Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 151

Posts Tagged ‘sicurezza’

Lavoro: Mura (Pd), più ispettori per legalità e sicurezza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 Maggio 2022

“L’aumento rapido e deciso del personale all’Ispettorato nazionale del lavoro viene incontro a una situazione che richiede un’adeguata capacità di controllo, sia del lavoro sommerso sia del rispetto delle misure di sicurezza. Sono due aspetti che presentano pesanti criticità e richiedono interventi preventivi e anche repressivi. Bene ha fatto il ministro Orlando a impegnarsi con il sostegno di tutto il Pd su questo fronte, i cui primi risultati vedremo concretizzarsi in tempi brevissimi. Ovviamente gli interventi necessari non si fermano qui, per invertire certe tendenze dobbiamo coinvolgere tutto il sistema di organizzazione del lavoro, assieme a categorie e sindacati. Solo così modernizzeremo il Paese”. Lo dichiara la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), dopo che il direttore dell’Inl Bruno Giordano ha annunciato l’assunzione di circa 700 nuovi ispettori entro il prossimo mese di giugno.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare europea

Posted by fidest press agency su sabato, 23 aprile 2022

Finora la Commissione europea non ha espresso preoccupazioni in relazione alla sicurezza alimentare europea a seguito dell’attacco dell’Ucraina da parte della Russia, tuttavia secondo Compag è innegabile che i flussi commerciali cambieranno e che i mercati mondiali verranno ulteriormente destabilizzati a causa della mancanza di prodotti alimentari ucraini e dei forti aumenti dei prezzi di gas naturale e concimi. Spetta all’UE colmare il divario di produzione per far fronte alla prevista carenza di alcune materie prima, come ad esempio il frumento e il mais, provenienti dall’Ucraina. “Riteniamo – continua Manara – che sia necessario salvaguardare e aumentare la produzione nazionale ed europea di cereali, come il frumento e il mais, per rispondere ai bisogni e coprire i costi anche delle fasi successive a quella agricola. La PAC può essere uno strumento incentivante, ma occorre prevedere delle modifiche nel regime di aiuti ai fini della sopravvivenza di alcune colture strategiche per le filiere nazionali”. Il comparto dei cereali in Italia è fragile sotto molteplici punti di vista. Ne è un esempio la forte dipendenza del settore del mais dalle importazioni, che ammontano a oltre il 50% del fabbisogno interno e di cui l’Ucraina è il secondo principale fornitore italiano, percentuale che arriva al 63% nel caso del frumento tenero (dati Ismea). Secondo Compag, per conferire slancio e vitalità alle relative filiere produttive – apportando vantaggi anche dal punto di vista climatico e ambientale – sarebbe necessario introdurre una nuova misura di sostegno accoppiato per il mais (la coltura che ha sofferto maggiormente della contrazione di superficie e produzioni), oltre a prevedere elementi di flessibilità per quanto riguarda l’obbligo della rotazione sui terreni a seminativi, a vantaggio dell’ambiente e delle biodiversità, e l’inserimento di una coltura secondaria per fissare l’azoto. È fondamentale che la gestione degli aiuti tenga conto delle necessità e delle difficoltà del settore dei seminativi. Compag non mette in discussione gli obiettivi ambientali della PAC (ad esempio quelli che mirano a ridurre drasticamente l’uso dei prodotti fitosanitari e delle concimazioni minerali), ma ritiene sia necessario inserirli nel contesto attuale per evitare che essi possano ledere la produzione e dunque la sicurezza alimentare. Ciò sarà possibile solo introducendo nuove tecnologie e tecniche di coltivazione testate scientificamente nei tempi necessari. Inoltre, la (seppur necessaria!) transizione va organizzata attraverso opportuni servizi di consulenza e formazione per gli agricoltori da parte di soggetti qualificati. Tale aspetto non dovrà mancare nella programmazione 2023-2027. Infine, è più che mai urgente l’ammodernamento dei centri di stoccaggio, considerata l’attuale fase storica che impone una accurata gestione degli stock, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Insieme ad altre sigle della filiera cerealicola e zootecnica, COMPAG ha già inviato al Mipaaf alcune istanze riguardo alla modifica del Piano Strategico Nazionale della PAC (che dovrà pervenire alla Commissione entro il 31 luglio). Non resta che attendere.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Nuovo protocollo sicurezza

Posted by fidest press agency su martedì, 5 aprile 2022

L’Anief ribadisce il suo secco No all’utilizzazione dei docenti rientrati dalla sospensione trattandoli come personale inidoneo alla funzione e, all’incontro previsto oggi per la sottoscrizione tra Ministero e sindacati del nuovo protocollo sicurezza, confermerà la propria posizione anche riguardo l’uso della DAD e della DDI, da superare visto il termine dello stato di emergenza sanitaria, e la dotazione da parte delle scuole di FFP2 ad alunni e personale in caso di attivazione delle procedure previste al verificarsi di almeno quattro casi di positività all’infezione da SARS-CoV-2 nelle classi.Inoltre, in attuazione di quanto stabilito nel PNRR, l’Anief chiederà la conferma dell’organico Covid anche per il prossimo anno scolastico e di procedere entro un mese alla mappatura delle condizioni strutturali-logistiche degli edifici scolastici al fine di programmare, in uno specifico tavolo con i sindacati, gli interventi relativi alla revisione dei criteri sul dimensionamento scolastico e sul rapporto alunni–personale scolastico.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Energia. Rauti (FdI): serve piano nazionale per indipendenza e sicurezza

Posted by fidest press agency su sabato, 2 aprile 2022

“Siamo in ritardo. Serve con urgenza un piano nazionale per l’indipendenza e la sicurezza energetica. Ed in questa direzione bisogna rivedere anche il Recovery Fund ed il PNRR. L’Italia deve produrre più energia investendo su tutte le fonti che abbiamo . Il futuro sono le energie rinnovabili, ma dobbiamo essere consapevoli che al momento bisogna utilizzare tutte le risorse che sono a disposizione ”.Così Isabella Rauti, vicepresidente vicario di Fratelli d’Italia al Senato, nel corso della trasmissione “Oggi è un altro giorno” in onda su Rai1. “La Russia ci ricatta politicamente ed economicamente chiedendo i pagamenti per il gas in rubli e, ora, anche minacciando di non esportare più il grano verso i Paesi che giudica “non amici”. L’energia, che è una risorsa sociale e che dovrebbe essere un diritto universale garantito, è diventata un’arma di ricatto geopolitico. È chiaro il rischio che stiamo correndo, considerando che l’anno scorso il 38 per cento del fabbisogno nazionale di gas lo abbiamo importato dalla Russia”, conclude la senatrice Rauti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno su sicurezza alimentare

Posted by fidest press agency su sabato, 2 aprile 2022

Roma. Lo scenario internazionale ha scatenato sul comparto agroalimentare italiano una ‘tempesta perfetta’ che mina alle fondamenta l’impianto delle politiche e delle scelte compiute a livello comunitario. È necessario, pertanto, riaprire il dibattito sulle fragilità dell’Unione europea, ad iniziare dalla prossima programmazione sino al 2027 della Politica Agricola Comune. Pur rimanendo nel solco della sostenibilità ambientale, tracciata nelle strategie comunitarie del ‘Green Deal’ e della ‘Farm to Fork’, diviene fondamentale ricalibrare le misure affinché vengano assicurate le riserve strategiche di alimenti dell’Unione europea. Se ne parlerà in un convegno organizzato dalla FIDAF (Federazione Italiana dottori in Scienze Agrarie e Forestali), in collaborazione con l’UNASA (Unione Nazionale delle Accademie per le Scienze Agrarie), la Società Geografica Italiana e l’Onorevole Filippo Gallinella (M5S), presidente della Commissione Agricoltura della Camera, che si terrà mercoledì 27 aprile a Roma. All’evento parteciperanno i rappresentanti delle associazioni agricole e alimentari e il mondo universitario e della ricerca.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza alimentare: necessaria maggiore azione UE

Posted by fidest press agency su domenica, 27 marzo 2022

In una risoluzione adottata giovedì, i deputati chiedono un’azione UE urgente per garantire la sicurezza alimentare dentro e fuori i confini dell’Unione, a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina.Nel testo si sollecita un aiuto immediato sotto forma di forniture alimentari per l’Ucraina e il rilancio della strategia di produzione alimentare UE.Il testo non legislativo è stato approvato con 413 voti favorevoli, 120 contrari e 49 astensioni.In considerazione del grave impatto che l’attacco russo all’Ucraina dovrebbe avere sulla sicurezza alimentare, il Parlamento chiede un aiuto alimentare umanitario per il popolo ucraino a lungo termine, sia dall’UE sia dalla comunità internazionale.L’UE dovrebbe aprire dei corridoi alimentari da e verso l’Ucraina, da utilizzare come alternativa ai porti chiusi del Mar Nero. Inoltre, bisognerebbe dotare gli agricoltori ucraini di carburante semi e fertilizzanti.La pandemia di COVID-19 e la guerra in Ucraina hanno reso necessaria una riduzione della dipendenza UE dalle importazioni da un numero troppo limitato di fornitori.Per questo, i deputati chiedono di diversificare le forniture provenienti dai paesi terzi. Inoltre, la Commissione dovrebbe valutare in che modo mitigare, nel breve termine, l’impatto dei prezzi elevati dei fertilizzanti sugli agricoltori.Il Parlamento propone anche il passaggio a fonti alternative di nutrienti organici per l’agricoltura e un sostegno all’innovazione agricola, così da ridurre, nel lungo termine, la dipendenza dalle importazioni di fertilizzanti.A causa dell’interruzione delle importazioni agricole, i deputati chiedono di aumentare la produzione alimentare interna e di utilizzare i terreni agricoli solo per la produzione di cibo e mangime.Per affrontare i bisogni immediati, si dovrebbe concedere agli agricoltori l’utilizzo dei terreni messi a riposo per la produzione di colture proteiche, nel corso del 2022.Infine, la Commissione dovrebbe fornire sostegno ai settori più colpiti e mobilitare la riserva di crisi di 479 milioni di euro, mentre i Paesi UE dovrebbero essere autorizzati a concedere agli operatori del mercato agricolo aiuti di stato.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Guerra in Ucraina: dibattito sul futuro della sicurezza europea

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2022

I deputati europei hanno discusso con la Prima ministra estone, Kaja Kallas, e il Capo della politica estera dell’UE, Josep Borrell, il ruolo dell’Europa in un mondo che cambia e la situazione relativa alla sicurezza del continente in seguito all’aggressione russa in Ucraina.In aperura di dibattito, la Presidente del Parlamento Roberta Metsola ha sottolineato ciò che l’UE deve fare per rispondere all’invasione della Russia e ai tentativi del Cremlino di destabilizzare l’ordine di sicurezza europeo: “Dobbiamo rivalutare il ruolo dell’Europa in questo nuovo mondo. Dobbiamo aumentare i nostri investimenti nella difesa e nelle tecnologie innovative. È il momento di fare passi decisivi per garantire la sicurezza di tutti gli europei. È il momento di costruire una vera Unione di difesa e di sicurezza e di ridurre la nostra dipendenza dal Cremlino. Ciò che abbiamo visto finora in termini di coordinamento, solidarietà e unità europea è senza precedenti – e deve essere il nostro modello futuro”.Ricordando ai deputati come lei stessa sia figlia di una deportata che Stalin mandò in Siberia, la Premier estone Kaja Kallas ha lodato le azioni che l’UE ha intrapreso per aiutare l’Ucraina e la solidarietà che i cittadini europei hanno mostrato a coloro che fuggono dalla guerra. Tuttavia, ha sottolineato: “Ci troveremo in questa situazione per un lungo periodo. Dovremo esercitare una pazienza strategica, perché la pace non arriverà domani”.Inoltre, la Prima ministra Kallas ha chiesto una “politica di contenimento intelligente” e ha sottolineato che è necessario per l’UE “di spingere di più e più velocemente per tagliare la nostra dipendenza energetica dal gas e dal petrolio russo” e rafforzare la difesa europea lavorando “fianco a fianco con la NATO”. Sul futuro dell’Ucraina, ha dichiarato: “Non è solo nel nostro interesse dare all’Ucraina una prospettiva di adesione: è anche nostro dovere morale farlo. L’Ucraina non sta combattendo per l’Ucraina: sta combattendo per l’Europa. Se non ora, quando?”Il Capo della politica estera dell’UE, Josep Borrell, ha sottolineato come la guerra in corso “lascerà un segno nella storia” e che l’UE e i suoi cittadini devono compiere uno sforzo collettivo per ridurre la loro dipendenza energetica dalla Russia. Questo include anche il dover spiegare ai cittadini “che il nostro stile di vita ha un costo”. L’Europa dovrà essere pronta a pagare il prezzo per rispondere alla Russia, e le conseguenze di questa guerra saranno di lunga durata e modelleranno le politiche europee per anni e decenni a venire.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza informatica all’Ucraina

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 marzo 2022

Bitdefender, leader mondiale nel settore della cybersicurezza, ha annunciato oggi di aver ampliato la sua collaborazione con il National Cyber Security Directorate (DNSC) della Romania per fornire gratuitamente le sue competenze nell’ambito della sicurezza informatica, della threat intelligence e della tecnologia per sostenere il popolo ucraino e i suoi alleati. !n una dichiarazione congiunta è scritto: “I recenti eventi geopolitici hanno trasformato il mondo che conoscevamo. Dobbiamo essere uniti nell’affrontare le crescenti sfide di cybersecurity di oggi e per gli anni a venire.Condividendo la stessa missione e gli stessi valori di integrità, libertà e resilienza, il National Cyber Security Directorate (DNSC) della Romania fornirà in collaborazione con Bitdefender consulenza tecnica, threat intelligence e, gratuitamente, tecnologia di cybersecurity a qualsiasi azienda, istituzione governativa o privato cittadino dell’Ucraina per tutto il tempo necessario.Inoltre, il National Cyber Security Directorate, in collaborazione con Bitdefender, fornirà gratuitamente per un anno le tecnologie di sicurezza informatica di Bitdefender a qualsiasi azienda o ente pubblico dello spazio NATO o dell’Unione Europea che cerchi di migliorare le proprie infrastrutture di sicurezza informatica sostituendo le soluzioni giudicate inaffidabili dal punto di vista tecnico o geopolitico.La Romania ritiene che il cyberspazio debba essere sicuro e resiliente, e che nessun interesse geopolitico o militare debba influenzare la vita delle persone e la sfera professionale.Rimaniamo impegnati ad aiutare tutti i cittadini, il settore pubblico e privato del mondo libero e democratico, per mantenere il nostro mondo un luogo senza conflitti. Invitiamo pertanto tutti gli stati membri della NATO e dell’Unione Europea a contribuire a questo sforzo.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rafforzamento della sicurezza marittima

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2022

Sono state adottate due serie di conclusioni del Consiglio dell’UE per estendere e rafforzare il concetto di presenza marittima coordinata (CMP) dell’Unione nel Golfo di Guinea e nell’Oceano Indiano nord-occidentale, confermando il costante impegno dell’UE e dei suoi Stati membri a favore della sicurezza marittima. L’ECSA accoglie con favore l’estensione della CMP nel Golfo di Guinea fino al 2024, poiché questa regione rimane un pericoloso focolaio di pirateria e un’area a rischio per l’operatività delle navi e la sicurezza dei loro equipaggi. Infatti, nonostante la riduzione del numero complessivo di incidenti nell’ultimo anno, i casi registrati di recente sono un valido promemoria della continua minaccia della pirateria. Sebbene gli armatori continuino a svolgere il loro ruolo per mitigare il rischio, l’azione del governo rimane fondamentale attraverso lo spiegamento di risorse navali adeguate, lo sviluppo delle capacità e il supporto all’Architettura Yaoundé.L’ECSA è stata da subito favorevole allo sviluppo della presenza marittima coordinata e continua a sostenerne l’applicazione. La presenza marittima coordinata nell’Oceano Indiano nordoccidentale, avviata dalle conclusioni del Consiglio, può migliorare il coordinamento e le sinergie tra le iniziative dell’UE nell’area e la cooperazione con gli attori regionali e internazionali.Inoltre, l’ECSA esprime forte apprezzamento per il riconoscimento da parte degli Stati membri dell’importanza dell’operazione ATALANTA e del ruolo che questa ha svolto e che continua a svolgere per la sicurezza nella regione. Gli armatori europei sostengono il mandato dell’Operazione che garantisce stabilità nella regione e fornisce un supporto essenziale in termini di condivisione e comunicazione delle informazioni.“L’Unione europea ha dimostrato la sua leadership con iniziative all’avanguardia per affrontare la pirateria nell’Oceano Indiano nord-occidentale come l’operazione ATALANTA. L’estensione della presenza marittima coordinata è un’ulteriore conferma dell’impegno dell’UE e degli Stati membri a rafforzare la sicurezza marittima in aree chiave, e in particolare nel Golfo di Guinea. L’ECSA evidenzia la sua volontà di continuare a lavorare con la Commissione e con gli Stati membri per garantire la sicurezza dei nostri marittimi e un ambiente stabile per il trasporto marittimo dell’UE, lo sviluppo regionale e il commercio mondiale ” ha dichiarato Luisa Puccio Direttrice per la politica marittima e commerciale dell’ECSA.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza dei giocattoli: servono regole UE più forti per proteggere i bambini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2022

Bruxelles. Secondo i deputati, nonostante la direttiva sulla sicurezza dei giocattoli (DSG) garantisca un elevato livello di protezione dei bambini, alcuni dei fabbricanti di paesi terzi che vendono i propri prodotti nel mercato unico, in particolare attraverso i mercati online, non rispettano la legislazione dell’UE. Di conseguenza, molti giocattoli venduti nell’UE presentano ancor dei rischi significativi. In una risoluzione non legislativa approvata con 688 voti favorevoli, 6 contrari e un’astensione, i deputati chiedono alla Commissione e ai Paesi UE di intensificare le misure per garantire che tutti i giocattoli immessi sul mercato UE siano conformi alla DSG, indipendentemente dal luogo di fabbricazione. I giocattoli che vengono immessi sul mercato dell’UE devono essere conformi alle norme UE sulle sostanze chimiche. La Commissione dovrebbe garantire che gli interferenti endocrini siano vietati nei giocattoli subito dopo la loro identificazione. Inoltre, la Commissione dovrebbe decidere se abolire l’attuale distinzione tra i giocattoli destinati ai bambini sotto i 36 mesi e quelli destinati ai bambini più grandi.Una futura revisione della DSG dovrebbe anche permettere di adattare rapidamente, se necessario, i valori limite per le sostanze chimiche pericolose, evitando situazioni in cui siano fissati valori diversi a livello nazionale.Il Parlamento invita i Paesi UE a coordinare le loro attività di vigilanza del mercato e a migliorare i controlli per individuare più efficacemente i giocattoli non sicuri. A tal fine, la Commissione dovrebbe esplorare l’uso di nuove tecnologie, come l’etichettatura elettronica e l’intelligenza artificiale.Sottolineando come i giocattoli connessi possano esporre i bambini a nuovi pericoli e rappresentare un rischio per la loro sicurezza, privacy e salute mentale, i deputati incoraggiano i produttori a integrare meccanismi di sicurezza nella progettazione dei loro giocattoli, ad esempio contro le minacce informatiche. Inoltre, chiedono alla Commissione di proporre delle regole per disciplinare tali questioni.La Commissione dovrebbe inoltre valutare se le etichette dei giocattoli non debbano includere anche informazioni sulla durata e la riparabilità del prodotto.I mercati online “dovrebbero essere tenuti ad assumersi maggiori responsabilità nel garantire la sicurezza e la conformità dei giocattoli venduti sulle loro piattaforme”, ad esempio rimuovendo i giocattoli non conformi e impedendone la ricomparsa.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investimenti in sicurezza informatica

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 febbraio 2022

Con la “nuova normalità” caratterizzata da modalità di lavoro in alternanza casa-ufficio e il costante aumento degli attacchi, molte imprese italiane hanno intrapreso o potenziato gli investimenti in sicurezza informatica. Nel 2021 il mercato della cybersecurity ha raggiunto il valore di 1,55 miliardi di euro, +13% rispetto al 2020, evidenziando un ritmo di crescita mai così elevato, con un 60% di grandi organizzazioni che ha previsto un aumento del budget destinato alle attività di sicurezza informatica. Il rapporto tra spesa in cybersecurity e PIL resta però limitato (0,08%), all’ultimo posto tra i Paesi del G7, ma l’Italia – insieme al Giappone – è l’unica nazione a non aver registrato una diminuzione nel corso dell’ultimo anno.Di fronte a una crescita costante delle minacce (1053 incidenti gravi nel primo semestre del 2021, +15% rispetto al primo semestre 2020, secondo i dati Clusit), ben il 31% delle grandi imprese italiane rileva un ulteriore aumento degli attacchi informatici nell’ultimo anno, che va a sommarsi a quello riscontrato nei primi mesi di emergenza. Una vera e propria “guerra cyber” in cui la sicurezza informatica è diventata la maggiore priorità di investimento nei diversi ambiti del digitale in Italia, non solo nelle grandi imprese, ma anche nelle piccole realtà. Le organizzazioni hanno come obiettivo innanzitutto accrescere la consapevolezza dei dipendenti sulle minacce informatiche: di fronte al diffondersi delle nuove modalità di lavoro, il 54% delle organizzazioni giudica necessario rafforzare le iniziative di sensibilizzazione al personale sui comportamenti da adottare. Se l’interesse delle imprese alla cybersecurity è ai massimi storici, cresce anche l’attenzione delle istituzioni, che hanno introdotto importanti misure in questo ambito. Il PNRR prevede nella Missione 1 investimenti per 623 milioni di euro in presidi e competenze di cybersecurity nella PA e nella Missione 4 ulteriori fondi per la ricerca e la creazione di partenariati su temi innovativi, tra cui la sicurezza informatica. È stata introdotta l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (ACN), verso cui le imprese si dimostrano aperte e disponibili: il 17% ha già stabilito la volontà di collaborare con l’Agenzia, più di metà (53%) è in attesa di linee guida e indicazioni, un ulteriore 22% vuole approfondire meglio il ruolo dell’organismo nell’ottica di individuare opportunità future.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XI edizione del Master in Sicurezza Economica, Geopolitica e Intelligence

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 febbraio 2022

Roma. 25 febbraio – 22 luglio 2022 Piazza San Marco 51. Al via le iscrizioni. si propone di formare esperti in geopolitica e geoeconomia con specifiche competenze nel campo dell’intelligence istituzionale ed economica, in grado di garantire la sicurezza di risorse ed investimenti. L’attuale contesto è caratterizzato dalla disponibilità di un’ampia quantità di informazioni e da scenari estremamente complessi ed in continua evoluzione che comportano nuovi rischi e pongono nuove esigenze di sicurezza; per questo, sono sempre più richiesti profili professionali dotati di concreta professionalità nell’organizzare e gestire l’attività di intelligence attraverso gli strumenti informatici delle nuove tecnologie digitali e in generale, nel campo delle strategie di utilizzo delle informazioni ai fini della sicurezza e della intelligence. Il Master della SIOI ha l’obiettivo di far acquisire le capacità di analisi dei rischi e delle opportunità dei mercati e dei settori industriali attraverso l’elaborazione di informazioni politiche, economiche, socio-culturali e di sicurezza, utili ad effettuare scelte strategiche efficaci sia per il mondo istituzionale, nazionale ed internazionale sia per quello delle imprese. Le lezioni si svolgeranno in modalità web live da febbraio a maggio 2022 e in modalità blended (online e in presenza) da giugno 2022, il venerdì pomeriggio dalle 14.00 alle 17.00 e il sabato dalle 9.30 alle 12.30.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terrorismo: Serracchiani, forze di sicurezza proteggono Paese

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2021

“Ringraziamo tutte le forze di sicurezza che hanno arrestato un sospetto affiliato all’Isis, con professionalità e secondo i canoni delle operazioni di prevenzione che si svolgono continuamente sul territorio nazionale. Le articolazioni delle forze dell’ordine e dell’intelligence proteggono il nostro Paese con un lavoro congiunto, giustamente poco esibito, di cui siamo grati per i risultati che produce. Qualsiasi altra considerazione esorbita dagli interessi prioritari della sicurezza nazionale rispetto a possibili minacce terroristiche”. Lo afferma la presidente del gruppo Pd alla Camera dei Deputati, Debora Serracchiani, commentando l’arresto, nel Cpr di Gradisca (Gorizia) di un cittadino tunisino sospettato di appartenere ad una cellula terroristica riconducibile all’Isis.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Infrastrutture e sicurezza

Posted by fidest press agency su martedì, 2 novembre 2021

By Donal Cantonetti. Si chiama NebSal – Corrosion Test Express il sistema tecnologico di prevenzione e di valutazione innovativo messo a punto dalla MotivexLab – Automotive Test Express, azienda che da anni studia le soluzioni al problema della corrosione presente nei metalli. “Nei nostri laboratori” spiega Elisabetta Ruffino fondatrice di MotivexLab – Automotive Test Express, “si simulano gli invecchiamenti che avvengono normalmente in ambienti naturali, accelerandone gli effetti. Grazie a Nebsal è possibile controllare in tempo reale come si comportano i prodotti, modificandone tempestivamente il processo produttivo, ed avviando velocemente la produzione”. Accertare la resistenza dei materiali rispetto ai processi corrosivi, è sicuramente uno dei modi migliori per valutare e parametrare le tempistiche delle attività di manutenzione necessarie, ma anche un intervento di protezione riveste un ruolo di primo piano.Il tema della corrosione, per troppo tempo trascurato, si e’ rivelato essere il punto comune per tante eventi di cui purtroppo ricordiamo bene la portata. Un esempio su tutti la tragedia del ponte Morandi, quella di Caprigliola tra la Spezia e Massa dello scorso anno, l’autostrada A6 lungo la Torino-Savona nel 2019, addirittura un tratto del viadotto Lauricella lungo la stradale 626 tra Ravanusa e Licata nel 2014. Disastri che hanno in comune una cattiva manutenzione ed una altrettanto inadeguata attività di prevenzione. “Anche perchè” continua la Ruffino “dal momento che i primi segni di ossidazione risultano visibili solamente dopo mesi o, addirittura anni dopo la vendita o la messa in posa del prodotto, spesso il problema è fra i più sottovalutati ed ignorati”. Nell’ambito edile, poi, la corrosione è ancora più complessa da affrontare, visto che nelle costruzioni gli elementi metallici ne costituiscono lo scheletro e non risultano visibili dall’esterno, come nel caso del cemento armato. La migliore soluzione, quindi, rimane quella della prevenzione dei fenomeni corrosivi.Un’importanza, quella della prevenzione e protezione, cruciale non solo sul piano economico. Se, stando a recenti stime, i danni economici derivanti dalla corrosione ammontano al 4% del Pil di un Paese industrializzato, al tempo stesso non vanno sottovalutati i rischi ambientali, quali il rilascio nell’ambiente di sostanze tossiche e inquinanti (ad esempio perdite in cisterne e tubature). É quindi di fondamentale importanza garantire quella che in gergo si chiama la passivazione del componente, un fenomeno di natura elettrochimica che può rallentare o impedire completamente la reazione dei materiali metallici che altrimenti questi ultimi subirebbero.By donal cantonetti

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Vaccini Covid, ecco i primi dati su efficacia e sicurezza della terza dose

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2021

L’efficacia relativa del vaccino anti-Covid dopo il richiamo, risulta del 95,6% contro la malattia, in una situazione in cui la variante Delta di Sars-CoV-2 è il ceppo prevalente. È quanto emerge dai primi dati sulla terza dose diffusi da Pfizer e Biontech. Si tratta dei risultati topline di uno studio randomizzato e controllato di fase 3 che valuta l’efficacia e la sicurezza di una dose “booster” di 30 µg del vaccino Pfizer/Biontech in più di 10mila over 16. Nel trial il richiamo è stato somministrato a persone che avevano ricevuto la serie primaria a due dosi dello stesso vaccino. E la terza iniezione ha “riportato la protezione del vaccino contro Covid agli alti livelli raggiunti dopo la seconda dose”, assicurano l’americana Pfizer e la tedesca Biontech, “mostrando un’efficacia vaccinale relativa del 95,6%, rispetto a coloro che non hanno ricevuto un richiamo”. Nel trial il tempo mediano tra la seconda dose e la somministrazione del richiamo (o del placebo per un secondo gruppo) è stato di circa 11 mesi. Il follow-up mediano è stato di 2,5 mesi. Durante il periodo di studio, ci sono stati cinque casi di Covid nel gruppo potenziato e 109 nel gruppo non potenziato. L’età media dei partecipanti era di 53 anni, con il 55,5% di età compresa tra i 16 e i 55 anni e il 23,3% over 65. Le analisi di più sottogruppi hanno mostrato che l’efficacia era coerente indipendentemente da età, sesso, razza, etnia o condizioni di comorbidità, si precisa in una nota in cui sono stati riepilogati i termini dello studio. Il profilo degli eventi avversi è stato “generalmente coerente con altri dati di sicurezza clinica per il vaccino, senza problemi di sicurezza identificati”, si legge ancora. I risultati “forniscono un’ulteriore prova dei benefici dei booster. Miriamo a mantenere le persone ben protette contro questa malattia”, afferma Albert Bourla, presidente e Ceo di Pfizer, che garantisce continuità nell’impegno “per aumentare l’accesso globale e la diffusione” del prodotto “tra i non vaccinati”, e ribadisce di ritenere “fondamentale” anche il ruolo dei booster nell’affrontare la pandemia. “Non vediamo l’ora di condividere questi dati con le autorità sanitarie – aggiunge – e di lavorare insieme per determinare come possono essere utilizzati per supportare il lancio di dosi di richiamo in tutto il mondo”. Dati che, dichiara Ugur Sahin, Ceo e co-fondatore di Biontech “si aggiungono al corpo di evidenze scientifiche che suggeriscono che una dose di richiamo del nostro vaccino può aiutare a proteggere un’ampia popolazione di persone da questo virus e dalle sue varianti”. Le aziende prevedono di condividere questi dati con la Food and Drug Administration (Fda) statunitense, con l’Agenzia europea del farmaco Ema e altre agenzie regolatorie del mondo “il prima possibile”. Nel frattempo, in vista dell’inverno che incombe e del rischio dell’arrivo di nuove varianti, il governo italiano punta ad accelerare l’inoculazione del cosiddetto booster: «Considerata l’attuale ampia disponibilità di vaccino e la perdurante elevata potenzialità di somministrazione», si proceda «con immediatezza ad effettuare i richiami vaccinali in parallelo a tutte le categorie indicate, fermo restando il solo vincolo del rispetto dell’intervallo temporale di almeno sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario», scrive in una circolare il commissario per l’Emergenza, Francesco Figliuolo alle Regioni. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, inoltre, alla Camera annuncia che – oltre a residenti nelle Rsa, personale sanitario, ultrasessantenni e fragili di ogni età – si valuterà la terza dose «eventualmente anche per altre categorie che oggi sono fuori».Intanto, per fare fronte alle richieste di tamponi da parte dei cittadini ai fini del green pass, Figliuolo chiede alle farmacie di restare aperte oltre l’orario di lavoro e anche nei giorni previsti di chiusura. Il commissario Figliuolo, sentito il ministero della Salute, ha dunque chiesto alle Regioni di agevolare le farmacie affinché possano continuare a effettuare i tamponi antigenici rapidi oltre gli orari e nelle giornate di chiusura e possano eseguire i tamponi anche nei casi in cui i soggetti non si siano prenotati. L’adesione, da parte delle farmacie, spiega all’Ansa Roberto Tobia, segretario nazionale di Federfarma, «sarà su base volontaria e le farmacie che vorranno aderire devono comunicarlo alle aziende sanitarie locali e all’amministrazione comunale. È ancora troppo presto per una valutazione di quanti farmacisti risponderanno positivamente ma va sottolineato che alcune esperienze pilota di questo tipo sono già partite sul territorio». (Fonte doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso “Una tesi per la Sicurezza Nazionale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 ottobre 2021

Vanessa Chimienti, laureatasi all’Università per Stranieri di Perugia in Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo è la vincitrice (insieme ad altri sei neolaureati) del concorso “Una tesi per la Sicurezza Nazionale”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, per sensibilizzare i giovani sui temi dell’interesse nazionale e della geopolitica.Vanessa ha ricevuto ieri il premio presso la sede dei Servizi Segreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri alla presenza dell’Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica, Franco Gabrielli, del direttore generale del Dis, Elisabetta Belloni, del direttore dell’Aisi, Mario Parente, e del vicedirettore dell’Aise, Luigi della Volpe.Un riconoscimento di prestigio assoluto, conseguito con la sua tesi: “Implications: Using Yemen as case-study to analyze the phenomenon”, di cui è stato relatore relatore il professor Emidio Diodato, presidente del corso di Laurea Magistrale in Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione: Sicurezza, dati Legambiente poco allegri

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 ottobre 2021

Secondo l’analisi di Legambiente la scuola italiana non gode di ottima salute: la metà degli edifici è senza agibilità e i ritardo del Sud su tempo pieno e mense è tangibile. Infatti, come riporta anche Corriere della Sera, “il patrimonio edilizio scolastico in Italia è «vetusto e poco sostenibile: un edificio su due non ha ancora il certificato di collaudo statico (46,8%), di agibilità (49,9%), prevenzione incendi (43,9%). Sale al 41% nel 2020 la percentuale degli edifici che hanno necessità di manutenzione urgente contro il 29,2% del 2019. Lo afferma il XXI rapporto di Ecosistema Scuola (dati 2020) di Legambiente sulla qualità dell’edilizia scolastica e dei servizi, sullo stato di salute di 7.037 istituti di 98 capoluoghi di provincia, frequentati da oltre 1,4 milioni di studenti. I nuovi edifici costruiti con criteri di bioedilizia sono lo 0,9%. La maggiore fragilità strutturale viene indicata nelle aree interne più soggette a terremoti e a fenomeni di dissesto mentre la fragilità sociale legata alla povertà educativa e materiale è individuata nelle periferie urbane. Gli edifici in area sismica 1 in tutta la Penisola sono il 4,1%, e quelli in area sismica 2 sono il 30,9%. Al Sud gli edifici complessivamente posti in entrambe le aree sono 86,2%”. Deve far riflettere anche il dato che vede un notevole divario tra nord e sud. Circa il 56% degli edifici scolastici del meridione necessita di interventi urgenti contro il 36% di quelli del Nord. Ci sono evidenti emergenze strutturali che vanno al più presto sanate e consolidate con interventi di manutenzione urgenti. È necessario creare nuove strutture innovative ad hoc, di educazione e istruzione, pensate con gli ultimi orientamenti pedagogici, in modo da sperimentare nuove modalità educative con adeguati impianti sportivi/palestre e impianti outdoor per ridurre il rischio diffusione SARS-CoV-2. Per gli edifici storici del nostro patrimonio edilizio, anche se vetusto, vanno certamente valorizzati e ammodernati sanando le fragilità strutturali. Un edificio su due non dispone ancora di un certificato di collaudo storico o di agibilità e/o di prevenzione incendi, meno dell’1% gli edifici costruiti con criteri di bioedilizia e 387 classificati in classe energetica A. Secondo i dirigenti scolastici Udir il Pnrr rappresenta certamente un’occasione d’oro che non si può perdere; infatti, mai come adesso urge intervenire, investendo nel patrimonio edilizio scolastico italiano, sfruttando i fondi del piano. Il PNRR porterà nel mondo della scuola ben 18 miliardi di euro, una cifra davvero enorme. Il rapporto di Legambiente “Ecosistema scuola” del 2020 mette a nudo tutte le verità sulla qualità dell’edilizia scolastica nel nostro Paese, non lasciando spazio a dubbi. Dal quadro emerso urge intervenire, investendo nell’ammodernamento del nostro patrimonio edilizio scolastico sfruttando i fondi in arrivo dal PNRR. Di questi fondi ben 800 milioni sono destinati per realizzare circa 600 nuove scuole.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Lavoro: Mura (Pd), si è cercata competitività tagliando in sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2021

“Per un deficit di investimenti in innovazione la competitività si è cercata tagliando sui costi del lavoro tra cui la sicurezza, dimenticando che proprio la sicurezza è elemento che contribuisce a creare competitività, oltre che qualità del lavoro. Anche in questo momento di ripresa della produzione assistiamo a un aumento degli incidenti sul lavoro perché probabilmente la sicurezza e la formazione sono vissute come un costo, senza pensare che paghiamo anche un costo sociale oltre che umano”. Sono alcuni concetti espressi oggi dalla presidente della commissione Lavoro Romina Mura (Pd), partecipando al dibattito organizzato dalla Confsal sulla sicurezza sul lavoro, con la partecipazione tra gli altri del segretario generale Angelo Raffaele Margiotta e del consigliere CDA Inail Cesare Damiano. Ricordando che “la maggior parte dei diritti dei lavoratori si sono costruiti in una dimensione collettiva e sociale”, Mura ha spiegato che “bisogna ricostruire una cultura del lavoro in cui si tengono assieme l’interesse del lavoratore, la responsabilità sociale delle imprese e la competitività delle aziende. Non esistono azioni salvifiche per aumentare la sicurezza sul lavoro, serve invece una strategia – ha sintetizzato la parlamentare – per mettere in stretta comunicazione i diversi soggetti che operano e interagiscono nel mondo del lavoro”.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Esercizio in sicurezza delle attività scolastiche

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2021

È stata “pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge 24 settembre n 133 contenente la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111, recante misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti”. Udir sottolinea come la prima regola per limitare il contagio del virus sia certamente il distanziamento sociale, utile ad arrestare la corsa del Coronavirus, poiché il Green pass da solo non può certamente essere la risoluzione del problema. Il giovane sindacato ha affermato anche che le azioni da attuare restano altre, come quella di mantenere il distanziamento minimo tra gli alunni, l’incremento delle sedi di presidenza e di spazi per permettere il dimezzamento degli alunni per classe.Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, ha affermato che “bisogna intervenire sulle classi pollaio, che sono ancora molte. I fondi per mettere fine a questo problema ci sarebbero, ma bisogna prendere la decisione di agire, e presto. Come Udir abbiamo presentato molte proposte di modifica: il fine sarebbe quello di recuperare almeno 400 sedi di scuole autonome. Bisogna pensare che a oggi abbiamo 8mila scuole autonome per 42mila plessi, 12 anni fa erano più di 12mila”. Il decreto prevede che nell’anno scolastico in corso, l’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della secondaria di primo e secondo grado e universitaria sarà svolta in presenza. Dal 1° settembre il Green pass obbligatorio per “tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione e universitario; per gli studenti universitari”, sempre che seguano le lezioni in presenza; allievi delle “istituzioni di alta formazione musicale e coreutica; coloro che svolgono attività di altre istituzioni di alta formazione collegate all’università”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Moto GP, Sbk e sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 ottobre 2021

“In merito alle polemiche che si sono scatenate sulle tristi verità delle gare di motociclismo ad ogni livello, anche Marquez, ha ammesso che “si sta lavorando duramente sulla sicurezza dei circuiti, dell’abbigliamento e di tutto il resto”. Ma non dice il perché in quanto non vuole alimentare polemiche con le federazioni nazionali ed internazionali, che a tutt’oggi non hanno evidenziato alcuna proposta se non un tavolo di confronto sull’Istituzione di una patente a punti proposta dal sottoscritto”. Lo ha dichiarato il pilota Michel Fabrizio, classe 1984, già campione italiano 125 sp 2001, Campione Mondiale Superstock 1000 nel 2003 e vice campione del mondo SBK nel 2009. “Inoltre penso che non è una questione personale tra me e lui ma una questione di salvaguardia dei più deboli che in questo specifico caso sono giovani e minorenni. È doveroso cambiare il regolamento, ed intervenire a 360 gradi, tempestivamente già dal 20/22. Le centinaia di migliaia di euro che servono per fare correre i ragazzi nei vari campionati nazionali ed internazionali sono sicuramente un ignobile deterrente per non far cambiare le cose!”, ha proseguito Fabrizio. “Non c’è più tempo per fare affermazioni generiche che servono solo a mantenere gli equilibri di potere economico e chiedo che si intervenga in maniera tempestiva tramite la stampa e le Istituzioni se si vuole realmente salvaguardare i giovani in questo sport. Non solo Valentino Rossi conferma le sue paure relativamente ai rischi che si corrono per l’aggressività dei nuovi piloti da qualche anno a questa parte, ma anche Franco Morbidelli chiede ai piloti professionisti di dare il buon esempio in pista.Eclatante l’affermazione di Espargarò che dichiara come i suoi figli non correranno mai ma giocheranno a tennis. Inoltre, aggiunge che“il vero problema sta nella direzione che questo sport sta intraprendendo”, quindi rinnovo l’invito alla Dorna e alla Federazione Internazionale di aprire un tavolo di confronto con persone esperte che comincino a riscrivere le regole a salvaguardia dei giovani per aumentare la sicurezza in questo sport e portarla ai livelli di garanzia che è arrivata la Formula 1 oggi. Basta con le promesse aspettando che il tempo passa e tutto il mondo si dimentica di ciò che è accaduto”, ha concluso Fabrizio.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »