Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°32

Posts Tagged ‘sicurezza’

Minacce russe alla sicurezza europea: il PE chiede una risposta più risoluta

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 gennaio 2023

La guerra in Ucraina, l’aumento del’autoritarismo nel mondo, la politica assertiva della Cina e l’emergenza climatica hanno causato un cambiamento epocale nel panorama geopolitico.Il Parlamento ha adottato mercoledì le relazioni annuali 2022 sulla politica estera e di sicurezza comune (PESC) e sull’attuazione della Politica di Sicurezza e Difesa Comune (PSDC). Nel testo della relazione PESC, si chiede all’UE e ai suoi Paesi di rafforzare il sostegno militare, politico e umanitario all’Ucraina e potenziare la loro difesa per contrastare le minacce russe alla sicurezza europea. Secondo il testo, la risposta UE alla guerra di aggressione russa contro l’Ucraina è seguita con grande attenzione da molte autocrazie in tutto il mondo ed eserciterà un’influenza determinante nel definire il loro comportamento sulla scena internazionale.I deputati chiedono all’UE di utilizzare le disposizioni del trattato UE che consentono al Consiglio di adottare alcune decisioni senza implicazioni militari a maggioranza qualificata rafforzata, anziché all’unanimità, in particolare le decisioni relative alle sanzioni e ai diritti umani.Inoltre, invitano le istituzioni europee a presentare proposte concrete su come ottenere e garantire un seggio proprio e permanente per l’Unione in tutti i consessi multilaterali, compreso il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.La sicurezza UE va di pari passo con il consolidamento del processo di allargamento, nel rispetto dei criteri di adesione e del consolidamento della politica di vicinato dell’UE.I deputati invitano l’Unione a ridurre la propria dipendenza dalle fonti energetiche e da altri materiali critici per le proprie infrastrutture importati dai paesi terzi, in particolare quelli che non condividono i valori UE o con i quali l’Unione si trova in uno stato di rivalità sistemica.Nel testo della relazione sull’attuazione della Politica di Sicurezza e Difesa Comune, i deputati chiedono l’immediato dispiegamento di armi moderne e moderni sistemi di difesa aerea e invitano il Cancelliere tedesco Scholz a consegnare senza ulteriori ritardi i carri armati da combattimento Leopard 2 all’Ucraina. Sottolineano inoltre che l’Ucraina sta difendendo la sua integrità territoriale e ha urgentemente bisogno di aiuti militari e di armi pesanti per vincere questa guerra.I deputati sostengono le nuove iniziative UE per rafforzare la sicurezza e la difesa europea, in particolare la dichiarazione di Versailles, la Bussola strategica, la comunicazione congiunta sulle lacune negli investimenti per la difesa e la proposta della Commissione di un regolamento per rafforzare l’industria europea della difesa mediante appalti comuni (EDIRPA). Inoltre, i Paesi UE dovrebbero continuare a sviluppare la politica e le capacità di ciberdifesa dell’UE e stabilire partenariati per la sicurezza e la difesa con partner che condividono gli stessi principi in tutto il mondo. La relazione PSDC è stata adottata con 459 voti favorevoli, 93 contrari e 85 astensioni.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Difesa e sicurezza per tutti

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 dicembre 2022

“La difesa della sicurezza coincide con il senso di libertà di ognuno di noi perché non c’è libertà senza sicurezza. Il dovere dello Stato è quello di proteggere soprattutto le fasce più deboli della popolazione ed è questo il mandato che Fratelli d’Italia ha ricevuto dai cittadini: garantire la sicurezza perché la difesa della democrazia non è uno spot, è l’eredità per chi come noi è cresciuto ricordando Falcone, Borsellino e tutti i martiri dello Stato caduti per combattere le mafie”. Lo ha detto il deputato di Fratelli d’Italia Massimo Ruspandini durante la dichiarazione sul voto di fiducia a Montecitorio. “Sul dl Rave è stato detto di tutto, addirittura che con questo provvedimento sarà difficile riunirsi, che verrà esteso per limitare le manifestazioni politiche, che si vogliono applicare norme liberticide o norme atte a reprimere il dissenso. A tutto questo ha risposto il nostro Presidente Giorgia Meloni, la notizia che sta passando in secondo ordine è che i rave si possono fare – aggiunge Ruspandini – basta dotarsi di Partita iva, chiedere i permessi, dotarsi di un piano di sicurezza, avere una cassa fiscale e soprattutto si chiede che siano rispettati i diritti degli utenti ma anche di chi lavora nel popolo della notte. Stiamo combattendo fenomeni che generano un giro d’affari di 2 milioni di euro in qualche giorno in soldi contanti e in questa Aula molti erano contrari all’uso del contante”. Conclude Ruspandini: “Sono numerosi i casi di stupro e violenze consumati nei rave party illegali e molti signori hanno potuto agire indisturbati. Noi vogliamo combattere i raduni che mettono in pericolo la vita dei giovani e che non hanno nulla a che vedere con la voglia sacrosanta del diritto a fare festa, noi non ci sottraiamo a parlare di giovani perché è per noi che votano”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Viaggiare da sole e in sicurezza: per le donne le soluzioni dell’ospitalità religiosa

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2022

Quante donne in Italia viaggiano da sole per lavoro o turismo? Quali esigenze hanno per soggiornare serenamente? Come garantire loro un adeguato livello di sicurezza? Queste sono le domande a cui risponde l’iniziativa “Viaggio da sola”, con cui l’Associazione Ospitalità Religiosa Italiana propone decine di strutture ricettive legate al suo circuito, in grado di offrire un alto grado di sicurezza e serenità alle donne in viaggio in una località diversa dalla loro. Oltre ad un ambiente particolarmente accogliente e familiare, le caratteristiche distintive di queste ospitalità selezionate sono: gli esterni sicuri e illuminati, il parcheggio di prossimità, le porte con mandata di sicurezza, la reperibilità 24h e privacy assoluta in caso qualcuno chieda della ospite. Non una forma di “auto-reclusione”, quindi, ma la possibilità di poter sfruttare alcuni servizi a favore della tranquillità propria e magari anche dei familiari che la attendono al rientro.Nella sezione “Speciali” del portale ospitalitareligiosa.it, la pagina dedicata all’iniziativa “Viaggio da sola” propone due mappe (Roma e resto d’Italia) che consentono di interagire direttamente con i gestori delle strutture, in modo da chiedere maggiori informazioni. (Fonte: Ospitalitàreligiosa.it)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Impiegare il denaro dei condoni per mettere in sicurezza i territori

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 dicembre 2022

La legge sul condono edilizio è stata varata da quasi trentotto anni a causa dell’impossibilità dei vari governi di arginare il fenomeno dell’abusivismo. «La legittimazione e l’evasione delle domande di condono, presentate da decenni e ancora ferme nei Comuni, non deve essere vista come una criticità, ma come uno strumento indispensabile per incassare le somme dovute, da utilizzarle per mettere in sicurezza l’intera isola di Ischia. Un territorio, è bene ricordarlo, che ha peculiarità geologiche e fisiche che lo rendono particolarmente fragile e che è stato sottoposto nel tempo a una sistematica speculazione urbanistica: si è costruito anche là dove leggi e buon senso non lo avrebbero permesso e, in molti casi, lo si è fatto di fretta, utilizzando materiali e tecniche di scarsa qualità e senza prevedere alcun accorgimento antisismico. La frana della scorsa notte non ha fatto altro che evidenziare impietosamente criticità note da sempre».Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Uninettuno e presidente di Sogeea SpA. «I numeri in Italia sono impietosi – prosegue Simoncini – dopo quasi 38 anni devono essere lavorate ancora oltre 4 milioni e mezzo di istanze di condono presentate dai cittadini. Forse, prima di pensare ad altro, bisognerebbe mettere in campo tutte le energie per smaltire il pregresso, possibilmente sfruttando sistemi innovativi che garantiscono rapidità, efficacia e tempistiche certe».In fine – conclude Simoncini – È indispensabile fare una mappa delle costruzioni e delle zone per individuare le criticità dei territori; all’appello mancano oltre 21 miliari di euro di proventi dai precedenti tre condoni edilizi; non si può attendere oltre, occorre prevedere una manovra che consenta di incassare le somme dovute (oblazione, oneri concessori, diritti e danno ambientale) per creare la liquidità necessaria al monitoraggio e alla messa in sicurezza della nostra Italia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

InfoCert lancia Mail Defender: con Swascan per la sicurezza delle caselle email

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 novembre 2022

InfoCert (Tinexta Group), la più grande Autorità di Certificazione europea, presenta il servizio Mail Defender, rivolto a PMI, professionisti e privati cittadini e sviluppato in collaborazione con Swascan, società di Tinexta Cyber, il polo italiano della cybersecurity.Mail Defender garantisce all’utente il monitoraggio continuativo delle sue caselle email – tradizionali o PEC, indipendentemente da chi ne sia il provider – e segnala con appositi report mensili eventuali furti ed esposizioni fraudolente delle relative credenziali: in tal modo i titolari, consapevoli dell’accaduto, possono agire di conseguenza e assumere le opportune contromisure. In caso di episodi di compromissione, infatti, vengono suggeriti anche le possibili azioni di Remediation.Mail Defender è fruibile completamente online al costo massimo di 1 euro + IVA al mese a casella (con canone annuale).È da evidenziare come il servizio, basato su tecnologia proprietaria Swascan, ricerchi, selezioni e analizzi costantemente un vastissimo elenco di fonti presenti non solo negli ambienti di dominio pubblico della Rete, ma anche in quelli “chiusi” del Deep e del Dark Web.La dimensione della minaccia è testimoniata dai dati: secondo il “Rapporto Clusit 2021 sulla sicurezza ICT in Italia” gli attacchi BEC (Business Email Compromise) e EAC (Email Account Compromise) sono risultati il principale reato nel 2020, causando perdite per oltre 1,8 miliardi di dollari (FBI, “2020 Internet Crime Report”), pari al 44% di tutte quelle subite da aziende e consumatori nell’anno.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le sfide della sicurezza alimentare accendono i riflettori sulla transizione sostenibile

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 novembre 2022

A cura di Olivia Watson, Analista senior investimenti tematici, Investimento responsabile di Columbia Threadneedle Investments. In molte parti del mondo, il 2022 si è caratterizzato per un drastico aumento dei prezzi dei generi alimentari. Ciò è stato causato dall’effetto combinato del cambiamento climatico, dei problemi lungo le filiere produttive legati alla pandemia da Covid-19, delle interruzioni del commercio e dei rincari dell’energia riconducibili alla guerra in Ucraina. Anche se i prezzi sono scesi rispetto ai massimi registrati all’inizio di quest’anno, la situazione alimentare globale potrebbe rimanere tesa fino al 2023, o oltre, a causa della diminuzione delle scorte di cereali, delle riserve di materie prime scarse o in via di esaurimento, degli alti prezzi dei fertilizzanti, dell’energia e dell’impatto del conflitto in Ucraina sulla produzione agricola. La confluenza di eventi che hanno colpito il sistema alimentare tra il 2020 e il 2022 è stata notevole, ma potrebbe non essere una rarità in futuro. Gli impatti fisici del cambiamento climatico e la volatilità dei prezzi dell’energia, sommati alla transizione energetica, all’aumento dello stress idrico e alla perdita di biodiversità, non faranno che esacerbare ulteriormente le pressioni sul sistema alimentare nei prossimi anni e decenni. Come abbiamo potuto vedere durante il 2022, simili pressioni e shock rischiamo di sfociare nel protezionismo e nell’interruzione degli scambi commerciali, compromettendo di conseguenza la sicurezza alimentare.A nostro avviso, la maggiore consapevolezza di queste pressioni accelererà il passaggio a un sistema alimentare più resiliente e sostenibile. I recenti sviluppi legislativi hanno cominciato a mettere in evidenza questo aspetto, tracciando dei nessi tra i problemi di sicurezza alimentare e la sostenibilità. Ad esempio, l’Inflation Reduction Act (IRA) degli Stati Uniti, approvato ad agosto, prevede finanziamenti per una “agricoltura intelligente dal punto di vista climatico”, mentre il recente summit della Casa Bianca sulle biotecnologie ha evidenziato il ruolo di innovazioni come la biologia sintetica nel raggiungimento degli obiettivi di sicurezza alimentare e ambientali.La transizione verso un sistema alimentare più sostenibile sarà ampia e sfaccettata. Per mettere a fuoco le implicazioni di questo cambiamento per gli investimenti, abbiamo sviluppato un quadro di riferimento incentrato su cinque temi trasversali che guideranno e plasmeranno la transizione: aumentare la resilienza allo stress climatico e idrico; trovare nuovi modi per migliorare la produttività; decarbonizzare la produzione alimentare; produrre più proteine in modo più efficiente; migliorare l’accesso, la convenienza e i risultati sanitari.In ultima istanza, ognuno di questi cinque temi dovrà essere perseguito in maniera simultanea e complementare, perché possano rafforzarsi a vicenda. Come evidenziato nella Figura 2, ogni tema richiederà l’adozione di misure politiche e il potenziamento delle tecnologie correlate, creando rischi e opportunità per il settore alimentare. In prospettiva, intendiamo utilizzare questo quadro di riferimento per esplorare i sottotemi, le tecnologie di supporto e le implicazioni sia per le aziende agroalimentari tradizionali che per i potenziali innovatori. In questo processo, le aziende dovranno sempre più tenere conto degli sprechi alimentari all’interno delle loro attività e delle loro filiere produttive e prendere misure per ridurli. Questi sforzi devono diventare parte integrante del percorso delle imprese per raggiungere gli obiettivi di azzeramento delle emissioni nette e di tutela della biodiversità.La riduzione degli sprechi alimentari comporta una serie di sfide, ma anche molte opportunità (Figura 3). In ogni fase della catena del valore alimentare, la riduzione degli sprechi può creare mercati per nuove tecnologie, prodotti e modelli di business, aiutare le imprese a coinvolgere i clienti, innescare innovazioni nelle filiere produttive e ridurre i costi.La ricerca continua e la collaborazione tra i nostri team d’investimento fondamentale e responsabile ci aiuteranno a individuare le implicazioni che scaturiranno con l’evolversi di questo tema e ci permetteranno di consigliare alle nostre società in portafoglio come ridurre i costi e cogliere le opportunità derivanti dalle strategie contro lo spreco alimentare. Abstract Fonte: http://www.columbiathreadneedle.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La “sicurezza sottomarina”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2022

Nota di Agostino Spataro Oggi, a causa del clima gravido di conflitti e di pericolose tensioni, creatosi in Europa e nell’area mediterranea, si tende ad ampliare lo spettro bellico con azioni di sabotaggio sottomarine. Del tipo di quella realizzata ai danni del gasdotto russo nel mar Baltico. Un’opzione del genere, oltre a complicare maledettamente i rapporti fra i diversi attori politici, risulterebbe catastrofica per le economie e per i popoli coinvolti, in primo luogo europei e mediterranei. Perciò la soluzione pacifica dei conflitti (in primis quello russo – ucraino) é necessaria e urgente. Bisogna lavorare per un immediato cessate il fuoco, per non appesantire il contesto del confronto ai confini orientali dell’Europa e nell’area mediterranea, per la distensione e per il disarmo, soprattutto nucleare, fra i diversi blocchi politici e militari. ln attesa che “scoppi” la Pace, bisogna attenzionare la situazione dei fondali marini, del Mediterraneo e non solo, da cui passano diverse reti strategiche in fibre ottiche, energetiche (oleodotti e gasdotti), elettriche, ecc. Come dire, esiste un serio problema di “sicurezza sottomarina”, reciprocamente vantaggiosa, che si spera venga affrontato nel migliore dei modi. (a.s.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Anbi al governo: porre la sicurezza idrogeologica al primo posto

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 ottobre 2022

Le esondazioni dei torrenti Bajano e Verderame, che hanno allagato nei giorni scorsi Trapani e dintorni, senza fortunatamente provocare vittime, sono solo gli ultimi episodi, in ordine di tempo, di una serie di eventi estremi, che stanno caratterizzando questo inizio d’autunno soprattutto nel CentroSud, dove violenti nubifragi si accompagnano a periodi di caldo quasi estivo, caratterizzati da alte temperature sia dell’aria che del mare. Nello specifico, l’evento del 13 Ottobre scorso, che ha provocato la tracimazione dei due corsi d’acqua, ha visto rovesciarsi sulla città siciliana, in sole 2 ore, 80 millimetri di pioggia, quando, non di rado, in un intero anno ne cadono a malapena mm. 300. Seppur spalmate nell’arco di 48 ore, quantità di pioggia, superiori ai 50 millimetri si sono registrate, negli stessi giorni, anche in altre località siciliane, quali Cesarò (mm.82,4), Caronia (mm. 65,4), Sciacca (mm.51,2 ), Salemi (mm. 51), confermando l’Isola fra i territori più “umidi” di una “Italia idricamente rovesciata”. Solo il caso ha voluto che i nubifragi abbiano colpito la provincia di Trapani, dove solo l’1,2% degli abitanti vive in zone soggette a medio-alto rischio di allagamento e lo 0,8% in zone ad elevato o molto elevato rischio di frane (fonte: ISPRA). Ben diverse sarebbero state le conseguenze, se l’evento estremo si fosse abbattuto sulle province di Palermo (dove il medio-alto rischio idraulico interessa il 9,3% della popolazione ed il rischio frane tocca il 2,8% degli abitanti) o Messina, dove il medio-alto pericolo idrogeologico coinvolge il 9,7% degli abitanti, di cui il 2,4% è a rischio di frane. L’attuale condizione idraulica conferma la visione profetica, espressa dal principe, Fabrizio Salina, ne “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa: “…questo clima che c’infligge sei mesi di febbre a quaranta gradi; li conti, Chevalley, li conti: Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre; sei volte trenta giorni di sole a strapiombo sulle teste… e poi l’acqua che non c’è o che bisogna trasportare da tanto lontano che ogni sua goccia è pagata da una goccia di sudore; e dopo ancora le piogge, sempre tempestose che fanno impazzire i torrenti asciutti, che annegano bestie e uomini proprio lì dove una settimana prima le une e gli altri crepavano di sete…”. “A 64 anni dalla pubblicazione del libro, nulla è cambiato” conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Clusit: cyber security come sicurezza fisica

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 ottobre 2022

Gli avvenimenti mondiali degli ultimi mesi hanno rapidamente modificato lo scenario delle minacce informatiche a cui aziende e istituzioni si trovano a dover far fronte: il settore di business, o la grandezza dell’organizzazione non sono più discriminanti per essere colpiti dai cybercriminali, che oggi agiscono – spesso indisturbati, per lungo tempo, spesso senza che le vittime se ne accorgano – in maniera capillare sul territorio.Questo il punto di partenza del dibattito svoltosi nel corso del Security Summit Verona il 4 ottobre, condiviso dai partecipanti al panel “Analisi e prospettive nell’attuale scenario cyber a livello globale, nazionale e nel Triveneto”.I partecipanti al dibattito – Letterio Saverio Costa, Direttore Tecnico Capo del Compartimento Polizia Postale per il Veneto; Matteo Buffolo, assessore alle Politiche giovanili e di partecipazione, Pari opportunità, Innovazione del Comune di Verona; Stefano Pasquali, responsabile della comunicazione informatica del Comune di Verona e Alberto Mercurio di UNIS&F, con alcuni attori del mercato della sicurezza informatica – hanno concordato sul ruolo imprescindibile della formazione e sulla necessità di fare squadra tra chi eroga la tecnologia e chi è in grado di diffonderla nelle organizzazioni.Esiste oggi una vera e propria filiera del cybercrime, ovvero un ecosistema di aziende con competenze verticali che collaborano tra loro per ottenere profitti dagli attacchi cyber. Ecco perché le competenze di chi si deve difendere devono essere sempre più affinate.Secondo la Polizia Postale, gli attacchi che viaggiano in rete vengono condotti in maniera sempre più sofisticata grazie a tecniche evolute di ingegneria sociale con le quali i criminali commettono furti di identità digitali, un fenomeno di fronte al quale cittadini e imprese sono ancora molto vulnerabili. L’autenticazione a due fattori, condizione di sicurezza ribadita come imprescindibile, può non essere sempre sufficiente.La situazione è ancora più complessa se consideriamo che aziende e Pubbliche Amministrazioni si trovano ad implementare oggi un piano di transizione digitale velocizzato dalle opportunità del PNRR, dovendo gestire enormi moli di dati: una sfida che è possibile affrontare solo con l’incremento delle competenze digitali.Secondo gli esperti Clusit, solo con un’adeguata formazione sarà possibile puntare alla incolumità digitale, considerando la cybersecurity considerata al pari della sicurezza fisica.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ottobre è il Mese Europeo della Sicurezza Informatica

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 ottobre 2022

Per le aziende il rischio è sempre più elevato. Secondo Check Point Research (CPR), il numero degli attacchi è cresciuto del 59% rispetto allo scorso anno. Mentre in Italia, negli ultimi 6 mesi, un’organizzazione è stata attaccata in media 1214 volte a settimana, rispetto ai 1142 attacchi per organizzazione a livello globale. Un recente report del World Economic Forum ha inoltre rivelato che il 95% dei problemi di cybersecurity è causato da errori umani. Check Point Software condivide una guida base sulla cybersecurity per evitare di finire vittima di phishing, malware e ransomware, identificando le varie tipologie di attacchi. “Il Mese Europeo della Sicurezza Informatica è un’occasione importante per creare consapevolezza sul fatto che siamo tutti potenziali vittime di cyber attacchi – e non solo le grandi aziende come molti credono. È proprio questo il momento per educare le persone ad agire nel modo giusto per prevenire situazioni spiacevoli o addirittura dannose. La maggior parte degli attacchi informatici avviene a causa di errori umani, da qui la necessità di conoscere i modi per tutelarci dalle cyber minacce, sia nel privato che sul lavoro.” ha affermato David Gubiani, Regional Director SE EMEA Southern di Check Point Software. “Qualcuno diceva ‘Se non sei parte della soluzione sei parte del problema’, proverbio che calza perfettamente al rapporto tra utenti e cybersecurity.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Ritorno a settembre, sicurezza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 agosto 2022

“Se si vuole dar seguito alle indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, che ha reso note le indicazioni per il prossimo anno scolastico nelle scuole del primo e del secondo ciclo di istruzione, bisogna fornire i nostri istituti di più spazi. Non ci sono altre soluzioni, bisogna recuperare i plessi dismessi, metterli in sicurezza e procedere con la diminuzione di alunni per aule”: queste sono le parole di Marcello Pacifico, presidente nazionale del giovane sindacato dei dirigenti scolastici Udir. Infatti, come si legge nelle “Indicazioni strategiche ad interim per preparedness e readiness ai fini di mitigazione delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico (a.s. 2022 -2023)”, niente più mascherina obbligatoria in classe al ritorno a scuola a settembre, tranne per chi è “a rischio di sviluppare forme severe di Covid-19”. Confermata la necessità di effettuare “ricambi d’aria frequenti” e attuare la “sanificazione ordinaria (periodica) e straordinaria in presenza di uno o più casi confermati.Quindi, in caso di innalzamento dei contagi, si chiede agli istituti da sanificare in continuazione e garantire il distanziamento minimo: secondo Udir bisogna avere più aule per poter proteggere i lavoratori della scuola e gli studenti in maniera ottimale.“Stiamo dalla parte dei dirigenti scolastici che vogliono la conferma dell’organico Covid, più spazi all’interno delle loro scuole e la revisione delle norme sul dimensionamento”, ha concluso il leader Pacifico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sicurezza: Milano è fuori controllo?

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 luglio 2022

“Per risolvere il problema della sicurezza, bisogna prima ammettere che esiste. Il Sindaco e l’Assessore Granelli lo hanno sempre negato. Cosa dovrà ancora succedere a Milano per ammettere che il problema esiste? Si chiede Giorgia Meloni “ dichiara Andrea Mascaretti (FDI) vice presidente del Consiglio “in Consiglio Comunale per l’approvazione dell’assestamento di bilancio ci aspettiamo venga anche il Sindaco per votare l’emendamento che ho presentato come Fratelli d’Italia. Chiedo che siano assegnati più fondi del bilancio comunale alla sicurezza e ora, dopo gli ennesimi casi di efferata violenza, vedremo come voteranno il Sindaco e il Presidente della Commissione sicurezza, il Consigliere del PD Michele Albiani” conclude Mascaretti “mi auguro che questa volta decideranno di stare con noi, dalla parte dei milanesi ”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dai nuovi metodi per la qualità e la sicurezza alla digitalizzazione e innovazione dei processi produttivi

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 luglio 2022

Dalla riduzione dell’impatto ambientale delle produzioni – consumi d’acqua, territori, emissioni – a nutrizione e salute. Dalla tracciabilità e dalla legislazione di settore al design e alla creatività applicati alla buona tavola. E molti altri temi e materie sui quali giovani talenti di ogni Paese potranno formarsi in Emilia-Romagna grazie a ‘Food-ER’, l’università internazionale dell’agroalimentare. Food-ER consentirà di progettare e avviare, entro il prossimo triennio, un insieme di attività di formazione tale che possa dare ai giovani gli strumenti per lavorare e dare risposte nuove nell’agri-food, guardando alla piena sostenibilità, anche in rapporto alla scarsità di risorse globali e ai cambiamenti climatici: master di secondo livello, laurea magistrale, alta formazione dedicata alle imprese, rafforzamento dei dottorati di ricerca. E di farlo a partire dalla Food Valley regionale, comparto d’eccellenza in Italia e a livello internazionale, col record europeo di prodotti Dop e Igp, aziende e gruppi industriali noti in tutto il mondo, così come saperi e tradizioni artigianali. ‘Food-ER, Emilia-Romagna International Network for Education and Industrial Research on Food and Beverage’ è il network voluto dalla Regione che vede insieme in primo luogo le quattro Università regionali, i soci fondatori: di Parma – capofila del progetto -, Modena e Reggio Emilia, Bologna, Ferrara. Oggi in Regione, a Bologna, la presentazione con il presidente Stefano Bonaccini, l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla, i rettori delle Università di Parma, Paolo Andrei, Bologna, Giovanni Molari, Ferrara, Laura Ramacciotti, Modena e Reggio Emilia, Carlo Adolfo Porro. Oltre ai docenti dell’Università Cattolica di Milano, sede di Piacenza, Francesco Timpano e Marco Trevisan, e il presidente della Fondazione Its Tech&Food, Massimo Ambanelli. Ai soci fondatori si affiancano infatti come soci aggregati l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, che già fa parte della Rete di Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna; il Clust-ER Agroalimentare, che riunisce soggetti pubblici e privati, centri di ricerca, imprese, enti di formazione; imprese regionali, sia quelle leader di filiera che le piccole e medie imprese, e i cinque quartieri fieristici internazionali: Bologna Fiere, Fiere di Parma, Fiere di Rimini – Ieg, Cesena, Fiere di Piacenza. Il progetto si avvia con lo stanziamento di 3 milioni di euro da parte della Regione. Con l’obiettivo di rendere l’Emilia-Romagna un polo di attrazione di talenti internazionali e garantire un flusso costante di alte specializzazioni necessario anche alla crescita delle filiere produttive, alla creazione di imprese innovative e start-up tecnologiche nel settore agroalimentare, alla ricerca pubblica e privata, per diventare sempre più punto di riferimento nel Paese e all’estero nell’affrontare e risolvere problematiche di grande attualità, per uno sviluppo sostenibile e rispettoso delle risorse naturali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protocollo sicurezza luoghi di lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2022

Le mascherine FFP2 restano un punto di riferimento fondamentale e il datore di lavoro dovrà assicurarne la disponibilità. Sarà poi suo compito individuare particolari gruppi di lavoratori ai quali fornirli, con riguardo ai soggetti fragili, sulla base di valutazioni del medico competente. Resta possibile il controllo della temperatura e vanno garantite ancora le misure di sanificazione dei locali. Sono questi alcuni dei contenuti del “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro”, che rinnova le indicazioni alla luce del nuovo contesto post-emergenziale, uscito ieri sera dal confronto tra i Ministeri del lavoro e della salute e Parti sociali.Il documento, si legge nel testo diffuso, “tiene conto delle misure di contrasto e di contenimento della diffusione del covid-19 negli ambienti di lavoro, già contenute nei Protocolli condivisi sottoscritti successivamente alla dichiarazione dello stato di emergenza” e aggiorna le linee guida “in considerazione dell’attuale situazione epidemiologica e della necessitaÌ di conservare misure efficaci per prevenire il rischio di contagio”. In particolare, da sfondo c’è “la circolazione di varianti ad alta trasmissibilità” riscontrata nelle ultime settimane. In questo senso, va “favorito ancora il confronto preventivo con le rappresentanze sindacali presenti nei luoghi di lavoro, e, per le piccole imprese, con le rappresentanze territoriali, tenendo conto della specificità di ogni singola realtà produttiva e delle situazioni territoriali”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Introdurre nelle scuole il tema sulla sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 luglio 2022

«Ci appelliamo al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ai sindacati della scuola e ai presidi di ogni singolo istituto scolastico affinché venga reintrodotto nelle scuole il tema della sicurezza stradale». A lanciare l’appello sono Alberto Pallotti, presidente dell’Associazione Familiari e Vittime della Strada ODV e dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada ODV, ed Elena Ronzullo, presidente dell’Associazione Mamme Coraggio e Vittime della Strada ODV, che hanno deciso di inviare una lettera aperta alle istituzioni, ai presidi e ai sindacati scolastici per sensibilizzare sull’importante dell’educare i giovani alla sicurezza stradale già tra i banchi di scuola.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Criminali informatici e sicurezza industriale

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2022

Le evidenze emerse sono numerose: l’indagine di Fortinet ha, per esempio, evidenziato che solo il 13% degli intervistati ha raggiunto una visibilità centralizzata di tutte le attività OT. Inoltre, solo il 52% delle organizzazioni è in grado di monitorare tutte le attività OT dal security operations center (SOC). Al contempo, il 97% delle organizzazioni globali considera l’OT un fattore di media/alta importanza rispetto al proprio rischio complessivo di sicurezza. Il report rivela inoltre come il 93% delle organizzazioni OT abbia subito almeno un’intrusione negli ultimi 12 mesi e il 78% ne abbia sperimentare più di tre. A seguito di queste minacce, quasi il 50% delle organizzazioni ha subito un’interruzione delle operazioni che ha influito sulla produttività, Non da ultimo, quando interpellate relativamente alla maturità della propria postura di sicurezza OT, solo il 21% delle organizzazioni ha raggiunto il livello 4, che include l’orchestrazione e il management

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fortinet: la carenza di competenze e violazioni nella sicurezza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 giugno 2022

Solo lo scorso anno, stima l’edizione 2022 del Rapporto Clusit, sono stati registrati a livello globale oltre 2 mila attacchi informatici gravi, con un aumento del 10% rispetto al 2021. L’Italia è tra i Paesi più colpiti al mondo da attacchi ransomware: la minaccia cyber rappresenta un fattore di massima criticità per la sicurezza del nostro Paese. Non si tratta però solo di un fattore tecnologico, ma anche e sempre più di competenza umana.Il tema è all’ordine del giorno, dato il recente varo della Strategia nazionale di cybersicurezza 2022-2026. Come sottolineato da Roberto Baldoni, direttore dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, “rafforzare la resilienza significa anche puntare sulla formazione di personale specializzato”, la cui mancanza è una delle debolezze del nostro Paese.Fortinet, che attraverso il proprio programma Security Training Academy mette a disposizione il proprio know-how e collabora con più di 400 istituzioni in tutto il mondo con l’obiettivo di formare 1 milione di professionisti a livello globale entro il 2026 per aumentare la consapevolezza e le competenze informatiche, ha analizzato il problema attraverso la sua prima Global Skill Gap Survey. L’indagine ha rilevato che, anche se lo skill gap in ambito cyber ha contribuito all’80% delle violazioni di sicurezza informatica totali, il 60% delle organizzazioni ha difficoltà con il recruitment di figure cyber e il 52% fa fatica a trattenere i talenti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavoro: Mura (Pd), più ispettori per legalità e sicurezza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 Maggio 2022

“L’aumento rapido e deciso del personale all’Ispettorato nazionale del lavoro viene incontro a una situazione che richiede un’adeguata capacità di controllo, sia del lavoro sommerso sia del rispetto delle misure di sicurezza. Sono due aspetti che presentano pesanti criticità e richiedono interventi preventivi e anche repressivi. Bene ha fatto il ministro Orlando a impegnarsi con il sostegno di tutto il Pd su questo fronte, i cui primi risultati vedremo concretizzarsi in tempi brevissimi. Ovviamente gli interventi necessari non si fermano qui, per invertire certe tendenze dobbiamo coinvolgere tutto il sistema di organizzazione del lavoro, assieme a categorie e sindacati. Solo così modernizzeremo il Paese”. Lo dichiara la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), dopo che il direttore dell’Inl Bruno Giordano ha annunciato l’assunzione di circa 700 nuovi ispettori entro il prossimo mese di giugno.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare europea

Posted by fidest press agency su sabato, 23 aprile 2022

Finora la Commissione europea non ha espresso preoccupazioni in relazione alla sicurezza alimentare europea a seguito dell’attacco dell’Ucraina da parte della Russia, tuttavia secondo Compag è innegabile che i flussi commerciali cambieranno e che i mercati mondiali verranno ulteriormente destabilizzati a causa della mancanza di prodotti alimentari ucraini e dei forti aumenti dei prezzi di gas naturale e concimi. Spetta all’UE colmare il divario di produzione per far fronte alla prevista carenza di alcune materie prima, come ad esempio il frumento e il mais, provenienti dall’Ucraina. “Riteniamo – continua Manara – che sia necessario salvaguardare e aumentare la produzione nazionale ed europea di cereali, come il frumento e il mais, per rispondere ai bisogni e coprire i costi anche delle fasi successive a quella agricola. La PAC può essere uno strumento incentivante, ma occorre prevedere delle modifiche nel regime di aiuti ai fini della sopravvivenza di alcune colture strategiche per le filiere nazionali”. Il comparto dei cereali in Italia è fragile sotto molteplici punti di vista. Ne è un esempio la forte dipendenza del settore del mais dalle importazioni, che ammontano a oltre il 50% del fabbisogno interno e di cui l’Ucraina è il secondo principale fornitore italiano, percentuale che arriva al 63% nel caso del frumento tenero (dati Ismea). Secondo Compag, per conferire slancio e vitalità alle relative filiere produttive – apportando vantaggi anche dal punto di vista climatico e ambientale – sarebbe necessario introdurre una nuova misura di sostegno accoppiato per il mais (la coltura che ha sofferto maggiormente della contrazione di superficie e produzioni), oltre a prevedere elementi di flessibilità per quanto riguarda l’obbligo della rotazione sui terreni a seminativi, a vantaggio dell’ambiente e delle biodiversità, e l’inserimento di una coltura secondaria per fissare l’azoto. È fondamentale che la gestione degli aiuti tenga conto delle necessità e delle difficoltà del settore dei seminativi. Compag non mette in discussione gli obiettivi ambientali della PAC (ad esempio quelli che mirano a ridurre drasticamente l’uso dei prodotti fitosanitari e delle concimazioni minerali), ma ritiene sia necessario inserirli nel contesto attuale per evitare che essi possano ledere la produzione e dunque la sicurezza alimentare. Ciò sarà possibile solo introducendo nuove tecnologie e tecniche di coltivazione testate scientificamente nei tempi necessari. Inoltre, la (seppur necessaria!) transizione va organizzata attraverso opportuni servizi di consulenza e formazione per gli agricoltori da parte di soggetti qualificati. Tale aspetto non dovrà mancare nella programmazione 2023-2027. Infine, è più che mai urgente l’ammodernamento dei centri di stoccaggio, considerata l’attuale fase storica che impone una accurata gestione degli stock, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Insieme ad altre sigle della filiera cerealicola e zootecnica, COMPAG ha già inviato al Mipaaf alcune istanze riguardo alla modifica del Piano Strategico Nazionale della PAC (che dovrà pervenire alla Commissione entro il 31 luglio). Non resta che attendere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Nuovo protocollo sicurezza

Posted by fidest press agency su martedì, 5 aprile 2022

L’Anief ribadisce il suo secco No all’utilizzazione dei docenti rientrati dalla sospensione trattandoli come personale inidoneo alla funzione e, all’incontro previsto oggi per la sottoscrizione tra Ministero e sindacati del nuovo protocollo sicurezza, confermerà la propria posizione anche riguardo l’uso della DAD e della DDI, da superare visto il termine dello stato di emergenza sanitaria, e la dotazione da parte delle scuole di FFP2 ad alunni e personale in caso di attivazione delle procedure previste al verificarsi di almeno quattro casi di positività all’infezione da SARS-CoV-2 nelle classi.Inoltre, in attuazione di quanto stabilito nel PNRR, l’Anief chiederà la conferma dell’organico Covid anche per il prossimo anno scolastico e di procedere entro un mese alla mappatura delle condizioni strutturali-logistiche degli edifici scolastici al fine di programmare, in uno specifico tavolo con i sindacati, gli interventi relativi alla revisione dei criteri sul dimensionamento scolastico e sul rapporto alunni–personale scolastico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »