Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘società civile’

Società civile e Parlamentari No CETA si impegnano a bocciare l’accordo Ue-Canada

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 luglio 2018

L’intergruppo dei parlamentari No CETA, insieme alle organizzazioni promotrici della piattaforma No CETA e della campagna Stop TTIP Italia hanno rinnovato le loro preoccupazioni a fronte della firma avvenuta oggi tra Europa e Giappone dell’Accordo di partenariato economico conosciuto come JEFTA. È stata condivisa tra parlamentari e associazioni presenti, tra cui Coldiretti, Cgil, Arci, Fairwatch, Fare Ambiente, Greenpeace, Legambiente, Ecoitaliasolidale, Slow Food, Adusbef, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Terra!, Fondazione Campagna Amica, Fondazione Isscon e Fondazione Univerde, contrarietà rispetto alla reiterata posizione della Commissione, sostenuta dal Consiglio europeo, nella costruzione di accordi di liberalizzazione commerciale che interferiscono con la sovranità degli Stati e le opportunità economiche dei settori legati all’export. Sia l’accordo con il Giappone sia il CETA chiedono ai decisori politici una coerenza rispetto agli impegni assunti in campagna elettorale grazie al lavoro dell’Intergruppo dei parlamentari prima delle elezioni. Le associazioni chiedono che sia portata all’ordine del giorno dell’Aula la ratifica del CETA con un’indicazione chiara che ne preveda la bocciatura, condizionando così l’intera agenda commerciale europea per rivederne le premesse e la struttura. I trattati negoziati dall’Europa devono prevedere clausole stringenti a tutela dell’ambiente, del lavoro e di uno sviluppo più sostenibile come da indicazioni delle istituzioni internazionali a partire dalle Nazioni Unite.
Le associazioni chiedono coerenza rispetto agli impegni assunti in campagna elettorale da oltre due terzi dei candidati oggi seduti in Parlamento, chiedendo all’Intergruppo di svolgere un ruolo di sollecitazione degli impegni assunti ricordando che 14 regioni e oltre 2400 autorità locali tra province e comuni italiani hanno già chiesto con atti formali al Parlamento e al Governo di non procedere con l’esame e la ratifica di questo tipo di accordi e di aprire un ampio dibattito nel Paese su un’agenda positiva per promuovere un commercio più sano a sostegno dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: società civile in Iraq

Posted by fidest press agency su martedì, 21 giugno 2011

Roma 21 Giugno, ore 18.00 in Parco Schuster, via Ostiense presso lo Spazio Libreria della Festa provinciale FdS – presentazione del libro: Società civile in Iraq. Retoriche sullo “scontro di civiltà” una ricerca sul campo a cura di A. Petrillo, Edizioni Mimesis, 2011 Introduce e modera: Loretta Mussi – Presidente ” Un ponte per” Intervengono:
• Antonello Petrillo – Prof. di sociologia – Università Benincasa
• Giuliana Sgrena – Giornalista de Il Manifesto
• Fabio Alberti – Portavoce FDS Roma
• Ismaeel Dawood – Attivista iracheno
• Maurizio Musolino – PdCI/FdS

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza società civile afghana

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 Mag 2011

Roma, 24-25 Maggio 2011 CNEL – Viale David Lubin, 2 ventitre delegati in rappresentanza delle maggiori organizzazioni della societa’ civile afgana si riuniranno a Roma, assieme ad organizzazioni italiane ed europee, per approfondire alcuni temi di interesse comune e per formulare una strategia per rafforzare le organizzazioni afgane e favorire la loro partecipazione attiva ai processi decisionali e al processo di pace nel paese. La conferenza internazionale di Roma è l’ultimo passo di un programma promosso dalla Rete italiana Afgana.org – un ampio raggruppamento di associazioni, ong, realtà sociali e culturali, accademici, ricercatori, operatori dei media. L’iniziativa ha avuto il sostenuto del Parlamento e del Ministero Affari Esteri che ne hanno condiviso gli obiettivi. I due giorni di conferenza saranno dedicati ad un dibattito pubblico sulla partecipazione della societa’ civile al processo decisionale e di pace in atto in Afghanistan, si trattera’ dunque di una importante occasione di dibattito e confronto alla presenza di alcune tra le organizzazioni più rappresentative della societa civile afgana. Le due giornate, il cui programma dettagliato si trova allegato alla presente comunicazione, si svolgeranno a Roma presso la sede del CNEL, in Via David Lubin 2. All’interno del programma dei lavori sono previsti importanti contributi da parte di istituzioni nazionali ed internazionali attive, direttamente o indirettamente, nel processo di ricostruzione dell’Afghanistan. Sara’ una conferenza degli afgani per discutere, nel quadro di un importante momento internazionale, del futuro del proprio paese e del ruolo che la societa’ civile può giocare, anche per aumentare la propria partecipazione nel processo decisionale su temi e argomenti che riguardano gli interessi della popolazione afgana.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Società Civile Afgana a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 10 Mag 2011

Roma, 24-25 Maggio 2011 CNEL – Viale David Lubin, 2, 23 delegati in rappresentanza delle maggiori organizzazioni della società civile afgana si riuniranno a Roma, assieme ad organizzazioni italiane ed europee, per formulare una strategia comune per rafforzare le organizzazioni afgane e favorire la loro partecipazione attiva ai processi decisionali nel paese e il processo di pace. La conferenza internazionale di Roma è l’ultimo passo di un programma promosso dalla Rete italiana Afgana.org – un ampio raggruppamento di associazioni, ong, realtà sociali e culturali, accademici, ricercatori, operatori dei media. L’iniziativa ha avuto il sostegno dal Parlamento e dal Ministero Affari Esteri che ne hanno condiviso gli obiettivi. L’Afghanistan necessita del rafforzamento della variegata e diffusa iniziativa della società civile, nelle sue forme organizzate e rappresentative, e della loro valorizzazione a livello nazionale, provinciale e distrettuale. Le organizzazioni afgane sono infatti impegnate nei settori chiave, sociale, economico, culturale, dell’informazione, dei diritti umani, delle pari opportunità, della promozione della donna, dell’educazione ecc., ma la comunità internazionale e lo stesso governo afgano non hanno ancora riconosciuto, in modo adeguato, il loro fondamentale e imprescindibile ruolo nella costruzione del nuovo Afghanistan. Alle due giornate di lavori parteciperanno anche alti rappresentanti di alcune rilevanti istituzioni internazionali presenti in Afghanistan e del governo italiano. Due giorni per tornare a parlare di Afghanistan e per far conoscere in Italia e in Europa il ruolo essenziale svolto dalle organizzazioni della società civile afgana.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La società civile afgana

Posted by fidest press agency su martedì, 15 febbraio 2011

Roma 23 Febbraio 2011 ore 10,30, Ministero degli Affari Esteri – D. G. Cooperazione allo Sviluppo Sala Francesca Onofri Il rapporto “La societa’ civile afgana – limiti e potenzialita’”, basato su un’analisi della letteratura esistente e su tre mesi di ricerca in otto province afgane, e’ la prima ricerca di questo tipo presentata in Italia. Redatta da Giuliano Battiston, combina rigore accademico e sguardo giornalistico, provando a raccontare la societa’ civile afgana attraverso le dirette testimonianze di chi la anima. La ricerca fa parte del progetto della rete italiana Afgana, le cui attivita’ proseguiranno con una conferenza della societa’ civile afgana a Kabul a fine marzo e con una conferenza internazionale a Roma a fine maggio. Il concetto di societa’ civile e’ da anni al centro del dibattito sulle relazioni internazionali. Solo recentemente pero’ si è iniziato a verificare quale sia il potenziale ruolo di questa complessa entita’ all’interno di una piu’ ampia strategia di peacebuilding e di ricostruzione postbellica. Nel caso dell’Afghanistan, in particolare, si vanno moltiplicando gli inviti alla mobilitazione della societa’ civile, come contraltare ad uno stato fragile ed anemico e come condizione per il rafforzamento delle istituzioni democratiche. Tuttavia, queste iniziative partono spesso da una visione monolitica della societa’ civile locale, che si esprime invece in forme molto diverse: alle organizzazioni tradizionali e religiose si affiancano ormai nuovi attori, che abbinano le forme abituali di intervento con inedite esperienze di rete, nazionali e sovranazionali. E che chiedono a gran voce la possibilita’ di interloquire piu’ equamente con il governo locale e con la comunita’ internazionale. Il rapporto “La societa’ civile afgana – Limiti e potenzialita’” si presenta come uno strumento importante per iniziare a riconoscere l’importanza della societa’ civile afghana.  Prenderanno parte alla presentazione del rapporto:
Emanuele Giordana – Giornalista, coordinatore del Network ‘Afgana’
Elisabetta Belloni – Direttore Generale Cooperazione allo Sviluppo  MAE
Gabriele Checchia – Inviato Speciale del Ministro degli Esteri per l’Afghanistan e il Pakistan
Giuliano Battiston – Giornalista e ricercatore, estensore del rapporto

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il turbamento dell’opinione pubblica

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2011

E’ stato sottolineato dal Presidente della Repubblica, a proposito delle gravi ipotesi di reato – concussione e ricorso alla prostituzione minorile – contestate al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, e in seguito alla divulgazione di brani di intercettazioni telefoniche tra i partecipanti alle “serate”, è anche il nostro turbamento. Il disorientamento e lo sconcerto delle persone che ci avvicinano e ci telefonano sono anche il nostro disorientamento e il nostro sconcerto, perché da sempre siamo con la gente, ne ascoltiamo le attese, ne siamo interlocutori per alimentare quella collaborazione tra società civile e ogni livello della politica che riteniamo vitale. Parlamentari appartenenti a diversi partiti di maggioranza e di opposizione, e accomunati da una visione della fraternità quale categoria e prassi della politica, propria dell’impegno e della riflessione del Movimento politico per l’unità, siamo consapevoli della gravità complessiva del momento. Soprattutto assistiamo all’impossibilità di Governo e Parlamento ad essere concentrati, con la lucidità necessaria, sulle urgenti scelte economiche e sociali che il Paese attende; e temiamo il rovinoso senso di impotenza e di abbandono che questo ingenera. Temiamo inoltre che questo ulteriore e più possente colpo alla credibilità e all’affidabilità della classe politica nel suo complesso e delle istituzioni ad ogni livello, oltre che alla credibilità del Paese agli occhi del mondo, possa provocare in tanti più cittadini il definitivo allontanamento dalla vita e dalla partecipazione politica. Si richiama da più parti l’auspicio ai tempi rapidi della giustizia; anche noi li auspichiamo, consapevoli però che occorre compiere le scelte necessarie per rendere possibile la veloce conclusione delle indagini e dell’intero processo. Tale grave emergenza rafforza in noi l’impegno a continuare a lavorare, con ancora maggiore responsabilità, a servizio del Paese. Sappiamo che tanti, moltissimi italiani operano giorno dopo giorno per il bene comune, lo fanno con gratuità, lo fanno in mezzo alle fatiche della recessione economica, lo fanno con grande amore: è questa Italia che deve rialzarsi in piedi se vogliamo che la politica ritorni ad essere il luogo in cui aprire insieme una speranza.Assieme a questa grande parte della società civile vogliamo, dunque, cogliere l’occasione per una reazione morale e corale, in modo da compiere un collettivo soprassalto di dignità e aprire una fase nuova, rigenerativa del potere a servizio di tutti i cittadini, proprio in questo anno che celebra i 150 anni dell’unità del Paese e in cui ricorrono i 65 anni dell’Assemblea Costituente, al cui operato e ai valori che l’animarono è conveniente ancora guardare per costruire il futuro dell’Italia. (Andrea Sarubbi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’intellighenzia della società civile in Polonia

Posted by fidest press agency su martedì, 4 gennaio 2011

Roma 11 gennaio 2011, alle ore 18.30 Vicolo Doria, 2 (Piazza Venezia) presso la Biblioteca del Centro di Studi dell’Accademia Polacca delle Scienze, conferenza del Prof. Grzegorz J. Kaczynski dell’Università di Catania sul tema L’intellighenzia e la ricostruzione della società civile in Polonia. Relatore Grzegorz J. Kaczynski è professore di sociologia presso l’Università di Catania e visiting professor all’Università di Stettino; già professore all’Accademia Polacca delle Scienze di Varsavia. La sua formazione sociologica è legata alla tradizione della scuola di Znaniecki in Polonia, in seguito, approfondita con le esperienze di studio alla London School of Economics, all’École Pratique des Hautes Études (Sorbona) di Parigi e all’Università “La Sapienza” di Roma.
Nel 1989 la Polonia con il movimento Solidarnosc, mediante una rivoluzione pacifica, aprì la strada per abbattere il regime comunista e costruire una società moderna, ovvero democratica e di libero mercato di tipo capitalista. L’improvviso realizzarsi di un’utopia coltivata per decenni rese tutti ottimisti e uniti. Nessuno dubitava che il passaggio dal comunismo alla democrazia, che subito fu definita nel nuovo linguaggio accademico e politico come trasformazione, sarebbe durato tanti anni rivelando dei tratti finanche paradossali. Ancora oggi, dopo vent’anni, tempo di una generazione, la realtà sociale e politica in Polonia si presenta inquietante e per certi versi preoccupante. Nella relazione l’autore cerca di evidenziare solo alcuni fattori che, a suo parere, l’hanno condizionata o perfino determinata. L’ipotesi di fondo è l’affermazione secondo cui la società polacca in trasformazione è ancora profondamente postcomunista; essa è democratica e di libero mercato ma ancora distante dal modello della società civile per il fatto di allontanarsi dall’ethos dell’intellighenzia tradizionale, ceto fondante del processo storico di costruzione della società civile in Polonia.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Militari lontani e separati dalla società civile

Posted by fidest press agency su domenica, 2 gennaio 2011

Da una riflessione di Francesco Santoro.  Dal punto di vista delle scienze sociali, le Forze armate accentuano la separazione  dalla società di cui fanno parte al fine di svolgere compiti impopolari all’interno di essa. Specchio e metro di misura del livello di civiltà di una società,  esse incrementano il controllo e la subordinazione dei loro appartenenti all’aumentare  della conflittualità dell’ambiente in cui operano. Da qui è stato desunto che le Forze armate diventano sempre più separate e  marginali in quanto centrali per il funzionamento di una società più conflittuale, dove  diminuisce il ricorso al consenso per gestire le tensioni. In una società in cui si  assiste all’emersione di tensioni sociali di tipo economico, ecologico ed etnico e dove la  disponibilità di risorse per farvi fronte diminuisce, c’è il rischio che le politiche  conseguenti siano sempre più di tipo repressivo. In quest’ottica non è un caso la normalizzazione dell’utilizzo di militari nelle più  svariate emergenze, anche di ordine pubblico, proposti mediaticamente come una  panacea per i mali dell’Italia. Indicativo a riguardo è stato l’intervento del  Capo della Polizia Manganelli di  alcuni giorni fa (13 novembre), che ha parlato di ”una deriva  patologica di fenomeni che dovevano essere risolti da chi è pagato per farlo”, e che invece sfociano in emergenze di ordine pubblico. Per sintetizzare, il concetto è: accentuazione della separazione e del  controllo interno degli organismi a struttura militare come passaggio e  prerequisito verso una società dotata di un’architettura sempre più  autoritaria. Da qui, l’interesse del cittadino che ha a cuore la democrazia del proprio  paese a far sì che il percorso s’inverta e che i cittadini militari non siano  isolati dalla società democratica, ma pratichino la democrazia che  proteggono contribuendo attivamente alla sua vitalità. (Francesco Santoro Componente Direttivo Nazionale Ficiesse)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proteggere la salute dei bambini

Posted by fidest press agency su sabato, 6 febbraio 2010

Parma, Italia, 10–12 marzo 2010 Centro Congressi del Comune di Parma, Viale Barilla 29/a,  I ministri di 53 Paesi si incontrano a Parma per valutare il loro operato  sulla protezione della salute dai rischi ambientali e per combattere le  minacce emergenti  Come non mai, la nostra salute è vulnerabile ad un ambiente che cambia.  Restrizioni finanziarie, crescenti diseguaglianze socioeconomiche e di genere, ed eventi climatici estremi più frequenti amplificano l’impatto dell’ambiente sulla  salute, ponendo così nuove sfide per ridurre morti e malattie attraverso interventi efficaci. Sulla soglia dei 20 anni di azione europea in ambito di salute ambientale, la Quinta Conferenza Ministeriale valuterà se e come gli impegni presi dai Paesi sui principali fattori di rischio sono stati mantenuti e definirà l’agenda europea sulle  sfide degli anni a venire.  Per far fronte ad un contesto in continua evoluzione, i ministri della salute e  dell’ambiente dei 53 Paesi della Regione Europea dell’OMS si riuniranno per la prima volta in oltre cinque anni per negoziare ed adottare una Dichiarazione. Ci si attende che questo testo rafforzi gli impegni che i governi firmarono cinque anni orsono per ridurre l’impatto dei maggiori rischi ambientali quali acqua e igiene inadeguate, scarsa qualità dell’aria, infortuni e inattività fisica, e sostanze chimiche nocive, e accresca gli sforzi per affrontare le minacce globali emergenti. La Conferenza lancerà anche un piano d’azione su cambiamento climatico e salute in  Europa. Documenti ed altre informazioni sulla Conferenza sono disponibili presso il  sito web http://www.euro.who.int/parma2010.  L’Ufficio europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità organizza la  Conferenza in collaborazione con il governo italiano rappresentato dal Ministero della Salute e dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e  insieme al Comitato Europeo Ambiente e Salute che guida il processo. Oltre ai ministri, parteciperanno esperti, commissari europei e delegazioni della società  civile

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminari “immigrazione, asilo e cittadinanza”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 gennaio 2010

Parma 22 gennaio, a partire dalle ore 14, presso l’Aula dei Filosofi del Palazzo Centrale dell’Ateneo (via Università 12), avrà inizio la quarta edizione dei seminari di studio sul diritto dell’immigrazione, dal titolo “Immigrazione, asilo e cittadinanza”, promossi dall’Università degli Studi di Parma e dall’ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione), con il patrocinio della Provincia di Parma e dell’Ordine degli Avvocati di Parma. Il ciclo di seminari affronta un argomento estremamente attuale, su cui da tempo si concentrano animati dibattiti all’interno delle istituzioni, delle Università e della società civile. Posto che l’immigrazione non può e non deve essere trattata come una questione “puramente interna”, all’operatore giuridico è richiesta non soltanto un’adeguata conoscenza delle norme applicabili e del loro contenuto, ma anche la capacità di coordinare correttamente diverse fonti normative vigenti a livello internazionale e interno. L’obiettivo principale di questo ciclo di seminari consiste, dunque, nel fornire competenze giuridiche specifiche per coordinare, interpretare e applicare correttamente le norme in materia di immigrazione, asilo e cittadinanza nel rispetto non solo delle disposizioni nazionali, ma anche degli obblighi internazionali e comunitari cui l’Italia è vincolata.  I seminari sono rivolti ad avvocati, praticanti, magistrati e a operatori del diritto. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza e verranno riconosciuti nove crediti formativi dall’Ordine degli avvocati di Parma. E’ necessaria l’iscrizione, che si consiglia di effettuare entro il 15 gennaio 2010 al seguente indirizzo e-mail: ciac.segreteria@yahoo.it Quote di partecipazione:  90 Euro per avvocati, magistrati e operatori del settore;  50 Euro per praticanti e studenti da corrispondere in occasione del primo seminario a titolo di contributo alle spese di organizzazione.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum Società Civile

Posted by fidest press agency su sabato, 21 novembre 2009

Napoli 27 e 28 novembre Maschio Angioino Forum della società civile dedicato alla lotta alla povertà e all’esclusione sociale. La Rappresentanza in Italia della Commissione europea dà il suo contributo organizzando, in collaborazione con il Comune di Napoli e la Regione Campania e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, un. Il Forum avrà luogo, nella splendida cornice del, il a. L’evento vuole essere un’occasione di dialogo e di confronto tra società civile, istituzioni europee e nazionali e mondo accademico, in vista delle iniziative dell’Anno europeo 2010. I lavori del Forum, che riunirà 300 partecipanti italiani ed europei, si concentreranno sui temi della nuova agenda sociale europea, diritti di cittadinanza, immigrazione e povertà nel mondo. Al Forum interverranno, tra gli altri: Gianni Pittella, Vice Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, Vice Presidente della Commissione europea, Antonio Bassolino, Presidente della Regione Campania, Mara Carfagna, Ministro per le Pari Opportunità, Rosa Russo Iervolino, Sindaco di Napoli, Rita Levi Montalcini, Senatrice a vita, Alfredo Pallone, Eurodeputato  della commissione parlamentare affari economici e monetari, Raffaele Tangorra, Direttore generale della DG Inclusione e Diritti Sociali del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli, Giampiero Gramaglia, Consigliere per l’informazione dell’Istituto Affari Internazionali, Guy Standing, docente dell’Università di Bath e Co-Presidente Basic Income Earth Network, Ludo Horemans, Presidente dello European Anti Poverty Network e Maria Zavala, Rappresentante permanente del Perù presso l’Organizzazione degli Stati Americani.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Economia ecologica e crisi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 giugno 2009

Roma 25 giugno, a partire dalle 15.30 si terrà a, nella sede della Provincia a Palazzo Valentini un importante convegno internazionale che metterà a confronto realtà differenti – sociali, accademiche, amministrative e dell’informazione – per discutere di crisi e di alternative per uscirne dal punto di vista dell’economia ecologica. L’iniziativa è promossa dall’Associazione A Sud e dal CDCA – Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali di Roma (www.cdca.it) nell’ambito del progetto europeo Ceecec (Civil Society Engagement with Ecological Economics) coordinato dalla UAB – Università Autonoma di Barcellona, con la partecipazione di numerose università europee ed organizzazioni della società civile europea, latinoamericana, africana e asiatica. Il progetto europeo Ceecec mira a contribuire al miglioramento ed ampiamento delle opportunità di interazione e collaborazione tra i rappresentanti del mondo accademico ascrivibili all’economia ecologica e le organizzazioni della società civile nell’analisi e gestione dei conflitti socio ambientali.
Il CDCA partecipa al progetto attraverso la presentazione di due casi studio relativi alla realtà italiana: il caso della costruzione della TAV in Val di Susa – Treno Alta Velocità, e il caso della mala gestione dei rifiuti in Campania. Al termine del progetto tutti i casi oggetto di studio verranno raccolti in una pubblicazione. Il convegno internazionale sarà diviso in tre sessioni, rispettivamente dedicate ai conflitti ambientali e ai loro impatti ambientali e sociali; agli strumenti dell’economia ecologica per l’analisi dei conflitti ambientali e alle proposte dei territori e della società civile.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I 20 anni di actionaid

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2009

Roma 24 giugno all’Open Colonna del Palazzo delle Esposizioni,Via Nazionale 194, i 20 anni di lotta di ActionAid Italia in difesa del diritto al cibo, all’acqua, alla salute e all’educazione nel Sud del mondo, saranno celebrati il prossimo in occasione della prima Assemblea Internazionale dell’organizzazione. L’Assemblea, che avrà luogo a Roma dal 24 al 28 giugno, rappresenta il culmine del processo di internazionalizzazione di ActionAid, iniziato nel 2004, per il quale l’Italia ha svolto un ruolo determinante. I rappresentanti degli oltre 40 Paesi in cui opera l’organizzazione, insieme a tutti i direttori internazionali, si incontreranno per definire una nuova governance, ancora più partecipata e democratica. La celebrazione del ventennale di ActionAid sarà anche l’occasione in cui verranno resi pubblici i nomi de LeD8, il gruppo delle otto donne delle istituzioni e della società civile, scelte per il loro ruolo, il loro carisma e una particolare sensibilità alle questioni di genere, che, insieme ad ActionAid, nelle sedi istituzionali e fino al 2010, si impegneranno per la difesa dei diritti delle donne e per ribadire che nell’anno del G8 qualunque questione globale è “cosa da donne”.  All’evento farà da cornice “Hunger Free Women Speak Out”, la mostra fotografica che ripercorre la lotta di più di 80.000 donne di tutto il mondo che rivendicano l’accesso e il controllo della terra. Nei paesi poveri sono infatti le donne a produrre tra il 60 e l’80% degli alimenti, ma possiedono solo l’1% della terra. La mostra farà anche da filo conduttore alle posizioni di ActionAid rispetto all’agenda del G8 italiano de L’Aquila.  All’incontro sono stati invitati i rappresentanti delle più alte cariche dello Stato tra le quali il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, il Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, Deputati e Senatori, Ambasciatori, imprenditori, giornalisti, rappresentanti della società civile e i major donors.  Saranno altresì presenti Maria Rosa Villecco Calipari (Deputato PD e capogruppo in Commissione Difesa); Nella Condorelli (direttrice di Women in the city); Grazia Francescato (Portavoce dei Verdi Italiani); Carola Gancia (imprenditrice e cotitolare di Fairplay eventi) e i delegati di tutti i Paesi dell’Africa, Asia e America Latina in cui ActionAid opera.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Società civile e eurodeputate

Posted by fidest press agency su sabato, 25 aprile 2009

In vista delle imminenti Elezioni Europee del 6 e 7 giugno 2009 le Eurodeputate del Nord Italia si confrontano con la società civile. L’appuntamento è per lunedì 27 Aprile 2009, h.15.30-18.00 Palazzo delle Stelline, C.so Magenta 59, Milano ed è organizzato dall’Ufficio di Milano del Parlamento europeo.  Quali sono stati i punti forti della legislatura 2004-2009 del PE in merito a pari opportunità e politica di genere? Quali saranno le sfide per la prossima legislatura? Che cosa chiedono le rappresentanti delle Associazioni che interpretano le necessità del territorio? Questi ed altri argomenti in un dibattito aperto tra le cittadine e le loro rappresentanti. All’incontro prenderanno parte: L’On. Monica Frassoni, Commissione Giuridica; L’ On. Pia Locatelli, Commissione Diritti della Donna e Commissione Industria, Ricerca ed Energia, L’ On. Cristiana Muscardini, Vice Presidente; Commissione Commercio Internazionale; L’On. Patrizia Toia, Commissione Industria, Ricerca ed Energia. Modera Elisa Anzaldo, giornalista del TG1 e Speciale TG1, autrice dello speciale “Non è un paese per donne” Come rappresentanti della società civile prenderanno parte: Rosanna Acunzo, Presidente AIDDA Lombardia; Monica Amari, Presidente Armes Progetti; Celeste Bertolini, membro Consiglio Nazionale FERPI, Responsabile di FERPI Donne in Comunicazione, Laura Frati Gucci, Presidente Nazionale AIDDA – VicePresidente Mondiale FCEM; Grazia Cotti Porro, Vice Presidente di ANCORPARI, Associazione Naz. Consigliere di Parità Elisa Greco, esperta di Comunicazione – socio professionista FERPI, Maria Maimone, Presidentessa “Progetto vita – Io donna”; Gianna Martinengo, Coordinatrice dei Comitati Imprenditoria Femminile della Regione Lombardia, Chairperson della Conferenza Internazionale Women and Technologies; Lilly Merlo, Presidente Donne Europee – Federcasalinghe Lombardia Modera: Claudia Galimberti, docente Università La Sapienza di Roma – corso “Donne e mercato del Lavoro”, collaboratrice “Il Sole 24 Ore”. [Ufficio a Milano del Parlamento europeo]

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni europee

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2009

“Le elezioni europee sono alle porte e molti connazionali all’estero saranno chiamati ad esprimere le proprie preferenze presso i seggi elettorali appositamente predisposti presso gli uffici consolari della rete europea. Proprio a tal riguardo mi preme informare i referenti italiani della società civile all’estero, della possibilità di sottoporre apposita domanda per offrire la propria disponibilità a lavorare nei seggi elettorali presso il Consolato di riferimento”. E’ quanto dichiarato da Aldo Di Biagio, responsabile italiani nel mondo del PdL in una nota. “ Al momento sono aperte le iscrizioni in molti uffici consolari – continua la nota – i cui termini chiuderanno ufficialmente giovedì 30 aprile p.v. Vi sarà la possibilità di sottoporre il proprio profilo specificando la volontà di collaborare nella funzioni di componente, sia esso presidente, scrutatore o segretario, degli uffici elettorali di sezione costituiti presso il Consolato”. “Le prossime elezioni europee saranno un momento importante a cui tutta la società civile sarà chiamata a dare un proprio contributo – conclude – e ritengo che attraverso il coinvolgimento dei nostri connazionali nei processi elettorali che ne caratterizzeranno la realizzazione, sarà possibile realmente dare forma ad una partecipazione perfettamente e completamente democratica della società civile”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In difesa lingua napoletana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 aprile 2009

Martedì 21 Aprile 2008, alle ore 18, nella sala “Gabriele D’Annunzio” dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli (via Bernardo Cavallino, 89 [“la Cittadella”]; Napoli), a cura dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli (diretto da Roberto Pasanisi, Università Statale per le Relazioni Internazionali MGIMO, Mosca), il Movimento L’Altro Sud-UDS, nell’àmbito delle sue attività in favore del Mezzogiorno, presenta la sua iniziativa a difesa della lingua napoletana: La Lingua Napoletana, una straordinaria risorsa da difendere. Partono le iniziative politiche e culturali a favore di un suo riconoscimento ufficiale e di una sua tutela. Interventi di: Colomba Rosaria Andolfi (autrice del volume Facile, Facile. Impariamo la lingua napoletana, Edizioni Kairós di Napoli); Ernesto Paolozzi (docente di Storia della Filosofia Contemporanea presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli; Presidente della Commissione per la Toponomastica del Comune di Napoli); Maria Peruzzini (Coordinatore dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli). Modera l’incontro Antonio Gentile (Presidente nazionale de L’Altro Sud-UDS). Seguono interventi di rappresentanze giovanili e della società civile.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accensione straordinaria e cerimonia al Colosseo

Posted by fidest press agency su martedì, 14 aprile 2009

Roma 15 Aprile 2009 Ore 20,15 – 21,15 Davanti al Colosseo Con la partecipazione di Mario Marazziti, Comunità di Sant’Egidio,  del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, del Governatore Bill Richardson  e dell’Arcivescovo di Santa Fe, Michael Sheehan. Il New Mexico è il 15mo Stato degli USA ad abolire la pena capitale. Dopo molti tentativi di legislatori e della società civile e dopo l’approvazione il 10 marzo 2009 da parte del senato dello stato del New Mexico del disegno di legge che abolisce la pena di morte, il governatore Bill Richardson ha firmato la norma il 18 marzo scorso. Si tratta di una legge che sostituisce la pena di morte con l’ergastolo, senza la possibilità di sconti di pena. Il New Mexico è il quindicesimo Stato americano ad abolire la pena capitale. Segue di meno di due anni la legge approvata nel dicembre 2007 dallo Stato del New Jersey e firmata dal governatore Corzine il 17 dicembre, alla vigilia della storica approvazione da parte dell’Assemblea generale dell’Onu a New York della Risoluzione per una moratoria universale della pena di morte. L’iniziativa del New Mexico è un esempio che potrebbe contagiarsi ad altri stati, dentro a fuori gli USA. Di recente molti altri stati hanno preso in considerazione leggi analoghe alla luce dell’evidenza di errori nel sistema giudiziario, dei numerosi casi di prigionieri nel braccio della morte innocenti, della crescente pressione delle famiglie delle vittime della criminalità e dell’importante risparmio che deriverebbe dall’abolizione delle pena di morte: tra i vari Stati, il Nebraska, il Maryland, il Kansas, il New Hampshire, il Colorado e il Montana.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza della società civile irachena

Posted by fidest press agency su martedì, 24 marzo 2009

Velletri (RM)25-31 marzo Circa 45 esponenti della società civile irachena (giornalisti, sindacalisti, donne, rappresentanti di ong, attivisti per la difesa dei diritti umani) si ritroveranno dal 25 al 31 marzo a Velletri (Rm) per la prima Conferenza della società civile irachena organizzata da Un ponte per… e da altre associazioni internazionali.A 6 anni dalla guerra: –    I diritti basilari all’acqua e all’alimentazione, alla educazione, alla salute sono negati alla gran parte della popolazione. –    La libertà sindacale è tuttora negata dalla legge sul sindacato unico di Saddam Hussein, la libertà di associazione è sotto tutela, la libertà di stampa è ancora lontana.-    I diritti delle donne hanno fatto enormi passi indietro. La nuova costituzione, approvata sotto l’occupazione americana, nega la parità di genere. –    Gli arresti arbitrari, detenzioni senza processo, esecuzioni extragiudiziali, torture sono ancora all’ordine del giorno. –    Il calo della violenza non basta, la vita di milioni di uomini e donne è ancora quotidianamente appesa ad un filo.-    I giovani studenti o disoccupati che non vogliono perdere la speranza di avere un futuro nel loro paese.-    I milioni i rifugiati nei paesi confinanti e altrettanti gli sfollati interni.-    La ricostruzione non è mai avvenute e le infrastrutture del paese sono azzerate.Si discuterà di tutto questo a Velletri in una settimana di workshop e seminari con esponenti di spicco della società civile irachena provenienti da tutto il paese, garantendo quindi una radiografia delle condizioni in cui versa l’ Iraq a sei anni dall’inizio del conflitto. Un momento unico in Italia per permettere di capire una realtà complessa in un paese determinante per l’equilibrio dell’area, ma anche per ragionare con chi si è messo in gioco da subito per costruire un nuovo Iraq basato su diritti e giustizia. Per la società civile italiana e internazionale presente all’incontro l’obiettivo è quello di creare un piano di azione comune a sostegno dello sviluppo e del rafforzamento della società civile irachena. La Conferenza, nasce, infatti dalla necessità di capire meglio le esigenze e le priorità dell’ associazionismo iracheno per coordinarci meglio con loro, capire come calibrare le nostre azioni e le nostre iniziative. Una necessità sentita anche da altre associazioni internazionali con le quali Un ponte per… ha cooperato in Iraq o all’interno del movimento globale, che come noi si sono posti la domanda di ‘come’ andare oltre la richiesta di ritiro delle truppe, di ‘come’ riuscire ad appoggiare al meglio le organizzazioni irachene.  Tra i presenti internazionali (elenco completo in allegato): Norwegian People’s Aid, Index of Censorship (Regno Unito), Comité Catholique contre la Faim et pour le Development (Francia), Public Service International (Belgio), Direct Aid Iraq (Stati Uniti), September 11 Families for a Peaceful Tomorrow (Stati Uniti), Japan International Volunteer Center).

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »