Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘sicilia’

Bilancio e finanziaria regionale: Musumeci dica la verità ai siciliani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 maggio 2020

Palermo. Altro che strumento finanziario di svolta e capace di rispondere all’emergenza economica e sociale. È in arrivo una finanziaria in larghissima parte sospesa, con risorse e tempi di utilizzo indefiniti».A dirlo è Pippo Zappulla, segretario regionale di Articolo uno in Sicilia, riferendosi alla prossima approvazione del bilancio e della finanziaria regionale.«Si parla – continua Zappulla – di una manovra da 1949 milioni, composta da pochi fondi propri, da un contributo dello Stato – 345 milioni frutto del non versamento del contributo alle finanze dello Stato – e altri 1,4 miliardi di euro che si intende riprogrammare di risorse comunitarie. Chiediamo al governo regionale intanto se sui 345 milioni di euro di contributo dello Stato è stata già definita l’intesa indispensabile per ottenerli. Così come riteniamo doveroso confessare al mondo dell’impresa, del lavoro, ai cittadini che le risorse comunitarie devono, prima di poter essere utilizzate, essere riprogrammate e concordate appunto con l’Unione Europea».
E ancora Zappulla: «E quando questo potrà accadere, conoscendo i tempi siciliani, si tratta almeno di diversi mesi, sono risorse che potranno essere utilizzate per investimenti e non impegnate per la spesa corrente e ordinaria. Felicissimi di essere smentiti, ma è forte la sensazione di una finanziaria farsa, ennesima dimostrazione di inadeguatezza politica e di incapacità ad affrontare la delicata situazione economica della regione e la drammatica condizione di disagio crescente dei siciliani». Auspichiamo che dal mondo politico e sociale della Sicilia – conclude Pippo Zappulla – si alzi forte la protesta e la mobilitazione contro una manovra finanziaria che così rischia di affossare ulteriormente una Sicilia già in profonda crisi economica e sociale».(Vassily Sortino)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ritardi regionali delle pratiche di Cassa Integrazione in deroga

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 aprile 2020

Se dei 4.500 lavoratori italiani che hanno già ricevuto la Cassa integrazione guadagni non c’è nessun siciliano, se dei 140 mila lavoratori siciliani di 39 mila aziende nessuno ha ancora beneficiato della Cassa integrazione in deroga, c’è qualcosa di pesante che non sta funzionando in Sicilia».A dirlo è Pippo Zappulla, segretario regionale di Articolo uno in Sicilia, che segnala che «la comunicazione dell’Inps della necessità di 15 giorni affinché l’erogazione della cassa integrazione venga effettuata» e per tale ragione «le preoccupazioni denunciate dai sindacati e dalla Cgil sono fondatissime: in questo modo prima di metà maggio nessun lavoratore e lavoratrice siciliana potrà avere la sua cassa integrazione. Due mesi senza alcun sostegno e reddito per decine di migliaia di lavoratori e famiglie è una condizione insopportabile e inaccettabile di disagio. A dispetto delle rassicurazioni dell’assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro. Antonio Scavone, che alcuni giorni fa annunziava il superamento delle difficoltà, anche se dovessero essere confermate i 912 decreti dichiarati a ieri sera, la situazione concreta rimane pesantissima».«Non è il tempo delle polemiche – conclude Zappulla – ma neanche quello dell’immobilismo e delle false promesse. Il governo si muova con obiettiva urgenza per attrezzare i propri uffici e sistemi informatici per evitare che anche in questa drammatica fase i lavoratori siciliani siano trattati come figli di un dio minore».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rischio di tracollo per le piccole case editrici siciliane

Posted by fidest press agency su sabato, 25 aprile 2020

«Uno dei settori che sta subendo un vero e proprio tracollo a causa del Coronavirus è quello delle piccole case editrici siciliane, che rappresentano uno dei settori più belli e interessanti della cultura isolana».A dirlo è Pippo Zappulla, segretario regionale di Articolo uno in Sicilia.«Uno spazio di cultura indipendente, di esperienza e di coraggio per tanti scrittori, lettori e lettrici – continua Zappulla – che altrimenti non possono trovare possibilità di presenza e di crescita. La cancellazione di fiere, di eventi culturali, di occasioni di presentazione e divulgazione dei lavori e dei libri sta devastando un settore di vitale importanza per la cultura siciliana».Ritengo, pertanto, fondamentale – conclude Zappulla – sostenere la loro richiesta avanzata al governo regionale guidato da Nello Musumeci di un chiaro e urgente sostegno ai piccoli editori e, al contempo, di acquistare dalle case editrici indipendenti siciliane dieci volumi per ciascuna delle 400 biblioteche presenti sul territorio. Un modo semplice, simbolico e concreto per sostenere un mondo di piccoli numeri ma di grande qualità e coraggio».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AdessoRestoaCasa. Dopo…andrò in Sicilia: 32 i soggiorni gratuiti nell’isola

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 aprile 2020

Con il superamento della fase critica dell’emergenza coronavirus si spera di poter rilanciare in qualche modo il settore turistico italiano. Di certo quando si tornerà a viaggiare lo si farà rimanendo entro i nostri confini, sarà l’occasione per scoprire paesi, borghi, tradizioni e la bellezza della nostra identità.Per promuovere e far conoscere l’incantevole terra siciliana la Pro Loco di Caltanissetta e la Uno@Uno hanno promosso l’iniziativa Taste&Win #AdessoRestoaCasa. Dopo…andrò in Sicilia che ha messo in palio ben 32 soggiorni gratuiti nell’isola.
A pochi giorni dal lancio i partecipanti sono quasi diecimila ma i numeri sembrano destinati a crescere considerando che l’iniziativa si concluderà il 25 luglio prossimo.Per tutti quanti il sogno di poter vincere uno dei trentadue soggiorni in palio dalle strutture ricettive siciliane di diverse località grazie all’adesione di numerose strutture alberghiere, alberghi diffusi e B&B siciliani, con il patrocinio del Comune di Agrigento, Montalbano Elicona, Avola Montedoro ed altri, un occasione unica per fruire gratuitamente il cuore di Sicilia ancora poco conosciuto ma ricco di storia e paesaggi sorprendenti conoscere Palermo, Agrigento- grazie all’adesione all’iniziativa del Distretto Valle dei Templi – Siracusa, Avola, Noto, Catania e la Riviera dei Ciclopi, Taormina, Marsala, Noto, Favignana Marsala ed ancora soggiorni in borghi meravigliosi come Montalbano Elicona, Sambuca (eletti Borghi dei Borghi d’Italia) e Castiglione di Sicilia nel cuore del Parco dell’Etna, Gallodoro delizioso borgo nel messinese, Caccamo e Mussomeli con i loro magnifici castelli, visitare gratuitamente i parchi archeologici di Taormina e Siracusa, Isola Bella il Castello Maniace grazie anche ai biglietti offerti da Aditus. Questi appunto i luoghi dell’esperienze che gli estratti dell’8 Agosto 2020 vivranno. Sessanta quattro vincitori esploreranno questi luoghi e diventeranno messaggeri del territorio. Una vacanza che li coinvolgerà in una accoglienza raffinata che non dimenticheranno.Il ricordo della Sicilia resterà nelle loro menti e nel loro cuore, e la loro esperienza li spingerà a coinvolgere i loro amici e conoscenti, facendo nascere in loro la curiosità di emularli.Un metodo semplice e concreto di promuovere il territorio. Un modo di ripartire con entusiasmo dopo un periodo di particolare sofferenza del settore turistico.
Partecipare è semplice basta collegarsi all’indirizzo http://www.adessorestoacasa.it registrarsi e sperare di essere uno dei fortunati vincitori.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia: Coronavirus e test sierologici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2020

«La Regione Siciliana, con la disposizione del 16 aprile, ha indicato le categorie di lavoratori che si sceglie di sottoporre ad una campagna straordinaria di screening epidemiologico. Scorrendo l’elenco ci si accorge che sono state escluse categorie di lavoratori importantissime, come quelle dei bancari, dei postali, degli operatori ecologici e dei lavoratori delle aree industriali. Questi non sono figli di un dio minore e meritano di avere tutelata la sicurezza e la salute al pari di tante altre fasce».A dirlo è il segretario regionale di Articolo Uno in Sicilia Pippo Zappulla.«Categorie di lavoratori – continua Zappulla – a cui è stato chiesto di tenere in piedi attività e servizi di essenziale e fondamentale importanza per l’interesse collettivo. Lavoratori che stanno operando in condizioni di estremo disagio e sempre esposti al rischio di contagio e di tensioni sociali».«Chiedo pertanto alla Regione Siciliana – conclude Zappulla – all’assessore alla Sanità Ruggero Razza in particolare, di rivedere queste gravissime esclusioni, offensive e mortificanti per lavoratori impegnati quotidianamente al servizio del Paese a cui, al pari di altri, si sta chiedendo il sacrificio di continuare a lavorare per servizi e attività di interesse strategico».(Vassily Sortino),

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Neo Direttore dell’USR della Sicilia

Posted by fidest press agency su domenica, 19 aprile 2020

“Nell’apprendere la notizia della nomina del Dott. Stefano Suraniti, Provveditore di Torino alla carica di Direttore Regionale della Sicilia, Ancodis apprezza la scelta del Ministero di una personalità di alta esperienza professionale e di ben note doti di mediatore alla guida della scuola siciliana. Di origine siciliana, dopo anni di servizio in Piemonte, tornerà nella sua terra a dirigere la scuola della quale, siamo certi, conosce sia i punti di forza unitamente alle grandi professionalità che in essa vi operano a tutti i livelli sia le gravi emergenze e criticità che ne segnano, in particolare, la quotidiana azione educativa e formativa in favore dei nostri alunni. Siamo sicuri che l’esperienza maturata in Piemonte sarà utile e darà spunti risolutivi ai grandi temi che la scuola siciliana si troverà ad affrontare a partire dalla tragica emergenza sanitaria”. E’ quanto dichiara il prof. Rosolino Cicero dell’ Ancodis (Associazione Nazionale Collaboratori Dirigenti Scolastici)

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicilia: Ricostruiamo l’economia

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2020

“Abbiamo concordato con i Vertici Nazionali i termini urgenti d’intervento sull’Economia Italiana – trasmette il Coordinatore Politico dell’Udc in Sicilia – In questi giorni abbiamo ricevuto migliaia di richieste di aiuto da parte di Imprenditori, Partite Iva, Artigiani, Agricoltori, Commercianti e Professionisti che si sentono completamente abbandonati dal Governo Nazionale. Abbiamo raccolto tutte le loro proposte in una sintesi trasmessa ai nostri Parlamentari affinchè vengano subito dibattute in Aula. Le misure considerate fin ora dal Governo sono totalmente insufficienti; non è possibile pensare di far ripartire un motore con solo qualche goccia di benzina.” L’On. Decio Terrana prosegue il comunicato citando alcune misure già prese dal Governo Regionale ed introducendo le proposte trasmesse.“Come sapete, il Governo Regionale ha affrontato di petto l’Emergenza, riuscendo al momento a contenerne la diffusione. Sono state prese diverse misure; anche grazie al nostro Assessorato alle Attività Produttive abbiamo potuto produrre mascherine, gel e materiale per il personale sanitario; sono stati prorogati i termini per la rendicontazione dei Progetti Comunitari in scadenza, salvando Milioni di Euro per le Imprese. Sono stati destinati 100 Milioni ai Comuni Siciliani per il sostentamento delle Famiglie indigenti (il Governo ha stanziato 400 Milioni per tutta l’Italia). Ma serve una mano da Roma. Possiamo usufruire di tutti coloro che da un anno percepiscono il Reddito di Cittadinanza per assistere i nostri anziani ed i nostri disabili e aiutare nelle consegne a domicilio, bisogna istituire una “Task Force” per far ripartire il Paese, dobbiamo rinviare tutto ciò che è rinviabile: Bollo Auto, Rette Universitarie, Mutui Ipotecari, Mutui e Prestiti alle Imprese. Dobbiamo estendere il Bonus di 600 Euro a tutti i Professionisti ed a tutte le Partite Iva. Dobbiamo urgentemente dare accesso ai Fondi Strutturali Europei, anche per rafforzare il Settore Sanitario, in maniera immediata, senza troppa burocrazia. Abbiamo ancora 4 Miliardi a disposizione da spendere per la Sicilia. Dobbiamo creare Strumenti Finanziari ad Hoc, dobbiamo far accedere tutte le Imprese alle Agevolazioni del Regime di Startup per 24 mesi. E’ giunta l’ora del Coraggio. Facciamo debito con Misure Economiche Strategiche ed Espansive affinchè le Imprese ed i Cittadini possano avere liquidità. Il Governo continua a perdere tempo, come ha perso fin troppo tempo nel fermare le attività produttive e chiudere i confini delle zone interessate dall’epidemia, facendo diffondere il virus su tutta la Penisola in maniera incontrollata; ascolti le nostre proposte e le parole di Mario Draghi, serve Coraggio. Non si può vivere solo di annunci e di belle parole. Qui in Sicilia il Governo Nazionale ha già “sbloccato i lavori” sulla stessa strada per ben 3 volte in un anno, per fare un esempio. Senza alcun esito positivo, i lavori sono fermi e le Imprese avanzano crediti. Basta con gli annunci, passiamo ai Fatti”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In crisi il settore Turistico-Alberghiero Siciliano

Posted by fidest press agency su sabato, 29 febbraio 2020

Nota Ufficiale al Governo di Giuseppe Conte del Coordinatore Politico dell’Udc in Sicilia, On. Decio Terrana, affinché il Presidente del Consiglio possa intervenire con urgenza anche sulla grave crisi socio-economica che sta causando l’allarme di questi giorni sulla propagazione del “Coronavirus”.“La diffusione del Virus COVID-19 in Italia, ed adesso in tutta Europa, sta facendo gravemente crollare l’economia locale, trainata dalle strutture ricettive e di ristorazione. Migliaia sono le cancellazioni nelle nostre strutture siciliane; diversi albergatori ci contattano seriamente preoccupati di non poter più garantire nemmeno i servizi essenziali, trovandosi costretti a chiudere a giorni tutte le attività. Di certo la continua presenza dell’argomento sui Media ha anche scatenato misure preventive eccessive che, comunque, oggi si stanno dimostrando efficaci sul contenimento della diffusione dell’epidemia. E’ però passata, soprattutto all’estero, una forte preoccupazione sul rischio di pandemia in aeree del tutto sicure; le ulteriori misure decise dal Governo, per quanto necessarie, hanno portato i turisti a disdire ogni prenotazione ed evitare ogni luogo affollato. Il risultato è che gli alberghi ed i ristoranti, trovandosi meno gli incassi preventivati in questo periodo, rischiano una grave crisi che costringerà a bloccare l’attività turistica nel nostro territorio”.
Il Segretario Regionale dell’Udc invita tutti alla calma, ma vuole sollecitare il Governo a prendere misure rapide e che possano rendere meno grave la crisi in arrivo.“Siamo in continuo contatto con Federalberghi, che ha già segnalato come la situazione turistico-ricettiva sia precipitata in poche ore” – continua Decio Terrana – “così come ci stiamo già muovendo, a livello regionale, per dare un primo aiuto alle imprese in difficoltà, con la mozione presentata dai nostri Deputati Regionali Vicenzo Figuccia, Danilo Lo Giudice ed Eleonora Lo Curto per garantire quantomeno l’esenzione temporanea del versamento degli adempimenti fiscali alle Imprese coinvolte. Ma sappiamo che può essere troppo poco. Chiediamo anche che si possa sospendere la tassa di soggiorno nei luoghi turistici e che quanto accumulato possa servire per dare una prima boccata d’ossigeno alle strutture ricettive. Inoltre, riteniamo doveroso che il Governo, gestita l’emergenza sanitaria, si preoccupi adesso anche di evitare il completo crollo economico dei nostri territori con misure d’urgenza che mirino ad evitare la chiusura delle nostre attività turistico-alberghiere”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo: la Sicilia Occidentale vola alla Bit a Milano

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 febbraio 2020

I Comuni di Castellammare del Golfo, Erice, Favignana, Pantelleria e San Vito Lo Capo, il Gac Isole di Sicilia, Liberty Lines e Funierice volano alla Bit, la Borsa Internazionale del Turismo che prende il via domenica 9 febbraio a Fiera Milano city sotto un’unica insegna, “The Best of western Sicily”, il meglio della Sicilia Occidentale. Otto partner riuniti in un’area espositiva (padiglione 3, stand A09-C08, di fronte allo spazio della Regione Siciliana) progettata e coordinata dall’agenzia Feedback di Palermo fanno sinergia per promuovere insieme un territorio ricco di storia, cultura e bellezze naturali. Nell’ambito del programma della Bit saranno presentate a giornalisti, viaggiatori e operatori del settore le strategie di promozione turistica, il calendario degli eventi e le principali attrattive di questa area della Sicilia.
Si comincia domenica 9 febbraio alle ore 11 con l’appuntamento dedicato al Comune di Castellammare del Golfo-Scopello: “destinazione da scoprire, emozioni da vivere”. A raccontare le bellezze della cittadina, tra gli altri, il sindaco Nicolò Rizzo, l’assessore allo spettacolo Maria Tesè e Maria Grazia Culcasi, tra gli organizzatori del Djoon Experience festival che quest’anno si svolgerà a Castellammare. Alle 12:30 è il turno del Comune di San Vito Lo Capo, perla del turismo trapanese, che racconterà le sue bellezze ma anche tutte le iniziative messe in campo per la promozione turistica: dal tradizionale appuntamento con il Cous Cous Fest al San Vito Out door festival. All’incontro parteciperanno, oltre al sindaco di San Vito Lo Capo Giuseppe Peraino e all’assessore comunale al turismo Nino Ciulla, anche Mareme Cisse, la chef senegalese campionessa in carica del Cous Cous Fest e Federico Quaranta, conduttore televisivo e radiofonico. Al termine della presentazione si svolgerà una degustazione di cous cous alla sanvitese a cura degli chef Enzo Caradonna e Peppe Peraino. Lo showman Sasà Salvaggio farà una simpatica incursione allo stand. Al festival internazionale di San Vito Lo Capo sarà dedicata anche un’esclusiva serata ad inviti, il Cous Cous Fest Soirèe, al ristorante Filippo La Mantia, a Milano: un percorso attraverso la tradizione gastronomica della Sicilia Occidentale tra gusti, profumi e colori che esprimono la Sicilia e le sue mille anime. Dopo lo chef e attore Andy Luotto e il cuoco siciliano La Mantia, quest’anno altri due personaggi saranno proclamati Ambassador del festival nell’ambito della serata.
Domenica 9 febbraio alle ore 14:30 si prosegue con l’appuntamento del Comune di Favignana e si chiude, alle ore 16, con la presentazione del libro di Federico Quaranta, “Terra. Riscoprire le nostre origini per costruire un futuro migliore” (Sperling & Kupfer).Il programma della Borsa internazionale del turismo prosegue lunedì 10 febbraio alle ore 11 con l’incontro dedicato alla società Funierice, che gestisce il servizio di trasporto pubblico e turistico in funivia con il piccolo borgo medievale; alle 12 si parla dei progetti dell’amministrazione di Erice alla presenza, tra gli altri, del sindaco Daniela Toscano Pecorella, di Salvatore Denaro, dirigente del settore turismo, cultura e centro storico del Comune di Erice e di Bruno Bertero, direttore marketing DMO della Regione Friuli Venezia Giulia mentre alle ore 13:30 spazio alle strategie turistiche di Pantelleria, “la Sicilia che non ti immagini, l’Africa a portata di sguardo” con il vice sindaco Maurizio Caldo, Danilo Giglio di Vivere Pantelleria e Vincenzo Pernice del Vivaio Federico Paulsen; si prosegue alle 14:30 con tutte le destinazioni gestite dalla compagnia di navigazione Liberty Lines, raccontate dal direttore commerciale Nunzio Formica: dalla Sicilia alla Puglia, dalla costa istriana alle isole greche. Alle ore 16 si chiude con l’appuntamento del Gac Isole di Sicilia, presieduto da Giuseppe Pagoto, che sarà incentrato, soprattutto, sulle tecniche di pesca artigianale.Chiude il programma della Bit, martedì 11 febbraio alle ore 11, l’incontro dedicato ad Unicredit, dal titolo “Unicredit4TheBestofWesternSicily”, al quale parteciperanno, tra gli altri, Vittorio La Placa, Head of retail Sicilia Unicredit, Massimo Itta, Vice President Account Management Mastercard e Claudia Vassena, Head of Buddybank.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“In 10 anni nel Lazio ben 967 voragini, in Campania 240, in Sicilia 175”

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 gennaio 2020

Lanzini (SIGEA LAZIO): “Ho illustrato tre situazioni romane a testimonianza dell’importanza della documentazione storica al fine della conoscenza del sottosuolo. La presenza di ipogei di origine antropica in aree urbane determina condizioni di rischio per le persone e per le infrastrutture di superfici a seguito di fenomeni di subsidenza e di voragine”.
“A Roma 923 voragini dal 2009 al 2019, a Napoli ben 196, a Cagliari 112. Interessate dal fenomeno le città della Sicilia e Cagliari. I sinkholes antropogenici (questo è il termine tecnico per le voragini) iniziano tuttavia a manifestarsi anche nelle città del nord dove fino a qualche anno fa non si registravano eventi. Dal 2009 al 2019 ben 42 voragini in Abruzzo, 16 in Basilicata, 65 in Calabria, 240 in Campania, 46 in Emilia – Romagna, 23 in Friuli Venezia Giulia, 967 nel Lazio, 36 in Liguria, 81 in Lombardia, 27 nelle Marche, 13 in Molise, 43 in Piemonte, 58 in Puglia, 141 in Sardegna, ben 175 in Sicilia, 29 in Toscana, 31 in Umbria, 47 in Veneto”. Lo ha affermato poco fa Stefania Nisio, geologo dell’Ispra, in apertura dei lavori della conferenza sulle Cavità sotterranee d’Italia, organizzata insieme dalla Società Geografica Italiana, ISPRA e Società Italiana di Geologia Ambientale ed in corso a Roma presso la sede della Società Geografica Italiana, Palazzetto Matteotti. “Il sottosuolo delle grandi città è una ricchezza ma anche un aspetto problematico che non va sottovalutato.Le cavità antropogeniche caratterizzano il tessuto urbano di molti capoluoghi di provincia italiani e di molti piccoli e medi centri – ha proseguito Nisio – e dobbiamo iniziare a pensare di fare i conti con questa realtà.
Le cavità e gli ipogei dimenticati, infatti, possono dar luogo a cedimenti e al formarsi di voragini che assumono importanza e frequenza sempre maggiore nelle nostre città”.Presentati numerosi studi importanti. Fondamentale la documentazione storica per la conoscenza del sottosuolo.
“Ho illustrato studi di situazioni urbane con cavità sotterranee risolte per mezzo della documentazione storica. Ho personalmente condotto ben 3 studi a Roma – ha affermato Maurizio Lanzini, Presidente della SIGEA Lazio- per la valutazione geologica-geotecnica della stabilità di reti caveali e del rischio di voragine, localizzate a Villa Blanc-Via Nomentana, Via Giannetto Valli e Monteverde (quest’ultimo relativo alla ricerca delle catacombe ebraiche perdute di Monteverde). L’intervento sottolinea le problematiche per i geologi ad operare in area urbana e il fondamentale apporto, per la comprensione e valutazione delle problematiche di rischio, avuto dalla documentazione storica (cartografica, fotografica e degli studi dei geologi ed archeologi che hanno operato nei secoli passati). La presenza di ipogei di origine antropica in aree urbane determina condizioni di rischio per le persone e per le infrastrutture di superfici a seguito di fenomeni di subsidenza e di voragine; tale rischio presenta le maggiori problematiche in aree urbane. Tale rischio, rispetto ai rischi determinati da frane, alluvioni e terremoti, è spesso sottovalutato e oggetto di pochi studi di modellazione e valutazione del rischio di crollo, anche per l’incompleta conoscenza della presenza e degli andamenti reti caveali ipogee”.
La Conferenza dal tema: “Cavità sotterranee nascoste o scomparse sotto il tessuto urbano”, ha visto l’intervento di Claudio Campobasso, Capo Dipartimento del Servizio Geologico d’Italia ISPRA, di Claudio Cerreti, Presidente della Società Geografica Italiana, nell’ambito del ciclo “Giornate di studio di Geologia e Storia”, appuntamenti organizzati dal Dipartimento per il Servizio Geologico d’Italia – ISPRA, dalla Società Geografica Italiana e dalla Sigea per fare il punto sull’attuale stato delle conoscenze riguardo l’importanza delle fonti storiche e cartografiche per lo studio dei fenomeni geologici e degli eventi catastrofici naturali.Da anni la Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA) pone il tema delle cavità sotterranee al centro del dibattito scientifico.
“La Sigea da anni pone il tema delle cavità sotterranee al centro del dibattito scientifico – ha concluso Antonello Fiore, Presidente Nazionale della SIGEA – istituzionale e professionale. Sono diverse le regioni italiane (come Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia, Sardegna, Umbria e Liguria) che vedono la presenza diffusa di cavità di origine antropica che spesso destano grande preoccupazione per la pubblica e privata incolumità. La ricerca scientifica e gli studi storico culturali suggeriscono l’adozione di politiche di valorizzazione e utilizzo con ricadute socio economiche importanti. Un utilizzo che non deve trascurare gli aspetti della sicurezza.
Su questo tema, come sugli altri argomenti d’interesse multidisciplinare, si deve partire dalle conoscenze acquisite storico-culturali e tecnico-scientifiche, le quali possono garantire una valorizzazione degli ambienti ipogei nel rispetto dei principi di sicurezza degli addetti ai lavori e dei visitatori. Sono molte le cavità di origine antropica che, rivestendo un interesse culturale, storico/religioso, paesaggistico/turistico (chiese rupestri, santuari, catacombe, frantoi ipogei, cantine ecc.), rappresentano un potenziale da tutelare e valorizzare”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caro-voli da/per la Sicilia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 gennaio 2020

La maggioranza ha respinto un ordine del giorno di Fratelli d’Italia presentato nell’ambito della discussione sul dl Alitalia che impegnava il governo ad istituire un tavolo tecnico per risolvere il problema che affligge i viaggiatori da e per le nostre isole, Sicilia e Sardegna. Una bocciatura per noi incomprensibile visto che si tratta di un problema ben noto da tempo e che non riguarda solo il periodo natalizio ma tutto l’anno con pochi voli e a prezzi altissimi. Sconfessato il viceministro Cancellieri e, ancora più incomprensibile è il fatto che il voto contrario è giunto addirittura anche da parte dei componenti della maggioranza di origine siciliana.Fratelli d’Italia proseguirà questa battaglia e chiede al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di venire in Aula a riferire in merito allo stato dei collegamenti con la Sicilia e la Sardegna e quali iniziative intenda intraprendere”. Lo dichiarano i deputati di Fratelli d’Italia, Carolina Varchi, Carmela Bucalo e Salvatore Deidda.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

«GAC-FLAG Isole di Sicilia» al «World Travel Market» di Londra

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 novembre 2019

Londra «Si è rivelata, ancora una volta, vincente la partnership tra il «GAC-FLAG Isole di Sicilia» e «Islands of Sicily», ovvero la DMO delle «Isole di Sicilia». Uno stand brandizzato con un’immagine coordinata che, già proposta lo scorso febbraio al «Free di Monaco» ed a marzo all’«ITB di Berlino», ha consentito di polarizzare l’attenzione sul prodotto «Isole di Sicilia» da parte di un buon numero di buyer internazionali. Il «GAC-FLAG Isole di Sicilia», che ha come obiettivo principale quello di valorizzare la piccola pesca costiera, ha registrato ottimi feedback, relativamente alle potenzialità, nella misura in cui queste rappresentano un importante fattore di attrazione, di diversificazione legate al turismo. Oltre alla pesca-turismo, sono risultate, infatti, di notevole interesse le tradizioni legate al mare ed alla pesca, ma anche il cibo e quindi le ricette ed i prodotti tipici che ne derivano. «Islands of Sicily», la DMO delle «Isole di Sicilia», ha presentato il «Grand Tour» delle «Isole di Sicilia», un prodotto su 14 notti (4 alle Eolie, 3 alle Egadi, 2 a Pantelleria, 2 a Ustica, 2 a Lampedusa ed 1 a Palermo) che si inserisce nel mercato di nicchia riservato proprio ai «Grand Tour». Questa proposta, oltre a declinare gli 8 temi scelti per promuovere il brand delle isole siciliane (mare e natura, storia e cultura, paesaggi e tradizioni e cibo e vino), permette di apprezzare alcune tra le più significative attrazioni dei territori micro insulari. I moduli del «Grand Tour» sono stati pensati per essere ulteriormente approfonditi e consentire lo sviluppo del cosiddetto tailor made tour (viaggio fatto su misura) da focalizzare anche sulle singole isole e da disegnare sulla base delle richieste dei buyer internazionali. La partecipazione si è conclusa con una conferenza stampa presso lo spazio ENIT, conclusa dal Presidente Giorgio Palmucci, che ha fatto gli onori di casa, e alla quale hanno partecipato Pietro La Porta (Direttore del GAC-FLAG Isole di Sicilia), Ignazio Galuppo (Presidente del Consiglio Comunale di Favignana), Ignazio Lucido (Presidente della Commissione Turismo del Comune di Favignana) e Christian Del Bono (Presidente di Islands of Sicily – DMO delle Isole di Sicilia). A margine della conferenza stampa è stato offerto un aperitivo a base di vini e prodotti tipici isolani. Nella circostanza Michele Ritunno e Giuseppe Campo, pescatori di Favignana, hanno avuto modo di presentare la bottarga di tonno e di raccontare la loro esperienza di pesca e le altre attività di diversificazione già avviate. Il colpo a sorpresa è stato, infine, l’intonazione del celebre canto di tonnara (la cialoma) che ha lasciato entusiasti i numerosi presenti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sempre più dinamico il comparto agroalimentare in Sicilia

Posted by fidest press agency su sabato, 2 novembre 2019

È quanto emerge dal Rapporto sulla Competitività dell’Agroalimentare nel Mezzogiorno, presentato oggi da ISMEA, Fiere di Parma e Federalimentare presso l’Università degli Studi di Salerno.Lo studio evidenzia come i recenti mutamenti dello scenario globale abbiano sostenuto una crescita senza precedenti delle esportazioni del Made in Italy alimentare, grazie a una ritrovata coerenza del modello di specializzazione agroalimentare italiano con le tendenze della domanda mondiale, che ha spinto l’export agroalimentare del Sud a toccare la cifra di 7 miliardi di euro nel 2018.Nel Mezzogiorno, nonostante il consistente e duraturo impatto della crisi economica iniziata nel 2008, il permanere di un tessuto imprenditoriale caratterizzato da imprese medio-piccole e, più in generale, la conferma di alcuni storici limiti allo sviluppo economico, il settore agroalimentare è cresciuto, nell’ultimo triennio, in termini di valore aggiunto – che supera i 19 miliardi di euro -, di numero di imprese – 344 mila imprese agricole e 34 mila imprese dell’industria alimentare – e di occupati, che si attestano a circa 668 mila unità, pari al 10% del totale occupati al Sud.Anche il confronto con il Centro-Nord mette in evidenza come, nello stesso periodo, il fatturato dell’industria alimentare sia cresciuto più al Sud (+5,4%) che nel resto del Paese (+4,4%).La specifica composizione settoriale, l’elevata incidenza delle medie imprese – che si sono rivelate quelle più dinamiche e in grado di adattarsi ai mutati scenari – oltre che il determinante contributo delle imprese di più recente costituzione, hanno consentito all’agroalimentare del Mezzogiorno di ottenere performance di tutto rispetto e, in taluni casi, superiori a quelle dei corrispondenti settori del Centro-Nord.Performance positive hanno riguardato soprattutto alcune filiere come caffè, cioccolato e confetteria (+14%), prodotti da forno (+18%), olio (+21%); in generale, un rinnovamento generazionale e la presenza di imprese più giovani hanno determinato maggiore dinamicità e capacità di rispondere alle esigenze del mercato.Tra gli elementi più critici, soprattutto pensando alla necessità di agganciare il treno dell’innovazione, preoccupano i bassi livelli di immobilizzazioni nelle imprese del Mezzogiorno e il fatto che esse siano sostanzialmente tecniche con poca attenzione a quelle immateriali.
“L’agroalimentare nel Mezzogiorno riveste un ruolo sempre più rilevante, con primati in molti settori e una buona tenuta economica, segnali positivi che vanno letti con attenzione – ha dichiarato Fabio Del Bravo; occorre rafforzare adeguatamente la fase agricola e la sua integrazione con la parte a valle della filiera, favorire gli investimenti – soprattutto in innovazione – e prendere atto dei limiti, per esempio strutturali, individuando percorsi che già nel breve possano portare benefici: una maglia produttiva di dimensioni piccole è certamente un problema su molti fronti, ma lo è molto di più per le produzioni standardizzate che fronteggiano concorrenza di prezzo, piuttosto che per i prodotti differenziati del made in Italy. Incentivare forme di aggregazione e l’orientamento a produzioni tipiche che in quest’area hanno ancora molte potenzialità inespresse, può rivelarsi una leva strategica importante e può avviare un percorso di successo realmente attuabile”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caro voli in Sicilia

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 settembre 2019

L’On. Decio Terrana, Coordinatore Regionale dell’UDC Italia in Sicilia, ha oggi trasmesso una nota ufficiale al Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte evidenziando il disagio economico-sociale provocato sul territorio siciliano dal “caro voli”, il costo troppo elevato delle tariffe aeree per i cittadini siciliani. La nota è stata altresì inviata anche al nuovo Ministro dell’Infrastruttura e dei Trasporti, Paola De Micheli, al Governatore della Regione Sicilia On. Nello Musumeci, all’Assessore Regionale Infrastrutture in Sicilia, On. Marco Falcone, ed al Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Magistrato Roberto Rustichelli.Con questa nota, l’On.Decio Terrana vuole sollecitare tutte le istituzioni interessate affinchè, ognuna per le proprie competenze, possa attivarsi per attuare le opportune soluzioni che consentano l’abbassamento delle tariffe aeree.
<< Siamo pronti a scendere in piazza per sollecitare atti concreti e soluzioni immediate – comunica il Coordinatore Regionale dell’UDC – sono arrivati nei mesi scorsi i soliti proclami e nessuna soluzione; non possiamo più permetterci che i Cittadini Siciliani vengano così bistrattati e dimenticati dalle istituzioni e dal Governo su temi che richiedono urgenti risoluzioni.>>

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Sicilia Doc Night”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 agosto 2019

Venezia Villa degli Autori, Lungomare Guglielmo Marconi, 56 giovedì 5 settembre, ore 21:30 si terrà una serata con il corso di Cinema Documentario della Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia diretto da Costanza Quatriglio. “Sicilia Doc Night” segna l’inizio di una collaborazione tra il corso triennale di Regia del Documentario della Scuola Nazionale di Cinema, diretto a Palermo da Costanza Quatriglio, la Sicilia Film Commission e le Giornate degli Autori.
Dalle 21.30 si alterneranno proiezioni e testimonianze di allievi, ex allievi, registi e professionisti del cinema che lavorano ogni giorno affinché la Scuola sia un luogo di sperimentazione di linguaggi e approcci differenti, di sguardi plurali sul mondo e sulla contemporaneità. Saranno presentati i trailer dei film di diploma degli allievi Silvia Miola, Andrea Vallero e Camilla Iannetti e le esercitazioni di secondo e primo anno di corso, degli allievi Filippo Foscarini e Beatrice Perego, ed infine la Ginko Film, società di produzione fondata dagli ex allievi del CSC di Palermo Chiara Andrich, Andrea Mura e Giovanni Pellegrini. Hanno assicurato la loro presenza il Presidente del CSC Felice Laudadio, il Direttore Generale Marcello Foti, il Preside della Scuola Nazionale di Cinema Adriano De Santis, l’Assessore al Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana Manlio Messina, il Dirigente Generale del Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana Lucia Di Fatta, il Direttore della Sicilia Film Commission Alessandro Rais, il Direttore della Sede Sicilia del CSC Ivan Scinardo e alcuni dei docenti.La Sede Sicilia del CSC – Scuola Nazionale di Cinema è sostenuta dalla Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, nell’ambito del programma Sensi Contemporanei.Con il sostegno del Comune di Palermo.
Il bando per partecipare alle selezioni per il corso triennale di Regia del Documentario della Scuola Nazionale di Cinema scade il primo ottobre 2019.
Per conoscere il programma e i docenti del corso:
http://www.fondazionecsc.it/news.jsp?ID_NEWS=3636&areaNews=158&GTemplate=sc_home.jsp

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Sicilia, assistenti tecnici bloccati nelle graduatorie permanenti da anni

Posted by fidest press agency su sabato, 3 agosto 2019

L’Anief ottiene un nuovo successo a tutela dei diritti del personale ATA. I ricorrenti sono assistenti tecnici inseriti nella graduatoria permanente del personale ATA della provincia di Palermo da anni in attesa dell’assunzione di ruolo per l’assenza di posti disponibili nel loro profilo, in quanto assegnati a personale di ruolo transitato da altra amministrazione nelle scuole e inquadrato nella classe AR99. Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, con sentenza n. 724/2019, accoglie il ricorso. Marcello Pacifico (Anief): “Azione sindacale e legale in sinergia: questa è la forza del nostro sindacato”.Nella formulazione degli organici del personale ATA, per la provincia di Palermo, per gli assistenti amministrativi sembrava ci fosse una situazione di esubero di posti in organico di diritto. L’interesse dei ricorrenti emergeva dalla circostanza che l’Amministrazione, nel definire l’organico di diritto, riservava (come ogni anno) un numero di posti al personale di ruolo transitato nella classe del personale ATA con qualifica AR99 che non potevano essere conteggiati nel novero di quelli disponibili per l’immissione in ruolo, ma tuttavia venivano assegnati con incarico annuale al 31 agosto, come se i posti fossero vacanti e disponibili.L’incongruità di questa attività autoritativa nasce proprio dal fatto che tale personale non è in possesso dei titoli previsti dalla normativa vigente per ricoprire i ruoli assegnati e, pertanto, risulta essere personale non utilizzabile nei laboratori per assenza di titoli e per mancata riqualificazione.Di conseguenza, gli stessi posti sono assegnati, in un primo momento, in organico di diritto a personale non qualificato che non può svolgere le mansioni attribuite per mancanza dei requisiti e, in un secondo momento, nuovamente in organico di fatto, con contratto a tempo determinato, agli odierni ricorrenti tutti, invece dotati dei requisiti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I buoni motivi per vivere l’estate nella Sicilia de Le Soste di Ulisse

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 luglio 2019

Una meta estiva che non può che mettere d’accordo tutti: la Sicilia. Che si voglia godere del dolce far niente di fronte a un mare scintillante o andare alla scoperta della sua antichissima storia, godere della natura mediterranea o della cucina isolana, la Sicilia è il posto ideale. Sono tantissimi i luoghi magici di quest’isola, distribuiti tra i suoi tre storici valli: Val di Noto, Val Dèmone e Val di Mazara. Visitarli scegliendo l’ospitalità delle strutture associate a Le Soste di Ulisse è un’occasione per completare l’esperienza nel modo più autentico, con la possibilità di organizzare il proprio Grand Tour all’insegna dell’ospitalità siciliana.Resort con viste mozzafiato, piscine e terrazze sul mare lungo coste e promontori caratterizzati da bellissime spiagge e scogli, o ancora, immersi nei tipici paesaggi dell’entroterra siciliano o sulle isole. Da qui godere del tramonto o di cieli stellati lontani dalle luci delle grandi città ha un sapore unico; un sogno per gli amanti del relax e di un lusso dal carattere mediterraneo. Terra ambita da fenici, greci, saraceni, romani, normanni, spagnoli e francesi, ogni angolo della Sicilia ha vicende da raccontare. Un crocevia di culture che si ritrova tra antichi insediamenti fenici, templi dorici o palazzi e chiese in stile Barocco. Il paesaggio siciliano, tanto bello quanto vario, offre aree interne brulle e quasi selvagge, parchi e riserve naturali, paesaggi vulcanici e isole incantevoli, tutti luoghi che racchiudono in sé i vividi colori e le luci del Mediterraneo. Bellezze storiche, artistiche e architettoniche, tradizione e folklore unici oltre a un’atmosfera e un’ospitalità tipica siciliana ben rappresentata in tutte le location de Le Soste di Ulisse. Per gli appassionati della cucina gourmet, del buon vino, della pasticceria siciliana, quest’isola è un ‘continente’ tutto da scoprire attraverso una ristorazione di altissima qualità, anche stellata. Piatti che hanno in sé tutto il carattere della tradizione, realizzati con materia prime di eccellenza da chef di altissimo livello. Possibilità di soggiornare in wine resort che uniscono la tradizione vitivinicola all’ospitalità autentica. Tutto questo contribuisce a rendere unica una visita in terra siciliana, creando un incanto indimenticabile e la voglia di non lasciare una terra che accoglie lo straniero e lo fa sentire a casa.Come ricorda lo chef bistellato Pino Cuttaia, Presidente de Le Soste di Ulisse, “il ruolo dell’Associazione rispetto al territorio siciliano è di portare e far tornare nella nostra terra sempre più ospiti, profondamente appassionati delle eccellenze di cui siamo artefici, comprese quelle artistiche, storiche, culturali e architettoniche”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

«Resto al Sud … in Sicilia» incontro a Marsala

Posted by fidest press agency su sabato, 8 giugno 2019

Marsala lunedì 10 giugno 2019 (ore 16.00), presso il Complesso Monumentale San Pietro,si terrà un incontro informativo finalizzato ad illustrare l’incentivo «Resto al Sud», che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno. Le opportunità sono rivolte, in particolare, ai giovani tra i 18 e i 35 anni di età, ma con le novità previste dalla Legge di Bilancio 2019 anche ai liberi professionisti e agli under 46. Le domande vanno presentate sulla piattaforma on-line di Resto al Sud ed una volta approvata la richiesta il regime di aiuto è gestito da Invitalia, per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si possono, pertanto, avviare iniziative imprenditoriali per la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura fornitura di servizi alle imprese e alle persone e turismo. Sono escluse dal finanziamento le attività agricole ed il commercio. Sono ammissibili le spese per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività. Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi. Resto al Sud è un incentivo a sportello, per cui le domande vengono esaminate senza graduatorie in base all’ordine cronologico di arrivo. Sono previsti i saluti istituzionali da parte di Liborio Furco (Presidente GAL Elimos), Alberto Di Girolamo (Sindaco Comune di Marsala), Vito Mancuso (Presidente O.A.P.P.C di Trapani) e Antonio Mistretta (Consigliere Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Marsala). Gli interventi previsti sono i seguenti: Stefania Esposito – INVITALIA (Resto al sud: stato di avanzamento della misura agevolativa), Pasquale Brancato – Direttore Area Retail Trapani (Resto al Sud: Intesa Sanpaolo al fianco dei giovani imprenditori) e Rocco Lima – Direttore GAL Elimos (Il GAL per lo Sviluppo Locale PAL “Terre degli Elimi 2020”). Le conclusioni sono affidate a Liborio Furco (Presidente del GAL Elimos). A partire dalle ore 18.30, infine, si terranno incontri «One to One»

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si presenta a Palermo il saggio «Irredimibile Sicilia?»

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 maggio 2019

Palermo, venerdì 31 maggio 2019 (Ore 17.30) Via Terrasanta, 82 presso la Sala Conferenze della prestigiosa «Fondazione Giuseppe e Marzio Tricoli», presentazione del volume «Irredimibile Sicilia? – L’Isola e il sogno infranto della sua Autonomia speciale» di Fabrizio Fonte (Presidente Centro Studi Dino Grammatico). È prevista la partecipazione di Umberto Balistreri (Presidente Istituto Siciliano di Studi Politici ed Economici) e di Antonino Sala (saggista e storico). Modererà l’incontro il giornalista Giampiero Cannella.«Il volume – afferma Fabrizio Fonte – è il frutto di una lunga serie di interventi pubblici che avevano come tema centrale la Sicilia ed il suo mancato sviluppo socio-economico. Mi sono reso conto, infatti, che in pochi conoscevano, se non superficialmente, lo statuto autonomista siciliano e soprattutto le sue inespresse potenzialità. Ragion per cui ho ritenuto opportuno scrivere questo testo, edito dalla Solfanelli, al fine di consentire un veloce approfondimento. Ed oggi, guarda caso, il tema che impone l’agenda politica nazionale innesca delle serie riflessioni anche sulla Autonomia siciliana. La Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna stanno invocando, non a caso, l’art. 116 della Costituzione (che regola i rapporti Stato-Regione), chiedendo a gran voce una maggiore autonomia sui temi quali la salute, il lavoro, l’ambiente, l’attività internazionale e l’istruzione. Il concetto di irredimibilità – prosegue Fonte – si deve far ricondurre a Leonardo Sciascia che, quando gli chiesero di trovare un aggettivo che in sé bastasse a riassumere l’Isola, rispose: «che la Sicilia è irredimibile, ma che comunque bisogna continuare a lottare, a pensare e ad agire, come se non lo fosse». Anch’io, con questo volume, mi sono posto il quesito. Se la Sicilia sia realmente irredimibile o se magari ci possano essere delle possibilità che questa Terra, invece, abbia delle condizioni di riscatto e di speranza. Ecco il perché del punto interrogativo nel titolo. Il ragionamento si dipana, ovviamente, nella storia recente della sua Autonomia, che doveva consentire all’Isola uno sviluppo di altro genere, ma che purtroppo oggi la vedono terzultima, in termini di sviluppo economico, a livello europeo, con dei tassi di natalità molto bassi ed altissimi tassi di disoccupazione e di emigrazione. Mi auguro – conclude Fabrizio Fonte – che nel futuro, e anche abbastanza prossimo, le cose possano cambiare. Ma tutto è legato alla reale volontà della gran parte dei siciliani di variare, innanzitutto dal punto vista culturale e quindi da quello politico e sociale, per davvero le loro sorti. Tuttavia non sarà un processo affatto semplice!».
Fabrizio Fonte, giornalista, è laureato in «Scienze della Comunicazione». È autore di diversi saggi e di numerosi articoli di natura politica, economica e culturale per diverse testate giornalistiche regionali e nazionali. È stato insignito del Premio alla Cultura «G.M. Calvino» nel 2014, del Premio letterario «La Campana di Burgio» nel 2015, del Premio alla Cultura «Magister Vitae» nel 2017 e del Premio «Gaia» per la letteratura nel 2018. Presiede dal 2014 il «Centro Studi Dino Grammatico». Ha già pubblicato, infine, i saggi Dal separatismo all’autonomia regionale. Storia dell’idea indipendentista siciliana nel XX secolo (Rubbettino, Soveria Mannelli 2011) e L’operazione Milazzo e la mafia. L’inchiesta Merra la prima operazione antimafia nella Sicilia autonoma (Solfanelli, Chieti 2017).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni europee: Il Pd in Sicilia fanalino di coda rispetto al resto del Paese

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 maggio 2019

«Purtroppo ancora una volta la Sicilia di conferma in controtendenza rispetto all’importante risalita del Pd e il conseguente crollo dei Cinquestelle. Tutto questo nonostante le candidature di prestigio messe in campo. Ora si risolva subito la questione siciliana» A dirlo è Antonio Ferrante del Partito Democratico, commentando i dati delle elezioni Europee in Sicilia.
«La scarsissima affluenza – continua Ferrante – unita al risultato dei Cinquestelle e della Lega danno il senso dell’Aventino da parte dei nostri sostenitori, che per mesi hanno vissuto l’assenza del Pd in Sicilia. Dobbiamo essere grati ai nostri candidati perché grazie a loro abbiamo evitato una figura ancora peggiore».«Da militante del Pd e da siciliano – conclude Ferrante – voglio anche ringraziare i tanti amici e compagni che, in ogni Comune, hanno portato nelle case degli elettori la nostra lista, nonostante l’abbandono totale che hanno subito in tutto questo tempo. A loro dico: da oggi ripartiamo insieme per riprenderci il Pd e la Sicilia e dal Pd nazionale aspetto la risoluzione della questione siciliana una volta per tutte».

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »