Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 203

Posts Tagged ‘sinfonia’

JOËL DE ROSNAY, La sinfonia del vivente

Posted by fidest press agency su martedì, 9 luglio 2019

A quanto sembra, il concetto che il nostro DNA rappresenti un codice fisso e immutabile viene ora considerato scientificamente antiquato. Quello che siamo arrivati a comprendere è che il nostro codice genetico è in realtà molto dinamico.
È questa la scienza dell’epigenetica, che rivela non solo un nuovo modo di concettualizzare il comportamento dei nostri geni ma, cosa più importante, fornisce anche una nuova prospettiva sulla comprensione delle dilaganti problematiche di salute che caratterizzano il moderno mondo occidentale. La ricerca epigenetica svela che le nostre scelte relative al modo di vivere (il cibo che mangiamo, gli integratori che prendiamo, l’esercizio fisico che facciamo e perfino il contenuto emotivo delle nostre esperienze quotidiane) sono elementi coinvolti nell’orchestrazione delle reazioni chimiche che attivano o disattivano parti del nostro genoma, che codificheranno esiti pericolosi per la salute spianando la strada a una patologia, o creeranno un ambiente interno favorevole alla longevità e alla resistenza alle malattie.
Siamo dunque conduttori di una sinfonia, co-autori della nostra vita, della nostra salute, del nostro equilibrio. La presente opera si propone perciò di spiegare come mettere in pratica le regole della «bionomia», che altro non è che l’economia del corpo, in tutti gli ambiti della vita per prevenire meglio le malattie, per «invecchiare giovani» e in buona salute piuttosto che limitarsi a vivere invecchiando.
L’innovazione di questo libro, tuttavia, sta nel fatto che l’autore amplia il concetto di epigenetica, basato sull’interdipendenza tra l’individuo e l’ambiente, sulla società nel suo complesso.Traduzione dal francese di Alberto Folin Euro 17,00 240 pagine
Joël de Rosnay, dottore in Scienze, è consulente del Presidente dell’Universience e Presidente esecutivo del Biotics International. Ex ricercatore e professore al Massachusetts Institute of Technology (MIT) nel campo della biologia e dell’informatica, è stato direttore delle applicazioni di ricerca presso l’Institut Pasteur. Nel 1990 è vincitore del Premio di informazione scientifica dell’Accademia delle scienze e della personalità del Digital Economy. È autore di molti bestseller tra i quali Je cherche à comprendre, Surfer la vie (Les Liens qui Libèrent), Le Macroscope (Seuil) e 2020: les scénarios du futur (Fayard).(Neri Pozza editore)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Joël de Rosnay: La sinfonia del vivente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 giugno 2019

A quanto sembra, il concetto che il nostro DNA rappresenti un codice fisso e immutabile viene ora considerato scientificamente antiquato. Quello che siamo arrivati a comprendere è che il nostro codice genetico è in realtà molto dinamico.
È questa la scienza dell’epigenetica, che rivela non solo un nuovo modo di concettualizzare il comportamento dei nostri geni ma, cosa più importante, fornisce anche una nuova prospettiva sulla comprensione delle dilaganti problematiche di salute che caratterizzano il moderno mondo occidentale. La ricerca epigenetica svela che le nostre scelte relative al modo di vivere (il cibo che mangiamo, gli integratori che prendiamo, l’esercizio fisico che facciamo e perfino il contenuto emotivo delle nostre esperienze quotidiane) sono elementi coinvolti nell’orchestrazione delle reazioni chimiche che attivano o disattivano parti del nostro genoma, che codificheranno esiti pericolosi per la salute spianando la strada a una patologia, o creeranno un ambiente interno favorevole alla longevità e alla resistenza alle malattie.Siamo dunque conduttori di una sinfonia, co-autori della nostra vita, della nostra salute, del nostro equilibrio. La presente opera si propone perciò di spiegare come mettere in pratica le regole della «bionomia», che altro non è che l’economia del corpo, in tutti gli ambiti della vita per prevenire meglio le malattie, per «invecchiare giovani» e in buona salute piuttosto che limitarsi a vivere invecchiando.L’innovazione di questo libro, tuttavia, sta nel fatto che l’autore amplia il concetto di epigenetica, basato sull’interdipendenza tra l’individuo e l’ambiente, sulla società nel suo complesso.Traduzione dal francese di Alberto FolinEuro 17,00 240 pagine
Joël de Rosnay, dottore in Scienze, è consulente del Presidente dell’Universience e Presidente esecutivo del Biotics International. Ex ricercatore e professore al Massachusetts Institute of Technology (MIT) nel campo della biologia e dell’informatica, è stato direttore delle applicazioni di ricerca presso l’Institut Pasteur. Nel 1990 è vincitore del Premio di informazione scientifica dell’Accademia delle scienze e della personalità del Digital Economy. È autore di molti bestseller tra i quali Je cherche à comprendre, Surfer la vie (Les Liens qui Libèrent), Le Macroscope (Seuil) e 2020: les scénarios du futur (Fayard).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spira mirabilis esegue la Prima Sinfonia di Brahms

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 novembre 2017

spira mirabilisRoma martedì 21 novembre alle 20.30 Aula Magna dell’Università La Sapienza Città Universitaria – Palazzo del Rettorato Aula Magna Piazzale Aldo Moro 5 Spira mirabilis esegue la Prima Sinfonia di Brahms.
Spira mirabilis è un progetto nato nel settembre 2007 ad opera di alcuni giovani musicisti già attivi nelle più importanti realtà musicali di tutta Europa, che hanno espresso l’esigenza comune di crearsi uno spazio e una dimensione proprie, in cui poter continuare a studiare senza dover rincorrere il ritmo frenetico imposto dal mondo musicale professionale, e di poterlo fare insieme, in modo da condividere le loro idee e imparare gli uni dagli altri. Per ogni incontro (ne vengono organizzati in media sei all’anno, della durata di circa una settimana) viene scelto un solo brano del repertorio sinfonico, da analizzare, interpretare, provare con tutto il tempo necessario ed eventualmente presentare in pubblico, ma il concerto non è l’obiettivo principale delle prove. È questa la grande differenza tra Spira Mirabilis ed una normale orchestra. Per tale motivo si può affermare che essa non è un’orchestra ma un laboratorio di studio, un’officina in cui al centro del lavoro è una ricerca intellettuale ed artistica volta alla crescita dei musicisti che vi prendono parte. I musicisti di Spira mirabilis sanno che la cosa più difficile non è suonare insieme senza direttore, è più difficile pensare insieme, rinunciare ad una propria idea in favore di un’altra che si dimostri più coerente all’interpretazione, creare un’interpretazione univoca di un complesso brano sinfonico. È proprio questo processo il motivo dell’esistenza di Spira mirabilis, il cui nome deriva dalla figura geometrica studiata per primo da Cartesio e poi da Bernoulli, che è diventata un simbolo di immortalità e rigenerazione.
Potrebbe sembrare un’utopia, ma che i risultati siano reali e concreti lo hanno dimostrato i concerti a Londra, Parigi, Berlino, Istanbul e lo dimostrerà ora la loro interpretazione della Sinfonia n. 1 in do minore op. 68 di Johannes Brahms, la cui composizione richiese oltre venti anni, dal 1855 al 1876. Hans von Bülow la definì la Decima Sinfonia, perché prosegue lungo la strada indicata da Beethoven con le sue nove Sinfonie. È un’opera estremamente complessa, che è colma dello spirito romantico e allo stesso tempo già annuncia il superamento del romanticismo, e la sua esecuzione richiede di penetrare a fondo la sua struttura, i suo valori espressivi, il pensiero estetico che ne è alla base: la musica ideale per l’approfondimento che caratterizza il metodo di Spira mirabilis.
BIGLIETTI: Interi: da 15 euro a 25 euro, più prevendita Giovani: under 30: 8 euro; under 18: 5 euro (foto: spira mirabilis)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Libro: Sinfonia di Zdravka Evtimova

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 maggio 2016

sinfoniaCinque donne protagoniste di un romanzo corale al femminile che disegna un crudo affresco della società bulgara contemporanea, dominata dall’idea che il miglior amico dell’uomo – forse il solo amico – sia il denaro.
Ricchissima e grassa, Moni è la figlia di un boss arricchitosi con traffici illeciti e ruberie. Nel cinismo di un mondo fatto di feste dell’alta società e di uomini interessati solo al suo denaro, l’unico che la ami davvero è il poverissimo Simo, che della ricchezza di Moni è all’oscuro: nei pomeriggi con lui, trascorsi a far sesso in una baracca fatiscente e a mangiare cibi scadenti, Moni può sentirsi una donna come tutte le altre, amata per quello che è. Fino a quando il suo mondo, quello cui è sempre appartenuta, torna a far sentire le sue lusinghe.Anche Becky Aneva è prigioniera di una realtà in cui tutto ruota intorno al denaro, quello che il marito Theo – uno degli uomini più potenti di Bulgaria – le lascia in cambio del sesso, consumato puntualmente ogni giovedì, in una frustrante routine matrimoniale. Nel grigiore della quotidianità della signora Aneva, l’unica cosa vitale è la presenza di Di, la giovane massaggiatrice stretta fra i capricci dei ricchi pur di trovare scampo – per se stessa e per sua madre Arma – alla miseria più nera, che fa urlare la fame come una bestia feroce nello stomaco.
Con la stessa miseria deve combattere Nora, vittima delle avances del marito della signora Aneva e di Gozo, il proprietario dello squallido locale dove lavora come cameriera.Cinismo e ingenuità, rabbia e rassegnazione compongono l’universo umano di questo romanzo che, lontano da ogni retorica, restituisce il quadro di una spietata lotta per la sopravvivenza.
Zdravka Evtimova è nata nel 1959 a Pernik, in Bulgaria, dove vive e lavora. È autrice di romanzi e racconti, molti dei quali tradotti e pubblicati all’estero. Ha vinto diversi premi letterari (fra cui il prestigioso Premio Balkanika) e oltre che scrittrice è anche traduttrice dall’inglese, dal francese e dal tedesco. Con Sinfonia nel 2015 si è piazzata tra i finalisti alla prima edizione del Premio Sinbad – Premio internazionale degli editori indipendenti Città di Bari, nella sezione narrativa straniera.
Zdravka Evtimova Collana: Nadir 54 Categoria: letteratura balcanica Pagine: 252 ISBN 978-88-497-0599-7 € 16,00 (foto: sinfonia)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le sinfonie del Cantiere d’Arte di Montepulciano a Siena per la Capitale Italiana della Cultura 2015

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 luglio 2015

rolandDomenica 2 agosto alle 21,30 al Teatro dei Rinnovati, Böer dirige l’Orchestra di Manchester Musiche di Beethoven, Prokofiev, Martinů e Cherubini con il violoncello di Grimm. Il 40° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano approda a Siena con uno straordinario concerto sinfonico nella splendida cornice del Teatro dei Rinnovati a Siena (domenica 2 agosto, inizio alle 21,30 – ingresso gratuito). La serata, realizzata in collaborazione con il Comune di Siena in omaggio alla Capitale Italiana della Cultura 2015, vedrà il Maestro Roland Böer dirigere la Royal Northern College of Music di Manchester e il violoncello di Justus Grimm lungo un’affascinante esibizione con contempla musiche selezionate dal repertorio di Martinů, Prokofiev, Cherubini e Beethoven.Sul tema “Terra, guerra e pace” che unisce l’edizione del quarantennale del Cantiere Internazionale d’Arte ideato a Montepulciano da Hans Werner Henze nel 1975, Siena vivrà un’eccezionale serata con protagonista la grande musica classica. Sul palco Roland Böer, Maestro la cui bacchetta ha diretto le principali orchestre del mondo, da Londra a Milano passando per Berlino e Stoccolma e che da quest’anno ha assunto la direzione artistica e musicale del Cantiere con il quale collabora dal 2009, dirigerà una delle più autorevoli composizioni internazionali che raccoglie giovani promesse della musica provenienti da tutto il mondo. La scaletta del roland1concerto di domenica 2 agosto prenderà il via con il Memorial to Lidice di Bohuslav Martinů per chiudersi sulle coinvolgenti note della Sinfonia n° 5 in Do minore di Beethoven. In mezzo la Sinfonia concertante in Mi minore di Sergej Prokofiev e la Marcia funebre, composta nel 1820 da Luigi Cherubini. Sul palco anche il sontuoso violoncello di Grimm, che conta collaborazioni con orchestre di tutta Europa e premi nei più importanti concorsi internazionali. L’evento fa parte del calendario degli eventi “Siena capitale italiana della cultura 2015”. Dall’esperienza della candidatura a Capitale europea della cultura 2019, infatti, il Ministero dei beni e delle attività culturali e dello spettacolo ha deciso di nominare le cinque finaliste capitali italiane per l’anno in corso e la città di Siena ha pensato ad un programma che ci accompagnerà fino a dicembre, ed in alcuni casi fino al 2016, ripercorrendo la storia di grandi capolavori del nostro passato artistico come le opere di Lorenzetti e Simone Martini, associandoli ai linguaggi e alle discipline più contemporanee. Centinaia di eventi, mostre, concerti, performance e momenti di riflessione in quattro sezioni: capolavori, spettacoli, salute ed arte per riflettere sulla storia della città e sulle nuove esperienze artistiche e culturali. (foto: roland)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Università Sapienza: Concerto Musica

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2012

Portrait of Beethoven in 1804, by which point ...

Image via Wikipedia

Roma giovedì 15 marzo 2012 ore 20.00 aula magna – palazzo del Rettorato piazzale Aldo Moro, 5 si terrà il concerto dell’Orchestra del teatro dell’Opera, diretta da Pinchas Steinberg. Il concerto sarà dedicato a Ludwig van Beethoven con la Sinfonia n. 4 op. 60 in si bemolle maggiore e la famosissima Sinfonia n. 5 op. 67 in do minore. L’Orchestra del Costanzi si esibirà con un concerto gratuito, offerto dall’Op

era di Roma a La Sapienza che registra l’avvio di un felice sodalizio tra la Fondazione lirica e l’Ateneo. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. http://www.operaroma.it

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sinfonia tricolore

Posted by fidest press agency su martedì, 27 dicembre 2011

 

Lower Salemi

Image by andsp13 via Flickr

Salemi 29 dicembre alle 21,15 nella Chiesa del Collegio dei Gesuiti via D’Aguirre, nel centro storico. «Sinfonia Tricolore» è il tema del concerto di fine anno che la banda musicale «Vincenzo Bellini», diretta dal Maestro Rosario Rosa e la partecipazione del soprano solista Paola Giacalone.
«Il tema del concerto è quello dell’Unità d’Italia – spiega Rosario Rosa – per questo il repertorio compendia autori quali Provesi, Rossini, Bellini e Verdi». L’ingresso è gratuito. Intanto è in corso al «Cine Tetaro Kim» di via Rocco Chinnici una rassegna dei più celebri cartoni animati della Disney promossa dal Comune di Salemi. Domani mercoledì 28 dicembre si proietta «Peter Pan», il 30 «Il libro della jungla», il 2 gennaio «La Bella e la Bestia», il 3 gennaio «Pinocchio», il 4 gennaio «La bella addormentata nel bosco», il 5 «Il Re Leone» (a fine proiezione una festa per i bambini).Tutte le proiezioni avranno inizio alle 17,00. L’ingresso è gratuito.
Tra le altre iniziative da segnalare un concerto di beneficenza, promosso da Fidapa, Rotary Club e Lions Club, in programma venerdì 30 dicembre alle 20,30 nella Chiesa del Collegio (via D’Aguirre, centro storico).Il primo gennaio ancora uno spettacolo-concerto di beneficenza, organizzato dal corpo di ballo «Emidance», a sostegno dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro: l’appuntamento è alle 19,00 sempre nella Chiesa del Collegio. L’ultimo appuntamento di queste manifestazioni natalizie è il 6 gennaio alle 17,30 in Piazza Alicia quando saranno rievocati «L’arrivo dei Re Magi» e la «Calata

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

79ª Estate Musicale Chigiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 agosto 2010

Siena 13 agosto. alle ore 21.15 due appuntamenti in programma   per la terza edizione dei “Maestri Chigiani in Terra di Siena” a San Gimignano, in Piazza delle Erbe, il violino di Boris Belkin, assieme all’Orchestra della Toscana diretta da  Francesco Pasqualetti, regalerà intense emozioni, in replica sabato 14 agosto, ore 21.15, al Teatro Mascagni di Chiusi.   In programma, alcune tra le più celebri pagine sinfoniche: il Beethoven dell’ouverture Egmont op. 84; il Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 35 di Ciajkovskij, recentemente celebrato nel film Il concerto di Radu Mihaileanu, e la Sinfonia n. 103 in mi bemolle maggiore “Col rullo di timpani”, una delle ultime grandi creazioni per orchestra di Haydn.
Boris Belkin, che dal 1985 tiene uno dei corsi di violino all’Accademia Musicale Chigiana di Siena, suona uno strumento costruito dal liutaio Roberto Regazzi di Bologna.
L’Orchestra della Toscana si è formata a Firenze nel 1980 per iniziativa della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Firenze. Nel 1983 è diventata Istituzione Concertistica Orchestrale per riconoscimento del Ministero del Turismo e dello Spettacolo. La direzione artistica è affidata ad Aldo Bennici, uno dei padri fondatori dell’ORT.
Francesco Pasqualetti ha studiato direzione d’orchestra all’Accademia Chigiana con Gianluigi Gelmetti per quattro anni conseguendo nel 2008 il Diploma d’onore e alla Royal Academy of Music di Londra con Sir Colin Davis e Colin Metters.
Il 13 agosto, inoltre, nella sede di Palazzo Chigi Saracini a Siena (via di Città 89), alle ore 21.15 avrà luogo il concerto finale degli allievi del corso di musica da camera tenuto dai maestri De Rosa e Zanettovich. Si esibirà su musiche di Haydn il Trio Artè (Valentina Casesa, Mirko D’Anna, Giorgio Garofalo); seguiranno Adriana Romero Huerta e Sara Cayero Aznar con musiche di Mozart, mentre la conclusione sarà affidata nuovamente al Trio d’Artè che eseguirà pagine di Shumann. I concerti a Palazzo Chigi Saracini (Siena) sono ad ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Da Corot a Monet. La sinfonia della natura”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

Roma – Complesso del Vittoriano Via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali)  Ultimi giorni (chiude il 29 giugno) per poter ammirare le oltre 170 opere tra dipinti, opere su carta e fotografie d’epoca, queste ultime mai esposte prima in Italia, presentate nella mostra “Da Corot a Monet.  La sinfonia della natura” al Complesso del Vittoriano.  Grande il successo di pubblico: a partire dal 6 marzo, in 110 giorni di apertura circa 180.000 visitatori hanno affollato le sale del Vittoriano per riscoprire attraverso la mostra “Da Corot a Monet. La sinfonia della natura” una selezione di importanti capolavori che per la prima volta  mette in relazione le straordinarie innovazioni attraverso cui gli Impressionisti rivoluzionarono la pittura tradizionale, con una comprensione più ampia della natura, della cultura e della modernizzazione del loro tempo. La Mostra, che nasce sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con la partecipazione del Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione –, della Regione Lazio – Presidenza e Assessorato alla Cultura, allo Spettacolo e allo Sport -, della Provincia di Roma – Presidenza e Assessorato alle Politiche culturali -, con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati e del Ministero degli Affari Esteri. La rassegna è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia.
L’esposizione “Da Corot a Monet.  La sinfonia della natura”, a cura di Stephen F. Eisenman, Ordinario di Storia dell’Arte, Northwestern University, Chicago, in collaborazione con Richard R. Brettell, Commissario Internazionale della Mostra, Ordinario di Storia dell’Arte, University of Texas, Dallas, si avvale di un prestigioso comitato scientifico. Catalogo: Skira Costo del biglietto: € 10,00 intero; € 7,50 ridotto Orario: dal lunedì al giovedì 9.30 –19.30; venerdì e sabato 9.30 – 23.30; domenica 9.30 – 20.30 (precedenti: qui)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio a Federico Pacini

Posted by fidest press agency su martedì, 13 ottobre 2009

paciniNew York 19 ottobre Lincoln Centre of, riconoscimento mondiale alle migliori opere fotografiche di  Federico Pacini. Sarà premiato per il suo libro 00001735.tif, che raccoglie immagini sorprendentemente travolgenti di architetture contemporanee senesi.  Il libro, edito dalla Protagon, è stato patrocinato e realizzato con il contributo della Provincia e del Comune di Siena, e con il sostegno dell’ordine degli Architetti.  Le immagine contenute in questo libro, che lo stesso Pacini definisce «una sinfonia armonica», sono state oggetto anche di una mostra presso la Casa della Città.  00001735.tif  è stato selezionato tra i quindici libri più meritevoli pubblicati nel 2008 e si è classificato secondo nella categoria “Other Book Prof”, con menzione d’onore non per la singola immagine o per la grafica editoriale bensì per l’intero contenuto.  Durante la cerimonia la Lucies Foundation consegnerà riconoscimenti alla carriera a: Henri Cartier-Bresson (2003), Annie Leibovitz (2003), Sebastiao Salgado (2004), William Klein (2005), David Bailey (2006), Elliott Erwitt (2007), Ganni Berengo Gardin (2008), Josef Koudelka (2008).  Al concorso di quest’anno Federico Pacini è in compagnia dei più grandi nomi della fotografia contemporanea mondiale: Nadav Kander, Timothy Greenfield-Sanders, David Zimmerman e Sebastian Copeland.  Tra i componenti della giuria internazionale, che premierà gli artisti di fama mondiale, annoveriamo: Lesley Martin – Aperture, Phil Coomes – BBC, Jen Bekman – Jen Bekman Gallery, I-Chan Park – Wol Guhn Sah Jeen, “Monthly Photo”, Korea, Elizabeth Pojé – Elizabeth Pojé e Associates Michael Zajakowski – Chicago Tribune Magazine, Zhang Guotian – China Pingyao International Photography Festival, Cynthia Held Held & Associates, David Spivak – Focus Magazine, Susan Baraz – Lucie Awards (pacini)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

17a Edizione Festival Ultrapadum

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Castello di S.AlessioOrchestraS. Alessio con Vialone (PV) Sagrato della Chiesa Parrocchiale 4 Settembre ore 21,15 “Omaggio a Rondò Veneziano” con l’Orchestra Giovanni Francesco Pressenda. Ingresso libero  Il programma della serata prevede l’esecuzione di alcuni dei brani più belli e famosi del noto ensemble Rondò Veneziano, tra cui La Serenissima, Bettina, Rondò Veneziano, Ca’ d’oro, Casanova, San Marco, Odissea Veneziana, Donna Lucrezia, Colombina, Tema Veneziano, Oboe d’amore, Feste Veneziane e Sinfonia per un addio.  I Rondò Veneziano sono un ensemble musicale italiano che unisce la musica barocca prodotta da una tipica orchestra da camera e le sonorità della musica pop e rock. L’Orchestra Giovanni Francesco Pressenda ha una lunga storia ed esperienza alle spalle. Nasce ad Alba nel 1984 con il nome di Orchestra Stabile di Alba e con la missione di divulgare la cultura musicale sul proprio territorio. Gli anni Novanta furono caratterizzati dagli acronimi O.S.A. (Orchestra Stabile di Alba) e A.M.A. (Associazione Musicale Albese) che continuarono a proporre le tradizionali stagioni concertistiche prima in San Domenico e poi in Teatro collaborando anche con musicisti del Teatro Regio di Torino e della RAI. Successivamente l’Orchestra stabile di Alba trovò finalmente il personaggio giusto a cui intitolarsi: “Giovanni Francesco Pressenda”, grande liutaio della storia della musica lequiese e dunque adattissimo al progetto di identificazione con il territorio.  L’Orchesta ha collaborato anche con personaggi del mondo dello spettacolo come Alessandro Haber e Bruno Gambarotta, entrambi simpaticissime voci recitanti in “Pierino e il Lupo”. L’Orchestra, e il Maestro Paglia in particolare, sono stati oggetto di trasmissioni televisive della RAI (TG1, TG2, TG3, Uno Mattina, Cronache italiane, l’Italia in diretta) e l’Orchestra ha effettuato registrazioni durante i concerti nella chiesa di San Domenico ad Alba per Rai Stereo 3, più volte messi in onda sulle reti radiofoniche nazionali. Attualmente il Direttivo è formato dal Dott. Giuseppe Malò, giornalista e Presidente, Sandra Drago della Direzione Amministrativa e Legale Rappresentante, dal Maestro Roberto Gilio, musicista e Direttore Artistico e dal Maestro Paolo Paglia, Direttore Musicale.  Attualmente Paolo Paglia è il direttore dell’Orchestra Stabile di Alba Giovanni Francesco Pressenda. Ha diretto in prestigiose sale in Italia e all’estero tra cui: il Teatro comunale di Bologna, La “Sala Greppi” a Bergamo, il Teatro di Lugo di Romagna, il Teatro di Carpi, il Teatro Chiabrera di Savona, il teatro Cavour di Imperia, il “Piccolo Regio”di Torino, a la Castelada de Nice (Fr) nella sala concerti di Olten e Soloturn (Ch).
Il comune di Sant’Alessio con Vialone fin dal XII° secolo era noto come Sancto Alexjo e appartenne alla nobile famiglia Canepanova di Pavia, cui fu tolto dai Beccaria nel XIV° secolo. Un ramo di questa casata prese nome da Sant’Alessio, poi Beccaria di Montebello. Dopo l’estinzione di tale ramo (1629) il paese non fu più infeudato. Faceva parte della Campagna Sottana di Pavia. Nel 1512 fu saccheggiato dagli Svizzeri e nel 1527 dai Francesi. Nel XVIII° secolo gli furono aggregati i piccoli comuni di Lossano e Guardabiate. Nel 1841 fu infine aggregato a Sant’Alessio anche il comune di Vialone. Nel 1863 prese il nome di Sant’Alessio con Vialone; nel 1929 fu soppresso e unito a Lardirago, ma nel 1947 riacquistò l’autonomia. http://www.festivalultrapadum.com.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orchestra sinfonica dell’Europa unita

Posted by fidest press agency su domenica, 10 maggio 2009

placidoAlbano laziale  16 maggio – ore 20 nel Duomo di Albano Laziale, la prima Orchestra Sinfonica dei Castelli Romani diretta dal M° Gurer Aykal  dedicherà le sue note eterne ai bambini, alle loro speranze, ai sogni di quanti non possono più sognare, a chi lo scorso 6 aprile, in Abruzzo, ha perso tutto.  L’Oseu, infatti, intende proseguire il Cammino di Solidarietà intrapreso lo scorso 2 maggio, devolvendo il ricavato a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo. Un cammino che culminerà il prossimo 1° agosto con la terza edizione del Concerto Evento Pontefice, dedicata quest’anno a PIO XII PONTEFICE. Contestualmente al concerto Evento tutti gli incassi saranno consegnati al Vescovo de L’Aquila S. E. Monsignor Giuseppe Molinari. Quanto raccolto concorrerà al restauro della Basilica S. Maria di Collemaggio e del Conservatorio de L’Aquila.  L’Orchestra, per il Concerto dell’Infanzia eseguirà la ‘Sinfonia dei Giocattoli’ di Leopold Mozart e la fiaba musicale ‘Pierino e il Lupo’ di Prokofiev. La prima, sinfonia di Leopold Mozart, padre del ben più famoso Wolfang, è divenuta ben presto popolare grazie alla sua forma accattivante, alle sue suggestive armonie che richiamano  il verso degli uccellini. Sarà un momento magico che cederà il passo ad un momento altrettanto suggestivo: l’esecuzione della fiaba musicale di Prokofiev, che sarà interpretata dall’attore e regista Michele Placido. ‘Pierino e il Lupo’ vuole essere un segno di speranza in un futuro da ricostruire.  Al concerto saranno presenti il Sindaco Marco Mattei e S. E. Monsignor M. Semeraro (foto placido)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lugano: Alain Lombard E Gerhard Oppitz

Posted by fidest press agency su martedì, 21 aprile 2009

lombardLugano 24 aprile alle ore 20.30 al Palazzo dei Congressi di, Piazza Indipendenza 4 secondo appuntamento con Lugano Festival porta al Palazzo dei Congressi, alle 20.30, due grandi nomi: Alain Lombard, direttore onorario dell’Orchestra della Svizzera Italiana, ed il pianista tedesco Gerhard Oppitz. Artisti acuti e profondi nel leggere il repertorio ottocentesco, affrontano insieme il Concerto n. 2 di Brahms, compositore di cui Oppitz ha inciso l’integrale ed è richiestissimo interprete.  Il programma si completa con la Sinfonia n. 4 di Beethoven, un autore che attraversa come un filo rosso tutti i cartelloni di Lugano Festival, a sottolinearne la centralità nella cultura musicale di tutti i tempi. Dopo il concerto di gala inaugurale con la Filarmonica della Scala di Milano, tocca all’Orchestra della Svizzera Italiana il secondo appuntamento con Lugano Festival 2009. Sul podio non poteva mancare il maestro francese Alain Lombard, che dell’OSI è stato guida principale dal 1999 al 2005, quando ha assunto l’incarico di direttore onorario, che tuttora detiene. L’affiatamento palpabile tra orchestra e direttore rende memorabile ogni loro esecuzione, soprattutto nell’ambito della letteratura romantica, assai congeniale a Lombard – che iniziò la sua carriera come assistente di Karajan e di Bernstein. Il programma propone due pagine capitali del repertorio tedesco del secolo XIX. Il Beethoven della Sinfonia n.4, a torto ritenuta minore rispetto alle sinfonie sorelle, in realtà ricca di innovazioni formali e permeata da una straordinaria profondità emotiva. Ed il Brahms del Concerto n. 2 per pianoforte, affidato al virtuosismo tecnico ed all’intelligenza interpretativa di Gerhard Oppitz, che di Brahms è fine conoscitore. Cresciuto alla scuola di un gigante della tastiera quale Wilhelm Kempff, laureato da Arthur Rubinstein nel 1977 al Concorso di Tel Aviv, Oppitz è oggi uno dei massimi rappresentanti di una tradizione tipicamente tedesca del far musica, attenta ai valori poetici, aliena da esibizionismi istrionici, aperta trasversalmente alla letteratura di tutti i tempi, compresa la produzione contemporanea, ingiustamente disertata da molti virtuosi. (foto lombard)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »