Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘sogea’

Portale nazionale sui condoni edilizi

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 Mag 2019

Sogeea SpA è intervenuta alla giornata inaugurale della trentesima edizione del Forum PA per presentare il portale nazionale sui condoni edilizi. Un’iniziativa inedita e ambiziosa, che ha come scopo principale quello di mettere a punto un monitoraggio costante delle pratiche evase, istruite e ancora da lavorare, degli incassi reali e potenziali da parte dei Comuni, dello stato di salute dei singoli territori, anche in funzione di una pianificazione maggiormente attenta ai temi della sostenibilità e della rigenerazione urbana. Il progetto segue idealmente il percorso tracciato con la pubblicazione, a cura del Centro Studi Sogeea, del Primo rapporto sul condono edilizio in Italia.«La prima legge sul condono è di oltre 30 anni fa, ma gli effetti di quel provvedimento, come di quelli successivi del 1994 e del 2003, incidono ancora in maniera profonda sul tessuto economico, urbanistico e sociale del nostro Paese – spiega l’ing. Sandro Simoncini, presidente di Sogeea e direttore del Centro Studi –. Da qui l’esigenza, dopo avere fotografato il fenomeno nel suo complesso con il rapporto del 2016, di dotarci di uno strumento ancora più flessibile e articolato per poter monitorare costantemente la situazione interagendo con i Comuni. Non a caso il tema portante dell’edizione di quest’anno del Forum PA è quello di una pubblica amministrazione come valore aggiunto per la collettività. Ciò non può che ottenersi puntando su innovazione e trasparenza, riducendo la burocrazia, rendendo chiaro e agile il rapporto con i cittadini, aprendosi al contributo dei soggetti privati».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il numero delle case all’asta in Italia è diminuito del 25,2% in sei mesi

Posted by fidest press agency su domenica, 8 luglio 2018

Le procedure in corso sono infatti 14.701, a fronte delle 19.650 rilevate lo scorso gennaio. Si tratta del terzo calo consecutivo del comparto, che nell’ultimo anno e mezzo ha registrato un vero e proprio crollo: rispetto all’inizio del 2017, quando aveva raggiunto le 33.304 unità, il totale delle abitazioni in vendita forzata è sceso del 55,9%. Il decremento riguarda sostanzialmente tutte le fasce di prezzo degli immobili in maniera uniforme.Lo riferisce il Rapporto semestrale sulle aste immobiliari del Centro Studi Sogeea.
Rimane invece costante, come accaduto in tutti i precedenti studi, la preponderanza sul mercato di immobili di non particolare pregio: il 68,2% delle case in vendita ha un prezzo inferiore ai 100.000 euro, quota che sale addirittura fino all’88,8% se si prendono in esame anche le abitazioni dell’intervallo tra 100.000 e 200.000 euro. Ancora una volta, quindi, viene confermato che gli anni della crisi hanno colpito soprattutto gli appartenenti alle fasce di reddito medio-basse, costretti in molti casi a sacrificare il bene-rifugio per eccellenza, la prima casa, per non essere riusciti a fare fronte a un impegno finanziario.Il dato non è però geograficamente uniforme. Il Centro del Paese ha fatto registrare un calo sostanzialmente in linea con quello nazionale (-31,9%), frutto dell’arretramento delle procedure dalle 4.822 di gennaio alle attuali 3.284. Clamorosi balzi all’indietro per il Mezzogiorno (-55,6%) e per le Isole (-60,3%), che si attestano rispettivamente a 2.023 e 1.476 abitazioni all’asta a fronte delle 4.554 e 3.716 di inizio anno. In totale controtendenza il Nord della Penisola, in cui si osserva una crescita del 20,8%: le vendite forzate sono infatti passate da 6.558 a 7.918, sfiorando il valore rilevato nell’estate 2017. Anche nel Settentrione, comunque, si assiste a più fenomeni contemporaneamente. Se, ad esempio, il Piemonte (1.549 procedure) e l’Emilia-Romagna (588) si attestano su valori assai prossimi a quelli di sei mesi fa, gli incrementi di Lombardia (2.822, +25,2%) e Veneto (2.444, +54,5%), due tra le regioni italiane a maggior propulsione economica e imprenditoriale, non possono far sorridere. Insieme rappresentano oltre un terzo delle case attualmente all’asta e la Lombardia da sola si guadagna una fetta del mercato pari a un quinto. In netto calo, anche se con numeri assoluti molto più contenuti rispetto ad altre realtà, il dato delle vendite forzate in Friuli-Venezia Giulia, Liguria e Valle d’Aosta.Solo altre due regioni superano il migliaio di procedure: il Lazio, che ne conta 1.705, e la Sicilia, che invece ne mette assieme 1.274. A seguire c’è la Toscana con 839, mentre nel Mezzogiorno si segnalano le 565 case in vendita della Campania e le 562 della Puglia. A livello di province, invece, spiccano le 1.254 abitazioni all’incanto di Padova, che precede Brescia (910), Roma (906), Catania (750), Torino (693) e Bergamo (490).
«Il terzo calo consecutivo del dato nazionale, tra l’altro il più rilevante delle recenti serie storiche, fa sì che si possa iniziare a considerare strutturale il ritorno del numero delle vendite forzate immobiliari a valori fisiologici per il nostro Paese – spiega l’ing. Sandro Simoncini, presidente di Sogeea e direttore del Centro Studi –. Ragionevole ipotizzare che, essendo il mercato delle aste la fotografia di una situazione di precarietà venutasi a creare anni addietro, l’onda lunga delle sofferenze bancarie abbia esaurito i suoi effetti più disastrosi e stia pian piano rientrando in una dimensione più governabile. Sotto questo aspetto altri indicatori fanno ben sperare.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sogea aumenta il capitale

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 luglio 2017

Il Consiglio di Amministrazione della Sogeea SpA ha deliberato una proposta di aumento di capitale di 4,5 milioni di euro che sarà sottoposta all’approvazione della prossima assemblea dei soci. Per l’aumento di capitale, il CdA prevede nuovi apporti per 4,1 milioni e, per la restante parte, l’utilizzo di una quota delle riserve derivanti dal bilancio d’esercizio 2016, chiuso con un utile di 597.908 euro «L’operazione – ha spiegato nella sua relazione il presidente Sandro Simoncini – consentirà all’azienda nuovi investimenti per rafforzare ulteriormente la propria presenza sul mercato della regolarizzazione dei patrimoni immobiliari; potenziare la struttura di USCE, l’innovativo Ufficio Speciale Condono Edilizio che è partner dei Comuni nell’evasione delle pratiche di condono; consolidare e ampliare l’attività del Centro Studi, ormai punto di riferimento della comunità tecnico-scientifica grazie all’elaborazione di ricerche e dossier». Il Consiglio di Amministrazione della Sogeea SpA ha altresì confermato il piano per complessive 80 nuove assunzioni entro la fine del 2017.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »