Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘solidale’

C’è bisogno di un’Europa più unita, forte e solidale, attenta al sociale

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 maggio 2019

Per difendere la pace e creare sviluppo, per tutelare i diritti alla libertà, alla sicurezza, per impegnarsi maggiormente nelle politiche su lavoro, istruzione e formazione dei giovani, ambiente, assistenza sociale, sviluppo sostenibile, privacy e identità digitale. Queste sono le risposte di 14 mila italiani della società civile, del mondo delle parti sociali e delle imprese al questionario proposto dal Cnel in merito al Documento “Unire l’Europa per cambiarla” presentato a Villa Lubin oggi e condiviso dalla maggior parte delle associazioni del mondo sindacale, del terzo settore e produttivo italiani.Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario organizzativo della Confedir che ha partecipato agli incontri per la stesura dello stesso documento, così commenta: “Bisogna ricostruire un’Europa unita che superi l’attuale esistenza di almeno tre spazi a velocità differente (mediterraneo, continentale e orientale) , rimettere l’uomo al centro del dibattito politico rispetto all’economia, alla finanza e alle sfide dell’intelligenza artificiale partendo dalla ricostruzione storica di ciò che, in termini di patrimonio culturale, l’Europa ha rappresentato”. “Già nel XIII secolo – continua Pacifico – possono essere individuati i caratteri identificativi dell’uomo europeo e oggi dopo tanti anni, le nuove elezioni rappresentano un momento importante per superare gli episodi di disaffezione o di acredine verso il progetto Europa, a partire proprio dall’adozione di una carta comune dopo una moneta comune e leggi comuni che interagiscono con le norme nazionali”.Poi “rispetto al pareggio di bilancio, bisogna scomporre le spese per investimenti, welfare, istruzione, formazione, ricerca e politiche giovanili. Nel bilanciare i rapporti tra datori di lavoro e lavoratori bisogna introdurre un salario minimo garantito in tutto lo spazio europeo, regole comuni su accesso al lavoro e pensioni, e porre maggiore attenzione alla mobilità transfrontaliera con politiche comuni su diritto all’asilo e immigrazione, senza dimenticare come già al tempo dell’imperatore Caracalla tutti gli abitanti dell’impero romano fossero considerati suoi cittadini”, afferma il sindacalista autonomo.“Il patrimonio culturale conservato e sviluppatosi nello spazio europeo rappresenta il faro della società civile mondiale, che oggi deve essere ancora pienamente condiviso da 500 milioni di cittadini europei a partire dai giovani verso cui si devono concentrare politiche ben precise tese all’incontro fra formazione e lavoro, grazie anche alla ricerca e all’innovazione. La sfida è ancora una volta tra un europeismo fiero ma possibile e un nazionalismo deciso e già fallimentare in un mondo e mercato globale che è influenzato dalle nostre radici”, aggiunge il segretario organizzativo della Confedir.“C’è bisogno di un’Europa giusta, equa e solidale che superi le sue barriere interne, che potenzi la mobilità dei suoi cittadini pur nel rispetto delle singole tradizioni territoriali. La tutela e lo sviluppo del sapere, dell’ambiente e del lavoro saranno fondamentali per la nuova classe politica europea, come ricordano i cittadini italiani consultati”, conclude Marcello Pacifico.

Posted in scuola/school, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francia: sciopero solidale dei ferrovieri europei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 aprile 2018

Parigi 19 aprile. Abbiamo intervistato Matthieu Bolle-Reddat, segretario della Federazione di Versailles della CGT-Cheminots (la federazione dei ferrovieri della confederazione CGT, la più grande di Francia). Bolle-Reddat è un grande amico di USB, non solo perché in tanti anni e altrettanti incontri si è sviluppato un forte legame, ma anche e soprattutto perché Matthieu si è da anni impegnato insieme a noi nella costruzione della WFTU, tanto da avervi fatto aderire la propria federazione in aperto contrasto con la linea decisa dai suoi vertici nazionali. Lo abbiamo raggiunto non appena iniziati gli scioperi in Francia dei ferrovieri contro la riforma imposta dal presidente Macron.
D. Matthieu, puoi dire in poche parole alla gente di USB quali sono le principali motivazioni sulle quali state lottando contro le riforme imposte dal presidente Macron?
R. «Macron ha deciso di riformare le ferrovie in Francia, facendo addirittura passare tutto attraverso ordinanze governative (i nostri decreti, ndr), senza dibattito o voto in Parlamento.
In sostanza, questa riforma si ispira alle politiche di privatizzazione delle ferrovie in auge in tutta Europa e si basa sul voto sul quarto pacchetto ferroviario dell’UE.
Essa prevede la fine dello statuto dei ferrovieri, la privatizzazione della SNCF (Societé Nationale Chemin de Fer, le Ferrovie dello Stato Francesi, ndr) e la vendita della rete ferroviaria nazionale alle varie imprese private, con il trasferimento obbligatorio dei ferrovieri a queste ultime e la perdita di tutti i diritti sociali e pensionistici.
Si prevede la dismissione di 9.000 chilometri di linee, quasi un terzo della rete ferroviaria nazionale, e l’aumento delle tariffe di trasporto».
D. Come avete organizzato lo sciopero, quanto durerà e quante organizzazioni sindacali stanno partecipando?
R.«La Federazione dei ferrovieri della CGT ha riunito con sé l’insieme delle altre 4 organizzazioni sindacali della SNCF per combattere questo piano del governo. Abbiamo indetto un pacchetto di 12 giorni di sciopero al mese per 3 mesi, 2 giorni di sciopero ogni 3 giorni. In pratica, abbiamo chiamato a 36 giorni di sciopero da aprile a giugno!».
D. A parte sottolineare che tutto questo sarebbe semplicemente illegale in Italia, viste le nostre regole, come sta andando lo sciopero?
D. «Il 3 e 4 aprile scorsi si sono tenuti i primi due giorni di sciopero: sono stati molto “potenti”, con oltre il 70% di treni cancellati su tutto il territorio nazionale. Sono felice di sottolineare che sulla mia linea, la linea C della RER nella direzione di Versailles, è stato addirittura cancellato il 100% dei treni! Abbiamo anche fatto azioni di presidio in tutte le città per mostrare la nostra rabbia e occupato molte stazioni».
D. In Italia i media ci informano che l’opinione pubblica è contro di voi e a favore di Macron; è vero?
R.«I sondaggi di opinione mostrano che sempre più persone sostengono gli scioperanti e si rendono conto che la politica di Macron distruggerà il servizio ferroviario pubblico.
Sempre più persone ci sostengono, i nostri fondi di solidarietà sono pieni di donazioni, l’hashtag #jesoutienlescheminots (#iosostengoiferrovieri, ndr) è il più condiviso su Internet e molte associazioni di utenti manifestano con noi.
La lotta contro questa riforma sta diventando una grande causa popolare, poiché sempre più persone si rendono conto che questa riforma sarà letale sia per i lavoratori che per gli utenti delle ferrovie! Oltre a ciò, i ferrovieri stanno diventando il catalizzatore di una risposta più globale contro il Thatcherismo incarnato da Macron, che vuole rompere i servizi pubblici per arricchire i grandi monopoli privati».
D.Matthieu, è evidente che una delle ragioni che spingono le riforme di Macron è la politica UE di privatizzazione di beni pubblici; la solidarietà internazionale può essere vitale per la lotta dei ferrovieri francesi?
R. «La solidarietà internazionale è per noi vitale! Se gli scioperanti si sentono sostenuti possono resistere fino alla vittoria!
Abbiamo bisogno di ricevere messaggi di sostegno dai nostri compagni in Europa e nel mondo, la Federazione Sindacale Mondiale (WFTU) ci ha inviato una dichiarazione di solidarietà, che è stata molto apprezzata dagli scioperanti. I sindacati fratelli organizzano meeting di solidarietà, raccolgono fondi per noi, inviano delegazioni per manifestare insieme a noi e incontrare i lavoratori in difficoltà, il che tiene alto il morale degli scioperanti.
Ricordate che una vittoria in Francia contro la privatizzazione delle ferrovie avrebbe un impatto in tutta Europa e potrebbe segnare l’inizio della risposta contro tutte le politiche antisociali dei governi dei paesi europei in relazione alle politiche neo-liberiste dell’Unione Europea.
A questo proposito, colgo l’occasione per invitare il nostro sindacato fratello USB a partecipare con le sue bandiere alla grande manifestazione nazionale di protesta dei ferrovieri francesi, il 19 aprile prossimo a Parigi!».
Grazie Matthieu! Non solo ribadiamo un’altra volta la nostra più piena e fraterna solidarietà alla lotta contro la privatizzazione di SNCF, ma non mancheremo di essere a Parigi al vostro fianco. (fonte: unione sindacale di base)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’epoca di malafede

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 agosto 2017

violenza_stadi_2E’ stato scritto: “La nostra non è un’epoca di fede, ma neppure d’incredulità. E’ un’epoca di malafede, cioè di credenze mantenute a forza, in opposizione ad altre e, soprattutto, in mancanza di altre genuine…” Questo accade nei nostri percorsi culturali e religiosi, scientifici e sociali. Questa visione del nostro modo d’affrontare la vita e ancor più i rapporti sociali che vi intercorrono mostrano chiari limiti d’incompletezza e di palesi contraddizioni con il nostro modo d’essere e di divenire. Abbiamo, in pratica, perso il senso della misura nei rapporti umani partendo da una concezione patriarcale e solidale tribale in uno stacco generazionale che genera sovente confronti conflittuali, incomprensioni e rivalità. Il tutto è avvelenato da una speculazione mediatica costruita proprio sul clamore che derivano i contrasti, le opposizioni non più ideologiche, ma di costume.
In questo contesto va precisato che qui non parliamo di modelli generazionali che si evolvono e denotano nel corso degli anni un modo diverso di leggere i passi della vita, ma della loro degenerazione sistematica e cruciale che inquina, che lascia tracce ammorbanti.
La ricerca del sapere, della conoscenza come stimolo per crescere culturalmente e socialmente, è umiliata da quella dell’avere come spinta al possesso, all’odio per il diverso, alle distinzioni razziali, religiose e culturali. Ognuno cerca di coltivare la propria nicchia d’interessi che si restringe sempre di più da quella del clan, alla famiglia che si forma e sino a toccare il singolo componente in opposizione a tutti gli altri. Da qui spuntano le piccole e grandi degradazioni che passano dai contrasti appena velati da formalità comportamentali a quelli traumatici dell’aggressione e della violenza mortale. Il detto latino homo homini lupus sembra attagliarsi a questa fattispecie di atteggiamento. E il veleno di questa tendenza è ancora più efficace, nella sua penetrazione, se si pensa all’esaltazione della ricchezza come potere, come dominio sugli altri. E chi ricco non è cerca in tutti i modi di adeguarsi a quel modello per trovare la propria soddisfazione esistenziale perché siamo al trionfo dell’apparenza, dell’edonismo quale unica ragione di vita. Da qui un modello di società che si presenta come un bel coccio visto da fuori ma privo di contenuti al suo interno. E la vacuità che ne deriva è anch’essa malafede a tutto tondo perché neghiamo ai valori della vita il diritto ad esistere. Se non cambiamo atteggiamento i danni che provochiamo e che demandiamo ai posteri saranno inevitabilmente molto gravi e devastanti soprattutto sul piano sociale. (Riccardo Alfonso direttore centro studi religiosi e sociali)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Deutsche Bank colloca in Italia un nuovo prodotto finanziario con finalità solidale

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 ottobre 2015

Deutsche-Bank-Sede-Milanoannuncia oggi il collocamento, tramite Deutsche Bank SpA e Finanza & Futuro Banca SpA, di DeAWM Fixed Maturity FlexInvest ESG 2020, il nuovo prodotto con finalità solidale. Si tratta di un comparto a scadenza prefissata quinquennale (2015-2020) che presenta, oltre alla componente azionaria anche una componente monetaria. I collocatori devolveranno il 44% delle commissioni di gestione a Fondazione Deutsche Bank Italia, a sostegno dei progetti solidali realizzati sul territorio dalla fondazione stessa.Le sottoscrizioni del comparto inizieranno oggi e termineranno il prossimo 9 dicembre 2015, mentre l’emissione è programmata per il 15 dicembre 2015 (con scadenza appunto quinquennale, il 21 dicembre 2020).Più nello specifico, DeAWM Fixed Maturity FlexInvest ESG 2020 è il nuovo prodotto della Sicav multicomparto di diritto lussemburghese DeAWM Fixed Maturity, società di investimento a capitale variabile che investe in modo flessibile in un portafoglio diversificato. Il Comparto presenta sia una componente azionaria, basata sulla metodologia CROCI World ESG, che una componente monetaria. Alla strategia azionaria globale CROCI viene applicato lo screening ESG, che seleziona circa 75 aziende conformi ai requisiti “Environmental, Social e di Governance”.Tra le peculiarità del comparto, un’opzione di uscita anticipata dall’investimento con un livello di protezione dell’80% del valore quota massimo raggiunto.Il nuovo prodotto unisce l’attenzione per la performance alla cultura della responsabilità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mediterraneo solidale

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

scoprire roma1Roma giovedì 24 settembre, alle ore 11, presso la sede dell’Associazione Acmed, Corso Rinascimento 81, terzo piano convegno internazionale“Mediterraneo Solidale”, organizzato dalla onlus Solidarité Identités. Numerosi gli ospiti stranieri che interverranno al convegno: Rima Fakhri (membro del consiglio politico di Hezbollah), Sayyed Ammar Al Moussawi (responsabile relazioni internazionali Hezbollah), Mariem Aouffa (ambasciatrice Repubblica Islamica della Mauritania in Italia), Amira Daoud Hassan Gornass (ambasciatrice della Repubblica delSudan in Italia) Habeeb Mohammmed Hadi Ali Al-Sadr (ambasciatore dellaRepubblica dell’Iraq presso la Santa Sede), Ghorban Ali Pourmarjan (direttore dell’Istituto Culturale dell’ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran inItalia), Rima Darious (Consiglio dei Giovani siriani), Hassan Sakr(responsabile Affari esteri del Syrian social nationalist party), Jamal AboAbbas (presidente della comunità siriana in Italia), Alise Blanchard (SOSChrétiens d’Orient onlus), Ouday Ramadan (portavoce della comunità siriana inItalia) e Talal Khrais (giornalista). Prevista la presenza anche di Monsignor Mtanious Haddad (rettore Basilica S. Maria in Cosmedin), Madre Agnes Mariam dela Croix (superiora Monastero Saint Jacques le Mutilé in Qara), Shaykh Abbas DiPalma (Ass. Islamica Imam Mahdi) e la giornalista Yvette Shamier. Interverranno inoltre Luca Bertoni (Associazione Lombardia Russia) e Franco Nerozzi (Presidente di Popoli onlus).
Quattro le sessioni previste. Nella prima si parlerà di “volontariato identitario e cooperazione internazionale”, nella seconda di “Siria: millenario esempio di convivenza religiosa”. Sarà poi la volta del tema “Il ruolo della donna nelle società arabe” e infine delle “Nuove sinergie per costruire il Mediterraneo solidale”. (foto: solid)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rete Solidale Flegrea

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 marzo 2012

Pozzuoli 6 marzo, alle ore 17,00, al Centro San Marco della Caritas Diocesana, in via Sacchini 33, a Pozzuoli si terrà la presentazione della Rete Solidale Flegrea, che ha lo scopo di promuovere il volontariato e il Terzo Settore mettendo insieme Caritas e associazioni del territorio. Con la presentazione verrà inaugurato il primo laboratorio del volontariato. “Diverse diversità: laboratori per il volontariato”, è il primo di tre incontri che rivolti alle realtà socio-assistenziali dell’area flegrea e a quanti desiderano impegnarsi nel volontariato, per uno scambio d’esperienze e per crescere insieme, per liberare, incontrare e agire con le risorse del volontariato del territorio. All’incontro parteciperanno: don Fernando Carannante (vicario episcopale per la Carità e direttore Caritas diocesana di Pozzuoli), Carmen Del Core (che presenterà la Rete solidale flegrea) e Raffaella Simeoli (psicologa, presentazione dei tavoli tematici). Il workshop sarà tenuto da Claudio Roberti (sociologo, autore del libro “L’uomo A-vitruviano”) e Sergio Mantile (sociologo, autore del libro “Tradizione e sviluppo nel Mediterraneo: il caso Pozzuoli”).
La Rete Solidale Flegrea nasce dall’esperienza della prima edizione di “Festa delle Associazioni – per mettere in luce il valore aggiunto del volontariato nei Campi Flegrei” (11 e 12 maggio 2011), realizzata con l’obiettivo di mettere insieme le realtà dell’associazionismo cattolico e laico che operano nel territorio dei Campi Flegrei (Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, i quartieri flegrei di Napoli: Fuorigrotta, Bagnoli, Pianura e Soccavo). La manifestazione è stata voluta dal Vescovo di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella e dal Vicario episcopale alla Carità nonché Direttore della Caritas Diocesana, don Fernando Carannante, nell’ambito degli eventi realizzati in occasione del 1950° anniversario dell’approdo di Paolo di Tarso a Pozzuoli (At 28,13-14). L’evento, al quale hanno partecipato oltre 30 organizzazioni, è stato pensato anche in sintonia con il 2011- Anno europeo del volontariato.
La Rete Solidale Flegrea è sostenuta dalla Diocesi di Pozzuoli, dalla Caritas Diocesana di Pozzuoli ed è ospitata all’interno del Centro Studi per il Volontariato (via Fasano, 9 Pozzuoli).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

20 anni di: Economia di Comunione

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 maggio 2011

San Paolo – Brasile 29 maggio 2011 – Ore 9:30-18:00 (ora locale) Auditório Simon Bolivar –Memorial da América Latina Attesi oltre 1500 imprenditori e lavoratori, studiosi e rappresentanti della società civile da 37 Paesi di 4 continenti, tra cui Canada e Stati Uniti, Corea e Filippine, Francia, Germania, Polonia e Serbia, Argentina, Bolivia e Perù, Costa d’Avorio e Nigeria. Saranno presenti personalità civili e religiose tra cui noti economisti brasiliani quali i proff. Riccardo Abramovay (USPI – Università di San Paolo), specializzato in economia solidale, e Walter Barelli (rettore Unicamp Campinas), già ministro del lavoro e deputato federale, e il card. Claudio Hummes, già arcivescovo di San Paolo e Prefetto della Congregazione del Clero. Il convegno si propone di fare un bilancio dei primi 20 anni dell’EdC e di aprire nuove prospettive per il prossimo ventennio. Nel contesto dell’attuale situazione economica mondiale, verranno presentate le idee fondanti, le concretizzazioni del progetto, la “Carta d’identità dell’EdC” e il “Messaggio San Paolo 2011”. Al convegno interverranno tra gli altri: il prof. Rubens Ricupero, già Vice-Segretario generale dell’ONU, Segretario Generale dell’UNCTAD, ministro dell’Ambiente e delle Finanze del governo federale brasiliano; il prof. Stefano Zamagni, docente di Economia all’Università di Bologna (Italia) e di Economia internazionale alla Paul Nitze School of Advanced International Studies della Johns Hopkins University (USA); la prof. Vera Araújo, sociologa, coordinatrice di “Social One”, gruppo internazionale di sociologi e studiosi del servizio sociale.
L’appuntamento sarà preceduto dall’Assemblea Internazionale dell’EdC “Protagonisti oggi di una nuova economia” che avrà luogo dal 25 al 28 maggio nella cittadella dei Focolari che sorge nei pressi di San Paolo. 600 i partecipanti prenotati: imprenditori, lavoratori, studiosi e studenti coinvolti nel progetto. Tre i panels: Imprenditore e impresa, Povertà e sviluppo, Aspetti istituzionali e dimensione culturale, illustrati anche da esperienze e buone pratiche. Seguiranno gruppi di lavoro, dialogo, tavole rotonde e la visita al vicino Polo imprenditoriale di imprese di Economia di Comunione. Entrambi gli eventi verranno diffusi via internet all’indirizzo http://www.edc-online.org

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Europa solidale con il Giappone

Posted by fidest press agency su sabato, 26 marzo 2011

Il Parlamento europeo ha espresso la propria solidarietà al popolo giapponese e al suo governo a seguito del devastante terremoto, dello tsunami e dell’incidente nucleare, in una risoluzione adottata oggi. I deputati hanno anche invitato l’UE e gli Stati membri a fornire tutta l’assistenza e il sostegno necessari al Giappone. I deputati invitano l’UE e gli Stati membri a fornire al Giappone e alle regioni interessate tutto il supporto umanitario, tecnico e finanziario necessario, elogiando la decisione di aver attivato immediatamente il meccanismo di protezione civile per coordinare l’assistenza d’emergenza. Nella una risoluzione comune, presentata da tutti i gruppi politici, adottata giovedì per alzata di mano, i deputati esprimono la loro solidarietà al popolo giapponese e al suo governo, dopo il “devastante terremoto e lo tsunami” e il “gravissimo incidente nucleare”, che “costituisce una nuova minaccia”. Hanno infine sottolineato il coraggio e la determinazione del popolo giapponese e delle autorità nell’affrontare la situazione.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola di formazione Fuci

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2010

Ragusa. Per la Federazione, la più antica associazione universitaria italiana fondata nel 1896 e presente oggi in circa 60 atenei italiani, la Scuola di Formazione rappresenta uno degli appuntamenti nazionali più partecipati. La prima sessione tematica, intitolata “Per un Paese solidale. Chiesa italiana e Mezzogiorno”. Quale Paese e quale Mezzogiorno? ha preso le mosse dal Documento che i nostri Vescovi ci hanno consegnato lo scorso febbraio e in cui affermano che «affrontare la questione meridionale diventa un modo per dire una parola incisiva sull’Italia di oggi». In questo si sostanzia l’importanza di essere giunti da ogni parte d’Italia: parlare di Sud si tratta di parlare del Paese, che non potrà tornare a crescere se non insieme. Circa il ruolo della Chiesa nel Mezzogiorno, don Sciortino ha affermato: “La Chiesa del Sud si fa voce di un futuro possibile, soprattutto nel formare le coscienze. Occorre agire in profondità, a livello di mentalità e di cultura. Occorre tradurre la coscienza religiosa in coscienza civile, per cambiare la società in un rapporto sempre più stretto tra la Chiesa e la gente”. L’intervento del direttore di Famiglia Cristiana ha fatto seguito ai saluti delle principali autorità presenti ed alla Relazione Introduttiva della Presidenza nazionale della Fuci. “È innegabile – si legge nella Relazione Introduttiva – che una sorta di “maledizione” incomba sul Sud: è la maledizione di chi è costretto ad abbandonare la propria terra senza sapere se e quando potrà tornare. È ancora la maledizione di un angolo d’Italia classificato sempre e comunque come capro espiatorio per giustificare colpe che non ha. È la maledizione di chi continua a seminare e coraggiosamente resta perché crede che qualcosa, prima o poi, cambierà”.
La Scuola costituisce inoltre l’occasione per far conoscere a giovani provenienti da diverse regioni le bellezze artistiche e paesaggistiche del territorio ibleo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione area solidale democratica

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2010

Palermo 09 ottobre 2010 alle ore 16,00 presso il Rettorato universitario di Palazzo Chiaramonte -Steri, sarà presentata una nuova iniziativa politica che si propone di intercettare l’interesse e la volontà partecipativa di tutti coloro che oggi hanno voglia di essere protagonisti nella vita della “res-pubblica”,  in ogni suo ambito. Area Solidale Democratica (A.S.D.) prende spunto da un silenzio assordante che proviene da ampie aree dell’elettorato che desiderano sentirsi ancora attivi nell’agorà politica. A.S.D. non è  un partito politico tout-court, ma è un movimento, un soggetto dinamico che vuole mettere in relazione, nella società delle “reti” , diversi soggetti: ragazzi, adulti, il mondo femminile, studenti che, tenendo alto il valore della nostra Costituzione repubblicana, si riconoscono  nei valori cristiani ed intendono operare  al sevizio della società, avendo come punto essenziale di riferimento la Dottrina Sociale della Chiesa. Fonte ispiratrice del movimento è la decennale esperienza di  Padre Bartolomeo Sorge S.J., che partecipa all’iniziativa come fondatore.
Egli parteciperà  personalmente al taglio del nastro inaugurale del movimento politico, come atto concreto di una ferrea volontà che riconosce ad ogni essere umano il diritto di concorrere alla realizzazione del bene comune.
A.S.D.  pone al centro della sua mission un nuovo personalismo solidale che mette al centro l’uomo ed intende richiamare gli ideali di una politica al servizio del cittadino e non viceversa, come spesso accade. A.S.D. vuole essere un punto di rottura con il passato, una grande casa aperta a quanti si riconoscono nei valori antropologicamente rilevanti, come il rispetto della vita e della dignità dell’uomo.  La solidarietà prima di tutto, nella visione Sturziana di un popolarismo, che fa della partecipazione attiva del popolo l’elemento necessario per un autentico cambiamento della politica per il raggiungimento di una democrazia compiuta. L’attenzione per quest’evento è suffragata anche dalla presenza, come ospiti, di personalità illustri della scena politica siciliana e nazionale. Oltre a Padre Bartolomeo Sorge, Vittoria Vassallo, Presidente di A.S.D,  Angelo Torre, già menzionati, e gli altri soci fondatori, tra cui l’Avv. Alessandro Diotallevi e l’Avv. Carlo Filippo Pompili, saranno presenti l’On. Bruno Tabacci, il Sen. Giampiero D’Alia e l’On. Giovanni Barbagallo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 10 Comments »

Rassegna “Capitale solidale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 settembre 2010

Roma 30 settembre alle 13.30 nella Sala Rossa del Palazzo del Vicariato (piazza San Giovanni in Laterano 6/a) il cardinale vicario Agostino Vallini, il direttore della Caritas monsignor Enrico Feroci, il sindaco Gianni Alemanno, e l’assessore capitolino alle Politiche  culturali, Umberto Croppi, presentano la rassegna “Capitale solidale – La Caritas si fa cultura e la cultura si fa carità”, promossa e organizzata dalla Caritas diocesana di Roma “Capitale Solidale” vuole essere un’occasione di incontro con convegni, tavole rotonde, concerti, spettacoli teatrali ed eventi per la città, che si svolgerà a Roma dal 1° al 18 ottobre e coinvolgerà rappresentanti delle istituzioni, del mondo della cultura e dello spettacolo. La manifestazione è organizzata dalla Caritas diocesana di Roma con il patrocinio del Comune di Roma, della Provincia di Roma, della Regione Lazio ed il contributo di Ferrovie dello Stato e della Fondazione “Musica per Roma”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rassegna: capitale solidale

Posted by fidest press agency su martedì, 28 settembre 2010

Roma 30 settembre alle 13.30 nella Sala Rossa del Palazzo del Vicariato (piazza San Giovanni in Laterano 6/a) il cardinale vicario Agostino Vallini, il direttore della Caritas monsignor Enrico Feroci e il sindaco Gianni Alemanno presentano la rassegna “Capitale solidale – La Caritas si fa cultura e la cultura si fa carità”, promossa e organizzata dalla Caritas diocesana di Roma
“Capitale Solidale” vuole essere un’occasione di incontro con convegni, tavole rotonde, concerti, spettacoli teatrali ed eventi per la città, che si svolgerà a Roma dal 1° al 18 ottobre e coinvolgerà rappresentanti delle istituzioni, del mondo della cultura e dello spettacolo. La manifestazione è organizzata dalla Caritas diocesana di Roma con il patrocinio del Comune di Roma, della Provincia di Roma, della Regione Lazio ed il contributo di Ferrovie dello Stato e della Fondazione “Musica per Roma”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anziani: estate solidale

Posted by fidest press agency su domenica, 4 luglio 2010

Musica, animazione, balli e tanto divertimento. È ricco e promettente il calendario dell’Estate Solidale, iniziativa ideata e voluta da monsignor Ernesto Scirpoli, vulcanico direttore della casa di riposo San Francesco di Novara. Canti, balli, gag e simpatiche animazioni hanno fatto da cornice al primo dei numerosi appuntamenti che intratterranno i quasi 200 anziani della struttura fino a settembre. “L’estate è il periodo dell’anno in cui gli anziani sono più soli – spiega Scirpoli – solidarietà vuol dire non dimenticarsi di loro, anche nelle piccole cose. Se pensiamo che la maggior parte dei nostri ospiti ha difficoltà motorie, possiamo facilmente comprendere quale importanza assume l’iniziativa”. La casa di riposo San Francesco non è nuova ad eventi e manifestazioni: nel 2007 la struttura di Viale Roma ospitò Miss Italia Silvia Battisti, mentre alcuni mesi fa le telecamere di Rai e Mediaset celebrarono in diretta i 107 anni di nonno Angelo. Mai prima d’ora, però, animatori e volontari della struttura avevano dato vita ad un intero calendario di iniziative con cadenza quasi settimanale. “Con queste feste lanciamo un segnale di vicinanza e di affetto – spiega ancora Scirpoli – vogliamo essere di esempio, grazie all’apporto prezioso di tutti coloro che si adoperano per buona la riuscita delle manifestazioni”. L’ultimo pomeriggio di festa ha visto la partecipazione dei volontari dell’associazione Antea di Novara e Galliate, coadiuvati da un esperto fisarmonicista e dagli animatori Emanuela e Giovanni. In calendario vi sono numerosi eventi: si va dalla tombola ai pomeriggi danzanti, dagli spettacoli con giocolieri e illusionisti alle gare canore, che saranno riprese e trasmesse dalle tv locali. Per il prossimo week-end è prevista un’anguriata e ci sarà l’animazione del simpatico duo Carmen e Lele. (estate solidale)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“San Lazzaro solidale”

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2010

San Lazzaro di Savena 26 gennaio, alle ore 18,  la Mediateca (via Caselle, 22) ospita una istruttoria pubblica finalizzata alla presentazione del programma “San Lazzaro solidale”, cui sono invitati a partecipare gli organismi non lucrativi di utilità sociale,  le organizzazioni di volontariato, le associazioni e gli enti di promozione sociale  di  San Lazzaro di Savena.  “San Lazzaro solidale” è un progetto del Comune per valorizzare il proprio impegno solidaristico, ma anche e soprattutto per dare visibilità all’impegno di tutti coloro che svolgono attività in ambito territoriale a supporto delle fragilità sociali di fasce deboli della popolazione.  Il carattere della procedura attivata, che intende raggiungere in maniera capillare tutte le forme associative operanti nel territorio comunale, risponde all’esigenza di stimolare la crescita qualitativa e la capacità di offerta delle organizzazioni del terzo settore e di concentrare l’impiego delle risorse a disposizione su obiettivi condivisi.  In questo modo sarà possibile concorrere sempre più efficacemente alla realizzazione degli interventi di promozione e tutela sociale del territorio agendo con logiche concertative, di co-progettazione e di collaborazione con il Comune.  All’iniziativa partecipano gli assessori alla Qualità dell’Integrazione Raymon Dassi, alla Qualità Socio-culturale Roberta Ballotta e alla Qualità della Salute, diversabilità e politiche per la famiglia Maria Cristina Baldacci.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza Haiti e Sostegno a distanza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 gennaio 2010

La Gabbianella – coordinamento per il sostegno a distanza – onlus conferma la propria solidarietà  alle associazioni specializzate nella gestione delle emergenze e a quelle che da anni sono presenti ad Haiti  e che operano in sinergia con Governi e Organismi internazionali. In questo tragico momento nel quale i mezzi d’informazione ci dicono quanti sono i morti, i dispersi, i bambini rimasti orfani, i danni materiali,  é indispensabile  intervenire immediatamente con fondi per garantire  la sopravvivenza di tutti. Il Sostegno a Distanza, diversamente dalle  comuni attività di  raccolta fondi, è una forma  di solidarietà che permette al cittadino solidale  di seguire  i vantaggi che il proprio contributo economico continuativo nel tempo determina nella vita dei destinatari,soprattutto bambini, che in alternativa all’adozione internazionale, possono rimanere a vivere nel proprio paese. La Gabbianella ritiene  strumentale   l’utilizzo  del termine “Sostegno a Distanza” per giustificare  una raccolta fondi per la gestione delle emergenze.  Il Sostegno a distanza  sarà lo strumento di solidarietà che, non appena superata l’attuale emergenza,  garantirà ai sopravvissuti il sostegno negli anni a venire, cosa che già si è verificata in occasione della tragedia dello tsunami del 2004.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Partito del Sud: dall’aborto al “raschiamento”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

L’ipotizzato aborto del Partito del Sud  si è consumato, ora Lombardo dovrebbe avere il coraggio politico di passare al “raschiamento” per eliminare anche le più piccole fonti di inquinamento e di infezione. La maschera è caduta con l’affermazione di Dell’Utri che non sarebbe stato fondato un nuovo partito, ma sarebbe stato allungato il braccio del PdL ; il cavaliere è contento della nuova invenzione, anche se Lombardo non si è servito del predellino di un’auto. Ma era questo l’intento di Lombardo? Se così fosse, allora è la Sicilia ad essere stata presa in giro, sono i siciliani che sono stati turlupinati.  Ma se l’intento di Lombardo era quello di realizzare un’entità meridionale, mediterranea, multietnica, solidale, allora si è ritrovato, per salvaguardare il suo governo, con i peggiori compagni di viaggio. Un governo che si sostiene  in qquesto modo, non merita di durare; tanto vale richiamare i siciliani ad esprimersi, portando avanti una nuova realtà politica, siciliana, meridionale e mediterranea. Lombardo ha dovuto accogliere nella sua squadra di governo un pluritrombato perché imposto dal  partito di provenienza, secondo la logica che i trombati vanno pur sempre messi nella condizione di mantenere lo status quo a cura e spese dei contribuenti. E la competenza…?  Ma che c’entra la competenza con i posti di governo!? (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riformiamo la finanza per un’economia civile e solidale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2009

E’ il titolo del manifesto che ntende stimolare il dibattito e propone soluzioni e regole – che si distinguono per concretezza e fattibilità – per il risanamento dell’economia e della finanza, contro la crisi di quel sistema che ha mostrato peraltro tutte le proprie vulnerabilità e storture. Quattro le aree d’intervento individuate, per ciascuna delle quali si indicano dunque azioni concrete: mercati finanziari, fiscalità, legalità, sostenibilità. Frutto della sintesi del confronto fra tutte le organizzazioni del cartello, il documento disegna le linee di un’economia e di una finanza alternative alla matrice culturale che ha scatenato la crisi, a partire da una Governance globale, una nuova Bretton Woods (la conferenza tenutasi nell’omonima cittadina statunitense, nel luglio 1944, che stabilì regole per le relazioni commerciali e finanziarie tra i principali paesi industrializzati del mondo) dotata di istituzioni democratiche, di poteri, di procedure sanzionatorie.  Perché riformare la finanza vuol dire soprattutto inserire regole per i soggetti e i prodotti del sistema. Rispetto alla fiscalità, oggi tutta a favore della speculazione finanziaria, la proposta chiede che le imprese socialmente responsabili certificate in quanto tali e il cui rating di responsabilità duri per almeno un triennio, possano godere di una  fiscalità di vantaggio, e che  le iniziative socialmente e  ambientalmente sostenibili siano defiscalizzate. Sul versante della legalità si chiede di accelerare tutte le procedure per consegnare alle cooperative  sociali i terreni e i beni confiscati alla mafia; di abbassare la soglia del tasso usuraio; di garantire che le commodities, ossia le materie prime energetiche e alimentari, quelle che hanno avuto un impatto tremendo sulle aree povere del mondo, siano vigilate da un’Authority che ne assicuri la stabilità dei prezzi al fine di evitare effetti così dirompenti. Infine una tobin tax sulle transazioni valutarie e finanziarie di brevissimo periodo, quelle a natura speculativa, col cui gettito sarà possibile finanziare il raggiungimento dei Millennium Goals (Obiettivi del Millennio). «È un risultato storico – commenta Giuseppe Gallo, segretario generale della Fiba Cisl -: le associazioni che da sempre rappresentano il cuore pulsante della società civile hanno trovato una importante sintesi – per la prima volta – sugli importantissimi temi della regolamentazione dei processi finanziari ed economici». «Il Manifesto per la Riforma della finanza, promosso a Terra Futura nell’edizione del 2009 dopo un percorso iniziato nel maggio 2008 anticipando la crisi, è stato condiviso con le maggiori reti sociali italiane ed è un contributo importantissimo che nasce dal basso, da chi tutti i giorni è a contatto con i problemi ma anche con le energie più positive del nostro Paese» evidenzia Ugo Biggeri, presidente della Fondazione culturale Responsabilità Etica, che continua: «L’attenzione che il ministro dell’Economia ha voluto dedicare a questa iniziativa rappresenta per noi un riconoscimento importante a cui speriamo seguano altri momenti di confronto concreti. E’ anche la dimostrazione che con proposte concrete ed efficaci, la rete dei partner di Terra Futura, può riuscire a portare i temi del cambiamento verso un futuro sostenibile ai massimi livelli».

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »