Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘simest’

Progetti allo studio per SACE SIMEST negli Emirati Arabi Uniti

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 aprile 2019

Nel corso della missione, è stato firmato un importante accordo di riassicurazione con la export credit company emiratina (ECI), che consentirà a SACE BT, società operativa del Polo specializzata nell’assicurazione del credito a breve termine, di mettere a disposizione delle aziende italiane e delle loro controllate operanti negli Emirati Arabi Uniti, le proprie soluzioni assicurative a tutela del fatturato e di un’efficace gestione dei flussi di cassa.“Con Etihad Credit Insurance abbiamo costruito da tempo una partnership strategica, lavorando insieme per rafforzare il sostegno agli investimenti e all’interscambio tra i nostri Paesi, aumentando le opportunità e mitigando i rischi a cui si espongono le aziende italiane che operano (e opereranno sempre più) su questo importante mercato – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore delegato di SACE – Con questo accordo, riusciremo a raggiungere in modo ancora più efficace le aziende Italiane e le loro controllate e partecipate attive negli Emirati con soluzioni utili a proteggere il loro business e migliorare concretamente la gestione dei flussi finanziari”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE SIMEST (Gruppo CDP) e ANIMP a sostegno dell’impiantistica industriale italiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 gennaio 2019

SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, e ANIMP, l’Associazione nazionale di impiantistica industriale, hanno sottoscritto un accordo con l’obiettivo di sostenere la crescita internazionale delle molte aziende attive nel settore.
Grazie all’accordo le aziende potranno accedere alle soluzioni messe a disposizione dal Polo SACE SIMEST per i progetti di internazionalizzazione e le commesse sui mercati internazionali. Inoltre, nell’ambito della partnership, le parti si impegnano a organizzare incontri formativi periodici con le imprese interessate, ad approfondire le tematiche relative agli strumenti a supporto di export e internazionalizzazione, e a promuovere eventi focalizzati sulle opportunità di business con l’obiettivo di facilitare le Associate nell’ottenimento di nuove commesse sui mercati internazionali.
“Questo accordo formalizza una collaborazione già avviata con ANIMP per sostenere lo sviluppo internazionale delle tante aziende che si occupano di impiantistica industriale – ha dichiarato Simonetta Acri, Chief Sales Officer di SACE -. In un momento in cui i settori dell’oil&gas e dell’energia stanno affrontando nuove sfide globali, è importante per le aziende che vi operano poter cogliere le migliori opportunità di business dotandosi delle soluzioni adatte a gestire i rischi connessi all’attività sui mercati esteri. Grazie alla nostra esperienza maturata in oltre 40 anni di attività in circa 200 paesi, le imprese potranno inserirsi in nuove geografie e far crescere sempre di più uno dei settori d’eccellenza del Made in Italy”.“Siamo molto soddisfatti di aver firmato l’accordo con SACE, frutto del comune impegno a sostenere l’internazionalizzazione delle nostre imprese, con particolare riferimento alle PMI – ha dichiarato Antonio Careddu, Presidente ANIMP -. Grazie a una maggiore formazione, tramite training mirati, e alla condivisione degli strumenti messi a disposizione da SACE SIMEST per ottenere finanziamenti a tasso agevolato e promuovere piani di sviluppo, questa partnership si rivela di particolare importanza per le imprese associate, in quanto attiva meccanismi virtuosi per favorirne l’accesso ai mercati esteri. È inoltre un canale importante per consolidare la presenza dell’impiantistica italiana sul mercato globale, a beneficio degli EPC Contractor e della relativa filiera”.SACE SIMEST conferma, con questa partnership, il pluriennale supporto all’impiantistica industriale, settore di eccellenza italiana le cui imprese risultano competitive su tutti i mercati internazionali. Nell’ambito della Push Strategy, questo accordo ha la finalità di avvicinare le PMI della filiera ai grandi contractors internazionali, adottando, insieme con ANIMP, un approccio di sistema imprescindibile per superare i vincoli posti dal limite dimensionale nell’accaparramento di grandi commesse internazionali.In questa direzione va il prossimo appuntamento previsto per il 6 febbraio a San Paolo (Brasile): il Polo SACE SIMEST ha organizzato un incontro di business matching fra alcune PMI italiane e tre grandi imprese brasiliane – Braskem, Petrobras e Nexa – attive rispettivamente nel settore petrolchimico, oil&gas, e minerario.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva Education to Export

Posted by fidest press agency su domenica, 9 dicembre 2018

SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, lancia Education to Export (E2E), il nuovo programma sviluppato con l’obiettivo di avvicinare le PMI ai mercati esteri e rafforzare la preparazione di quante già vi operano attraverso percorsi formativi digitali e in aula.Cuore di questo programma formativo, unico nel suo genere, è il portale e2e.sacesimest.it, piattaforma digitale dove le imprese possono accedere gratuitamente ad analisi, articoli, tutorial e testimonianze utili per muoversi nel mondo dell’export, attingendo a ben quattro percorsi online, pensati in funzione delle diverse esigenze e dei diversi gradi di proiezione internazionale delle aziende utenti – da chi deve muovere i primi passi a chi, già internazionalizzato, è pronto ad espandersi.“L’export è il grande motore di crescita dell’economia italiana e possiamo crescere ancora anche nell’export se riusciamo ad aiutare un numero sempre più importante soprattutto di PMI ad esportare in modo continuativo in un numero diversificato di mercati – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore Delegato di SACE –. Education to Export è dedicato soprattutto a loro, con l’obiettivo di mettere a disposizione in modo semplice e accessibile l’esperienza maturata da SACE SIMEST in quarant’anni di attività per orientarsi tra rischi, opportunità e soluzioni e fare dell’export una strategia aziendale vincente e di lungo periodo”.Education to Export non è solo digitale. Il programma offre anche diverse iniziative di formazione in aula, organizzate in partnership con altre importanti realtà del Sistema Paese. Ne sono un esempio i recenti incontri “Generation to Generation”, realizzati con Ortygia Business School e ICE-Agenzia dedicati alle aziende familiari del Mezzogiorno, e gli incontri “Export 360°”, realizzati a Salerno e Bologna in partnership con ICE-Agenzia e le sedi territoriali di Confindustria. Gli incontri in aula hanno già visto la partecipazione di oltre 150 imprese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo tra SACE SIMEST (Gruppo CDP) e Crédit Agricole Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

Il Gruppo Crédit Agricole e SACE Fct, società prodotto del Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP specializzata nei servizi di factoring, hanno finalizzato un accordo di collaborazione per consentire alle imprese fornitrici della Pubblica Amministrazione (PA) un accesso più semplice all’ampia gamma di servizi dedicati allo smobilizzo dei crediti. Grazie all’accordo le imprese clienti delle banche del Gruppo Crédit Agricole potranno rivolgersi alle oltre 1100 filiali presenti in tutta Italia per conoscere i servizi offerti da SACE Fct.“Questo accordo conferma il nostro impegno a raggiungere un numero sempre maggiore di imprese sul territorio con l’obiettivo di offrire agli imprenditori tutti gli strumenti necessari per gestire al meglio i flussi di cassa della propria azienda – ha dichiarato Paolo Alfieri, Direttore Generale di SACE Fct –. Collaborare con Crédit Agricole, un grande Gruppo Bancario dal respiro internazionale, ci permette di fare un ulteriore passo avanti in questa strategia”.“La collaborazione con SACE Fct – ha dichiarato Alessio Foletti, Responsabile della Direzione Banca d’Impresa di Crédit Agricole – conferma l’importanza per il Gruppo Crédit Agricole di supportare le Imprese Italiane nel loro percorso di sviluppo e crescita sostenibile. L’accordo consente infatti di rispondere al bisogno di liquidità, esigenza fortemente sentita nel mondo imprenditoriale italiano, contribuendo a mantenere o ripristinare l’equilibrio finanziario dell’impresa”.Le soluzioni offerte da SACE Fct – che nel 2017 ha smobilizzato 4,6 miliardi di euro di crediti – permettono alle imprese di generare liquidità attraverso la cessione pro solvendo o pro soluto dei crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione e di controparti corporate. L’offerta di prodotti del Gruppo Crédit Agricole si arricchisce di un nuovo importante tassello che si aggiunge ad un panel di strumenti di finanziamento già ricco ed apprezzato dalla clientela. Nel 2018 abbiamo risposto al fabbisogno finanziario delle Imprese (+2,7% lo sviluppo dei crediti rispetto a fine anno, di cui +5,2% alle Aziende servite dalla Direzione Banca d’Impresa) con crescite più sostenute della media di sistema (+1,9% verso fine anno, fonte Campione ABI).L’intesa è stata firmata da Alessio Foletti, Responsabile della Direzione Banca d’Impresa di Crédit Agricole Italia e Paolo Alfieri, Direttore Generale di SACE Fct.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE SIMEST (Gruppo CDP) per il settore minerario

Posted by fidest press agency su sabato, 6 ottobre 2018

SACE (Gruppo CDP) ha garantito un finanziamento da 62,5 milioni di dollari, erogato da Banco Bilbao Vizcaya Argentaria SA – Milan branch, in favore di Nexa Resources (“Nexa”), società del gruppo brasiliano Votorantim specializzata nell’estrazione e lavorazione dello zinco e del rame. Con questo intervento SACE SIMEST, il Polo italiano dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, avvia una partnership con la società brasiliana volta a facilitare l’assegnazione di contratti ad esportatori italiani attivi nelle forniture di macchinari per l’estrazione e lavorazione mineraria. Un settore in cui l’Italia vanta tante imprese eccellenti, che nel 2017 ha esportato beni per 3,7 miliardi di euro (+5,5), e sta proseguendo con un’ulteriore accelerazione nel 2018 (+13%).L’operazione si inserisce nell’ambito del piano strategico di Nexa che punta ad ampliare e diversificare il proprio bacino di fornitori esteri e prevede investimenti per 280 milioni di dollari nel 2018, finalizzati all’espansione delle attività minerarie in essere e all’esplorazione di nuovi giacimenti in America Latina.Si tratta della nuova operazione conclusa nell’ambito della Push Strategy, l’approccio proattivo di SACE introdotto con il nuovo Piano Industriale per agevolare e rafforzare la competitività dell’export italiano nei confronti di selezionati acquirenti esteri, attivi in settori chiave del Made in Italy. A tale scopo, SACE SIMEST e Nexa si impegnano ad organizzare nei prossimi mesi incontri di business matching con i potenziali esportatori italiani interessati alle opportunità offerte nell’ambito del piano di investimenti del gruppo brasiliano in America Latina.Nexa è la società del gruppo brasiliano Votorantim, quotata alla borsa di New York, che gestisce in autonomia tutte le attività di estrazione e lavorazione mineraria in America Latina. Con oltre 5mila dipendenti e circa 2 miliardi di dollari di utili, Nexa è oggi tra i primi 5 produttori di zinco al mondo.Secondo le previsioni di SACE SIMEST, l’economia latinoamericana accelererà nei prossimi tre anni con impatti positivi sul nostro export, cresciuto già del 10,4% nel 2017. Brasile, Messico, Perù e Colombia offriranno le migliori opportunità per beni e servizi italiani, in particolare nei settori delle infrastrutture, minerario, energetico, automobilistico e dei beni di consumo. Questi Paesi rientrano tra i 20 mercati prioritari per il Made in Italy, che contribuiranno per un terzo del maggiore export italiano al 2021, quando raggiungerà quota 540 miliardi di euro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I vini siciliani con Tasca D’Almerita alla conquista del mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

SACE SIMEST, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, ha perfezionato due operazioni di finanziamento per un importo complessivo di 1,1 milioni di euro per sostenere l’espansione all’estero di Tasca D’Almerita, storica azienda siciliana attiva nel settore della produzione e commercializzazione di vino.Le linee di credito da 0,6 e da 0,5 milioni di euro, erogate rispettivamente da BNL Gruppo BNP Paribas e da Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno, sono entrambe garantite da SACE. Le risorse saranno utilizzate per rafforzare la presenza di Tasca D’Almerita e dei suoi brand in mercati strategici come Stati Uniti e Germania e a valutare nuove geografie di opportunità.
“Siamo molto soddisfatti della collaborazione con SACE SIMEST – ha dichiarato Alberto Tasca, Amministratore Delegato di Conte Tasca D’Almerita –. Riteniamo fondamentale poter contare su una partnership del genere per poter consolidare la nostra presenza all’estero e far conoscere sempre di più nel mondo la qualità del nostro vino. Puntiamo a dare seguito a questa collaborazione per sostenere i nostri progetti di crescita verso nuove destinazioni.”
SACE SIMEST – presente nella regione con l’ufficio di Palermo – conferma il proprio impegno a favore delle PMI siciliane che esprimono al meglio l’eccellenza del Made in Italy nel mondo. Nel 2017 SACE SIMEST ha mobilitato circa 100 milioni di euro a favore di oltre 460 aziende siciliane.Tasca D’Almerita, con i suoi 200 anni di storia, è una delle realtà più apprezzate nel panorama italiano vitivinicolo. Alla storica tenuta di Regaleali, situata nel cuore della Sicilia – al confine tra le province di Palermo e Caltanissetta – si sono aggiunte nel tempo altre 4 tenute rappresentative di altrettanti territori vocati, in cui vengono coltivate varietà distintive e prodotte quasi 4 milioni di bottiglie all’anno, destinate ai circa 4.000 clienti in Italia e nel mondo. Nel 2010 l’azienda ha aderito al progetto SOStain, un innovativo programma di viticoltura ecosostenibile che mira alla progressiva riduzione degli impatti sull’ambiente della produzione industriale. Grazie a questo progetto, sostenuto dal basso e scientificamente avanzato, nel 2017 Tasca d’Almerita ha ottenuto una certificazione da parte di Certiquality, che attesta l’osservanza dei requisiti di sostenibilità ambientale e l’impegno a perseguire uno sviluppo rispettoso del territorio, socialmente equo ed economicamente efficace.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

SACE SIMEST (Gruppo CDP) apre a Shanghai

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 giugno 2018

SACE SIMEST, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, apre un ufficio a Shanghai con l’obiettivo di offrire alle imprese italiane un punto di riferimento su cui contare per sviluppare i propri piani di crescita nella Cina continentale e nei mercati limitrofi di Corea, Taiwan, Giappone e Mongolia. Lo ha annunciato di fronte a una platea di esponenti della business community cinese e internazionale riuniti a Shanghai per la cerimonia di inaugurazione, organizzata presso la sede dell’antica Camera di Commercio di Shanghai in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia.Ad accogliere gli ospiti, insieme a Beniamino Quintieri e Alessandro Decio, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di SACE, anche Salvatore Rebecchini, Presidente di SIMEST e Antonella Baldino, Chief Business Officer di CDP.“L’apertura di un Ufficio di rappresentanza di SACE- SIMEST a Shanghai ha un’importanza cruciale per la promozione della nostra presenza sul mercato cinese e costituisce un’ulteriore dimostrazione dell’ottimo stato delle relazioni tra i nostri due Paesi. In questa fase storica in cui la Cina annuncia nuove e promettenti aperture del mercato e vuole puntare sempre di più sulla qualità della crescita e sull’aumento dei consumi, l’Italia ha infatti molto da offrire, in particolare in termini di tecnologie e soluzioni avanzate nel campo dell’innovazione. Sono certo che la presenza di SACE SIMEST a Shanghai offrirà nuovi strumenti alle imprese italiane per affacciarsi o consolidare la loro presenza su questo mercato e sui mercati terzi” – ha commentato Ettore Francesco Sequi, Ambasciatore italiano presso la Repubblica popolare cinese.
L’export italiano in Cina, dopo aver raggiunto quota 13,5 miliardi di euro nel 2017 (+22%), proseguirà infatti il suo cammino di crescita, mettendo a segno un +12,3% nel 2018 e un +8,8% medio annuo anche nei successivi tre anni, secondo le stime di SACE.
In questo contesto, l’ufficio SACE SIMEST di Shanghai farà da punto di riferimento e di intermediazione con i principali stakeholder economico-finanziari cinesi – banche, autorità e agenzie specializzate – per sostenere le imprese italiane, assicurando le transazioni dai rischi politici e di mancato pagamento, rendendo più conveniente l’acquisto di prodotti italiani da parte di buyer internazionali, facilitando la realizzazione di grandi progetti di interesse comune con il coinvolgimento di aziende italiane, sia in Cina che in Paesi terzi, nell’ambito della Belt and Road Initiative e non solo. Il Polo sosterrà inoltre gli investimenti italiani, sia finanziariamente che con apporti di capitale, contando già sulla partecipazione al capitale di 50 filiali cinesi di imprese italiane da parte di SIMEST. Aiuterà infine i piani di crescita delle tante imprese italiane che, con centri di produzione e management italiane, hanno visto l’ingresso di capitali cinesi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Camozzi: doppia operazione con il polo SACE SIMEST (Gruppo CDP) per crescere in Italia e all’estero

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 aprile 2018

Il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, costituito da SACE e SIMEST, sostiene lo sviluppo internazionale di Camozzi, azienda bresciana attiva nei settori dell’automazione industriale, delle macchine utensili, dei macchinari tessili, delle fusioni e lavorazioni nonché in campo digitale e soluzioni IoT. E lo fa sia attraverso la sottoscrizione di un bond, sia attraverso l’investimento in equity.Il Fondo Sviluppo Export, fondo nato su iniziativa di SACE e gestito da Amundi SGR, ha sottoscritto un’obbligazione per 12,5 milioni di euro emesse da Camozzi. L’obbligazione, della durata di sei anni, è interamente garantita da SACE e sottoscritta dal Fondo Sviluppo Export ricorrendo alle risorse messe a disposizione dalla stessa SACE e dalla Banca Europea per gli Investimenti. I proventi dell’emissione verranno utilizzati da Camozzi per sostenere il proprio programma di sviluppo sui mercati internazionali, principalmente Ucraina, Stati Uniti, Cina e Russia.SIMEST, inoltre, intende investire 4,7 milioni di euro in due aziende localizzate in Cina, non lontano da Shanghai, specializzate nella componentistica per i sistemi di automazione e interamente controllate dal Gruppo Camozzi. L’investimento avrà importanti ricadute positive anche in Italia, generando un aumento della domanda dei componenti prodotti negli stabilimenti Camozzi del Nord Italia.“La crescita sui mercati internazionali è un obiettivo perseguito costantemente dal Gruppo dai suoi primi anni di attività – ha dichiarato Lodovico Camozzi, Presidente del Gruppo Camozzi-. Il supporto di SACE e l’ingresso di SIMEST nel capitale azionario delle società cinesi ci rafforzano sotto il profilo istituzionale e finanziario e ci permetteranno di essere ancora più competitivi sui mercati internazionali. Oggi siamo presenti con le nostre sedi in 26 paesi ed esportiamo complessivamente più dell’80% del fatturato in 75 paesi”.Camozzi è uno dei primari clienti di SACE e SIMEST in Lombardia, regione in cui – attraverso gli uffici di Milano e Brescia – vengono servite quasi 6mila imprese: nel 2017 sono state mobilitate risorse a sostegno dello sviluppo internazionale delle imprese della regione per oltre 3,5 miliardi di euro.Per questa operazione SACE e Amundi sono stati assistiti dallo studio Legance Avvocati Associati, mentre Camozzi dallo studio Craca Di Carlo Guffanti Pisapia Tatozzi & Associati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il packaging italiano vola verso il Cile

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 dicembre 2017

santiago cileSantiago (Cile) Con il supporto di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, Uteco Converting – azienda veronese attiva nella produzione di macchine da stampa per il settore dell’imballaggio e del packaging – ha esportato in Cile macchinari per 1,4 milioni di euro.L’intervento di SACE – presente in Veneto con i suoi uffici di Venezia e Verona – ha consentito all’azienda, leader mondiale nel settore, di offrire al proprio cliente cileno soluzioni di pagamento competitive, assicurandosi contro il mancato incasso della fornitura di impianti.Una collaborazione, quella tra Uteco e SACE SIMEST, che dura ormai da oltre 10 anni, e che ha permesso all’azienda di esportare in tutto il mondo. Con una produzione di oltre 100 macchinari all’anno, Uteco si distingue anche per i suoi investimenti in tecnologia e in ricerca e sviluppo, che puntano a farla diventare un’industria 4.0. Uteco si avvale anche di SIMEST per le sue strategie di internazionalizzazione.“La nostra propensione all’export, sempre molto accentuata, ci spinge a ricercare continuamente soluzioni che riducano drasticamente il rischio Paese – ha dichiarato Simone Quinto, Cfo di Uteco –. In questo, l’ultra-decennale collaborazione con SACE, si è dimostrata molto preziosa”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

€ 4,5 miliardi di nuovi progetti allo studio e un accordo per rafforzare le PMI italiane della filiera

Posted by fidest press agency su sabato, 23 dicembre 2017

milanodavedereMilano. SACE SIMEST, Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, e Maire Tecnimont, annunciano la firma di un importante accordo a sostegno delle aziende italiane della filiera del gruppo di impiantistica e ingegneria attivo nei settori oil & gas e petrolchimico.
Si rafforza quindi una partnership di lungo periodo che, negli ultimi cinque anni, ha consentito di finanziare 3 miliardi di euro di progetti esteri assegnati a Maire Tecnimont. Importo destinato a crescere alla luce dei 4,5 miliardi di euro di operazioni che il polo SACE SIMEST ha attualmente allo studio per sostenere nuove commesse che saranno assegnate al gruppo italiano.Nell’ambito dell’accordo, firmato dagli amministratori delegati delle due società, 50 PMI fornitrici di Maire Tecnimont potranno avvalersi degli strumenti assicurativo-finanziari e degli specialisti di SACE SIMEST per rafforzare la propria competitività in Italia e all’estero. Fabrizio Di Amato, Presidente Maire Tecnimont, ha commentato: “Con l’accordo firmato oggi dal nostro AD Folgiero facciamo un passo avanti concreto per la promozione della filiera industriale tecnologica italiana che ci supporta nei nostri progetti all’estero. Aumentare la competitività di tutta la filiera del made in Italy dell’ingegneria è un impegno che portiamo avanti da anni con convinzione, sia nell’operatività del business, sia nel mondo istituzionale e delle imprese, rilanciato di recente nell’ambito di Assolombarda.” “È un accordo importante che ci permette di sostenere la crescita e la competitività sui mercati internazionali di un grande player e azienda eccellente come Maire Tecnimont, ma anche di rendere più forti e competitivi i suoi fornitori, le tante PMI dell’indotto – ha aggiunto Alessandro Decio, Amministratore delegato di SACE –. Imprese che, con gli strumenti e le risorse messe a disposizione da SACE SIMEST, possono compiere un salto di qualità ed esprimere tutto il loro potenziale in Italia e all’estero”.Grazie all’intesa, le aziende fornitrici di Maire Tecnimont potranno, ad esempio, ottenere liquidità attraverso il pagamento anticipato delle forniture eseguite, recuperare i crediti insoluti in tutto il mondo, ottenere le garanzie necessarie per l’esecuzione di nuovi contratti di fornitura, proteggere il proprio fatturato dal rischio di mancato pagamento. Inoltre, avranno a disposizione un’importante gamma di soluzioni finanziarie per investire e crescere sui mercati internazionali: dai finanziamenti a tasso agevolato per attività di internazionalizzazione agli investimenti nel capitale dell’azienda o sue controllate estere.Fra i principali deal recentemente conclusi, si segnalano gli interventi di SACE SIMEST a supporto del finanziamento da 840 milioni di dollari destinato alla realizzazione di un complesso petrolchimico in Oman commissionato da ORPIC e del finanziamento da 575 milioni di euro per un impianto per la produzione di ammoniaca in Russia commissionato da Eurochem. Operazioni di cui beneficiano anche le numerose PMI italiane a cui sono assegnati contratti di subfornitura: come nel caso dell’impianto omanita di ORPIC, dove hanno partecipato 90 aziende subfornitrici italiane, generando un giro d’affari di 154 milioni di dollari. (foto: firma accordo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Olio d’oliva in India

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

olio olivaCon il supporto di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, la PMI calabrese Oleifici Sità ha assicurato per 150mila euro le forniture di olio d’oliva in India.L’intervento di SACE, presente in India con un ufficio a Mumbai, ha consentito a Oleifici Sità di offrire ai suoi clienti indiani dilazioni di pagamento competitive, assicurandosi contro il rischio di mancato pagamento per cause di natura commerciale e politica. L’operazione conferma l’impegno di SACE e SIMEST per le PMI del Sud Italia. Si tratta di un supporto che continua nel tempo, aspetto fondamentale per le aziende di taglia piccola e media. Oleifici Sità, infatti, negli ultimi due anni ha assicurato quattro contratti di fornitura con SACE, tutti per esportazioni verso l’India: operazioni che hanno permesso alla PMI calabrese di allargare il suo raggio d’azione verso un nuovo mercato ricco di opportunità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto export SACE

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 agosto 2017

BariBari. È un futuro in accelerazione, tra ripresa e profondi cambiamenti, quello che attende l’export italiano nei prossimi quattro anni: questo il quadro delineato da “Export Unchained. Dove la crescita attende il Made in Italy”, l’ultimo Rapporto Export pubblicato da SACE che, insieme a SIMEST, costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP. Nonostante gli allarmi circa le limitazioni al commercio e la persistente incertezza di alcuni fattori, le opportunità offerte dall’interscambio globale non sono destinate a diminuire. Per il 2017-2020 lo studio di SACE prevede una crescita dell’export italiano a un tasso medio annuo del 4%, una netta inversione rispetto al quadriennio precedente (+1,7%). Potenzialità che potranno essere colte anche dalle imprese della Puglia, regione dove SACE e SIMEST – attraverso l’ufficio di Bari – hanno mobilitato nell’ultimo anno risorse per 800 milioni di euro in favore di 600 imprese, in prevalenza PMI. Di seguito e in allegato un focus sull’export della Puglia:
· Con 8 miliardi di beni esportati nel 2016, la Puglia si conferma la seconda regione esportatrice del Sud Italia, rappresentando quasi il 2% dell’export nazionale. Sebbene il dato sia in calo rispetto al 2015 (-2,2%), alcuni settori hanno registrato nel 2016 un andamento molto positivo. Nel primo trimestre del 2017 l’export pugliese ha registrato un incremento dell’8,9% rispetto ai primi tre mesi del 2016.
· Cinque settori rappresentano oltre il 60% dell’export pugliese: mezzi di trasporto, farmaceutica, alimentari e bevande, meccanica strumentale, prodotti agricoli, per un valore di quasi 5
miliardi di euro.
· I mercati di destinazione delle esportazioni della Puglia sono un buon mix di Paesi dell’Unione Europea (52%) e dell’area extra-UE (48%). In particolare, cinque mercati rappresentano oltre il 47% del totale esportato: Stati Uniti, Germania, Svizzera, Francia e Spagna. A eccezione della Svizzera, tutti questi mercati hanno fatto registrare un segno positivo nel 2016 (la Spagna in particolare ha registrato un +15,5%).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

€19 mln per la crescita di Euro Group in Messico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 luglio 2017

messicoSACE e SIMEST, che insieme costituiscono il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, supportano con una duplice operazione i piani di sviluppo in Messico di Eurotranciatura, principale realtà produttiva di Euro Group, attiva nella componentistica per motori elettrici e generatori.SIMEST ha acquisito il 29,1% di una controllata di nuova costituzione in Messico attraverso una partecipazione diretta al capitale per importo pari a $ 4,4 milioni, a cui si aggiunge la partecipazione indiretta di $ 1,1 milione a valere sul “Fondo di Venture Capital”, attivata nei casi di investimento diretto in aree geografiche di interesse strategico. Per sostenere gli investimenti in ricerca e sviluppo e l’acquisto di macchinari e attrezzature per la nuova controllata messicana, SACE ha garantito un finanziamento da € 14,5 milioni per il quale Eurotranciatura beneficerà del contributo in conto interessi di SIMEST. L’operazione di finanziamento, finalizzata a supportare l’internazionalizzazione di Euro Group, vede come unica banca finanziatrice e Mandated Lead Arranger UniCredit.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SACE e SIMEST in prima linea con AEFI per l’internazionalizzazione delle Fiere italiane

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 luglio 2017

accordoSACE e SIMEST, che insieme costituiscono il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, hanno siglato un protocollo di intesa con AEFI- Associazione Esposizione e Fiere Italiane, finalizzato a identificare delle aree di comune intervento per promuovere e favorire il processo di internazionalizzazione delle Fiere e delle imprese italiane.
L’accordo è stato presentato oggi presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Sono intervenuti Benedetto Della Vedova, Sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, Ettore Riello, Presidente AEFI-Associazione Esposizioni e Fiere Italiane, Beniamino Quintieri, Presidente SACE, Salvatore Rebecchini, Presidente SIMEST e Pietro Piccinetti, Coordinatore Commissione Internazionalizzazione AEFI.“In uno scenario come quello attuale, ricco di rischi ma anche di opportunità, è necessario che le aziende elaborino un piano strategico per incrementare la propria visibilità e awareness. In questa pianificazione, uno degli strumenti più efficaci – ha dichiarato Beniamino Quintieri, Presidente di SACE – è l’attività fieristica che, nonostante l’era digitale che stiamo vivendo, rimane un asset strategico imprescindibile, tanto per le grandi aziendi che per le PMI. L’accordo di oggi conferma la capacità di SACE di rispondere concretamente alle esigenze di chi, come AEFI, ogni giorno valorizza e supporta il Made in Italy e di tutte quelle imprese che sono pronte a mostrare l’eccellenza italiana in tutto il Mondo”.“SIMEST già da tempo ha riconosciuto nel sistema fieristico un elemento qualificante di politica industriale italiana per supportare la proiezione estera ed il radicamento territoriale delle PMI italiane – ha dichiarato Salvatore Rebecchini Presidente SIMEST – Supportare le Fiere italiane nel loro processo di internazionalizzazione è un target che SIMEST persegue da anni partecipando come socio di minoranza qualificata alle j.v. realizzate dalle Fiere italiane all’estero, facilitando a condizioni competitive il rafforzamento patrimoniale delle Fiere stesse. L’accordo di oggi ci permetterà anche di pensare alla possibilità di nuovi strumenti dedicati che possano ancora meglio adattarsi alle esigenze del settore”.L’accordo – che avrà durata annuale e rinnovabile – lancerà diverse attività dedicate agli associati AEFI, tra cui l’avvio di un tavolo di confronto strumentale a porre in essere iniziative volte a supportare e aumentare l’internazionalità delle fiere italiane. Nel dettaglio, verranno organizzati workshop e webinar di in-formazione per presentare alle aziende le soluzioni SACE e SIMEST per crescere sui mercati globali. Inoltre, l’accordo prevede la realizzazione di sinergie fra AEFI, SACE e SIMEST per sostenere il settore fieristico e per affiancare le eccellenze italiane che vi partecipano. (foto: accordo)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SACE e SIMEST in Argentina per supportare il Made in Italy

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 maggio 2017

buenos airesBuenos Aires. SACE e SIMEST, le società del Gruppo CDP unite nel Polo dell’export e dell’internazionalizzazione, prendono parte oggi – rappresentate da Alessandro Decio, Amministratore Delegato di SACE – alla Missione di Sistema in Argentina, confermando il proprio impegno a supporto dell’export e degli investimenti italiani nel Paese sudamericano.SACE è tra le prime società di credito all’esportazione ad aver rimosso il blocco dell’operatività assicurativo-finanziaria a sostegno di transazioni commerciali con controparti sovrane argentine, adottando un atteggiamento di “apertura senza condizioni”, lasciando a una valutazione “caso per caso” il proprio intervento in operazioni con controparti bancarie e corporate. Una decisione presa in considerazione del nuovo piano di riforme varato dal governo, del ritorno del Paese sul mercato internazionale dei capitali, del rispetto dell’accordo per la ristrutturazione del debito siglato con i membri del Club di Parigi nel 2014 e degli esiti positivi delle ultime missioni.«Questa missione è l’occasione per consolidare una relazione, non solo commerciale, fra due paesi che hanno molto in comune – ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore Delegato di SACE -. Siamo stati tra i primi, a livello internazionale, a riprendere l’operatività assicurativa in Argentina e abbiamo già diversi importanti progetti di export o investimenti allo studio in favore di imprese italiane. Progetti in settori chiave per lo sviluppo economico del Paese – come le infrastrutture, la meccanica strumentale e le energie rinnovabili – che auspichiamo possano tradursi a breve in operazioni concrete».Per SACE e SIMEST gli incontri di Buenos Aires saranno occasione per presentare alle imprese italiane interessate alle potenzialità del mercato argentino gli strumenti messi a disposizione dal Polo dell’export e dell’internazionalizzazione per crescere sui mercati esteri. Il Gruppo CDP, infatti, può intervenire a sostegno delle operazioni di investimento e di interscambio commerciale tra Italia e Argentina, mediante un sostegno finanziario a 360 gradi alle imprese italiane ed argentine, dall’intervento nel capitale all’erogazione di finanziamenti, al rilascio di garanzie e coperture assicurative.L’Italia è il terzo partner commerciale europeo dell’Argentina dopo la Germania e la Spagna. Nel 2016 le esportazioni italiane nel Paese sono aumentate dell’8,8%, attestandosi intorno a 1,16 miliardi di euro, con il settore della meccanica strumentale che, da solo, realizza circa il 50% della quota esportazioni italiane nel Paese. SACE prevede che l’export italiano crescerà in media del 4,5% annuo nel periodo 2017-19, con un +3,2% per il solo 2017. Tra i principali settori di esportazione e di opportunità per le aziende italiane rientrano la meccanica strumentale (motori e turbine, macchine per la movimentazione e il sollevamento, macchine per l’industria alimentare), gli apparecchi elettrici e i mezzi di trasporto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

da SACE-SIMEST (Gruppo Cdp) e BNP Paribas $ 519 milioni per Prysmian e National Grid

Posted by fidest press agency su sabato, 17 dicembre 2016

Banca europea per gli investimentiSACE e SIMEST (Gruppo Cassa depositi e prestiti) e BNP Paribas Corporate & Institutional Banking (CIB) annunciano la finalizzazione di un finanziamento all’export da $519 milioni in favore di National Grid North America, società del Gruppo National Grid Plc, il principale gestore di reti elettriche e gas in UK, a supporto dei lavori e delle forniture commissionate a Prysmian nell’ambito del progetto internazionale North Sea Link (“NSN Link”).Il progetto, del valore complessivo di €2 miliardi, prevede la realizzazione di un’interconnessione elettrica sottomarina della capacità di 1.400 MW tra Regno Unito e Norvegia che, una volta completata, rappresenterà con i suoi 730 chilometri l’infrastruttura di questo tipo più lunga al mondo. La linea di credito, erogata da BNP Paribas CIB (sole structuring bank e agent) e da un pool di banche internazionali, beneficia dell’intervento delle due società del Gruppo Cdp oggi unite nel Polo italiano per l’export e l’internazionalizzazione: è infatti garantita da SACE al 90% e beneficia del contributo di SIMEST per la stabilizzazione del tasso d’interesse. Si tratta dell’operazione di maggiore importo mai conclusa in questo settore in Europa con la copertura di una società di credito all’esportazione. L’operazione contribuisce in modo significativo alla realizzazione di un progetto infrastrutturale d’importanza strategica per il Regno Unito e la Norvegia, che migliorerà l’efficienza degli impianti di produzione e delle reti di trasmissione di energia elettrica dei due Paesi, consentendo di incrementare la sicurezza delle forniture di elettricità e concorrendo a raggiungere i target nazionali di emissioni (COP21). Con questo intervento Prysmian dimostra di poter offrire alle utilities e grids operator impegnati nella realizzazione di infrastrutture strategiche, le migliori competenze e risorse non solo nell’area tecnica della progettazione, realizzazione ed esecuzione dei Progetti ma anche nelle fasi di approvvigionamento delle risorse finanziarie necessarie.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Export-Internazionalizzazione: Serioplast si espande in Turchia con SACE e SIMEST

Posted by fidest press agency su domenica, 11 settembre 2016

paesaggio industrialeSACE e SIMEST, le società del Gruppo Cassa depositi e prestiti specializzate nel sostegno all’export e all’internazionalizzazione delle imprese italiane, annunciano un’importante iniziativa integrata in favore dell’espansione in Turchia di Serioplast, gruppo bergamasco leader nella produzione di flaconi in plastica rigida per i beni di largo consumo (personal care, home care e food).
SIMEST ha acquisito per 3 milioni di euro (2 tramite Simest e 1 tramite il suo fondo di Venture Capital) il 43% del capitale sociale di Serioplast Ambalaj, nuova società costituita in Turchia per la produzione di flaconi in plastica destinati alle forniture della sede della multinazionale Unilever di Konya (Anatolia). Al fine di sostenere gli investimenti del nuovo plant produttivo turco, SACE ha garantito a Serioplast un finanziamento da 3,5 milioni di euro, erogato da un pool del Credito Cooperativo guidato da Iccrea BancaImpresa (la banca corporate del Credito Cooperativo – Gruppo bancario Iccrea). Le altre Banche di Credito Cooperativo coinvolte nel pool sono Banca del Territorio Lombardo, BCC Oglio e Serio, BCC Bergamasca e Orobica e BCC Bergamo e Valli. Il finanziamento beneficia inoltre del contributo sul conto interessi riconosciuto da SIMEST in base alla legge 100/90.“Siamo molto orgogliosi di sostenere l’espansione di una realtà di eccellenza del Made in Italy quale Serioplast – ha dichiarato l’amministratore delegato di SACE Alessandro Decio -. E lo siamo particolarmente perché quest’operazione è una dimostrazione concreta del forte potenziale e della semplificazione che scaturisce dall’azione congiunta di SACE e SIMEST all’interno del Gruppo Cassa depositi e prestiti, a tutto vantaggio dei nostri clienti e della competitività del sistema Italia”.“La stretta collaborazione tra SACE e SIMEST ci ha permesso di investire in un mercato, la Turchia, per il quale non è facile ottenere sostegno finanziario da parte di enti e finanziatori” – ha dichiarato Paolo Archetti, Administration and Finance Director Global di Serioplast Spa. “È una sinergia che crea valore aggiunto per le imprese italiane – aggiunge Carlo Innocenti, Operations Director Global – e ci auguriamo che entrambe possano essere al nostro fianco anche nei prossimi progetti di sviluppo sui mercati esteri”. Attiva dal 1974, grazie a un modello di business improntato alla flessibilità e alla vicinanza fisica ai propri clienti, Serioplast è oggi fornitore delle maggiori marche multinazionali (oltre a Unilever, Procter&Gamble, Henkel, Johnson&Johnson, Coca-Cola…). Fa parte della Old Mill Holding, che impiega oltre 1.100 addetti nel mondo e che fornisce un servizio completo ai propri clienti attraverso le società del Gruppo: dalla progettazione e realizzazione di stampi (Seriomould) e di macchinari per estrusione e soffiaggio (Seriomac) al riempimento su larga scala (Farmol).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »