Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘sicureza’

Sicurezza sul lavoro

Posted by fidest press agency su domenica, 12 luglio 2020

La Direzione Colacem e Colabeton scrive ai propri collaboratori ribadendo che la sicurezza rimane un valore fondante dell’azienda e richiede da parte di tutti la massima attenzione e il massimo impegno. “Il semestre appena concluso ha modificato radicalmente le nostre abitudini personali, le consuetudini in famiglia, e naturalmente lo svolgimento della nostra attività lavorativa: il Covid ha cambiato la vita un po’ a tutti. La nostra azienda è ripartita con nuove consuetudini, più laboriose ma necessarie a proteggere la salute di ognuno. Proprio relativamente a questo vorremmo ribadire quanto sia importante dedicare la giusta attenzione al tema più generale della sicurezza nei luoghi di lavoro, rispettando sempre le disposizioni e le buone pratiche che ormai fanno parte del patrimonio culturale nostro e della nostra azienda.Preparare correttamente il lavoro che andremo a svolgere con la giusta pianificazione è doveroso. L’uso dei DPI (Dispositivi per la Protezione Individuale) e di strumenti preparati e adeguati sappiamo bene non essere una perdita di tempo né uno spreco di risorse ma un vantaggio per noi, per i nostri colleghi, per le nostre famiglie. Ci aspetta un secondo semestre sfidante ed impegnativo e vogliamo affrontarlo tutti in piena sicurezza”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Legge di Stabilità: tutti i tagli al Comparto Sicurezza

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2015

polizia“La Legge di Stabilità di avvia ad infliggere tagli devastanti al Comparto Sicurezza nel giro dei prossimi tre anni. Sono numeri impressionanti che i cittadini neppure immaginano e che, invece, devono conoscere in dettaglio soprattutto in questo momento storico, in cui il bisogno di sicurezza non è mai stato così insoddisfatto, in cui la percezione della sicurezza non è mai stata così bassa, in cui i pericoli vecchi e nuovi per la vita di tutti noi e per la ripresa di questo Paese non sono mai stati così incombenti. Al sempre più incalzante proliferare della corruzione, all’arroganza della criminalità organizzata, al centuplicarsi delle minacce delinquenziali ‘comuni’ che assillano le singole famiglie, alle sfide criminali e terroristiche che provengono dall’estero, al disagio crescente e schiacciante degli Operatori della Sicurezza si risponde così, con una manovra che penalizza più di tutto, in assoluto, il Comparto più indispensabile alla vita civile e democratica del Paese”. Così Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, commenta i paventati effetti della Legge di Stabilità che priverà il Comparto di risorse in un numero enorme.
Più in dettaglio, sono stati concepiti i seguenti specifici tagli: 12 milioni e 758 mila euro al fondo straordinario del Personale della Polizia di Stato; 87 milioni e 697 mila euro per la lotta alla delinquenza organizzata; 317 milioni e 67mila euro all’Arma dei Carabinieri ed alla tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza pubblica; 190 milioni e 343 mila euro alla pianificazione ed al coordinamento delle Forze dell’Ordine, al programma contrasto al crimine, alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica; 1 milione e 895 mila euro per spese di funzionamento della Direzione Investigativa Antimafia; 138 milioni e 909 mila euro alla prevenzione e soccorso pubblico.
“Il Governo dimostra così di ritenere in pratica assolutamente sacrificabile il servizio reso da tutti coloro i quali operano nei settori citati – insiste Maccari – riducendo al lumicino i fondi destinati alle Forze dell’Ordine ed al Comparto per la Sicurezza nazionale e l’Ordine pubblico, già esposto a precedenti continui tagli e a 6 anni di blocco dei contratti. La cosa equivale ad una chiara valutazione: quel che i cittadini chiedono in maniera più pressante non ha alcuna importanza; quel che le Forze dell’Ordine hanno sempre garantito fino a qui non ha abbastanza valore da consentire loro di continuare a farlo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »