)
· Martedì 14 maggio dalle 14:30 alle 17:30 si terrà, presso l’Università Statale di Milano, Dip. Studi internazionali, giuridici e storico-politici (Via Conservatorio, 7, Sala Seminari DILHPS) un evento divulgativo sul tema Homo Homini Lupus? L’aggressività umana tra basi neuropsicobiologiche, contesti sociali, dinamiche politiche e questioni etiche. Ossia: cosa dicono le neuroscienze sui nuovi fenomeni di violenza, quale dialogo con le scienze umane? (con R. Cammarata, R. Ferrucci, M. Massari, F.G. Pizzetti)
· Martedì 14 maggio dalle 14:00 alle 17:00 si terrà, presso l’Università di Milano-Bicocca (Via Cadore 48, Monza, Edificio U18, Aula 5) un evento divulgativo sul tema Riabilitare il cervello. Manipolazione fisica, interfaccia robotica e stimolazione virtuale: prospettive cliniche e nodi neuroetici. Ossia: come si può recuperare da malattie e traumi cerebrali grazie alle nuove tecnologie (con V. Sironi, M. Cerri. S. Songhorian, M. Bartolo, R. Folgieri)
· Mercoledì 15 maggio dalle 14:30 alle 17:30 si terrà un evento scientifico divulgativo presso l’Università Bocconi (via Röntgen 1, Aula 1 c3 sr01) dal titolo Diritto penale, filosofia e neuroscienze. Sviluppi tecnologici e profili etici. Ossia: come possono cambiare i processi e i codici e la prevenzione del crimine grazie alle neuroscienze (con G. Canzio, S. Fuselli, C. Grandi, G. Tuzet)
· Dal 15 al 17 maggio si terrà il Convegno Internazionale della Società italiana di neuroetica e della International Neuroethics Society presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (via Olgettina, 58, DIBIT 1). I grandi temi della neuroetica, dal neurodiritto al potenziamento, dalla clinica alla cognizione morale fino al free will (ospiti: A. Owen, B. Sahakian, R. Rumiati, F. Guala, A. Mele, J. Savulescu, C. Ferrarese, A. Salles).
· Giovedì 16 maggio dalle 9:30 alle 13:00 si terrà un evento scientifico divulgativo presso la Fondazione IRCSS Istituto Neurologico Carlo Besta (Via Celoria 11- SALA Pluribus -3 piano) dal titolo Una introduzione alla Legge 219/2017: Consenso informato, DAT, Pianificazione Condivisa della Cura e malattie neurologiche. Ossia: dilemmi della cura e del fine vita e questioni giuridiche quando ad ammalarsi è il cervello (con A. Solari, M. Leonardi, F.G. Pizzetti, A. Pessina)
· Venerdì 17 maggio dalle 11:00 alle 17:00 si terrà presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM (Via Carlo Bo, 1, Aula dei 146), un evento dal titolo scientifico divulgativo Neuroetica e coscienza: dalla mente alla natura. Un rebus scientifico: ciò che ci rende umani è ancora da spiegare, ipotesi a confronto (con F. Cimatti, R. Manzotti, V. Fano, P. Perconti, S. Sarasso, T. Parks)
· Venerdì 17 maggio dalle 18:30 alle 20:00 presso la libreria Walden (via Vetere, 14) si terrà la presentazione del libro di J. Savulescu e I. Persson, Inadatti al futuro. L’esigenza di un potenziamento morale, Rosenberg & Sellier, 2019. La necessità di potenziarsi moralmente per evitare catastrofi planetarie, ne parlano J. Savulescu, A. Lavazza e M. Reichlin.
· Sabato 18 maggio dalle 9:00 alle 13:00 presso IRCCS – Fondazione Don Carlo Gnocchi Milano (via don Palazzolo, 21) si terrà un evento scientifico divulgativo dal titolo La compromissione cognitiva: verso una nuova assistenza ecologica. Il modello della RSA aperta e l’etica della cura. Le emergenze create dal diffondersi di malattie neurodegenerative. Il metodo nuovo per affrontarle (con M. Mozzanica, G. Fumagalli, F. Giunco, S. Inglese).
La Società italiana di neuroetica e filosofia delle neuroscienze (SINe) è nata nel 2013 e riunisce studiosi di diverse discipline, interessati alle nuove conoscenze sul cervello, alle loro ricadute etiche, filosofiche, sociali e legali. Tra i soci, neuroscienziati, medici, filosofi, psicologi e giuristi. La SINe promuove attività scientifica, convegni e iniziative di divulgazione intorno alla nuova disciplina, nata agli inizi degli anni Duemila. L’attuale presidente è Michele Di Francesco, rettore dello IUSS di Pavia, vicepresidente è Massimo Reichlin, professore ordinario di filosofia morale alla Università Vita-Salute San Raffaele, dove ha sede la Società. Il convegno 2019 è organizzato in collaborazione con la Società internazionale di neuroetica (INS), che ha sede negli Stati Uniti.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settimana del Buon Vivere 2018

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 agosto 2018

Forlì domenica 23 settembre in prima serata alla Chiesa di San Giacomo di Forlì, a “Luoghi”, ovvero alla nona edizione della Settimana del Buon Vivere 2018 che per l’appunto ai luoghi, sia in senso materiale che metaforico, è dedicata.
Come nelle precedenti edizioni, il compito di introdurre il fil rouge dei diversi eventi, già ricoperto in passato da Alessandro Bergonzoni, Ascanio Celestini e Neri Marcorè, è stato affidato a un grande personaggio che darà così il via alla kermesse con il suo monologo a braccioAvati racconterà quindi i luoghi che hanno ispirato e definito la sua vita professionale, artistica e personale e che tratteggiano la sua idea di Buon Vivere.
Lunedì 24 settembre alle 21.30 alla Chiesa di San Giacomo Leonardo Manera sarà protagonista di uno spettacolo comico sui luoghi in cui si può trovare inaspettatamente la felicità. L’artista, noto per le sue partecipazioni alla trasmissione televisiva Zelig e ora conduttore di una trasmissione su Radio24, porterà la sua tipica comicità stralunata e amara in una serata a cura dell’Ordine Professionale degli Infermieri della Provincia di Forlì-Cesena. Lo spettacolo sarà introdotto da Rosaria Renna di Radio Montecarlo che dialogherà con il nuovo direttivo dell’Ordine per parlare dell’importanza della relazione umana nei luoghi di cura.
Sarà Ernesto Assante a animare la serata dedicata al racconto di luoghi e costumi che cambiano, visti da quell’ osservatorio privilegiato che è la televisione con due ospiti d’eccezione: il grande presentatore Pippo Baudo e il direttore d’orchestra e musicista Peppe Vessicchio.
Il grande conduttore televisivo, testimone e al contempo fautore di grandi passaggi epocali per il nostro paese, racconterà il suo punto di vista sui cambiamenti che il nostro paese ha attraversato nel corso degli ultimi cinquant’anni. Appuntamento mercoledì 26 settembre alle 21.30 alla Chiesa di San Giacomo.
La Settimana del Buon Vivere, che si svolgerà a Forlì e in Romagna sarà anche cornice, come già annunciato, della mostra fotografica di Ferdinando Scianna “Viaggio racconto memoria” che proseguirà quindi presso i Musei di San Domenico fino al 6 gennaio 2019. http://www.settimanadelbuonvivere.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settimana Mondiale della Tiroide

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 maggio 2018

Dal 21 al 27 maggio si tiene la giornata mondiale della tiroide. E’organizzata con il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS). E’ promossa da Associazione Italiana della Tiroide (AIT), Società Italiana di Endocrinologia (SIE), Associazione Medici Endocrinologi (AME), Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP), Associazione Italiana Medici Nucleari (AIMN), Società Italiana Unitaria di Endocrino Chirurgia (SIUEC), Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG) insieme al Comitato delle Associazioni dei Pazienti Endocrini (CAPE) e il supporto della European Thyroid Association (ETA). “La tiroide è una ghiandola molto piccola che produce però un ormone importantissimo per tutto il corpo, la tiroxina”, spiega Paolo Vitti, Presidente SIE, Società Italiana di Endocrinologia, coordinatore e responsabile scientifico della Settimana Mondiale della Tiroide. “Possiamo dire che la tiroide è la ‘centralina’ che regola l’energia di tutto il nostro organismo svolgendo una serie di funzioni vitali come la regolazione del metabolismo, la produzione di calore, il controllo del ritmo cardiaco, lo sviluppo del sistema nervoso, l’accrescimento corporeo, la forza muscolare e molto altro. Quest’anno il tema della Settimana Mondiale della Tiroide, organizzata con il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità e presentata oggi al Ministero della Salute è “TIROIDE È ENERGIA” e ha l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione in merito ai problemi connessi alle malattie della tiroide e alla loro prevenzione: sono infatti oltre 6 milioni gli italiani con un problema a questa ghiandola che, quando non funziona correttamente, si riflette sul funzionamento di tutto il corpo e, per tale motivo, occorre non trascurare alcuni campanelli d’allarme rivolgendosi al proprio medico in ogni caso di dubbio”.
“Se la tiroide è energia, le malattie della tiroide hanno un importante impatto su tutti gli aspetti della nostra vita quotidiana”, afferma Vincenzo Toscano, Presidente AME, Associazione Medici Endocrinologi. “La malattia della tiroide più frequente è la tiroidite di Hashimoto, infiammazione cronica autoimmune, che può presentarsi a tutte le età. Molto subdola è la forma post-partum che, condizionando l’umore e il benessere della neo-mamma, viene frequentemente scambiata per depressione e non trattata. Il campanello d’allarme della ridotta funzione della tiroide è proprio il facile affaticamento, il tono depresso dell’umore, l’anemia e la caduta dei capelli. Tuttavia questi sintomi sono comuni a molte altre patologie ed è quindi importante creare cultura e sensibilità su questa ghiandola per poter fare diagnosi precoci. Esiste anche una malattia della tiroide da eccesso di funzione, l’ipertiroidismo, che sprigiona il massimo dell’energia dal nostro organismo spingendo sull’acceleratore della funzione di tutti gli organi con un bilancio spesso negativo a discapito del peso e perdita di massa muscolare”.
“Una volta scoperte, le malattie della tiroide”, continua Furio Pacini, Presidente AIT, Associazione Italiana della Tiroide, “sono in genere molto ben curabili col ripristino di una normale qualità della vita. Le terapie si possono avvalere dell’ormone tiroideo sintetico nel caso dell’ipotiroidismo, di farmaci tireostatici nel caso dell’ipertiroidismo e della terapia chirurgica nel caso di noduli tiroidei o del cancro”.“Il modo più efficace per prevenire le malattie della tiroide”, spiega Massimo Tonacchera, Segretario AIT, Associazione Italiana della Tiroide, “è assumere iodio in quantità adeguate, poiché questo elemento è il costituente essenziale degli ormoni tiroidei. Il fabbisogno quotidiano stimato di iodio è di 150 microgrammi per gli adulti, 90 per i bambini fino a 6 anni, 120 per i bambini in età scolare e 250 per le donne in gravidanza e durante l’allattamento. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda, quindi, l’utilizzo di sale iodato e, se necessario, una quantità supplementare di iodio tramite l’assunzione di integratori, in special modo durante la gravidanza e l’allattamento.”
“A 13 anni dall’approvazione della legge 55/2005, che ha introdotto il programma nazionale di iodoprofilassi, lo stato nutrizionale iodico degli italiani è sicuramente migliorato”, afferma Antonella Olivieri, Responsabile Scientifico OSNAMI, Osservatorio Nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi in Italia. “I dati più incoraggianti riguardano il TSH neonatale, ovvero il marcatore che viene utilizzato nello screening neonatale dell’ipotiroidismo congenito che indica lo stato nutrizionale iodico della popolazione dei neonati e, indirettamente, delle loro madri. Grazie alla collaborazione dei centri di screening neonatale regionali e interregionali sul territorio, oggi sappiamo che, nonostante si sia ancora lontani dagli obiettivi fissati dall’OMS che indicano nella soglia massima del 3% di valori elevati di TSH neonatale (> 5,0 mU/L) l’indice di iodosufficienza, il trend è molto positivo, con una diminuzione del 10% negli ultimi due anni e del 17,2% dal 2004 ad oggi (6,4% nel 2004; 5,9% nel 2015; 5,3% nel 2017). Questi dati, anche se incoraggianti, suggeriscono che ulteriori sforzi devono essere fatti per garantire la corretta assunzione di iodio in gravidanza, al fine di scongiurare gli effetti negativi sullo sviluppo neuropsichico dei neonati che possono essere causati anche da una carenza iodica lieve”.
“Una normale funzione tiroidea, importante in tutte le età della vita, diventa fondamentale in età pediatrica per assicurare un adeguato sviluppo psico-fisico dall’epoca prenatale fino all’adolescenza”, continua Ivana Rabbone, Vicepresidente SIEDP, Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica. “Anche una carenza iodica di grado moderato può portare al mancato raggiungimento del potenziale intellettivo del bambino con una riduzione di 10-15 punti di quoziente intellettivo; per questo è in atto un progetto formativo sul tema della iodoprofilassi indirizzato agli insegnanti ella Scuola Primaria e Secondaria. Inoltre, lo screening neonatale dell’ipotiroidismo congenito rappresenta oggi un successo consolidato nella prevenzione della disabilità mentale attraverso una diagnostica precoce di questa patologia”.“Le patologie endocrine risultano tra le più frequenti malattie croniche nell’anziano”, precisa Fabio Monzani, SIGG, Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, “e in particolare l’ipertiroidismo può risultare difficile da diagnosticare perché i sintomi come palpitazioni, cadute accidentali e fratture possono essere facilmente confusi con altre patologie legate all’età. Rispetto al giovane adulto, l’anziano risulta più vulnerabile alle complicanze cardiovascolari e metaboliche dell’eccesso di ormoni tiroidei e pertanto il trattamento va intrapreso tempestivamente”.
“L’asportazione della tiroide è un intervento sicuro ed efficace ma è un intervento delicato in quanto la ghiandola da asportare è vicina a strutture che controllano importanti funzioni come la voce e l’equilibrio del calcio nel sangue e nei tessuti”, continua Luciano Pezzullo, SIUEC, Società Italiana Unitaria di Endocrinochirurgia. “Le complicazioni sono molto rare ma quando si verificano sono molto serie. Ne deriva che la scelta della tiroidectomia deve essere attenta e ponderata. Le nuove conoscenze derivate dalla clinica e dagli studi stanno determinando un cambiamento nell’atteggiamento chirurgico che nei prossimi anni sarà meno aggressivo e nei casi di basso rischio sarà anche solo un atteggiamento ‘osservazionale’ evitando l’intervento. Negli ultimi anni la chirurgia tiroidea è diventata da un lato sempre più conservativa e dall’altro sempre più personalizzata per il singolo paziente, basandosi sui fattori di rischio clinico e genetico”.“Attualmente, la medicina personalizzata sta assumendo un’importanza sostanziale nella clinica per aumentare l’efficacia delle terapie ed evitare trattamenti non necessari e dispendiosi”, afferma Maria Cristina Marzola, Consigliere AIMN, Associazione Italiana di Medicina Nucleare. “La cosiddetta ‘teranostica’ (dalle parole ‘terapia’ e ‘diagnostica’) rappresenta una nuova frontiera della medicina che, facendo uso delle informazioni ottenute dalle immagini mediche, è in grado di indirizzare e personalizzare uno specifico approccio terapeutico nel singolo paziente. A questo scopo, la medicina nucleare prevede l’uso di molecole, come il radioiodio, per il ‘targeting’ molecolare che possono essere usate sia per la diagnosi che per la terapia di diverse patologie come i carcinomi tiroidei”.“La nuova medicina di precisione o personalizzata basata sulle differenze individuali, sulla variabilità genetica, su quella dovuta all’ambiente, dallo stile di vita e addirittura dalla personalità dei singoli individui”, conclude Luisa La Colla, Presidente CAPE, Comitato delle Associazioni dei Pazienti Endocrini, “consente oggi al paziente di partecipare attivamente al proprio percorso terapeutico collaborando con tutti i professionisti coinvolti. In questo contesto è sempre più importante l’attività di informazione su stili di vita corretti e percorsi di prevenzione svolta dalle associazioni dei pazienti. Per la prevenzione delle malattie della tiroide non è necessario attuare programmi di screening ecografico generalizzato che portano a sovra-trattamento e costi non necessari, ma puntare su una corretta e capillare attività di informazione sulla popolazione ‘sana’”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settimana Mondiale della Tiroide

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 maggio 2018

Roma Martedì, 15 maggio 2018 – ore 11.30 Ministero della Salute – Auditorium “Cosimo Piccinno” Lungotevere Ripa 1. Alla presentazione dell’evento vi partecipano:
Ore 11.30: Paolo Vitti, presidente SIE, Società Italiana di Endocrinologia, coordinatore e responsabile scientifico della Settimana Mondiale della Tiroide
– La Settimana Mondiale della Tiroide: Tiroide è Energia, perché?
Ore 11.40: Vincenzo Toscano, presidente AME, Associazione Medici Endocrinologi
– Le malattie della tiroide
Ore 11.50: Furio Pacini, presidente AIT, Associazione Italiana della Tiroide
– La gestione delle malattie della tiroide
Ore 12.00: Massimo Tonacchera segretario AIT, Associazione Italiana della Tiroide
– Perchè usare il sale iodato
Ore 12.10: Antonella Olivieri, responsabile scientifico Osservatorio Nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi in Italia (OSNAMI), Istituto Superiore di Sanità (ISS)
– Effetti della iodoprofilassi in alcune Regioni italiane
Ore 12.20: Ivana Rabbone, vicepresidente SIEDP, Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica
– I principali disturbi alla tiroide nei bambini
Ore 12.30: Luisa La Colla, presidente CAPE, Comitato delle Associazioni dei Pazienti Endocrini
– I bisogni dei pazienti
Ore 12.40: Fabio Monzani, SIGG, Società Italiana di Gerontologia e Geriatria
– La gestione del paziente anziano tra comorbilità e cronicità
Ore 12.50: Luciano Pezzullo, SIUEC, Società Italiana Unitaria di endocrinochirurgia
– L’approccio chirurgico per le malattie della tiroide, come si è evoluto
Ore 13.00: Maria Cristina Marzola, consigliere AIMN, Associazione Italiana di Medicina Nucleare
– La medicina nucleare come presidio diagnostico e terapeutico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I leader politici più citati dai media in una settimana

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 marzo 2018

Dal 5 al 25 marzo il leader più citato sui media italiani è stato il segretario della Lega Matteo Salvini, che raccoglie 15606 menzioni, il 28,3% in più di quelle di Luigi Di Maio (12.166) che ha guidato il Movimento 5 Stelle a diventare primo partito d’Italia. Nei 21 giorni successivi alle elezioni il grillino Roberto Fico, neo presidente della Camera, ha avuto 3995 citazioni sui mezzi di informazione italiani, il triplo di quelle del nuovo presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati (1443).A mettere in evidenza questi risultati è il monitoraggio[1] svolto su oltre 1500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani e periodici), quotidiani locali, siti di quotidiani, principali radio, tv, blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato. Mediamonitor.it ha rilevato le citazioni avute dai principali leader politici sui media nazionali e locali dal 5 marzo a ieri.Il neo senatore Renzi resta sulla bocca di tutti, nonostante abbia chiesto in modo deciso ai media di essere lasciato in pace. L’ex segretario del PD nel periodo esaminato da Mediamonitor.it ha totalizzato 9926 citazioni il doppio di quelle del reggente del PD, Maurizio Martina (4520), e quasi il 10% in più di Silvio Berlusconi (9082). Molto più staccati la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni (4.173) e ancora più indietro l’ex presidente del Senato e leader di LeU, Pietro Grasso (2.528).

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Settimana Mondiale del Cervello”

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2018

Fino al 18 marzo continua la “Settimana Mondiale del Cervello”, appuntamento annuale patrocinato dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) per far aumentare la pubblica consapevolezza nei confronti della ricerca su questo organo sofisticato e, nello stesso tempo, ancora misterioso del nostro corpo.Il tema dell’edizione 2018 è “Non c’è muscolo senza cervello” e A.L.I.Ce. Italia Onlus, Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, ancora una volta aderisce con entusiasmo a questa iniziativa, in linea con gli obiettivi statutari della Onlus e in totale accordo con tutti i soggetti impegnati nella ricerca sulla malattia cerebrovascolare.Obiettivo dell’Associazione è quello di favorire la conoscenza dell’ictus cerebrale e dei fattori di rischio per cercare di limitare danni futuri, attraverso azioni di sensibilizzazione e informazioni precise su come si può prevenire, sull’importanza del riconoscimento precoce dei sintomi e del “fattore tempo” e, quindi, su come sia fondamentale chiamare subito il 112, su tutela sociale e corretta formazione di tutta la popolazione oltreché del personale e degli specialisti coinvolti nella diagnosi, cura e riabilitazione della patologia.
“Il cervello è un organo complesso che va salvaguardato: con la prevenzione e con l’adozione di corretti stili di vita possiamo pensare di mantenerlo in forma, evitando di incorrere in una patologia grave e debilitante come l’ictus cerebrale – dichiara la Dottoressa Nicoletta Reale, Presidente di A.L.I.Ce. Italia Onlus. La nostra sanità attualmente si trova a gestire una situazione complessa che deve fare i conti con diversi fattori come l’invecchiamento della popolazione e il contenimento della spesa pubblica ma, contemporaneamente, c’è un progresso costante in campo diagnostico-terapeutico (farmaci, strumentazioni, ausili, tecniche d’intervento innovativi). Non dobbiamo inoltre dimenticare che il nostro Paese vive di differenze anche molto significative tra regione e regione, soprattutto tra Nord e Sud: un esempio tra tutti è ancora oggi costituito dalla disomogenea distribuzione delle Unità Neurovascolari (Stroke Unit) sul territorio nazionale, nonostante le precise direttive ministeriali (Decreto n. 70/2015). Passi avanti ne sono stati fatti, ma la strada è ancora lunga ed è compito delle associazioni di sostegno ai malati, come A.L.I.Ce. Italia Onlus, quello di far sentire sempre più forte la propria voce evidenziando le carenze, denunciando ciò che non va e quello che ancora va fatto. Al centro ci devono essere la salute e il benessere del Cittadino, che deve essere sano, non ammalarsi. Ma se si ammala ci vogliono cure eque, un equo accesso ai servizi e, al rientro a casa, deve recuperare la migliore qualità di vita possibile, basata sulle proprie necessità e su quelle del proprio nucleo familiare”.
L’ictus cerebrale è una patologia che, nel nostro Paese, rappresenta la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie. Circa la metà degli italiani che ne vengono colpiti ogni anno rimane con problemi di disabilità anche grave: le persone che hanno avuto un ictus e sono sopravvissute, con esiti più o meno invalidanti, sono oggi circa 940.000, ma il fenomeno è in crescita, oltre che per l’invecchiamento progressivo della popolazione, anche perché tra i giovani è in aumento l’abuso di alcool e droghe.Per raggiungere standard omogenei e di qualità, ci vorranno una sempre maggiore integrazione tra enti ed organizzazioni diverse, scientifiche e non, una migliore coesione, proposte concrete e costruttive indirizzate ai medesimi obiettivi a livello nazionale, regionale e locale.Ulteriori dettagli e l’elenco delle varie iniziative attivate sul territorio nazionale durante la “Settimana Mondiale del Cervello” sono visibili sul sito web della SIN http://www.neuro.it.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Seconda Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 19 novembre 2017

cucina italianaMadrid Istituto Italiano di Cultura Calle Mayor, 86 il 27 novembre alle ore 11.00 sarà proiettato il cortometraggio “Le visite” diretto da Elio Di Pace (15’), 2017. E sempre all’interno della Settimana, alle ore 11.30 si terrà “2017 Rivoluzione in cucina. Vite che cambiano intorno a un progetto”. Un incontro con giovani piccole e medie imprese del settore del food e dell’enogastronomia, con un accento sul significato di vero e proprio laboratorio di cambiamento individuale e sociale, quindi di cambiamento di vita, delle iniziative di impresa avviate oggi dalle giovani generazioni di nuovi lavoratori della conoscenza intorno a: sostenibilità, ambiente, creatività, innovazione, opportunità, valore del lavoro, cambiamento e benessere comune.Interverranno: Food on the road, Apicoltura Romagnoli, Misceliamo Coffee Emotion e Casa Editrice Zona/La Buona Spesa. Seguirà una degustazione dei prodotti delle aziende.Ingresso libero fino a esaurimento posti. (foto: cucina italiana)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana mondiale allattamento

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 agosto 2017

allattamentoDal 1 al 7 agosto in occasione della Settimana Mondiale dell’Allattamento UNICEF e OMS lanciano un nuovo studio che analizza 194 nazioni, rilevando che solo il 40% dei bambini più piccoli di sei mesi è esclusivamente allattato (ricevendo solo latte materno) e solo 23 paesi hanno un tasso di allattamento che supera il 60%. È stato dimostrato che l’allattamento porta benefici a livello cognitivo e di salute sia per i bambini sia per le madri. È particolarmente importante durante i primi 6 mesi di vita, aiuta a prevenire diarrea e polmonite, due tra le principali cause di morte tra i neonati. Le madri che allattano hanno un rischio ridotto di soffrire di cancro alle ovaie e al seno, due delle principali cause di morte tra le donne.
Secondo lo studio Nurturing the Health and Wealth of Nations: The Investment Case for Breastfeeding, raggiungere questo obiettivo potrebbe salvare le vite di 520.000 bambini sotto i 5 anni e generare potenzialmente guadagni economici per 300 miliardi di dollari in circa 10 anni, perché ridurrebbe le malattie e i costi dell’assistenza sanitaria e aumenterebbe la produttività.
A livello globale, gli investimenti nell’allattamento sono troppo pochi. Ogni anno, i governi nei paesi a basso e medio reddito spendono circa 250 milioni di dollari in programmi per l’allattamento, mentre i donatori forniscono solo altri 85 milioni di dollari. Il Global Breastfeeding Collective chiede ai paesi di:
Aumentare lo stanziamento di fondi per ampliare i tassi di allattamento dalla nascita per due anni;
Implementare pienamente il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno e le risoluzioni dell’Assemblea Mondiale della Sanità attraverso dure misure legali che siano rafforzate e monitorate in modo indipendente da organizzazioni libere da conflitti di interesse;
Promuovere il congedo familiare retribuito e politiche per l’allattamento sui posti di lavoro, che abbiano come requisito minimo le Linee guida sulla protezione della maternità dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, compresi provvedimenti per l’economia sommersa;
Implementare i 10 passi per l’allattamento nelle strutture per la maternità, che comprendano anche la fornitura di latte materno per i neonati malati e vulnerabili;
Migliorare l’accesso per il personale qualificato per l’allattamento, come parte di programmi e politiche per l’allattamento nelle strutture sanitarie;
Rafforzare i collegamenti tra le strutture sanitarie e le comunità e incoraggiare le reti comunitarie per proteggere, promuovere e supportare l’allattamento al seno;
Rafforzare sistemi di monitoraggio che traccino i progressi delle politiche, dei programmi e dei finanziamenti per raggiungere gli obiettivi nazionali e globali per l’allattamento. (foto. allattamento)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settimana mondiale delle immunodeficienze primitive

Posted by fidest press agency su sabato, 22 aprile 2017

immunizationDal 22 al 29 aprile, AIP Onlus (Associazione Immunodeficienze Primitive) lancia la campagna di sensibilizzazione LeggeriSiDiventa, con l’obiettivo di far capire l’importanza della diagnosi precoce per tornare a vivere serenamente la quotidianità grazie una terapia adeguata e sostenibile.Dopo il successo della campagna 2016, principalmente dedicata ai pazienti, con la campagna LeggeriSiDiventa AIP Onlus ha voluto quest’anno rivolgersi all’intera popolazione e coinvolgerla attivamente nella diffusione dei messaggi.La campagna multichannel, che partirà dai canali social dell’Associazione, prevede infatti il lancio di un hashtag dedicato in collaborazione con la testata di libri e cultura Libreriamo: chiedendo agli utenti di condividere contenuti dalla letteratura, il cinema e la musica che hanno come tema “la leggerezza”, si incoraggerà la diffusione spontanea di messaggi sulla patologia, ampliando la portata della sensibilizzazione.
Ancora una volta al fianco di AIP Onlus, in veste di testimonial, Paolo Ruffini, protagonista di uno spot dall’ambientazione onirica che, con un testo preso in prestito da Italo Calvino e con espedienti visuali metaforici, ribadisce la possibilità di liberarsi dal peso della malattia e tornare a vivere una vita normale.
Otto o più infezioni ricorrenti nell’arco di un anno; terapia antibiotica inefficace; infezioni dell’apparato respiratorio, afte o infezioni ricorrenti; scarso aumento di peso nei bambini. Sono questi alcuni dei principali sintomi che possono portare alla diagnosi di immunodeficienza primitiva, un gruppo di malattie rare, congenite e croniche causate da alterazioni del sistema immunitario che comportano una aumentata suscettibilità alle infezioni.L’esatta incidenza globale di questo gruppo di malattie rare non è nota perché molte sono tuttora non riconosciute, e questo rende difficile la raccolta sistematica delle informazioni.È un dato di fatto tuttavia che nel corso degli ultimi 20 anni, il numero delle tipologie di immunodeficienze primitive individuate nel mondo sia cresciuto considerabilmente, ciò grazie all’avvento della genetica che ha consentito di risalire alle cause di alcune manifestazioni patologiche, e anche grazie allo studio di nuove forme di malattia comparse nel mondo.
Di alcune immunodeficienze primitive è nota e accreditata la frequenza. Ad esempio il deficit selettivo di IgA, la più frequente immunodeficienza primitiva, colpisce circa un individuo su 700. Più controversa l’incidenza delle immunodeficienze combinate gravi, stimate tra 1:10.000 e 1:100.000 sui nuovi nati.
Consultate il vostro medico se si verifica una o più di queste condizioni
Per i bambini:
1. Quattro o più otiti in un anno
2. Due o più gravi sinusiti in un anno
3. Più di due mesi di terapia antibiotica con scarso effetto
4. Più di due polmoniti in un anno
5. Scarso accrescimento staturoponderale
6. Ascessi ricorrenti della cute e di organi interni
7. Mughetto persistente o altre candidosi dopo l’età di un anno
8. Necessità di terapia antibiotica per via endovenosa per ottenere la guarigione
9. Due o più infezioni agli organi interni
10. Storia familiare di immunodeficienze primitive
Per gli adulti:
1. Più di 2 otiti in un anno
2. Più di 2 sinusiti in un anno, in paziente non allergico
3. Almeno 1 polmonite l’anno per più di 1 anno
4. Diarrea cronica con perdita di peso
5. Infezioni virali ricorrenti (raffreddore, herpes, verruche, condilomi)
6. Frequente necessità di antibiotici per via endovenosa
7. Ascessi ricorrenti della cute e degli organi interni
8. Candidasi orale o cutanea persistente
9. Infezioni da Micobatteri atipici
10. Familiarità per immunodeficienza primitiva
Le forme di immunodeficienza che si associano ad una carenza di anticorpi trovano come trattamento di elezione un apporto periodico di immunolgobuline noto anche come “terapia sostitutiva”. Le immunoglobuline possono essere somministrate sia per via endovenosa che per via sottocutanea.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settimana mondiale del cervello: Workshop

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 marzo 2017

Roma Martedì 14 Marzo 2017, ore 9:00 / 15 Marzo 2017 Scienze della Formazione e Filosofia, comunicazione, spettacolo Piazza della Repubblica 10 workshop gratuito, in occasione della Settimana Mondiale del Cervello. Il seminario è organizzato in collaborazione con Hafricah.NET, partner ufficiale della Brain Awareness Week.Direzione scientifica: Dott.ssa Rossella Guerini. Le due giornate di studio si compongono di quattro sezioni tematiche: neuropsicologia, neurorobotica, neuroscienze cliniche e neuroetica. L’obiettivo è quello di considerare gli studi sul cervello valorizzando una visione della neuroscienza come una della macrodiscipline che compongono la scienza cognitiva. Pertanto, la discussione di teorie e metodi nell’ambito delle neuroscienze andrà sempre di pari passo con l’analisi delle intersezioni con altre discipline. Gli studi sul cervello saranno dunque visti come un motore di sviluppo di tradizioni di ricerca in cui le neuroscienze si legano inestricabilmente alle scienze psicologiche, all’intelligenza artificiale/robotica e alla filosofia informata empiricamente.
Le due giornate saranno dedicate al contributo di metodi di indagine quali la fRMI, gli ERP, l’EEG, la tDCS, ad alcune funzioni neurocognitive (per es. memoria, orientamento spaziale, funzioni esecutive) e ai processi implicati nella plasticità cerebrale ai fini dell’adattamento a condizioni di disabilità e al recupero neurologico.
In questo spirito, verrà riservato uno spazio di approfondimento anche alla psichiatria e alla psicologia clinica. In particolare, saranno presentati i contributi dell’indagine sui disturbi psichici nell’ottica di un costante interscambio tra ricerca e intervento clinico e perseguimento dell’evidence based. Tutti i relatori sono esperti di fama internazionale e presenteranno il proprio contributo caratterizzando due giornate di studio particolarmente intense.
Interverranno: Massimiliano Aragona, Fabio Bocci, Mario De Caro, Luigi De Gennaro, Maurizio Dodet, Francesco Fattapposta, Andrea Gragnani, Cecilia Guariglia, Vincenzo Guidetti, Carlo Lai, Andrea Lavazza, Roberto Lorenzini, Fabio Lucidi, Francesco Mancini, Massimo Marraffa, Marco Molinari, Marco Pagani, Maurizio Petrarca, Isabella Poggi, Michele Ribolsi, Giovanni Maria Ruggiero, Maurizio Schimd, Roberta Trincas, Stefano Vicari, Riccardo Williams, Tiziana Zalla. L’evento è gratuito.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Settimana internazionale del Cervello

Posted by fidest press agency su martedì, 7 marzo 2017

cervelloDal 13 al 19 marzo si celebra la “Settimana del cervello”, organizzata in concomitanza in 65 paesi del mondo. Il Gruppo Editoriale Macro, leader editoriale in Italia per tutto quanto riguarda la salute dell’Uomo, ha pubblicato un libro proprio sul come difendersi dagli attacchi sempre più frequenti che il nostro cervello è costretto a subire e soprattutto sul come mantenerlo efficiente e in salute.Le rapide modificazioni ambientali sotto gli occhi di tutti hanno messo il nostro corpo biologico di fronte a una situazione difficile da affrontare e ancor più da risolvere.Stiamo subendo importanti ripercussioni sul nostro equilibrio endocrino e immunitario sbilanciandolo verso risposte abnormi o deficitarie.L’incidenza delle malattie neuro-degenerative e/o autoimmuni, come la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson, la malattia di Alzheimer, la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) ecc…, è una conseguenza più o meno diretta dell’impatto che la degenerazione ambientale ha sul nostro corpo biologico.
È possibile far fronte ai mutamenti ambientali?
Questa è la domanda di fondo alla base di Attacco alle malattie del cervello, il nuovo libro del dott. Paolo Giordo.“Entro certi termini – scrive l’autore – la risposta è affermativa; è possibile modificare il nostro ambiente più prossimo, la nostra alimentazione, il nostro stile di vita e le credenze e le usanze non consone con la nostra aspettativa di salute e di armonia”.Giordo dopo aver descritto le caratteristiche delle malattie neurodegenerative e del sistema autoimmunitario, spiega soprattutto perché le terapie convenzionali sono sostanzialmente inefficaci e propone una serie di soluzioni per affrontare queste patologie, tra cui: modificare l’alimentazione (vengono descritte vari tipi di diete);
il digiuno;
l’attività fisica;
l’idratazione del corpo e del cervello;
la terapia chelante;
l’uso di sostanze e di integratori più utili per ciascuno: coenzima Q10, biotina, glutatione, cannabis, tiamina e niacina (vitamine del gruppo B), vitamina K2, acido alfa-lipoico ecc…;
più vitamina D.
Paolo Giordo, laureato in medicina e chirurgia e in filosofia, specializzato in neurologia, esercita la libera professione nell’ambito delle MnC (Medicine non Convenzionali).Ha conseguito i diplomi in Medicina Psicosomatica, in Bioenergetica Medica, in Omeopatia e Omotossicologia, ha studiato Ayurveda e Floriterapia di Bach.
Il libro: Paolo Giordo Attacco alle Malattie del Cervello Prevenire e curare con metodi naturali: sclerosi multipla, parkinson, alzheimer, miastenia gravis, sla, fibromialgia, sindrome da fatica cronica Pagine 168 Casa editrice MACRO EDIZIONI Collana La Biblioteca del Benessere Prima edizione Febbraio 2017 Prezzo € 11,80 (anche in versione eBook € 9,99)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica

Posted by fidest press agency su domenica, 5 marzo 2017

duomo-milanoMilano dal 18 al 26 marzo prossimi la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Milano promuoverà la sedicesima edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. Istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ha l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce. Arrivare “prima” di fronte ad una malattia è fondamentale per aumentare la sopravvivenza. Lo scopo principale è la sensibilizzazione della popolazione sull’importanza di adottare uno stile di vita sano e corretto per prevenire alcune patologie tumorali. Protagonista indiscusso è l’olio extravergine d’oliva, noto per le sue qualità benefiche.
Tra le iniziative in favore della popolazione, per tutta la Settimana, l’Unità Mobile LILT offrirà a Milano e Provincia la possibilità di sottoporsi gratuitamente a visite di diagnosi precoce oncologica. Un modo per portare la prevenzione sotto casa dei cittadini. Diverse le prestazioni offerte sull’Unità Mobile e negli Spazi Prevenzione LILT Milano: visite dermatologiche, senologiche, al cavo orale, alla prostata e consulenze alimentari, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Chi deciderà di prendersi cura del proprio corpo, grazie ad uno screening preventivo, potrà richiedere la shopper della salute, con olio extravergine d’oliva, pomodori pelati e pasta, alimenti simbolo della tradizionale dieta mediterranea, preziosa alleata contro i tumori.Anche quest’anno, inoltre, per ricordare l’importanza di una regolare attività fisica, LILT Milano ha deciso di istituire una partnership con “Ciclobby”, Associazione ciclo-ambientalista aderente alla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB onlus). Inoltre, ha aderito, in qualità di charity partner, alla storica corsa ciclistica Milano-Sanremo. Lo scopo di queste iniziative è sottolineare, ancora una volta, l’importanza del movimento per restare in forma; l’ideale sarebbero 10mila passi quotidiani, l’equivalente di una breve passeggiata la mattina e la sera. Recenti studi condotti in Europa e Stati Uniti, infatti, hanno dimostrato che chi fa esercizio fisico ha il 7% di probabilità in meno di ammalarsi, ma in un quarto delle neoplasie il rischio crollerebbe di oltre il 20% fino, ad esempio, al meno 42% nell’adenocarcinoma all’esofago.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il conforto” è il singolo più ascoltato in radio della settimana

Posted by fidest press agency su domenica, 5 febbraio 2017

radio mariaTiziano Ferro e Carmen Consoli si aggiudicano la prima posizione della classifica airplay dei singoli più ascoltati in radio della settimana.Secondo i dati rilevati da Radiomonitor (azienda britannica leader del settore che elabora classifiche airplay in tutti i territori del mondo adottando un algoritmo di monitoraggio riconosciuto dall’industria musicale internazionale), “Il Conforto” (Universal) ha raggiunto il maggior numero di contatti nei sette giorni di riferimento.“Shape of you” (Warner) di Ed Sheeran guadagna due gradini e si piazza in seconda posizione mentre The Weeknd, numero uno la scorsa settimana, scende fino alla terza posizione con “I feel it coming” (feat. Daft Punk).Posizone #58 per il nuovo singolo di James Blunt “Love me better” (Warner), che è anche la più alta nuova entrata della settimana seguito da Shakira feat. Maluma con “Chantaje” (Sony) in posizione #65 e “Run Up” (Warner) dei Major Lazer feat. Partynextdoor e Nicki Minaj alla 71. La novità più rilevante della settimana nella Top 100 è “Automaton” (Universal) il nuovo attesissimo singolo di Jamiroquai già in rotazione su 39 emittenti.Tra le tre major, Universal è la casa discografica con il market share più alto (31,46%), seguita da Sony (28%), Warner (27,08%) e dalle indipendenti Energy Production (3,43%), Carosello (1,84%) e Sugar (1,81%).

Posted in recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Settimana pirandelliana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 dicembre 2016

luigi_pirandello_bisRoma dal 15 al 18 dicembre Settimana Pirandelliana L’uomo dal fiore in bocca diretto e interpretato Enrico Papa Teatro Le Sedie vicolo del Labaro 7 dal 15 al 18 dicembre ore 21.00, domenica ore 18.00 Ingresso: € 10 intero; € 8 ridotto. cinque giorni al grande drammaturgo, scrittore e poeta Luigi Pirandello. Tutte le sere Enrico Papa metterà in scena L’uomo dal fiore in bocca e poi, a seguire, proporrà alcune straordinarie poesie dello scrittore, presentando uno dei suoi aspetti meno conosciuti.
Pirandello oltre Pirandello. Cosa vuole dire?
Le intuizioni di collaborazione fra platea e palcoscenico indicate dal poeta nei suoi capolavori vengono applicate oltre la finzione, in un gioco dove si cerca di eliminare il piu’ possibile tutto cio’ che di finto ci puo’ essere in una finzione.
Così l’avventore del caffè della stazione, dove si svolge tutta la scena, sarà presentato ogni sera in un modo diverso, come diretta emanazione del personaggio dell’uomo dal fiore in bocca. Ma se l’avventore sarà creatura dell’Uomo dal fiore, quest’ultimo potra’ vivere solo grazie alla pietà dell’improvvisato attore. Enrico Papa è stato allievo di Orazio Costa nell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Debutta in teatro con Gigi Proietti allo Stabile dell’Aquila, successivamente lavora in teatro con Albertazzi, Ronconi, Strehler, Calenda, Sbragia, Puecher, Sequi, Salveti e al cinema con Giuseppe de Santis, Luigi Magni, Carlo Verdone, Damiano Damiani, Élie Chouraqui, Salvatore Samperi, Mario Monicelli, Castellano e Pipolo, Francesco Massaro, Giorgio Capitani, Ruggero Deodato, Marco Risi, Michele Placido.Tra il 1994 e 2003 è stato docente di giornalismo televisivo presso la RAI – Scuola Rai. Nel 2014 ha fondato il Centro Italiano di Poesia.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settimana del Pianeta Terra

Posted by fidest press agency su martedì, 2 agosto 2016

pianeta terraDal 16 al 23 ottobre 2016 il festival della scienza trasformerà le città italiane in laboratori a cielo aperto. Obiettivo del Festival è avvicinare adulti e ragazzi alle Geoscienze, trasmettendo l’entusiasmo per la ricerca e la scoperta scientifica. Per farlo, oltre 230 località italiane per una intera settimana verranno animate dai “Geoeventi” organizzati da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei, mondo professionale. Dalle escursioni alle visite guidate, dai laboratori didattici e sperimentali alle attività musicali, passando per conferenze, workshop e spettacoli: la “Settimana del Pianeta Terra” offrirà eventi adatti a tutti, valorizzando il patrimonio geologico italiano e mettendo a disposizione l’offerta naturalistica del Paese, fatta di montagne e ghiacciai, grandi laghi, fiumi, colline, coste e paesaggi marini, isole, vulcani. Il festival intende infatti promuovere un turismo culturale, sensibile ai valori ambientali, diffuso su tutto il territorio italiano. Con i Geoeventi saranno messe in risalto le risorse naturali più spettacolari e poco conosciute che spesso, senza saperlo, si nascondono proprio a due passi da casa.“Dopo il successo dello scorso anno, che ha registrato più di 80.000 presenze, siamo passati dalla programmazione biennale a quella annuale e i numeri del 2016 confermano la scelta: contiamo oltre 309 Geoeventi, 72 in più rispetto allo scorso anno. Sono aumentate anche le località coinvolte nel progetto, passate dalle 180 del 2015 alle 230 del 2016. Un’iniziativa che diventa anche un significativo volano economico per molte associazioni geo-naturalistiche attive nel nostro Paese”, ha continuato Rodolfo Coccioni, ha precisato Rodolfo Coccioni, professore ordinario di Paleontologia all’Università di Urbino e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra. Con i Geoeventi sarà possibile vestire i panni del “Geologo per un giorno” con escursioni per conoscere dal vivo come il geologo raccoglie i dati da Gaia e ne trae una miniera di informazioni per la ricostruzione degli ambienti del passato. Saranno raccontate le mille sfaccettature del territorio italiano: dal Nord al Sud si racconteranno i vulcani, anche attraverso la poesia e la pittura, i laghi e le lagune, le frane e le loro cause. Un occhio di riguardo sarà rivolto alla Basilicata e a Matera con una giornata che presenterà al grande pubblico le peculiarità geologiche della regione, attraverso un viaggio che dal capoluogo lucano condurrà fino alla Capitale Europea della Cultura per il 2019.
La “Settimana del Pianeta Terra – L’Italia alla scoperta delle Geoscienze – Una società più informata è una società più coinvolta” è un festival scientifico che coinvolge tutta l’Italia, vive dal 2012 ed è diventato il principale appuntamento delle nostre Geoscienze.
Per una intera settimana di ottobre diverse località sparse su tutto il territorio nazionale sono animate da manifestazioni per diffondere la cultura scientifica, i “Geoeventi”: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte nei musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde. I Geoeventi sono organizzati da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei, mondo professionale.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La settimana del Parlamento europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2016

european parliamentMartedì Ambiente
Commissione EMIS: dibattito con il Centro comune di ricerca (CCR) e l’International Council of Clean Transportation sulla riforma delle regole comunitarie per il rispetto degli standard su sicurezza, produzione e ambiente.
Ore 15:00 – 18:30, edificio József Antall (JAN), 6Q2
Commissione PETI: presentazione di una petizione sulla discarica di Malagrotta, Roma.
Ore 16, edificio Altiero Spinelli (ASP), A1G-3
Mercoledì Esteri
Commissione PETI: petizione sull’arresto e la detenzione in India dei due marò italiani.
Ore 16, edificio Altiero Spinelli (ASP), A1G-3
Migranti Commissione LIBE: presentazione del rapporto stilato da Eurojust sui foreign fighters. Alla riunione parteciperà anche il Presidente di Eurojust Michèle Coninsx.
Ore 11:30 – 12:30, edificio József Antall (JAN), 4Q2
Armi Commissione IMCO: presentazione e discussione degli emendamenti alla proposta di riforma dell’UE sul controllo delle armi da fuoco. L’iniziativa legislativa mira a creare un sistema in grado di tenere traccia dei trasferimenti transfrontalieri di armi ed evitare che queste cadano in mano a terroristi.
Ore 09:00 – 11:00, edificio Paul-Henri Spaak (PHS), 3C050
Giovedì Migranti Commissione LIBE: dibattito sul rapporto della Commissione europea sui progressi della Turchia per quanto riguarda i requisiti necessari alla liberalizzazione dei visti per i cittadini turchi.
Ore 10:00 – 10:50, edificio József Antall (JAN), 4Q2
Commissione LIBE: dibattito con i rappresentanti di Europol, dell’Agenzia europea per i diritti fondamentali e dell’ong Missing Children Europe sugli oltre 10,000 bambini (dati Europol) tra migranti e rifugiati di cui si sono perse le tracce.
Ore 15:00 – 16:00, edificio József Antall (JAN), 4Q2
Energia Commissione ITRE: voto della risoluzione che propone nuovi metodi per affrontare la povertà energetica e nuove misure volte a stabilire un mercato energetico più favorevole ai consumatori. Saranno affrontati anche altri temi, tra cui la creazione di nuovi business plan e di strumenti per il confronto dei prezzi, e l’abbattimento delle barriere amministrative. Le decisioni saranno poi utilizzate per proposte legislative in vista della futura unione energetica.
Ore 09:00 – 12:30, edificio József Antall (JAN), 2Q2
Ambiente/Xilella Commissione AGRI: voto dell’accordo informale con il Consiglio sulle regole per il contrasto dei parassiti (per esempio, la Xylella fastidiosa) all’interno dell’UE, evitarne la diffusione e debellare i più pericolosi.
Ore 09:00 – 12:00, edificio József Antall (JAN), 4Q1

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Settimana Mondiale del Cervello

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 marzo 2016

cervelloDal 14 al 20 marzo si celebra la Settimana Mondiale del Cervello. Nella sua VI dedizione. Con il tema di quest’anno, la SIN intende declinare il rapporto tra il tempo e le malattie neurologiche, non solo con riferimento all’urgenza, ma anche all’esigenza di diagnosi tempestive e di soluzioni anticipatorie nelle malattie croniche. “Il fattore tempo – sostiene il Prof. Leandro Provinciali, Presidente della SIN – è cruciale in medicina e, in particolare, in ambito neurologico; il neurologo, infatti, lotta contro il tempo per limitare i danni al cervello, nel vero senso della parola. La rapidità e l’accuratezza dell’intervento neurologico, subito dopo la comparsa dei primi sintomi, consentono di ridurre o annullare i danni che spesso condizionano fortemente la qualità di vita dei malati. Oltre a ciò, la diagnosi precoce risulta preziosa in molte malattie: ad esempio, nella Malattia di Parkinson e nella Sclerosi Multipla è basilare per mettere in atto una strategia terapeutica che possa cambiare la storia naturale della malattia, tenendo sotto controllo i sintomi”.
Tempo e cervello spiega, in senso più neuroscientifico, la percezione che il cervello ha del tempo; questa avviene in relazione al succedersi delle informazioni che giungono al cervello e al loro progressivo cambiamento. Una parte del nostro cervello, il lobo frontale, è in grado di riconoscere la “sequenza temporale degli eventi” cioè la capacità di identificare quali condizioni sono giustificate da eventi che debbono verificarsi prima, per poter rendere possibile l’evento successivo. Oltre a tale meccanismo, basato su una “sequenza logica”, può essere utilizzato un secondo meccanismo correlato alla cronologia degli eventi, cioè quanto avviene in certi momenti della giornata, della settimana, del mese o dell’anno interessato.
alzheimer-cervelloLa nuova frontiera per la cura dell’ictus ischemico in fase acuta è la combinazione di trombolisi sistemica e trombectomia meccanica. L’efficacia della terapia dipende dal tempo e qualifica l’ictus come un’emergenza tempo-dipendente. In particolare, la trombectomia meccanica dovrebbe essere eseguita il più precocemente possibile e potenzialmente entro le 6 ore dall’esordio dei sintomi.
Nella comunità scientifica è diffuso, nell’ambito delle emergenze tempo dipendenti, il concetto di ritardo evitabile inteso come momento organizzativo alla base dell’esito clinico. Il recupero del ritardo evitabile si fonda sull’efficienza organizzativa del percorso clinico del paziente con ictus acuto. In questo scenario, risulta necessario riorganizzare il sistema di cura nel nostro Paese per garantire a tutti i pazienti candidati la miglior cura possibile. Per il Prof. Elio Agostoni La malattia di Alzheimer si manifesta clinicamente con iniziali disturbi di memoria episodica, cioè della capacità di ricordare eventi legati ad un preciso riferimento temporale, cui si associano nel corso del tempo disturbi del linguaggio, dell’orientamento, delle capacità di ragionamento, critica e giudizio, con perdita progressiva dell’autonomia funzionale. Con il termine demenza si intende proprio la perdita di autonomia, mentre per descrivere i disturbi iniziali di memoria, con autonomia interamente conservata, si parla di disturbo cognitivo lieve o “Mild Cognitive Impairment (MCI)”. Questa condizione, diagnosticabile con opportune valutazioni neuropsicologiche, spesso precede di alcuni anni la demenza vera e propria. Sappiamo inoltre che il processo patologico che colpisce il cervello e che è responsabile della manifestazione clinica di MCI e poi di demenza precede di vari anni queste condizioni cliniche.
Il Prof. Carlo Ferrarese ritiene che “Una delle scoperte più importanti degli ultimi anni è rappresentata dalla dimostrazione che il processo neurodegenerativo alla base della Malattia di Parkinson inizia molti anni prima della comparsa dei sintomi motori e che, spesso, durante questa lunga fase possono essere presente manifestazioni non motorie. Queste scoperte hanno una notevole rilevanza poiché se si riuscirà a individuare i soggetti a rischio di sviluppare la malattia si potrà intervenire precocemente con farmaci neuroprotettivi.”
Il prof. Leonardo Lopiano si sofferma a sua volta su: La Sclerosi Multipla. E’ una malattia che oggi è relativamente agevole identificare, se si è in grado di valorizzare i sintomi specifici e si effettuano e interpretano correttamente gli esami di laboratorio, come la Risonanza Magnetica, l’esame liquorale, la neurofisiologia, che dimostrano l’interessamento diffuso su base autoimmune del sistema nervoso. E’ stato dimostrato che iniziare una terapia precocemente causa, a distanza di tempo, un minor accumulo di disabilità e una maggiore autonomia. Al contrario, ritardare l’inizio di una terapia, può essere responsabile della comparsa di disturbi non più reversibili e recuperabili. Comprendere in tempi brevi che la terapia effettuata non è pienamente efficace e, quindi, cambiare la cura utilizzando strategie terapeutiche più incisive, può essere cruciale per mantenere condizioni di salute compatibili con una vita pressoché normale.
Per il Prof. Gianluigi Mancardi una diagnosi precoce delle patologie neurologiche è necessaria per l’avvio di un tempestivo trattamento terapeutico. Il mondo delle terapie dedicate alle Malattie del Sistema Nervoso, con particolare riferimento a quelle del cervello, hanno assunto particolare rilievo nel corso degli ultimi anni in ragione della grande rilevanza sociale, anche in rapporto all’aumentata sopravvivenza e alla conseguente crescita delle malattie neurodegenerative Nell’ambito dell’epilessia molti farmaci sono stati introdotti sul mercato nel corso degli ultimi anni, rivolti soprattutto alle forme farmaco resistenti o alle condizioni più gravi di malattia. Tali farmaci sono caratterizzati da un meccanismo d’azione differenziato a seconda della molecola interessata e possono offrire soluzioni significative nelle forme attualmente non responsive ai trattamenti tradizionali. Particolare rilievo hanno infine approcci sperimentali o innovativi quali quelli basati sull’uso della cannabis che appare indicata anche in altre condizioni neurologiche. Nella Malattia di Parkinson particolare interesse ha destato recentemente l’uso della caffeina per le possibilità di miglioramento delle condizioni generali in presenza di particolari complicanze. Oltre a ciò, sono in fase di lancio alcune combinazioni di L-dopa utili a prolungare l’efficacia del farmaco e, in particolare, viene segnalata la possibilità di somministrazione transdermica di carbidopa utilizzando un apposito dispositivo.
In occasione della Settimana Mondiale del Cervello, la Società Italiana di Neurologia prevede l’organizzazione, sul territorio nazionale, di incontri divulgativi, convegni scientifici e attività per gli studenti delle scuole elementari e medie.
Il dettaglio delle iniziative italiane della Settimana Mondiale del Cervello è consultabile on line, all’indirizzo http://www.neuro.it.
La Settimana Mondiale del Cervello (Brain Awareness Week, BAW) è promossa a livello internazionale dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa e dalla Dana Alliance for the Brain Initiatives e dalla Society for Neuroscience negli Stati Uniti. Ad essa aderiscono ogni anno Società Neuroscientifiche di tutto il mondo – tra cui, dal 2010, anche la Società Italiana di Neurologia – oltre a numerosissimi enti, associazioni di malati, agenzie governative, gruppi di servizio ed organizzazioni professionali di oltre 82 Paesi.
La Società Italiana di Neurologia conta tra i suoi soci circa 3000 specialisti neurologi ed ha lo scopo istituzionale di promuovere in Italia gli studi neurologici, finalizzati allo sviluppo della ricerca scientifica, alla formazione, all’aggiornamento degli specialisti e al miglioramento della qualità professionale nell’assistenza alle persone con malattie del sistema nervoso.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana della salute dell’osso

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2015

relatoriE’ partita in oltre 50 farmacie del Lazio, e più di 2.600 in tutta Italia, la “Settimana della Salute dell’Osso”, iniziativa di informazione promossa da 5 società scientifiche di riferimento quali Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS), Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), Gruppo Italiano per lo studio dei BISfosfonati (GIBIS), Gruppo Italiano di Studio in Ortopedia dell’Osteoporosi Severa (GISOOS) e Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT), resa possibile grazie al contributo incondizionato di Abiogen Pharma.
L’osteoporosi che in Italia colpisce 4 milioni di persone non è solo un processo naturale legato all’invecchiamento o a altri fattori di rischio non modificabili come il sesso, l’età, la menopausa. Esistono infatti altri elementi come le patologie correlate, la mancanza di esercizio fisico, l’alimentazione, dove con alcuni accorgimenti si può assicurare un futuro alle nostre ossa, possibilmente fin da bambini in considerazione del fatto che lo sviluppo del tessuto osseo avviene soprattutto nei primi 20 anni di vita.
L’iniziativa dedicata a sensibilizzare la popolazione sull’importanza di prendersi cura delle proprie ossa e a informare michieliisaiasulle buone regole da mettere in pratica per prevenire possibili disturbi e patologie. Dal 5 al 10 ottobre 2015 nelle farmacie aderenti sarà possibile ricevere consigli sulla prevenzione e ritirare 3 pratiche brochure – bambini, donne e terza età – con informazioni sulle ossa e su come mantenerle in salute. Per tutti coloro che non potranno recarsi in farmacia durante la Settimana della Salute dell’Osso, è disponibile http://www.salutedelleossa.it, pensato come luogo di approfondimento su come prendersi cura delle ossa e sul ruolo chiave del calcio e della vitamina D, quando e come ricorrere alla supplementazione. Dalla piattaforma sarà inoltre possibile scaricare le brochure e consultare l’elenco delle farmacie aderenti all’iniziativa.
Per tablet e smartphone è stata sviluppata la pratica APP “Salute delle Ossa”, disponibile sia per iOs che Android, uno strumento interattivo per mettere alla prova le proprie conoscenze sul ruolo della vitamina D e che consente di verificare il proprio livello di esposizione settimanale ai raggi solari, fondamentale per il raggiungimento di un buon livello di questa preziosa vitamina. Attraverso l’APP è anche possibile accedere ad alcuni approfondimenti video realizzati dagli esperti del board scientifico. L’APP è scaricabile gratuitamente da http://www.salutedelleossa.it, iTunes e Google Play. (foto: Michieli,isaia, relatori)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana al parlamento Europeo

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2015

parlamento europeoBRUXELLES Settimana di commissioni e di mini plenaria. Fra gli eventi più importanti sono:- In plenaria:
1) Mercoledì 16 settembre: gli eurodeputati discuteranno col Consiglio e con la Commissione dei risultati del vertice di oggi dei ministri dell’Interno e della Giustizia sull’immigrazione.
2) Mercoledì 16 settembre: Si discuteranno e voteranno le proposte degli eurodeputati per emendare il programma di lavoro della Commissione Europea per il 2016, la cui versione finale verrà presentata al Parlamento in plenaria a Strasburgo a ottobre. Ci si aspetta che gli eurodeputati chiedano alla Commissione nuove proposte di legge in materie quali immigrazione, ambiente, tassazione ed energia.
3) Mercoledì 16 settembre: gli eurodeputati terranno un dibattito sulla crisi attuale del mercato agricoloin UE, con speciale riferimento alla caduta dei prezzi per latte e carni, esacerbata dall’embargo russo nei confronti dei prodotti europei.
– nelle Commissioni:
1) Martedì 15 settembre: Audizione pubblica congiunta delle commissioni Affari Esteri, Libertà Civili e Diritti Umani sui flussi migratori nel Mediterraneo e il rispetto dei diritti fondamentali. Fra gli altri interverranno il Vice Presidente della Commissione Europea Federica Mogherini, il Commissario all’Immigrazione Dimitris Avramopoulos e l’Alto Commissario Onu per i Rifugiati Antonio Guterres. Nel pomeriggio di martedì, il direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, interverrà in Commissione Libertà Civili per fare il punto della situazione sulle regole da seguire nelle operazioni di pattugliamento condotte sotto l’ègida dell’agenzia per il controllo delle frontiere esterne dell’UE e sulla cooperazione con i paesi terzi in materia di visti.
2) Giovedì 17 settembre: La Commissione Affari Economici e la Commissione Speciale sulla Tassazione discuteranno col presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker e col Commissario agli Affari Economici e Finanziari Pierre Moscovici di politiche fiscali attuali e future per quanto riguarda, in particolare, le multinazionali. Sempre giovedì previsto un dibattito con la Commissaria alla Concorrenza Margrethe Vestager.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Settimana universitaria dell’Aikido”

Posted by fidest press agency su martedì, 6 gennaio 2015

AikidoSi terrà a Cagliari, presso il centro sportivo Gymnasium in via Mameli 166 a Cagliari, e prevede la pratica gratuita dell’Aikido ad ogni studente universitario regolarmente iscritto, per una intera settimana. Chiuderà l’evento un embukai, ossia una dimostrazione di tecnica e prestanza atletica di tale arte marziale.La manifestazione si terrà dal 12 al 17 gennaio 2015, il lunedì e mercoledì dalle 21.00 alle 22.15, il martedì e giovedì dalle 14.00 alle 15.15, il venerdì dalle 20.30 alle 22.30 e il sabato mattina dalle 10.00 alle 12.00. Alle ore 12.00 di sabato 17 gennaio si terrà invece l’embukai aperto al pubblico e che prevede la sola esibizione della disciplina.L’iniziativa è portata avanti dall’Associazione Studentesca Caravella Youth in Action e dall’Associazione Culturale Caravella con la collaborazione dell’Associazione di Cultura Tradizionale Giapponese Aikikai Karalis e con il contributo dell’Università degli Studi di Cagliari e dell’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario di Cagliari (E.r.s.u.).L’Aikido è riconosciuto da un’istituzione nazionale chiamata Aikikai d’Italia (Ente Morale) e la manifestazione prevede la partecipazione di studenti che non necessariamente fanno parte delle associazioni sopracitate. L’Aikido è uno sport non comune, è persino errato il fatto che lo si chiami “sport”, nacque infatti nel 1942 per volontà del Maestro Morihei Ueshiba, che fin da giovane iniziò lo studio di diverse discipline marziali, eccellendo in tutte. Nel 1930, dopo molti studi, fondò il suo stile personale che chiamò Aiki-bujutsu. Questa disciplina riscosse vasti consensi tra i più alti esponenti delle arti marziali giapponesi. Stabilì il suo centro a Tokio, ma nel periodo della guerra volle trasferirsi in una piccola cittadina, Iwama, dove nel 1942, appunto, diede vita all’Aikido: un’arte marziale innovativa e rivoluzionaria, basata sul sincretismo di plurisecolari tecniche che affondano le proprie radici nei samurai. Il maestro Ueshiba continuò l’insegnamento fino agli ultimi giorni della sua vita, sino al 1969.L’evento prevede la partecipazione del maestro Piernicola Vespri, 5°DAN Aikikai d’Italia e Aikikai di Tokyo, è stato allievo del Maestro Hideki Hosokawa (7°DAN Shihan), e pratica l’Aikido dal 1983. Nel 1990 ottiene la cintura nera, e dal 1998 è responasabile della Scuola Aikido Cagliari che nel 2006 diventa dojo Tomodachi No Kai e nel 2011 Aikikai Karalis. Per diversi anni ha collaborato nell’insegnamento con il M° Hosokawa presso il dojo Musubi no kai.«A prima vista l’Aikido si presenta come un elegante metodo di ricerca dell’equilibrio fisico e psichico – spiega Piernicola Vespri, maestro di Aikido nonché presidente dell’Aikikai Karalis – mediante la pratica controllata di antiche tecniche di derivazione marziale, finalizzate alla neutralizzazione, mediante bloccaggi, leve articolari e proiezioni, di uno o più aggressori disarmati o armati».L’Aikido trova la propria originalità ed efficacia in una serie di movimenti basati sul principio della rotazione sferica. Contrariamente ad altre arti marziali incentrate sui movimenti lineari (avanti, indietro, in diagonale), le tecniche dell’Aikido si fondano e si sviluppano infatti, prevalentemente, su un movimento circolare il cui perno è colui che si difende. In tal modo egli stabilizza il proprio baricentro, decentra quello dell’avversario attirandolo nella propria orbita, e può sfruttare a proprio vantaggio l’energia prodotta dall’azione aggressiva fino a neutralizzarla. Che cos’è quindi l’Aikido? Prova a dare una risposta il maestro Vespri: «Spesso si da una risposta semplice quale “è un’arte marziale di difesa”. Sicuramente è una risposta che non risolve i dubbi su cosa sia esattamente. L’Aikido è una disciplina di origine giapponese che è la fusione di diverse discipline marziali e l’ unione di pratiche religiose di origine scintoista. Si può dire che sia la ricerca dell’unione dell’uomo con l’universo. Detto ciò sembra che sia più una pratica religiosa che altro, ma avvicinandosi in un dojo (luogo sacro dedicato alla pratica delle discipline giapponesi) si vedrà che esiste, si, una vera e propria attività fisica ma che l’aspetto più “esoterico” è nascosto e spesso sconosciuto alla maggioranza dei praticanti». Perché fare Aikido? «Semplicemente per stare bene – prosegue Vespri – attraverso lo studio di vari metodi di respirazione e utilizzando i movimenti circolari, caratteristici della disciplina, si ottiene una miglior funzionalità degli organi interni e si ottimizza il sistema nervoso. Con la pratica costante si può avere maggiore resistenza alla fatica. Questo per quanto riguarda lo stato psicofisico, ma è da sottolineare, inoltre, che non essendoci competizione, si trova quello spirito di collaborazione che aiuta i praticanti principianti ad apprendere più velocemente».

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »