Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘simg’

Medici di famiglia: carichi di lavoro duplicati. Simg lancia sos

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 dicembre 2018

Le regioni non danno al medico di famiglia risorse per dotarsi di infermieri e collaboratori, e le cure primarie non decollano sul territorio; in compenso il medico da solo lavora il doppio. Nel 2006 vedeva ogni suo assistito sei volte l’anno- è la media “del pollo” trilussiana, alcuni dodici volte e altri zero – nel 2016 la media è stata di dieci volte l’anno. Il dato dell’undicesimo Report di Health Search, il generatore di dati statistici sugli assistiti dei Mmg ideato da Simg non può far riflettere una medicina generale “in cerca d’autore” quale quella presente al 35° Congresso SIMG. «Quest’anno la Società italiana di medicina generale ha tanto pubblico giovane: 320 studenti al 5° e 6° anno di Medicina, 640 tirocinanti del corso triennale di diploma post-laurea e 400 appena usciti che attendono di entrare in graduatoria «ma aspettano soprattutto di capire che cosa ne sarà di loro», sottolinea il presidente Simg Claudio Cricelli. «La medicina generale è in cerca d’autore, chi sostituisce i colleghi che si pensionano scriverà pagine nuove e a questo tema abbiamo dedicato il titolo dell’evento; un tema strettamente legato al carico di lavoro, che è un’incognita». L’aumento dell’età media della popolazione ha portato ad alte prevalenze di malattie croniche. Quattro italiani su dieci sono malati cronici, un 17,4% è iperteso, un 16% ha artrosi o artrite, un 10,7% ha malattie allergiche, un 7,6% l’osteoporosi. Anche a partire da questi dati di popolazione rilevati da Health Search Simg costruirà nei prossimi mesi una Job description del lavoro del medico di famiglia: una nuova pagina, dall’Italia, da consolidare a Firenze nel 2020 in una conferenza italiana della medicina generale annunciata da Cricelli, e sulla quale orientare i prossimi contenuti formativi. Cricelli ha però una richiesta pure per il governo: un grande piano sanitario che veda la medicina generale al centro. «Il ritardo organizzativo nella dotazione delle cure primarie è la causa dell’allungamento delle liste d’attesa e dell’enorme crescita del costo delle prestazioni che continuano a gravare sulla medicina specialistica e sull’ospedale», dice. «Solo il 5% di noi è strutturato in forme associative (medicine di gruppo integrate) ancorché siano state lanciate più di 10 anni fa. Una completa realizzazione di queste modalità di lavoro permetterebbe di ridurre di più del 50% le liste d’attesa per esami diagnostici di I livello, come le ecografie, oggi eseguiti dagli specialisti». Cricelli parla in conferenza stampa con il leader Fimmg Silvestro Scotti, il Presidente Enpam Alberto Oliveti e il Presidente della Federazione degli Ordini Filippo Anelli, che conferma punto per punto le esigenze della categoria. «Il 90% degli italiani sopra i 65 anni ci apprezza, così come il 78% di tutta la popolazione, venti punti percentuali in più che nel 1978 quando il servizio sanitario partì. Questa gratificazione prevale su quelle economiche». Il leader Simg ha da pochi minuti inaugurato una scuola di simulazione aperta a tutti i partecipanti agli eventi formativi Simg (anche ai laureandi, dunque) «acquistata con i soldi dei soci, tanto per sottolineare che noi per primi sentiamo la necessità di farci carico delle priorità del servizio pubblico, a costo di esporre nostre risorse. Come abbiamo del resto fatto per le scuole di formazione che Simg ha aperto a Firenze su dolore e cure palliative, patologia osteoarticolare, patologia cardiovascolare, acuzie, vaccinazioni, cronicità, studi clinici, e adesso linee guida. L’assistito ha capito il nostro sforzo e i sondaggi lo dicono, ma c’è un altro concetto da sottolineare: le 60 sessioni del programma tutto sono fuorché esito di una frammentazione di conoscenze, si va dall’ecografia al dolore attraverso una visione complessiva e condivisa, ma questo, che è anche apporto allo sviluppo del paese, di apparecchiature diagnostiche smart qui esposte come il telefonino a otto derivazioni da 300 euro per gli ecg, quanto viene compreso?» Il presidente Simg ricorda come ai medici di famiglia siano precluse persino le associazioni di farmaci da loro prescrivibili singolarmente contro l’asma, nonché principi antidiabetici che si dovrebbero utilizzare in prima battuta. «Ecco perché siamo in cerca d’autore. Vogliamo sapere che faremo, come verremo impiegati, in un contesto in cui esplode l’incidenza sul territorio di malati cronici, bisognosi del loro medico e spesso di care manager infermieri, ma si spende la maggior parte delle risorse per terapie da somministrare in contesti ospedalieri». (Mauro Miserendino da Doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Al via la terza edizione di “Riprenditi la vita”

Posted by fidest press agency su domenica, 20 maggio 2018

La campagna informativa sulla Fibrillazione Atriale (FA) e sull’importanza di tenerla sotto controllo per evitare ictus invalidanti, organizzata da A.L.I.Ce. Italia Onlus, Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale. Il tour informativo, che ha ottenuto il patrocinio dell’Italian Stroke Organization (ISO), della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), della Società Italiana di Neurologia (SIN) e della Società Neurologi Ospedalieri (SNO), toccherà 10 città italiane, ed è già partita da Napoli il 18 maggio scorso e si concluderà a Roma il prossimo 29 ottobre, giorno in cui si celebra la Giornata Mondiale contro l’Ictus Cerebrale.
Per un’intera giornata sarà allestito, in ciascuna piazza, uno stand messo a disposizione dalla Protezione Civile il pubblico potrà usufruire gratuitamente di uno screening qualificato di misurazione della pressione arteriosa e della glicemia, realizzato dai volontari dell’Associazione, con il prezioso supporto di Neurologi e personale infermieristico locali.
Obiettivo dell’iniziativa è quello di estendere il messaggio di prevenzione all’intera popolazione, diffondendolo sul territorio, informando il pubblico sui fattori di rischio dell’ictus, sul pericoloso legame con la Fibrillazione atriale, sulle diverse opzioni terapeutiche a disposizione e sulle limitazioni che derivano da questa patologia.Le persone affette da fibrillazione atriale e in trattamento con anticoagulante vedono le proprie attività limitate. Il rischio di emorragia, che può conseguire a operazioni o incidenti anche banali, infatti, è un fattore che cambia drasticamente la qualità e le prospettive di vita futura, sia nel paziente sia nel caregiver.Queste limitazioni vengono oggi ridimensionate dalla possibilità di reversione dell’effetto anticoagulante, che restituisce al paziente una migliore qualità di vita: da qui nasce il claim “Riprenditi la vita” che dà il nome all’iniziativa di A.L.I.Ce. Italia Onlus. Da una recente indagine su 900 pazienti in 5 paesi, 200 in Italia*, è emerso che l’85% del campione italiano ritiene sia molto importante essere informati circa la possibilità di bloccare l’effetto emorragico in caso di emergenza, e ben il 52% % dichiara che ha un sentimento di paura pesando ad una possibile emorragia, mentre la possibilità di reversione genera fiducia e sicurezza nel 53% dei pazienti intervistati.Per amplificare la dimensione empatica del messaggio ed enfatizzare, quindi, il concetto della libertà riacquistata e della migliorata condizione del paziente, che può finalmente riprendere in mano la propria vita, l’evento prevede la partecipazione di una équipe di illustratori professionisti che offrono la possibilità ai passanti di venire ritratti con una passione, nascosta o “perduta”, che vorrebbero riportare nella propria vita.
La disponibilità oggi della reversibilità dell’azione anticoagulante dei farmaci permette di vedere diminuito l’impatto della malattia sulla qualità di vita. Il paziente può, infatti, ricominciare a svolgere qualsiasi tipo di attività con meno preoccupazione, perché, in caso di necessità, può contare sull’effetto immediato della reversibilità; il caregiver, a sua volta, potrà assistere il proprio caro con meno ansia e preoccupazioni, con un giovamento fisico e psicologico della qualità della vita di entrambi.Il calendario completo dell’iniziativa è disponibile sul sito http://www.riprenditilavita.it. Qui sarà possibile avere maggiori informazioni sulla patologia, conoscere le tappe della campagna e condividere la propria storia, ricevendo in cambio un ritratto. Tutti i ritratti realizzati dagli artisti e le storie raccolte in piazza e sul web andranno a popolare una gallery dedicata, nella quale il messaggio “Riprenditi la vita” acquisirà forza e coralità.
L’ictus cerebrale è una patologia che, nel nostro Paese, rappresenta la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie. Circa la metà degli italiani che ne vengono colpiti ogni anno rimane con problemi di disabilità anche grave: le persone che hanno avuto un ictus e sono sopravvissute, con esiti più o meno invalidanti, sono oggi circa 940.000, ma il fenomeno è in crescita, oltre che per l’invecchiamento progressivo della popolazione, anche perché tra i giovani è in aumento l’abuso di alcool e droghe.La Fibrillazione Atriale è il tipo più frequente di aritmia cardiaca cronica. La campagna è realizzata grazie al supporto non condizionato di Boehringer-Ingelheim.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Claudio Cricelli è stato riconfermato Presidente della Società Italiana di Medicina Generale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

cricelliClaudio Cricelli è stato riconfermato Presidente della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) per il prossimo triennio. L’Assemblea Nazionale della SIMG, riunita a Sansepolcro, ha acclamato all’unanimità il nuovo Esecutivo Nazionale e ha rieletto Claudio Cricelli, Presidente Nazionale della società scientifica. Il Presidente ha presentato una lettera inviata alle Istituzioni Sanitarie Nazionale, proponendo soluzioni radicalmente differenti ed alternative alle proposte del Governo e delle Regioni sul cosiddetto Decreto Appropriatezza. “I medici della SIMG – ha affermato il Presidente Cricelli – hanno la capacità di utilizzare strumenti di valutazione professionale in grado di mostrare i livelli di competenza e di qualità professionale e di garantire una tempestiva valutazione della qualità delle prestazioni erogate. Non serve punire i medici ed è inutile e puerile. Basta chiedere loro di essere valutabili e i medici di medicina generale collaboreranno con piacere e tempestività. La sfida per la qualità rende superato e arcaico il dibattito attuale”. “Chi pensa di salvare il Servizio Sanitario Nazionale – ha concluso il dott. Cricelli – non è al corrente dell’esistenza di medici di gran lunga migliori di quanto l’esausto immaginario dei politici possa immaginare”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dopo 30 anni, cambia il nome dell’associazione, che riunisce più di 7000 camici bianchi

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 ottobre 2014

medico“Da oltre trent’anni il senso dell’appartenenza e del rigore scientifico caratterizza la Società Italiana di Medicina Generale (SIMG). Siamo una comunità che si prende cura dei propri membri e della loro qualità professionale. E intendiamo garantire a tutti i cittadini l’accesso alla nuova organizzazione territoriale delle cure primarie, anche in collaborazione con altre Associazioni della medicina del territorio e della Sanità pubblica. Abbiamo proposte e idee precise sulle politiche sanitarie, sulla sostenibilità del sistema e sui nuovi modelli delle cure primarie. In particolare abbiamo una consolidata esperienza dei percorsi di formazione dei medici di medicina generale. Abbiamo quindi pensato che, anche nel nome, la nostra società scientifica debba riflettere l’evoluzione profonda della nostra professione: da Medici di Medicina Generale a Medici delle Cure Primarie. Da oggi, la nostra associazione avrà quindi il nome di ‘SIMG – Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie’”. Il dott. Claudio Cricelli, presidente SIMG, spiega così i motivi del cambiamento del nome dell’associazione, discusso e approvato all’unanimità dall’Assemblea nazionale SIMG lo scorso settembre. “Promuoviamo ricerche da più di 10 anni e abbiamo pubblicato oltre 100 lavori su riviste indicizzate – continua il dott. Cricelli -. Abbiamo costituito nel 1998 il maggior database della medicina generale italiana, ‘Health Search’, per fornire dati epidemiologici, di prescrizione dei farmaci, di ricerca clinica ed economica. Nel 2007 abbiamo istituito la Fondazione SIMG per la ricerca, per disporre di uno strumento idoneo a produrre studi e lavori in questo ambito, in collaborazione con Istituzioni nazionali e internazionali. Forti di questa storia e di questa tradizione, rilanciamo il progetto ambizioso di portare i medici di medicina generale, grazie alla loro consolidata esperienza professionale, verso la nuova Sanità pubblica e le nuove cure primarie”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cricelli riconfermato presidente Simg

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 ottobre 2009

Claudio Cricelli è stato riconfermato Presidente della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) per il prossimo triennio. “Nel prossimo mandato –  spiega il dott. Cricelli – verranno affrontati alcuni punti cruciali. L’importanza della nostra associazione è non solo nei numeri, 7500 soci, ma soprattutto nelle competenze che dimostriamo nella nostra attività quotidiana. Vogliamo innanzitutto garantire la ricerca scientifica nella medicina generale: è lo strumento più innovativo che abbiamo messo in atto negli ultimi anni, per dimostrare la straordinaria capacità di innovare, scoprire e adattare nuovi strumenti e terapie al contesto della medicina generale. Inoltre intendiamo assicurare un forte adeguamento delle attività della SIMG alla costante evoluzione della professione attraverso il perfezionamento dei mezzi di supporto alla ricerca scientifica e alla valutazione dell’efficacia all’interno delle cure primarie. Un passo ulteriore è la realizzazione degli strumenti che rendono sostenibile il sistema sanitario nazionale e che dimostrano che la medicina generale all’interno delle cure primarie è in grado di offrire prestazioni non solo di alto livello ma anche di costo adeguato e inferiore a quelle erogate da altri comparti. È una sfida decisiva nel futuro riequilibrio della medicina generale”. L’Assemblea nazionale elettiva della SIMG ha eletto per acclamazione il nuovo Consiglio di Presidenza, il Collegio dei Revisori dei Conti e dei Probiviri. Oltre a Cricelli, il Consiglio ha riconfermato per il prossimo triennio: Ovidio Brignoli (Vice Presidente/Presidente Fondazione SIMG), Raffaella Michieli (Segretario Nazionale), Luigi Galvano (Tesoriere), Pierangelo Lora Aprile (Responsabile Segretariato Scientifico), Gaetano Piccinocchi (Responsabile Segretariato Organizzativo) e Alessandro Rossi (Responsabile Ufficio di Presidenza). “Siamo disponibili – conclude il dott. Cricelli – a costituire un gruppo tra le società scientifiche della medicina generale.  Sono già ampiamente sviluppati anche rapporti con le Società specialistiche. Per quanto riguarda la possibilità di dar vita a una sorta di confederazione scientifica della medicina generale, riteniamo sia essenziale basarci sui  principi della democrazia condivisa: ciascuno all’interno del mondo scientifico deve essere rappresentato sulla base dei numeri, ma soprattutto delle competenze, della produzione scientifica e complessivamente della capacità di fare ricerca. Sono questi punti essenziali a partire dai quali siamo aperti a qualunque confronto con qualunque associazione”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »