Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘sistema pensionistico’

“Ripensare il sistema pensionistico e dare ossigeno al Pubblico Impiego con ingresso dei giovani”

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 giugno 2018

“Accogliamo positivamente la volontà generale della politica di intervenire sui meccanismi rigidi della Fornero”.Lo dichiara in una nota il Segretario Generale UIL FPL Michelangelo Librandi e prosegue: “Occorre un ricambio generazionale che nel Pubblico Impiego, non è più rinviabile. Dobbiamo investire in innovazione e nuove tecnologie, selezionando giovani competenti e meritevoli.Ricordiamo che i dipendenti pubblici italiani sono 3,2 milioni, ancora in calo, con 246 mila persone uscite e non rimpiazzate dal 2008. Ancora pochi i nuovi ingressi rispetto alle reali necessità, a causa di un blocco del turn over che deve essere superato concretamente, e nonostante il percorso di stabilizzazioni attuato con le recenti politiche grazie alle pressioni e allo sforzo del sindacatoDipendenti Pubblici con una età media che supera ormai abbondantemente i 50 anni, costretti ad operare in condizioni di continua criticità ed urgenza.Questa situazione ha contribuito all’aumento della disoccupazione giovanile che oggi raggiunge percentuali record superiori al 32%, con percentuali ancora più alte nelle regioni del Sud Italia.Assumere giovani nel Pubblico Impiego significa dare a questi ragazzi un futuro sereno contrariamente a quanto sta avvenendo oggi, in una società che offre quasi esclusivamente lavori a termine, spesso non contrattualizzati e sottopagati.Tutto questo deve partire dalla prossima legge di bilancio. Il nostro sindacato – conclude Librandi – è pronto ad offrire, come sempre, il proprio contributo, convinti che solo attraverso il confronto con le parti sociali si potranno risolvere i problemi principali di questo paese, a partire da una seria riforma delle pensioni sino alla necessità di puntare concretamente sui giovani per ridare ossigeno al nostro paese e trasmettergli un messaggio di concreto rinnovamento e speranza.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le bufale del governo sulle pensioni

Posted by fidest press agency su martedì, 26 settembre 2017

inpsDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia: “Nel Documento di Economia e Finanze, a pagina 9, leggiamo che il Tesoro, in materia di spesa pensionistica futura scrive che ‘la popolazione italiana è invecchiata, le nascite e il tasso di fecondità sono in calo. Nuove proiezioni delle tendenze del sistema pensionistico, basate su un imminente aggiornamento degli scenari demografici ed economici a livello europeo, evidenziano rischi di salita della spesa pensionistica nei prossimi due decenni’.Il Governo smentisce, dunque, tutte le promesse fatte dai tempi del governo Monti in poi, che dipingevano la spesa pensionistica in declino e il sistema pensionistico in equilibrio, per effetto delle efficaci riforme dei Governi di centro-sinistra.Invece, purtroppo, come certificato anche dall’autorevole gruppo di lavoro europeo Epc-Wga, che si occupa di realizzare scenari macroeconomici sulle questioni pensionistiche, il futuro delle pensioni italiane non è affatto roseo e la situazione italiana è in ‘peggioramento’.La drammatica situazione così stigmatizzata fa capire quanto le promesse fatte dal Governo sulla posticipazione dell’aumento dell’età pensionabile prevista dalla Legge Fornero e le altre misure di prepensionamento previste per i lavoratori (APE, RITA, bonus per madri lavoratrici, e chi più ne ha più ne metta) fossero soltanto delle bufale create ad arte per illudere i lavoratori vicini all’età della pensione”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal 2011 si va in pensione a 61 anni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2010

Da gennaio 2011 entreranno in vigore le nuove regole per l’accesso alla pensione di anzianità, che avrà tra i requisiti essenziali il raggiungimento del sessantunesimo anno di età. Sulle novità riguardanti il sistema pensionistico, ha espresso una riflessione Antonella Sassone, viceresponsabile per il Lavoro  e l’Occupazione dell’Italia dei Diritti: “La materia pensionistica è stata sicuramente tra quelle che ha subito più interventi da parte dei governi che si sono succeduti. E’ innegabile che l’invecchiamento della popolazione, unitamente a distorsioni come i baby pensionamenti, incida fortemente sulle casse dello Stato, creando così una vera e propria emergenza. In risposta a ciò si assiste a progressivi aumenti dell’età pensionabile anche per le donne, data l’esistenza di una direttiva comunitaria che in merito impone un’equiparazione tra i due sessi. A questo punto però mi viene amaramente da sorridere: alla tempestività con cui si è reso paritario il sistema pensionistico maschile e femminile non equivalgono altrettanti interventi per far fronte alle disparità di accesso al lavoro delle donne, discriminate, anche economicamente, per tutta la vita lavorativa”. Nello specifico, l’età minima passa da 59 a 60 anni per i lavoratori dipendenti con almeno 36 anni di contributi e cambiano anche le regole sulle finestre per l’uscita già introdotte in luglio: per usufruirne occorrerà aspettare almeno 12 mesi dal soddisfacimento dei requisiti, sia di anzianità sia di vecchiaia. “Non c’è corrispondenza tra gli interventi di natura economica sulle povere pensioni dei cittadini e quelle ricchissime di politici e faccendieri di Stato – continua la Sassone -. Per non parlare della disparità tra normali lavoratori e politici circa l’età pensionabile. Una riforma equa di un sistema pensionistico – conclude la rappresentante del movimento presieduto da Antonello De Pierro – dovrebbe innanzitutto incidere sulle distorsioni del sistema prima di fare la voce grossa con i più deboli, cioè con i cittadini”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pensioni: Fatuzzo (Pp)

Posted by fidest press agency su domenica, 22 marzo 2009

Ogni occasione è buona per invocare riforme pensionistiche – ha dichiarato il segretario nazionale del Partito Pensionati, Carlo FATUZZO. Il forte attivo dell’INPS  dimostra che il nostro sistema pensionistico è stato messo ampiamente in sicurezza dalle riforme che si sono succedute negli anni e sembra veramente una strana moda, collegare la pesante e preoccupante crisi economica , alla necessità di aumentare l’età pensionabile ed a restringere, sostanzialmente, i diritti  e le aspettative di tanti lavoratori,che dopo decenni di lavoro, attendono di andare il pensione. I pensionati  e coloro che aspirano ad andare in pensione – ha sottolineato FATUZZO – non  pesano sulle tasche degli italiani,  ricevono o riceveranno solo una parte  delle ingenti somme versate in anni di lavoro : è un salario differito su cui, ingiustamente, fra l’altro, si pagano anche le tasse, già pagate durante l’attività lavorativa. Vi è una necessità di iniziative in materia pensionistica – ha concluso il segretario del Partito Pensionati – per il recupero della reale perdita del potere di acquisto delle pensioni che nell’ultimo decennio hanno perso almeno il 40% del valore reale.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il bilancio 2008 dell’INPS

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 marzo 2009

Si è chiuso con un attivo di ben 11,275 mld – ha dichiarato il Segretario Nazionale del Partito Pensionati, Carlo FATUZZO – e questo fa emergere con chiarezza che non c’è bisogno di nessuna riforma pensionistica e che le tante riforme che sono state attuate fino ad oggi hanno già messo in sicurezza il sistema pensionistico. I fatti dimostrano che non sono le pensioni a creare problemi all’economia italiana – ha proseguito FATUZZO – e che i lavoratori ricevono solo in parte quanto da loro versato in un’intera vita lavorativa. Non si può continuare a tirare in ballo la necessità di una riforma pensionistica quando i fatti dimostrano che i conti sono in ordine – ha concluso il Segretario del Partito Pensionati – e che, anzi, vi sarebbe la possibilità di un significativo intervento per rivitalizzare pensioni ferme da decenni e che non sono più neppure da sopravvivenza, ma da fame vera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Istat e gli andamenti del sistema pensionistico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 marzo 2009

Roma  “E’ veramente singolare che l’ISTAT continui a non fornire i dati riguardanti le pensioni di anzianita’,  comprendendoli all’interno del settore vecchiaia”. Lo afferma il Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera on. Giuliano Cazzola che spiega “ In questo modo, viene rappresentata una situazione non conforme alla realta’ soprattutto per quanto riguarda l’importo medio dei trattamenti pensionistici. Le pensioni di anzianita’ sono il problema vero del sistema pensionistico: camuffarne gli andamenti da parte dell’Istituto Centrale di Statistica – conclude Cazzola – non e’ fare un servizio al Paese”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »