Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘simone cristicchi’

Con “Esodo” di e con Simone Cristicchi al via

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Maranello. Con “Esodo” – sottotitolo ‘Racconto per voce, parole e immagini sull’esodo istriano, fiumano e dalmata’ – di e con Simone Cristicchi si apre martedì prossimo 22 giugno in piazzetta Nelson Mandela la stagione estiva dell’Auditorium Enzo Ferrari di Maranello curata da ATER Fondazione in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Lo spettacolo – anche scritto da Cristicchi con Jan Bernas – inizia alle ore 21.30, biglietto unico 10 euro. In caso di pioggia ci si sposterà all’Auditorium Ferrari. Al Porto Vecchio di Trieste c’è un ‘luogo della memoria’ particolarmente toccante: il Magazzino n.18. Racconta di una pagina dolorosa della storia d’Italia, di una complessa vicenda del nostro Novecento mai abbastanza conosciuta, e se possibile resa ancora più straziante dal fatto che la sua memoria è stata affidata non a un imponente monumento ma a tante, piccole, umili testimonianze che appartengono alla quotidianità. Nel Porto Vecchio di Trieste, il Magazzino n.18 conserva sedie, armadi, materassi, letti e stoviglie, fotografie, giocattoli, ogni bene comune nello scorrere di tante vite interrotte dalla storia, e dall’Esodo: con il Trattato di Pace del 1947 l’Italia perse vasti territori dell’Istria e della fascia costiera, e circa 300 mila persone scelsero – davanti a una situazione dolorosa e complessa – di lasciare le loro terre natali destinate a non essere più italiane. Non è difficile immaginare quale fosse il loro stato d’animo, con quale e quanta sofferenza intere famiglie impacchettarono le loro cose lasciandosi alle spalle le case, le città, le radici. Davanti a loro difficoltà, paura, insicurezza, e tanta nostalgia.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Il secondo figlio di Dio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 gennaio 2017

figlio-di-diofiglio-di-dio1Padova Venerdì 13 gennaio ore 21 al Teatro MPX – Multisala Pio X di Padova è di scena Simone Cristicchi nel suo IL SECONDO FIGLIO DI DIO vita morte e miracoli di David Lazzaretti, scritto da Manfredi Rutelli e Simone Cristicchi, regia Antonio Calenda, musiche originali di Simone Cristicchi e Valter Sivilotti, voci registrate del Coro Ensemble Magnificat di Caravaggio preparato da Massimo Grechi.
In cima a una montagna, davanti a una folla adorante di 4 mila persone, un uomo si proclama reincarnazione di Gesù Cristo. È il luglio del 1878. L’inizio di una rivoluzione possibile, che avrebbe potuto cambiare il corso della Storia. Simone Cristicchi presenta Il secondo figlio di Dio, il suo nuovo spettacolo teatrale ispirato alla vicenda incredibile, ma realmente accaduta, di David Lazzaretti, detto il “Cristo dell’Amiata”. Dopo il grande successo di “Magazzino 18” (200 repliche e decine di migliaia di spettatori), Simone Cristicchi, torna a stupire il pubblico con una storia poco frequentata, ma di grande fascino. Ne Il secondo figlio di Dio , si racconta la grande avventura di un mistico, l’utopia di un visionario di fine ottocento, capace di unire fede e comunità, religione e giustizia sociale. Tra canzoni inedite e recitazione, il narratore protagonista ricostruisce la parabola di Lazzaretti, da barrocciaio a profeta, personaggio discusso, citato e studiato da Gramsci, Tolstoj, Pascoli, Lombroso e Padre Balducci; il suo sogno rivoluzionario per i tempi, culminato nella realizzazione della “Società delle Famiglie Cristiane”: una società più giusta, fondata sull’istruzione, la solidarietà e l’uguaglianza, in un proto-socialismo ispirato alle primitive comunità cristiane. Il cant’attore Cristicchi racconta l’ ”ultimo eretico” Lazzaretti, e quel piccolo lembo di Toscana (Arcidosso e il Monte Amiata) che diventa lo scenario di una storia che mai uguale fu agitata sulla faccia della terra, ponendoci una domanda più grande, universale, che riguarda ognuno di noi: la “divinità” è un’umanità all’ennesima potenza? Con l’ausilio di video-proiezioni e di una scenografia in continua mutazione, quella terra così aspra e bella, quella “terra matrigna e madre” diventa la co-protagonista, nel racconto della straordinaria vicenda di David Lazzaretti, il secondo figlio di Dio. Una storia che se non te la raccontano, non la sai. La storia di un’idea. La storia di un sogno.
BIGLIETTI intero € 16 – ridotto € 14 per giovani fino ai 30 anni, studenti con tessere “Studiare a Padova Card”. (foto: figlio di dio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Le Marocchinate

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 ottobre 2016

le-marocchinateRoma dal 25 al 30 ottobre dal martedì al sabato ore 20.30 domenica ore 17.00 al teatro Lo Spazio Via Locri, 42 (San Giovanni, una traversa di Via Sannio) Direzione artistica Francesco Verdinelli. In scena Le Marocchinate Di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti Con Ariele Vincenti Regia Nicola Pistoia Costume Sandra Cardini Disegno luci Marco Laudando Aiuto regia Teodora Mammolitii.
Lo spettacolo “Le Marocchinate”, racconta i terribili giorni decisivi e successivi allo sfondamento da parte degli Alleati della linea di Montecassino, ultimo baluardo tedesco. Apparentemente la guerra è finita e l’Italia è libera, ma non per le popolazioni di gran parte del basso Lazio. E questa è l’altra faccia della Liberazione. “Aspettavamo ji salvatori… so’ arrivati ji diavoli” . Un’altra di quelle storie che se non sei di quelle parti non la conosci. Successa in una terra che se non hai parenti o amici, non ci vai. Siamo in un paese della Ciociaria e Angelino, pastore locale, ci racconta la semplice ma faticosa vita contadina della sua zona prima della guerra. Vita che viene sconvolta con l’arrivo delle truppe Marocchine, aggregate agli Alleati,ai quali viene affidato il compito di entrare nella rocciosa difesa tedesca. Ottemperano il loro compito,” le truppe di colore” come ricompensa ottengono il “diritto di preda” contro la popolazione civile. 50 Ore di carta bianca, 50 ore in cui fanno razzia di tutto quello che trovano: oro, case, vino,bestie, ma soprattutto donne. Sono migliaia le donne che verranno stuprate e uccise nella primavera del ’44, dai soldati marocchini. Tra queste c’è Silvina la moglie di Angelino, che diventerà anch’essa una “Marocchinata”.
Lo spettacolo ha lo scopo di rispolverare i gravi fatti della Ciociaria del ’44, per non dimenticare le migliaia di donne vittime di quelle violenze. Con l’obiettivo che le loro parole diventino le nostre parole, diventino la nostra storia.
Biglietto intero 12 euro, Biglietto ridotto 9 euro Tessera semestrale 3 euro (foto: le marocchinate)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The Istituto Italiano di Cultura, to present Italian singer, actor and composer Simone Cristicchi

Posted by fidest press agency su sabato, 6 settembre 2014

simoneThursday, September 11, 2014 – 6:30pm – 8:30pm Istituto Italiano di Cultura – 496 Huron St., Toronto Free admission Simone Cristicchi, in a tour between Canada and the USA, will talk about his career as a singer, actor and composer. He will also present “Magazzino 18” (Warehouse 18), the musical show he has written with Jan Bernes on the little known history story of the Italians that left Istria and Dalmatia after World War II. “Magazzino 18″will debut in Toronto on September 12 at the Famee Furlane Club.
Simone Cristicchi (1977) is a singer-songwriter and actor. In 2005 he debuts with the critically acclaimed single “Vorrei cantare come Biagio”, published by Sony Music. His first CD album “Fabbricante di canzoni” (2006), which contains the masterpiece duet with Sergio Endrigo “Questo è amore”, is selected by the American on-line Stylus Magazine as “Album of the Week.” In 2007 he wins the Sanremo Festival and the Prize of the Critic with his song “Ti regalerò una rosa”, a moving letter from a patient in a psychiatric hospital, and he launches his second album, “Dall’altra parte del cancello.” Between 2008 and 2013 he releases his 3th and 4th album (“Grand Hotel Cristicchi” & “Album di famiglia”); embarks on 8 long music tours, writes and performs in two theatrical works: “Li Romani in Russia” (a monologue on the Russian campaign of 1941-43 that was eulogized by the President of Italy Giorgio Napolitano) and “Mio nonno è morto in guerra” (life stories from the Second World War). At the end of 2013 he debuts with a dramatic musical theater piece “Magazzino 18” (Warehouse 18).

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival canzone umoristica

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 agosto 2013

Banda Osiris, Vinicio Capossela, Simone Cristicchi, Mannarino, Miquel Pujadó con Alberto Patrucco, Gianmaria Testa: questi alcuni dei protagonisti della 11a edizione di “Dallo sciamano allo showman”, il Festival della canzone umoristica d’autore che si snoderà fra settembre e ottobre in vari luoghi della Valle Camonica, con una puntata addirittura oltreoceano, a San Francisco.
La rassegna come sempre trae ispirazione dal patrimonio piu` suggestivo della Valle Camonica, ossia le incisioni rupestri con il loro universo evocativo e magico fatto di pitoti, astronauti e sciamani. Grazie alla direzione artistica di Nini Giacomelli e all’organizzazione del Centro Culturale Teatro Camuno, “Dallo sciamano allo showman” si presenta come un festival innovativo che porta l’immagine della Valle Camonica alla ribalta nazionale per la scelta del tema, per un partner di grande valore come il Club Tenco e per la peculiarità e ricchezza del suo programma. Un Festival di qualità, per la gente e della gente.
Dopo un’anteprima agostana che ha visto il cantautore Fabrizio Casalino e i suoi personaggi divertire il pubblico di Edolo, lo “Shomano” partirà a settembre con le sue proposte 2013. Anzitutto gli spettacoli, con la Banda Osiris (lo strepitoso quartetto comico-musicale che si esibirà il 1° settembre a Breno) e il catalano Miquel Pujadó con Alberto Patrucco nell’interpretazione di alcuni brani di Georges Brassens mai tradotti prima in italiano (il 7 settembre al Castello di Breno). Quest’ultima serata è una novità per la rassegna, in parte per il luogo in cui si svolgerà, un vecchio maniero, e in parte perché organizzata con il festival italo-catalano “Cose di Amilcare”.
Tornerà poi la sezione “Pagine di musica”, il tradizionale appuntamento curato da Enrico de Angelis, che quest’anno vedrà la partecipazione di due grandissimi autori come Gianmaria Testa, a Malegno il 13 settembre per presentare i suoi brani per bambini editi da Gallucci e illustrati da Altan, in un poetico showcase tra musica e parole; e Vinicio Capossela, che in ottobre (in data ancora da definire) porterà a Breno il suo libro “Tefteri. Il libro dei conti in sospeso” (Ed. Il Saggiatore), un viaggio inedito nella Grecia del tracollo finanziario, nazione sofferente e in crisi, ma fiera e reattiva.
Altra nuovo tassello che contraddistingue questa edizione dello Shomano sarà a Darfo Boario Terme con due serate de “Il Tenco ascolta”, durante le quali una selezione di giovani cantautori e gruppi emergenti avrà la possibilità di esibirsi sul palco del festival, alla presenza di alcuni membri del Club Tenco e dei due prestigiosi ospiti della manifestazione: Alessandro Mannarino (sabato 14 settembre) e Simone Cristicchi (domenica 15).
Una ulteriore novità è un doppio appuntamento che porterà il festival negli Usa, a San Francisco, dove il 25 e 26 ottobre, in occasione dell’Anno della Cultura Italiana, la cantante americana Lua Hadar del New Performance Group dedicherà due serate all’insegna della comicità al festival e alla Valle Camonica, con le esibizioni di Trauma Flinstone aka Joe Vicht, Katya Smirnoff-Skyy e Alyssa Stone.
Continua poi il fitto legame che da sempre lega lo “Shomano” al mondo della scuola: quest’anno dal 3 al 10 ottobre, grazie al contributo della Fondazione della Comunità Bresciana, in alcune scuole della Provincia di Brescia verrà presentata “Innovart”, performance con le attrici Bibi Bertelli e Francesca Cecala che accompagna i giovani spettatori nell’affascinante mondo mondo della preistoria camuna.
Il Festival “Dallo Sciamano allo Showman” è promosso dal CCTC – Centro Culturale Teatro Camuno e dal Club Tenco con il contributo di Regione Lombardia – Istruzione, Formazione e Cultura, Provincia di Brescia – Assessorato Cultura e Turismo, Provincia di Brescia – Assessorato alla Pubblica Istruzione, Comunità Montana di Valle Camonica, BIM di Valle Camonica, Comune di Breno, Comune di Bienno, Comune di Cedegolo, Comune di Darfo Boario Terme, Comune di Edolo, Comune di Malegno, Distretto Culturale di Valle Camonica. Gli sponsor sono Baldini Industrie, Esea – sistemi e automatizzazioni elettriche, Forge Fedriga, Hotel Sorriso. Le Targhe del Festival sono realizzate dall’artista orafo Mauro Felter. La conduzione delle serate è affidata a Bibi Bertelli.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Simone Cristicchi in “Li Romani in Russia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 novembre 2010

Roma 20-21 novembre .10 Teatro Biblioteca Quarticciolo 10-12 dicembre .10 Teatro Tor Bella Monaca  Simone Cristicchi in Li Romani in Russia Racconto di una Guerra a Millanta mila Miglia Regia di Alessandro Benvenuti Adattamento teatrale: Prof. Marcello Teodonio Musiche e sonorizzazioni: Gabriele Ortenzi/Areamag Disegno luci: Danilo Facco Datore luci: Stefano Iacovitti Fonico: Michele Ranieri Costumi: Sara Quattrini Aiuto regia: Chiara Grazzini Organizzazione: Ass. Culturale “La Lucciola” Produzione: Bigfish Teatro
il grande cantautore romano incontra il teatro con un monologo dal forte impatto emotivo  sulla scena la tragica epopea della ritirata di russia  raccontata con schiettezza ironica e  stravagante umorismo per uno spettacolo evocativo di un pezzo della nostra storia
Lo spettacolo, tratto dall’omonimo poema in versi di Elia Marcelli, racconta l’orrore della guerra attraverso la voce di chi l’ha vissuta in prima persona, come in un ideale incontro tra il mondo delle borgate di Pasolini e le opere di Rigoni Stern e Bedeschi. Un teatro civile che si presenta nuovo soprattutto per la forma del testo, mediante l’utilizzo di due elementi: la metrica dell’ottava classica, quella dei grandi poemi epici, e il dialetto romanesco, la lingua del Belli che rende la narrazione ancora più schietta e veritiera. Il risultato è un affresco epico che non omette particolari crudi e rimossi dalla storia ufficiale (il luogo comune degli “italiani brava gente”), e che diviene quanto mai attuale in un’epoca di “bombe intelligenti” e “guerre umanitarie”.  Simone Cristicchi, attore naturale e credibile, interpreta una nutrita galleria di grotteschi personaggi, raccontando con passione e coinvolgimento questa tragica epopea, in un monologo “corale” in cui trovano spazio anche momenti ironici e divertenti. Simone Cristicchi e Alessandro Benvenuti incontrano il pubblico sabato 20 novembre alle ore 16.00 presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo per raccontare come è nata l’idea di uno spettacolo intenso e appassionato. L’incontro è aperto a tutti con ingresso libero e gratuito sino ad esaurimento posti.   Teatro Biblioteca Quarticciolo  – via Ostuni 8, Roma –  20 novembre ore 21.00  –  21 novembre ore 17:00 (foto simone, cristicchi, li romani in Russia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capri Art Film Festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

Capri dal 21 al 24 Aprile prossimo. Simone Cristicchi, recentemente alla ribalta con la sua canzone “Meno Male” interpretata all’ultimo Festival di Sanremo, presenterà la prima assoluta del suo lavoro, “Li Romani in Russia” al Capri Art Film Festival.  In questo spettacolo, l’artista romano ripercorre i drammi della seconda guerra mondiale, in particolare della spedizione in Russia, a cui partecipò suo nonno Rinaldo, che non volle mai raccontare a nessuno questa storia. Cristicchi lo fa in maniera profonda, con simpatici siparietti ironici, attraverso i versi del poeta romanesco Elia Marcelli, uno dei pochi, fortunati, reduci di quella sciagurata campagna.  Gli organizzatori intanto ricordano che mancano pochi giorni alla scadenza della deadline fissata per l’invio dei lavori e delle domande di partecipazione al concorso di cortometraggi e al workshop di cinema in programma durante i giorni del Festival (bando e scheda di partecipazione sono scaricabili sul blog e sul sito del Festival: http://news.capriartfilmfestival.com –  http://www.capriartfilmfestival.com ) (simone)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »