Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘sogni’

Margherita Belgiojoso e il suo Là dove s’inventano i sogni

Posted by fidest press agency su sabato, 16 febbraio 2019

Torino mercoledì 20 febbraio, ore 18, circolo dei lettori, via Bogino, 9 il Circolo dei lettori ospita Margherita Belgiojoso e il suo Là dove s’inventano i sogni (Guanda), con la critica letteraria Mariolina Bertini. Si tratta del racconto delle vite di sedici donne russe attraverso gli ultimi due secoli.
È un libro che raccoglie, in una lunga catena, le vite di sedici donne russe formando una staffetta ideale dove il testimone è la storia del grande Paese negli ultimi due secoli. Si intitola Là dove s’inventano i sogni (Guanda), ultima opera di Margherita Belgiojoso, studiosa di storia dell’arte e appassionata di Russia, al Circolo dei lettori mercoledì 20 febbraio, ore 18 con la critica letteraria Mariolina Bertini.Si passa dall’abolizione della servitù della gleba alle rivolte dei decabristi, dall’assassinio dello zar Alessandro II alla rivoluzione bolscevica, dall’assedio di Leningrado ai gulag e alla perestrojka. Scrittrici, poetesse, ballerine, rivoluzionarie, artiste, figure di potere, dissidenti: donne che si sono incontrate, hanno avuto una casa in comune o hanno lottato per gli stessi ideali. Ecco l’attrice preferita di Stalin e il ministro della Cultura di Chruščëv, Anna Achmatova e Nina Berberova, la musa di Majakovskij e la moglie di Andrej Sacharov. Attraverso il racconto delle loro storie straordinarie, che meritano tutte di essere conosciute, emerge anche il disegno di un mondo complesso di cui sappiamo troppo poco. L’epilogo è dedicato a Anna Politkovskaja, che l’autrice ha incontrato di persona nei suoi undici anni a Mosca da giornalista. Margherita Belgiojoso, nata a Milano nel 1978, ha studiato storia dell’arte al Courtauld Institute di Londra ed economia politica alla London School of Economics. Ha vissuto per oltre dieci anni in Russia e viaggiato diffusamente nei paesi dell’ex Unione Sovietica, scrivendo per le maggiori testate italiane e lavorando come curatrice di manifestazioni culturali. Vive a Roma con il marito e due figli.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Sogni multimediali: “Generazione Digitale”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

Venerdì 12 ottobre esce in radio e in digital download “Sogni Multimediali”, terzo singolo estratto dall’ultimo album del cantautore siciliano Sabù Alaimo, dal titolo “Generazione Digitale”. Il brano sarà accompagnato dal videoclip, in uscita a breve, realizzato con il supporto di immagini girate con un cellulare da una studentessa palermitana, durante una giornata qualunque tra università, lavoro, casa e amici (il cantautore siciliano, attraverso la propria pagina Facebook, aveva chiesto ai propri fan dei video per la realizzazione del videoclip di “Sogni Multimediali”, tra il materiale ricevuto è stato scelto quello della studentessa palermitana Fabiola Leone).
“Sogni Multimediali” racconta la storia d’amore di due ragazzi, due studenti universitari, un amore che sembra essere “incompreso” dal mondo che li circonda, e attraverso questa storia emerge l’inquietudine, i sogni, le illusioni, le passioni della cosiddetta “generazione digitale”. Dal testo del brano: “Ci sentivamo speciali e sbagliati come fiori in casa di uno scienziato, che ne scopre la sostanza ma non vede la bellezza, noi eravamo fiori rari tra felicità e amarezza.” Il brano costituisce un importante tassello dell’album “Generazione Digitale”: dieci canzoni autentiche, senza filtri, pregne di vita, un disco che rappresenta per Sabù un lungo “viaggio” intenso, dove le emozioni forti fanno da bussola.
Salvatore Alaimo, in arte Sabù Alaimo, è un cantautore siciliano. Frequenta il Brass Group di Palermo e integra allo studio incontri formativi con Gaetano Curreri (Stadio), Beppe Carletti (Nomadi) e altri autori influenti nella musica italiani.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Personale di Daniela Pungitore: Guardare (fuori o dentro?)

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 Mag 2018

Roma. Si aprirà mercoledì 16 maggio presso la D.d’Arte | Galleria Plus Arte Puls, a Roma, la personale Guardare (fuori o dentro?). Sogni e bi-sogni di una Photodreamer della fotografa Daniela Pungitore, morta prematuramente il 10 marzo 2016, voluta e prodotta dalla sorella Lily Pungitore. L’esposizione, curata da Francesca Barbi Marinetti e con un testo critico di Marco Colletti, sarà visitabile sino a mercoledì 23 maggio, da lunedì a venerdì dalle 10:30 alle 18:30, sabato dalle 11 alle 17, domenica su appuntamento. Il vernissage di mercoledì prossimo, ore 18:30, si arricchirà, grazie alla collaborazione con il Conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia, del progetto scenico di Anna Cuocolo con la partecipazione del soprano Elena Nicotera e del tenore Sunwoo Jung.
Nelle sue opere fotografiche le categorie di spazio e tempo assumono una dimensione diversa, talvolta rallentata altre accelerata. Le inquadrature, dopo tutto, sono una scusa per raccontare altro. In particolar modo l’inquietudine, come in “The sand man” e “S-legami”, o l’oppressione/ossessione, come in “Evanescence”, la violenza emotiva espressa da un paesaggio, come avviene in “Barcelona” e “Bagnoregio”, o il tempo mutato, in “Mistery time” e “Timeless”.
“Il movimento del mondo, l’energia che vibra nell’aria, la seduzione di alcuni paesaggi, sono un linguaggio che Daniela sapeva comprendere ed elaborare con naturale disinvoltura, insieme alla complessità dei riferimenti simbolici che le permettevano di esprimersi – sottolinea la curatrice Francesca Barbi Marinetti – Animato da uno spirito straordinariamente vitale, lo sguardo fotografico di Daniela Pungitore circoscrive e rielabora pezzi di mondo e del proprio corpo per dar voce all’universo interiore: ammaliante e fragile, offerente e bisognoso, generoso e velato”.
“Nell’opera di Daniela Pungitore – dichiara Marco Colletti – immagine e parola non possono prescindere l’una dall’altra. Spesso le sue immagini fotografiche sono accompagnate da un testo poetico, che non ne è una semplice appendice didascalica, una spiegazione o un approfondimento testuale di un contesto visivo. Un corpo nudo, un’anima nuda, ma non per tutti, come la Verità; solo per chi sa guardare attraverso le ombre, attraverso il velo, oltre i ‘pesanti tendaggi’, le ‘filtrate presenze’, le ‘catene spezzate’.
Daniela Pungitore nasce a Roma nel 1966, dove ha prevalentemente lavorato e vissuto. Eredita la passione per la fotografia dal padre insieme con la sua Minolta autocord del 1970. La passione diventa professione dopo i 40 anni, quando si dedica quasi esclusivamente alla fotografia accompagnandola spesso con la scrittura. Fotografa autodidatta, poliedrica e curiosa delle varie tecniche e tematiche, ha prediletto soprattutto il bianco e nero. Partecipa a numerosi contest fotografici ricevendo riconoscimenti per più di uno scatto. Due di questi, “Metaphisical walk” ed “Evanescence”, sono presenti nella selezione di questa sua retrospettiva. La sua precedente personale si è tenuta nel febbraio del 2014 presso la galleria “Il Moro” in Roma.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Capodanno 2017 al Piccolo circo dei sogni

Posted by fidest press agency su domenica, 25 dicembre 2016

piccolo-circo-dei-sognipiccolo-circo-dei-sogni3Milano sabato 31 dicembre ore 20,30 Piccolo circo dei sogni via Carducci a Peschiera Borromeo il titolare Paride Orfei, figlio del grande Nando – che recitò anche per Federico Fellini -, ha organizzato un evento unico nel suo genere: a partire dalle ore 20.30 di sabato 31 dicembre, il tendone del circo sarà allestito per accogliere un lauto cenone, accompagnato da numeri di alta scuola circense.
Durante la serata, tra un brindisi e un “buon anno”, musiche e balli di gruppo, si esibiranno infatti, equilibristi, acrobati, contorsionisti, clown, giocolieri. Gli stessi circensi sono quelli che hanno intrattenuto il pubblico di Expo sul decumano principale, ogni giorno per tutta la durata della fiera espositiva.
Si tratta di un’occasione originale e irripetibile, dove il divertimento e lo stupore sono assicurati, al 100%. Anche il palato verrà soddisfatto a dovere. La cena è particolarmente succulenta: insalata di mare, carpaccio di piovra all’aceto balsamico, cocktail di gamberi, stuzzichini dello chef (antipasti); cannelloni imperiali, crespelle alla crema di porcini, pennette al salmone (primi piatti); pesce spada alla livornese, arista all’inglese, cotechino con lenticchie (portate principali); insalata mista, patate al forno (contorni); panettone o pandoro (dessert). Nel menù sono inclusi vino, acqua, bibite, spumante, caffè e digestivo.
La cena, accompagnata dal grande spettacolo circense, è offerta a un prezzo speciale: 80 euro per gli adulti, 40 euro per i bambini (fino a 15 anni) (foto: Piccolo circo dei sogni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I maturandi e i loro sogni futuri

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 giugno 2011

Sono circa 500mila gli studenti alle prese con gli esami di maturita’ 2011 e se da un lato regna l’incertezza e la paura per le prove dall’altro c’e’ ancora meno chiarezza su quale sara’ il loro futuro dopo la maturita’. Per 1 su 3 il futuro post esame è un enigma mentre la stragrande maggioranza (4 su 10) butterà via i libri come segno di liberazione. Infatti 1 su 3 non ha chiaro in mente cosa fare al ritorno dalle vacanze, mentre la restante parte si divide tra lavoro, fuga all’estero e voglia di non pensarci. Cosi’ a vincere e’ la poca ambizione personale, la volonta’ di non impegnarsi facendo sacrifici e la disillusione verso un Paese, l’Italia, che 4 su 10 reputa lontano dai giovani e quasi un paese che non aiuta a realizzare i sogni e le speranze.
E’ quanto emerge da uno studio dal titolo “I sogni, le speranze e le illusioni dei maturandi” promosso daComunicazione Perbene (www.comunicazioneperbene.com), l’associazione non profit che si occupa dell’ecologia nel mondo della comunicazione, realizzato su un campione di 1700 studenti che preparano l’esame di maturità, attraverso un monitoraggio on line sui principali social network, facebook e twitter, sui forum e le piattaforme web dedicate e costruite da loro, per analizzare i loro obiettivi, i loro progetti e le loro speranze per il futuro.
E terminate le meritate vacanze, cosa faranno? Quasi 1 su 3 (31%) a questa domanda risponde con un emblematico “Boh, non saprei”, che la dice lunga sui loro progetti futuri e sono solo 2 su 10 (19%) coloro che affermano di aver intenzione di proseguire gli studi seguendo cosi’ i loro interessi e le loro inclinazioni. La restante percentuale si divide fra coloro che vogliono subito collocarsi sul mercato del lavoro (14%), andare all’estero (15%) e andare all’universita’ per evitare di lavorare (17%). E questa scarsa considerazione per gli studi viene data anche dall’idea che i maturandi si sono fatti dell’Universita’. Per 1 su 3 (32%) studiare non serve a niente se poi non trova lavoro mentre il 28% vede l’Universita’ italiana andare allo sfascio e il 19% afferma addirittura che studiare e’ una perdita di tempo.
Ma come si vedono quindi fra 10 anni? Se a cavallo fra gli anni ’80 e ’90 a farla da padrone erano l’arrivismo e la carriera, tipiche della mentalita’ yuppies di allora, oggi la stragrande maggioranza non ha le idee chiare (44%) mentre solo 1 su 3 (32%) ritiene che occupera’ una posizione lavorativa stabile e avra’ un tranquillo tenore vita. Tra le aspirazioni future 1 su 3 (34%) vorrebbe poter fare quello che piu’ gli piace ma senza avere una vita molto impegnativa (24%).

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutto il mondo dentro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 giugno 2011

Giovanni Buscemi, detto u magu, è uno psicoterapeuta tornato da poco a Cittanova, in Calabria, da dove era fuggito ancora ragazzo per inseguire i suoi sogni. In paese incontra Livia Antonietta, il suo amore di gioventù. La donna gli chiede di aiutare Maria, una diciassettenne che la madre crede posseduta dal demonio. Giovanni comincia la terapia e, con la forza della parola, inizia a scavare nel passato della ragazza, orfana di padre e cresciuta in un ambiente repressivo. Cosa tormenta Maria e la rende preda di crisi convulsive così terribili da farla sembrare indemoniata?
romanzo di Graziano Versace Edizioni San Paolo 368 pagine € 19,50.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’oblio e il ricordo dei sogni

Posted by fidest press agency su domenica, 8 Mag 2011

Identificati i meccanismi elettrici e le aree cerebrali che ci permettono di ricordare e, a volte, dimenticare quello che abbiamo sognato durante la notte Un sogno vecchio quanto l’uomo, forse. Ricordare solo ciò che ci fa piacere e dimenticare ciò che non tolleriamo dei sogni notturni. Uno studio italiano, pubblicato in questa settimana sul Journal of Neuroscience, ne ha finalmente individuato i meccanismi cerebrali sottostanti. Lo studio condotto da ricercatori del dipartimento di Psicologia della Sapienza e dell’Associazione Fatebenefratelli per la Ricerca (AFaR), insieme a ricercatori delle università dell’Aquila e Bologna, ha dimostrato che, solo se la corteccia cerebrale presenta oscillazioni elettriche lente durante la fase REM del sonno, le persone ricorderanno il sogno appena prima del risveglio. Lo studio ha chiaramente evidenziato che se queste oscillazioni lente con una frequenza da 5 a 7 Hz, chiamate onde theta, sono presenti sulle aree frontali mediali, al successivo risveglio i sogni saranno ricordati I ricercatori hanno dimostrato che si tratta dello stesso meccanismo che si riscontra anche in stato di veglia per la cosiddetta memoria episodica, fenomeno già noto agli studiosi. “Quando si chiede a una persona di ricordare fatti e situazioni apprese nel corso della giornata – spiega Luigi De Gennaro, coordinatore della ricerca – la presenza di specifiche oscillazione elettriche con frequenza lenta nelle aree frontali rende possibile il ricordo di quell’episodio. Se questo non accade, la memoria dell’evento apparentemente sarà perduta per sempre”. i risultati dello studio hanno il merito di semplificare le nostre conoscenze sulle basi cerebrali dell’esperienza onirica. In sostanza, le stesse aree cerebrali e simili meccanismi neurofisiologici permettono l’accesso a ricordi episodici, indipendentemente che si tratti di un individuo sveglio o che sta sognando. Lo studio chiarisce anche perché la cosiddetta anoneria, cioè la perdita di qualsiasi ricordo dei sogni dopo lesione cerebrale, sia conseguenza o di una lesione della giunzione temporo-parieto-occipitale o della corteccia prefrontale mediale. Si tratta, in sostanza, delle stesse aree cerebrali che permettono ad individui senza alcun danno cerebrale di ricordare i sogni solo in presenza di specifiche oscillazione elettriche. “L’altro aspetto dello studio –aggiunge Luigi De Gennaro- è che, una volta di più, si conferma che l’esperienza del sogno non sia limitata alle fasi REM del sonno, ma –seppur con caratteristiche e basi neurali diverse- si riscontri in tutte le fasi del sonno. In tal caso, il successivo ricordo dei sogni è legato non alla presenza, ma al contrario all’assenza sulla corteccia temporo-parietale destra di oscillazioni con frequenza da 8 a 12 Hz, chiamate onde alpha.
“In sostanza – conclude De Gennaro – non sappiamo ancora perchè ricordiamo o dimentichiamo i sogni, ma abbiamo finalmente identificatocome ricordiamo e come dimentichiamo. Il nostro compito di neuroscienziati è di capire i meccanismi, mentre lasciamo agli psicoterapeuti e agli psicoanalisti la risposta sulle cause ultime”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il figlio del venditore di sogni”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 gennaio 2011

Milano 30 gennaio, presso l’Acquario Civico di Milano, alle ore 21, Josè Van Roy Dalì, il figlio di Salvador, presenta “Il figlio del venditore di sogni”.  Modera il professor Gianni Lollis, Presidente Società Belle Arti di Verona.  Interverranno per Edizioni PensieriParole Federico Illesi e Giusva Iannitelli.  Josè Van Roy ha deciso di chiarire alcuni misteri tuttora irrisolti della vita del padre, di venire temporaneamente allo scoperto e affermare perentoriamente il suo legame di sangue con il noto artista spagnolo, scrivendo una autobiografia.”Il figlio del venditore di sogni”, edito da “Pensieri Parole”, stessa casa editrice che ha curato la pubblicazione, in primavera, del libro di poesie di Van Roy Dalì, “Dedicato a te”  (www.pensieriparole.it), intende presentarsi come il libro rivelazione dell’anno.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione: Jose’ Van Roy Dali’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Roma  12 novembre – ore 18  via Ostiense, 95  Caffe’ Letterario di Roma ingresso gratuito Jose’ Van Roy Dali’  presenta  “Il figlio del venditore di sogni” con  l’editore Federico Illesi, della casa editrice “Pensieri Parole”.  «Io sono cresciuto all’ombra del Demonio ed ancora provoco, intorno a me, dolore», affermava il trentasettenne Salvador Dalí al termine della sua precocissima biografia, quasi a rammaricarsi della fatale “scomodità” del suo genio rispetto al mondo.  A distanza di circa settant’anni la biografia di un altro Dalí, nascosto ai più, un testimone forse scomodo che qualcuno teme e altri non vogliono accettare, svelerà i misteri che ancora avvolgono la sua esistenza.
Un ritratto di se stesso e di un padre, non solo Maestro, non solo artista immortale del ’900. Una storia raccontata dall’interno, vissuta in prima persona e mostrata oggi al mondo. Aneddoti familiari, la scomodità di un cognome, il dover dimostrare ogni istante della propria vita che, oltre all’onore di chiamarsi Dalí, c’è anche un gravoso onere.   Un atto di sfida alla società  che ha sempre gettato un’ombra su un rapporto genuino, reso apparentemente difficoltoso per la grandezza artistica del padre e una dichiarazione d’intenti: «Io continuerò a dipingere con successo, a vivere con dignità, a rappresentare me stesso, la mia famiglia, la mia arte superlativa e a chiamarmi Dalí con la consapevolezza che detta distrazione contribuirà alla mia “immortalità” poiché solo chi “non esiste” non potrà mai morire».  Alla presentazione interverrà  l’autore, accompagnato dall’editore Federico Illesi. http://www.caffeletterarioroma.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli italiani di ieri raccontati dai protagonisti di oggi

Posted by fidest press agency su sabato, 23 ottobre 2010

Milano 16 novembre 2010 Dalle 10.00 alle 24.00 Palazzo Reale – Ingresso libero  terza tappa del tour in collaborazione con Telecom Italia e Comitato Italia 150  Un viaggio multidisciplinare nella storia dell’Italia più recente per capire meglio quanto le idee e gli uomini di ieri abbiano inciso sugli eventi che hanno cambiato il volto della società italiana contemporanea.  Un viaggio da nord a sud lungo tutta l’Italia attraverso le parole e gli aneddoti di centocinquanta protagonisti di oggi che svelano  sogni e sfide di altrettanti personaggi di primo piano di ieri.
Ideata dal giornalista e scrittore Gianluigi Ricuperati per festeggiare i centocinquant’anni dell’Unità d’Italia, l’iniziativa dopo Torino e Roma arriva a Milano e entra nelle sale di Palazzo Reale per una giornata di dodici ore, dalle dieci del mattino a mezzanotte,  orario continuato: quindici personalità eccellenti contemporanee del sapere e dell’agire in circa venticinque minuti tratteggiano le storie di quindici protagonisti di ieri della cultura, dell’economia, della politica e dell’industria che l’Italia l’hanno vissuta, amata, abitata e costruita negli ultimi 150 anni. Il tutto solo con la forza delle parole per un grande affresco ricco di aneddoti, ricordi, flashback, rievocazioni, episodi pubblici e privati.
Chi interviene: Il politico Francesco Forte racconta il controverso Edgardo Sogno; Fabio Poggiali racconta il fratello, pilota aeronautico e poeta, Maurizio Poggiali; Gli attori Elena Castagnoli e Federico Bava raccontano lo scrittore per eccellenza amato dai ragazzi, Gianni Rodari; Stefano Fava, make-up artist di fama internazionale racconta il padre di cui ha seguito le orme, Otello Fava; L’architetto Stefano Boeri racconta l’architetto Giancarlo De Carlo; l’imprenditore Vittorio Moretti racconta l’indimenticabile il giornalista sportivo Gianni Brera; il designer Andrea Branzi racconta la vita del padre, grande uomo della DC, Renato Branzi; Giorgio Terruzzi, giornalista sportivo, racconta l’avventurosa storia del pilota Achille Varzi; lo chef Gualtiero Marchesi racconta Aldo Calvi;  il giornalista e scrittore Matteo Collura racconta il drammaturgo, poeta e scrittore Luigi Pirandello, premio Nobel per la letteratura nel 1934.
Tutti gli appuntamenti sul sito di Telecom Italia (www.telecomitalia.it/canale150) e sul canale dedicato su YouTube (www.youtube.com/canale150)   http://www.canale150.it (palazzo reale)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sogni senza capo né coda

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

Autrice: Maria Giuliana SalettaIllustrazioni di AdélieCollana: I libri del filo invisibile Prezzo: 10,00 € , copertina cartonata Non è sempre facile educare i bambini a parlare di emozioni, di sogni, di ciò che provano. Forse c’è talmente tanta attenzione a soddisfare i loro bisogni materiali e a controllare lo stato di salute fisica che si rischia di perdere di vista la salute emotiva. E di essere così preoccupati per un raffreddore da rischiare di non renderci conto che qualcosa li fa soffrire. Quindi è giusto abituare i bambini a raccontare le proprie emozioni, in vista anche di quando diventeranno adolescenti e paradossalmente raccontarsi diventerà ancora più difficile.   È importante farli parlare di cosa desiderano, cosa sognano, per aiutarli a comprendere che si può sempre sognare ma che ci sono sogni più realizzabili di altri. E soprattutto sogni la cui realizzazione dipende da noi e che quindi è giusto cercare di perseguire, altri che invece sono piuttosto delle chimere, come per il pesciolino nel vaso il diventare una balena libera nel mare! O anche, e questo libro ne mostra alcuni…, ci sono sogni che è giusto sognare e basta, perchè comportano delle accettazioni, ecco perché sognare aiuta anche ad accettare, ad esempio, che il fratellino appena nato debba necessariamente essere allattato dalla mamma!  Questo libro non è stato scritto per spiegare ai bimbi cosa sognano, ma per aiutarli a raccontarsi, con delle frasi o con un disegno, proprio tra le pagine di questa storia senza capo né coda, come sono a volte i sogni dei bimbi… infatti è un libro  che può essere aperto e letto da ogni lato.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Segni & sogni: Collettiva

Posted by fidest press agency su sabato, 3 luglio 2010

San Quirico d’Orcia (SI) fino al 29/8/2010  piazza Chigi 2 Palazzo Chigi Zondadari a cura di Vera Braci e Gianni Resti  Autori: Baco’, Fiorenzo Barindelli, Laura Besnate, Marco Boscolo, Bruno Cairati, Roberto Carullo, Patrizia Castano, Rosario Chinello, Giuliano Dallavecchia, Felix Danton, Roberto Dell’Acqua, Daniele Donde’, Takane Ezoe, Federico Fiorentini, Elisabetta Fontana, Fabio Forti, Ceylan Insel, Barbara Maletti, Elisabetta Mastro, Enea Morosini, Mario Paschetta, Maria Luisa Tadei, Mauro Vettore, Dario Zaffaroni, Emanuela Zamponi.  Ogni anno le eleganti sale di Palazzo Chigi Zondadari permettono alla comunità di San Quirico d’Orcia di salire alla ribalta con uno degli eventi artistici ed espositivi che caratterizzano l’offerta culturale estiva del territorio senese. Le edizioni precedenti sono state dedicate esclusivamente al percorso pittorico di un’artista contemporaneo quasi sempre coinvolto dal fascino e dalla bellezza della Val d’Orcia. Le opere degli artisti esposte sotto gli affreschi di Palazzo Chigi si sono rivelate sempre una piacevole opportunità di conoscenza e di approfondimento culturale. (1277999322b.jpg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Grisù, Giuseppe e Maria

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Roma Dal 4 al 16 maggio 2010 Via delle Fornaci 37  Teatro Ghione  Nicola Pistoia – Paolo Triestino – Crescenza Guarnieri In   Grisu’, Giuseppe e Maria di Gianni Clementi regia Nicola Pistoia con  Diego Gueci e Franca Abategiovani  scene Francesco Montanaro costumi Isabella Rizza disegno luci Marco Laudando  Una sagrestia di Pozzuoli, nell’Italia povera e appassionata degli anni cinquanta. Un sacerdote ed il suo strampalato sagrestano, due sorelle nei guai insieme al fascinoso farmacista del paese ci prendono per mano e ci fanno ridere, sorridere, emozionare e ci riportano ad un’Italia dove i sogni erano spesso affidati a chilometri e valige di cartone, ad una canzone, ad una miniera lontana, ad un pallone.Gianni Clemente, autore di eleganti testi contemporanei tra i quali ricordiamo“La vecchia Singer” e “Cappello di carta”, ci presenta stavolta uno straordinario ed appassionante affresco dell’Italia degli anni Cinquanta. Una commedia che fa sorridere e ci riporta indietro nel tempo, in quegli anni dove le difficoltà della vita erano tante ma c’era la voglia cambiare. Nicola Pistoia e Paolo Triestino (gli affiatatissimi interpreti di Muratori), Crescenza Guarnieri (la toccante interprete di Niente più niente al mondo) sono i protagonisti di questo straordinario affresco di Clementi che ci racconta, divertendoci, di un’Italia che non c’è più.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: danza di morte

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 aprile 2010

Roma 8-30 aprile 2010 al Teatro Argentina debutta l’attesissimo spettacolo Danza di morte di August Strindberg, che vede nuovamente in scena due dei più grandi artisti del panorama teatrale italiano, Gabriele Lavia e Monica Guerritore. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro di Roma e la Compagnia Lavia Anagni, è un dramma in due atti scritto nel 1900 dal grande drammaturgo svedese che lo terminò in una sola settimana. Nel testo i personaggi sono anime inquiete, molto tormentate al punto di giungere ad una vera e propria lotta omicida. E’ la storia di un matrimonio lungo cinquant’anni, quello fra Edgar e Alice, è la storia dei fallimenti di una vita intera, lui militare che non è mai riuscito a far carriera e lei che la carriera di attrice l’ha invece abbandonata per il matrimonio. Sogni infranti di una coppia che mette a nudo le proprie frustrazioni.  Nella magistrale interpretazione di Gabriele Lavia e Monica Guerritore la pièce tocca le corde più alte della recitazione. La scena si svolge su un’immensa montagna di sabbia, i coniugi sono infatti naufragati con tutti i mobili di casa su un’isola deserta. In un atto unico si mette in scena il dramma familiare che prende forma sul palcoscenico attraverso i momenti più intimi della vita di coppia, le lotte corpo a corpo, le urla, gli scontri, i conflitti, dove si svelano sentimenti, impulsi, emozioni, rancori con toni così duri e spietati che arrivano a sfiorare il grottesco ma che rappresentano il vero naufragio di una vita. (danza di morte)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Concerto N’Attimo

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 aprile 2010

Roma dall’8 all’11 Aprile 2010 ore 21 Via delle Fornaci 37 Teatro Ghione Peppe Barra: Voce  Paolo Del Vecchio: Chitarra e Mandolino  Luca Urciuolo: Piano e Fisarmonica  Ivan Lacagnina: Percussioni  Sasà Pelosi: Basso acustico Riccardo Veno: Fiati Etnici Veno: Fiato etnici. Assistere ad uno spettacolo di Peppe Barra significa incontrare l’ anima di Napoli egli  è il depositario dei segreti magici della tammurriata, ma anche il tramite moderno tra la poesia e lo spirito popolare. Un affresco sonoro, melodico e ritmico dal sapore passato e dalle sonorità  contemporanee con l’esecuzione dei brani tratti dall’ultimo disco “N’Attimo” prodotto dalla Marocco Music e pubblicato nel giugno 2009. Il disco contiene dodici canzoni inedite che raccontano l’amore, il dolore, la resistenza e i sogni di un artista capace di confrontarsi a viso aperto con il suo tempo. Costo biglietti, € 28,00 platea intero, € 22,00 platea ridotto, € 20,00 galleria, galleria ridotto € 18,00  (più €2  di prevendita).  Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,00 – domenica ore 17,00

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi e i sogni

Posted by fidest press agency su martedì, 2 febbraio 2010

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sogna Israele inserita nella Unione europea. Nel 1994 sognava di diminuire le tasse. Nel 2001 sottoscrisse un “contratto pubblico”, nel corso di una trasmissione televisiva, davanti ad un notaio, per fissare la tassazione dell’Irpef a due aliquote, 23 e 33%. “I have a dream” è la frase con cui viene identificato il discorso tenuto da Martin Luther King il 28 agosto del 1963, davanti al Lincoln Memorial di Washington, al termine di una marcia di protesta per i diritti civili. Già, ma quel sogno era un obiettivo, tant’è che negli Usa si è passati dalla realtà dei bambini neri accompagnati dagli agenti nella scuola “proibita” dei bianchi alla realizzazione della elezione di un presidente nero alla più alta carica degli Stati Uniti d’America. Il nostro presidente, invece, continua a sognare e noi a pagare le tasse, tra le più alte della Ue, con servizi nordafricani. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sogni ricorrenti della Chiesa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Lettera al direttore. Il cardinale Angelo Bagnasco, aprendo a Roma i lavori del Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana, ha detto: “Sogno una nuova classe di politici cattolici”. Converrà che la Chiesa faccia sogni un po’ diversi, considerato che quelli ricorrenti non si avverano mai? Già Benedetto XVI, il 7 settembre del 2008, durante la sua visita a Cagliari, ebbe a dire che serviva una nuova generazione di politici cattolici. E ad ascoltarlo in prima fila c’era il Cavaliere. Converrà limitarsi a sognare nuovi politici onesti e capaci? (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Dio dei nostri sogni

Posted by fidest press agency su sabato, 9 gennaio 2010

Non entro nel merito per quanto riguarda gli affari religiosi e il ruolo dei cattolici e quello che il Vaticano esercita attraverso la guida papale di ieri e di oggi. Intendo, invece, focalizzare la mia attenzione su un certo ambiente religioso e i suoi rapporti nei confronti della scienza e sino alle sue estreme conclusioni. E’ palese, infatti, il timore di trasformare l’idea, che è stata tramandata, del Dio biblico in qualcosa che non regga al cospetto dell’evidenza scientifica. E’ un aspetto che mi ha fatto meditare a lungo e tuttora persistono perplessità e dubbi. Uno scienziato potrebbe dirci che il Dio delle religioni monoteiste è un “essere” che proviene da altre dimensioni. In questo scenario la geometria degli iperspazi può venirci in aiuto prefigurando più rappresentazioni del “creato” nelle quali far convivere la terza dimensione (quella nostra lunghezza, larghezza, altezza) con altre più complesse ma che permetterebbero a chi vi abita di muoversi con strani e fantastici poteri: muoversi a piacimento, sparire e ricomparire in un altro posto e vedere sia l’esterno sia l’interno dei corpi. Vi è poi da considerare l’annullamento del fattore tempo per cui tutto è presente e in eterno. Questa non è fantascienza ma il frutto di studi matematici e geometrici approfonditi e che durano già da Anni. Pensiamo a Luigi Fantappiè e più di recente a Giuseppe Arcidiacono. Se Dio altri non è che una entità che si muove in una dimensione (in una sorta di cerchi infernali o di cieli del paradiso dantesco) che gli permette di vedere e non essere visto, di essere sempre presente perché il tempo non lo tange allora non ha bisogno di metterci alla prova: egli già ci conosce dall’inizio alla fine e poi ancora, senza soluzione di continuità, per chi crede nella reincarnazione. A questo punto l’essere umano dove lo collochiamo? Possiamo supporre che venga da un’altra dimensione e che volendo creare di se una storia ha bisogno di trovarsi in una dimensione nella quale il tempo, nel suo cadenzare, gli permette di vivere e anche di morire. Ma è una vita e una morte solo temporale. Il tutto, quindi, può ridursi ad una carovana di pionieri che sperimentano cosa significa stare nel regno delle tre dimensioni. Essi vanno oltre il senso dato alla storia: hic sunt leones. Si possono creare storie, immaginare scenari e anche morire con la spada in pugno o vittima di sadiche torture. Ma ci dice che non sia a soffrire e a morire il nostro clone? D’altra parte le stesse attuali tecnologie ci hanno abituati a ricreare eventi del passato o “versioni” del presente sotto forma di simulazioni. Partiamo dal racconto degli aedi per passare alle macchine da presa, ai teatri di posa e fino al monitor del computer che dispone di programmi che costruiscono immagini e personaggi che si muovono, interagiscono e costruiscono il loro destino a colpi di mouse. Come può reggere tutto ciò all’idea che per millenni ci siamo fatta del Dio delle nostre invocazioni, dei messia, Cristo, Maometto o Buddha o di un nugolo di dei? Se da tutto questo potessimo averne, da vivi, ovviamente, la “prova provata” io vorrei essere dalla parte del giocatore con il suo video-game, ovviamente, ma questa è un’altra storia. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Punto e a… capo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 dicembre 2009

Roma Teatro de’ Servi  dal 5 gennaio 2010 al 24 gennaio Via del Mortaro, 22 (Via del Tritone) Commedia in due atti scritta e diretta da Marco Falaguasta con  Piero Scornavacchi, Marco Fiorini, Irma Carolina Di Monte, Vasco Montez Scene Alessia Petrangeli  luci Massimo Bertucci e Tony di Tore L’azione si svolge nello scompartimento di un treno, un piccolo mondo dove si incontrano un gruppo di persone per la prima volta, che probabilmente non si vedranno mai più. Così i passeggeri hanno la possibilità di inventarsi una nuova identità, persone con altre esperienze, altri sogni, aspettative… forse proprio come avrebbero voluto essere. Anche se poi, quando il treno arriva a destinazione….si ritorna alla realtà. Sul palco abbiamo tentato di riportare la vita, – afferma Marco Falaguasta, – quella di tutti i giorni, senza le parti noiose, con i suoi protagonisti: Grazia sta andando a lasciare il suo storico e ormai prevedibile fidanzato, Punto è atteso dal suo capo per un importante colloquio di lavoro, Antonio è appena diventato papà e va a conoscere il figlio, Anna è una monaca zen…. E poi in fondo allo scompartimento vicino al finestrino, è seduto un sinistro e inquietante personaggio. Cosa vuole dagli altri? Dove sta andando? Si scoprirà nel corso del viaggio in un susseguirsi di battute e di irresistibili situazioni paradossali e comiche. Sul palco succedono sempre cose inattese, anche noi, come i nostri personaggi, ogni sera andiamo dove ci porta la fantasia e il divertimento di recitare insieme, con la disponibilità a farci sorprendere! http://www.teatroservi.it Prezzi dei biglietti: Platea Intero €  20 – Ridotto € 16 / Galleria Intero €17 – Ridotto  € 14 Spettacoli dal martedì al sabato ore 21 – Sab. ore 17.30 – 21.00 – Dom. 17.30 – Lun. riposo (mfalaguasta)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Sogni, Emozioni in Monferrato”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 settembre 2009

Casale Monferrato 26 settembre, Emozioni e suggestive atmosfere salutano l’arrivo dell’autunno monferrino: nell’ultimo week end di settembre parte la prima edizione di “Sogni, Emozioni in Monferrato”, iniziativa che vede protagoniste location di charme, strutture ricettive oltre che l’enogastronomia tipica del territorio. Cinque diversi itinerari declinano il sogno conducendo i visitatori attraverso un viaggio in cui ciascuno può ritrovare il proprio: è il sogno, diversamente interpretato, ad accompagnare il visitatore su itinerari inconsueti, svelando un Monferrato affascinante e spesso sconosciuto.   E per continuare a sognare in Monferrato altri appuntamenti curiosi ed accattivanti domenica 27 settembre:  Castelli e ville di incomparabile bellezza come scenario ideale per un “Sogno da Favola”…  La scelta dell’abito, gli inviti, le bomboniere: tanti spunti e consigli bon ton per “un giorno indimenticabile” al Castello di San Giorgio M.to con esposizione a tema e degustazioni di vini a cura dell’azienda vitivinicola Castello di Lignano. Il Castello di San Giorgio sarà anche punto di partenza di un raduno di auto storiche degli anni ’50 e ’60 in un percorso che si snoderà tra le dolci colline. E ancora la favola raccontata attraverso l’obiettivo che cerca di cogliere l’essenza del sogno e dell’emozione in un concorso fotografico aperto a tutti gli appassionati e tea party nella splendida cornice di Villa Larbel di Salabue (in fraz. di Ponzano), esclusiva residenza nobiliare in stile neoclassico. Nel pomeriggio tappa delle auto storiche con sosta in esposizione. Moderno, insolito, innovativo con uno sguardo verso il futuro: alla Locanda dell’Arte a Solonghello un pomeriggio all’insegna dell’arte con “Carnet di Viaggio per il 2010 di Ezio Gribaudo” (che inaugura il 26 settembre) e mostra sul viaggio in Siria del conte Carlo Vidua (entrambe fino al 31 ottobre). E ancora assaggi dolci, nel tardo pomeriggio aperitivo “futurista” a cura di Mazzetti d’Altavilla – Distillatori dal 1846 e arrivo delle auto storiche con premiazione finale.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »