Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘sicurezza stradale’

Sicurezza stradale: Le parole del ministro

Posted by fidest press agency su martedì, 14 agosto 2018

“Le parole del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, sul tema della sicurezza stradale fanno presupporre un’assunzione di consapevolezza di cui non possiamo che rallegrarci. Forse, finalmente, anche questo tragico problema potrà avviarsi verso una soluzione”. Lo afferma Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, promossa anche da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani, commentando le parole del Ministro Toninelli.“Sono contento – aggiunge Lentino – che le Istituzioni, finalmente, si siano rese conto dell’importanza di intervenire con un programma di sensibilizzazione culturale, cosa che noi chiediamo da anni, senza mai aver avuto risposte positive. Maggiori controlli ed educazione stradale devono rappresentare il focus dell’intervento per raggiungere l’obiettivo europeo di azzeramento dei morti nel 2050”.
“Il Ministro – conclude il Portavoce di BastaUnAttino – rifletta sull’importanza di istituire un’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Stradale, utile a favorire maggiori sinergie tra tutte le Istituzioni, al fine di mettere in atto le azioni necessarie”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale: stragi sulle strade italiane

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

“Roma In due incidenti, uno nel foggiano e l’altro a Bologna, si sono registrate 14 vittime e oltre 60 feriti, con un bilancio che, secondo le indiscrezioni di stampa, sarebbe destinato a precipitare. Due incidenti molto diversi tra loro che, tuttavia, devono farci ancora una volta riflettere sull’emergenza della sicurezza stradale nel nostro Paese”. Lo afferma Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, promossa anche da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani. “Si mettano in campo tutti gli strumenti per risolvere definitivamente il problema, ed i nuovi Parlamento e Governo – aggiunge il Portavoce di BastaUnAttimo – ragionino seriamente sull’Istituzione di un’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Stradale. “Chiederemo un incontro urgente al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, per rappresentargli la necessità di uno strumento utile a favorire maggiori sinergie tra tutte le Istituzioni, al fine di mettere in atto azioni risolutive”. “Gli ambiti di intervento su cui lavorare sono molteplici, ma su tutti c’è quello della formazione – conclude Lentino – soprattutto nei confronti di giovani e giovanissimi, portandoli ad acquisire una maggiore consapevolezza dei pericoli che la strada riserva’.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale: verso nuovi standard UE

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2018

Salvare 25mila vite umane, dimezzando, entro il 2030, sia il numero dei morti sulle strade europee che le lesioni gravi: sono questi gli obiettivi del “3rd Mobility Package”, un importante pacchetto di misure annunciato dalla Commissione Europea e accolto con favore sia dal Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti (ETSC) che dalla FIA, la Federazione Internazionale dell’Automobile.La Commissione ha, inoltre, proposto l’adozione di serie su tutte le auto nuove di ISA (Intelligent Speed Assistance – Sistema di Adattamento Intelligente della Velocità) e AEB (Automated Emergency Braking – Sistema Autonomo di Frenata d’Emergenza), tecnologie che potrebbero contribuire a salvare più di 2.000 vite umane ogni anno.“Il più grande passo avanti per la sicurezza stradale in Europa dall’introduzione della cintura di sicurezza”, lo ha definito Antonio Avenoso, Direttore Esecutivo di ETSC.Nel ricordare che “l’infortunio stradale resta la prima causa di morte per i giovani di tutto il Continente” e che non è “mai abbastanza presto per adottare queste misure essenziali”, Avenoso ha sottolineato come sia “assolutamente decisivo che gli Stati Membri UE e il Parlamento Europeo diano il loro sostegno a questi piani, senza cedimenti alle pressioni delle case automobilistiche, che stanno già tentando di indebolire alcune parti della proposta di sicurezza per i veicoli.”

Posted in Estero/world news, Politica/Politics, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Sicurezza stradale e anziani”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2018

Torino Giovedì 24 maggio, dalle 10 alle 13 a Palazzo Cisterna, sede aulica della Città metropolitana, si terrà un seminario del progetto EspertOver65 dedicato al tema “sicurezza stradale e anziani”, a cui parteciperanno amministratori comunali, corpi di Polizia municipale, Asl, sindacati dei pensionati, aziende di trasporto pubblico e associazioni ed enti del territorio sensibili all’argomento. Sarà l’occasione non solo per aggiornare i presenti sui cambiamenti avvenuti in questi ultimi tempi nel codice della strada, ma anche per accrescere la consapevolezza di come le persone possano adattare il proprio stile di mobilità ai cambiamenti dell’età e alle condizioni di salute.
EspertOver65, nato su iniziativa del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, promuove azioni disensibilizzazione e di informazione sulla sicurezza stradale e sulla mobilità rivolte alla terza età in quanto categoria di utenza più a rischio e vulnerabile. È un tavolo di lavoro operativo e intersettoriale che coinvolge, oltre alla Città metropolitana, diversi soggetti pubblici e privati. Per la Città metropolitana sarà presente il Consigliere delegato alle infrastrutture e ai lavori pubblici.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Sicurezza stradale e mobilità sostenibile

Posted by fidest press agency su martedì, 15 maggio 2018

Roma. Educare alla sicurezza stradale e costruire, a partire dalle scuole, una cultura civica incentrata sulla mobilità sostenibile. Con questo duplice obiettivo l’Amministrazione capitolina ha avviato il progetto ‘De.Si.Re’ – Decoro, Sicurezza, Resilienza nella periferia romana, finalizzato a promuovere appositi percorsi di formazione nella scuola primaria, tramite attività propedeutiche e occasioni di confronto con tutti i soggetti coinvolti. In quest’ottica ieri, presso l’Aranciera di San Sisto, si è svolta l’iniziativa #Rome4Life di primavera che ha ospitato rappresentanti della Consulta Cittadina per la Sicurezza Stradale, istituzioni, Forze dell’Ordine, famiglie, studenti, cittadini e associazioni. Operatori specializzati hanno proposto attività ludico-educative all’aperto riguardanti: l’educazione stradale con le Forze dell’Ordine; un circuito sull’uso corretto della bicicletta; giochi e animazioni sui temi della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile; percorsi sensoriali e test sulla percezione del rischio indirizzati anche agli adulti.Tra i partecipanti, numerosi i dirigenti scolastici e i bambini che hanno decorato l’Aranciera con disegni in cui hanno rappresentato la loro idea di sicurezza stradale e di mobilità sostenibile. Questi temi costituiranno, infatti, materia dei percorsi formativi che coinvolgeranno le scuole primarie di Roma Capitale durante il prossimo anno scolastico.Linda Meleo, Assessora alla Città in Movimento, ha sottolineato che l’Amministrazione capitolina è impegnata a garantire una maggiore sicurezza nei percorsi che collegano le abitazioni e le scuole, con un occhio di riguardo per chi decide di utilizzare la bicicletta. In particolare sono state finanziate attività e messe a bilancio opere per impianti semaforici e attraversamenti pedonali.
L’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre ha ricordato come la sicurezza stradale sia un tema al centro dei progetti didattici integrativi che, nel corso di quest’anno, hanno riguardato oltre mille scuole, 6mila classi e 20mila partecipanti. Pilastro di queste attività è stato il coinvolgimento anche degli adulti, che svolgono un ruolo educativo determinante e il cui esempio risulta decisivo.Enrico Stefano, Presidente della Commissione Capitolina Mobilità, ha sottolineato l’importanza di valorizzare l’utilizzo della bicicletta, a partire proprio dai primi anni di vita. Per raggiungere questo obiettivo occorre però affermare anche un maggior rispetto delle regole che, prima di tutto, devono essere studiate e conosciute. Coinvolgere i bambini consente quindi di promuovere e radicare nuovi stili di vita che renderanno la città più sostenibile.La Presidente della Commissione Capitolina Scuola Maria Teresa Zotta ha posto l’accento sull’importanza di coinvolgere tutti i soggetti istituzionali, nell’ottica di creare raccordi funzionali tra i diversi soggetti in campo. Nella prima fase sono coinvolte 15 scuole dislocate in 12 Municipi che devono fungere da anello di trasmissione per innescare una processo di trasferimento delle conoscenze tra coetanei.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 novembre 2017

autostradeSecondo i deputati, tutte le nuove automobili dovrebbero essere dotate di sistemi di frenatura autonomi in grado di rilevare i pedoni e di assistenti alla velocità intelligenti. Ogni anno più di 25.000 persone muoiono – e centinaia di migliaia restano ferite – in incidenti stradali in Europa. Più del 90% degli incidenti sono causati da un errore umano.Cervelli e occhi elettronici nelle nostre auto, che aiutino il guidatore a reagire meglio in situazioni pericolose, possono perciò fare la differenza e salvare delle vite.Non stiamo parlando di sistemi fantascientifici, ma di sistemi già in uso in un numero limitato di vetture di alta gamma. Questi sistemi prevengono gli incidenti frenando o diminuendo la velocità nel caso la macchina rilevi la presenza di pedoni o ciclisti, assistono il guidatore nel mantenere la velocità consentita, aiutano a mantenersi in carreggiata con segnali sonori e sono in grado di sterzare automaticamente per far mantenere la corsia all’auto.I vantaggi di tali sistemi in termini di sicurezza sono evidenti, per questo gli eurodeputati vogliono che siano obbligatori in tutte le nuove autovetture.Il relatore della proposta, il deputato tedesco Dieter-Lebrecht Koch (Partito popolare europeo) ha dichiarato: “Alla guida di un’auto, andando a piedi o in bicicletta, tutti commettiamo degli errori. E in questi casi i sistemi di assistenza automatica sono come silenziosi copiloti che ci aiutano ad evitare gli incidenti”. Se questi sistemi sono inclusi nella auto di alta gamma e in alcuni casi anche in altri tipi di auto, i tre quarti delle nuove vetture non ne sono equipaggiate, spesso perché la loro presenza fa lievitare il prezzo.Per fare in modo che la sicurezza dei cittadini non dipenda da quanto possono spendere per la propria auto, gli eurodeputati suggeriscono di installare obbligatoriamente su tutte le auto quei dispositivi già presenti in commercio e che hanno una provata influenza sulla sicurezza stradale. Uno di questi dispositivi è, ad esempio, la frenata automatica di emergenza in presenza di ciclisti o pedoni.Secondo Koch, “tutti dovrebbero poter acquistare un’auto di questo tipo. Ed è proprio grazie a un’ampia diffusione che il prezzo di queste vetture non arriverà alle stelle; saranno solo un po’ più costose”.Fra le altre misure per la sicurezza stradale all’esame dell’assemblea plenaria c’è anche la possibilità di ridurre a zero il limite di tasso alcolico per i nuovi guidatori e per gli autisti professionisti nell’Unione europea. La risoluzione è stata approvata con 593 voti favorevoli, 39 contrari e 53 astensioni.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale in Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 giugno 2017

autostradeCirca il 40% delle 25.671 vittime europee degli incidenti stradali del 2016 – vale a dire più di 10mila persone (in media 28 ogni giorno) – può essere riferito agli spostamenti sul lavoro e casa-lavoro. È quanto rileva il nuovo rapporto dell’European Transport Safety Council (ETSC) sulla sicurezza stradale nella UE.Se, da una parte, negli ultimi tre anni il numero delle vittime sulle strade dell’Unione Europea non è diminuito, dall’altra il Consiglio Europeo per la Sicurezza nei Trasporti (ETSC) sollecita i datori di lavoro, i governi nazionali e l’Unione Europea ad incrementare gli sforzi per affrontare il problema del rischio legato alla mobilità per lavoro.“Pur essendoci esempi molto positivi da parte di piccole e grandi organizzazioni in tutta Europa che iniziano ad affrontare seriamente il problema della sicurezza stradale – dichiara Antonio Avenoso, Direttore Generale di ETSC – ve ne sono migliaia che ‘chiudono un occhio’ di fronte ai rischi che i dipendenti affrontano ogni giorno sulle strade. Molte società, poi, considerano in maniera errata la gestione del rischio, come un peso anziché un’opportunità. Oggi, invece, si può fare molto per contribuire a limitare i costi assicurativi, diminuire le assenze sul lavoro e rafforzare l’immagine di una società: ridurre i pericoli attraverso la gestione del viaggio, fare una formazione mirata e acquistare veicoli più sicuri. Se è vero che i datori di lavoro devono fare di più, il nostro rapporto evidenzia che hanno bisogno dell’aiuto e del sostegno da parte dei governi nazionali e dell’UE”.
Un primo passo fondamentale per poter affrontare il problema dei decessi negli spostamenti sul lavoro e casa-lavoro è rappresentato dalla raccolta dati. Oggi nella maggior parte dei Paesi dell’UE le Forze dell’Ordine non annotano lo scopo del viaggio quando registrano le caratteristiche di un incidente stradale, non esiste, poi, una definizione standard per le morti sulle strade negli spostamenti sul lavoro e casa-lavoro.
Gli autori dello studio affermano, inoltre, che Governo ed Autorità pubbliche dovrebbero dare il buon esempio adottando programmi di gestione della sicurezza negli spostamenti sul lavoro e casa-lavoro dei propri dipendenti oltre che delle flotte, mentre la sicurezza dei veicoli dovrebbe essere compresa fra i requisiti necessari per partecipare agli appalti pubblici.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

GoodBuyAuto.it mette al centro del suo business la sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su sabato, 1 aprile 2017

maltaÈ stata siglata a Malta la dichiarazione dei Ministri UE sulla sicurezza stradale. “Il governo italiano ha lavorato per raggiungere gli obiettivi europei di dimezzare il numero delle vittime entro il 2020 – ha dichiarato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio – Per perseguire meglio gli obiettivi europei, presenteremo al Consiglio dei Ministri un nuovo Piano Nazionale sulla Sicurezza Stradale, che recepisca la dichiarazione della Valletta, con un nuovo quadro di azioni in particolare per quanto riguarda l’innovazione tecnologica delle infrastrutture stradali, gli utenti vulnerabili e le opere necessarie per la riduzione degli incidenti.” Anche per GoodBuyAuto.it, il primo e-commerce italiano dedicato alle auto usate e a km 0, dove è possibile comprare o vendere l’auto completamente online, la sicurezza è un tema fondamentale, sia alla guida, sia in fase di acquisto. Per questo motivo l’azienda ammette nel proprio marketplace solo le auto migliori, con un massimo di 100 mila km e 5 anni di vita. Inoltre, per rendere le strade sempre più sicure, sul suo catalogo online è particolarmente facile trovare auto connesse e dotate di tecnologie intelligenti, che facilitano la guida e la rendono più sicura. “GoodBuyAuto.it ha portato le modalità e le potenzialità dell’e-commerce nel mercato automobilistico: ampia scelta di prodotti, risparmio sull’acquisto, consegna a domicilio e reso gratuito – ha affermato Carlo Salizzoni, CEO dell’azienda – Offriamo un’esperienza d’acquisto nel segno della massima affidabilità, sicurezza e trasparenza, con la formula 14 giorni soddisfatti o rimborsati e la garanzia di 12 mesi (estendibile a 24) su ogni vettura. Anche il nostro parco auto è costruito secondo questi criteri: i veicoli che offriamo sono selezionati attraverso un’attenta analisi, effettuata dai nostri ispettori. L’ispezione GoodBuyAuto prende in considerazione oltre 200 punti di verifica di qualità del veicolo. I controlli riguardano in primo luogo pneumatici, ammortizzatori e freni, cioè i primi 3 elementi che determinano la sicurezza del mezzo. Tra gli altri aspetti presi in esame vi sono inoltre motore, condizioni degli interni, sottoscocca e verniciatura della carrozzeria, solo per citarne alcuni”.La novità di GoodBuyAuto.it consiste proprio nel proporre a chi intende comprare (ma anche vendere) un’auto usata o a km 0, un’alternativa più efficiente rispetto alle modalità tradizionali, offrendo tutte le garanzie e i servizi dei concessionari, potenziati però dall’efficienza della digital economy. Oltre alla sicurezza e alla qualità dell’acquisto, l’utente ha così l’opportunità di risparmiare tempo e denaro.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: insieme per la sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su domenica, 5 marzo 2017

buche stradali roma“Ogni anno perdono la vita sulle strade del mondo 2,5 milioni di persone e 50 milioni sono i feriti: gli incidenti sono tra le prime dieci cause di morte nel pianeta, la prima per i giovani tra i 15 e i 29 anni. Solo in Italia si contano oltre 3.400 decessi e 250.000 feriti, in aumento nel 2015 rispetto ai cali costanti degli ultimi quindici anni. Proprio a Roma si registra un preoccupante incremento delle vittime, passate da 140 a 173 negli ultimi tre anni. A differenza di altre malattie, il vaccino c’è: sicurezza, formazione, rispetto delle regole, infrastrutture e veicoli più sicuri, assistenza alle vittime”. E’ quanto dichiarato da Jean Todt, presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile ed inviato dell’Onu per la sicurezza stradale, intervenuto oggi a Roma all’Assemblea straordinaria del Comune per l’istituzione della Consulta cittadina sulla sicurezza stradale, mobilità dolce e sostenibile, insieme al presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani. I lavori sono stati aperti dalla Sindaca Virginia Raggi, che ha espresso “grande soddisfazione per l’approvazione all’unanimità della mozione che impegna il Comune a recepire la Giornata mondiale per le vittime della strada, accogliendo le sollecitazioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che ha indetto la settimana della sicurezza stradale dall’8 al 14 maggio”.“Da oltre 110 anni siamo impegnati per la sicurezza stradale – ha dichiarato nell’aula Giulio Cesare il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani – e uno dei tanti risultati concreti di questo percorso è l’avveniristico Centro di Guida Sicura ACI-SARA a Vallelunga, alle porte della città. Qui insegniamo – ai giovani e non solo – le tecniche di guida responsabile e il valore della mobilità sostenibile. Al volante delle vetture del Centro i ragazzi prendono consapevolezza delle loro reali capacità di guida, la cui diffusa sopravvalutazione è spesso causa di tragici incidenti, soprattutto nelle aree urbane dove si concentra il 40% dei decessi sulle strade. Per contrastare questa piaga sociale serve un’attenzione particolare ed investimenti continui, con risorse già disponibili visti i proventi delle multe”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio: ampliate competenze Consulta cittadina della Sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 febbraio 2017

stradeRoma. La giunta capitolina ha ampliato le competenze della Consulta cittadina della Sicurezza Stradale rispetto ai temi della sostenibilità, inclusività e accessibilità urbana. Per effetto di tale modifica la Consulta prende la nuova denominazione “Consulta Cittadina Sicurezza Stradale, Mobilità Dolce e Sostenibilità”. Inoltre sono stati delineati i nuovi principi per la predisposizione del Regolamento interno.La Consulta è un organismo di confronto e concertazione che coinvolge tutti i settori istituzionali e i soggetti pubblici e privati operanti nei campi della sicurezza stradale, della mobilità dolce e della sostenibilità, dell’inclusività e dell’accessibilità urbana. I suoi organi saranno: il Presidente, il Vice Presidente, l’Assemblea e la Commissione di coordinamento.
Obiettivo primario della Consulta è quello di costruire una rete di relazioni fra i soggetti delle istituzioni e le rappresentanze sociali al fine sia di favorire la conoscenza delle condizioni di specificità del territorio comunale e le linee di programmazione dell’Amministrazione, sia di consentire la partecipazione attiva e propositiva di tutti i soggetti allo sviluppo delle politiche istituzionali.Oltre che come organismo consultivo, la Consulta si configura come tavolo tecnico-operativo per la condivisione delle specifiche linee di programmazione, attuazione e gestione degli interventi, all’interno di un quadro organico di attività avente il fine di definire le azioni specifiche, ottimizzare le risorse disponibili, valorizzare le singole e specifiche esperienze, sfruttare le eventuali sinergie che possono derivare dall’aggregazione delle diverse esperienze e competenze.“Serviva un approccio più ampio al tema della sicurezza stradale – commenta l’Assessore alla Città in Movimento Linda Meleo – Il nostro obiettivo è diminuire il numero delle vittime nella nostra città offrendo sistemi di trasporto sicuri, accessibili e sostenibili, favorendo sempre di più gli spostamenti attraverso il trasporto pubblico e garantendo la massima attenzione agli utenti vulnerabili, bambini, anziani e disabili”.“La Consulta sarà un luogo di confronto con operatori pubblici e privati e potrà fare anche proposte agli Assessori e alle Commissioni. La Commissione di coordinamento predisporrà annualmente una relazione sulle attività svolte, sullo stato della sicurezza stradale e della sostenibilità nella città di Roma da trasmettere alla III Commissione Mobilità e Trasporti. Ovviamente la partecipazione degli organi ai lavori della Consulta avviene a titolo gratuito” aggiunge. “La delibera, dopo il passaggio in Giunta, dovrà essere approvata in Assemblea capitolina – spiega il presidente della commissione capitolina Mobilità Enrico Stefano – Pensiamo ad una seduta straordinaria del consiglio comunale dedicata alla sicurezza stradale da tenersi i primi giorni di marzo. Sarà un’occasione utilissima alla città per confrontarsi sul tema anche alla presenza di Jean Todt, inviato speciale dell’ONU per la Sicurezza Stradale”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale aderisce a programma pilota per progetti su sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su domenica, 23 ottobre 2016

buche stradali romaRoma sempre più Capitale ‘Vision Zero’. Sicurezza stradale al primo posto. Così largo alla mobilità sostenibile con progetti di Pedibus, il ‘walking bus’ per accompagnare i bimbi a scuola a piedi, itinerari e piste ciclabili più sicure e accessibilità in sicurezza per gli anziani su bus e metro. La giunta capitolina ha approvato questo pomeriggio una delibera con cui Roma Capitale aderisce ad un programma pilota, promosso dalla Regione Lazio, per la partecipazione ad un bando per il finanziamento di interventi a favore della sicurezza stradale. Tra i progetti proposti dal Campidoglio: “Giovani e Sicurezza Stradale. Messa in sicurezza dei percorsi casa-scuola – pedibus e cultura della mobilità sicura e sostenibile”; “Salvaguardia degli utenti deboli. Sicurezza degli itinerari pedonali e ciclabili e cultura della mobilità attiva”; “Sicurezza ‘over 65’ e accessibilità al TPL. Mobilità degli anziani e accessibilità in sicurezza ai servizi di trasporto pubblico”. “Tutti gli interventi – spiega l’Assessore alla Città in Movimento Linda Meleo -, nel caso di favorevole esito della procedura di gara, saranno cofinanziati dalla Regione Lazio. Contemporaneamente siamo già al lavoro su questa tematica: presto Roma si doterà di un Programma Straordinario per la Sicurezza Stradale e a breve partiranno i lavori della Consulta cittadina – aggiunge – Sarà un piano che adotterà l’approccio ‘Vision Zero’, già diffuso in Svezia, Regno Unito e Svizzera e volto a contrastare in primo luogo l’incidentalità grave attraverso un ripensamento complessivo delle politiche di sicurezza stradale”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma si doterà di un Programma Straordinario per la Sicurezza Stradale

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 settembre 2016

incidenti stradali-2Stiamo individuando misure, azioni ed interventi per mettere in sicurezza assi e intersezioni critiche, rafforzare non solo i controlli ma anche il sistema di governo e gestione della sicurezza stradale e costruire una cultura su questo tema. E a breve partiranno i lavori della Consulta Cittadina della Sicurezza Stradale che avrà un ruolo centrale nelle diverse fasi di definizione, attuazione e gestione del Programma Straordinario”. Così in una nota l’assessora alla Città in Movimento Linda Meleo che ieri
mattina ha partecipato alla premiazione del progetto “Keep Calm and Slow Down” lanciato dall’Agenzia per la Mobilità di Roma. L’assessora ha premiatoi vincitori del concorso che ha coinvolto diverse scuole della Capitale sul tema della sicurezza stradale. “La Capitale, con oltre 13mila incidenti con vittime, 17mila feriti e 173 morti al 2015 (il 12% in più rispetto all’anno precedente) raggiunge un tasso di 6,0 morti ogni 100.000 abitanti. In base ai parametri forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il costo sociale sostenuto a Roma per l’incidentalità stradale supera il miliardo di euro ogni anno”. “L’obiettivo è poter dire: nessuno rimarrà più ucciso o seriamente ferito a causa di un incidente stradale. In linea con le politiche dei Paesi più virtuosi, il Programma di cui ci doteremo adotterà l’approccio ‘Vision Zero’ volto a contrastare in primo luogo l’incidentalità grave attraverso un ripensamento complessivo delle politiche di sicurezza stradale: serviranno interventi sulle infrastrutture, sui veicoli e sulle persone e sui diversi comparti della mobilità, dal trasporto pubblico a quello privato, dalla ciclabilità alla pedonalità fino al trasporto merci”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ponte pasquale. Sicurezza stradale: gli ultimi dati dell’ISS rilevati dal Sistema Ulisse

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 aprile 2012

Sono statio pubblicati il 29 marzo scorso, pur sottolineando un miglioramento nell’attenzione alla guida e per i passeggeri ci dovrebbero invitare comunque a un innalzamento dell’uso degli apparati di sicurezza, in particolare casco, cinture e dei nuovi dispositivi che dovrebbero essere obbligatori per legge. Periodo pasquale e periodo di esodi dei vacanzieri. L’Italia è percorsa in lungo e in largo a cavallo tra la Pasqua e la Pasquetta da milioni di autovetture mentre non sempre gli automobilisti e i loro passeggeri si adoperano per la propria sicurezza, almeno per quanto è dato conoscere da quanto rilevato dal Sistema Ulisse. Tale apparato da quasi dodici anni ha avviato un vero e proprio monitoraggio su tutto il territorio italiano sull’uso dei sistemi di sicurezza sugli autoveicoli ed in particolare delle cinture e del casco.
Ulisse, in vigore dal dicembre 2000 è gestito, sulla base di una convenzione tra Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e Istituto Superiore di Sanità, che realizza le attività di sorveglianza nelle diverse regioni italiane in collaborazione con gli operatori del sistema sanitario e dei trasporti sulla base di procedure e metodi di rilevamento definitivamente validati, ponendo a disposizione dati periodici e aggiornati sulle prevalenze d’uso dei dispositivi da parte degli utenti della strada.Si può leggere sul sito dell’ISS che “le rilevazioni sono relative all’uso appropriato, cioè allacciato, del casco su moto o ciclomotore e delle cinture di sicurezza da parte dei conducenti e dei passeggeri trasportati anteriormente. Le osservazioni vengono effettuate normalmente ogni mese su differenti tipologie stradali, principalmente strade extraurbane (statali, regionali, provinciali, comunali) e strade urbane. In quest’ultimo caso – che rappresenta la tipologia attualmente più presidiata – le rilevazioni riguardano sia le aree urbane centrali che quelle periferiche” .
I dati riguardano anche i campioni per sesso, fasce d’età o tipologia dei conducenti (veicoli professionali, taxi, ecc.) e hanno attivato a livello sperimentale, anche il monitoraggio sull’uso delle cinture di sicurezza sui sedili posteriori del veicolo (stimato dal sistema Ulisse attorno al 10%), l’uso dei cellulari alla guida (circa 9%) e sull’uso delle luci diurne (80% in zona extraurbana). Per quanto riguarda l’uso delle cinture, gli ultimi dati, che riguardano il biennio 2009-2011, dimostrano che nelle aree urbane meno del 64% degli utenti le utilizza, con differenziazioni comportamentali a seconda delle diverse aree geografiche del Paese: il 77,5% al Nord, il 66,5% nelle regioni centrali e il 44,9% in quelle dell’Italia meridionale e insulare.
Vi è da sottolineare, però che nell’arco dell’ultimo decennio l’uso delle cinture di sicurezza è notevolmente cresciuto attestandosi ad una percentuale di + 35 %. Si pensi che all’inizio delle rilevazioni del Sistema Ulisse, e quindi nel 2000 era solo il 29,4% ad indossare le cinture. L’introduzione della patente a punti nel 2003 ha fatto registrare un’impennata nell’attenzione degli automobilisti con percentuali d’uso che erano schizzate sino al 70,7% per poi decrescere negli anni successivi fino al dato attuale pari precisamente al 63,8%. Più riguardo per l’uso delle cinture di sicurezza si è osservato sulle strade extraurbane con valori più elevati del 5-10 % in più rispetto all’utilizzo in città ed a seconda delle varie regioni.
Per quanto riguarda l’uso del casco il Sistema Ulisse ha specificato che nel Nostro Paese sulle strade urbane si è registrata una prevalenza d’uso di questo dispositivo attorno al 90%, per la precisione pari all’89,8%. Marcate ma meno che per le cinture, le differenze fra varie aree geografiche con un 99,9%, quindi quasi prossimo all’utilizzo generale nel Nord, il 93,1% nelle regioni centrali e il 76,6% nel meridione e nelle isole. I valori rilevati, riguardano l’uso del casco sulle due ruote motorizzate (motocicli e ciclomotori) da parte dei conducenti e di eventuali trasportati e si riferiscono in particolare alle osservazioni compiute durante tutto l’arco della giornata nelle zone centrali delle aree urbane monitorate dal Sistema, essenzialmente i capoluoghi di provincia. In questo caso, però le percentuali d’uso del casco individuate negli ultimi anni non sono molto differenti da quelle rilevate all’inizio del millennio. Ciò perché la normativa che introduceva l’obbligo del casco di cui alla legge 472/1999 aveva già prodotto nei primi mesi del 2000 un innalzamento significativo delle prevalenze d’uso di questo tipo di protezione. Prima dell’entrata in vigore delle nuove norme l’uso del dispositivo costituiva praticamente una rarità. Basti pensare, infatti, che in virtù dei dati in possesso dell’Istituto Superiore di Sanità prima dell’introduzione dell’obbligo del casco nel 1986, da cui restavano esclusi i ciclomotoristi maggiorenni, l’uso dello stesso si riferiva solo al 4% degli utenti su ciclomotore e il 15% in moto. Infine, secondo quanto rilevato da ULISSE, a differenza di quanto avviene per le cinture di sicurezza, l’uso del copricapo protettivo presenta una situazione a macchia di leopardo a livello locale dove le differenze possono essere anche molto consistenti, nello stesso territorio provinciale, da punto a punto e, nella stessa città, da quartiere a quartiere.
Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, che ritiene imprescindibile quanto sostenuto dall’ISS secondo cui “in termini di costi-benefici, incrementare l’uso dei dispositivi di sicurezza costituisce una delle azioni di prevenzione più importanti e meno costose da attuare nel breve termine, anche in funzione del raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle vittime della strada fissati a livello europeo e nazionale”, sottolinea la necessità che lo Stato continui ad effettuare campagne d’incentivazione all’uso dei dispositivi di sicurezza già in uso e a favorire l’introduzione obbligatoria di altri già esistenti ma non ancora previsti per legge.
A tal uopo, Giovanni D’Agata plaude all’iniziativa promossa da l’ISS e dalla Polizia Stradale che hanno avviato il progetto ST.E.P. sull’uso e l’efficacia del dispositivo paraschiena per motociclisti e ciclomotoristi, che si caratterizza come ideale espansione del perimetro di monitoraggio operato dal sistema Ulisse. Il progetto, che è partito nel dicembre 2011, per quanto è dato sapere, sta già raccogliendo i primi dati che permetteranno di fornire una stima indicativa sull’uso del paraschiena e sulla sua efficacia nella prevenzione dei traumi spinali.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il problema della “sicurezza stradale”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 novembre 2011

strade

Image by Ivan Marianelli via Flickr

In Italia, continua ad essere uno dei maggiori problemi non risolti. Abbiamo fallito l’obiettivo 2010 dettato dall’Unione Europea e rischiamo di fallire anche tutti gli obiettivi futuri. Purtroppo, ancora una volta, siamo costretti a far rilevare che da parte delle Istituzioni l’attenzione al problema è altalenante e spesso conseguente al clamore mediatico di alcuni incidenti stradali. Il 1° dicembre 2010, quasi un anno fa, abbiamo inviato una nota alle Istituzioni competenti, senza peraltro ricevere risposte concrete da nessuno di loro>>. Ad affermalo è Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera promossa da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani, in una nota inviata oggi a tutti i Deputati e Senatori.<<Anche gli ultimi dati ISTAT – prosegue Lentino – ci confermano la necessità di interventi importanti e coordinati, e ci portano ancora una volta a richiamane le Istituzioni ad una forte attenzione alla necessità dell’istituzione di una “Agenzia Nazionale per la Sicurezza Stradale”, a cui vengano conferiti poteri speciali per contrastare questa strage quotidiana, oltre alla necessità di investire pesantemente sulla formazione e sensibilizzazione preventiva>>. <<È necessario passare velocemente dalle parole ai fatti – conclude il Portavoce di “BastaUnAttimo” – troppe manifestazioni di intenti sono irrealizzate. La politica, finalmente, si impegni anche su questo versante>>.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale e “ricetta” Maroni

Posted by fidest press agency su martedì, 16 agosto 2011

03/06/2010 Manifestazione «Progetto di Educazi...

Image by Purple Phoenix via Flickr

Dj Aniceto, uno dei dj più impegnati nel sociale, membro della “Consulta degli operatori ed esperti per le politiche goverantive anti droga a palazzo Chigi” e testimonial di campagne antidroga e alcol al Chiambretti Night su canale 5, appoggia il ministro Maroni per la sua proposta di legge per l’introduzione dell’Omicidio Stradale.
Chi uccide qualcuno guidando sotto l’effetto di alcol o droga, uccide. Punto. Non ci sono giustificazioni.Per me va punito e anche pesantemente. Ecco perchè sono d’accordo con la proposta di legge del ministro dell’interno Maroni per l’introduzione dell'”omicidio stradale”! – ha affermato Dj Aniceto, – Però per guadagnare tempo, pubblicizziamo a più non posso le ‘buone’ leggi che già sono in vigore, trovo infatti scandaloso, come ho ribadito già pochi giorni fa, che quasi la totalità dei ragazzi non conosce che il nuovo Codice della Strada ha introdotto, da febbraio, la ‘tolleranza zero’ su alcol e droga per gli under 21 e per i neo patentati’ In un’Italia dove purtroppo è molto triste constatare che ci vuole sempre la durezza per imporre alcuni diktat sul benessere del singolo, la non conoscenza di una legge salvavita cosi importante mi sembra un’assurdità specialmente, in questo periodo di vacanza e spensieratezza. Quindi destiniamo le nostre energie anche a pubblicizzare questa legge, spero nella sensibilità di tutti, sicuramente i giovanissimi venendone a conoscenza ci penseranno due volte prima di mettersi alla guida ‘sballati’ e perdere la tanto agognata patente. Dando cosi un contributo alla diminuzione delle cosiddette ‘stragi del sabato sera’, che in un vero bollettino di guerra della notte contano circa due morti alla settimana. In Italia siamo indietro di vent’anni rispetto a paesi come la Germania e l’Inghilterra dove esiste in un gruppo di amici ‘il guidatore designato’: tra amici uno a turno, l’autista della comitiva, beve acqua o “soft drink” per garantire la sicurezza stradale e pene durissime. O altrimenti si cammina a piedi, su taxi e sui mezzi pubblici a prezzi molto ‘low cost’ che in alcune località di vacanza funzionano anche tutta la notte
Vi ricordiamo che Robbie Aniceto, inoltre, è attualmente impegnato in una campagna contro tutte le dipendenze sui maggiori social networks, e promuove eventi in discoteca sulla sicurezza stradale e contro i ‘paradisi artificiali’.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza stradale su due ruote

Posted by fidest press agency su sabato, 21 maggio 2011

Gabriele Accarino, Fatima Chaddadi, Martina Loiola, Vincenzo Ratano, Stefania Bruno, Dalila Cingolani, Matteo Manca e Giacomo Stefanelli, questi i nomi degli studenti della scuola leccese, hanno pubblicato all’indirizzo http://www.gpace.net/ safetyrider un piccolo ma accattivante ed intrigante sito web con l’intento di sensibilizzare “dal basso” i giovani ad adottare tutte le possibili misure di sicurezza quando sono alla guida della moto o dello scooter. Il sito è organizzato in 5 step e corrispondono alle diverse fasi del progetto: il brainstorming, la normativa, gli incidenti, la velocità e, infine, i consigli e suggerimenti. Per avere tutte le informazioni necessarie alla realizzazione di “Safety Rider”, gli studenti hanno pensato bene di effettuare delle “uscite” dalla scuola e hanno visitato: la sede di un importante giornale locale (per avere notizie ed immagini relative ad incidenti che hanno visto coinvolti motociclisti e scooteristi); il deposito giudiziario (dove si potevano vedere e fotografare i mezzi coinvolti in incidenti stradali); l’Ufficio Tecnico della Provincia di Lecce (per avere informazioni su come e perché vengono stabiliti i diversi limiti di velocità sui diversi tratti e strade); una pattuglia della Polizia Stradale mentre era appostata su una strada della provincia per controllare il rispetto dei limiti di velocità). I giovani leccesi hanno trovato una gentilissima e disponibile accoglienza in tutti gli incontri realizzati, oltre a raccogliere complimenti per il progetto e per i fini per cui è realizzato. Particolare attenzione è stata posta sull’aspetto “velocità”, in quanto hanno scoperto e capito che è la maggiore causa degli incidenti mortali per i giovani. In questo “step” hanno infatti pubblicato una serie di video trovati in rete che esortano ed invitano i giovani a fare particolare attenzione proprio alla velocità.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Investire in sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 maggio 2011

“Oggi è il giorno dell’avvio ufficiale del “Decennio di Azione per la Sicurezza Stradale 2011-2020” lanciato dall’ONU, l’Organizzazione delle Nazioni Unite. Un piano ambizioso al quale aderisce la quasi totalità degli stati del mondo, fra i quali, ovviamente, l’Italia. Almeno sulla carta, perchè, si legge in una nota di Gianluca Melillo, Consigliere Vicario del Forum Nazionale dei Giovani e Responsabile delle Campagne, fra cui “Basta Un Attimo” (la nota campagna sulla sicurezza stradale), “de facto” il nostro Governo non ha stanziato le opportune risorse per una progettualità che possa portare a contrastare il fenomeno dell’incidentalità stradale. Dramma che, ricordiamo, vede morire ogni giorno 3.000 persone sulle strade del mondo, continua Melillo, per un totale di oltre 1,3 milioni di morti e 50 milioni di feriti ogni anno. Ed, ovviamente dice ancora Melillo, le ripercussioni sono economiche oltreché sociali: alla tragedia umana vanno infatti sommati i costi dell’incidentalità che sfiorano il 3% del PIL mondiale, per un totale annuo di oltre 500 miliardi di dollari americani. Strade insicure comportano anche più traffico e congestione, con conseguenze per l’ambiente: il 14% delle emissioni globali di gas serra è oggi imputabile al trasporto stradale. In Italia si contano annualmente più di 4.000 morti e 300.000 feriti sulla strada. Per concludere, prosegue Melillo, in Italia, come nel mondo, investire in sicurezza stradale non solo è giusto, ma anche conveniente per le casse di uno Stato. E vorrei far presente che in media ogni italiano spende 33 euro all’anno per multe, conclude Melillo, risorse che per legge dovrebbero esser destinate a sicurezza ed al miglioramento stradale. Ed invece, mi chiedo, che fine fanno? Visto che di sicuro non finiscono sulle strade!”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su martedì, 5 aprile 2011

Roma 12 aprile alle ore 12.00 presso la sala Gonzaga in Via della Consolazione n. 4 presentazione pubblicazione del volume realizzato per conto della Commissione Sicurezza di Roma Capitale e del Comando Generale di Polizia Municipale di Roma dal titolo “Polizie Locali nel Lazio: diversità e prospettive” “L’incremento del numero di agenti della Polizia Municipale in alcune zone calde della città e negli incroci più trafficati è il segno tangibile di come l’amministrazione capitolina si impegna, grazie all’opera dei suoi caschi bianchi, nella lotta al degrado e nella tutela della sicurezza pubblica.  E’ questa una risposta alle richieste dei cittadini romani, che anche recentemente hanno segnalato alla Commissione sicurezza l’esigenza di intensificare il controllo sulle strade. Si tratta di un grande sforzo per la Polizia Municipale di Roma, e gli agenti si preparano a sostenerlo cercando di contemperare questa necessità con gli altri numerosi compiti cui ogni giorno fanno fronte con abnegazione e professionalità, dimostrando ancora una volta di essere una grande risorsa per la città”  – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale, in merito al progetto di rafforzamento dell’opera di fluidificazione del traffico urbano presentato oggi dal Sindaco Alemanno.“Bisogna lavorare ancora per restituire alla Polizia Locale il ruolo fondamentale che le compete nel comparto sicurezza, colmando i vuoti normativi e puntando all’ottimizzazione del servizio grazie alla formazione, all’incremento dei mezzi e delle tecnologie” – conclude Santori.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Filo diretto” tra Acer e Comune sulla sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su martedì, 8 marzo 2011

Roma. Strano questo dialogo a distanza (sarà proprio a distanza?) sulle pagine romane del Corriere della Sera tra il presidente dell’Acer, Eugenio Batelli, e l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma, Fabrizio Ghera, sulla sicurezza stradale e gli interventi di rifacimento delle strade romane per un importo richiesto di 1.150 milioni in cinque anni. Strano perché mentre tutti gli altri, Associazioni, Comitati di cittadini o di quartiere, pur avanzando le stesse richieste non hanno lo stesso livello di attenzione. Strano perché, dopo la revoca dell’appalto Romeo, sono stati consegnati gli otto maxilotti per l’affidamento triennale della manutenzione stradale aggiudicati con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, con ribassi che vanno dal 7% al 25%, e che ha premiato i migliori punteggi tecnici. Strano perché già in passato erano stati dati lavori per rifacimento stradale e manutenzione scolastica tutti a trattativa privata e per somma urgenza per un importo di 120 milioni di euro. Strano perché come ricorda l’assessore con il piano straordinario da 50 milioni sono stati ripavimentati solo un milione di metri quadrati. Strano perché erano stati appaltati 40 lotti di lavori di manutenzione stradale del un valore di un milione, con il criterio del massimo ribasso, che aveva prodotto un ribasso medio del 30% e a loro volta i vincitori avevano subappaltato. Se il taglio delle imposte locali ha lasciato le casse dei Comuni a secco e il prezzo delle materie prime è aumentato, con il bitume che negli ultimi mesi è passato da 400 euro a 420, dove si prendono le risorse? La seconda: se le modalità di esecuzione e di messa in opera potrebbero prevedere il lavoro notturno o a turni e l’accelerazione delle consegne, non sarebbe saggio coinvolgere i rappresentanti dei lavoratori prima dell’apertura dei cantieri? La terza: nell’interesse generale, che tipo di procedura di gara fare per essere il più trasparenti possibile e non dar vita a polemiche e ricorsi, se è vero che il costo medio, a secondo dei conglomerati e della proprietà degli impianti è di media di 150/200 euro al metro cubo?

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alcol emergenza nazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 22 febbraio 2011

<<I dati che sono stati illustrati oggi dimostrano come sia preoccupante la situazione in Italia per quanto riguarda l’abuso di alcol soprattutto tra i giovani. L’operazione “Naso Rosso” è di grande aiuto per capire quali strumenti si potranno utilizzare per contrastare questa grave piaga, ma per aumentarne l’efficacia andrebbe estesa su tutto il territorio nazionale>>. Ad affermalo è Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale per la sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera promossa da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani in merito all’operazione “Naso Rosso” portata avanti dal Ministro della Gioventù, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità. <<Quelli che sentiamo – ha spiegato Lentino – sono dati agghiaccianti. Il 36,6% dei morti sulle strade nel 2009 aveva meno di 30 anni e ad oggi una percentuale elevatissima di ragazzi che entrano in discoteca ha un tasso di alcol nel sangue già superiore al limite consentito. Come dice il Ministro Meloni, serve un’azione di sistema e noi, ancora una volta chiediamo che venga istituita l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Stradale, un organo con poteri simili a quelli della Protezione Civile, che possa coordinare gli interventi su tutto il territorio, avendone piena coscienza>>. <<I giovani sono impegnati in prima linea per contrastare questo fenomeno, come del resto conferma l’attività del Forum Nazionale dei Giovani o del Ministro della Gioventù, ma gli strumenti non sono sufficienti. Oltre all’impegno dei giovani serve quello di tutte le categorie coinvolte ed una sinergia si può ottenere solo attraverso un coordinamento unitario. È  da molto tempo che chiediamo – conclude Lentino – un’Agenzia Nazionale ed ora crediamo che i tempi siano maturi affinché il Governo ed il Parlamento si impegnino per istituirla>>.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »