Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘siciliane’

Gravi disagi sulle autostrade siciliane

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 aprile 2021

È sempre più disastrosa la situazione in cui versano le autostrade Messina-Palermo e Messina-Catania.Su queste autostrade sta indagando sia la Magistratura, che ha già sequestrato 22 viadotti della Messina-Palermo, sia il Ministero dei Trasporti, che ha inviato l’ispettore ing. Placido Migliorino, responsabile dell’Ufficio Ispettivo Territoriale di Roma della Direzione Generale Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali per verificare lo stato delle tratte. Migliorino ha già depositato il verbale relativo alla Messina-Palermo e a breve depositerà quello relativo alla Messina-Catania. Lunghi tratti di entrambe le autostrade sono ritenuti pericolosi e sono stati oggetto di restrizione e limitazione della velocità di percorrenza, altri, verosimilmente, lo saranno a breve. Restrizioni e deviazioni che determineranno ulteriori disagi a tutti coloro che transitano regolarmente sulle due principali autostrade siciliane. Federconsumatori ha scritto al Consorzio per le Autostrade Siciliane (CAS), all’Assessorato Regionale Infrastrutture, Mobilità e Trasporti e alla Direzione Generale per la vigilanza sulle concessionarie autostradali per chiedere di affrontare la questione in modo da minimizzare i disagi per i cittadini.Adesso che la situazione si fa di giorno in giorno più insostenibile Federconsumatori Sicilia e Federconsumatori Nazionale hanno deciso di inviare delle segnalazioni ad ART e AGCM affinché questa vicenda venga affrontata in fretta e in modo finalmente efficace e risolutivo per i cittadini, da anni costretti ad affrontare disagi e disservizi su quelle che sono state definite le tratte peggiori d’Italia. Alla luce di tali criticità Federconsumatori chiede una immediata la sospensione (o quanto meno una forte riduzione) dei pedaggi pagati dagli utenti nei tratti oggetto di rallentamenti e restrizione, nonché la convocazione di un tavolo di confronto permanente sugli investimenti necessari a rendere le due autostrade siciliane sicure e conformi alla normativa vigente.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Pollina per promuovere le aziende siciliane

Posted by fidest press agency su sabato, 25 luglio 2020

Una tre giorni di successo al Pollina Resort, per il primo excellence tour di Sicily target, il progetto di tre imprenditori che punta a promuovere le eccellenze siciliane. “Siamo soddisfatti ma questo è solo l’inizio – dicono i tre imprenditori Carmelo Bonetti, Leonardo La Bara e Laura Arcilesi – stiamo già preparando la seconda tappa che sarà fatta a Sciacca nell’altro resort di Aeroviaggi che ha sposato a pieno l’iniziativa, dal 16 al 18 ottobre, e contestualmente ci sarà anche il convegno Fijet, federazione internazionale di giornalisti e scrittori del turismo”. Al Pollina Resort si è svolto il convegno dal titolo “Lo sviluppo dell’export nel processo di internazionalizzazione delle eccellenze siciliane”, era presente Lorenzo Zurino, fondatore di “The One company”, azienda specializzata nella promozione delle imprese italiane sui mercati esteri, nonché presidente del Forum italiano dell’export. Zurino ha spiegato le potenzialità dell’export italiano soprattutto dopo il coronaviruis e ha parlato del grande ruolo della Sicilia in questo processo di ripartenza. Durante l’evento è stata consegnata una targa da parte del presidente Fijet Giacomo Glaviano a Lorenzo Zurino e Federico Marino per premiare la loro impresa innovativa Italia Cigar Company, unico produttore siciliano di tabacco da sigari di alta qualità. All’incontro hanno partecipato il sindaco di Pollina Magda Culotta, il sindaco di Caccamo Nicasio Di Cola, il presidente dell’Ente Parco delle Madonie Angelo Merlino e alcune personalità del mondo dell’imprenditoria che si occupano di export, Sicily Target sta nel frattempo sviluppando degli accordi per consentire alle aziende di esportare i propri prodotti in vari mercati. Questo in fondo è l’obiettivo del progetto: portare i prodotti siciliani in giro per il mondo e aiutare gli imprenditori a riprendersi dopo questo periodo di chiusura delle attività.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pesche: ancora una volta le tardive siciliane non deludono

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 settembre 2019

Come tutti gli anni, la campagna delle pesche si conclude con la produzione tardiva siciliana. Le pesche tardive isolane, che si sono sempre contraddistinte per il loro livello qualitativo molto elevato e per la loro particolare dolcezza, anche quest’anno non deludono i palati dei loro assaggiatori.Nel corso degli ultimi anni la produzione di questi frutti ha mostrato un costante incremento e questo sta determinando una corrispondente riduzione delle quotazioni.
In particolare, questa settimana, i prezzi all’ingrosso delle pesche siciliane sono diminuiti di circa 0,20 euro rispetto all’anno passato.Inoltre, nell’arco di dieci anni, dal 2009 ad oggi, l’incremento della produzione è stato indicativamente del 13%, passando da circa 105.000 tonnellate a 119.000 tonnellate.Quest’anno, la maggior parte della produzione, ovvero il 90%, è costituita da pesche, mentre il rimanente 10% è costituito da nettarine o pesche noci.
Facendo un pronostico, non sono previsti ulteriori aumenti delle quotazioni e la produzione dovrebbe mantenersi elevata almeno fino alla fine del mese di settembre. “Considerando l’elevata qualità del prodotto di quest’anno e dei prezzi relativamente contenuti, sarebbe un grande peccato non approfittare di questo momento per gustare la dolcezza e la bontà che le tardive siciliane ci offrono” è quanto suggerito da Fabio Massimo Pallottini, Presidente di Italmercati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sgarbi candidato alle regionali siciliane?

Posted by fidest press agency su martedì, 5 settembre 2017

vittorio sgarbiVittorio Sgarbi sarà candidato in Sicilia alla Presidenza della Regione Siciliana alle elezioni del 5 novembre prossimo? Lo storico e critico d’arte, fondatore del movimento «Rinascimento», il cui “manifesto” è l’omonimo libro, scritto a quattro mani con l’economista Giulio Tremonti, da ieri nelle librerie (edizioni «Baldini & Castoldi»), presenterà proprie liste con il simbolo di «Rinascimento» in tutti i collegi.«Credo che la Sicilia – aggiunge Sgarbi – sia nel mi destino. Lo faccio come atto d’amore verso una regione simbolo della bellezza italiana, per una Sicilia libera dai pregiudizi e dai luoghi comuni. E per restituirle la dignità di terra degli Dei. Basta con l’esaltazione della mafia per perpetuare l’antimafia dei privilegi e degli affari, umiliando l’isola e i suoi abitanti: è ora di finirla con quanti, pur di dare un senso alle loro funzioni, chiamano tutto mafia. La Sicilia va rispettata come ogni altra Regione: merita attenzione, amore, intelligenza, cultura. E non vecchi e nuovi barbari. L’Isola vuole gli Dei.
Sgarbi precisa: «Per le questioni pratiche informo che, valutando da mesi questo progetto, sono residente a Calascibetta e mi appoggio per le operazioni di rito e sul territorio al Movimento “Moderati in rivoluzione”».Sgarbi lancia un messaggio all’ex Presidente della Regione Siciliana Totò Cuffaro: «Egli – osserva – ha subìto un processo ingiusto, in nome di un’antimafia che si è fatta controparte politica. Un processo che non ha colpito solo un uomo, ma ha criminalizzato la Sicilia intera. Ritengo che Cuffaro sia stato un buon presidente, non a caso votato dalla stragrande maggioranza dei siciliani. Oggi la mia candidatura riparte dalla sua vicenda umana e politica per ribadire che è possibile un progetto di riscatto culturale in nome della verità e contro ogni impostura, giudiziaria e politica. Non chiedo contropartite a Cuffaro, cui do il mio sostegno morale in nome di Marco Pannella e di chi ha combattuto e combatte per la giustizia giusta. La Sicilia va liberata dal peccato originale che la rende un luogo pericoloso essendo invece un luogo bellissimo. Il Presidente Cuffaro è stato il Presidente dei Siciliani, che non sono mafiosi come non lo è lui. La sproporzione tra la colpa e la pena nel caso di Cuffaro, e le ingiuste accuse che meritavano una condanna mite, sono accuse a tutti i siciliani che lo hanno votato. Occorre dire la verità. Cuffaro è stato il Presidente dei siciliani; Crocetta non lo è stato. Evidentemente l’antimafia non basta, e la mafia viene ingigantita per umiliare la Sicilia ed esaltare i professionisti dell’antimafia che continuano a praticare il teorema di una trattativa incriminando uomini giusti come il generale Mori. L’unica trattativa non è quella del ’92/’93, ma è quella delle amministrazioni pubbliche con i mafiosi dell’eolico. Lo Stato ha avuto paura ed ha venduto il paesaggio ai criminali. Invece d’innalzare pale eoliche, dobbiamo simbolicamente rimettere in piedi il Tempio G di Selinunte secondo il progetto di Valerio Massimo Manfredi, cui proporrò di candidarsi con me.”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Isole siciliane: mare e tradizioni

Posted by fidest press agency su domenica, 25 ottobre 2015

siciliaSi è parlato di Isole di Sicilia e di pesca come strumento di sviluppo e di promozione del territorio, ieri pomeriggio, a Milano, nel padiglione Cluster Biomediterraneo di Expo 2015. Il mare e la pesca delle isole siciliane protagonisti fino al 26 ottobre: quattro giorni di eventi, attività e degustazioni per promuovere il mare come tradizioni, come gente, come cultura, come gastronomia, divertimento.
Una iniziativa promossa dal Gac – Gruppo di Azione Costiera Isole di Sicilia che punta a rafforzare la competitività del territorio come destinazione turistica, attraverso il mare come risorsa, una risorsa unica nelle sue diversità. Unicità nella qualità e nella percezione che non ha eguali al mondo. Tra i partecipanti, Giuseppe Pagoto, presidente Gac Isole di Sicilia e sindaco di Favignana, Davide Bruno di Tempo Reale, Enrico de Micheli di Agroqualità, Fabio Galluzzo, presidente di Mare Vivo Sicilia, Michele Travagli di Dinamica Media, Mariella Gattuso di Green Life, e lo chef trapanese Peppe Giuffrè. Ustica, Pantelleria, Lipari, Salina e Favignana, riunite assieme per promuovere il territorio e il mare delle isole siciliane attraverso colori, sapori e profumi, associati alla cultura, che puntano a sviluppare la cultura turistica e dell’accoglienza e ad attrarre il turismo in forme nuove con una diversificazione dell’offerta e il potenziamento della fruizione.
“Siamo molto felici di partecipare ad Expo 2015 per questo ringraziamo la Regione Siciliana e il Cluster Biomediterraneo – ha affermato Giuseppe Pagoto, sindaco delle Egadi e presidente del Gac – e le isole con i Gruppi di azione costiera saranno protagonisti degli ultimi giorni della manifestazione nel Cluster. Noi cerchiamo di portare avanti progetti di sviluppo e gestione di finanziamenti rivolti agli operatori della pesca con l’obiettivo di rafforzare la competitività delle zone di pesca, ristrutturare e orientare le attività economiche, promuovendo pesca-turismo ed itti-turismo senza determinare un aumento dello sforzo di pesca. I nostri sono territori d’eccellenza dove si riesce a fare ancora turismo di qualità grazie alle acque meravigliose delle nostre isole e ai nostri prodotti gastronomici legati alla pesca e al mare” La difesa del mare e delle coste, le varie forme di inquinamento che affliggono i nostri mari, le specie di pesci. Fabio Galluzzo, socio Gac Isole di Sicilia e presidente di Marevivo Sicilia e Mariella Gattuso di Green Life hanno spiegato come assieme ad esperti di tutela del mare sono stati portati avanti progetti di educazione ambientale e di pesca sostenibile nelle isole siciliane, promossi dal MareVivo Sicilia e Green Life. Oltre mille bambini delle isole di Sicilia sono stati coinvolti assieme ai pescatori in attività legate alla promozione del mare e del pescato, ma anche dell’attività dei pescatori. Ad Expo sono stati realizzati brevi laboratori con esperti di tutela del mare rivolti a tutti i bambini delle scuole italiane. Enrico De Micheli di Agroqualità ha presentato i risultati del progetto relativo ai processi di valorizzazione del pescato delle isole minori di Sicila realizzati con Ecopraxi. Un progetto per sostenere i provessi di certificazione del prodotto ittico locale del Gac Isole di Sicilia che ha definito la proposta di istituire un marchio collettivo geografico che riguardi in particolare dieci specie del pescato locale. Michele Travagli di Dinamica Media ha presentato il Catalogo delle immersioni e degli itinerari delle isole minori di Sicilia; infine, Davide Bruno di Tempo Reale ha parlato di “Pescebello Fish Tour” il progetto itinerante di promozione del territorio attraverso la valorizzazione del pescato locale realizzato la scorsa estate nelle cinque isole che fanno parte del Gac, Favignana, Ustica, Salina (con i comuni di Santa Marina Marina e Malfa), Lipari e Pantelleria. (foto: isole siciliane)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »