Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘sicilia’

Caro voli in Sicilia

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 settembre 2019

L’On. Decio Terrana, Coordinatore Regionale dell’UDC Italia in Sicilia, ha oggi trasmesso una nota ufficiale al Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte evidenziando il disagio economico-sociale provocato sul territorio siciliano dal “caro voli”, il costo troppo elevato delle tariffe aeree per i cittadini siciliani. La nota è stata altresì inviata anche al nuovo Ministro dell’Infrastruttura e dei Trasporti, Paola De Micheli, al Governatore della Regione Sicilia On. Nello Musumeci, all’Assessore Regionale Infrastrutture in Sicilia, On. Marco Falcone, ed al Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Magistrato Roberto Rustichelli.Con questa nota, l’On.Decio Terrana vuole sollecitare tutte le istituzioni interessate affinchè, ognuna per le proprie competenze, possa attivarsi per attuare le opportune soluzioni che consentano l’abbassamento delle tariffe aeree.
<< Siamo pronti a scendere in piazza per sollecitare atti concreti e soluzioni immediate – comunica il Coordinatore Regionale dell’UDC – sono arrivati nei mesi scorsi i soliti proclami e nessuna soluzione; non possiamo più permetterci che i Cittadini Siciliani vengano così bistrattati e dimenticati dalle istituzioni e dal Governo su temi che richiedono urgenti risoluzioni.>>

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Sicilia Doc Night”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 agosto 2019

Venezia Villa degli Autori, Lungomare Guglielmo Marconi, 56 giovedì 5 settembre, ore 21:30 si terrà una serata con il corso di Cinema Documentario della Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia diretto da Costanza Quatriglio. “Sicilia Doc Night” segna l’inizio di una collaborazione tra il corso triennale di Regia del Documentario della Scuola Nazionale di Cinema, diretto a Palermo da Costanza Quatriglio, la Sicilia Film Commission e le Giornate degli Autori.
Dalle 21.30 si alterneranno proiezioni e testimonianze di allievi, ex allievi, registi e professionisti del cinema che lavorano ogni giorno affinché la Scuola sia un luogo di sperimentazione di linguaggi e approcci differenti, di sguardi plurali sul mondo e sulla contemporaneità. Saranno presentati i trailer dei film di diploma degli allievi Silvia Miola, Andrea Vallero e Camilla Iannetti e le esercitazioni di secondo e primo anno di corso, degli allievi Filippo Foscarini e Beatrice Perego, ed infine la Ginko Film, società di produzione fondata dagli ex allievi del CSC di Palermo Chiara Andrich, Andrea Mura e Giovanni Pellegrini. Hanno assicurato la loro presenza il Presidente del CSC Felice Laudadio, il Direttore Generale Marcello Foti, il Preside della Scuola Nazionale di Cinema Adriano De Santis, l’Assessore al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana Manlio Messina, il Dirigente Generale del Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana Lucia Di Fatta, il Direttore della Sicilia Film Commission Alessandro Rais, il Direttore della Sede Sicilia del CSC Ivan Scinardo e alcuni dei docenti.La Sede Sicilia del CSC – Scuola Nazionale di Cinema è sostenuta dalla Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, nell’ambito del programma Sensi Contemporanei.Con il sostegno del Comune di Palermo.
Il bando per partecipare alle selezioni per il corso triennale di Regia del Documentario della Scuola Nazionale di Cinema scade il primo ottobre 2019.
Per conoscere il programma e i docenti del corso:
http://www.fondazionecsc.it/news.jsp?ID_NEWS=3636&areaNews=158&GTemplate=sc_home.jsp

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Sicilia, assistenti tecnici bloccati nelle graduatorie permanenti da anni

Posted by fidest press agency su sabato, 3 agosto 2019

L’Anief ottiene un nuovo successo a tutela dei diritti del personale ATA. I ricorrenti sono assistenti tecnici inseriti nella graduatoria permanente del personale ATA della provincia di Palermo da anni in attesa dell’assunzione di ruolo per l’assenza di posti disponibili nel loro profilo, in quanto assegnati a personale di ruolo transitato da altra amministrazione nelle scuole e inquadrato nella classe AR99. Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, con sentenza n. 724/2019, accoglie il ricorso. Marcello Pacifico (Anief): “Azione sindacale e legale in sinergia: questa è la forza del nostro sindacato”.Nella formulazione degli organici del personale ATA, per la provincia di Palermo, per gli assistenti amministrativi sembrava ci fosse una situazione di esubero di posti in organico di diritto. L’interesse dei ricorrenti emergeva dalla circostanza che l’Amministrazione, nel definire l’organico di diritto, riservava (come ogni anno) un numero di posti al personale di ruolo transitato nella classe del personale ATA con qualifica AR99 che non potevano essere conteggiati nel novero di quelli disponibili per l’immissione in ruolo, ma tuttavia venivano assegnati con incarico annuale al 31 agosto, come se i posti fossero vacanti e disponibili.L’incongruità di questa attività autoritativa nasce proprio dal fatto che tale personale non è in possesso dei titoli previsti dalla normativa vigente per ricoprire i ruoli assegnati e, pertanto, risulta essere personale non utilizzabile nei laboratori per assenza di titoli e per mancata riqualificazione.Di conseguenza, gli stessi posti sono assegnati, in un primo momento, in organico di diritto a personale non qualificato che non può svolgere le mansioni attribuite per mancanza dei requisiti e, in un secondo momento, nuovamente in organico di fatto, con contratto a tempo determinato, agli odierni ricorrenti tutti, invece dotati dei requisiti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I buoni motivi per vivere l’estate nella Sicilia de Le Soste di Ulisse

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 luglio 2019

Una meta estiva che non può che mettere d’accordo tutti: la Sicilia. Che si voglia godere del dolce far niente di fronte a un mare scintillante o andare alla scoperta della sua antichissima storia, godere della natura mediterranea o della cucina isolana, la Sicilia è il posto ideale. Sono tantissimi i luoghi magici di quest’isola, distribuiti tra i suoi tre storici valli: Val di Noto, Val Dèmone e Val di Mazara. Visitarli scegliendo l’ospitalità delle strutture associate a Le Soste di Ulisse è un’occasione per completare l’esperienza nel modo più autentico, con la possibilità di organizzare il proprio Grand Tour all’insegna dell’ospitalità siciliana.Resort con viste mozzafiato, piscine e terrazze sul mare lungo coste e promontori caratterizzati da bellissime spiagge e scogli, o ancora, immersi nei tipici paesaggi dell’entroterra siciliano o sulle isole. Da qui godere del tramonto o di cieli stellati lontani dalle luci delle grandi città ha un sapore unico; un sogno per gli amanti del relax e di un lusso dal carattere mediterraneo. Terra ambita da fenici, greci, saraceni, romani, normanni, spagnoli e francesi, ogni angolo della Sicilia ha vicende da raccontare. Un crocevia di culture che si ritrova tra antichi insediamenti fenici, templi dorici o palazzi e chiese in stile Barocco. Il paesaggio siciliano, tanto bello quanto vario, offre aree interne brulle e quasi selvagge, parchi e riserve naturali, paesaggi vulcanici e isole incantevoli, tutti luoghi che racchiudono in sé i vividi colori e le luci del Mediterraneo. Bellezze storiche, artistiche e architettoniche, tradizione e folklore unici oltre a un’atmosfera e un’ospitalità tipica siciliana ben rappresentata in tutte le location de Le Soste di Ulisse. Per gli appassionati della cucina gourmet, del buon vino, della pasticceria siciliana, quest’isola è un ‘continente’ tutto da scoprire attraverso una ristorazione di altissima qualità, anche stellata. Piatti che hanno in sé tutto il carattere della tradizione, realizzati con materia prime di eccellenza da chef di altissimo livello. Possibilità di soggiornare in wine resort che uniscono la tradizione vitivinicola all’ospitalità autentica. Tutto questo contribuisce a rendere unica una visita in terra siciliana, creando un incanto indimenticabile e la voglia di non lasciare una terra che accoglie lo straniero e lo fa sentire a casa.Come ricorda lo chef bistellato Pino Cuttaia, Presidente de Le Soste di Ulisse, “il ruolo dell’Associazione rispetto al territorio siciliano è di portare e far tornare nella nostra terra sempre più ospiti, profondamente appassionati delle eccellenze di cui siamo artefici, comprese quelle artistiche, storiche, culturali e architettoniche”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Resto al Sud … in Sicilia» incontro a Marsala

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

Marsala lunedì 10 giugno 2019 (ore 16.00), presso il Complesso Monumentale San Pietro,si terrà un incontro informativo finalizzato ad illustrare l’incentivo «Resto al Sud», che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno. Le opportunità sono rivolte, in particolare, ai giovani tra i 18 e i 35 anni di età, ma con le novità previste dalla Legge di Bilancio 2019 anche ai liberi professionisti e agli under 46. Le domande vanno presentate sulla piattaforma on-line di Resto al Sud ed una volta approvata la richiesta il regime di aiuto è gestito da Invitalia, per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si possono, pertanto, avviare iniziative imprenditoriali per la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura fornitura di servizi alle imprese e alle persone e turismo. Sono escluse dal finanziamento le attività agricole ed il commercio. Sono ammissibili le spese per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività. Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi. Resto al Sud è un incentivo a sportello, per cui le domande vengono esaminate senza graduatorie in base all’ordine cronologico di arrivo. Sono previsti i saluti istituzionali da parte di Liborio Furco (Presidente GAL Elimos), Alberto Di Girolamo (Sindaco Comune di Marsala), Vito Mancuso (Presidente O.A.P.P.C di Trapani) e Antonio Mistretta (Consigliere Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Marsala). Gli interventi previsti sono i seguenti: Stefania Esposito – INVITALIA (Resto al sud: stato di avanzamento della misura agevolativa), Pasquale Brancato – Direttore Area Retail Trapani (Resto al Sud: Intesa Sanpaolo al fianco dei giovani imprenditori) e Rocco Lima – Direttore GAL Elimos (Il GAL per lo Sviluppo Locale PAL “Terre degli Elimi 2020”). Le conclusioni sono affidate a Liborio Furco (Presidente del GAL Elimos). A partire dalle ore 18.30, infine, si terranno incontri «One to One»

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si presenta a Palermo il saggio «Irredimibile Sicilia?»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 Mag 2019

Palermo, venerdì 31 maggio 2019 (Ore 17.30) Via Terrasanta, 82 presso la Sala Conferenze della prestigiosa «Fondazione Giuseppe e Marzio Tricoli», presentazione del volume «Irredimibile Sicilia? – L’Isola e il sogno infranto della sua Autonomia speciale» di Fabrizio Fonte (Presidente Centro Studi Dino Grammatico). È prevista la partecipazione di Umberto Balistreri (Presidente Istituto Siciliano di Studi Politici ed Economici) e di Antonino Sala (saggista e storico). Modererà l’incontro il giornalista Giampiero Cannella.«Il volume – afferma Fabrizio Fonte – è il frutto di una lunga serie di interventi pubblici che avevano come tema centrale la Sicilia ed il suo mancato sviluppo socio-economico. Mi sono reso conto, infatti, che in pochi conoscevano, se non superficialmente, lo statuto autonomista siciliano e soprattutto le sue inespresse potenzialità. Ragion per cui ho ritenuto opportuno scrivere questo testo, edito dalla Solfanelli, al fine di consentire un veloce approfondimento. Ed oggi, guarda caso, il tema che impone l’agenda politica nazionale innesca delle serie riflessioni anche sulla Autonomia siciliana. La Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna stanno invocando, non a caso, l’art. 116 della Costituzione (che regola i rapporti Stato-Regione), chiedendo a gran voce una maggiore autonomia sui temi quali la salute, il lavoro, l’ambiente, l’attività internazionale e l’istruzione. Il concetto di irredimibilità – prosegue Fonte – si deve far ricondurre a Leonardo Sciascia che, quando gli chiesero di trovare un aggettivo che in sé bastasse a riassumere l’Isola, rispose: «che la Sicilia è irredimibile, ma che comunque bisogna continuare a lottare, a pensare e ad agire, come se non lo fosse». Anch’io, con questo volume, mi sono posto il quesito. Se la Sicilia sia realmente irredimibile o se magari ci possano essere delle possibilità che questa Terra, invece, abbia delle condizioni di riscatto e di speranza. Ecco il perché del punto interrogativo nel titolo. Il ragionamento si dipana, ovviamente, nella storia recente della sua Autonomia, che doveva consentire all’Isola uno sviluppo di altro genere, ma che purtroppo oggi la vedono terzultima, in termini di sviluppo economico, a livello europeo, con dei tassi di natalità molto bassi ed altissimi tassi di disoccupazione e di emigrazione. Mi auguro – conclude Fabrizio Fonte – che nel futuro, e anche abbastanza prossimo, le cose possano cambiare. Ma tutto è legato alla reale volontà della gran parte dei siciliani di variare, innanzitutto dal punto vista culturale e quindi da quello politico e sociale, per davvero le loro sorti. Tuttavia non sarà un processo affatto semplice!».
Fabrizio Fonte, giornalista, è laureato in «Scienze della Comunicazione». È autore di diversi saggi e di numerosi articoli di natura politica, economica e culturale per diverse testate giornalistiche regionali e nazionali. È stato insignito del Premio alla Cultura «G.M. Calvino» nel 2014, del Premio letterario «La Campana di Burgio» nel 2015, del Premio alla Cultura «Magister Vitae» nel 2017 e del Premio «Gaia» per la letteratura nel 2018. Presiede dal 2014 il «Centro Studi Dino Grammatico». Ha già pubblicato, infine, i saggi Dal separatismo all’autonomia regionale. Storia dell’idea indipendentista siciliana nel XX secolo (Rubbettino, Soveria Mannelli 2011) e L’operazione Milazzo e la mafia. L’inchiesta Merra la prima operazione antimafia nella Sicilia autonoma (Solfanelli, Chieti 2017).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni europee: Il Pd in Sicilia fanalino di coda rispetto al resto del Paese

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 Mag 2019

«Purtroppo ancora una volta la Sicilia di conferma in controtendenza rispetto all’importante risalita del Pd e il conseguente crollo dei Cinquestelle. Tutto questo nonostante le candidature di prestigio messe in campo. Ora si risolva subito la questione siciliana» A dirlo è Antonio Ferrante del Partito Democratico, commentando i dati delle elezioni Europee in Sicilia.
«La scarsissima affluenza – continua Ferrante – unita al risultato dei Cinquestelle e della Lega danno il senso dell’Aventino da parte dei nostri sostenitori, che per mesi hanno vissuto l’assenza del Pd in Sicilia. Dobbiamo essere grati ai nostri candidati perché grazie a loro abbiamo evitato una figura ancora peggiore».«Da militante del Pd e da siciliano – conclude Ferrante – voglio anche ringraziare i tanti amici e compagni che, in ogni Comune, hanno portato nelle case degli elettori la nostra lista, nonostante l’abbandono totale che hanno subito in tutto questo tempo. A loro dico: da oggi ripartiamo insieme per riprenderci il Pd e la Sicilia e dal Pd nazionale aspetto la risoluzione della questione siciliana una volta per tutte».

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Sicilia, a Licata, si discuterà di sostenibilità della filiera del Mediterraneo

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 Mag 2019

Licata Dal 2 al 4 ottobre 2019 sulle coste meridionali della Sicilia si svolgerà ‘nnumari, l’evento di Pino Cuttaia dedicato alla sostenibilità della filiera del Mediterraneo. Lo chef bistellato del ristorante La Madia e promotore della “cucina della memoria” convoca a Licata cuochi, giornalisti, economisti, pescatori, allevatori, agricoltori, produttori, artigiani, pescatori, imprenditori, artisti e comunicatori per costruire assieme modelli di sviluppo sociali e ambientali replicabili e condivisi. Pino Cuttaia: «Siamo parte del Mediterraneo e viviamo tutti in terre unite dal mare; abbiamo tutti problemi in comune e abbiamo il dovere di trovare soluzioni, insieme».
Sul litorale di Agrigento nella località di Licata circondata da mare pulito e sapori mediterranei si è riusciti a creare, nonostante le difficoltà, un modello di sostenibilità che ha dato sviluppo al territorio e lavoro alla filiera. E’ qui che nasce ‘nnumari – termine siciliano che vuol dire “nel mare”- l’evento ideato dallo chef bistellato Pino Cuttaia che dal 2 al 4 ottobre ha deciso chiamerà a raccolta cuochi, giornalisti, economisti, pescatori, allevatori, agricoltori, produttori, artigiani, pescatori, imprenditori, artisti e comunicatori. Si tratta di giornate di riflessioni sulla sostenibilità della filiera nel Mediterraneo con l’obiettivo di costruire modelli di sviluppo sociali e ambientali replicabili e condivisi.«Durante il percorso della mia carriera ho capito come la Sicilia, il mio territorio, sia il frutto delle contaminazioni dei popoli che hanno vissuto in questa terra. L’arte culinaria del mio territorio non è altro che il frutto di queste diverse esperienze» spiega Pino Cuttaia. «Mi sono accorto che i miei gesti sono simili ai gesti di altri cuochi e i miei viaggi mi hanno portato a capire che il territorio sul quale insisto ogni giorno è simile in tutti i Paesi del Mediterraneo con la sola differenza del microclima, della stagionalità, degli usi e dei costumi di ognuno di essi. E così ho capito che è arrivato il momento di realizzare un convivio che ho voluto intitolare ‘nnumari, nel mare, in cui alla stessa tavola ci si confronta su come ogni cuoco di ogni Paese del Mediterraneo lavora la stessa materia prima, come lo stesso cuoco riscontri problematiche simili e come abbia già analizzato quel problema e trovato una soluzione, coinvolgendo tutta la filiera. E non solo, ma anche altri interlocutori per far diventare quel convivio un pensatoio aperto ad artisti, comunicatori, economi, imprenditori. Siamo parte del Mediterraneo e viviamo tutti in terre unite dal mare; abbiamo tutti problemi in comune e abbiamo il dovere di trovare soluzioni, insieme con l’unico scopo di studiare modelli comuni di sviluppo economici, sociali, ambientali sostenibili».Un appuntamento dunque da non perdere, unico nel suo genere e che per la prima volta permette a tutti di discutere su argomenti che stanno a cuore a tutta la comunità del Mediterraneo. Il programma di ‘nnumari è in via di definizione e maggiori dettagli saranno resi noti al più presto. Il video racconto su http://www.nnumari.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riflettendo ad alta voce sulle amministrative in Sicilia

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 Mag 2019

Le elezioni amministrative svolte a Caltanissetta, unico capoluogo di provincia chiamato alle urne, ci offrono l’opportunità di riflettere sui risultati alla luce di un “passato prossimo” e di un futuro a breve o a lungo termine. L’argomento di più immediato interesse è l’elezione del sindaco, con due candidati andati al ballottaggio: i “5 Stelle” e l’unione autoidentificata come “centri destra”, composta da un eccessivo coacervo di politici-politicanti.
Perché ha perso il candidato dell’aggregazione di destra?
Il candidato sindaco Giarratana ha perso due volte: la prima quando Salvini, caricato da una spasmodica arroganza, volle prendere le distanze dal centro-destra per andare al voto solingo e solitario; la seconda nella campagna elettorale per il ballottaggio, quando lo stesso Giarratana ha, pubblicamente, tacciato i candidati del Movimento 5 Stelle di essere “un branco di ubriaconi, morti di fame”. Alla tornata precedente l’assembramento di destra, con i voti della Lega, avrebbe vinto alla grande, fornendo una ragione in più per sostenere il motto berlusconiano “uniti si vince”; motto ragionevole, ma non applicabile alla odierna realtà, in quanto una “unione” per vincere deve stringersi intorno ad un progetto articolato e condiviso, e non presentandosi come una “raccolta indifferenziata” di politici-politicanti che non si sono neanche recati a votare nel secondo turno, attendendo sul greto del fiume il passaggio della barca del vincitore sulla quale saltare a piè pari.
Allora ha vinto il Movimento 5 Stelle? No!
Ha vinto l’astensionismo, grazie alle rivendicazioni personali dei candidati nelle (troppo) numerose formazioni di appoggio al centro-destra, i quali hanno preferito rimanere alla finestra in attesa delle evoluzioni. Di Maio non può cantare vittoria, magari potrà cantare, ma solo se trova un balcone dal quale esibirsi.
Velocemente su Salvini e la Lega: hanno ricevuto esattamente ciò che meritavano, il castigo degli elettori all’ arroganza del capo, il cui parlare inizia sempre con “IO”, ritenendosi il sale della terra, senza umile accettazione dei grandi limiti che lo schiacciano.
Il PD ha dato inizio ad un nuovo corso, alleandosi con Forza Italia di Berlusconi nella elezione del sindaco di Gela, vecchio sogno di Renzi, ma non certo di una larga parte dell’elettorato che si sente tradita, specialmente nella componente socialdemocratica. Ma si tratta di una alleanza formale, di comodo, priva di prospettive future, nell’ annoiata sintesi di una rivisitazione di un piatto tipico siciliano: “maccheroni alla Norma”, diventata “maccheroni alla Renzusconi”. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia da vivere: Terre, mare, uomini

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Sono sei i nuovi soci che contribuiranno a portare sempre più in alto il territorio siciliano e le eccellenze che questo racchiude in sé attraverso il brand dell’Associazione Le Soste di Ulisse. Un prestigioso riconoscimento per i nuovi associati, che entrano a far parte di questo gruppo attivo dal 2002, che si afferma sempre più come sinonimo di assoluta qualità in terra di Sicilia.Dall’attenzione per la regionalità e la valorizzazione delle province di appartenenza all’interno delle proprie pietanze alla qualificazione del personale e del servizio offerto. Sono criteri molto selettivi quelli stabiliti per entrare a far parte dell’Associazione Le Soste di Ulisse. L’obiettivo è quello di offrire ospitalità di altissimo livello, fatta di serenità e sicurezza, luoghi in cui gli ospiti possano ritrovare tutta l’autenticità della Sicilia attraverso le pietanze e gli ambienti in cui soggiornano. Ed è proprio basandosi su questi criteri che il Consiglio Direttivo presieduto dallo Chef Pino Cuttaia ha valutato per tutto il 2018 le strutture siciliane. Al termine delle valutazioni ne sono state scelte sei, due hotel e quattro ristoranti, che in occasione della Cena di Gala del 1 aprile per l’evento di festa e promozione ‘Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini’ saranno insignite del riconoscimento come nuovi membri dell’associazione. Per la sezione hotel i nuovi ingressi sono il Grand Hotel Minareto di Siracusa, struttura che tra l’altro ospita proprio il grande evento di festa del 31 marzo e 1 aprile e l’Hotel Monaci delle Terre Nere di Zafferana Etnea (CT). Il primo è un Luxury Resort sul mare con vista sull’isola di Ortigia, la parte più antica della città di Siracusa, mentre il secondo è un Boutique Hotel realizzato in un’antica tenuta siciliana alle pendici dell’Etna. Per quanto riguarda la sezione ristorazione i nuovi soci sono Vicari di Noto (SR) dello chef patron Salvatore Vicari, Terrazza Costantino di Sclafani Bagni (PA) dello chef patron Giuseppe Costantino, Cortile Pepe di Cefalù (PA) guidato da Toti Fiduccia, in cucina lo chef Giovanni Lullo e Modì di Torregrotta (ME) guidato dallo chef Giuseppe Geraci e Alessandra Quattrocchi. Si tratta di ristoranti caratterizzati dalla presenza di chef di alto livello e di notevole esperienza, nonostante la loro età sia giovane. Ambienti unici e caratteristici, uniti dalla passione per la propria terra e per le sue radici culinarie, ma con uno sguardo alla contemporaneità.L’immensa tradizione enogastronomica siciliana insieme all’accoglienza autentica delle sue residenze di charme. È questo ciò che troveranno i partecipanti all’evento ‘Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini’ del 31 marzo e 1 aprile a Siracusa. Un’occasione unica in cui immergersi completamente per scoprire luoghi, bellezze, storie e tradizioni, eccellenze che vanno dal cibo e dalle materie prime all’accoglienza. Il tutto garantito dal brand di eccellenza Le Soste di Ulisse.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Assemblea Regionale Siciliana presenta il nuovo sito

Posted by fidest press agency su domenica, 3 marzo 2019

Presso la sala Mattarella del Palazzo Reale di Palermo, sede dell’ARS, l’Assemblea Regionale Siciliana e la digital agency IM*MEDIA hanno presentato il nuovo portale http://www.ars.sicilia.it, pensato appositamente per una Pubblica Amministrazione più accessibile, che nel digitale esprime anche la sintesi tra istituzione e cultura che è propria dell’ARS.
“La realizzazione di questo portale è stata estremamente stimolante.” – commenta Pasquale Esposito Lavina, Presidente di IM*MEDIA. “Si è trattato di un progetto di ampio respiro che ha messo in campo diverse competenze dell’Agenzia, guidate dall’obiettivo di rimodulare la comunicazione on-line dell’Assemblea per illustrarne le attività, raccontarne l’identità e farne un’istituzione aperta al dialogo, adeguandola allo scenario di progressiva trasformazione digitale delle Pubbliche Amministrazioni”.
La home page del sito cattura immediatamente il visitatore con un video diretto e prodotto da IM*MEDIA che mostra la bellezza del Palazzo Reale, dichiarato Patrimonio UNESCO nell’ambito dell’itinerario Arabo-Normanno, e che rappresenta un invito a scoprire e a visitare il Palazzo, sede anche di tante iniziative che l’utente può trovare in calendario.
Tra i contenuti esplorabili della sezione dedicata al Palazzo, la mappa interattiva, il virtual tour e il progetto di ricerca 3D.
Conclude Esposito Lavina: “IM*MEDIA ha realizzato un sito accessibile e responsivo, aperto agli utenti, siano essi referenti istituzionali, giornalisti, cittadini o turisti. Il percorso di riprogettazione dell’architettura, del design e dell’infrastruttura ha condotto verso un sito web articolato ma di facile fruizione, che armonizza la prospettiva storico-artistica legata al Palazzo Reale con l’anima moderna ed efficiente della nuova Pubblica Amministrazione che crede nel digitale. Ringraziamo l’Assemblea Regionale Siciliana per averci affidato questo importante e bellissimo progetto, riconoscendo in noi quella expertise digital che di solito mettiamo al servizio delle aziende.” ars.sicilia.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A Milano il viaggio tra i sapori e le tradizioni di Sicilia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 novembre 2018

Milano fino al 1° dicembre la cucina degli chef Pino Cuttaia, Damiano Ferraro, Gioacchino Gaglio e Angelo Treno de Le Soste di Ulisse presenterà agli ospiti le eccellenze gastronomiche del territorio siciliano. Si tratta di uno tra i numerosi eventi e attività dell’associazione in calendario fino al 2020 in Italia e all’estero.
si potrà degustare il menu degli chef Pino Cuttaia, Damiano Ferraro, Gioacchino Gaglio e Angelo Treno con l’obiettivo di presentare le diverse specificità della Sicilia. Quattro cene a “otto mani” con piatti a base di ingredienti che mettono in risalto il territorio siciliano e le sue eccellenze gastronomiche. Promotore dell’iniziativa Paolo Marchi e Claudio Ceroni che assieme a Pino Cuttaia, presidente de Le Soste di Ulisse per il triennio 2018-2020, si è deciso di organizzare più appuntamenti a Identità Golose Milano per presentare le eccellenze di un’intera regione. A partire, in questo caso, dalle province di Agrigento, Enna e Palermo ovvero Pino Cuttaia, La Madia a Licata (Agrigento), Damiano Ferraro di Capitolo Primo a Montallegro (Agrigento), Gioacchino Gaglio di Gagini Social Restaurant a Palermo e Angelo Treno del ristorante Al Fogher a Piazza Armerina (Enna).
Quali i piatti del menu? Si parte dall’antipasto Filetto di alalunga rosato al battuto di pepe nero, vinaigrette solida di caviale povero, riccioli di calamari alla cannella e croccante alle mandorle di Damiano Ferraro, chef che dopo essersi formato tra i meccanismi perfetti della Svizzera, passando per Londra, è tornato nella sua terra e ha inaugurato il suo ristorante Capitolo Primo.
L’iniziativa a Identità Golose Milano è solo una tra le tante in programma fino al 2020 in Italia e all’estero con l’obiettivo di narrare e valorizzare l’Isola promuovendo al mondo il suo immenso patrimonio turistico, enogastronomico, artistico, paesaggistico, culturale e monumentale. L’associazione è nata nel 2002 alla quale fanno parte 41 soci attivi in campo enogastronomico e dell’hôtellerie ossia ristoranti gourmet, tra cui 13 stellati dei 16 per la Guida Michelin 2019 presenti nell’Isola, charming hotel e pasticcerie storiche, localizzati nei territori più suggestivi di tutte le province della Sicilia. Partner dell’associazione, anche aziende vitivinicole e imprese leader nel territorio.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Fabrizio Fonte «Irredimibile Sicilia? – L’Isola e il sogno infranto della sua Autonomia speciale»

Posted by fidest press agency su martedì, 20 novembre 2018

Trapani giovedì 22 novembre alle ore 18.00 presso la prestigiosa Biblioteca Fardelliana sarà presentato il libro di Fabrizio Fonte. Saranno presenti Margherita Giacalone (Direttore della «Biblioteca Fardelliana»), Rosalia D’Alì (Assessore alla Cultura) e Giacomo Tranchida (Sindaco di Trapani). A dialogare con l’autore sarà il giornalista Fabio Pace.
Recensito su diverse testate nazionali, e già alla «seconda ristampa», verrà presentato anche a Trapani l’ultimo volume di Fabrizio Fonte «Irredimibile Sicilia? – L’Isola e il sogno infranto della sua Autonomia speciale». Il pamphlet, edito da Solfanelli, è un viaggio, ricco di riflessioni e di spunti, tra le pieghe storiche e l’attualità di una Terra che continua a barcamenarsi in una profonda, quanto inarrestabile, crisi sociale ed economica. Il «convitato di pietra» del testo è, ovviamente, lo Statuto siciliano, che avrebbe dovuto, almeno negli auspici dei padri autonomisti, garantire all’Isola delle condizioni di sviluppo di ben altra portata ed oggi, soprattutto, in linea con i parametri europei. Sul concetto di «irredimibilità», di «sciasciana memoria», si dipana, dunque, un ragionamento che ci porta fino ai nostri giorni, connotati, purtroppo, da dei dati che si registrano sulla disoccupazione, sull’emigrazione e sulla povertà in larghi strati della popolazione a dir poco drammatici. Un atto d’accusa, ed una sensazione di estremo rammarico, emerge, pertanto, in maniera netta dal volume di Fabrizio Fonte. In particolare verso quei «centri decisionali del potere» che hanno usato, in questi oltre settant’anni di “specialità” amministrativa, lo strumento autonomista in maniera fraudolenta e distorta, abusandone a loro esclusivo vantaggio e, soprattutto, a discapito degli interessi diffusi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I sapori più pregiati della Sicilia arrivano in Alto Adige

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 ottobre 2018

Per un evento da buongustai gourmet. L’appuntamento è dal 26 al 28 ottobre 2018, quando al Falkensteiner Family Hotel Lido Ehrenburgerhof di Casteldarne (BZ), in Val Pusteria, struttura a misura di famiglie, si potranno assaporare i prodotti selezionati da Gustoso – Sicilian Food Experience. Durante le giornate trascorse in questo bellissimo resort alpino, che sorge su un laghetto privato con parco avventura, nell’area vacanze di Plan de Corones, gli ospiti parteciperanno a degustazioni di ricette preparate con grani antichi siciliani, sughi e conserve vegetali, cioccolato biologico, caffè di qualità, olio, agrumi e arancia rossa, olive da tavola, prodotti dolciari tipici a base di pasta di mandorle e frutta di marzapane, birra artigianale. Il 27 ottobre, a cena, potranno deliziarsi con i piatti siciliani tradizionali creati con i prodotti Gustoso in collaborazione con lo Chef Andrea Ruisi, ambassador Gustoso, con una formazione culinaria di eccellenza in ALMA secondo la filosofia di Gualtiero Marchesi, che ha unito alla ricerca universitaria nel campo della fisica gastronomica. Tutti gli ospiti, grandi e piccoli, del Falkensteiner Family Hotel Lido Ehrenburgerhof saranno protagonisti dell’evento culinario, di ritorno dalle escursioni tra il foliage delle cime altoatesine o i giochi del mini club Falky Land, oppure il relax dell’Acquapura SPA a misura di famiglia (con piscina per i bimbi a 32°, e tra le altre attrazioni di benessere l’idromassaggio nella grotta, la sauna finlandese, il bagno di vapore all’acqua salina).
Gustoso è un brand che unisce 13 importanti aziende siciliane, con l’obiettivo di portare le migliori tipicità, specchio del patrimonio agroalimentare, ma anche storico-culturale, della Sicilia, in tutta Italia e all’estero. Da quest’anno, infatti, è nata una collaborazione con i Falkensteiner Hotels & Residences, con l’organizzazione di eventi nelle destinazioni Falkensteiner (tra Austria, Croazia, Italia, Repubblica Ceca, Serbia e Slovacchia). Per l’Italia è stato scelto il Falkensteiner Family Hotel Lido Ehrenburgerhof, casa madre degli hotels Falkensteiner. Per il soggiorno, dal 27 ottobre al 4 novembre 2018, prezzi a partire da 209 euro a camera a notte, inclusa la Festa di Halloween per i bambini per chi rimane il 31, passeggiata notturna con le lanterne, biciclette, un programma di animazione per tutta la famiglia, assistenza per i bebè, e tutti i servizi Falkensteiner tra cui la pensione completa.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia prima per addetti ai servizi per l’impiego

Posted by fidest press agency su martedì, 9 ottobre 2018

La Sicilia è la regione dove opera il maggior numero di addetti ai servizi pubblici per il lavoro: sono 1.737 su 7.934 operatori, pari a poco meno del 22% del personale operativo nei 501 Centri per l’impiego esistenti in Italia. L’attività della rete pubblica, tuttavia, si focalizza sulla gestione dei disoccupati e non ha alcun contatto strutturato con la domanda di lavoro delle aziende locali. Lo dimostra il fatto che, su 137 mila siciliani che ogni anno accedono alla disoccupazione (NASpI), ben 85 mila di questi al quinto mese continuano ancora a percepire il sussidio. Si pone, dunque, il problema di rendere efficiente il sistema di supporto dei disoccupati nella ricerca di un nuovo lavoro, sia in Sicilia, ma anche nel resto del Paese. A segnalarlo è la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro in occasione del V Congresso Regionale dei Consulenti del Lavoro della Sicilia, ha presentato l’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro “Il lavoro nella Regione Siciliana dopo la fine degli incentivi. L’incremento delle politiche passive”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La Sicilia si apre ai mercati esteri”

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 ottobre 2018

E’ sempre più richiesta dal mondo delle nozze. La Sicilia, diventata tra le location preferite dai futuri sposi a livello internazionale, farà da sfondo ad un evento per far conoscere da vicino le eccellenze del territorio. Ad organizzarlo con bando dell’assessorato al Turismo della Regione, Laura Arcilesi, vicepresidente di Confartigianato Turismo e Spettacolo, che con Soleventi & Tour ospiterà dal 29 settembre al 3 ottobre, dieci wedding planner e buyers russi. Questi ultimi visiteranno la Sicilia in collaborazione con Enit Mosca, accompagnato dalla direttrice, Irina Petrenko. Il tour prevede tappe a Siracusa, Noto, Catania, Cefalù, Palermo e Marsala. “Sarà l’occasione per far conoscere ai nostri ospiti le migliori location siciliane – spiega Laura Arcilesi – luoghi magici ideali per organizzare il giorno più bello, in cui non mancheranno il giro della città di Palermo in Vespa e un tour delle auto storiche della Targa Florio”. “E’ una grande opportunità per il nostro territorio e per la nostra associazione – dice Paolo Giusino, vicepresidente di Confartigianato Palermo – che si dimostra ancora una volta pronta all’innovazione. Una “vetrina” che apre gli orizzonti verso i mercati esteri e che allontana sempre più la Sicilia da stereotipi per fortuna ormai superati. Il mondo del Wedding avrà la possibilità di conoscere la nostra economia, la nostra offerta in grado di valorizzare anche questo settore”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, in Sicilia è boom di alunni disabili

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 settembre 2018

L’80% degli alunni hanno gravi problemi di apprendimento, perché rientrano nell’ex comma 3, art. 3 della Legge 104/92 che regola ancora oggi buona parte dell’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti dei cittadini con disabilità: ciò presuppone l’affiancamento all’allievo del docente di sostegno per un sostanzioso numero di ore settimanale. Invece, nell’ultimo quinquennio gli organici del personale specializzato sono rimasti pressoché invariati, lontani da quel rapporto uno ad uno voluto dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 2023 del 23/3/2017 che ha confermato una sentenza del Tar Toscana con la quale veniva annullato il provvedimento dell’amministrazione scolastica che aveva assegnato un numero di ore di sostegno inferiore a quelle proposte dal GLHO nel Piano educativo individualizzato. Così, anche quest’anno l’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia ha assegnato solo la metà degli insegnanti specializzati chiesti dai dirigenti scolastici in deroga, facendo crescere il contenzioso del 1000%, con oltre 11 milioni di euro di condanne alle spese e un danno erariale evidente, grazie alle cause promosse anche dai legali Anief nella campagna gratuita per genitori, docenti e dirigenti scolastici #nonunoradimeno.
In Sicilia il numero di alunni disabili certificati iscritti a scuola aumenta ogni anno in modo esponenziale. I numeri sono impietosi: nell’ultimo lustro sono incrementati addirittura di 5 mila unità. Tuttavia, l’amministrazione non adegua l’organico dei docenti specializzati. E il contenzioso aumenta, con risarcimenti cospicui che lo Stato deve assegnare alle famiglie con disabili danneggiate. È questa l’amara conclusione che emerge da un focus, numerico e normativo, realizzato dal sindacato Anief sul sostegno agli alunni disabili attuati nell’Isola: una modalità distorta e mai sanata, confermata dall’istruttoria depositata dall’Avvocatura dello Stato su ordine del Tar nel ricorso 793/18 patrocinato dagli avvocati Ganci e Miceli, che operano per il sindacato Anief, i quali hanno denunciato la Circolare sugli organici di sostegno firmato dal direttore generale dell’Usr Sicilia, la dott.ssa Maria Luisa Altomonte.
In attesa dell’esito dei ricorsi, se si pensa alla dotazione organica, allo stato attuale l’organico di diritto potrebbe coprire soltanto le esigenze degli alunni con grave disabilità certificata, lasciando scoperti gli altri diecimila alunni con disabilità meno grave, a cui l’amministrazione cerca di far fronte con posti in deroga – assegnati sino al 30 giugno 2019, per via della Legge Carrozza 128 del 2013 – e comunque sempre in quantità numerica complessiva e oraria inferiore rispetto a quelli richiesti delle scuole a seguito dell’esame svolto dall’équipe medico-pedagogica che ha valutato caso per caso.D’altronde, l’operazione taglia-posti imposta dall’amministrazione scolastica non serve neanche a realizzare risparmi della finanza pubblica, considerato che ogni ricorso eseguito dal Tar sull’assegnazione di un posto in deroga non riconosciuto costa ai cittadini almeno 2 mila euro di condanne alle spese e mille euro come risarcimento alle famiglie per ogni mese in cui non hanno usufruito del diritto all’istruzione per i propri figli. Considerato che le cause eseguite negli ultimi cinque anni sono state 5 mila, le spese risarcitorie nella sola Sicilia assumono dimensioni notevoli. E si comprende anche il deficit finanziario che provoca questa scellerata politica. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, la soluzione al grave problema è chiara: “bisogna trasformare tutti i 50 mila attuali posti in deroga sparsi per l’Italia, diverse migliaia dei quali solo in Sicilia, in organico di diritto, in modo da stabilizzare i docenti precari ma anche per consentire il trasferimento di quei molti insegnanti di ruolo specializzati assunti nelle regioni del Nord Italia e che da diversi anni ricorrono all’assegnazione provvisoria per andare a coprire i vuoti del Meridione”.
La causa relativa all’istruttoria depositata dall’Avvocatura dello Stato – su ordine del Tar – nel ricorso 793/18 sarà discussa il prossimo 6 novembre. Nel frattempo, sul tema degli organici inadeguati, anche dopo l’ultima riforma, la Buona Scuola imposta dal governo Renzi e il successivo decreto legislativo 66/2017 che ha mutato pure le modalità di richiesta e riconoscimento delle disabilità degli alunni, oltre all’assegnazione delle ore di sostegno, il sindacato Anief ha intenzione di organizzare con Eurosofia un seminario di formazione nel prossimo mese di ottobre.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cresce l’export siciliano

Posted by fidest press agency su martedì, 28 agosto 2018

Nel 2017 l’export della Sicilia ha tolto il freno a mano ed è tornato a crescere: +30,4% rispetto all’anno precedente, superati i 9 miliardi di beni esportati. Crescono sia i settori tradizionali del Made in Sicily (+5,7% per alimentari e bevande, +3,1% per i prodotti agricoli) sia quelli tecnologici (+37,5% per gli apparecchi elettronici, +34,6% per i prodotti chimici)
La Sicilia si affaccia con sempre più coraggio sui mercati esteri: SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha servito nel solo 2017 oltre 400 aziende siciliane, mobilitando 93 milioni di euro a sostegno della crescita internazionale delle eccellenze regionali, L’effetto Trump sui mercati internazionali, il possibile rischio di guerre commerciali, la recente crisi turca e l’aumento di episodi di violenza politica. Su quali Paesi e settori possono puntare le aziende siciliane per cogliere le opportunità offerte dai mercati internazionali? “Keep Calm & Made in Italy”, l’ultimo Rapporto Export a cura del Polo SACE SIMEST delinea, nonostante la presenza di diverse complessità, un quadro positivo per l’export italiano e delle sue regioni. Dopo anni di difficoltà, l’export siciliano ha segnato una inversione di rotta, mettendo a segno un +30,4% rispetto al 2016 e superando i 9 miliardi di euro di beni venduti all’estero nel corso del 2017. La Sicilia, oggi al secondo posto tra le regioni esportatrici del Mezzogiorno, ha dimostrato infatti un buon dinamismo in termini esportativi, grazie alle aziende regionali che si affacciano sui mercati globali. Tra queste, nel solo 2017 più di 400 imprese siciliane hanno usufruito dei prodotti assicurativi e finanziari messi a disposizione da SACE SIMEST. Il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, che lo scorso anno ha mobilitato oltre 93 milioni di euro a sostegno dell’export regionale, è presente in Sicilia con il proprio ufficio di Palermo, situato in via Principe di Belmonte 103/c, che agisce da unico punto di contatto con gli esperti di CDP e di SACE SIMEST per offrire approfondimenti su temi come l’accesso al credito, i prodotti assicurativi e finanziari, la gestione online dei finanziamenti e le nuove iniziative del Gruppo nella regione. Se continuerà su questa strada, l’export regionale ha tutte le carte in regola per confermare la buona performance del 2017 anche nei prossimi anni, penetrando stabilmente nei mercati a più alto potenziale per il Made in Sicily, sia emergenti che avanzati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IX edizione Cronocalata SiciliAntica

Posted by fidest press agency su domenica, 26 agosto 2018

Centuripe (En), 9 settembre 2018 ritorna l’annuale appuntamento con la CRONOCALATA SICILIANTICA DI CENTURIPE.Giunta alla IX edizione l’iniziativa, organizzata dall’associazione SiciliAntica di Centuripe, è un evento, unico in Sicilia, che ha coinvolto, nelle passate edizioni, migliaia di partecipanti. Il successo della manifestazione, oramai conosciuta a livello nazionale, è nata con l’obiettivo di valorizzare e soprattutto preservare un gioco storico della regione: la corsa con le carrozze costruite in legno e ruote con cuscinetti a sfera. Un patrimonio antropologico e culturale unico nel suo genere, ancora vivo nell’isola e che vede protagonisti a Centuripe, ogni anno, tre generazioni – dai nipoti ai nonni – che si sfidano, in una gara cronometrica, per le strade dell’antichissimo paese della provincia di Enna.
Il programma del 9 settembre, prevede il raduno dei partecipanti alle ore 10.30, in piazza Sciacca, per l’iscrizione, le verifiche tecniche delle carrozze, l’assegnazione dei numeri di gara e la consegna delle magliette ufficiali. La gara avrà inizio, da piazza Lanuvio, alle ore 16.00. I partecipanti saranno suddivisi in diverse categorie: pulcini, esordienti, juniores, senior e prototipi e tandem. La premiazione avrà luogo il 16 settembre in piazza del Duomo.La Cronocalata è organizzata dalla sede di Centuripe di SiciliAntica, ha il patrocinio del Comune di Centuripe ed è sponsorizzata da Martino Interiors di Los Gatos (California).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Precariato e PA – In Sicilia il 65% dei contratti a tempo determinato del pubblico impiego

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 luglio 2018

Urgono modifiche col decreto Dignità.Lo ha chiesto oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, nel corso del suo intervento di apertura del convegno “Il ‘precariato pubblico’ nella Regione Siciliana (e non solo) tra legislazione regionale e Decreto Madia: quale soluzione?”, svolto a Palermo, presso Palazzo Comitini, organizzato da Anief, in collaborazione con Asael, Agi, Dirconf, Prodirmed e l’Ordine degli Avvocati di Palermo, con il patrocinio della città metropolitana del capoluogo siciliano. Il sindacalista ha detto che “occorre porre la questione al centro delle politiche nazionali ed europee, cancellando una volta per tutte la finzione degli organici, creati ad arte per favorire il tempo determinato e ostacolare l’assunzione definitiva. Non basta modificare le norme che regolano i diritti dei precari, al fine di stabilizzare, come chiede l’UE, tutti i precari che hanno svolto almeno 36 mesi di servizio. E nemmeno basta limitarsi a ripristinare la causale ed approvare regole più rigide per la chiamata a tempo determinato, come ha fatto in questi giorni il Consiglio dei ministri: è bene che in fase di approvazione in Parlamento si attuino delle modifiche che obblighino anche i datori di lavoro alla sottoscrizione di contratti a termine e, a seguire, all’assunzione in ruolo. Il problema è che i lavoratori socialmente utili sono massivamente utilizzati nell’Isola per coprire esigenze d’organico di diritto; in teoria dovrebbe costare di meno questa modalità di operare, ma in pratica costa di più. E nel caso della scuola si tagliano i fondi”. Nel corso del suo intervento, Pacifico ha ricordato l’importante “Risoluzione 242 del 31 maggio scorso, ottenuta anche grazie al nostro operato e quello di tutti i legali, con cui il Parlamento europeo dopo 20 anni ha fornito indicazioni alla Commissione europea e ai presidenti degli stati membri per migliorare la direttiva 70/1999, la quale segue, a sua volta, una precedente direttiva; la prima indicazioni dell’UE sul precariato è infatti del 1991. Da allora, in pratica, su questo ambito non ci sono state modifiche. Mentre ci sono altre direttive che sono state cambiate anche 12 volte. Ecco perché la commissione europea ha presentato le sue osservazioni, dando di fatto ragione agli avvocati dell’Anief: la Buona Scuola non ha trovato una soluzione al precariato. Ed ecco infine perché dobbiamo andare avanti tutti insieme: coesi, per il bene dei lavoratori”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »