Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘sfruttare’

Sfruttare al meglio le nuove tecnologie

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 aprile 2019

Solo il 10-15% delle aziende ha programmi di formazione ben sviluppati e correttamente in linea con la propria strategia e i risultati di business desiderati. Docebo, azienda che ha sviluppato una piattaforma eLearning basata su IA tra le più diffuse al mondo, nel report Close the Learning Loop spiega come sia possibile sfruttare al meglio le nuove tecnologie per allineare la formazione aziendale agli obiettivi di business: scoprire i punti di forza che la formazione è in grado di offrire grazie alle nuove tecnologie e all’utilizzo dell’IA può fare davvero la differenza e creare nuove opportunità a livello organizzativo.
Tecnologie intelligenti come l’IA consentono alle organizzazioni di ottenere esperienze formative complete e personalizzate migliorando i risultati formativi, mettere in collegamento le attività di formazione e sviluppo con le performance di business e trasformare la formazione in una componente culturale volta ad attrarre/mantenere i migliori talenti.Una Learning Organization di successo è un’organizzazione capace di creare, acquisire e trasferire le conoscenze modificando il proprio comportamento per riflettere nuove conoscenze e informazioni, aumentando il coinvolgimento e la soddisfazione dei dipendenti. All’interno di essa, secondo Docebo, esistono sostanzialmente 4 livelli che devono essere allineati e ottimizzati per collegare tra loro formazione, strategia di business e risultati desiderati: strategia organizzativa, capacità organizzative, competenze delle persone e metodi di esecuzione.IA e Machine Learning aiutano i leader di Formazione e Sviluppo a comprendere con maggiore efficacia le preferenze degli utenti grazie a strumenti capaci di prevedere le loro esigenze, suggerendo e distribuendo contenuti basati sulle preferenze e sui comportamenti passati, per coinvolgere al meglio le nuove generazioni di forza lavoro. Utilizzando con successo i dati offerti da queste tecnologie il settore di Formazione e Sviluppo sarà quindi in grado di scoprire nuovi modi per creare valore di business con la formazione.“Affinché queste soluzioni trovino applicazione occorre innanzitutto riconoscere che tecnologie come l’IA non sostituiscono l’uomo”, ha affermato Claudio Erba, CEO di Docebo. “L’evoluzione digitale deve essere abbracciata come una preziosa opportunità volta a migliorare l’esperienza formativa degli amministratori di piattaforme eLearning e dei formatori, che potranno concentrare attenzione ed energia su compiti maggiormente utili e gratificanti, come ad esempio idee creative e soluzioni strategiche per l’azienda.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Better, Calcio Serie A

Posted by fidest press agency su sabato, 23 ottobre 2010

Ottava giornata del campionato di serie A. Ecco le quote Better. Si parte con l’unico anticipo di sabato alle ore 20:45, all’Artemio Franchi la Fiorentina (a 1,70) ha una partita delicatissima per la classifica, contro il Bari (a 5,00). Domenica s’inizia alle 12:30 con il Parma (a 3,00) che vuole sfruttare la situazione di una Roma (a 2,35) in difficoltà, reduce dalla sconfitta interna contro il Basilea in Champions League. Alle ore 15 altre partite. Chievo (a 1,85), Genoa (a 1,75) e Lazio (a 1,70) partiranno con i favori del pronostico e cercheranno di far valere il fattore campo rispettivamente contro il Cesena (a 4,50), il Catania (a 4,85) e il Cagliari (a 5,00). Partite più equilibrate quelle che vedranno di fronte il Lecce (a 2,35) con il Brescia (a 3,20) e l’Udinese (a 2,45) con il Palermo (a 2,90). Alle 20:45 al Meazza si affrontano i campioni d’Italia in carica dell’Inter (a 1,55) e la Sampdoria (a 6,00) di Cassano, reduce dalla vittoria rocambolesca di domenica scorsa contro la Fiorentina. Chiude l’ottava giornata il posticipo di lunedì tra Napoli (a 2,75) e il Milan (a 2,65), tra tutte è forse la partita più equilibrata e spettacolare. Ecco tutte le quote elaborate e proposte da Lottomatica Scommesse:
Data    Campionato di serie A 2010-11                              1         X        2
23.10 ore 20.45    FIORENTINA    BARI                           1,70    3,50     5,00
24.10 ore 12.30    PARMA    ROMA                                 3,00    3,20     2,35
24.10 ore 15.00    BOLOGNA     JUVENTUS                     4,25   3,40     1,85
24.10 ore 15.00    CHIEVO    CESENA                            1,85    3,25     4,50
24.10 ore 15.00    GENOA    CATANIA                             1,75    3,40     4,85
24.10 ore 15.00    LAZIO    CAGLIARI                              1,70    3,50     5,00
24.10 ore 15.00    LECCE    BRESCIA                             2,35    3,00     3,20
24.10 ore 15.00    UDINESE    PALERMO                         2,45    3,15    2,90
24.10 ore 20.45    INTER    SAMPDORIA                          1,55    3,85    6,00
25.10 ore 20.45    NAPOLI    MILAN                                 2,75    3,10    2,65

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tecnica della disinformazione

Posted by fidest press agency su martedì, 1 settembre 2009

Editoriale fidest. Oggi è un tema ricorrente come se la nostra generazione, e non altre, sia la genitrice di questa “devianza sulla strada della verità”. Niente di più errato. Possiamo dire, invece, che la disinformazione sia stata un’arte coltivata a dovere in ogni generazione di umani ed oggi ne possiamo riscontrare talune storture nella storia che ci è stata tramandata e che pretendiamo a un popolo di discenti di prenderla per buona. Così sono stati creati i mostri e gli adoni nei millenni passati e così facciamo passare per buoni i cattivi e i cattivi per buoni, per buona pace di tutti. Oggi, tuttavia, c’è una grossa differenza. Per la prima volta abbiamo l’opportunità di vederci meglio nelle pieghe delle segrete cose ma a condizione che sappiamo ben sfruttare quell’arma a doppio taglio che si chiama informazione. Oggi le notizie si sono centuplicare rispetto ad alcuni anni fa e i mezzi per diramarle si sono espansi. Ha incominciato la carta stampata per poi aggiungersi, via via, la cinematografia, la radio, la televisione, la multimedialità e internet. Oggi i giornali e i settimanali li troviamo sia in edicola sia sul piccolo schermo televisivo e su internet. Sfornano tante notizie che tra queste, quasi per caso, ritroviamo quella verità che altri hanno accuratamente camuffato in qualcosa di diverso. E’ un trucco antico da prestigiatore che sa essere ancora credibile per chi scompone la verità in tanti quarti per poi ricomporla con un 25 o un 50% di altro. Così quel quarto o mezza verità fanno da spalla al resto che ne è estraneo per dare l’impressione, a chi legge o ascolta, che, dopo tutto, il fatto è credibile al 100%. Questo trucchetto riesce quasi sempre perché la gente ha un grande bisogno di credere, di avere fiducia in qualcuno o in qualcosa e basta poco per accontentarla. Poi vi è un aspetto non trascurabile: quello legato alla memoria. Il passato spesso lo immergiamo nella nebbia più fitta accontentandoci di navigare a vista con ricordi ed esperienze sfumati. Un’altra tecnica è quella del meno peggio: si dice tutti i politici sono ladroni e allora perché non affidare al capo dei ladroni le casse dello Stato? Ruba lui ma si spera che almeno non faccia rubare agli altri. C’è solo un rischio: a forza di disinformare si possono dire proprio quelle verità che vorremmo tenere celate. E noi le aspettiamo al varco. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.net)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La montagna e la sua ricchezza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 agosto 2009

La montagna produce meno ricchezza rispetto alle altre parti della terra ma permette all’essere umano di vivere meglio. Potrebbe, tutto ciò, apparire come un atteggiamento consolatorio ma non lo è. Non ci riferiamo, ovviamente, al turismo invernale quanto la necessità di dare a questo territorio, così esteso in Italia, uno sbocco economico più solido. Fra tutte le ricette che gli operatori economici propongono per tonificare l’economia di montagna, un dato di partenza fortunatamente li accomuna: il fondamentale rilievo che in esse debbono avere le risorse locali. Siano esse le bellezze naturali da sfruttare turisticamente oppure le attività artigianali o industriali di fondovalle (sovente moderne versioni di autentiche tradizioni), come anche una rinnovata economia silvopastorale. Tutti propongono di sviluppare ulteriormente i servizi senza rinunciare tuttavia alla cura dei pascoli e dei boschi, nonché all’industria sostenibile. In altri termini le attività primarie, secondarie e terziarie sui monti sono possibili e possono essere armonizzate con l’ambiente e con i ritmi di vita dei residenti, se solo di affidasse ad esse un ruolo ed una presenza armonica con l’ambiente. In pratica potremmo immaginare l’uomo della montagna dotato, da una parte, di tutte le più moderne tecnologie della new economy ma in grado, altresì, di guardare dalla propria finestra i suoi monti e le sue valli e tendendo l’udito sentire  ancora il rombo delle mine nelle cave, lo schianto degli alberi abbattuti, il muggito delle mandrie al pascolo, i colpi di trancia e di maglio ove si lavora il ferro. Sono le due anime che la montagna potrebbe darci senza contraddire e contraddirci su un terreno di un realismo tutto montanaro del tenere i piedi ben piantati sulla solida e fedele terra.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »