Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘sicilia’

Sicilia da vivere: Terre, mare, uomini

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Sono sei i nuovi soci che contribuiranno a portare sempre più in alto il territorio siciliano e le eccellenze che questo racchiude in sé attraverso il brand dell’Associazione Le Soste di Ulisse. Un prestigioso riconoscimento per i nuovi associati, che entrano a far parte di questo gruppo attivo dal 2002, che si afferma sempre più come sinonimo di assoluta qualità in terra di Sicilia.Dall’attenzione per la regionalità e la valorizzazione delle province di appartenenza all’interno delle proprie pietanze alla qualificazione del personale e del servizio offerto. Sono criteri molto selettivi quelli stabiliti per entrare a far parte dell’Associazione Le Soste di Ulisse. L’obiettivo è quello di offrire ospitalità di altissimo livello, fatta di serenità e sicurezza, luoghi in cui gli ospiti possano ritrovare tutta l’autenticità della Sicilia attraverso le pietanze e gli ambienti in cui soggiornano. Ed è proprio basandosi su questi criteri che il Consiglio Direttivo presieduto dallo Chef Pino Cuttaia ha valutato per tutto il 2018 le strutture siciliane. Al termine delle valutazioni ne sono state scelte sei, due hotel e quattro ristoranti, che in occasione della Cena di Gala del 1 aprile per l’evento di festa e promozione ‘Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini’ saranno insignite del riconoscimento come nuovi membri dell’associazione. Per la sezione hotel i nuovi ingressi sono il Grand Hotel Minareto di Siracusa, struttura che tra l’altro ospita proprio il grande evento di festa del 31 marzo e 1 aprile e l’Hotel Monaci delle Terre Nere di Zafferana Etnea (CT). Il primo è un Luxury Resort sul mare con vista sull’isola di Ortigia, la parte più antica della città di Siracusa, mentre il secondo è un Boutique Hotel realizzato in un’antica tenuta siciliana alle pendici dell’Etna. Per quanto riguarda la sezione ristorazione i nuovi soci sono Vicari di Noto (SR) dello chef patron Salvatore Vicari, Terrazza Costantino di Sclafani Bagni (PA) dello chef patron Giuseppe Costantino, Cortile Pepe di Cefalù (PA) guidato da Toti Fiduccia, in cucina lo chef Giovanni Lullo e Modì di Torregrotta (ME) guidato dallo chef Giuseppe Geraci e Alessandra Quattrocchi. Si tratta di ristoranti caratterizzati dalla presenza di chef di alto livello e di notevole esperienza, nonostante la loro età sia giovane. Ambienti unici e caratteristici, uniti dalla passione per la propria terra e per le sue radici culinarie, ma con uno sguardo alla contemporaneità.L’immensa tradizione enogastronomica siciliana insieme all’accoglienza autentica delle sue residenze di charme. È questo ciò che troveranno i partecipanti all’evento ‘Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini’ del 31 marzo e 1 aprile a Siracusa. Un’occasione unica in cui immergersi completamente per scoprire luoghi, bellezze, storie e tradizioni, eccellenze che vanno dal cibo e dalle materie prime all’accoglienza. Il tutto garantito dal brand di eccellenza Le Soste di Ulisse.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Assemblea Regionale Siciliana presenta il nuovo sito

Posted by fidest press agency su domenica, 3 marzo 2019

Presso la sala Mattarella del Palazzo Reale di Palermo, sede dell’ARS, l’Assemblea Regionale Siciliana e la digital agency IM*MEDIA hanno presentato il nuovo portale http://www.ars.sicilia.it, pensato appositamente per una Pubblica Amministrazione più accessibile, che nel digitale esprime anche la sintesi tra istituzione e cultura che è propria dell’ARS.
“La realizzazione di questo portale è stata estremamente stimolante.” – commenta Pasquale Esposito Lavina, Presidente di IM*MEDIA. “Si è trattato di un progetto di ampio respiro che ha messo in campo diverse competenze dell’Agenzia, guidate dall’obiettivo di rimodulare la comunicazione on-line dell’Assemblea per illustrarne le attività, raccontarne l’identità e farne un’istituzione aperta al dialogo, adeguandola allo scenario di progressiva trasformazione digitale delle Pubbliche Amministrazioni”.
La home page del sito cattura immediatamente il visitatore con un video diretto e prodotto da IM*MEDIA che mostra la bellezza del Palazzo Reale, dichiarato Patrimonio UNESCO nell’ambito dell’itinerario Arabo-Normanno, e che rappresenta un invito a scoprire e a visitare il Palazzo, sede anche di tante iniziative che l’utente può trovare in calendario.
Tra i contenuti esplorabili della sezione dedicata al Palazzo, la mappa interattiva, il virtual tour e il progetto di ricerca 3D.
Conclude Esposito Lavina: “IM*MEDIA ha realizzato un sito accessibile e responsivo, aperto agli utenti, siano essi referenti istituzionali, giornalisti, cittadini o turisti. Il percorso di riprogettazione dell’architettura, del design e dell’infrastruttura ha condotto verso un sito web articolato ma di facile fruizione, che armonizza la prospettiva storico-artistica legata al Palazzo Reale con l’anima moderna ed efficiente della nuova Pubblica Amministrazione che crede nel digitale. Ringraziamo l’Assemblea Regionale Siciliana per averci affidato questo importante e bellissimo progetto, riconoscendo in noi quella expertise digital che di solito mettiamo al servizio delle aziende.” ars.sicilia.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

A Milano il viaggio tra i sapori e le tradizioni di Sicilia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 novembre 2018

Milano fino al 1° dicembre la cucina degli chef Pino Cuttaia, Damiano Ferraro, Gioacchino Gaglio e Angelo Treno de Le Soste di Ulisse presenterà agli ospiti le eccellenze gastronomiche del territorio siciliano. Si tratta di uno tra i numerosi eventi e attività dell’associazione in calendario fino al 2020 in Italia e all’estero.
si potrà degustare il menu degli chef Pino Cuttaia, Damiano Ferraro, Gioacchino Gaglio e Angelo Treno con l’obiettivo di presentare le diverse specificità della Sicilia. Quattro cene a “otto mani” con piatti a base di ingredienti che mettono in risalto il territorio siciliano e le sue eccellenze gastronomiche. Promotore dell’iniziativa Paolo Marchi e Claudio Ceroni che assieme a Pino Cuttaia, presidente de Le Soste di Ulisse per il triennio 2018-2020, si è deciso di organizzare più appuntamenti a Identità Golose Milano per presentare le eccellenze di un’intera regione. A partire, in questo caso, dalle province di Agrigento, Enna e Palermo ovvero Pino Cuttaia, La Madia a Licata (Agrigento), Damiano Ferraro di Capitolo Primo a Montallegro (Agrigento), Gioacchino Gaglio di Gagini Social Restaurant a Palermo e Angelo Treno del ristorante Al Fogher a Piazza Armerina (Enna).
Quali i piatti del menu? Si parte dall’antipasto Filetto di alalunga rosato al battuto di pepe nero, vinaigrette solida di caviale povero, riccioli di calamari alla cannella e croccante alle mandorle di Damiano Ferraro, chef che dopo essersi formato tra i meccanismi perfetti della Svizzera, passando per Londra, è tornato nella sua terra e ha inaugurato il suo ristorante Capitolo Primo.
L’iniziativa a Identità Golose Milano è solo una tra le tante in programma fino al 2020 in Italia e all’estero con l’obiettivo di narrare e valorizzare l’Isola promuovendo al mondo il suo immenso patrimonio turistico, enogastronomico, artistico, paesaggistico, culturale e monumentale. L’associazione è nata nel 2002 alla quale fanno parte 41 soci attivi in campo enogastronomico e dell’hôtellerie ossia ristoranti gourmet, tra cui 13 stellati dei 16 per la Guida Michelin 2019 presenti nell’Isola, charming hotel e pasticcerie storiche, localizzati nei territori più suggestivi di tutte le province della Sicilia. Partner dell’associazione, anche aziende vitivinicole e imprese leader nel territorio.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Fabrizio Fonte «Irredimibile Sicilia? – L’Isola e il sogno infranto della sua Autonomia speciale»

Posted by fidest press agency su martedì, 20 novembre 2018

Trapani giovedì 22 novembre alle ore 18.00 presso la prestigiosa Biblioteca Fardelliana sarà presentato il libro di Fabrizio Fonte. Saranno presenti Margherita Giacalone (Direttore della «Biblioteca Fardelliana»), Rosalia D’Alì (Assessore alla Cultura) e Giacomo Tranchida (Sindaco di Trapani). A dialogare con l’autore sarà il giornalista Fabio Pace.
Recensito su diverse testate nazionali, e già alla «seconda ristampa», verrà presentato anche a Trapani l’ultimo volume di Fabrizio Fonte «Irredimibile Sicilia? – L’Isola e il sogno infranto della sua Autonomia speciale». Il pamphlet, edito da Solfanelli, è un viaggio, ricco di riflessioni e di spunti, tra le pieghe storiche e l’attualità di una Terra che continua a barcamenarsi in una profonda, quanto inarrestabile, crisi sociale ed economica. Il «convitato di pietra» del testo è, ovviamente, lo Statuto siciliano, che avrebbe dovuto, almeno negli auspici dei padri autonomisti, garantire all’Isola delle condizioni di sviluppo di ben altra portata ed oggi, soprattutto, in linea con i parametri europei. Sul concetto di «irredimibilità», di «sciasciana memoria», si dipana, dunque, un ragionamento che ci porta fino ai nostri giorni, connotati, purtroppo, da dei dati che si registrano sulla disoccupazione, sull’emigrazione e sulla povertà in larghi strati della popolazione a dir poco drammatici. Un atto d’accusa, ed una sensazione di estremo rammarico, emerge, pertanto, in maniera netta dal volume di Fabrizio Fonte. In particolare verso quei «centri decisionali del potere» che hanno usato, in questi oltre settant’anni di “specialità” amministrativa, lo strumento autonomista in maniera fraudolenta e distorta, abusandone a loro esclusivo vantaggio e, soprattutto, a discapito degli interessi diffusi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I sapori più pregiati della Sicilia arrivano in Alto Adige

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 ottobre 2018

Per un evento da buongustai gourmet. L’appuntamento è dal 26 al 28 ottobre 2018, quando al Falkensteiner Family Hotel Lido Ehrenburgerhof di Casteldarne (BZ), in Val Pusteria, struttura a misura di famiglie, si potranno assaporare i prodotti selezionati da Gustoso – Sicilian Food Experience. Durante le giornate trascorse in questo bellissimo resort alpino, che sorge su un laghetto privato con parco avventura, nell’area vacanze di Plan de Corones, gli ospiti parteciperanno a degustazioni di ricette preparate con grani antichi siciliani, sughi e conserve vegetali, cioccolato biologico, caffè di qualità, olio, agrumi e arancia rossa, olive da tavola, prodotti dolciari tipici a base di pasta di mandorle e frutta di marzapane, birra artigianale. Il 27 ottobre, a cena, potranno deliziarsi con i piatti siciliani tradizionali creati con i prodotti Gustoso in collaborazione con lo Chef Andrea Ruisi, ambassador Gustoso, con una formazione culinaria di eccellenza in ALMA secondo la filosofia di Gualtiero Marchesi, che ha unito alla ricerca universitaria nel campo della fisica gastronomica. Tutti gli ospiti, grandi e piccoli, del Falkensteiner Family Hotel Lido Ehrenburgerhof saranno protagonisti dell’evento culinario, di ritorno dalle escursioni tra il foliage delle cime altoatesine o i giochi del mini club Falky Land, oppure il relax dell’Acquapura SPA a misura di famiglia (con piscina per i bimbi a 32°, e tra le altre attrazioni di benessere l’idromassaggio nella grotta, la sauna finlandese, il bagno di vapore all’acqua salina).
Gustoso è un brand che unisce 13 importanti aziende siciliane, con l’obiettivo di portare le migliori tipicità, specchio del patrimonio agroalimentare, ma anche storico-culturale, della Sicilia, in tutta Italia e all’estero. Da quest’anno, infatti, è nata una collaborazione con i Falkensteiner Hotels & Residences, con l’organizzazione di eventi nelle destinazioni Falkensteiner (tra Austria, Croazia, Italia, Repubblica Ceca, Serbia e Slovacchia). Per l’Italia è stato scelto il Falkensteiner Family Hotel Lido Ehrenburgerhof, casa madre degli hotels Falkensteiner. Per il soggiorno, dal 27 ottobre al 4 novembre 2018, prezzi a partire da 209 euro a camera a notte, inclusa la Festa di Halloween per i bambini per chi rimane il 31, passeggiata notturna con le lanterne, biciclette, un programma di animazione per tutta la famiglia, assistenza per i bebè, e tutti i servizi Falkensteiner tra cui la pensione completa.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia prima per addetti ai servizi per l’impiego

Posted by fidest press agency su martedì, 9 ottobre 2018

La Sicilia è la regione dove opera il maggior numero di addetti ai servizi pubblici per il lavoro: sono 1.737 su 7.934 operatori, pari a poco meno del 22% del personale operativo nei 501 Centri per l’impiego esistenti in Italia. L’attività della rete pubblica, tuttavia, si focalizza sulla gestione dei disoccupati e non ha alcun contatto strutturato con la domanda di lavoro delle aziende locali. Lo dimostra il fatto che, su 137 mila siciliani che ogni anno accedono alla disoccupazione (NASpI), ben 85 mila di questi al quinto mese continuano ancora a percepire il sussidio. Si pone, dunque, il problema di rendere efficiente il sistema di supporto dei disoccupati nella ricerca di un nuovo lavoro, sia in Sicilia, ma anche nel resto del Paese. A segnalarlo è la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro in occasione del V Congresso Regionale dei Consulenti del Lavoro della Sicilia, ha presentato l’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro “Il lavoro nella Regione Siciliana dopo la fine degli incentivi. L’incremento delle politiche passive”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La Sicilia si apre ai mercati esteri”

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 ottobre 2018

E’ sempre più richiesta dal mondo delle nozze. La Sicilia, diventata tra le location preferite dai futuri sposi a livello internazionale, farà da sfondo ad un evento per far conoscere da vicino le eccellenze del territorio. Ad organizzarlo con bando dell’assessorato al Turismo della Regione, Laura Arcilesi, vicepresidente di Confartigianato Turismo e Spettacolo, che con Soleventi & Tour ospiterà dal 29 settembre al 3 ottobre, dieci wedding planner e buyers russi. Questi ultimi visiteranno la Sicilia in collaborazione con Enit Mosca, accompagnato dalla direttrice, Irina Petrenko. Il tour prevede tappe a Siracusa, Noto, Catania, Cefalù, Palermo e Marsala. “Sarà l’occasione per far conoscere ai nostri ospiti le migliori location siciliane – spiega Laura Arcilesi – luoghi magici ideali per organizzare il giorno più bello, in cui non mancheranno il giro della città di Palermo in Vespa e un tour delle auto storiche della Targa Florio”. “E’ una grande opportunità per il nostro territorio e per la nostra associazione – dice Paolo Giusino, vicepresidente di Confartigianato Palermo – che si dimostra ancora una volta pronta all’innovazione. Una “vetrina” che apre gli orizzonti verso i mercati esteri e che allontana sempre più la Sicilia da stereotipi per fortuna ormai superati. Il mondo del Wedding avrà la possibilità di conoscere la nostra economia, la nostra offerta in grado di valorizzare anche questo settore”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Sostegno, in Sicilia è boom di alunni disabili

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 settembre 2018

L’80% degli alunni hanno gravi problemi di apprendimento, perché rientrano nell’ex comma 3, art. 3 della Legge 104/92 che regola ancora oggi buona parte dell’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti dei cittadini con disabilità: ciò presuppone l’affiancamento all’allievo del docente di sostegno per un sostanzioso numero di ore settimanale. Invece, nell’ultimo quinquennio gli organici del personale specializzato sono rimasti pressoché invariati, lontani da quel rapporto uno ad uno voluto dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 2023 del 23/3/2017 che ha confermato una sentenza del Tar Toscana con la quale veniva annullato il provvedimento dell’amministrazione scolastica che aveva assegnato un numero di ore di sostegno inferiore a quelle proposte dal GLHO nel Piano educativo individualizzato. Così, anche quest’anno l’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia ha assegnato solo la metà degli insegnanti specializzati chiesti dai dirigenti scolastici in deroga, facendo crescere il contenzioso del 1000%, con oltre 11 milioni di euro di condanne alle spese e un danno erariale evidente, grazie alle cause promosse anche dai legali Anief nella campagna gratuita per genitori, docenti e dirigenti scolastici #nonunoradimeno.
In Sicilia il numero di alunni disabili certificati iscritti a scuola aumenta ogni anno in modo esponenziale. I numeri sono impietosi: nell’ultimo lustro sono incrementati addirittura di 5 mila unità. Tuttavia, l’amministrazione non adegua l’organico dei docenti specializzati. E il contenzioso aumenta, con risarcimenti cospicui che lo Stato deve assegnare alle famiglie con disabili danneggiate. È questa l’amara conclusione che emerge da un focus, numerico e normativo, realizzato dal sindacato Anief sul sostegno agli alunni disabili attuati nell’Isola: una modalità distorta e mai sanata, confermata dall’istruttoria depositata dall’Avvocatura dello Stato su ordine del Tar nel ricorso 793/18 patrocinato dagli avvocati Ganci e Miceli, che operano per il sindacato Anief, i quali hanno denunciato la Circolare sugli organici di sostegno firmato dal direttore generale dell’Usr Sicilia, la dott.ssa Maria Luisa Altomonte.
In attesa dell’esito dei ricorsi, se si pensa alla dotazione organica, allo stato attuale l’organico di diritto potrebbe coprire soltanto le esigenze degli alunni con grave disabilità certificata, lasciando scoperti gli altri diecimila alunni con disabilità meno grave, a cui l’amministrazione cerca di far fronte con posti in deroga – assegnati sino al 30 giugno 2019, per via della Legge Carrozza 128 del 2013 – e comunque sempre in quantità numerica complessiva e oraria inferiore rispetto a quelli richiesti delle scuole a seguito dell’esame svolto dall’équipe medico-pedagogica che ha valutato caso per caso.D’altronde, l’operazione taglia-posti imposta dall’amministrazione scolastica non serve neanche a realizzare risparmi della finanza pubblica, considerato che ogni ricorso eseguito dal Tar sull’assegnazione di un posto in deroga non riconosciuto costa ai cittadini almeno 2 mila euro di condanne alle spese e mille euro come risarcimento alle famiglie per ogni mese in cui non hanno usufruito del diritto all’istruzione per i propri figli. Considerato che le cause eseguite negli ultimi cinque anni sono state 5 mila, le spese risarcitorie nella sola Sicilia assumono dimensioni notevoli. E si comprende anche il deficit finanziario che provoca questa scellerata politica. Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, la soluzione al grave problema è chiara: “bisogna trasformare tutti i 50 mila attuali posti in deroga sparsi per l’Italia, diverse migliaia dei quali solo in Sicilia, in organico di diritto, in modo da stabilizzare i docenti precari ma anche per consentire il trasferimento di quei molti insegnanti di ruolo specializzati assunti nelle regioni del Nord Italia e che da diversi anni ricorrono all’assegnazione provvisoria per andare a coprire i vuoti del Meridione”.
La causa relativa all’istruttoria depositata dall’Avvocatura dello Stato – su ordine del Tar – nel ricorso 793/18 sarà discussa il prossimo 6 novembre. Nel frattempo, sul tema degli organici inadeguati, anche dopo l’ultima riforma, la Buona Scuola imposta dal governo Renzi e il successivo decreto legislativo 66/2017 che ha mutato pure le modalità di richiesta e riconoscimento delle disabilità degli alunni, oltre all’assegnazione delle ore di sostegno, il sindacato Anief ha intenzione di organizzare con Eurosofia un seminario di formazione nel prossimo mese di ottobre.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cresce l’export siciliano

Posted by fidest press agency su martedì, 28 agosto 2018

Nel 2017 l’export della Sicilia ha tolto il freno a mano ed è tornato a crescere: +30,4% rispetto all’anno precedente, superati i 9 miliardi di beni esportati. Crescono sia i settori tradizionali del Made in Sicily (+5,7% per alimentari e bevande, +3,1% per i prodotti agricoli) sia quelli tecnologici (+37,5% per gli apparecchi elettronici, +34,6% per i prodotti chimici)
La Sicilia si affaccia con sempre più coraggio sui mercati esteri: SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha servito nel solo 2017 oltre 400 aziende siciliane, mobilitando 93 milioni di euro a sostegno della crescita internazionale delle eccellenze regionali, L’effetto Trump sui mercati internazionali, il possibile rischio di guerre commerciali, la recente crisi turca e l’aumento di episodi di violenza politica. Su quali Paesi e settori possono puntare le aziende siciliane per cogliere le opportunità offerte dai mercati internazionali? “Keep Calm & Made in Italy”, l’ultimo Rapporto Export a cura del Polo SACE SIMEST delinea, nonostante la presenza di diverse complessità, un quadro positivo per l’export italiano e delle sue regioni. Dopo anni di difficoltà, l’export siciliano ha segnato una inversione di rotta, mettendo a segno un +30,4% rispetto al 2016 e superando i 9 miliardi di euro di beni venduti all’estero nel corso del 2017. La Sicilia, oggi al secondo posto tra le regioni esportatrici del Mezzogiorno, ha dimostrato infatti un buon dinamismo in termini esportativi, grazie alle aziende regionali che si affacciano sui mercati globali. Tra queste, nel solo 2017 più di 400 imprese siciliane hanno usufruito dei prodotti assicurativi e finanziari messi a disposizione da SACE SIMEST. Il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, che lo scorso anno ha mobilitato oltre 93 milioni di euro a sostegno dell’export regionale, è presente in Sicilia con il proprio ufficio di Palermo, situato in via Principe di Belmonte 103/c, che agisce da unico punto di contatto con gli esperti di CDP e di SACE SIMEST per offrire approfondimenti su temi come l’accesso al credito, i prodotti assicurativi e finanziari, la gestione online dei finanziamenti e le nuove iniziative del Gruppo nella regione. Se continuerà su questa strada, l’export regionale ha tutte le carte in regola per confermare la buona performance del 2017 anche nei prossimi anni, penetrando stabilmente nei mercati a più alto potenziale per il Made in Sicily, sia emergenti che avanzati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IX edizione Cronocalata SiciliAntica

Posted by fidest press agency su domenica, 26 agosto 2018

Centuripe (En), 9 settembre 2018 ritorna l’annuale appuntamento con la CRONOCALATA SICILIANTICA DI CENTURIPE.Giunta alla IX edizione l’iniziativa, organizzata dall’associazione SiciliAntica di Centuripe, è un evento, unico in Sicilia, che ha coinvolto, nelle passate edizioni, migliaia di partecipanti. Il successo della manifestazione, oramai conosciuta a livello nazionale, è nata con l’obiettivo di valorizzare e soprattutto preservare un gioco storico della regione: la corsa con le carrozze costruite in legno e ruote con cuscinetti a sfera. Un patrimonio antropologico e culturale unico nel suo genere, ancora vivo nell’isola e che vede protagonisti a Centuripe, ogni anno, tre generazioni – dai nipoti ai nonni – che si sfidano, in una gara cronometrica, per le strade dell’antichissimo paese della provincia di Enna.
Il programma del 9 settembre, prevede il raduno dei partecipanti alle ore 10.30, in piazza Sciacca, per l’iscrizione, le verifiche tecniche delle carrozze, l’assegnazione dei numeri di gara e la consegna delle magliette ufficiali. La gara avrà inizio, da piazza Lanuvio, alle ore 16.00. I partecipanti saranno suddivisi in diverse categorie: pulcini, esordienti, juniores, senior e prototipi e tandem. La premiazione avrà luogo il 16 settembre in piazza del Duomo.La Cronocalata è organizzata dalla sede di Centuripe di SiciliAntica, ha il patrocinio del Comune di Centuripe ed è sponsorizzata da Martino Interiors di Los Gatos (California).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Precariato e PA – In Sicilia il 65% dei contratti a tempo determinato del pubblico impiego

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 luglio 2018

Urgono modifiche col decreto Dignità.Lo ha chiesto oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, nel corso del suo intervento di apertura del convegno “Il ‘precariato pubblico’ nella Regione Siciliana (e non solo) tra legislazione regionale e Decreto Madia: quale soluzione?”, svolto a Palermo, presso Palazzo Comitini, organizzato da Anief, in collaborazione con Asael, Agi, Dirconf, Prodirmed e l’Ordine degli Avvocati di Palermo, con il patrocinio della città metropolitana del capoluogo siciliano. Il sindacalista ha detto che “occorre porre la questione al centro delle politiche nazionali ed europee, cancellando una volta per tutte la finzione degli organici, creati ad arte per favorire il tempo determinato e ostacolare l’assunzione definitiva. Non basta modificare le norme che regolano i diritti dei precari, al fine di stabilizzare, come chiede l’UE, tutti i precari che hanno svolto almeno 36 mesi di servizio. E nemmeno basta limitarsi a ripristinare la causale ed approvare regole più rigide per la chiamata a tempo determinato, come ha fatto in questi giorni il Consiglio dei ministri: è bene che in fase di approvazione in Parlamento si attuino delle modifiche che obblighino anche i datori di lavoro alla sottoscrizione di contratti a termine e, a seguire, all’assunzione in ruolo. Il problema è che i lavoratori socialmente utili sono massivamente utilizzati nell’Isola per coprire esigenze d’organico di diritto; in teoria dovrebbe costare di meno questa modalità di operare, ma in pratica costa di più. E nel caso della scuola si tagliano i fondi”. Nel corso del suo intervento, Pacifico ha ricordato l’importante “Risoluzione 242 del 31 maggio scorso, ottenuta anche grazie al nostro operato e quello di tutti i legali, con cui il Parlamento europeo dopo 20 anni ha fornito indicazioni alla Commissione europea e ai presidenti degli stati membri per migliorare la direttiva 70/1999, la quale segue, a sua volta, una precedente direttiva; la prima indicazioni dell’UE sul precariato è infatti del 1991. Da allora, in pratica, su questo ambito non ci sono state modifiche. Mentre ci sono altre direttive che sono state cambiate anche 12 volte. Ecco perché la commissione europea ha presentato le sue osservazioni, dando di fatto ragione agli avvocati dell’Anief: la Buona Scuola non ha trovato una soluzione al precariato. Ed ecco infine perché dobbiamo andare avanti tutti insieme: coesi, per il bene dei lavoratori”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Flag: isole di Sicilia

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

È iniziata da Marettimo l’attività (prevista dal PIANO D’AZIONE del FLAG «ISOLE DI SICILIA» nell’ambito del programma finanziato dal FEAMP 2014-2020 – Intervento 1.B.3) di raccolta di «marine litter» lungo le coste ad opera dei pescatori, con il coinvolgimento di pescherecci e l’utilizzo di attrezzi galleggianti. Di norma, infatti, dopo le mareggiate, e comunque durante la stagione invernale, si accumulano in alcune rade, spesso non raggiungibili se non via mare, quintali di materiale plastico, che sono davvero un grande problema di carattere ambientale oltre che un ostacolo alla fruizione del mare da parte di cittadini e turisti. Inoltre in mare, di frequente sottocosta, si attraversano alcune zone dove si concentra del materiale plastico e similare portato dalle correnti. L’attività prevista dal progetto coinvolge, pertanto, direttamente i pescatori, che saranno chiamati a collaborare fattivamente con le Istituzioni (Comuni dell’area principalmente e/o soggetti gestori di Aree Marine Protette, associazioni ambientaliste, etc…) in modo da garantire una costante pulizia delle rade e l’intero perimetro delle isole dell’area FLAG. Nel merito il progetto prevede lo svolgimento di diverse attività oltre a partecipare alle «giornate di raccolta» (ciascuna della durata non inferiore alle cinque ore e secondo una turnazione che sarà stabilita dal FLAG) di «marine litter» “spiaggiato” (ovvero arenato lungo le coste delle isole del FLAG) o fluttuante, ma è, altresì, essere richiesta la partecipazione ed il supporto al recupero di «reti fantasma», la tempestiva comunicazione di un eventuale avvistamento di specie protette al FLAG (quali foca monaca, tartarughe marine, mammiferi marini, etc..), l’adozione di un codice etico di condotta per la pesca sostenibile e la segnalazione all’autorità marittima di ogni eventuale abuso o violazione della normativa vigente». «Le finalità dell’iniziativa (che verrà realizzata fra il 2018 ed il 2019) – afferma Giuseppe Pagoto Presidente del «GAC Isole di Sicilia» – sono in definitiva quelle di valorizzare l’attività dei pescatori artigianali presenti nelle isole che ad oggi per gran parte dell’anno sono i veri custodi del mare e che presidiano i territori. Va sottolineato, infine, che, a seguito di un avviso pubblico, hanno aderito ben 83 imbarcazioni di pescatori professionisti dei Comuni del FLAG-GAC Isole di Sicilia».

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia: Richiesta revoca di tutte le nomine effettuate dal governo Crocetta

Posted by fidest press agency su martedì, 22 maggio 2018

A seguito delle indagini della DDA di Caltanissetta, oltre a quelle di alcune Procure siciliane, che stanno sollevando il velo su quello che ormai viene definito “governo clandestino”, che avrebbe avuto al suo vertice l’ex presidente di Confindustria Sicilia, Antonello Montante, UNCI ed UNICOOP Sicilia chiedono al Presidente della regione, Musumeci, ed all’Assessore regionale alle Attività produttive, Turano, l’immediata revoca di tutte le nomine effettuate dal governo Crocetta di pertinenza dell’Assessorato Attività Produttive ad iniziare, prioritariamente, con l’azzeramento dei vertici di IRCAC su cui UNCI ed UNICOOP Sicilia hanno già presentato esposti e denunce alla Procura della Repubblica ed al TAR. Su tale tematica, negli scorsi mesi, UNCI ed UNICOOP Sicilia, attraverso i propri presidenti Pasquale AMICO e Felice COPPOLINO, hanno più volte chiesto di essere ricevuti dal Presidente Musumeci e dall’Assessore Turano senza ottenere alcuna risposta forse perché l’argomento in questione era scottante dimenticando che proprio sulle nomine dell’IRCAC lo stesso Musumeci, da presidente della Commissione antimafia della precedente legislatura, aveva audito le due associazioni riscontrando anomalie nella procedura delle nomine. Lo strappo sull’IRCAC con la nomina di SAM BEN-ABDELEALI e degli altri due componenti il cda, rappresenta l’ultimo atto di 5 anni votati al ridimensionamento scientifico della cooperazione siciliana anche, e questo è molto grave, con complicità all’interno del sistema cooperativo. Da tale commistione è nato un ostracismo nei confronti del movimento cooperativo quasi come a punire il sistema della cooperativa e favorendo altre tipologie societarie. In tal senso UNCI ed UNICOOP Sicilia hanno letto la scelta del governo Crocetta nell’avere tolto alle cooperative siciliane la possibilità di godere del benefit del 50% sul costo della revisione in un momento di grave crisi economica e del sistema imprenditoriale. Tutto questo nel totale silenzio delle addetti ai lavori tranne le proteste di UNCI ed UNICOOP Sicilia. L’avere tolto la norma sull’abbattimento del 50% del costo revisione alle cooperative siciliane è stato il prezzo della svendita della cooperazione isolana in un “do ut des” che giorno dopo giorno viene fuori dalle inchieste giudiziarie. Vogliamo sapere cosa intende fare della cooperazione siciliana il governo Musumeci e se intende rimuovere le ampie zone grigie rimaste dal governo Crocetta. UNCI ed UNICOOP Sicilia chiedono la revoca delle nomine, il ripristino delle agevolazioni a favore della cooperazione siciliana e il recepimento della legge 59/92 . http://www.medianewspalermo.it

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Scuola – Sostegno negato, in Sicilia aumentano gli alunni disabili

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 maggio 2018

I sindacati sono stati informati che a cospetto di un incremento di 724 allievi con disabilità certificata sull’isola “non si assiste, invece, ad un altrettanto consequenziale aumento di posti in organico di diritto, rimandando la gestione del problema all’assegnazione di posti in deroga” fino al 30 giugno dell’anno successivo. Vanificando in tal modo la possibilità di considerare quei posti liberi, quindi utili per la continuità didattica, i trasferimenti e le immissioni in ruolo. In vista del prossimo anno, quindi, si prevede un incentivo dei ricorsi da parte delle famiglie degli alunni disabili. Del resto, è questa l’unica risposta possibile dinanzi ad uno Stato che non rispetta i diritti dei più deboli. Proprio di recente, l’Istat – attraverso un dettagliato report – ha fatto sapere che nella scuola primaria addirittura una famiglia ogni dieci ricorrere al giudice per far valere le ore di sostegno negate al figlio. E questo avviene proprio perché gli uffici scolastici non si allineano al fabbisogno di ore stabilito dall’equipe medica pubblica. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, ricorda come “negli ultimi anni il nostro sindacato con l’iniziativa ‘Non un’ora di meno’ ha permesso a tanti alunni di ottenere quel sostegno che nessuno voleva assegnare loro. Tutto deriva dal fatto che lo Stato si ostina a voler risparmiare sui mesi estivi non assegnati e sugli scatti stipendiali del personale: nella cinica logica di chi ci governa, infatti, conviene tenere sotto scacco un insegnante specializzato per 10 mesi l’anno con lo stipendio bloccato piuttosto che per 13 mensilità e gli incrementi previsti solo per i colleghi già immessi in ruolo. Ne consegue che oggi l’organico dei docenti di sostegno supera i 140 mila docenti, ma più di 40 mila risultano in deroga, fino al 30 giugno. Neanche il decreto legislativo 66 della Legge 107/2015 ha risolto il problema. Anief non ha mai voluto sottostare a questo stato di cose e i giudici gli hanno dato ragione. Proprio in Sicilia, a Palermo, solo pochi mesi fa hanno imposto un decreto d’urgenza, per attuare il pieno rispetto del diritto all’istruzione e all’inclusione dell’alunno disabile e l’immediata attribuzione del docente di sostegno per l’intero monte ore necessario. Famiglie, insegnanti, personale Ata, dirigenti e semplici cittadini, che intendono vederci chiaro sulla mancata nomina dei docenti di sostegno o delle ore non assegnate come indicato dalle commissioni mediche dello Stato, possono sempre scrivere all’indirizzo e-mailsostegno@anief.net. Il ricorso per ottenere la stabilizzazione dell’organico di sostegno con la trasformazione dei posti in deroga in posti in organico di diritto fa da corollario all’azione di sensibilizzazione che l’Anief promuove da anni gratuitamente con l’iniziativa “Sostegno, non un’ora di meno!”, attraverso cui il sindacato promuove apposite impugnazioni presso il tribunale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicilia: il Grand Tour

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2018

Roma 8 maggio – 22 luglio 2018 Palazzo Cipolla via del Corso 320 “Sicilia, il Grand Tour”, una raccolta di acquerelli di Fabrice Moireau raccontati da Lorenzo Matassa.Un’iniziativa promossa e realizzata dalla Fondazione Cultura e Arte, in collaborazione con la Fondazione Federico II.
Circa 400 opere a colori del “pittore dei tetti di Parigi”, concesse dalla Fondazione Dragotto, tracciano un nuovo percorso goethiano. Illustri viaggiatori hanno offerto il proprio sguardo per raccontare la Sicilia al mondo intero. Superarono mille difficoltà per scoprire paesaggi disegnati dalla natura e rileggere ciò che l’antichità e l’arte avevano consolidato in monumenti d’immenso valore.Nelle loro parole la Sicilia fu il luogo della definitiva crescita conoscitiva ed emozionale. Nasceva il “Grand Tour” e Goethe ne era il massimo profeta.A distanza di quasi due secoli e mezzo da quel tempo, l’Isola rivive un nuovo “Grand Tour” affidato ai pennelli e alle matite di uno dei più grandi acquarellisti del mondo, Fabrice Moireau, e al racconto di viaggio di un fine giurista e uomo di cultura, Lorenzo Matassa.Nei luoghi ritratti l’artista si è recato personalmente, accompagnato dall’inseparabile zaino che contiene gli attrezzi da lavoro del pittore: la tavolozza, i colori, i fogli bianchi, i pennelli, l’immancabile sgabello pieghevole.
Riprese dalla mano sapiente del Maestro Moireau diventano acquerelli le testimonianze archeologiche dell’Isola, le vedute di alcune riserve naturali, le isole minori, i numerosi castelli, gli scorci dei siti UNESCO.Un lungo itinerario nella Sicilia più intima, nei luoghi meno conosciuti, ma non per questo meno affascinanti e meritevoli di un viaggio.
“Sicilia, il Grand Tour” è anche un libro di successo edito dalla Fondazione Tommaso Dragotto, arricchito dal racconto del magistrato scrittore Lorenzo Matassa. Già nel titolo c’è il richiamo alle suggestioni di quel fenomeno che, tra il Settecento e la prima metà dell’Ottocento, portò in Sicilia viaggiatori stranieri e uomini di cultura accompagnati da artisti del paesaggio. Così accadde a Goethe che visitò l’Isola nel 1787. Il suo diario, illustrato da Christoph Heinrich Kniep, divenne leggenda.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un comune siciliano trascrive la sentenza straniera di adozione di due minori da parte di due padri

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 marzo 2018

L’ufficiale dello Stato civile di un comune della Sicilia ha accolto l’istanza di trascrizione di due sentenze straniere di adozione emesse dal Tribunale dello Stato di New York a favore di due padri, di fatto trascrivendo ed annotando i certificati di nascita dei minori nei registri dello stato civile del comune siciliano con l’indicazione di entrambi i genitori.La coppia, un italiano naturalizzato statunitense e un americano, si erano sposati all’estero nel 2008. Nello stesso anno il tribunale di New York accoglieva la loro istanza di adozione di una bambina di pochi mesi, e due anni dopo l’istanza di adozione di un maschietto. Veniva annotata in entrambi i casi, nel certificato di nascita, la genitura dei due padri.Dopo l’entrata in vigore della legge sulle Unioni Civili, la coppia nel 2017 trascriveva in Italia il proprio matrimonio, dove produce gli effetti dell’unione civile in base alla L. n. 76/2016.La coppia si è quindi rivolta ad Avvocatura per i diritti LGBTI-Rete Lenford, che con l’Avv.ta Loredana Mazza e l’Avv.ta Susanna Lollini, ha chiesto la trascrizione delle sentenze di adozione dei minori e la conseguente trascrizione ed annotazione nei registri dello stato civile del comune dei certificati di nascita con l’indicazione dei due padri.
Spiega l’avv. Loredana Mazza “la complessa vicenda è stata affrontata cercando di esaminare quali fossero le alternative più rapide ed efficaci. Ci siamo interpellate se intraprendere la via amministrativa o giurisdizionale (ed in tal caso se investire sulla questione il Tribunale per i Minorenni o la Corte di Appello). Con l’Avvocata Lollini abbiamo intravisto uno spiraglio nel dettato della norma dell’art 41 comma 1 della legge 218 /1995 e così abbiamo scelto la via amministrativa. Chiarendo e illustrando con fermezza la nostra tesi all’USC, abbiamo conseguito il risultato utile”.Esprime la sua soddisfazione Marilena Grassadonia – Presidente Famiglie Arcobaleno: “la trascrizione delle due sentenze darà ai bambini serenità e diritti anche qui in Italia, a dimostrazione del fatto che la responsabilità genitoriale e la tutela delle famiglie arcobaleno deve essere garantita al di là di ogni confine”.Uno dei due papà esprime cosi la sua gioia: “Venerdi ho ritirato i passaporti italiani dei bambini al Consolato Italiano. Non vi nascondo che l’evento mi ha provocato commozione — sapevo già dal momento della trascrizione che i bambini fossero cittadini italiani, ma avere il documento in mano e’ stata una prova tangibile di una cosa che fino all’anno scorso credevo fosse impossibile. Vorrei ringraziare entrambe ancora una volta per il lavoro che hanno fatto in maniera così celere e professionale. Mi fa particolarmente piacere che siano state due donne ad aiutarci in tutta la vicenda”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggio nel gruppo Permacultura Sicilia

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 febbraio 2018

Roma 4 Marzo 2018 Ore 18,00 Teatro Quirinetta Via Marco Minghetti, 5. ore 18,30 Proiezione del docu-film “Lupo Nero, Lupo Bianco”: un viaggio durato tre settimane, sotto la guida di Peppe Arena, alla scoperta di alcune delle realtà siciliane che praticano permacultura a tutti i livelli.
– ore 19,30 Dibattito aperto in cui interverranno i rappresentanti di gruppi o associazioni locali e nazionali: Italiachecambia, P.U.R.O., Transition Italia, Amatrice 2.0, GNOL II Mun., Consorzio “Le Galline Felici”, per presentare il loro lavoro sul campo, esempi concreti per rispondere alle sfide della nostra epoca.
– ore 20,00 Momento di condivisione libera, tramite il metodo WorldCafè, accompagnato dalla degustazione di prodotti siciliani e non.
– Dalle ore 18,00 alle ore 20,30. Gli animatori intratterranno i più piccoli in un percorso didattico nell’orto e nel Playground Una leggenda Cherokee narra la simbolica lotta tra le indoli opposte dell’animo umano, rappresentate da un Lupo Bianco e un Lupo Nero. Tra i due prevarrà quello a cui si deciderà di dare nutrimento. Da qui il titolo LUPO NERO, LUPO BIANCO, progetto itinerante che mostra i risultati del Permacul-Tour, realizzato nel 2016 da Ottavia Nigris Cosattini, allo scopo di raccontare la realtà del Gruppo Permacultura Sicilia. Il documentario ha come obiettivo principale quello di diffondere la permacultura come stile di vita, attraverso i principi che la rappresentano e, come obiettivo parallelo, quello di raccontare la rete siciliana, esempio da poter replicare anche in altre regioni. Lo stile particolare, che assomiglia di più ad un road movie, ad un incontro informale tra amici, si differenzia da quello proprio dei documentari.Il progetto è nato dalla necessità di raccontare una realtà molto significativa, come esempio di autogestione e di rivoluzione dal basso. La spontaneità con cui si è costruita questa rete, all’interno della regione Sicilia, è la qualità principale del gruppo e del filmato stesso. In linea con i principi della Permacultura, si è voluto creare un evento che includesse tutti: i bambini, con il percorso dell’orto didattico, gruppi e associazioni attive sul territorio, perché la visione del documentario potesse essere occasione di incontro e scambio di diverse realtà, per costruire un futuro migliore.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicilia: 47 milioni di euro per pronto soccorso e aree emergenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 dicembre 2017

sicilia-regione-default-120718100156_bigPalermo. Un piano di investimenti per quasi 50 milioni di euro é stato approvato dall’assessore regionale alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, nell’ambito del contributo per il ripiano delle perdite della GSA. Si tratta di interventi mirati principalmente all’emergenza e urgenza, che rispondono ai criteri individuati dal Dipartimento Pianificazione Strategica dell’Assessorato tra le diverse progettualità e richieste delle Aziende del sistema sanitario regionale.
I fondi assegnati, per complessivi 47.603.000,00 euro, sono nella loro quasi totalità destinati alle unità operative di Pronto Soccorso ed all’emergenza-urgenza e consentiranno un primo piano di interventi previsti in questi delicatissimi settori Le aree interessate sono: Sciacca, Canicattì, Caltanissetta, Gela, Acireale, Paternò, Bronte, Militello V. C., Catania, Enna, Nicosia, Leonforte, Sant’Agata di Militello, Milazzo, Palermo, Vittoria, Ragusa, Avola, Siracusa, Trapani e Alcamo-Castelvetrano.Sono altresì finanziati, tra gli altri, il centro amianto di Augusta e l’unità spinale unipolare dell’Irccs Bonino Pulejo presso l’azienda Cannizzaro di Catania.”Per il governo Musumeci – ha dichiarato l’assessore alla Salute, Ruggero Razza – le unità di pronto soccorso e tutta l’area emergenza-urgenza rappresentano una priorità. Desidero rivolgere il compiacimento mio personale e dell’intero governo alla Direzione programmazione per il lavoro svolto, grazie al quale potranno essere avviate iniziative attese nel territorio. Va detto che la procedura é iniziata nei mesi scorsi e il governo ha condiviso e stimolato un criterio di selezione che partisse dalle aree di crisi”.
Razza ha inoltre evidenziato come “la difficile gestione delle unità di pronto soccorso sarà, assieme alla Rete ospedaliera, al centro dell’incontro con i direttori generali ed i commissari che si è tenuto oggi a Palermo”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Elezioni Ostia e Sicilia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 novembre 2017

nello-musumeciCirielli (Fratelli di Italia): Due candidati della Destra vincono per la coalizione. Meloni argine contro le larghe intese”“Dagli elettori arriva un no netto a inciuci, larghe intese e nazareni: è quanto dichiara in una nota il deputato di Fratelli di Italia e componente dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli, commentando i risultati elettorali in Sicilia e a Ostia.“Sia alle regionali siciliane con la vittoria di Nello Musumeci che al municipio di Ostia dove la candidata di Fratelli di Italia Monica Picca va al ballottaggio, il popolo ha premiato l’intuizione di Giorgia Meloni di puntare su candidati della Destra patriottica e identitaria con una proposta politica chiara e coerente” spiega il parlamentare di Fdi.“Nell’euforia per il successo del centrodestra in Sicilia non va dimenticato – ricorda Cirielli – che all’inizio Musumeci non era il candidato di Forza Italia e la stessa Lega Nord con Matteo Salvini nicchiava sulla scelta dell’attuale presidente della Regione Sicilia”.
“Queste elezioni ci consegnano un messaggio: il popolo vuole chiarezza, rifiuta ammucchiate e ministre in sala montania, lettiana, renziana o gentiloniana” – spiega Cirielli.“Il risultato del centrodestra in Sicilia e a Ostia conferma l’errore di Forza Italia e Lega Nord di aver sostenuto e votato una legge elettorale che non consente una vittoria certa con il 40 % dei consensi” – evidenzia l’esponente di Fratelli di Italia.“La scelta degli alleati del centrodestra di seguire la linea politica indicata da Giorgia Meloni sarà anche in futuro una garanzia anti-inciucio, perché Fratelli di Italia si pone come collante per la coalizione e soprattutto quale argine contro larghe intese a difesa della coesione nazionale” conclude Cirielli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla Sicilia ad Ostia vince il partito astensionista

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 novembre 2017

porto palermoUn dato è certo: l’astensionismo ha fatto la parte del leone sia in Sicilia sia ad Ostia. Sull’altro fronte il dato più eclatante è che il PD sotto la guida dello “sfascia carrozze” è calato di molto e se non vi è stato un tracollo lo deve in Sicilia a Micari, rettore dell’Università di Palermo, una indubbia figura di prestigio, e ad Ostia dall’impegno personale e del vasto seguito che ha sempre goduto Athos De Luca. Non è agevole pensare che da qui alle politiche del prossimo anno qualcosa possa cambiare in un senso o nell’altro anche se l’astensionismo potrebbe essere contenuto ma non certo sconfitto. Questo perché è forte il malessere nel nostro paese. E non è certo una soluzione quella di rispolverare le vecchie glorie ma senza un progetto politico e programmatico serio dove emerga chiaro che la nostra società non è divisa, come un tempo, da tante espressioni partitiche ma da una sola realtà tra chi ha e chi è. Non si possono più accettare le sistematiche demonizzazioni delle istituzioni dalla giustizia al Quirinale e alla Corte Costituzionale per favorire interessi di parte che, tra l’altro, non agevolano lo sviluppo del paese ma concorrono fortemente a favorire facili guadagni e speculazioni di ogni genere. Questa logica del tutto distruggere per nulla costruire è avvertita fortemente nel nostro Paese e il timore che proprio il movimento come 5 stelle che, sino ad oggi, ha dato una speranza finisca anch’esso nel tritacarne dei fomentatori e calunniatori di professione che fanno di tutto per minarne la credibilità e finisca con il favorire quanti con l’arma dell’astensionismo pensano di tacitare il dissenso. Potrebbe diventare un rischio serio per la tenuta della nostra stessa democrazia o di quella che ne resta. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »