Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘siti’

Chiusura al pubblico dei siti di Pompei, Oplontis, Stabia e Boscoreale

Posted by fidest press agency su domenica, 8 marzo 2020

Napoli. In ottemperanza alle nuove “Misure di contrasto e contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19 “, previste dal DPCM 8 marzo 2020 – art. 2, lettera d, che sospende l’apertura di tutti i musei e luoghi di cultura statali, il Parco Archeologico di Pompei ha disposto da questa mattina la chiusura al pubblico dei siti di Pompei, Oplontis, Stabia e Boscoreale fino al 3 aprile.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I siti minerari in Sardegna: A 40 anni dalla chiusura delle miniere

Posted by fidest press agency su domenica, 1 dicembre 2019

“Gadoni è un piccolo paese della Sardegna ma che ospita un grande sito minerario caratterizzato dalla presenza di rame che è stato sfruttato soprattutto nel ‘900, anni in cui il mio paese ha conosciuto benessere e ricchezza – ha dichiarato Francesco Peddio, sindaco di Gadoni, in provincia di Nuoro – e tutto questo è avvenuto fino agli anni ’80. La chiusura della miniera ha significato l’apertura di una crisi, questo perché tutti gli spazi lavorativi erano assorbiti dalla miniera e dall’indotto per cui non c’è stato in 40 anni alcun sviluppo alternativo. Con la chiusura della miniera avvenuta negli anni ’80 si è avuta una crisi irreversibile i cui effetti si hanno ancora oggi a distanza quasi di 40 anni. Oggi Gadoni conta 700 abitanti, basti pensare che invece alla fine degli anni ’70, inizi anni ’80, ne contava 1600. Abbiamo perso più del 50% della popolazione. Noi per combattere questo spopolamento che si protrae oramai da decenni abbiamo avviato una politica di riconversione del sito minerario a fini turistici e quindi trasformare il sito in un attrattore turistico per poter creare tutto quell’indotto che abbia ripercussioni positive anche nella ricettività, nella ristorazione ed in tutti quei settori turistici. Il sito minerario di Gadoni vanta ben 150 gallerie che si caratterizzano per la presenza di colorazioni eccezionali nelle pareti e che vengono rese brillanti dalla presenza di argento. Oggi si può visitare una bellissima laveria che ancora oggi è perfettamente conservata così come fu lasciata dai minatori in quell’ultimo giorno di lavoro, è come se il tempo si fosse fermato. Si ha la possibilità di entrare davvero in una foto sotterranea di un tempo appartenuto alla storia d’Italia”.
“In Sardegna abbiamo ben 600 siti minerari. Già censiti 400 geositi – ha affermato Alessandro Abis, Coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE della Sradegna – di cui ben 19 sono stati riconosciuti come monumenti geologici dalla Regione Sardegna. Dal punto di vista mineralogico abbiamo oltre 600 specie mineralogiche”. Si punta dunque ad una forte riconversione delle aree minerarie per sviluppare il Turismo Ambientale. “In Sardegna stiamo costituendo la Rete delle 8 Aree del Parco Geominerario. Molte di queste sono già strutturate, abbiamo ben 5 siti sotterranei di cui 3 sono già fruibili ed altri due li stiamo recuperando. Quindi c’è una rete che è pronta ad essere costituita e comunicata. Metteremo insieme tutti i siti -ha concluso Tarcisio Agus, Presidente del Parco Geominerario della Sardegna – e creeremo una rete al fine di promuoverli a livello internazionale. Anche per questo motivo è essenziale la Guida Ambientale Escursionistica. Che le nostre comunità si affidino alle Guide Ambientali Escursionistiche per fare emergere la ricchezza del nostro patrimonio”.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I siti più visitati

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 novembre 2019

Gli utenti online nel mese di settembre riprendono le loro abitudini e tra i preferiti, oltre alle principali categorie di siti più visitati (Search con il 95,4% degli utenti online, Member Communities con l’88,7% e Internet tools e web service con l’88,5%), troviamo i portali generalisti “ General interest portals & communities” e i siti della sotto-categoria ”Video/Movies” che raggiungono 36,5 milioni di utenti, i siti dedicati alle news online (Current Event & Global News) con 35,5 milioni di utenti e dei servizi di “Instant messaging ” che raggiungono 34,2 milioni di utenti online per 28 ore e 44 minuti mensili per questa categoria.Tra gli altri, con il rientro dalle ferie, sono da segnalare: la sotto-categoria dedicata ai siti e app per la spesa online – Mass Merchandiser con 33,9 milioni di utenti, +4,4% rispetto ad agosto -, la sotto-categoria di siti e app per la gestione delle email – 32,9 milioni di utenti, +3,2%, online per più di 10 ore – e i siti e app della TV online (Broadcast Media) – con 28,3 milioni di utenti pari a +7,8%. (fonte: Audiweb)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La bonifica dei siti da rigenerare

Posted by fidest press agency su martedì, 2 luglio 2019

Milano lunedì 8 luglio dalle 9:00 alle 13:30 presso l’Auditorium Gaber (piazza Duca D’Aosta n. 3), convegno “Il suolo circolare. Una nuova cultura di bonifica per la rigenerazione urbana”. L’evento sarà l’occasione per discutere le proposte emerse da tre workshop realizzati da AUDIS da febbraio ad aprile 2019, nel corso dei quali si è analizzato il problema “bonifiche” dal punto di vista delle norme e della sostenibilità sociale e degli aspetti economici.”AUDIS non si stanca di dire che, nonostante il gran parlare, oggi la rigenerazione urbana in Italia è sostanzialmente ferma. Per farla partire davvero dobbiamo fare, tutti insieme, un salto culturale in avanti – ha commentato il Presidente dell’Associazione Tommaso Dal Bosco – In primo luogo cominciare a credere che rigenerare le città, e quindi i suoli contaminati, sia una chiave irrinunciabile dello sviluppo di tutto il Paese. Di conseguenza attrezzare il sistema per eliminare gli ostacoli che nel rapporto tra pubblico, privati e cittadini impediscono ogni giorno di passare dai buoni propositi alla realtà”“Riteniamo che il tema delle bonifiche dei siti inquinati sia uno degli aspetti principali di molti processi di rigenerazione urbana – afferma l’Assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo – Il confronto che avverrà durante il convegno è un’occasione importante per la Lombardia, il cui territorio è caratterizzato da una secolare vocazione industriale ed è spesso interessato ad azioni di bonifica e di rigenerazione urbana, in cui è presente anche una componete importante di utilizzo delle nuove tecnologie disponibili per questi ambiti”.
L’obiettivo della giornata è dunque ribadire e portare all’attenzione del Paese gli aspetti di innovazione e spunti di riflessione su soluzioni innovative da attuarsi nel breve e nel medio-lungo termine che erano emersi al termine dei workshop realizzati tra febbraio e aprile, realizzati con il coordinamento scientifico dei soci AUDIS Francesco Bertelloni (ambiente spa), Jean Pierre Davit (Golder Associates), Federico Vanetti (Dentons), il contributo di Igor Villani (Arpae) e la partecipazione di oltre 50 esperti.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bayer: Garbagnate tra i migliori siti produttivi 4.0 al mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

World Economic Forum ha inserito lo stabilimento Bayer di Garbagnate Milanese tra le nove migliori realtà produttive al mondo.Il sito di Bayer è l’unico a rappresentare l’Italia nella prestigiosa classifica: le altre eccellenze si trovano in Cina, negli Stati Uniti e in Europa.
L’indagine è durata un anno e ha preso in considerazione oltre 1.000 stabilimenti produttivi, valutati sia per le innovazioni tecnologiche utilizzate che per la sostenibilità.
Il sito di Garbagnate, nato nel 1946, è collocato all’interno del Parco delle Groane alle porte di Milano ed è specializzato nella produzione ed il confezionamento di farmaci in forma solida quali compresse e microcapsule sia per il mercato italiano che per quelli esteri. A livello mondiale, questo sito rappresenta per Bayer un impianto d’eccellenza ad alta sostenibilità che – tra gli stabilimenti Bayer – produce il maggior numero di compresse all’anno. Si tratta di un primato che ha visto raddoppiare, nel giro di pochi anni, la produzione di pastiglie passando da cinque miliardi nel 2013 a undici miliardi nel 2018.“Siamo orgogliosi di essere l’unico sito produttivo italiano 4.0 inserito dal World Economic Forum tra i più tecnologicamente avanzati al mondo. I punti di forza che premiano Garbagnate sono le soluzioni digitali e l’utilizzo dei dati adottati per raggiungere significativi sviluppi produttivi. Ma anche l’approccio che mette al centro le persone e la sostenibilità” ha commentato Monica Poggio, amministratore delegato di Bayer in Italia“.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assegnati i Macchianera Internet Awards ai migliori siti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

ph: albertofeltrin.comph: albertofeltrin.com“La nuova edizione dei Macchianera Internet Awards si è svolta nuovamente a Milano visto il successo dello scorso anno – afferma Gianluca Neri, fondatore dei Macchinera Internet Awards -. Anche per questa edizione l’apporto del pubblico è stato fantastico; la sala era tutta esaurita e gli utenti da casa hanno letteralmente invaso il nostro sito per votare l’influencer o il blog preferito. I numeri parlano chiaro: siamo davanti ad oltre due milioni e mezzo di voti che ci hanno permesso di stilare le 33 classifiche delle altrettante categorie in gara. Questo ci rende fieri di tutto il lavoro che abbiamo svolto per rendere unica questa serata”.La categoria Personaggio dell’anno è stata vinta da Alberto Angela, che ha battuto la concorrenza di Bebe Vio e Fabio Rovazzi. Quarto posto per FaviJ e quinto per Ludovica Comello. Roberto Burioni invece si è aggiudicato la categoria Personaggio Rivelazione, seguito al secondo posto da Il Signor Distruggere e al terzo da Fatto in casa da Benedetta. Quarto Nicolò Balini e quinto Matteo Flora.La categoria Miglior Instagrammer (sponsored by Nescafé) è stata conquistata da Diletta Leotta che ha battuto Greta Menchi e Chiara Ferragni. Quarto posto per Ludovica Comello, e quinto per Fedez. Selvaggia Lucarelli si è aggiudicata la categoria Miglior Tweeter, con Ludovica Comello appena dietro, seguita al terzo posto da Frank Matano. In coda hanno chiuso Diego Bianchi (Zoro) e Guglielmo Scilla (Willwoosh).
Zerocalcare si è aggiudicato la categoria Miglior Disegnatore – Vignettista. Al secondo posto si posizionato Makkox, mentre il terzo gradino del podio occupato da Boban Pesov. Quarto posto per Alessandro Mereu (Don Alemanno), quinto posto Vauro.Casa Surace si è aggiudicato la palma di Miglior Pagina Facebook, battendo così Commenti Memorabili, Adotta anche tu un alfabeta funzionale, Le più belle frasi di Osho e Il Signor Distruggere. Nella categoria Miglior Community invece, si è imposto Feudalesimo e Libertà che ha battuto Italiansubs e Lega Nerd. Quarto posto per Giallo Zafferano e quinto per Fotografie Segnanti. Favij ha vinto la categoria Miglior Youtuber – Videomaker. A secondo posto si sono posizionati I Pantellas, seguiti da Stefano Lepri (St3pny), Luca Denaro (Il vostro caro Dexter) e Matt&Bise.
ph: albertofeltrin.comLa categoria Miglior Testata Giornalistica è stata vinta dall’Ansa, che ha battuto la concorrenza de Il Fatto Quotidiano e de Il Post. Hanno chiuso la top 5 i siti di Lettera 43 e La Repubblica. Radio Deejay invece si è confermata la Miglior Radio. Al secondo Virgin Radio, seguita da RTL 102.5, RDS e Radio 105. Invece nella categoria Miglior Radio o Podcats Online si è imposto Alzabandiera, che ha preceduto Scientificast e Radio Stonata. Hanno chiuso al quarto e quinto posto Radio Luiss e Uau Radio.
Netflix è stato premiato come Miglior Canale TV, seguito da Amazon Prime Video e Real Time. DMAX e Sky Atlantic si sono posizionate rispettivamente al quarto e quinto posto. Nella categoria Miglior Sito Televisivo ha vinto ItalianSubs, seguito da Netflixlovers e Davide Maggio. Quarto posto per Tvblog e quinto per Subspedia. Ulisse: il piacere della scoperta ha vinto la categoria Miglior Trasmissione Tv. Al secondo posto si è posizionato Superquark, mentre al terzo Gazebo. Quarto e quinto posto per Pechino Express e E poi c’è Cattelan.Lercio ha vinto la categoria Miglior Sito davanti a Salvatore Aranzulla, Giallo Zafferano, Il Post e Il Fatto Quotidiano. Nella categoria Miglior Sito di Viaggi si è imposto Turisti per caso. Il secondo posto è stato conquistato da Non solo turisti, seguito da Airbnb, ph: albertofeltrin.comTripadvisor e Booking. Miglior Travel Blogger (sponsored by Eurodap Assistance) è stata vinta da Nicolò Balini, che ha preceduto Diana De Lorenzi e Edoardo M. Del Mastro. Hanno chiuso al quarto e quinto posto Martinoexpress e Manuela Vitulli (pensioeriinviaggio).Bossy si è aggiudicato il premio come Miglior Sito LGBT. Al secondo posto si è posizionato Gayburg seguito da Gay.it. A chiudere la top 5 LGBTnews Italia e Zucchero Sintattico. Nella categoria Miglior Sito Politico-d’Opinione ha vinto Breaking Italy, che ha battuto Mangiatori di Cervello. Terzo gradino del podio per Gli Stati Generali, seguito da Goofynomics e Byoblu.Salvatore Aranzulla si è aggiudicato il premio come Miglior Sito Divulgativo, precedendo Roberto Burioni, Wikipedia, Different e Butac. Nella categoria Miglior Sito per Genitori e Bambini invece, ha vinto Pianeta Mamma, che ha preceduto Mumadvisor e Nostrofiglio. Giù dal podio Nonsolomamma al quarto posto e 50 sfumature di mamma al quinto.
Nella categoria Miglior Sito Food (sponsored by PROSECCO DOC) Giallo Zafferano ha avuto la meglio su Dissapore, che si è posizionato al secondo posto seguito da Il Cucchiaio d’Argento. Hanno chiuso la top 5 Cook Around e Sale & Pepe. Fatto in casa da Benedetta, di Benedetta Rossi si è aggiudicato il premio come Miglior Foodblogger (sponsored by Sammontana) battendo la concorrenza di Ho voglia di dolce, Chiara Maci, Sonia Peronaci e Singerfood.Nella categoria Miglior Chef invece, Massimo Bottura ha avuto la meglio su Antonino Cannavacciuolo. Terzo posto per Chef Rubio, seguito da Heinz Beck e Alessandro Borghese.Libreriamo ha conquistato la palma di Miglior Sito ph: albertofeltrin.comLetterario. Al secondo posto si è posizionato l’Apprendista Libraio che ha preceduto in ordine Tegamini, Minima&Moralia e I dolori della giovane libraia. Nella categoria Miglior Sito Fashion & Beauty invece, ha vinto ancora una volta Clio MakeUp, che ha battuto Irene’s Closet e The Fashion Fruit. Quarto posto per The Blonde Salad seguito da Valentina Vignali.
Nella categoria Miglior Sito Musicale ha vinto Rolling Stones battendo Noisey e Shades of Pop. Quarto posto per Rockol e quinto per AllMusic Italia. I 400 Calci invece, ha vinto la categoria del Miglior Sito Cinematografico, seguito da MyMovies, Gli 88 Folli, Cineblog e Coming Soon.
Come Miglior Sito di Satira gli italiani hanno premiato ancora una volta Lercio, che ha battuto Fedaulesimo e Libertà al secondo posto. Spinoza si è aggiudicato il terzo posto, seguito da Casa Surace. Il Signor Distruggere ha chiuso al quinto posto.Infine la categoria Battuta dell’anno è stata vinta da Lercio con la frase “Troppi metalli nei vaccini: bambino arrugginisce dopo il bagnetto”, mentre la categoria Miglior Articolo o Post è stata vinta da Il Signor Distruggere con “Il fanatico mondo delle mamme”. A Piero Angela è stato consegnato il Premio Speciale dei MIA17. (foto: ansa, Benedetta Rossi, Casa Surace, Giulia Penna, Gianluca Gazzoli e Sistiana Lombardi)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Interoute aggiunge un secondo nodo in Svizzera per il suo networked cloud globale

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2015

ZurigoInteroute, l’operatore proprietario della più grande piattaforma di servizi cloud in Europa, ha annunciato l’apertura di un nuovo Virtual Data Centre (VDC) a Zurigo. Il VDC di Interoute è integrato nel network privato che forma la sua piattaforma cloud globale. Tale piattaforma completamente automatizzata offre ai clienti il libero trasferimento di dati e il pieno controllo della posizione dei dati.Interoute, uno degli operatori cloud con la crescita più rapida a livello europeo1, è il primo provider mondiale ad offrire due siti di cloud computing in Svizzera. Le aziende possono utilizzare il nuovo nodo di Zurigo insieme a quello già esistente di Ginevra, e costruire un’architettura duplice, sicura e flessibile all’interno del paese, oltre che godere di altri 12 siti disponibili in tutto il mondo all’interno del networked cloud offerto da Interoute. Il nuovo Virtual Data Centre di Interoute a Zurigo è stato costruito in risposta alla crescente domanda dei clienti per la localizzazione di siti cloud sensibili in tutta Europa. La piattaforma Infrastructure-as-a-Service di Interoute è in continua espansione, e offre ora un totale di 14 Virtual Data Centre dislocati in tutto il mondo. La Svizzera è il terzo paese europeo in cui Interoute offre funzionalità dual-site per la sua piattaforma di cloud, con sedi di questo tipo già disponibili nel Regno Unito (Londra – Slough) e in Germania (Berlino – Francoforte). Gli utenti possono godere di una velocità di ben 4 millesimi di secondo2 nell’invio di un pacchetto di dati tra i siti di Zurigo e Ginevra, e viceversa. La portata globale dell’infrastruttura cloud di Interoute si estende dalla costa occidentale degli Stati Uniti, attraverso una fitta rete di siti VDC nei più importanti centri economici europei, continuando ad ovest verso l’Asia.Il VDC di Interoute ha una interfaccia online facile da usare e può anche essere controllato tramite numerose funzionalità API. Per lo storage dei dati i clienti possono scegliere una delle 14 zone, mantenendo il pieno controllo del nodo in cui i file e le applicazioni sono archiviati. Inoltre, il trasferimento di dati tra le zone è gratuito per i clienti dei VDC di Interoute, in modo da avere l’elaborazione dati multi-zona e le relative architetture estremamente flessibili ed economicamente efficienti, e raggiungere più mercati in tutto il mondo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siti internet in pericolo?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 aprile 2012

Avaaz comunica: “Da un momento all’altro il governo Monti potrebbe approvare una legge che ucciderebbe la libertà di Internet così come la conosciamo oggi: mancano pochi giorni e solo una grande mobilitazione pubblica può fermarlo. Alcuni quotidiani hanno fatto trapelare la bozza di una legge scritta in segreto dal governo che darebbe all’Autorità delle Comunicazioni (AGCOM) il potere di chiudere qualunque sito internet per il semplice sospetto di violazione del diritto d’autore. Le potenti lobby dell’industria e dei media stanno facendo pressione sul governo affinché la legge sia adottata il prima possibile, ma oltre 30 parlamentari hanno lanciato l’allarme e se saremo in tanti ad agire ora potremo convincere il Presidente Monti ad abbandonare la legge bavaglio e a proteggere la nostra libertà della Rete. Lo scorso anno la campagna di Avaaz ha generato un ciclone mediatico enorme e fermato AGCOM dall’adottare di nascosto un regolamento bavaglio simile a questa legge: possiamo farlo di nuovo. Monti è sempre più sensibile all’opinione pubblica man mano che la sua popolarità scende: ora è il momento di farci ascoltare. Clicca sotto per firmare la petizione per chiedergli di abbandonare il bavaglio e salvare Internet: le nostre firme saranno consegnate agli uffici del Presidente, ai ministri chiave e ai media: http://www.avaaz.org/it/monti_save_our_internet/?vl
Senza un effettivo sistema di pesi e contrappesi, AGCOM può diventare una vera minaccia alla nostra democrazia. Nominati dai maggiori partiti, i suoi membri operano con pochissima trasparenza e rispondono ai diktat di potenti interessi politici e industriali, spesso senza alcun controllo parlamentare. Ora, con la nuova legge, i suoi poteri di censura potrebbero crescere pericolosamente. La bozza di legge trapelata permetterebbe ad AGCOM di chiudere, nell’arco di poche ore e senza l’intervento di un giudice, interi siti d’informazione e d’interesse pubblico, come WikiLeaks, portali di software libero e siti di video come Youtube, solo perché uno specifico contenuto o una canzone è sospettata di violare il diritto d’autore. Il paladino della nuova legge bavaglio è il sottosegretario di stato, Antonio Catricalà, sotto l’enorme pressione di giganti dell’informazione come Mediaset e della potente industria dell’intrattenimento. Ma tanto l’influente sottosegretario Paolo Peluffo quanto il Presidente Monti sono molto preoccupati per le possibili conseguenze di una nuova mobilitazione popolare a causa della posizione sempre più instabile del governo. Non ci rimane molto tempo. Il governo potrebbe approvare la legge in uno dei prossimi Consigli dei Ministri, rendendo definitivi i nuovi poteri di censura di Agcom, proprio ora che il suo mandato sta per scadere. Uniamoci alle voci dei parlamentari e chiediamo lo stop dell’approvazione in extremis di questa legge bavaglio che mette in pericolo Internet libero. Firma ora la petizione e condividila con tutti: http://www.avaaz.org/it/monti_ save_our_internet/?vl”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Un marchio europeo per il patrimonio comune dal 2013

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2011

IMG_3623

Image by cplbasilisk via Flickr

In seguito a una decisione del Parlamento adottata mercoledì, un marchio del patrimonio europeo potrà essere assegnato, dal 2013 e su base volontaria, ai luoghi simbolo della storia e dell’integrazione europea. Particolare attenzione sarà data ai siti “transnazionali”, visto il loro speciale simbolismo per la storia comune d’Europa. A partire dal 2013, ogni due anni ciascuno Stato membro potrà proporre fino a due siti candidati, tra i quali una giuria di 13 esperti indipendenti ne sceglierà al massimo uno per Paese. Il marchio garantirà la qualità dei siti selezionati, che potranno essere monumenti o siti naturali, sommersi, archeologici, industriali o urbani, paesaggi ricchi di cultura, luoghi della memoria, beni culturali e oggetti o patrimoni immateriali associati a un luogo. Il marchio potrà essere concesso anche a siti di patrimonio contemporaneo che abbiano una rilevanza per la storia e il patrimonio comune d’Europa, così come per meriti architettonici o estetici. Il marchio si rivolge principalmente ai siti transnazionali, dato il loro particolare valore per la storia europea comune. Questi siti dovranno comunque soddisfare i requisiti per la concessione del marchio e designare un unico organismo di coordinamento quale interlocutore della Commissione europea. Gli Stati membri avranno anche la possibilità di presentare una candidatura per un marchio “a tema” che raccolga diversi siti nazionali collegati a un soggetto comune.

L’iniziativa del marchio europeo per il patrimonio si basa su un progetto intergovernativo avviato nel 2006 con lo stesso nome. I siti che da allora hanno ottenuto il marchio, adesso potranno presentare domanda per la nuova etichetta. Entro sei anni dall’entrata in vigore del nuovo regime, una decisione dovrà essere presa per permettere eventualmente la partecipazione anche a paesi terzi europei. Gli Stati membri saranno responsabili della gestione, della protezione e della promozione dei siti. L’attività di comunicazione e sponsorizzazione del marchio saranno invece responsabilità della Commissione, compresa la creazione di un sito web dedicato al progetto e la promozione di attività in rete per i siti etichettati.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Roma: Accelerare applicazione piano nomadi

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2010

Roma.“E’ necessario che il piano nomadi venga applicato nella sua interezza il prima possibile, nell’interesse della cittadinanza frustrata da anni di immobilismo di quella che è stata la giunta di centro-sinistra al comune di Roma e che ora si riverbera nelle giunte di centro-sinistra dei municipi. I cittadini di molti municipi della capitale sono in attesa di risposte concrete sulla attuale gestione dei campi nomadi. In XVI Municipio la costruzione di un nuovo campo attrezzato è già stata smentita. Gli abitanti di questo settore della città hanno già dovuto pagare il loro scotto. Nei confini del municipio insiste, infatti, la discarica di Malagrotta e altri siti industriali altamente inquinanti, vi sono quartieri dove ancora non sono attivi posti di polizia o caserme dei carabinieri e per anni i residenti hanno dovuto sopportare l’insediamento abusivo di Rom in via di Villa Troili, voluto dalla giunta Bellini, mentre sono ancora in attesa dello sgombero di La Monachina, altro sito abusivo in zona Massimina, uno dei sei campi nomadi non autorizzati che il Campidoglio ha annunciato di voler sgomberare entro la metà del 2011.All’interno del campo, malvisto dai residenti, vivono un centinaio di rom. Spesso arrivano furgoni che scaricano abusivamente materiali edili, vecchi mobili, vasche da bagno ed altro ancora. Nessuno può escludere anche l’abbandono di rifiuti tossici. Oltre alla Monachina, nel territorio del XVIII municipio sono presenti  insediamenti più piccoli un po’ ovunque, i cosiddetti campi-fantasma. Siamo certi che il sindaco Alemanno chiederà al Prefetto di evitare di appesantire ulteriormente la già delicata condizione di queste zone e darà maggiori garanzie, così come ha già fatto in IV Municipio, per cancellare lo scontento e l’apprensione tra i residenti e rafforzare il vincolo di alleanza e fiducia che stringe la giunta di centrodestra ai romani sul fronte della sicurezza e del decoro.” Lo dichiarano in una nota Alessandro Vannini, Presidente della Commissione Turismo e Moda di Roma Capitale e  Fabrizio Santori Presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master universitario sui siti contaminati

Posted by fidest press agency su sabato, 4 settembre 2010

Venezia 8 settembre alle ore 11, presso il Parco Tecnologico VEGA Sala Conferenze Porta dell’Innovazione. L’Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Scienze Ambientale ha messo a bando in questi giorni, e realizzato in collaborazione con Confindustria di Venezia, Vega-Parco Scientifico Tecnologico di Venezia, S.T.A. Srl – Servizi Tecnologici Ambientali di Venezia e Assoreca (Associazione tra le Società di Consulenza e di Servizi per l’Ambiente, la Sicurezza e la Responsabilità Sociale) il Master, unico in Italia per la sua importanza e la sua stringente attinenza con tematiche di urgente attualità.
Il Master, coordinato dal prof. Emanuele Argese, mira anche a contribuire ad avvicinare proficuamente l’Università al mondo del lavoro.  Il Master è rivolto a laureati specialistici/magistrali o quinquennali in discipline scientifiche (es. Scienze Biologiche, Ambientali, Geologiche, Chimica, Chimica Industriale), ingegneristiche (es. Ingegneria Chimica, Ingegneria gestionale, Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio), agrarie (es. Scienze e Tecnologie Agrarie), ecc.; per maggiori informazioni si veda in dettaglio il sito del master (www.unive.it/master-risanamento). Il Master si rivolge anche a personale laureato già operante presso imprese interessate a vario titolo alle bonifiche. Le lezioni si terranno il venerdì e il sabato per conciliare attività lavorative e attività di apprendimento.
Il Master ha una durata annuale (ottobre 2010 – ottobre 2011), prevede 400 ore di lezione e 250 ore di stage. La conclusione del Master, con la discussione di un elaborato scritto da parte degli allievi, è prevista per il mese di ottobre 2011. Le figure professionali formate potranno inserirsi presso enti di ricerca, strutture pubbliche di pianificazione e controllo, società e studi professionali operanti nel settore. Il Master è a numero chiuso (massimo 35 partecipanti) e richiede frequenza obbligatoria per almeno il 70% delle ore formative e per il 100% delle ore di stage. La scadenza per la presentazione delle domande di ammissione è il giorno 15 settembre 2010. (dr Alessandro Montello)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difendere i siti archeologici

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 settembre 2010

“Il pieno recupero delle aree archeologiche trasformate in ricoveri per senza tetto è possibile solo grazie ad una mappatura dei siti occupati abusivamente, al fine di restituire alla fruibilità dei romani e dei turisti il patrimonio storico ambientale della nostra città ed avviare un processo di riqualificazione progressiva  che parta proprio dai luoghi simbolo della Capitale”. Lo dichiara Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza del Comune di Roma a margine dell’operazione di contrasto al degrado nell’area riguardante le Mura Aureliane, coordinata dal comandante della polizia municipale Angelo Giuliani, dal I e III Gruppo congiuntamente alla Sala operativa sociale Campidoglio, l’Ama e il Servizio Veterinario. “Si tratta dell’ennesimo intervento della giunta Alemanno dopo quello della Domus Aurea e dell’acquedotto del Mandrione, teatro di insediamenti che ne hanno mortificato il valore inestimabile e ne hanno consentito un deterioramento, considerata la grande mole di rifiuti ivi abbandonata ed i danneggiamenti continui causati dalle costruzioni abusive e dal mancato rispetto della cosa pubblica” – continua Santori.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nucleare. Il Governo approva i criteri ma non i siti

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

Il governo ha approvato i criteri per la localizzazione delle centrali nucleari ma non ha individuato i siti dove costruirle. Il motivo e’ semplice: in vista ci sono le elezioni regionali e indicare i luoghi dove allocarle potrebbe avere ripercussioni negative sul voto al centro-destra. Si sta attuando, quindi, le tecnica dello “spoglio del carciofo”, cioe’ una foglia per volta: prima l’annuncio, poi i criteri e, dopo le elezioni, i siti, fermo restando che il gambo, ovvero il classico cerino, rimarra’ in mano al consumatore. Il problema preoccupa per le ripercussioni elettorali regionali tant’e’ che il candidato del centro-destra in Veneto, il ministro alle Politiche Agricole, Luigi Zaia, ha gia’ dichiarato che di centrali nucleari in Veneto non se ne parla proprio. Saremo interessati a sapere cosa ne pensa la candidata nel Lazio, Renata Polverini, visto che la regione e’ una di quelle papabili per l’allocazione di un impianto atomico. Al consumatore e all’utente conviene il nucleare? No, non conviene, vale a dire che il costo dell’energia elettrica che si paghera’ sulla bolletta non subira’ variazioni. I costi di costruzione, smantellamento, allocazione delle scorie, sistemi di sicurezza e gestione sono tali che alla fine non ci sara’ un vantaggio economico per l’utente finale. Il nucleare non e’ alternativo al petrolio, semmai lo e’ alle fonti rinnovabili, infatti, in Francia, patria del nucleare, si consuma piu’ petrolio che in Germania. C’e’ il problema del cambiamento climatico, si dice. Si dimentica di aggiungere che il nostro nucleare produrra’ solo 4,5% del fabbisogno energetico complessivo e quindi non incidera’ sulla questione climatica. Non possiamo dipendere da fonti energetiche “estere”, si dice; si dimentica di aggiungere che non abbiamo miniere di  uranio. Insomma, il nucleare ci sembra un bell’affare, pubblico e privato, e questo significa che il classico cerino rimarra’  tra le dita del consumatore.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Impianti energia nucleare

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 gennaio 2010

Dichiarazione dell’On. Luigi Bobba (PD): “Il Governo rispondendo al ‘question-time’ sul tema della mappa dei siti per la realizzazione degli impianti per la produzione di energia nucleare ha dato un esempio di ‘politica dello struzzo’: la risposta fornita all’interrogativo posto dal PD è meramente metodologica, ma elude la domanda chiave, ovvero se la nuova mappa dei siti possa essere significativamente diversa da quella che venne approvata sulla base della legge del 1975 oppure se si debba ritenere che i nuovi impianti nucleari siano destinati ad essere realizzati negli stessi siti già autorizzati negli anni Settanta. Andando a rileggere quella mappa troviamo indicate due aree in Piemonte, ovvero la zona lungo il Po da Trino Vercellese fino a nord di Chivasso, e la zona intorno alla Dora Baltea al sud di Ivrea.  Siccome i criteri principali (scarsa sismicità del territorio, abbondante disponibilità d’acqua e scarsa densità abitativa) sono rimasti sempre gli stessi a livello internazionale, non si può che dedurre che la nuova mappa non potrà che ricalcare quella vecchia.  Stando così le cose, sarebbe interessante se l’On. Roberto Cota rispondesse a questa domanda: che ne dice On. Cota di una nuova centrale a Trino?”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le categorie dei siti più visitati

Posted by fidest press agency su domenica, 16 agosto 2009

Al primo posto troviamo con il 95,4% i siti riguardanti internet, cioè domini che offrono servizi come motori di ricerca, portali, Internet Service Provider, ricerca di persone, consulenza e hosting, aste e altro. Al secondo posto si posizionano con il 60,5% i siti del,la categoria società, cioè i domini che trattano di formazione, vita quotidiana, servizi pubblici, medicina e salute, news, associazioni, famiglia, impiego, donne, meteo, astrologia/oroscopi, annunci economici e ambiente. Seguono al terzo posto i siti raggruppabili nella categoria economia con il 59,1%. Si tratta dei siti aziendali, di quelli di commercio al dettaglio generico quali abbigliamento, finanza (servizi bancari e finanziari, assicurazioni e trading in borsa), trasporti, auto e moto, comunicazione, moda/bellezza, ecc. Analizzando nello specifico i siti del settore economia, emerge che quelli del settore telecomunicazioni, bancario e assicurativo sono i più numerosi ed i più visitati. (fonte Tecnomedia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »